JoVE   
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Biology

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Neuroscience

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Immunology and Infection

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Clinical and Translational Medicine

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Bioengineering

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Applied Physics

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Chemistry

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Behavior

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Environment

|   

JoVE Science Education

General Laboratory Techniques

You do not have subscription access to videos in this collection. Learn more about access.

Basic Methods in Cellular and Molecular Biology

You do not have subscription access to videos in this collection. Learn more about access.

Model Organisms I

You do not have subscription access to videos in this collection. Learn more about access.

Model Organisms II

You do not have subscription access to videos in this collection. Learn more about access.

Essentials of
Neuroscience

You do not have subscription access to videos in this collection. Learn more about access.

In JoVE (1)

Other Publications (40)

Automatic Translation

This translation into Italian was automatically generated.
English Version | Other Languages

Articles by Marcella Chiari in JoVE

 JoVE Bioengineering

Biomolecolare Detection impiega il sensore di immagine interferometrica riflettanza (IRIS)

1Department of Electrical and Computer Engineering, Boston University, 2Department of Biomedical Engineering, Boston University, 3Center for Advanced Genomics Technology, Boston University, 4Department of Medicine, Section of Infectious Diseases, Boston University School of Medicine, 5Department of Microbiology, Boston University School of Medicine, 6CNR (National Research Council), Istituto di Chimica del Riconoscimento Molecolare


JoVE 2694

Quantitativa, high-throughput in tempo reale, e l'etichetta-libero di rilevamento biomolecolare (DNA, proteine, ecc) su SiO

Other articles by Marcella Chiari on PubMed

Separazione Del DNA Frammenti in Copolimeri Poly(dimethylacrylamide) Idrossilati

Le matrici polimeriche romanzo segnalato qui sono bassa viscosità media setacciatura per elettroforesi capillare di DNA. Questa nuova famiglia di matrici comprende copolimeri di N, N-dimethylacrylamide con diversi monomeri che aumentare l'idrofilia del polimero. Tutti questi nuovi copolimeri self-coat su capillari di silice fusa. Risoluzione, spaziatura tra picco e picco larghezza erano i parametri presi in considerazione per valutare l'influenza della struttura polimerica su efficienza e selettività di separazione. Questo lavoro dimostra che le prestazioni di polydimethylacrylamide (PDMA) possono essere migliorata attraverso la copolimerizzazione con monomeri idrofili. Il miglioramento è legato al parametro di efficienza. I nuovi copolimeri, a causa della loro bassa viscosità alta setacciatura capacità e abilità per sopprimere il EOF, rappresentano un'alternativa migliore al PDMA e sono matrici sostituibile adatti per elettroforesi capillare e microchip.

Uso Di Acido Peptidonucleico Sonde Per La Rilevazione Di Mutazioni Del DNA Singolo-base Tramite Elettroforesi Capillare

Oligomeri di acidi nucleici (PNA) del peptide possono essere utilizzati come sonde in esperimenti di ibridazione pre-gel, come alternativa all'ibridazione del sud. In questa tecnica, la sonda PNA è ibridata a un campione di DNA marcato cianina 5 denaturato a bassa forza ionica, e la miscela viene iniettata direttamente per la separazione dimensione in un sistema di elettroforesi capillare (CE) equipaggiato con rivelatore a fluorescenza laser-indotta (LIF). La spina dorsale neutra del PNA consente l'ibridazione si verifichi a bassa forza ionica e assicura un'efficiente separazione CE degli ibridi PNA/DNA double-stranded sia single-stranded DNA. Abbiamo utilizzato come sistema di modello la fibrosi cistica R553X e mutazioni del singolo-base R1162X e noi abbiamo valutato l'influenza di vari fattori, quali temperatura e denaturanti concentrazione sulla stabilità ibrido PNA/DNA al fine di raggiungere l'alta specificità richiesta per una singola coppia di basi di discriminazione.

Analisi Multimodale Electrochromatographic Open-tubo Capillare Di Ammine E Peptidi

Questo studio descrive un confronto dei diversi modi di open-tubolare elettrocromatografia (OTCEC) nei capillari nudi e acidati. Per effettuare l'indagine, la separazione delle impurità di due peptidi sintetici e la separazione di una miscela di cinque eterocicliche aromatiche sono stati studiati. Sono stati valutati tre tipi differenti di fase stazionaria: (i) fluorosurfactants (anionici e zwitterionica) adsorbito nella parete interna del capillare (Elettrocromatografia con fasi stazionarie dinamicamente modificati (DMS) CEC); (ii) fisicamente adsorbiti polimeri (DMA-SO(3-) e DMA-N(+)(CH(3))(3)) e (iii) modificati chimicamente capillari (C(18), 10-Undecanoato del colesterolo e diolo). I risultati confermano che elettrocromatografia può essere una valida alternativa per l'elettroforesi capillare (CE) e la cromatografia in fase liquida, più consolidate tecniche di separazione. È possibile distinguere alcune specie minori per i peptidi sintetici che non possono essere risolto da CE o cromatografia liquida ad alta prestazione (HPLC). Inoltre la separazione della miscela ammina dipende fortemente la fase stazionaria utilizzata.

Diminuito Proteina Picco Asimmetria E Larghezza Grazie Shared Capillare Rivestimento Idrofilo Derivati Del Polydimethylacrylamide

Abbiamo recentemente descritto [1] un metodo semplice e veloce per il rivestimento di "adsorbita statica" dei capillari in elettroforesi capillare zonale (CZE) con epoxy-poly(dimethylacrylamide) (EPDMA). Picchi CZE proteici nei capillari rivestiti EPDMA esposto un'asimmetria del picco simile a quello ottenuto nei capillari con rivestimento "covalente statico" di poliacrilammide, suggerendo un grado simile di adsorbimento della proteina sul rivestimento [2]. Instabilità della tale rivestimento a bassa forza ionica e della sua rimozione da capillare in presenza di sodio dodecil solfato (SDS) indicato anche un incollaggio idrofilo di EPDMA alla superficie di silanolo del capillare, mentre suo stripping in CZE di polistirolo "carbossilato-modificato" ha suggerito una concorrenza tra carbossilato ed EPDMA per i legami idrofili di silanolo. Per verificare tali proposizioni, sono stato sintetizzato un certo numero di agenti di rivestimento derivato EPDMA con maggiore idrofilia. Un certo numero di rivestimento idrofilo agenti testato (tabella 1) solo due, 2% idrolizzato EPDMA (HPDMA) idrolizzato in acido solforico per effetto della conversione dei gruppi epossidici dioli (tabella 1, n. 38), e il 20% EPDMA (tabella 1, n. 44) esposto per proteine rappresentante un'asimmetria del picco è diminuito e larghezza mentre la stabilità della soppressione del flusso elettroosmotico (EOF), e la stabilità della mobilità in CZE esecuzioni consecutive è stato ridotto rispetto al EPDMA. Agenti di rivestimento, che erano più altamente idrofilici rispetto a quei due (tabella 1, n. 49) o meno idrofilo al 2% EPDMA (tabella 1, n. 57, 53, 46) non fornito alcun rivestimento statico stabile.

Separazione Delle Proteine in Un Elettrolizzatore Multicomparto Con Alloggiamenti Definito Da Un Letto Di Perline Di Gel

Elettrolizzatore multicomparto (MEs) con membrane isoelettrica furono introdotte nel 1989 per purificare le proteine in un campo elettrico. Alla base di ME tecnologia ci sono membrane composto da copolimeri reticolati di acrilamide e acrilammido monomeri recanti gruppi protolytic. La tecnologia impiegata per la fusione delle membrane è un'estensione della messa a fuoco isoelettrica in tecnica gradiente pH immobilizzato per il quale sono state sviluppate specifiche acrilammido monomeri, conosciuti con il nome commerciale di Immobiline. Tuttavia, l'uso di membrane continue presenta diversi svantaggi. A causa delle caratteristiche meccaniche di poliacrilamide, gel dovrà aderire fisicamente su un supporto rigido, che impedisce il collasso. Il supporto deve avere una struttura altamente porosa per essere permeabile alle proteine. La fragilità meccanica delle membrane è uno dei principali problemi che ostacola l'applicazione su scala industriale di ME separatori. Per superare questo problema, ci proponiamo di sostituire le membrane continue con un letto di perline di gel di composizione identica comonomero, ottenuto mediante un processo di polimerizzazione emulsione inversa.

Non Convenzionali Sintesi E Caratterizzazione Di Poliacrilammidi Ultraelevato-molare-massa

Nonostante il significativo progredire nel campo delle matrici di setacciatura sostituibile per separare il DNA in elettroforesi capillare (CE), un'attività intensa ricerca è ancora in corso per migliorare la separazione dei frammenti sequenziamento del DNA di grandi dimensioni. Ci sono evidenze, sia dal lato sperimentale e teorica che la risoluzione di questi frammenti, alla singola base, richiede l'uso di matrici composto da lunghe catene di polimeri lineari di setacciatura. La separazione del DNA frammenti di CE sono della massima importanza: (i) la solubilità completa del polimero, (ii) la linearità della catena, (iii) la realizzazione di altissima viscosità in soluzioni diluite. Lo scopo di questo lavoro è la sintesi di polimeri ultraelevato-peso molecolare che possiedono i tre requisiti summenzionati impiegando un metodo non convenzionali. Dimostriamo che la performance di setacciamento del poliacrilammide è direttamente correlata alla sua viscosità intrinseca.

Uso Delle Poliacrilammidi Ad Alta Massa Molecolare Come Matrici Per Elettroforesi Del Microchip Di Frammenti Di DNA

Analisi del frammento del DNA richiede l'utilizzo di soluzioni di polimeri come matrici di setacciatura. In genere, tali matrici sono costituite di polimeri high-molare-peso impiegati ad una concentrazione superiore a loro concentrazione di soglia di entanglement. Queste soluzioni di polimeri sono altamente viscoso e difficile da usare nei canali stretti di un microchip. Nziché poliacrilammidi sintetizzati attraverso un metodo non convenzionali, essendo la polimerizzazione indotta da plasma di bassa temperatura (PIP), sono stati utilizzati come DNA setacciatura matrici per elettroforesi del microchip. Le caratteristiche distintive di questi polimeri (nziché massa molecolare e linearità) permettono loro uso in concentrazione diluita. Diluire poliacrilammidi PIP ha rivelato un valore costante di risoluzione in dimensioni di frammento una vasta gamma di DNA (123 bp bp-1353), dimostrando così di essere efficace nelle comuni applicazioni di genotipizzazione. Inoltre, la bassa viscosità delle soluzioni diluite consentono di essere più facile e più veloce nel riempire il canale tra le esecuzioni, migliorando così la velocità effettiva dei dispositivi microchip.

Caratterizzazione Di Un Polimerico Adsorbita Rivestimento Per Vetrini DNA Microarray

È stato sviluppato un nuovo metodo per allegare covalentemente molecole sulla superficie del vetro substrati quali piastre microtiter, perline, tubi e vetrini da microscopio, per le analisi di ibridazione fluorescente degli obiettivi. Il concetto innovativo introdotto da questo lavoro è quello di assorbire fisicamente sulle superfici di vetro underivatized un copolimero funzionale, in grado di innestare le molecole di DNA amino modificato. Il polimero ottenuto dalla copolimerizzazione radicale di N, N-dimethylacrylamide, N-acryloyloxysuccinimide e 3-(trimetossisilil) propil metacrilato, copoly(DMA-NAS-MAPS), self-adsorbs sulla superficie del vetro molto rapidamente, in genere in 5-30 min. Il film, formato sulla superficie, orsi esteri attivi, che reagiscono con gli obiettivi del DNA amino modificato. Lo strato superficiale è stabile in un tampone acquoso contenente vari additivi (SDS, urea, salata), anche a temperatura di ebollizione. Va sottolineato che il rivestimento è formato immergendo i vetrini in una soluzione acquosa diluita di polimero. Pertanto, la procedura è veloce, economico, robusto e affidabile, e non necessita di pretrattamenti di vetro richiede molto tempo. Diapositive, rivestiti con copoly(DMA-NAS-MAPS), sono stati proficuamente utilizzati come substrati per la preparazione di DNA microarray a bassa densità. La densità e lo spessore dei film sono stati valutati da misure di riflettività a raggi x, considerando che l'entità della reazione dei gruppi funzionali con molecole di DNA è stato determinato da un test funzionale. Gli esperimenti indicano che la metà dei gruppi attivi presenti sulla superficie reagisce con le sonde del oligonucleotide.

Un Nuovo Rivestimento Polimerico Per I Microarrays Della Proteina

Nonostante il crescente interesse arraying proteine in un formato ad alta densità, diversi problemi tecnici ancora ostacolano lo sviluppo della tecnologia di microarray della proteina. Uno dei problemi principali è la disponibilità di substrati che sono in grado di legare le proteine native con alta densità. In questo studio abbiamo valutato l'idoneità di una superficie di romanzo come un supporto per i microarrays della proteina. Un rivestimento polimerico vetro è ottenuto mediante adsorbimento fisico di un N, N-dimethylacrylamide (DMA), N, N-acryloyloxysuccinimide (NAS), e [3-(methacryloyl-ossi) propil] copolimero trimetossisilil (mappe). La procedura di rivestimento fornisce un metodo rapido e poco costoso per produrre superfici funzionali idrofiliche. Le prestazioni di diapositiva è stata studiata in un esperimento di interazione della proteina-proteina e nella valutazione del fattore reumatoide (RF) in campioni di siero umano. I risultati dimostrano che i ligands immobilizzati sulla superficie polimerica mantenere una conformazione attiva e sono facilmente accessibili, che fornisce un limite di rilevazione di 54amol/spot. Inoltre, nel dosaggio RF, dopo l'ibridazione con i sieri, le diapositive hanno un basso fondo, portando a un limite di rilevazione di 900amol/spot.

Soppressione Flusso Elettroosmotico in Elettroforesi Capillare: Chemioassorbimento Capigruppo Di Trimethoxy Silano Modificato Polydimethylacrylamide

Polimeri adsorbiti sono ampiamente utilizzati per sopprimere il flusso elettroosmotico (EOF) in elettroforesi capillare (CE). Rivestimenti polimerici, fisisorbito sulla superficie della parete capillare, sono spesso instabili in condizioni difficili. Questo può essere attribuito alla natura reversibile del rivestimento che diventa apparente quando lo strato adsorbito compete con una seconda specie nella soluzione tampone di elettroforesi per attaccamento/interazione con la superficie del capillare. Nel tentativo di superare il problema della instabilità di rivestimento, polydimethylacrylamide trimetossisilano-modificato è stato sintetizzato. Questo copolimero assorbe rapidamente sulla parete da ultradilute soluzioni acquose. Dopo incubazione ad una temperatura di 60 gradi C trimetilsililici gruppi, che si estendono dalla catena polimerica, condensa forma legami con i silanoli sulla superficie del capillare. In questo modo la successiva formazione di forti legami covalenti tra il copolimero e la parete capillare. In questa ricerca, stabiliamo che physisorption delle catene polimeriche in superficie è essenziale per stretto allineamento della superficie e silano polimero gruppi che facilita la formazione di legami covalenti.

Copolimeri Acrilammide-agarosio: Migliorata La Risoluzione Dell'alte Massa Molecolare Proteine Elettroforesi Bidimensionale

Un metodo è stato sviluppato al fine di analizzare proteine massa molecolare elevate tramite l'elettroforesi bidimensionale (2-D) del usando un copolimero di acrilamide e allile agarosi invece Bis gel di poliacrilammide reticolata (PA) nel sodio dodecil solfato-elettroforesi. In questo lavoro, la composizione della matrice è stata ottimizzata per migliorare la risoluzione delle proteine più grandi di 200 kDa. Il nuovo tipo di gel non intrappolare grandi proteine e complessi della proteina presso il sito di applicazione. Proprietà meccaniche sono state studiate attraverso misurazioni reologiche, che ha suggerito la formazione di un gel morbido elastomerico altamente entangled. Alta risoluzione 2-D di proteine, estratte dalle membrane dei globuli rossi, è stata ottenuta in questi gel. Un esempio di digestione trittica, estrazione del peptide e matrix-assisted laser desorption/ionizzazione-tempo di volo spettrometria di massa è stato segnalato. I risultati dimostrano che il nuovo gel è pienamente compatibile con analisi di spettrometria di massa della proteina.

Peptide Microarray Per La Caratterizzazione Delle Regioni Antigeniche Di Cromogranina Umana A

Peptidi Microarraying è una tecnica potente proteomica per lo studio di eventi di riconoscimento molecolare. Poiché i peptidi hanno piccola massa molecolare, non sono facilmente accessibili quando adsorbita su supporti solidi. Inoltre, peptidi possono mancare una ben definita struttura tridimensionale, e quindi un orientamento corretto è essenziale per promuovere l'interazione con la loro destinazione. In questo lavoro, abbiamo studiato l'idoneità come un substrato di matrice del peptide di una diapositiva di vetro rivestita con un copolimero di N, N-dimethylacrylamide, N, N-acryloyloxysuccinimide, e [3-(methacryloyl-ossi) propil] trimetossisilil. Questa superficie polimerica è stata utilizzata come substrato per i peptidi nella caratterizzazione di siti antigenici lineare di umana Cromogranina A, un tessuto utile e siero marcatore per i tumori neuroendocrini e un precursore di molti peptidi biologicamente attivi. Il supporto di microarray fornito sufficiente accessibilità del legante, senza bisogno di un distanziale, come le catene del polimero impediscono l'interazione dei peptidi immobilizzati con substrato. Inoltre, la superficie polimerica costituisce un micro-ambiente acquoso in cui epitopi lineari sono esposti liberamente nonostante orientamento casuale del peptide. I risultati riportati in questo articolo sono conformi a quelli ottenuti nel test ELISA convenzionali usando i peptidi biotinilato e non biotinilato.

Rilevazione Di Mutazione Puntiforme Singola DNA R553X Correlata Alla Fibrosi Cistica Da Una Sonda Di Acido Nucleico "chirale Casella" D-lisina-peptide Tramite Elettroforesi Capillare

Al fine di riconoscere la presenza di R553X punto mutazione del gene della fibrosi cistica (CF) nel genoma umano, un peptide nucleic acid (PNA) complementare al gene mutato tratto e recanti tre monomeri chirali adiacenti basati su D-lisina (casella chirale) è stato sintetizzato e usata come una sonda in CE. Associazione specificità è stato preliminarmente studiato con oligonucleotidi complementari e non corrispondenti di Spettroscopia UV, electrospray MS ed elettroforesi, che indica una selettività molto alta sequenza. La sonda PNA chirale era quindi ibridata al marcato cianina-5 campioni di DNA (186 bp), ottenuta dall'amplificazione di PCR, rispettivamente, da: (a) normale soggetti omozigoti (wtDNA), (b) CF-colpiti soggetti omozigoti (mutDNA), soggetti (c) eterozigoti (portatori sani) e denaturato a bassa forza ionica. La miscela di PNA-DNA è stata analizzata direttamente dalla CE con rilevamento LIF: un nuovo segnale corrispondente per il duplex PNA-mutDNA è stato osservato, nel caso di soggetti omozigoti affetti da CF, mentre per il campione contenente la sequenza non corrispondente (wtDNA omozigote normale) è stato rilevato solo il segnale corrispondente a ssDNA (ss, singolo filamento). Nel caso del DNA eterozigote, ssDNA e PNA-mutDNA duplex sono stati rilevati. Con questo semplice test, era possibile discriminare in modo semplice tra i tre casi (mutati omozigoti normali omozigoti ed eterozigoti soggetti,) con una specificità totale, permettendo così un passo avanti decisivo per la diagnosi di CF.

Matrici Di Proteine E Peptidi: Tendenze Recenti E Nuove Direzioni

Microarray di proteine e peptidi rendono possibile lo screening di migliaia di eventi di associazione in modo parallelo e ad alta velocità effettiva. Pertanto essi stanno emergendo come un potente strumento per proteomica e dosaggi clinici. La natura complessa del proteoma, wide dynamic range di concentrazione di proteine in campioni reali e il ruolo fondamentale di orientamento proteine immobilizzate deve tener conto al fine di massimizzare l'utilità dei microarrays della proteina. Strategia di immobilizzazione e la progettazione di un ambiente chimico locale ideale sulla superficie solida sono entrambi essenziali per il successo di un esperimento di microarray della proteina. Questo articolo di recensione si concentrerà sulle matrici proteine e peptidi, evidenziando le loro sfide tecniche e presentando nuove direzioni mediante una serie di applicazioni selezionate di recente.

Microarray Vetrini Rivestiti Con Blocco Spazzole Di Copolimero Ottenuti Dalla Polimerizzazione Per Addizione Reversibile Trasferimento Di Catena

La polimerizzazione di trasferimento di catena aggiunta-frammentazione reversibile è stata utilizzata per preparare microarray diapositive innestati con spazzole di polimeri per applicazioni basate sul DNA. Blocco spazzole di copolimero di N, N-dimethylacrylamide (DMA) e glycidyl methacrylate (GMA), poly(DMA-b-GMA) sono stati preparati estendendo vivono poly(dimethylacrylamide) catene. La superficie funzionale è stata utilizzata come substrato per esperimenti di ibridazione del oligonucleotide. I risultati sono stati confrontati con quelli forniti da diapositive di vetro ricoperti da un monostrato auto-assemblato composto (3-glycidyloxypropyl) trimetossisilano. Superfici rivestite con spazzole di polimero blocco cuscinetto ossirano gruppi sono più efficaci come substrati per l'ibridazione del oligonucleotide di superfici rivestite con nonpolymeric monostrati auto-assemblati che contengono il gruppo funzionale stesso. L'alta densità di innesto della sonda e l'efficienza di ibridazione raggiunto con questo rivestimento polimerico rivela l'importanza dell'architettura blocco per garantire buona accessibilità della sonda immobilizzata. La nuova superficie era caratterizzata da misure di angolo statico e diffusa spettroscopia FT-IR di riflettanza su un sistema di modello di silice.

Comportamento Superficiale E Riconoscimento Molecolare Di DNA Microarrays Da N, N-dimethylacrylamide Terpolymers Di Esteri Attivati Come Collegamento Gruppi

Una serie di terpolymers in DMA, NAS e mappe furono sintetizzati dalla copolimerizzazione radicalica e utilizzati come rivestimenti funzionali per la fabbricazione di vetro scorrevole microarrays del DNA. Le proprietà di superficie di vetro coatizzato diapositive sono state studiate tramite misure di angolo di contatto, ellipsometry e microscopia a forza atomica. Il peso molecolare di terpolimero ha mostrato un moderato effetto su tensione superficiale (gamma(s) = mN 56-62 x m(-1)), ma nessun effetto chiaro su strato polimerico spessore (5-8 nm) e rugosità. Esperimenti di ibridazione con ammina-funzionalizzati oligonucleotides ha dato i migliori risultati di intensità di fluorescenza per i microarrays rivestiti con peso molecolare intermedio terpolymers. Infine, un test di invecchiamento accelerato del microarray in una camera umidostatica hanno mostrato una bella relazione tra curve di decadimento dell'angolo di contatto contro intensità di fluorescenza e di acqua.

Microchip E Single-photon Avalanche Diodi Per La Separazione Del DNA Con Alta Sensibilità

Moderne tecniche per l'analisi del DNA e proteine e separazione si basano su misurazioni della LIF e affrontano una tendenza verso impiegando campioni progressivamente più piccoli. I rivelatori attualmente impiegati che forniscono la sensibilità altissima richiesta, ad esempio fotomoltiplicatore tubi (PMT), sono ingombranti e/o costosi e delicati, considerando una questione fondamentale per lo sviluppo di strumenti compatti ed economici è la disponibilità di miniaturizzati, poco costoso e fotorivelatori ultrasensibile. I diodi di valanga del singolo-fotone planari al silicio epitassiale (SPAD) combinano i vantaggi tipici della microelettronica (miniaturizzazione, robustezza, bassa tensione, bassa potenza, basso costo, ecc.) ad alta sensibilità, anche meglio di quella di PMT. L'idoneità di tali SPAD a microchip CE è stata qui accertata attraverso lo sviluppo di un nuovo apparecchio con rilevamento LIF dual-lunghezza d'onda. L'apparecchio è stato sperimentato in studi sulla soppressione EOF e sulla stabilità del rivestimento e testato nel dimensionamento rapido dei frammenti del DNA. I risultati sperimentali ottenuti nella separazione del oligonucleotide marcato con Cy5 dimostrano sensibilità migliore di 15, che corrisponde a meno di 100 molecole fluorescenti nel volume 50 pL illuminato.

High-throughput Mutazionale Di Estensione Del Singolo-nucleotide Di Screening Per La Beta-talassemia

In questo lavoro un metodo di alto-rendimento basato sul rilevamento di reazione e multicolore estensione singolo-nucleotide (SNE) in un DNA sequencer è stato sviluppato allo schermo per otto mutazioni nel gene della beta-globina umana: IVSI.110, cd39, IVSI.1, IVSI.6, IVSII.745, HbC, HbS e cd6. Il metodo è stato convalidato su un gran numero di campioni per le due mutazioni più comuni che causano la beta-talassemia nell'area mediterranea (IVSI.110 e cd39). Lo sviluppo di un alto-rendimento, veloce e affidabile metodo per analisi di mutazioni di beta-talassemia rappresenta un miglioramento significativo nella diagnosi molecolare di questa malattia. Il rilevamento multicolore e l'uso di iniezioni multiple ulteriormente aumenta il throughput di screening mutazionale mediante il sequenziatore di DNA e facilita la genotipizzazione automatizzata per la routine diagnostica molecolare.

Advances in Proiezione Parallela Di Candidati Farmaci

Nella hit di condurre il processo, un farmaco candidato viene selezionato da un set di potenziali conduce dalla sua associazione con potenziali bersagli di screening. Questa recensione si concentra sull'analisi della identificazione di piombo che impiegano un test bio-chimici o bio-fisici per rilevare gli eventi di riconoscimento molecolare tra proteine e piccole molecole in formato parallelo. Questi test richiedono il piombo o l'immobilizzazione di destinazione seguita da incubazione con l'insieme dei potenziali partners di interazione e rilevazione di un segnale correlato all'associazione destinazione-ligando. Nella prima parte della revisione delle strategie di rilevazione diverse suscettibili per lo screening di stupefacenti sono discussi. Nella seconda parte, si avvicina a una recensione di immobilizzazione per cavi o obiettivi, che permette la proiezione parallela di matrici di molecole, sono presentati.

Mutazioni Del Gene Della Beta-globina Genotipizzazione Su Vetrini Rivestito in Copolimero Con La Reazione Di Rilevamento Di Legatura

Metodi sono necessari per analizzare piccole quantità di campioni per variazione nella malattia-causanti geni. Uno dei mezzi è accoppiare la sensibilità e la capacità di multiplazione della reazione del rilevamento di legatura (LDR) con l'uso di semplici vetrini specificamente funzionalizzati con un rivestimento polimerico romanzo per migliorare la sensibilità.

Un Rivestimento Polimerico Biofunctional Per Microcantilever Riconoscimento Molecolare

Viene presentato un innovativo percorso per attivare silicio microcantilevers (MCs) per il riconoscimento molecolare libero etichetta. Il metodo consiste nel rivestimento del MCs underivatized con un funzionale ter-polimero basato su N, N-dimethylacrylamide (DMA) cuscinetto N-acryloyloxysuccinimide (NAS) e 3-(trimetossisilil) propil-metacrilato (mappe), due monomeri funzionali che conferiscono al polimero la capacità di reagire con la specie nucleofila su biomolecole e con vetro silanoli, rispettivamente. Il polimero è stato depositato sul MCs da dip coating. Polimero che rivestito MCs sono stati testati in modalità statica e dinamica di azionamento, con rilevamento di ibridazione del DNA così come interazione proteina/proteina. Negli esperimenti dinamici, incentrati sulla rilevazione della proteina, la MCs ha mostrato una sensibilità massa media di 0,4 Hz/pg per il primo modo risonante e di 2,5 Hz/pg per il secondo modo risonante. I risultati degli esperimenti statici, dedicati alla rilevazione di ibridazione del DNA, ha permesso per la stima diretta dell'energetica formazione duplex DNA, che ha portato pienamente coerente con i valori attesi nominali. Questi risultati, insieme con semplicità e convenienza, alta versatilità e un'ottima stabilità del segnale di riconoscimento, rendono il percorso presentato un'alternativa affidabile alla funzionalizzazione di SAM standard (per microcantilevers (MCs) e per i sistemi micro-elettro-meccanici (MEMS) in generale).

Lo Sviluppo Di Nuovi Substrati Per Genotipizzazione Alto-sensibili Della Minoranza Mutati Gli Alleli

Nella rilevazione degli alleli mutato di minoranza è stato raggiunto un livello impareggiabile di sensibilità. Un microarray a bassa densità è stato stampato su un substrato appositamente progettato per fornire un effetto di interferenza che amplifica la raccolta della luce emessa sul supporto e rafforza l'intensità della luce di eccitazione. Prestazioni ottimali della matrice è stata ottenuta da massimizzare la densità di sonda e l'efficienza dell'associazione alla destinazione attraverso un rivestimento polimerico fatta l'adsorbimento di un copolimero di N, N-dimethylacrylamide (97% delle talpe), N, N-acryloyloxysuccinimide (2%) e 3-(trimetossisilil) metacrilato di propile (% 1) sintetizzato dalla copolimerizzazione radicalica. L'identificazione di mutazioni fetale nel plasma materno DNA è stato utilizzato il substrato nuovo. Amino modificato amplificati da DNA genomic corrispondenti per il locus di otto mutazioni di beta-talassemia sono stati immobilizzati e interrogati con gli obiettivi del oligonucleotide dual-color. Confrontato con i substrati di vetro convenzionali, il nuovo substrato ha mostrato un grande miglioramento dei segnali di fluorescenza grazie alla combinazione delle ottiche con rivestimento polimerico altamente efficiente, che consente il rilevamento specifico di tutte le mutazioni. L'elevata sensibilità e selettività ottenuta ha permesso di sviluppare le analisi per l'identificazione di mutazioni paterna ereditate su DNA fetale nel plasma materno in coppie a rischio per la beta-talassemia.

Elettroforesi Del Microchip Dual-color Con Diodi Di Valanga Del Fotone Singolo: Applicazione Di Rilevazione Di Mutazione

Uno strumento di elettroforesi microchip romanzo basato sui diodi di valanga del fotone singolo è stato utilizzato per la caratterizzazione molecolare di mutazioni in geni malattia. L'identificazione della mutazione principale che causano la fibrosi cistica, denominata DeltaF508, dal sistema di mutazione refrattario amplificazione è stato utilizzato per convalidare la tecnologia. Nel nostro protocollo implementato i primer specifico allele wild-type e mutanti sono etichettati con Cy5 e incubiamo, rispettivamente. Il protocollo consente l'amplificazione del campione del DNA in una singola PCR. Il genotipo è stata dedotta dalla fluorescenza di amplificati eseguire in microchip CE. Convalida su 15 campioni di DNA da entrambi soggetti omozigoti wild-type o eterozigoti e omozigoti mutati controllo ha dimostrati la completa affidabilità del sistema, confermando così la sua alta diagnostica potenziali.

Optical Sensing in Microfluidica Lab-on-a-chip Da Femtosecond Laser-scritto Guide D'onda

Usiamo il laser a femtosecondi diretta scrivendo a integrare le guide d'onda ottiche in un chip di silicio fuso commerciale elettroforesi capillare. Guide d'onda alta qualità attraversando i canali microfluidici sono fabbricate e utilizzate per affrontare otticamente, con alta selettività spaziale, loro contenuto. Fluorescenza dal volume otticamente eccitato viene raccolto in modo efficiente a un angolo di 90 gradi da una fibra alta apertura numerica, risultante in un dispositivo estremamente compatto e portatile. Per testare la piattaforma abbiamo effettuato l'elettroforesi e l'individuazione di una spina del oligonucleotide 23-mer. Il nostro approccio è abbastanza potente, perché permette l'integrazione di funzionalità fotoniche, da semplice post-processing, in commerciale LOCs fabbricato con tecniche standard.

Osservazione Diretta Della Conformazione Di Un Rivestimento Polimerico Con Implicazioni Nelle Applicazioni Di Microarray

La conformazione di un rivestimento polimerico tridimensionale (copoly(DMA-NAS-MAPS)) e immobilizzazione e l'ibridazione di filamenti di DNA sulla superficie rivestita del polimero sono indagati. Un cambiamento conformazionale, in particolare il gonfiore del polimero superficie adsorbito su idratazione, è quantificato in combinazione con l'applicazione di questo rivestimento polimerico per applicazioni del DNA microarray. Fluorescente contrassegnati brevi filamenti di DNA (23mers) legati covalentemente ai gruppi funzionali su polimero adsorbito vengono utilizzati come sonde per misurare il gonfiore del polimero. Una tecnica di microscopia di fluorescenza, spettrale Society fluorescenza microscopia (SSFM), è utilizzata per misurare direttamente la modifica della posizione assiale di fluorofori a causa di gonfiore con subnanometer precisione. Inoltre, caratteristiche di immobilizzazione del singolo filamento del DNA (ssDNA) e double stranded sonde di DNA (dsDNA), nonché l'ibridazione di ssDNA con destinazione trefoli sono stati studiati. I risultati mostrano che ssDNA ulteriormente dalla superficie è ibridato in modo più efficiente, che rafforza le precedente analisi di questo rivestimento polimerico come una semplice ma altamente efficiente e robusto DNA microarray chimica delle superfici.

Rilevamento Di Immunoglobuline Specifiche Allergeni Di Microarrays Accoppiato Alla Microfluidica

Allergene microarrays sono in fase di sviluppo per una diagnosi del tipo di componente-risolto allergie (IgE-mediate). Qui riportiamo un microarray migliorato accoppiato alla microfluidica per il rilevamento di immunoglobuline specifiche E di allergeni (IgE). L'intensità di segnale per il rilevamento di IgE nel siero è stata migliorata tramite diapositive di vetro rivestite con un copolimero di pennello romanzo poly [DMA-co-NAS] che è in grado di immobilizzare gli allergeni nella loro conformazione nativa e svolgendo la fase di incubazione in condizioni dinamiche. Il dosaggio, completamente automatizzato, è stato eseguito in un microcell, utilizzando un processore fluido controllato dal software, per portare dosaggio reagenti sulla superficie della matrice. Microfluidics trasforma l'associazione tra siero immunoglobuline e allergeni immobilizzati da una diffusione limitata a un processo cinetico limitato garantendo un'efficace miscelazione di campioni di siero sulla superficie del microarray. Di conseguenza, il legame degli anticorpi IgE ad alta affinità è rafforzato considerando che gli anticorpi IgG bassa affinità, che sono presenti in concentrazione superiore, è compromessa, spianando la strada ai risultati più precisi e sensibili.

Dosaggi Di Proteine Ad Alta Sensibilità Su Microarray Diapositive Di Silicio

In questo lavoro, riportiamo sul miglioramento della sensibilità di microarray fornito da un substrato di silicio cristallino rivestito di ossido di silicio termica funzionalizzato da un rivestimento polimerico. Il miglioramento è destinato per procedure sperimentali e la strumentazione tipicamente coinvolti nella tecnologia microarray, come la fluorescenza di etichettatura e un laser confocale scansione apparato. L'ottimizzata strato di ossido di silicio termicamente coltivati (SiO(2)) di spessore altamente riproducibile, bassa rugosità e sfondo di fluorescenza fornisce l'intensificazione di fluorescenza a causa dell'interferenza costruttiva tra l'incidente e le onde riflesse della radiazione di fluorescenza. La superficie di ossido è rivestita da un copolimero di N, N-dimethylacrylamide, N-acryloyloxysuccinimide e 3-(trimetossisilil) propil metacrilato, copoly(DMA-NAS-MAPS), che forma, con una procedura semplice e robusta, un film nanometrica funzionale. Il rivestimento polimerico con uno spessore che non altera sensibilmente le proprietà ottiche di ossido di silicio conferisce alla specificità di legame ottimale diapositive che conduce ad un elevato rapporto segnale-rumore. Il presente lavoro si propone di dimostrare il grande potenziale che esiste combinando un substrato riflettente ottimizzato con una chimica delle superfici ad alte prestazioni. Inoltre, le tecniche di scelta per il substrato e la chimica delle superfici sono semplice, poco costoso e suscettibili di produzione di massa. La presente domanda evidenzia la loro potenziale utilizzo per applicazioni diagnostiche di rilevanza clinica reale. Le diapositive di silicio rivestito, testate in microarrays della proteina e del peptide per il rilevamento di anticorpi specifici, portano ad un miglioramento di 5-10 volte i segnali di fluorescenza rispetto ai vetrini.

Substrati Sensibili Alta Microarray Specificamente Progettati Per Migliorare La Sensibilità Per L'identificazione Delle Sequenze Paterna Ereditate Fetale Nel Plasma Materno

L'identificazione di molto basso-livelli di sequenze di minoranza ha interessanti applicazioni cliniche e diagnostiche. Tra queste, la diagnosi prenatale non invasiva di malattie genetiche su DNA fetale circolante nel plasma materno è un settore emergente dell'applicazione.

Quantificazione Di DNA E Proteine Adsorbimento Di Spostamento Di Fase Ottica

Un vantaggio primario dei metodi di rilevamento privo di etichetta sopra le misurazioni fluorescente è la sua capacità di rilevazione quantitativa, poiché una misura assoluta del materiale adsorbita facilita la cinetica caratterizzazione delle interazioni biomolecolari. Tecniche interferometriche riguardano la fase ottica densità livello biomolecolare sulla superficie, ma il fattore di conversione non è stata in precedenza accuratamente determinato. Noi presentiamo un metodo di taratura per misure di spostamento di fase e applicarlo a associato a superficie albumina di siero bovino, immunoglobulina G e single-stranded DNA. Biomolecole con concentrazioni note disciolta in acqua senza sale sono stati avvistati con volumi precisi sulla superficie della matrice e all'evaporazione dell'acqua, una massa facilmente calcolata a sinistra. Utilizzando la nostra tecnica privo di etichetta, la massa calcolata del biolayer è stata confrontata con lo spessore misurato, e abbiamo osservato una dipendenza lineare sopra 4 ordini di grandezza. Abbiamo determinato che la conversione ampiamente accettata di 1 nm di spessore corrisponde a circa 1 ng/mm(2) densità superficiale tenuto abbastanza bene per queste sostanze e attraverso i nostri esperimenti può ora essere ulteriormente specificato per diversi tipi di biomolecole. Attraverso accurata calibrazione della dipendenza di spessore sulla densità della superficie, abbiamo stabilito una relazione che permette la determinazione precisa del numero assoluto di molecole per due differenti proteine e DNA single-stranded.

Epitope Mapping Di Umana Cromogranina A Di Microarrays Del Peptide

In questo capitolo riportiamo la caratterizzazione dei siti antigenici lineare di umana Cromogranina A (CgA), un tessuto utile e siero marcatore per i tumori neuroendocrini e un precursore di molti peptidi biologicamente attivi. Il epitope mapping del CgA è stato effettuato dal peptide microarray su vetrini ricoperti da un copolimero di N, N-dimethylacrylamide (DMA), N, N-acryloyloxysuccinimide (NAS) e [3-(methacryloyl-oxy) propil] trimetossisilil (mappe). Il supporto di microarray fornito sufficiente accessibilità del legante, senza bisogno di un distanziale, come le catene del polimero impediscono l'interazione dei peptidi immobilizzati con substrato. Inoltre, la superficie polimerica costituisce un micro-ambiente acquoso in cui, nonostante l'orientamento casuale del peptide, gli epitopi lineari sono liberamente esposti. I risultati riportati sono conformi a quelli ottenuti nel test ELISA convenzionali usando i peptidi biotinilato e non biotinilato.

Rivestimento Di Nitrocellulosa Per Colorimetrico DNA Microarrays

Riportiamo sulla modifica di una pellicola di nitrocellulosa con copoly(DMA-NAS-MAPS), un tercopolymer basato su N, N-dimethylacrylamide (DMA), N-acryloyloxysuccinimide (NAS) e 3-(trimetossisilil) propil-metacrilato (mappe). Le catene di questo polimero, interagendo con le fibre di nitrocellulosa, introducono le funzionalità estere attivo che promuovono il legame covalente di frammenti oligonucleotidici corti del film sottile di nitrocellulosa. Tramite rilevazione colorimetrica, microarrays del DNA visibile ad occhio nudo sono sviluppati per una facile identificazione dei patogeni di origine alimentare. La procedura veloce e robusta di funzionalizzazione di nitrocellulosa si apre la possibilità di implementare questo materiale in USA e getta microdevices analitica che non richiedono la lettura sofisticati sistemi.

Privo Di Etichetta Microarray Imaging Per Rilevazione Diretta Di Ibridazione Del DNA E Incongruenze Di Singolo Nucleotide

Un metodo del romanzo è proposto per la rilevazione diretta dell'ibridazione DNA su microarray. Interferometria ottica viene utilizzata per privo di etichetta di rilevamento di accumulo biomolecolare su superfici di vetro, che consente il rilevamento dinamico delle interazioni. Funzionalità del metodo presentato sono dimostrata di high-throughput di rilevamento dell'ibridazione di fase solida di oligonucleotidi. L'ibridazione di sonde superficie immobilizzate con oligonucleotidi destinazione coppia base lunga 20 è stata rilevata confrontando il microarray privo di etichetta immagini scattate prima e dopo l'ibridazione. Attraverso l'acquisizione di dati dinamici durante la denaturazione lavando il campione con il tampone a bassa concentrazione ionica, fusione di duplex con una mancata corrispondenza di singolo nucleotide è stato distinto dalla perfetta corrispondenza duplex con elevato intervallo di confidenza (> 97%). La tecnica presentata è semplice, robusto e preciso ed elimina la necessità di utilizzare le etichette o i reagenti secondari per monitorare l'ibridazione del oligonucleotide.

Ad Alta Risoluzione Elettroforetico Separazione E Integrato-guida D'onda Eccitazione Delle Molecole Di DNA Fluorescente in Un Laboratorio Su Un Chip

Applicando eccitazione laser integrato-guida d'onda ad un chip optofluidic, molecole di DNA fluorescente contrassegnati di 12 o 17 diverse dimensioni sono separati da CE con alta velocità di funzionamento e consumo basso campione di circa 600 pl. Quando rilevare i segnali di fluorescenza di molecole di DNA la migrazione con un PMT, LOD è basso quanto 14:1. Nella gamma diagnosticamente rilevante dimensione (circa 150-1000-paia di basi) le molecole sono separate con dimensionamento riproducibile ad alta precisione (> 99%) e la spina ampliando segue Poissoniani statistiche. Variazione della dipendenza potenza del tempo di migrazione su dimensione base-coppia - probabilmente con la temperatura e la condizione della matrice del gel setacciatura - indica che la migrazione capillare non può essere descritto da una semplice legge fisica. Integrato-guida d'onda eccitazione di un segmento di microfluidica stretta 12-microm fornisce una risoluzione spazio-temporale che, in linea di principio, consentirebbe una migliore fold accuratezza che attualmente supportati da stato-of-the-art separazione elettroforetica in microchip, dimostrando quindi il potenziale di questo approccio ottico per soddisfare le richieste di risoluzione dei futuri elettroforetica microchip integrato.

Microarrays Allergene Su Vetrini Di Silicio Ad Alta Sensibilità

Recentemente abbiamo introdotto un substrato di silicio per i microarrays ad alta sensibilità, rivestiti con un polimero funzionale denominato copoly(DMA-NAS-MAPS). Lo spessore di biossido di silicio è stato ottimizzato per produrre un'intensificazione di fluorescenza a causa dell'interferenza costruttiva ottico tra l'incidente e luce riflesse della radiazione fluorescente. Il rivestimento polimerico elimina in modo efficiente interazione aspecifica, rendendo il basso fondo una caratteristica distintiva di questi scivoloni. Qui, abbiamo usato il nuovo substrato di silicio microarray per la diagnosi di allergia, nella rilevazione delle IgE specifiche in campioni di siero di soggetti con sensibilizzazioni ad allergeni inalanti. Abbiamo confrontato le prestazioni del silicio versus substrati di vetro. Dati di riproducibilità sono stati misurati. Inoltre, ricevitore in funzione di curve caratteristiche (ROC) sono state tracciate a discriminare tra l'allergia e non lo stato di allergia in 30 campioni di siero ben caratterizzati. Abbiamo trovato che riproducibilità del microarray su supporti di vetro non era diverso dai dati disponibili su matrici di allergene, considerando la riproducibilità su substrato di silicio è stato costantemente meglio che su vetro. Inoltre, silicio notevolmente migliorato le prestazioni del microarray allergene rispetto al vetro nell'identificare con precisione i pazienti allergici che abbracciano una vasta gamma di titoli di IgE specifiche per gli allergeni considerati.

Peptide Microarray Su Silicio Rivestito Diapositive Per Il Rilevamento Di Anticorpi Altamente Sensibili

Peptidi, con la loro chimica ben consolidata e sintesi completamente automatizzata, forniscono uno strumento prezioso per lo screening dei ligandi proteina epitope mapping e per la diagnostica dell'anticorpo al formato microarray.Il metodo descritto in questo capitolo dimostra che la sensibilità di un microimmunoassay base del peptide è notevolmente migliorata utilizzando un nuovo, sviluppato in modo specifico substrato in silicio rivestito da uno strato di ossido di silicio ottimizzato. Un set di sei peptidi corrispondenti alle sequenze di umani e subunità del recettore della acetilcolina di ratto è stato immobilizzato su diapositive di vetro e silicone rivestiti da un copolimero di N, N-dimethylacrylamide, N-acryloyloxysuccinimide e metacrilato di propile 3-(trimethoxysilyl), copoly(DMA-NAS-MAPS). Le sonde maculate sono state incubate con antisiero di coniglio e con anticorpi purificati sollevati contro i peptidi corrispondenti. Le diapositive di silicio rivestito, nel confronto contro i substrati di vetro, ha mostrato un cinque-all'aumento di dieci volte i segnali di fluorescenza, che conduce l'individuazione specifica del set completo di anticorpi fino a una concentrazione di 0,5-1 ng/mL nel siero. La sensibilità fornita dal test permette il suo utilizzo per la diagnosi degli anticorpi in campioni clinici.

Biochip Di Silicio Per Dual Privo Di Etichetta E Rilevazione a Fluorescenza: Applicazione Per Lo Sviluppo Di Microarray Della Proteina

Viene proposto un nuovo chip di silicio per lo sviluppo di microarray della proteina, la fabbricazione e la convalida. Il chip è composto di due aree con strati di ossido di diversi spessori: un'area con uno strato di SiO(2) 500nm dedicato a interferometrica privo di etichetta individuazione e quantificazione delle proteine e un'area con SiO(2) di 100nm fornendo una maggiore fluorescenza. Il chip permette, all'interno di un singolo esperimento eseguito sulla stessa superficie, privo di etichetta imaging della proteina allinearono sonde accoppiato con rilevazione a fluorescenza ad alta sensibilità delle controparti interazione molecolare. Un chip di combinata è di alta utilità pratica durante il processo di sviluppo di analisi di matrici di immagine, controllare la consistenza e la qualità della matrice proteica, di quantificare la quantità di sonde immobilizzate e infine rilevare la fluorescenza delle analisi biologiche.

Superando Le Limitazioni Di Trasporto Di Massa Per Raggiungere Limiti Di Rilevabilità Femtomolar Su Silicio Microarrays Della Proteina

Qui siamo di combinare l'uso di substrati di silicio fluorescenza-enhancing rivestito da copoly(DMA-NAS-MAPS), un ter-copolimero basato su N, N-dimethylacrylamide (DMA), N-acryloyloxysuccinimide (NAS) e 3-(trimetossisilil) propil-metacrilato (mappe), con un'incubazione di dinamica efficiente per superare le limitazioni di trasporto di massa e ottenere femtomolar limiti di rilevazione. L'alta sensibilità è stato ottenuto con uno scanner per microarray convenzionali senza l'uso di qualsiasi strategia di rilevazione sofisticati o protocollo. Quando il metodo è stato applicato, è stato ottenuto un miglioramento della sensibilità analitica di circa tre ordini di grandezza per la rilevazione di anticorpi quando confrontato con il dosaggio stesso eseguito su vetrini regolari e condizioni statiche. Inoltre, i limiti di rilevazione di 45 e 54 pg/ml sono stati ottenuti per antigene superficiale dell'epatite B e l'antigene p24 dell'HIV, rispettivamente.

Metodo Multiplex Per Calibrare E Quantificare Il Segnale Di Fluorescenza Per IgE Allergene-specifiche

Utilizzando una piattaforma microarray per la diagnosi di allergia permette per il test di sensibilità di IgE specifiche per una moltitudine di allergeni, mentre richiedendo solo piccole quantità di siero. Tuttavia, variazione di immobilizzazione sonda su microarrays ostacola la capacità di rendere quantitativa, assertivo e statisticamente rilevanti conclusioni necessarie in immunodiagnostica. Per risolvere questo problema, abbiamo sviluppato un metodo di microarray di proteine calibrata, poco costoso, multiplex e rapida che correla direttamente la superficie della sonda densità di anticorpo secondario marcato catturato in campioni clinici. Abbiamo identificato tre principali vantaggi tecnologici della nostra tecnica di fluorescenza calibrate enhancement (CaFE): (i) un aumento significativo nell'emissione di fluorescenza sopra una vasta gamma di fluorofori su un substrato stratificato ottimizzato specificamente per fluorescenza; (ii) un metodo per eseguire senza etichetta quantificazione delle sonde in ogni luogo pur mantenendo la valorizzazione di fluorescenza per un fluoroforo particolare; e (iii) una tecnica calibrata, quantitativa che combina la fluorescenza e privo di etichetta modalità per misurare con precisione la sonda densità e destinazione associata per una varietà di coppie dell'anticorpo-antigene. In questa carta, noi stabilire l'efficacia del metodo CaFE presentando la forte dipendenza lineare della quantità di proteina associata al segnale risultante di fluorescenza di anticorpo secondario per IgG, beta-lactoglobulin e allergeni specifici IgEs per Ara h 1 (arachidi principali allergeni) e Phl p 1 (allergene maggiore di timothy erba) nel siero umano.

Un Biosensore Nanoelettromeccanici Basato Sulla Precisa Quantificazione E Il Controllo Dell'orientamento Del DNA

Utilizziamo microscopio fluorescente spettrale Society (SSFM) per misurare il fluoroforo altezza con precisione sub-nm per quantificare precisamente orientamento del DNA. Un romanzo scaffold polimerici 3D è utilizzato per funzionalizzare la superficie del sensore e per controllare l'orientamento della superficie ancorate DNA.

Waiting
simple hit counter