Login processing...

Trial ends in Request Full Access Tell Your Colleague About Jove

24.5: Affinità e avidità
INDICE DEI
CONTENUTI

JoVE Core
Biology

A subscription to JoVE is required to view this content. You will only be able to see the first 20 seconds.

Education
Affinity and Avidity
 
TRASCRIZIONE

24.5: Affinità e avidità

Panoramica

Gli anticorpi si legano a tossine o sostanze sulla superficie di cellule, batteri, virus o funghi. La sostanza è chiamata antigene, e il sito di legame preciso è l'epitopo. La forza dell'interazione anticorpo-epitopo è chiamata affinità. Quando un anticorpo lega un antigene da più epitopi, la forza cumulativa dell'interazione è chiamata avidità. La forza dell'interazione influenza la risposta immunitaria suscitata.

Il sistema immunitario adattivo aumenta l'efficienza migliorando l'affinità anticorpale

Per definizione, tutto ciò a cui un anticorpo può legarsi è chiamato antigene. Un antigene può provenire da un altro organismo, una particella estranea come una tossina, un farmaco o un intruso fisico (ad esempio, scheggia), o il tessuto del corpo. Il punto esatto di contatto in cui l'anticorpo si lega è chiamato epitopo dell'antigene. La forza con cui un anticorpo si lega a un epitopo è chiamata la sua affinità.

Quando il corpo incontra un antigene per la prima volta, solo alcuni degli anticorpi disponibili nel corpo legano l'antigene per caso. L'affinità dell'anticorpo è probabilmente bassa. Tuttavia, il sistema immunitario adattivo si fa conoscere reagendo adattoademente agli antigeni che l'organismo incontra durante la sua vita. Una volta riconosciuto per la prima volta un antigene, un processo di selezione complesso porta alla produzione di anticorpi con maggiore affinità contro questo specifico antigene. Quindi, l'affinità dell'anticorpo per un particolare antigene è maggiore quando si incontra lo stesso antigene una seconda volta. Di conseguenza, la risposta immunitaria sarà più forte.

Anticorpi con affinità variabile o avidità portano diverse funzioni

Alcuni anticorpi, come IgM, possiedono più siti vincolanti che riconoscono tutti lo stesso epitopo. La forza di legame cumulativa di un tale anticorpo è chiamata avidità. Come regola generale, gli anticorpi con grande avidità hanno una bassa affinità. Di conseguenza, IgM riconosce più facilmente nuovi antigeni e può essere prodotto rapidamente in quanto non subisce un processo di selezione elaborato. Infatti, L'IgM è legato alle cellule B e attiva principalmente le cellule B per produrre altre classi di anticorpi con maggiore affinità contro quell'antigene appena identificato.


Lettura consigliata

Get cutting-edge science videos from JoVE sent straight to your inbox every month.

Waiting X
simple hit counter