Waiting
Login processing...

Trial ends in Request Full Access Tell Your Colleague About Jove
Click here for the English version

Biology

Generazione, purificazione e caratterizzazione di specie DISC1 Cell-invasive Protein

doi: 10.3791/4132 Published: August 30, 2012

Summary

Invasione La generazione, la purificazione e la cellula del intracellulari, aggresomes citoplasmatici pieno di proteine ​​DISC1 lunghezza da colture cellulari e di una etichetta, multimerico DISC1 frammento di proteina ricombinante in

Abstract

Aggregazione proteica è visto come una caratteristica generale croniche, condizioni degenerative del cervello, come, per esempio, nelle malattie neurodegenerative malattia di Alzheimer (Ap, tau), morbo di Parkinson (α-sinucleina), malattia di Huntington (polyglutamine, huntingtina), e altri. L'aggregazione delle proteine ​​è pensato per verificarsi a causa di proteostasis disturbato, cioè lo squilibrio tra il sorgere e degradazione delle proteine ​​mal ripiegate. Da notare che le stesse proteine ​​si trovano aggregati in forme sporadiche di queste malattie che sono mutante in rare varianti di forme familiari.

La schizofrenia è una malattia cronica progressiva del cervello che in molti casi va di pari passo con un deficit cognitivo permanente e irreversibile. In un approccio del gene candidato, abbiamo studiato se turbativa-in-1 schizofrenia (DISC1), un gene clonato in una famiglia scozzese con concatenamento a cronica malattia mentale 1, 2, potrebbe essere trovato come aggregati insolubili in brain di casi sporadici di schizofrenia 3. Utilizzando il CC SMRI, abbiamo identificato in circa il 20% dei casi con CMD, ma non controlli normali o in pazienti con malattie neurodegenerative sarcosile insolubile immunoreattività DISC1 dopo frazionamento biochimica. Successivi studi in vitro hanno rivelato che la propensione aggregazione di DISC1 stata influenzata dalla malattia associata polimorfismo S704C 4, e che DISC1 aggresomes generati in vitro cellule erano invasivo 5, simile a quello che era stato mostrato per Ap 6, tau 7-9, α -sinucleina 10, polyglutamine 11, o SOD1 aggregati 12. Questi risultati ci hanno spinto a proporre che almeno un sottoinsieme di casi con CMD, quelli con DISC1 aggregato potrebbe essere disordini conformazionali proteiche.

Qui si descrive il modo in cui generare DISC1 aggresomes in cellule di mammifero, purificarle su un gradiente di saccarosio e li usa per cellula-invasività studies. Allo stesso modo, si descrive il modo in cui generare un esclusivo multimerico C-terminale DISC1 frammento, etichetta e purificarlo per gli studi di invasività delle cellule. Utilizzando i multimeri ricombinanti di DISC1 otteniamo l'invasività delle cellule simili come per una simile etichetta sintetico α-sinucleina frammento. Abbiamo anche dimostrato che questo frammento è ripreso in vivo quando stereotassica iniettato nel cervello di animali recipienti.

Protocol

1. Preparazione di cellule del donatore aggresome: trasfezione di monomerico proteina fluorescente rossa (MRFP) o Enhanced Green Fluorescent Protein (eGFP)-tagged Figura umana intera (FL) DISC1

  1. Seed 1,5 x 10 6/10 cm parabola umana neuroblastoma NLF (FLN; Children Hospital di Philadelphia, Philadelphia, PA), le cellule in dieci 10 piatti cm e crescere durante la notte. NLF cellule vengono coltivate in mezzo RPMI-1640 integrato con 10% FBS, penicillina / Strepomycin, L-glutammina. Il giorno successivo, le cellule devono essere al 70-80% di confluenza.
  2. Transitoriamente transfettare ogni piatto 10 cm con 15 pg di DNA plasmidico e reagenti di trasfezione Metafectene (Biontex, Martinsried, Germania). In breve, per un piatto 10 cm, 15 pg di DNA plasmidico e 30 Metafectene microlitri sono stati aggiunti a 750 pl Opti-MEM, miscelate e incubate a temperatura ambiente per 20 min. 5 piatti sono state trasfettate con pcDNA3.1 MRFP / eGFP-tagged umane (FL) DISC1 e 5 piatti con il eGFP-plasmide solo.

2. AggresomePurificazione di cellule del donatore trasfettate

Il protocollo qui descritto è una combinazione di un metodo per purificare Lewy-Body da tessuto cerebrale 13 e un protocollo per isolare grandi aggregati e aggresomes 14. Poiché i metodi già esistenti sono basati sull'uso di detergenti, l'isolamento di detersivo privo di proteine ​​per l'applicazione in cella-invasività saggi è critica.

  1. 48 ore dopo la trasfezione, monitorare l'espressione di eGFP e mRFP/eGFP-DISC1 e confermare la formazione del aggresomes sotto un microscopio a fluorescenza (Figura 1).
  2. Lavare le cellule con PBS pH 7.4, raschiare con 400 microlitri di PBS ciascuna, aggiungere 1X cocktail di inibitori delle proteasi (Roche, Indianapolis, IN) e distruggere le cellule utilizzando un omogeneizzatore Precellys24 (tecnologie di Bertin, Francia). In breve, aggiungere 1 ml di sospensione cellulare in una provetta di lisi 2 ml e aggiungere 10 perle di ceramica. Lisare le cellule con 3 x 60 impulsi al secondo. La forza meccanica del processo puòaumentare la temperatura all'interno del campione superiore a 37 ° C quindi occorre prestare attenzione per raffreddare il campione nel ghiaccio dopo la procedura di lisi.
  3. Raffreddare le celle su ghiaccio e aggiungere 10 mM MgCl 2, 40 U / ml DNasi A e incubare per 60 min a 37 ° C
  4. Preparare soluzioni di 80%, 50%, 20% saccarosio (w / v) in PBS pH 7,4 (10 ml ciascuna).
  5. Preparare il gradiente di saccarosio in una provetta da 15 ml falcon, partendo con 2 ml di saccarosio 80%, seguito da 50% e 20%. Versare il gradiente lentamente e fare attenzione a non disturbare i livelli già versato. Strato il lisato digerito sopra il gradiente e centrifugare per 15 min a 1000 xga 4 ° C.
  6. Raccogliere accuratamente l'interfase tra lo strato di saccarosio del 50-80% con una pipetta e mescolare con 5 volumi di PBS pH 7,4. Centrifugare per 15 min a 1000 xga 4 ° C. Ripetere il lavaggio altre due volte. In questa interfase, aggresomes sono fluorescenti e possono essere visualizzati in un microscopio a luce UV.
  7. Eliminare il supernatante erisospendere il pellet in 250-500 microlitri di PBS pH 7.4. Questo pellet contiene il aggresomes purificata (Figura 2).

3. Trattamento dei destinatari cellule SH-SY5Y con mRFP/eGFP-DISC1 Aggresomes

  1. Sementi 5 x 10 4 destinatario SH-SY5Y neuroblastoma umano esprimono costitutivamente GFP-DISC1 (598-854) su vetrini sterili in ciascun pozzetto di una piastra a 24 pozzetti. SH-SY5Y cellule sono coltivate in DMEM/F-12 terreno supplementato con penicillina / streptomicina, aminoacidi non essenziali (NEAA) e 10% di FBS.
  2. 24 ore più tardi, aggiungere 10 microlitri in ciascun pozzetto e incubare per 48-72 ore.
  3. Lavare le cellule 3 x con PBS pH 7.4 e spegnere fluorescenza extracellulare con 0,04% Trypan Blue per 5 min.
  4. Fissare le cellule con 4% PFA in PBS pH 7.4 per 10 min in ghiaccio, lavare una volta con sterile H 2 O e montare i coprioggetti su vetrini con prolungare oro con DAPI montaggio medio (Invitrogen, USA).
  5. Confermare l'assorbimento /invasione di esogenamente aggresomes applicati dalla colocalizzazione con proteine ​​assunti espresse da cellule riceventi in Z-stack immagini.

Eppure, assorbimento / invasione proteina esogena non potrebbe essere rilevata sostanzialmente in parallelo con l'assunzione di proteine ​​della cellula ospite. Nel nostro esempio MRFP-tagged DISC1 aggresomes recluta solubile GFP-tagged DISC1 (598-854) proteina espressa dalla cellula ospite (vedi Figura 3). Foto sono state scattate in un confocale Zeiss LSM 510 o di un microscopio Zeiss AxioVision Apotome2.

4. Generazione di DISC1 ricombinante (598-785)

In una pubblicazione precedente abbiamo analizzato la capacità di vari DISC1 frammenti proteici di auto-interazione basata sulla presenza di auto-associazione domini. Tra tutte le proteine ​​frammenta testato DISC1 umano (598-785) visualizzata la forte propensione multimerizzazione 4 (Figura 4). Pertanto, DISC1 umano (598-785) è stato clonato in pET15b (nvagen, Madison, Wisconsin) contenente un 6-istidina N-terminale, espressa in E. coli BL21-(lDE3) Rosetta (Novagen, USA), e purificato in condizioni denaturanti a 8 mol / l urea come descritto 4. In breve, il protocollo è descritto di seguito.

  1. BL21-(IDE3) Rosetta E. coli sono state coltivate in 2 x 500 ml 2YT contenente 5 mM-arginina-HCl, 5 mM MgSO4, 100 pg / ml carbencillin, 35 mg / ml di cloramfenicolo fino ad una OD 600: 0,6-0,8 e DISC1 (598-785) è stata indotta l'espressione con 1 mM IPTG.
  2. DISC1 (598-785) è stata espressa per 4 ore a 37 ° C, l'espressione è stata terminata per raccogliere i batteri mediante centrifugazione.
  3. Il pellet batterico è stato risospeso in 50 ml di tampone TE (50 mM Tris-HCl pH 8,0, 5 mM EDTA) più 2 mM PMSF, 1% TX-100, 250 ug / ml lisozima, 20 mM MgCl 2 e 400 ml U/50 DNasi I. Per garantire la completa lisi, la reazione è stata incubata per 30 min a temperatura ambiente con delicata agitazione.
  4. Aggiungere 10 mM β-mercaptoethanol (ME) e 500 mM NaCl e incubare per altri 30 min.
  5. Spin down corpi di inclusione batterici a 20,000 g per 30 min a 4 ° C.
  6. Risospendere il pellet in 50 ml di tampone di estrazione contenente 50 mM Tris pH 8,0, 5 mM di imidazolo, 500 mM NaCl, urea 8 M e 10 mM β-ME e rimuovere detriti mediante centrifugazione a 20,000 g per 30 min a 4 ° C.
  7. Lavare il Ni-NTA agarosio matrice con tampone di estrazione. Incubare la risospeso, estratto precleared proteina con Ni-NTA matrice per 2 ore a RT.
  8. Lavare il Ni-NTA matrice con tampone di estrazione contenente 12 mM imidazolo.
  9. Eluire la proteina lentamente con 15 ml di tampone di eluizione contenente 50 mM Tris, 500 mM NaCl, 300 mM imidazolo, 8 M urea, 1 mM PMSF, 5 mM EDTA e 10 mM β-ME.
  10. Dializza la proteina graduale di PBS pH 7,4 contenente 10 mM β-ME.

Dal 1 ° L cultura batterica di partenza, è possibile isolare fino a 50 mg di ricombinante DISC1 (598-785) protein.

α-sinucleina ripiegamento

Per esperimenti con α-sinucleina, 500 microgrammi della proteina ricombinante (Sigma-Aldrich, USA) è stato sciolto in PBS ad una concentrazione di 1 mg / ml. Per ottenere oligomeri, ripiegatura è stata eseguita la notte a 37 ° C, come descritto in una pubblicazione precedente 10.

5. Etichettatura di DISC1 ricombinante (598-785) con DyLight594

  1. Prima del processo di etichettatura successivo, DISC1 (598-785) proteina ha la essere liberato dalla β-ME. Pertanto, la proteina viene dializzato 3 volte al PBS pH 7,4 ad una diluizione di 1:2000.
  2. Etichetta 1 mg DISC1 (598-785) con DyLight 594 maleimide (Thermo Scientific, USA) secondo le istruzioni del produttore. In breve, sciogliere 1 mg / ml di proteina in PBS pH 7,4 e si aggiungono 5 TCEP mM di recuperare liberi gruppi tiolici. Aggiungere 20 ml di DMF colorante disciolto nella reazione e incubare per 2 ore a RT.
  3. 3 x dializza la proteina di PBS pH7,4 con un rapporto di 1:2000 per 2 h ciascuna.

Per aumentare ulteriormente la purezza della proteina etichettata una sua 6-etichettato affinità basata-purificazione su una colonna di Ni-NTA viene eseguita.

  1. Lavare 1 ml Ni-NTA matrice (Qiagen, Germania) con 10 ml di PBS pH 7,4.
  2. Applicare l'etichetta, proteine ​​dializzato alla colonna e farlo funzionare sulla colonna lentamente.
  3. Lavare la proteina con 3 x 20 ml di PBS pH 7,4
  4. Eluire la proteina con PBS pH 7,4, 500 mM imidazolo gocce monitorando la banda colorata sulla colonna Ni-NTA per ridurre il volume eluato.
  5. Dializza l'eluato a 3 x 10 mM pH 7,4 napi ad una diluizione di 1:2000 per 2 h ciascuna.
  6. Utilizzare una siringa sterile 0,45 micron filtro per filtrare l'eluato, aliquota in 5 x 100 campioni ul e congelare in azoto liquido a scatto. La quantità totale di proteine ​​dovrebbe essere di 0,5-1 mg / ml in ciascuna aliquota 100 ul.

opzionale Concentrazionezione passo

  1. Per iniezioni stereotactical ratto, la proteina è stata concentrata 10 volte in una velocità-vac (Concentratore Eppendorf 5301). La condizione di buffer finale era di 100 Napi mM.

α-sinucleina Etichettatura

L'etichettatura e purificazione (Ni-NTA colonna) ricombinante della α-sinucleina è stata eseguita in parallelo DISC1 (598-785). Il materiale di partenza è stato totale 500 mg invece di 1 mg per DISC1 (598-785).

6. Trattamento dei destinatari cellule SH-SY5Y con etichetta ricombinante DISC1 (598-785) Proteine

  1. Seme 5x10 4 destinatario SH-SY5Y neuroblastoma umano costitutivamente esprimono GFP-DISC1 (598-854) su vetrini sterili in ciascun pozzetto di una piastra a 24 pozzetti.
  2. Aggiungi proteina marcata al mezzo di coltura cellulare ad una concentrazione di 5-10 mg / ml ed incubare per 48-72 hr.
  3. Lavare le cellule 3 x con PBS pH 7.4 e dissetare estrazionefluorescenza ellular con il 0,04% Trypan Blue per 5 min.
  4. Fissare le cellule con 4% PFA in PBS pH 7.4 per 10 min in ghiaccio, lavare una volta con sterile H 2 O e montare i coprioggetti su vetrini con prolungare oro con DAPI montaggio medio (Invitrogen, USA).
  5. Confermare l'assorbimento / invasione di proteina ricombinante esogena applicata da colocalizzazione con proteine ​​assunti espresse da cellule riceventi in Z-stack immagini generate da scansione laser microscopia confocale. Eppure, assunzione di proteina endogena potrebbe non essere rilevata sostanzialmente in parallelo con invasione di proteine ​​della cellula ospite, Z-stack immagini possono ancora confermare la natura invasiva della proteina.

Nel nostro esempio, rec. DISC1 (598-785) * almeno in parte solubile reclute GFP-tagged DISC1 (598-854) proteina espressa dalla cellula ospite (vedi Figura 5A). Per ricombinante α-sinucleina invasione, ma non il reclutamento viene mostrato (Figura 5B). Le foto sono state presesu un confocale Zeiss LSM-510 o un microscopio Zeiss AxioVision Apotome2.

L'iniezione del concentrato (ca. 4 pl di 2,5 mg / mL), etichettati DISC1 (598-785) * nei risultati mPFC nella diffusione della proteina intorno al sito di iniezione, che può essere rilevato anche dopo perfusione dell'animale con 4% PFA in PBS pH 7,4 con una filterset rodamina. Nel nostro esempio DISC1 (598-785) è occupata da una serie distinte di neuroni e può essere monitorato con Z-stack di immagini (Figura 6).

In generale, l'iniezione di altre proteine ​​poi quelle qui utilizzato non comportano necessariamente invasione cellulare. L'evento invasione dipende essenzialmente dalla natura della proteina, tuttavia una purificazione pulita è un prerequisito per ulteriori analisi.

7. Risultati rappresentativi

Aggresomes costituiti ricombinante DISC1-eGFP FL purificato da cellule NLF invaso destinatario SH-SY5Y ceLLS a bassa efficienza (circa 0.3% 5), come visto da colocalizzazione con microscopia confocale (Figura 3). Come precedentemente segnalato, DISC1 (598-785) espressa e purificata da E. coli formano multimeri 4 erano ugualmente cellula-invasiva ad un'efficienza di circa il 20% 5 (figura 5A), simile a quella di α-sinucleina che è stato utilizzato in parallelo come controllo positivo (Figura 5B). Labeled DISC1 ricombinante (598-785) espressa e purificata da E. coli è stato anche cellule invasive ai neuroni in vivo quando la proteina è stata multimerico stereotassica iniettato nella corteccia prefrontale mediale di un topo (figura 6; Pum, Bader, Huston, Korth, non pubblicato).

Figura 1
Figura 1. Cellule di neuroblastoma NLF transitoriamente esprimere FP-DISC1 (rosso). Red aggresomes fluorescenti possono essere deteCTED all'interno delle cellule.

Figura 2
Figura 2. Purificata MRFP-tagged DISC1 aggresomes dopo la purificazione in un gradiente di saccarosio.

Figura 3
Figura 3. Immagine fluorescente di aggresomes invaso. MRFP-tagged flDISC1 aggresomes sono stati purificati e incubate con cellule SH-SY5Y neuroblastoma overexpressing solubile GFP-tagged DISC1 (598-854). La presa di una aggresomes etichettati è monitorata da Z-stack immagini su un Laser-Scan microscopio (Zeiss LSM 510).

Figura 4
Figura 4. SEC-profilo di rec. DISC1 (598-785) contenente la S704 e C704 polimorfismi a singolo nucleotide (SNP). Entrambe le varianti mostrano una perturbazione di oligomerizzazione ordinata e la formazione di alto peso molecolare multemporizzatori (freccia rossa). Questa immagine è modificata rispetto alla pubblicazione di Leliveld et al., Biochimica 2009.

Figura 5
Figura 5. Fluorescente Z-pila di foto di invasivo DyLight marcato DISC1 ricombinante (598-785). SH-SY5Y neuroblastoma esprimenti GFP-solubile DISC1 (598-854) sono state incubate con etichettati, proteina ricombinante ad una concentrazione di 5 mg / ml. (A) aggregati rossa mostra l'invasione di rec. DISC1 (598-785), proteine ​​e punti gialli indicano una assunzione di solubile GFP-DISC1 (598-854) in aggregati. (B) ricombinante α-sinucleina (rosso) invade le cellule senza assunzione con una frequenza di circa il 20%. Clicca qui per ingrandire la figura .

Figura 6
Figura 6. Immagine di immunofluorescenzal'etichetta iniettato, DISC1 ricombinante (598-785) della proteina. Z-stack immagini conferma la presenza di rec. DISC1 (598-785) proteina in neuroni corticali di ratto colorate con un anticorpo contro nuclei neuronali (NeuN, verde).

Discussion

In questo studio si descrive la purificazione di mRFP/eGFP-DISC1 aggresomes da una linea cellulare di neuroblastoma trasfettate, la preparazione e l'etichettatura di una specie di proteine ​​ricombinanti DISC1 e la loro applicazione in cella-invasione delle cellule riceventi esperimenti in vitro e in vivo.

La purificazione di nativi mRFP/eGFP-DISC1 aggresomes stato sviluppato da protocolli per isolare Lewy corpo come le strutture e grandi aggregati 13, 14, ma modificato per evitare l'uso di detergenti e per minimizzare il rischio di falsi positivi invasione cellulare che potrebbe verificarsi a causa di detergenti facilitato la penetrazione della membrana.

Un miglioramento futuro possibile potrebbe essere la per aumentare ulteriormente la purezza delle aggresomes per sonicazione per membrane completamente separati rimanenti citoscheletro e dalle aggresomes. Aumentando purezza globale, il numero di eventi di invasione totali registrati per grandi aggresomes mAy essere aumentata 5. Se la definizione limitata della nostra suggerito 3-fase saccarosio è sufficiente per aggresomes di specie altra proteina deve essere testato, in questo senso il protocollo descritto qui dovrebbe essere considerato come un punto di partenza per l'ottimizzazione individuale. Le aggresomes purificati dimostrato di essere molto robusta nelle nostre mani, fasi di lavaggio supplementari (senza detergente) per eliminare le tracce di saccarosio non ridurre in modo significativo il rendimento complessivo.

In una pubblicazione precedente abbiamo descritto che l'assemblaggio di oligomero DISC1 dipende multimerizzazione domini distinti del C-terminale 4 (Figura 4). Abbiamo scelto questo frammento solubile di espressione ricombinante in E. coli e successive e Ni-NTA depurazione. Per monitorare la sua multimerizzazione e di confrontare la sua invasività cellulare con un cellulare descritto invasiva proteine ​​come α-sinucleina, abbiamo etichettato DISC1 (598-785) con il colorante fluorescente DyLight594, e rispetto la suacell-invasività con quella altrettanto marcato α-sinucleina. La cella invasività della ricombinante DISC1 frammento è stato notevolmente aumentata rispetto a quella dei nativi, lunghezza DISC1 aggresomes, probabilmente a causa della sua piccola dimensione e purezza molto superiore. Anche in questo caso, la purezza sembra giocare un ruolo decisivo nella cella-invasività.

Nel nostro esempio i aggresomes invasive reclutati proteina solubile omologo della linea cellulare ricombinante bersaglio che è stato espresso in una solubile, cioè cellule disperse forma. L'espressione di una proteina fluorescente (GFP o RFP ad esempio) nella linea cellulare del destinatario è un vantaggio in quanto permette la colocalizzazione di aggresomes invasive e proteine ​​ricombinanti nel termine cellula ricevente tramite Z-stack imaging.

Cellule invasive aggresomes DISC1 e frammenti multimerici espressa e purificata da E. coli potrebbe essere una caratteristica che definisce una malattia conformazionali proteiche relative alla DISC1, DISC1opathies 15.

Risoluzione dei problemi:

Bassa resa aggresome dopo purificazione gradiente di saccarosio:

Il gradiente di saccarosio introdotto in questo protocollo funziona bene con eGFP/mRFP-DISC1 (FL) aggresomes. Aggresomes costituiti da altre proteine ​​possono essere di dimensioni variabili, pertanto le concentrazioni di saccarosio deve essere ottimizzata da altri utenti.

Insufficiente purificazione di proteine ​​ricombinanti:

Eventuali contaminanti batterici nel processo di purificazione della proteina ricombinante sarà anche essere etichettati in fasi successive del protocollo. Per evitare contaminazioni, eseguire la proteina su una SDS-PAGE e confermare che la proteina ricombinante è almeno del 95% mediante colorazione con Coomassie-blu. Per garantire la massima qualità e resa, il protocollo deve essere ottimizzata per ciascuna singola proteina.

Basso etichettatura efcienza di proteine ​​ricombinanti:

Eventuali contaminazioni che contengono gruppi sulfidrilici liberi diminuirà etichettatura efficiente della proteina. Pertanto, dialisi estensiva e Ni-NTA purificazione basato è obbligatoria.

Disclosures

Nessun conflitto di interessi dichiarati.

Acknowledgments

Questo lavoro è stato finanziato da NEURON-ERANET scoprire (BMBF 01EW1003) per CK e JPH, DFG (Ko 1679/3-1, GRK1033) per CKVB è supportata da una concessione del Forschungskommission della Facoltà di Medicina dell'Università di Düsseldorf.

Materials

Name Company Catalog Number Comments
RPMI 1640 Invitrogen 11875-093 Medium is dependent on the host cell line. The optimal recipient cell line should be determined by the user.
DMEM/F-12 Invitrogen 11320-033 Medium is dependent on the recipient cell line. The optimal recipient cell line should be determined by the user.
PBS Invitrogen 14190-250
Metafectene Biontex T020-1.0 Other transfection reagents might work as well but were not tested with our protocol.
Ni-NTA agarose Qiagen 30210 The experiments were done with Ni_NTA agarose from Qiagen, other suppliers should work as well.
DNase I Roche 04716728001 There is no need for RNase free DNase in the process of aggresomes purification.
Sucrose Sigma-Aldrich S0389
Opti-MEM Invitrogen 31985-062 Serum-free medium works as well
Penicillin/Streptomycin Invitrogen 15140122 Supplement for SH-SY5Y and NLF medium
Non-essential-amino-acids (NEAA) Sigma-Aldrich M7145 Supplement for SH-SY5Y medium
Trypan Blue 0.4% Sigma-Aldrich T8154 Toxic reagent
DyLight 594 Maleimide Thermo-Fisher Scientific 46608 Reduced cysteine reactive dye to form stable thi–ther bonds. Also available in other colors.
ProLong Gold with DAPI Invitrogen P36935 This antifade liquid mountant gave superior results in our hands.
Protease Inhibitor cocktail Roche 11873580001 Dissolve 1 table in 500 μl H2O for 100X solution.
Synthetic a-synuclein Sigma S7820 Refold as described in text.
Table of specific reagents.
Precellys 24 Bertin Technologies 03119.200.RD000 We have not tested other mechanical homogenizers other than this. Other detergent free homogenization method might work as well, but have not been tested for this protocol.
5301 Concentrator (speedvac) Eppendorf 5301 000.210 Only necessary if protein has to be concentrated.
LSM 510 and Axiovision Apotome2 Zeiss See manufacturers catalog Both microscopes harbor the ability to perform Z-stack imaging. This is a prerequisite for solid and serious evaluation of invasion events.
Cell culture plastic material Nunc 10 cm dishes #172958, 24-well plates #142475 The use of different plastic material might influence the interaction of recombinant proteins or aggresomes and the plastic surfaces. We have not tested materials other than the ones described here.
Table of specific material and equipment.
Number Buffer name content Comments
1. Bacterial growth medium 16 g/l Bacto Tryptone, 10 g/l Bacto Yeast extract, 5 g/l NaCl, 5 mM-arginine-HCl, 5mM MGSO4, 100 μg/ml carbencillin, 35 μg/ml chloramphenicol Grow bacteria to OD600: 0.6-0.8 induce expression with 1 mM IPTG.
2. Bacterial resuspension buffer 50 mM TRIS-HCl pH 8.0, 5 mM EDTA, 2 mM PMSF, 1% TX-100, 250 μg/ml lysozyme, 20 mM MgCl2 and 400 U/50 ml DNase I Resupend bacterial pellet from 1 L overnight culture in 50 ml resuspension buffer.
3. Protein extraction buffer 50 mM Tris pH 8.0, 5 mM imidazole, 500 mM NaCl, 8 M urea and 10 mM b-ME
4. Ni-NTA column wash buffer 50 mM Tris pH 8.0, 5 mM imidazole, 500 mM NaCl, 8 M urea and 10 mM b-ME, 12 mM imidazole Modified extraction buffer with 12 mM imidazole added.
5. Ni-NTA column elution buffer 50 mM Tris, 500 mM NaCl, 300 mM imidazole, 8 M urea, 1 mM PMSF, 5 mM EDTA and 10 mM b -ME The elution buffer contains 10 mM b -ME, which is dialyzed later on.
6. PBS 8 g/l NaCl, 0.2 g/l KCl, 1.44 g/l Na2HPO4, 0.24 g/l KH2PO4, adjust to pH 7.4
7. Labeling buffer PBS containing 5 mM TCEP
Table of recipes.

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. Millar, J. K. Disruption of two novel genes by a translocation co-segregating with schizophrenia. Hum. Mol. Genet. 9, 1415-1423 (2000).
  2. St Clair, D. Association within a family of a balanced autosomal translocation with major mental illness. Lancet. 336, 13-16 (1990).
  3. Leliveld, S. R. Insolubility of disrupted-in-schizophrenia 1 disrupts oligomer-dependent interactions with nuclear distribution element 1 and is associated with sporadic mental disease. J. Neurosci. 28, 3839-3845 (2008).
  4. Leliveld, S. R. Oligomer assembly of the C-terminal DISC1 domain (640-854) is controlled by self-association motifs and disease-associated polymorphism S704C. Biochemistry. 48, 7746-7755 (2009).
  5. Ottis, P. Convergence of two independent mental disease genes on the protein level: recruitment of dysbindin to cell-invasive disrupted-in-schizophrenia 1 aggresomes. Biol. Psychiatry. 70, 604-610 (2011).
  6. Meyer-Luehmann, M. Exogenous induction of cerebral beta-amyloidogenesis is governed by agent and host. Science. 313, 1781-1784 (2006).
  7. Frost, B., Jacks, R. L., Diamond, M. I. Propagation of tau misfolding from the outside to the inside of a cell. J. Biol. Chem. 284, 12845-12852 (2009).
  8. Frost, B., Ollesch, J., Wille, H., Diamond, M. I. Conformational diversity of wild-type Tau fibrils specified by templated conformation change. J. Biol. Chem. 284, 3546-3551 (2009).
  9. Clavaguera, F. Transmission and spreading of tauopathy in transgenic mouse brain. Nat. Cell Biol. 11, 909-913 (2009).
  10. Desplats, P. Inclusion formation and neuronal cell death through neuron-to-neuron transmission of alpha-synuclein. Proc. Natl. Acad. Sci. U. S. A. 106, 13010-13015 (2009).
  11. Ren, P. H. Cytoplasmic penetration and persistent infection of mammalian cells by polyglutamine aggregates. Nat. Cell Biol. 11, 219-225 (2009).
  12. Munch, C., O'Brien, J., Bertolotti, A. Prion-like propagation of mutant superoxide dismutase-1 misfolding in neuronal cells. Proc. Natl. Acad. Sci. U. S. A. 108, 3548-3553 (2011).
  13. Iwatsubo, T. Purification and characterization of Lewy bodies from the brains of patients with diffuse Lewy body disease. Am. J. Pathol. 148, 1517-1529 (1996).
  14. Meriin, A. B., Wang, Y., Sherman, M. Y. Isolation of aggresomes and other large aggregates. Curr. Protoc. Cell Biol. Chapter 3, 1-9 (2010).
  15. Korth, C. DISCopathies: brain disorders related to dysfunctional DISC1. Rev. Neurosci. 20, 321-330 (2009).
Generazione, purificazione e caratterizzazione di specie DISC1 Cell-invasive Protein
Play Video
PDF DOI DOWNLOAD MATERIALS LIST

Cite this Article

Bader, V., Ottis, P., Pum, M., Huston, J. P., Korth, C. Generation, Purification, and Characterization of Cell-invasive DISC1 Protein Species. J. Vis. Exp. (66), e4132, doi:10.3791/4132 (2012).More

Bader, V., Ottis, P., Pum, M., Huston, J. P., Korth, C. Generation, Purification, and Characterization of Cell-invasive DISC1 Protein Species. J. Vis. Exp. (66), e4132, doi:10.3791/4132 (2012).

Less
Copy Citation Download Citation Reprints and Permissions
View Video

Get cutting-edge science videos from JoVE sent straight to your inbox every month.

Waiting X
Simple Hit Counter