Login processing...

Trial ends in Request Full Access Tell Your Colleague About Jove

Biology

Studio del reticolo endoplasmatico e mitocondri interazioni doi: 10.3791/54899 Published: December 10, 2016

Summary

Qui, descriviamo una procedura per visualizzare e quantificare con alta sensibilità le interazioni endogeni tra il reticolo endoplasmatico e mitocondri nelle cellule fissate. Il protocollo è dotato di un ottimizzato in test legatura situ prossimità targeting inositolo 1,4,5-trifosfato recettore / glucosio-regolata proteina 75 / D complesso canale anionico / cyclophilin voltaggio-dipendente all'interfaccia membrana mitocondriale associata.

Introduction

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

Mitocondri e reticolo endoplasmatico (ER) non sono organelli indipendenti nella cellula, ma interagiscono strutturalmente e funzionalmente a siti di contatto definite membrane reticolo endoplasmatico mitocondri-associato (MAM). Infatti, DAM corrispondono alle regioni in cui le membrane del ER e mitocondri sono strettamente apposto, permettendo interazioni tra proteine ​​da entrambi i lati. Ciò nonostante, le membrane di questi organelli non si fondono in queste regioni, in modo da mantenere le loro entità separate. I DAM svolgono un ruolo cruciale nel calcio (Ca 2+) e il trasferimento dei fosfolipidi da ER a mitocondri, impattando il metabolismo energetico e la sopravvivenza delle cellule 1-3.

L'associazione tra ER e mitocondri è stato visualizzato nel 1970 con microscopia elettronica. Da allora, la trasmissione microscopia elettronica 4,5, elettroni tomografia 6,7 o immuno-localizzazione di ER e specifici mitocondri fluoroforos / proteine fluorescenti 8 sono stati classicamente utilizzati per studiare le interazioni ER-mitocondri. Un altro strumento utile per l'analisi di MAM si basa sull'uso di frazionamento subcellulare. Esso permette di isolare frazioni MAM mediante ultracentrifugazione differenziale accoppiato ad un gradiente Percoll 9. Tuttavia, il prodotto finale contiene frazioni arricchite MAM, anziché frazioni pure. Complessivamente, queste strategie non sono particolarmente sensibili e / o quantitativo, e non sono facilmente suscettibili di grande screening. In alternativa, utilizzando approcci genetici fluorescenti linker inter-organelli droga-inducibile sono emerse, ma non consentire l'analisi delle interazioni organelli ai livelli di espressione delle proteine endogene 10.

Sulla base di scoperta di Szabadkai del complesso IP3R / GRP75 / VDAC al MAM 11, abbiamo sviluppato un metodo quantitativo per analizzare le interazioni ER-mitocondri. Abbiamo usato il ligati in situ di prossimitàil test di rilevare e quantificare le interazioni tra VDAC1 e IP3R1, due proteine organello-superficiali coinvolti nella -channeling complesso Ca 2+ all'interfaccia MAM in cellule fisse 12. Brevemente, abbiamo sondato VDAC1 alla membrana esterna mitocondriale (topo anti-VDAC1 anticorpo primario) e IP3R1 sulla membrana ER (coniglio anti-IP3R1 anticorpo primario) (figura 1, pannello A). Quindi, secondo il test, abbiamo aggiunto sia anti-topo e IgG anti-coniglio (sonde saggio mouse e vicinanza coniglio legatura), che sono coniugato a estensioni oligonucleotidi complementari. Se le due proteine sono mirati ad una distanza inferiore a 40 nm, gli oligonucleotidi possono ibridare con oligonucleotidi connettore successivamente aggiunti per consentire la formazione di un modello circolare DNA (figura 1, pannello B). Questa molecola di DNA circolare è legatura ed amplificato, creando un prodotto singolo filamento DNA covalentemente attaccata ad una delle sonde di prossimità (figura 1, pannello c) 6, vicinanza legatura ed amplificazione può essere fatto, portando a successiva rivelazione causa della ibridazione della Texas oligonucleotidi rossi marcati sonde (Figura 1, pannello d ). Ogni punto rappresenta fluorescente interazioni tra VDAC1 / IP3R1, permettendo così la quantificazione delle interazioni in situ ER-mitocondri nelle singole celle.

Figura 1
Figura 1: Schema Illustrazione del rilevamento delle interazioni reticolo endoplasmatico-mitocondri in situ prossimità legatura Assay. a) Un anticorpo mouse principale diretto contro VDAC1 e un anticorpo di coniglio diretto contro primaria IP3R1 possono legarsi ai loro epitopi in prossimità all'interfaccia MAM, b) aggiunta di una coppia di sonde legatura di prossimitàdiretto contro mouse e IgG di coniglio. Queste sonde hanno attaccato filamenti di DNA che possono formare modelli per la legatura di oligonucleotidi connettore. c) Il filamento di DNA circolare formata dopo la legatura può essere amplificato e d) visualizzati mediante microscopia a fluorescenza dot utilizzando oligonucleotidi Texas red-marcato. Clicca qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Simile in esperimenti di analisi in situ prossimità legatura possono essere eseguite con la coppia GRP75 / IP3R1 di anticorpi, così come cyclophilin D (CypD) / anticorpi IP3R1, se si considera che CypD ha dimostrato di interagire con il complesso IP3R / GRP75 / VDAC all'interfaccia MAM 12-14.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Protocol

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

1. preparazione di soluzioni

  1. Preparare 10% di formaldeide in PBS (bassa percentuale di sale) diluendo 5.5 ml di formaldeide al 37% in 14,5 ml di PBS. Preparare 1 M glicina, pH 8,0, sciogliendo 3,8 g di glicina in 50 ml di PBS; diluire questa soluzione per ottenere 100 mM glicina in PBS 1x.
  2. Preparare 0,1% Triton-X100 in 1x PBS. Preparare 20x Saline sodio citrato (SSC) utilizzando 3,0 M di cloruro sodico e 0,30 M citrato trisodico preparato in un buffer di acqua deionizzata a pH 7,0 a 25 ° C. Diluire questo buffer a 1x e 0,01X con acqua deionizzata.

2. Fissazione delle cellule

NOTA: Abbiamo usato la linea cellulare epatocarcinoma Huh7 in questo studio, ma questo metodo è applicabile ad altre culture di cellule aderenti.

  1. cellule piastra Huh7 (coltivate in DMEM 1 g / L di glucosio, supplementato con 10% siero fetale bovino e 0,01% di penicillina-streptomicina magazzino) a 150.000 cellule per non patinata piatto fondo di vetro da 35 mm. Quando si lavora su cellule primarieculture, utilizzano piatti collagene rivestite.
  2. Il giorno successivo, rimuovere il terreno di coltura. Lavare le cellule con 1 ml di PBS e aspirare. Fissare le cellule aggiungendo 1 ml di formaldeide al 10% e incubare per 10 min a temperatura ambiente (RT) sotto agitazione.
  3. Arrestare la reazione con 1 ml di 1 M glicina e mescolare rotazione. Rimuovere la soluzione di reazione di arresto e lavare le cellule con l'aggiunta di 1 ml di PBS 1x; Agitare dalla rotazione e aspirare. Aggiungere 1 ml di 100 mM glicina alle cellule e incubare per 15 minuti a RT sotto agitazione, e poi aspirare.
    NOTA: Il protocollo può essere fermato qui e la seguente procedura può essere rimandata ad un altro giorno. In tal caso, aggiungere 1 ml di 100 mM glicina e mantenere a 4 ° C, se necessario.

3. permeabilizzazione delle cellule

  1. Aggiungere 1 ml di 0,1% Triton-X100 in 1x PBS, incubare per 15 minuti a RT sotto agitazione, e poi aspirare. Questo tempo di incubazione potrebbe essere aumentato fino a 15 - 20 minuti quando si lavora su cultur cellula primariaes (ad esempio, gli epatociti topi primaria). Lavare le cellule con l'aggiunta di 1 ml di PBS 1x; aspirare.

4. Blocco

  1. Aggiungere 40 ml di soluzione bloccante a ciascun campione (fornito dal kit); questo volume può essere aumentato per coprire il campione. Incubare le stoviglie per 30 min a 37 ° C in una camera umida.
  2. Toccare la soluzione di saturazione fuori dei piatti. Cercare di ottenere uguali volumi residui per ogni diapositiva, come questo influirà la riproducibilità. Non lasciare i campioni a secco!

5. Anticorpi primari

  1. Diluire gli anticorpi primari in 1x PBS e aggiungere la soluzione ai piatti (anticorpi del mouse VDAC1: 1/100, IP3R1 anticorpi di coniglio: 1/500). In alternativa, GRP75 o CypD anticorpi (entrambi anticorpi murini usati a 1/500) possono essere utilizzati al posto di VDAC1.
  2. Incubare per una notte in una camera umida a 4 ° C. Lavare le diapositive due volte utilizzando Tris Buffered Saline con lo 0,01% di Tween (TBS-T).
  1. Prossimità sonde saggio legatura sono forniti dal kit. Scegliere sonde secondo le specie di anticorpi primari.
  2. Preparare le due sonde di prossimità test legatura 1: 5 nel diluente. Lasciare il composto a riposare per 20 minuti a temperatura ambiente. Aggiungere la soluzione della sonda test di prossimità legatura diluito. Incubare i piatti in una camera umida preriscaldato per 1 ora a 37 ° C. Lavare i piatti due volte con TBS-T.

7. legatura

  1. Utilizzare il reagente di rilevamento in situ Texas kit di rosso.
  2. Diluire la legatura magazzino 5x (fornito dal kit) 1: 5 in acqua ad alta purezza e mescolare bene. Diluire ligasi nella soluzione 1x legatura (fornito dal kit) 1:40 e vortex. Attendere aggiungere ligasi solo immediatamente prima oltre ai campioni.
  3. Aggiungere questa soluzione per ogni campione (40 microlitri per piatti con fondo di vetro da 35 mm) e incubare i vetrini in una umidità cham preriscaldatober per 30 min a 37 ° C. Lavare le diapositive due volte con TBS-T.

8. Amplificazione

Nota: Fare attenzione reagenti sensibili alla luce,.

  1. Diluire il magazzino 5x amplificazione (fornito dal kit) 1: 5 in acqua ad alta purezza. Rimuovere la polimerasi dal congelatore utilizzando il blocco di congelamento (-20 ° C). Diluire la polimerasi (fornito dal kit) 1:80 nella soluzione di amplificazione 1x e vortex. Aggiungere la polimerasi subito prima di utilizzare la miscela.
  2. Aggiungere questa soluzione per ogni campione (40 microlitri per piatti con fondo di vetro da 35 mm). Incubare i vetrini in una camera umida preriscaldata per 100 minuti a 37 ° C. Toccare la soluzione di amplificazione-polimerasi fuori delle diapositive.

9. lavaggio finale

  1. Lavare i vetrini in tampone di lavaggio 1x SSC per 2 minuti. Lavare le diapositive 0,01X tampone di lavaggio SSC per 2 minuti. Lasciate che l'asciugatura delle stoviglie a RT al buio.

10. Preparazione per l'imaging

Montare le diapositive utilizzando un volume minimo di mezzo di montaggio contenente DAPI (acquosa e non solidificare), assicurando che bolle d'aria rimangano intrappolati sotto il vetrino. Smalto per unghie può essere utilizzato per sigillare i bordi. Attendere circa 15 minuti prima di analizzare con una fluorescenza o microscopio confocale (eccitazione: 594 nm, emissione: 624 nm, ingrandimento: 63X).
  • Dopo l'imaging, conservare i campioni a -20 ° C al buio.
  • Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

    Representative Results

    or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

    Sulla base della nostra esperienza con questo protocollo, possiamo tranquillamente consigliare questo metodo per la visualizzazione e la quantificazione delle interazioni ER-mitocondri nelle cellule fisse. Immagini rappresentative della legatura in prossimità interazioni ER-mitocondri situ test-visualizzato nella linea di cellule Huh7 epatocarcinoma, utilizzando diverse paia di anticorpi, sono mostrati. Come mostrato in figura 2 mediante microscopia a fluorescenza, ogni punto rosso rappresenta una interazione tra le due proteine target e nuclei appaiono in blu. Come controllo negativo, l'uso di un solo anticorpo primario ha portato a nessun segnale (Figura 2, Pannello a), convalidando il requisito dual riconoscimento in prossimità legatura generazione del segnale dosaggio situ. Classicamente, analizziamo le interazioni ER-mitocondri utilizzando la coppia VDAC1 / IP3R1 di anticorpi (figura 2, pannello B). Simile in situ prossimità legatura experimen testts potrebbero anche essere effettuate con le GRP75 / IP3R1 o CypD / IP3R1 coppie di anticorpi (figura 2, pannelli C e D, rispettivamente), dal momento che GRP75 è un chaperone accoppiamento VDAC e IP3R all'interfaccia MAM 11 e CypD è stata dimostrata di interagire con il VDAC / GRP75 / IP3R Ca 2+ -channeling complessa 12-14. La quantificazione di punti fluorescenti può essere eseguita utilizzando sia Blob-finder 15 o il software ImageJ. Come i nuclei delle cellule sono etichettati in blu, quantificazioni delle interazioni ER-mitocondri per cellula sono adatti a svolgere. Abbiamo apprezzato convalidato questa analisi 12, e possiamo concludere che queste proteine mirati sono buoni candidati per studiare le interazioni ER-mitocondri.

    figura 2
    Figura 2: Visualizzazione del VDAC1 / IP3R1, GRP75 / IP3R1 e CypD / IP3R1 interazioni In Situ di prossimità ligation Tenore in cellule Huh7. nuclei delle cellule appaiono in blu, e le interazioni tra le due proteine ​​target sono rappresentati in rosso (63X di ingrandimento; scala bar = 20 micron). Abbiamo dimostrato che VDAC1, GRP75, e CypD interagiscono con IP3R1. Come controllo negativo, dimostriamo che solo un anticorpo primario non porta a fluorescenza rossa. Per convalidare il test, diversi altri controlli sono stati effettuati per dimostrare che VDAC1, GRP75 e CypD non interagiscono con altre proteine ​​ER e che IP3R1 non interagisce con altre proteine ​​mitocondriali (dati non mostrati, vedi rif. 9 e 13). Clicca qui per vedere una versione più grande di questa figura.

    Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

    Acknowledgments

    Ringraziamo tutte le persone nel nostro laboratorio che hanno contribuito a ottimizzare e validare il protocollo. Questo lavoro è stato sostenuto da INSERM e l'agenzia nazionale di ricerca (ANR-09-JCJC-0116 E ANR-11-BSV1-033-02). ET è stato sostenuto durante il suo dottorato di ricerca da un assegno di ricerca dal Ministero francese dell'istruzione superiore e della ricerca.

    Materials

    Name Company Catalog Number Comments
    Formaldehyde Sigma F-8775
    Glycine Sigma G-8898
    Triton Sigma T8532
    35 mm Glass bottom culture dishes MatTeK corporation P35G-0-14-C
    Blocking solution Sigma DUO-92004 or DUO-92002 provided in the Duolink PLA probes, Sigma
    VDAC1 antibody Abcam ab14734
    IP3R1-H80 antibody Santa Cruz sc28614
    CypD antibody Abcam ab110324
    Grp75 antibody Santa Cruz sc13967
    TBS 10x euromedex ET220 Dilute to obtain 1x
    Tween 100x euromedex 2001-B dilute in TBS to obtain 0,01%
    PLA Probes Mouse MINUS Sigma DUO-92004 Duolink, Sigma
    PLA Probes Rabbit PLUS Sigma DUO-92002 Duolink, Sigma
    Duolink detection reagents red Sigma DUO-92008 Duolink, Sigma
    Ligation solution Sigma DUO-92008 Part of the Duolink detection reagents red, Sigma
    Ligase Sigma DUO-92008 Part of the Duolink detection reagents red, Sigma
    Amplification solution Sigma DUO-92008 Part of the Duolink detection reagents red, Sigma
    Polymerase Sigma DUO-92008 Part of the Duolink detection reagents red, Sigma
    Duolink Mounting Medium Sigma DUO80102 Duolink, Sigma
    Softwares
    Blob-finder software BlobFinder is a freely distributed software that can perform calculations on cells from fluorescence microscopy images. This software can be downloaded for free from The Centre for Image Analysis at Uppsala University who have developed the software and the work was supported by the EU FP6 Project ENLIGHT and Olink Bioscience. http://www.cb.uu.se/~amin/BlobFinder/index_files/Page430.htm
    ImageJ software Can be downloaded for free from: http://rsb.info.nih.gov/ij/download.html

    DOWNLOAD MATERIALS LIST

    References

    1. Bravo-Sagua, R., et al. Organelle communication: signaling crossroads between homeostasis and disease. The international journal of biochemistry & cell biology. 50, 55-59 (2014).
    2. Giorgi, C., et al. Mitochondria-associated membranes: composition, molecular mechanisms, and physiopathological implications. Antioxidants & redox signaling. 22, 995-1019 (2015).
    3. Phillips, M. J., Voeltz, G. K. Structure and function of ER membrane contact sites with other organelles. Nature reviews. Molecular cell biology. 17, 69-82 (2016).
    4. Cosson, P., et al. The RTM resistance to potyviruses in Arabidopsis thaliana: natural variation of the RTM genes and evidence for the implication of additional genes. PLoS One. 7, 39169 (2012).
    5. Mannella, C. A. Structure and dynamics of the mitochondrial inner membrane cristae. Biochim Biophys Acta. 1763, 542-548 (2006).
    6. Csordas, G., et al. Structural and functional features and significance of the physical linkage between ER and mitochondria. The Journal of cell biology. 174, 915-921 (2006).
    7. Mannella, C. A., Buttle, K., Rath, B. K., Marko, M. Electron microscopic tomography of rat-liver mitochondria and their interaction with the endoplasmic reticulum. Biofactors. 8, 225-228 (1998).
    8. Rizzuto, R., et al. Close contacts with the endoplasmic reticulum as determinants of mitochondrial Ca2+ responses. Science. 280, 1763-1766 (1998).
    9. Wieckowski, M. R., Giorgi, C., Lebiedzinska, M., Duszynski, J., Pinton, P. Isolation of mitochondria-associated membranes and mitochondria from animal tissues and cells. Nat Protoc. 4, 1582-1590 (2009).
    10. Csordas, G., et al. Imaging interorganelle contacts and local calcium dynamics at the ER-mitochondrial interface. Mol Cell. 39, 121-132 (2010).
    11. Szabadkai, G., et al. Chaperone-mediated coupling of endoplasmic reticulum and mitochondrial Ca2+ channels. J Cell Biol. 175, 901-911 (2006).
    12. Tubbs, E., et al. Mitochondria-associated endoplasmic reticulum membrane (MAM) integrity is required for insulin signaling and is implicated in hepatic insulin resistance. Diabetes. 63, 3279-3294 (2014).
    13. Paillard, M., et al. Depressing Mitochondria-Reticulum Interactions Protects Cardiomyocytes From Lethal Hypoxia-Reoxygenation Injury. Circulation. 128, 1555-1565 (2013).
    14. Rieusset, J., et al. Disruption of calcium transfer from ER to mitochondria links alterations of mitochondria-associated ER membrane integrity to hepatic insulin resistance. Diabetologia. 59, 614-623 (2016).
    15. Allalou, A., Wahlby, C. BlobFinder, a tool for fluorescence microscopy image cytometry. Computer methods and programs in biomedicine. 94, 58-65 (2009).
    16. Theurey, P., et al. Mitochondria-associated endoplasmic reticulum membranes allow adaptation of mitochondrial metabolism to glucose availability in the liver. Journal of molecular cell biology. (2016).
    17. de Brito, O. M., Scorrano, L. Mitofusin 2 tethers endoplasmic reticulum to mitochondria. Nature. 456, 605-610 (2008).
    18. Soderberg, O., et al. Direct observation of individual endogenous protein complexes in situ by proximity ligation. Nature methods. 3, 995-1000 (2006).
    19. De Pinto, V., Messina, A., Lane, D. J., Lawen, A. Voltage-dependent anion-selective channel (VDAC) in the plasma membrane. FEBS letters. 584, 1793-1799 (2010).
    20. Kaul, S. C., Taira, K., Pereira-Smith, O. M., Wadhwa, R. Mortalin: present and prospective. Experimental gerontology. 37, 1157-1164 (2002).
    Studio del reticolo endoplasmatico e mitocondri interazioni<em&gt; In Situ</em&gt; Proximity Assay legatura in cellule fissate
    Play Video
    PDF DOI DOWNLOAD MATERIALS LIST

    Cite this Article

    Tubbs, E., Rieusset, J. Study of Endoplasmic Reticulum and Mitochondria Interactions by In Situ Proximity Ligation Assay in Fixed Cells. J. Vis. Exp. (118), e54899, doi:10.3791/54899 (2016).More

    Tubbs, E., Rieusset, J. Study of Endoplasmic Reticulum and Mitochondria Interactions by In Situ Proximity Ligation Assay in Fixed Cells. J. Vis. Exp. (118), e54899, doi:10.3791/54899 (2016).

    Less
    Copy Citation Download Citation Reprints and Permissions
    View Video

    Get cutting-edge science videos from JoVE sent straight to your inbox every month.

    Waiting X
    simple hit counter