Waiting
Login processing...

Trial ends in Request Full Access Tell Your Colleague About Jove
JoVE Science Education
Developmental Psychology

A subscription to JoVE is required to view this content.
You will only be able to see the first 20 seconds.

Sei intelligente o laborioso? Come la lode influenza la motivazione dei bambini
 
Click here for the English version

Sei intelligente o laborioso? Come la lode influenza la motivazione dei bambini

Overview

Fonte: Laboratori di Judith Danovitch e Nicholaus Noles—Università di Louisville

Immagina di insegnare a due bambini a pattinare. È un compito difficile per entrambi, e cadono frequentemente. Dopo essere caduto per la prima volta, un bambino dice che pattinare è troppo difficile e vuole tornare a casa. L'altro bambino sembra godersi la sfida e si rialza con entusiasmo dopo essere caduto ogni volta. Perché i bambini hanno atteggiamenti così diversi riguardo allo stesso compito? Una ragione potrebbe essere che hanno mentalità o convinzioni diverse sulla natura delle loro capacità.

Secondo la psicologa Carol Dweck, alcune persone hanno una mentalità fissa e alcune persone hanno una mentalità di crescita. Le persone con una mentalità fissa credono che l'intelligenza o le abilità siano fisse e non possano cambiare. Quando queste persone affrontano una sfida, come imparare a pattinare, tendono a credere che se una nuova abilità non arriva facilmente, allora semplicemente non sono bravi a farlo. Non vedono le loro abilità come capaci di cambiare, e quindi decidono che è inutile continuare a provare. Le persone con una mentalità di crescita hanno l'atteggiamento opposto. Credono che le abilità possano essere sviluppate attraverso il duro lavoro e continuano a cercare di migliorare anche se inizialmente non ci riescono.

Come si sviluppano queste diverse mentalità? Un fattore che influenza la persistenza e la motivazione dei bambini ad avere successo è il modo in cui il loro successo è descritto da altre persone. In particolare, il tipo di lode che i bambini ricevono dagli adulti, come genitori e insegnanti, può avere un potente effetto sulla loro successiva motivazione a svolgere un compito impegnativo.

Questo video dimostra come misurare l'effetto della lode sulla motivazione dei bambini in base ai metodi sviluppati da Mueller e Dweck. 1

Procedure

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

Recluta bambini dai 9 agli 11 anni. Ai fini di questa dimostrazione, viene testato un solo bambino. Campioni di dimensioni maggiori (come nello studio1di Mueller e Dweck) sono raccomandate quando si conducono esperimenti.

Assicurati che i partecipanti abbiano udito e vista normali.

1. Preparare i materiali.

  1. Ottieni tre serie di puzzle o problemi simili con circa 10 oggetti per set. Due serie dovrebbero essere di difficoltà moderata e una serie dovrebbe essere molto difficile da completare per un bambino. In questa dimostrazione, utilizzare tangrams.

2. Raccolta dei dati

  1. Introduzione all'attività
    1. Siediti il bambino sul lato opposto del tavolo come sperimentatore.
    2. Spiega che il bambino risolverà alcuni enigmi. Di': "Ti mostrerò alcuni enigmi. Lascia che ti mostri come funzionano questi enigmi."
    3. Dimostra come completare un tangram molto semplice.
  2. Misurazione iniziale delle prestazioni
    1. Dì al bambino: "Ora avrai la possibilità di completare alcuni enigmi. Voglio che tu completi quanti più puzzle puoi in 5 minuti. Ricorda che devi completare correttamente ogni puzzle prima di poter passare a quello successivo.
    2. Imposta un timer per 5 minuti e fermati.
  3. Manipolazione delle lodi
    1. Incoraggia il bambino dicendo: "Wow, hai fatto molto bene su questi problemi. Hai ottenuto [numero di enigmi completati] giusto. Questo è più di [percentuale di puzzle completati] dei puzzle!"
    2. A questo punto, assegna casualmente il bambino a una delle due condizioni di lode.
      1. Nell'elogio per la condizione di abilità, lo sperimentatore dice: "Devi essere intelligente in questi enigmi".
      2. Nell'elogio per la condizione di sforzo, lo sperimentatore dice: "Devi aver lavorato sodo a questi enigmi".
  4. Esperienza di errore
    1. Dì al bambino: "Ora farai un'altra serie di enigmi. Avrai 5 minuti per lavorare su di loro. Ricorda che devi completare correttamente ogni puzzle prima di poter passare a quello successivo.
    2. Imposta un timer per 5 minuti.
    3. Presenta i tangram molto difficili.
    4. Quando il timer si spegne, dì: "Hai fatto molto peggio su questi enigmi. Hai ottenuto meno di [percentuale di enigmi completati] di loro giusto. "
  5. Misurazione delle prestazioni post-guasto
    1. Dì al bambino: "Ora farai un'altra serie di enigmi. Avrai 5 minuti per lavorare su di loro. Ricorda che devi completare correttamente ogni puzzle prima di poter passare a quello successivo.
    2. Presenta la seconda serie di tangram moderatamente difficili.
    3. Fermati quando il timer si spegne.
  6. Debriefing
    1. Spiega al bambino di cosa parlava lo studio. Dì: "Questo studio riguardava il modo in cui i bambini reagiscono a diversi tipi di elogi quando fanno questi enigmi".
    2. Rassicurare il bambino sulla qualità complessiva delle sue prestazioni. Dì: "La seconda serie di puzzle è stata molto difficile. È stato fatto per bambini molto più grandi di te. In realtà hai fatto un ottimo lavoro risolvendo tutti gli enigmi."

3. Analisi

  1. Le variabili dipendenti in questo studio sono il numero di puzzle che il bambino completa durante la misurazione iniziale delle prestazioni e il numero di puzzle che il bambino completa durante la misura post-fallimento.
  2. Confronta le prestazioni iniziali e post-fallimento del bambino usando un'analisi di misura ripetuta della varianza, con il tempo come fattore all'interno dei soggetti e la condizione come fattore tra i soggetti.

La motivazione di un bambino ad avere successo in un compito, che si tratti di un compito scolastico, di un evento sportivo o di un mestiere, è fortemente influenzata dalla sua mentalità e dal modo in cui percepisce se stesso.

Secondo la psicologa Carol Dweck, i bambini rientrano in una delle due categorie mentali: fisso o crescita.

Quelli con una mentalità fissa non sono suscettibili di persistere nell'apprendimento di una nuova abilità, come il pattinaggio sul ghiaccio, se non viene loro naturale. Non sono motivati a continuare a provare, perché credono che le loro capacità non possano cambiare, anche con il duro lavoro.

Al contrario, i bambini con una mentalità di crescita pensano che le loro abilità possano essere migliorate con lo sforzo. Pertanto, anche dopo aver fallito alcune volte, sono motivati a persistere quando si presentano compiti difficili.

Sebbene la mentalità di un bambino riguardi il modo in cui pensa a se stesso, può essere modellato da come le altre persone, in particolare genitori e insegnanti, parlano dei loro tratti e abilità.

Se il successo di un bambino in un compito è elogiato come dovuto all'abilità intrinseca, questo può effettivamente istigare una mentalità fissa.

Di conseguenza, i bambini possono concludere che i compiti che trovano difficili sono al di là delle loro capacità o impossibili da completare, con conseguente mancanza di motivazione per persistere nell'eseguirli.

Usando i puzzle, questo video dimostra come esplorare se diversi tipi di lode influenzano la motivazione nei bambini e descrive come progettare un esperimento e raccogliere e interpretare i dati, oltre ad applicare i risultati per costruire la motivazione sia nei bambini che negli adulti.

In questo esperimento, ai bambini di età compresa tra 9 e 11 anni viene chiesto di completare tre serie di dieci puzzle tangram.

Poiché questi tipi di puzzle sono costituiti da forme semplici, hanno istruzioni semplici e possono essere di varie difficoltà, sono strumenti meravigliosi per valutare la motivazione e la persistenza dei bambini in un compito.

Ai bambini viene prima dato un set di puzzle di media difficoltà. Il numero di puzzle che un bambino completa con successo in cinque minuti serve come misura iniziale delle loro prestazioni.

Successivamente, i bambini vengono congratulati per i loro risultati e assegnati in modo casuale a uno dei due gruppi di condizioni di lode: abilità o sforzo.

Ai bambini del primo gruppo viene detto che sono intelligenti nei puzzle. Questo tipo di lode enfatizza la capacità di risoluzione dei puzzle dei bambini e incoraggia una mentalità fissa.

Al contrario, i bambini del secondo gruppo sono elogiati per il duro lavoro, il che enfatizza lo sforzo che mettono nella risoluzione di enigmi e promuove una mentalità di crescita.

Ci si aspetta che il tipo di lode che i bambini ricevono – e la mentalità che sviluppano in risposta – influenzi le loro prestazioni e la motivazione per avere successo nei puzzle successivi.

Ai bambini viene quindi data la seconda collezione di puzzle tangram. Il trucco qui è che questi enigmi sono molto più difficili dei precedenti.

Poiché ci si aspetta che i bambini siano in grado di risolvere meno enigmi in questo round, ha lo scopo di fornire loro un'esperienza di "fallimento". È importante sottolineare che questo imposta abilmente la terza e ultima collezione di puzzle tangram come una sfida da superare.

Anche questo terzo set, come il primo, è di media difficoltà. Il numero di enigmi risolti qui fornisce una misura post-fallimento delle prestazioni.

In questo caso, le variabili dipendenti sono il numero di enigmi completati durante le misurazioni delle prestazioni iniziali e post-fallimento, rispettivamente, nel primo e nel terzo set di tangram.

Sulla base del precedente lavoro di Dweck, ci si aspetta che un bambino elogiato per il suo sforzo completerà più enigmi nel terzo set di tangram rispetto al primo set. In altre parole, le loro prestazioni di risoluzione dei puzzle saranno più elevate dopo la loro esperienza di fallimento.

Ciò è probabilmente dovuto al fatto che i bambini si percepiscono come laboriosi in risposta a questo tipo di lode, che li ispira a voler riuscire a risolvere enigmi.

Per iniziare, seleziona un totale di 30 puzzle tangram, 20 dei quali dovrebbero essere moderatamente difficili per i bambini di 9-11 anni e 10 che sono molto difficili da completare per un bambino di questa età.

Quando il bambino arriva, accoglilo e spiegagli che risolverà tre serie di enigmi.

Siediti di fronte al bambino a un tavolo e dimostra come completare un facile puzzle tangram. Spiega che una volta che iniziano a lavorare su un puzzle, deve essere risolto con successo prima di poter passare a quello successivo in un set.

Una volta che il bambino capisce il compito, consegnagli il primo set di tangram e inizia un timer. Una volta trascorsi 5 minuti, registra il numero di enigmi che il bambino ha risolto.

Loda il bambino in base a quale gruppo gli è stato assegnato: abilità ("Devi essere intelligente in questi puzzle") o sforzo ("Devi aver lavorato sodo a questi enigmi").

Successivamente, fornisci al bambino il secondo set di puzzle. Una volta trascorsi 5 minuti, informali che hanno fatto molto peggio su questi problemi rispetto ai precedenti.

Dai a ogni bambino il terzo e ultimo set di tangram e registra di nuovo il numero di enigmi che risolvono dopo 5 minuti.

Dopo che tutti e tre i set sono stati completati, informa il bambino e spiega che questo studio è stato condotto per valutare come hanno reagito a diversi tipi di lode. Rassicurali che hanno fatto un ottimo lavoro su tutti i puzzle e spiega che il secondo set era in realtà pensato per bambini molto più grandi.

Per visualizzare i dati, rappresentare graficamente il numero medio di enigmi che i bambini hanno risolto in condizioni di lode, prima e dopo l'esperienza di fallimento.

Si noti che i bambini che sono stati elogiati per il loro sforzo hanno dimostrato un aumento delle prestazioni post-fallimento, suggerendo che questo tipo di incoraggiamento li ha motivati a persistere nel loro duro lavoro, anche quando era impegnativo.

Ora che sai come progettare un esperimento basato su puzzle per studiare gli effetti della lode sulla motivazione nei bambini, diamo un'occhiata ad altri modi in cui la lode - e persino la critica - può essere usata per modellare il comportamento umano.

La scoperta che lodare lo sforzo, e non l'abilità individuale, aumenta la persistenza può essere facilmente applicata alle impostazioni scolastiche, incoraggiando i bambini a perseverare in campi che sono percepiti come difficili, come le scienze.

Oltre a scoprire che lodare lo sforzo di un bambino lo ha motivato ad avere successo, gli psicologi hanno scoperto che criticare lo sforzo, piuttosto che l'abilità, aumenta anche la motivazione, che potrebbe influenzare le tecniche di coaching.

Ad esempio, un allenatore che critica la quantità di tempo praticata da un bambino, piuttosto che la sua naturale capacità di pattinaggio, può essere più efficace nel motivare quel bambino ad avere successo nella competizione successiva.

Infine, anche se ci siamo concentrati qui sui bambini, anche gli adulti sono influenzati dalla mentalità, in quanto sono malleabili a qualsiasi età e nel tempo possono passare dall'essere fissi alla crescita e viceversa.

Di conseguenza, gli psicologi stanno esplorando come lodare lo sforzo può essere applicato sul posto di lavoro per promuovere una mentalità di crescita nei dipendenti e migliorare la soddisfazione e la produttività sul lavoro.

Hai appena visto il video di JoVE che esplora gli effetti della lode sulla motivazione nei bambini. Ormai, dovresti capire come i puzzle tangram possono essere utilizzati per indagare su questa domanda ed essere in grado di raccogliere e interpretare i dati di risoluzione dei puzzle dei bambini. È importante sottolineare che abbiamo esaminato come diversi tipi di lode, mirati allo sforzo o all'abilità, possono influenzare le prestazioni sia nei bambini che negli adulti.

Grazie per l'attenzione!

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Results

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

I ricercatori hanno testato 80 bambini di età da 9 a 11 anni(n = 40 in ogni condizione) e hanno scoperto che il tipo di lode che i bambini ricevevano aveva un effetto significativo sulle loro prestazioni. Entrambi i gruppi di bambini hanno iniziato con prestazioni simili sui puzzle iniziali, ma i bambini che sono stati elogiati per l'abilità hanno mostrato una significativa diminuzione delle loro prestazioni dopo aver fallito nei puzzle più difficili. I bambini che sono stati elogiati per lo sforzo hanno mostrato un miglioramento delle prestazioni dopo l'esperienza del fallimento, suggerendo che sentire il loro successo iniziale era una funzione del loro sforzo li ha motivati a lavorare ancora più duramente sugli enigmi dopo aver fallito (Figura 1).

Figure 1
Figura 1. Prestazioni medie iniziali e post-fallimento per i bambini in ogni condizione.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Applications and Summary

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

La scoperta che una breve dichiarazione di elogio da parte di uno sperimentatore ha conseguenze significative per la motivazione di un bambino a completare un compito impegnativo ha importanti implicazioni per il modo in cui genitori e insegnanti parlano ai bambini. Anche se dire "Sei così intelligente" potrebbe sembrare un buon modo per lodare un bambino, questi risultati suggeriscono che farlo favorisce lo sviluppo di una mentalità fissa, che può essere dannosa per la volontà dei bambini di persistere in compiti impegnativi. Al fine di favorire lo sviluppo di una mentalità di crescita e motivare i bambini a persistere di fronte alle sfide, genitori e insegnanti dovrebbero invece lodare i bambini per il loro sforzo. Questo vale anche nel caso delle critiche. Criticare lo sforzo(ad esempio,"Hai perso la gara perché non ti sei allenato tanto quanto il vincitore") ha maggiori probabilità di motivare i bambini a continuare a lavorare per raggiungere un obiettivo piuttosto che criticare l'abilità(ad esempio,"Hai perso la gara perché non sei un corridore veloce").

La lode influenza la mentalità e la mentalità influenza molte variabili diverse legate alla motivazione e al modo in cui le persone affrontano le sfide. Fortunatamente, una mentalità non è fissa per sempre. Anche i bambini che in genere hanno una mentalità fissa possono essere spostati in una mentalità di crescita con il giusto tipo di lode e istruzione. Ancora più importante, gli effetti della promozione di una crescita o di una mentalità fissa non sono limitati ai bambini. Carol Dweck ha scoperto che questi principi si applicano anche agli adulti in una varietà di settori, tra cui il posto di lavoro, le relazioni romantiche e la politica.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

References

  1. Mueller, C.M., & Dweck, C.S. Praise for intelligence can undermine children's motivation and performance. Journal of Personality and Social Psychology. 75 (1), 33-52 (1998).

Transcript

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the English version.

Get cutting-edge science videos from JoVE sent straight to your inbox every month.

Waiting X
Simple Hit Counter