Waiting
Login processing...

Trial ends in Request Full Access Tell Your Colleague About Jove
JoVE Science Education
Nursing Skills

A subscription to JoVE is required to view this content.
You will only be able to see the first 20 seconds.

Preparazione e somministrazione di farmaci secondari intermittenti per via endovenosa
 
Click here for the English version

Preparazione e somministrazione di farmaci secondari intermittenti per via endovenosa

Overview

Fonte: Madeline Lassche, MSNEd, RN e Katie Baraki, MSN, RN, College of Nursing, Università dello Utah, UT

Le infusioni endovenose secondarie (IV) sono un modo per somministrare piccole quantità controllate in volume di soluzione endovenosa (25-250 ml). Le infusioni secondarie per via endovenosa vengono somministrate per periodi di tempo più lunghi rispetto ai farmaci per la spinta endovenosa, il che riduce i rischi associati alle infusioni rapide, come la flebite e l'infiltrazione. Inoltre, alcuni farmaci antibiotici sono stabili solo per un tempo limitato in soluzione.

Il tubo secondario per via endovenosa è collegato al tubo IV macrobore primario (grande diametro interno) ed è quindi "secondario" all'infusione primaria. La sacca della soluzione secondaria è tipicamente appesa più in alto della sacca per infusione primaria e viene successivamente "piggybacked" sopra l'infusione endovenosa primaria. Questa posizione più elevata pone una maggiore pressione gravitazionale sulla soluzione IV secondaria. Di conseguenza, l'infusione primaria viene temporaneamente sospesa fino a quando il volume di infusione secondario non è stato erogato. Questo approccio garantisce che il farmaco sia completamente infuso a causa di un immediato ritorno dell'infusione endovenosa di mantenimento nella linea IV. L'infusione endovenosa secondaria può essere erogata in modo sicuro quando lo stato del volume del fluido del paziente consente di sospendere temporaneamente la somministrazione di liquido di mantenimento e nei pazienti con ipervolemia.

Questo video mostra la somministrazione di farmaci secondari per infusione endovenosa intermittente utilizzando una pompa per infusione e utilizzando tubi per gravità senza pompa per infusione. Ciò includerà una revisione dell'acquisizione del farmaco per infusione endovenosa secondaria intermittente, l'innesco del tubo IV secondario, la preparazione del paziente, il calcolo del tasso di somministrazione del farmaco e l'impostazione del tasso di gocciolamento IV secondario.

Procedure

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

1. Considerazioni generali sulla procedura (revisione in camera, con il paziente).

  1. Entrando per la prima volta nella stanza del paziente, disinfettare le mani lavandosi con sapone e acqua tiepida o applicando un disinfettante per le mani. Applicare un attrito vigoroso per almeno 20 s.
  2. Rivedere la cartella clinica elettronica per la storia medica del paziente, le allergie, la diagnosi di ammissione, le condizioni attuali e la capacità di assunzione orale per confermare che il paziente richiede un'infusione endovenosa secondaria.
  3. Al computer al capezzale, tira su il Medication Administration Record (MAR).
  4. Rivedere il MAR del paziente per gli ordini di mantenimento e infusione endovenosa secondaria, incluso il tipo di farmaco ordinato, il liquido IV di mantenimento, la velocità di somministrazione e la compatibilità del farmaco e del fluido IV di mantenimento.
  5. Lasciare la stanza del paziente e lavarsi le mani come descritto sopra (passo 1.1).

2. Nell'area di preparazione del farmaco, acquisire l'infusione intermittente secondaria ordinata e completare il primo controllo di sicurezza utilizzando i cinque "diritti" di somministrazione del farmaco. Fare riferimento al video "Controlli di sicurezza per l'acquisizione di farmaci da un dispositivo di erogazione di farmaci".

3. Acquisire e innescare il tubo IV secondario. Fare riferimento al passaggio 9.8 per una tecnica di adescamento secondario alternativo.

  1. Aprire la confezione della sacca secondaria intermittente per infusione (sacca secondaria) e del tubo secondario per via endovenosa. Il set di tubi IV secondari includerà un braccio di estensione in plastica, con ganci su entrambe le estremità. Impostare il braccio di estensione sul bancone durante l'adescamento del tubo IV secondario.
  2. Tenendo il tubo IV secondario nella mano non dominante, far scorrere il morsetto del rullo verso l'estremità del morsetto stretto per occludere il tubo e posizionare il tubo sul bancone. Il bloccaggio del tubo impedirà all'aria di essere tirata nel tubo e la perdita di farmaci dal tubo una volta che la sacca per infusione intermittente secondaria è accessibile e invertita.
  3. Tenendo la borsa nella mano non dominante, afferrare la porta della borsa secondaria nel punto in cui è collegata alla borsa secondaria usando il pollice e l'indice non dominanti.
  4. Con la mano dominante, tira e rimuovi la coda di maiale di gomma che copre la porta secondaria della borsa e imposta la coda di maiale sul bancone. Fare attenzione a non toccare l'apertura della porta secondaria della borsa. Se ciò si verifica, il sacchetto secondario è contaminato e deve essere acquisito un nuovo sacchetto.
  5. Tieni la punta secondaria del tubo con il dito medio e la base del pollice, rimuovi il coperchio protettivo dalla punta con la punta dello stesso pollice e indice e lascia cadere il coperchio sul bancone.
  6. Tenendo la borsa secondaria come descritto al punto 3.3, inserire la punta del tubo secondario usando il pollice dominante e l'indice nella porta della borsa secondaria, utilizzando un delicato movimento di torsione.
  7. Invertire la borsa secondaria e posizionarla vicino all'altezza degli occhi. Spremere delicatamente la camera di gocciolamento IV fino a quando non è da 1/3 a 1/2 piena di liquido.
  8. Con il pollice e l'indice dominanti, arrotolare delicatamente il morsetto verso l'estremità più grande per aprire il tubo fino a quando il fluido inizia a fluire. Ciò consentirà al fluido di fluire nel tubo e all'aria di essere spinta fuori dal tubo, senza la perdita di farmaci.
  9. Quando il fluido ha raggiunto la fine del tubo, occludere il tubo facendo rotolare il morsetto verso l'estremità stretta usando il pollice.

4. Nell'area di preparazione del farmaco, completare il secondo controllo di sicurezza utilizzando i cinque "diritti" di somministrazione del farmaco. Fare riferimento al video "Controlli di sicurezza per l'acquisizione di farmaci da un dispositivo di erogazione di farmaci".

5. Acquisire forniture appropriate, tra cui 10 ml di normale lavaggio salino, salviette icool e il braccio di prolunga in plastica incluso nel tubo IV secondario. Scartare i rifiuti creati durante il processo di preparazione.

Amministrazione

6. Entrando per la prima volta nella stanza del paziente, impostare la borsa secondaria, il tubo e le forniture aggiuntive sul bancone e lavarsi le mani, come descritto nel passaggio 1.1.

7. Nella stanza del paziente, completare il terzo e ultimo controllo di sicurezza del farmaco, aderendo ai cinque "diritti" della somministrazione del farmaco. Fare riferimento al video "Preparazione e somministrazione di farmaci orali e liquidi".

8. Valutare e lavare il sito di inserimento IV periferico. Fare riferimento al video "Valutazione e lavaggio di una linea endovenosa periferica".

9. Appendere l'infusione secondaria intermittente e collegare il tubo secondario alla linea fluida IV primaria del paziente.

  1. Se un'infusione primaria passa attraverso una pompa per infusione, sospendere temporaneamente la pompa per infusione.
    1. ALTERNATIVA: Se un'infusione primaria è in esecuzione senza una pompa di infusione, occludere l'infusione primaria facendo scorrere il morsetto a rulli del tubo primario verso l'estremità stretta del morsetto. Ciò impedirà l'infusione involontaria di liquidi primari e secondari nel paziente.
  2. Recupera il braccio di prolunga in plastica con ganci su entrambe le estremità. Posizionare un gancio nella parte superiore del palo del fluido IV. Rimuovere il sacchetto del fluido primario dal palo e appenderlo al gancio inferiore del braccio di estensione in plastica. Appendere il sacchetto del fluido secondario dal palo IV.
  3. Ispezionare il tubo secondario per l'aria. Se la linea ha aria, continuare con i seguenti passaggi e fare riferimento al passaggio 9.8 per istruzioni su come rimuovere l'aria dal tubo secondario.
  4. Lavarsi le mani, come descritto nel passaggio 1.1, e indossare guanti puliti.
  5. Sul tubo primario, individuare il sito di iniezione senza ago sopra la pompa di infusione.
    1. ALTERNATIVA: Se è in uso l'infusione per gravità, individuare il sito di iniezione senza ago più vicino alla camera di gocciolamento del tubo primario.
    2. Apri una salvietta icool e tienila con la mano dominante.
    3. Tenendo il sito di iniezione senza ago del tubo primario con la mano non dominante, avvolgere la salvietta alcolica intorno al sito e strofinare il sito con attrito e intento (come se si stesse spendendo un'arancia) per almeno 15 s. Lasciare asciugare il sito di iniezione senza ago continuando a tenerlo con la mano non dominante, facendo attenzione a non toccare il sito.
  6. Pur continuando a tenere lo stesso sito di iniezione primario senza ago tra il pollice e l'indice non dominante, afferrare il tubo secondario vicino alla porta di connessione usando la mano dominante e rimuovere il cappuccio di plastica, facendo attenzione a non contaminare la parte interna della porta di connessione.
  7. Collegare il tubo secondario alla porta di iniezione senza ago del tubo primario spingendo e ruotando delicatamente in senso orario fino a quando non è sicuro.
  8. ALTERNATIVA: adescamento del riflusso.
    1. Rimuovere la borsa secondaria dal palo IV.
    2. Tenere la sacca secondaria più in basso rispetto alla sacca primaria per infusione.
    3. Con il pollice e l'indice della mano dominante, arrotolare delicatamente il morsetto verso l'estremità più grande per aprire il tubo, solo fino a quando il fluido inizia a fluire. Ciò consentirà al fluido IV di manutenzione dalla linea di tubazione primaria di fluire nel tubo secondario e all'aria di essere spinta fuori dal tubo senza la perdita di farmaci.
    4. Quando l'aria è stata eliminata dal tubo, bloccare il tubo tenendo il morsetto tra il pollice e l'indice della mano dominante. Arrotolare il morsetto verso l'estremità stretta usando il pollice per occludere il tubo. A questo punto, la camera di gocciolamento secondaria non deve essere più di 2/3 piena.
    5. Riportare il fluido secondario al polo IV e assicurarsi che il sacchetto del fluido primario venga restituito al gancio del braccio di estensione, permettendogli di appendersi più in basso rispetto al sacchetto del fluido secondario.
  9. Impostare la velocità di gocciolamento intermittente secondaria dell'infusione.
    1. Aprire il morsetto del rullo di tubo IV secondario facendo scorrere il rullo del morsetto secondario verso l'estremità più grande del morsetto.
    2. Individuare il pulsante "Secondario" sulla pompa di infusione per programmare la velocità di infusione secondaria. Il pulsante "Secondario" consentirà di programmare la velocità di somministrazione per la sacca per infusione secondaria. Una volta completata l'infusione, la pompa riprenderà automaticamente la velocità di infusione primaria.
    3. Premere il pulsante "Start" sulla pompa di infusione e verificare che l'infusione secondaria sia in esecuzione notando gocciolamenti che cadono nella camera di gocciolamento del tubo di infusione secondario.
      1. ALTERNATIVA: Se è in uso un tubo a gravità, calcolare la velocità di gocciolamento dell'infusione intermittente secondaria in base alle raccomandazioni della farmacia e/o alle informazioni raccolte dalla guida ai farmaci infermieristici.
      2. Individuare il valore del fattore di goccia sulla confezione del tubo IV. Il fattore di goccia varia per i diversi tipi di tubi IV. Moltiplicare la quantità di liquido, in millilitri, da somministrare ogni ora per il fattore goccia e poi dividere per 60 min. Questo ti darà il numero di gocce al minuto.
      3. Dividere il numero di gocce al minuto per 4. Questo ti darà il numero di gocce per 15 s.
      4. Tenere il morsetto primario del rullo di tubi IV nella mano dominante.
      5. Tenere un orologio con la mano non dominante accanto alla camera di gocciolamento del tubo IV secondario.
      6. Tenendo il morsetto del rullo IV primario nella mano dominante, far scorrere delicatamente il rullo del morsetto verso l'estremità più grande del morsetto mentre si guarda l'orologio e quindi la camera di gocciolamento. Contare il numero di gocce viste nella camera di gocciolamento. Regolare la velocità di caduta facendo rotolare il morsetto per aumentare o diminuire il numero di gocce fino a quando il numero di gocce che si verificano entro 15 s corrisponde al numero di gocce calcolato.
  10. Rivalutare il sito del liquido del catetere IV periferico (PIV) per perdite o gonfiore. Chiedere al paziente se sta provando dolore quando il fluido IV entra nella linea.
    1. ALTERNATIVA: Se è in uso un tubo a gravità, annotare il momento in cui è iniziata l'infusione secondaria. Dovrà tornare a ripristinare la velocità di infusione alla velocità di infusione ordinata per l'infusione di mantenimento primaria.

10. Documentare la somministrazione secondaria intermittente di farmaci per infusione nella cartella clinica elettronica del paziente.

  1. Nella cartella clinica elettronica del paziente, registrare la data, l'ora, la posizione / sito del PIV in cui è stata collegata l'infusione intermittente secondaria e i risultati della valutazione del sito IV periferico.

11. Gettare i rifiuti negli appositi recipienti.

12. Lasciare la stanza del paziente. All'uscita dalla stanza, lavarsi le mani, come descritto nel passaggio 1.1.

L'infusione endovenosa secondaria è un modo per somministrare quantità controllate in volume di farmaci per via endovenosa per periodi di tempo più lunghi rispetto ai farmaci per via endovenosa. Questo a sua volta riduce i rischi associati alle infusioni rapide, come la flebite e l'infiltrazione. Il tubo secondario del farmaco IV è collegato al tubo endovenoso primario ed è quindi "secondario" all'infusione primaria.

Questo video dimostrerà i passaggi per l'acquisizione di farmaci secondari per via endovenosa, l'innesco del tubo IV secondario e l'impostazione dell'assemblaggio di somministrazione secondaria e del tasso di gocciolamento endovenoso.

Prima di impostare la flebo, l'infermiera dovrà eseguire alcuni passaggi preliminari. Il primo passo per entrare nella stanza di un paziente è quello di utilizzare le precauzioni standard utilizzando disinfettante per le mani o lavarsi le mani vigorosamente per 20 secondi con sapone e acqua tiepida.

Successivamente, rivedere la procedura farmacologica con il paziente e affrontare eventuali domande che il paziente potrebbe avere. Al computer al capezzale, accedi e rivedi la cartella clinica elettronica. Assicurati di essere a conoscenza della storia del paziente, delle allergie e dell'ammissione della diagnosi. Inoltre, convalidare il tipo e la quantità di farmaco da somministrare e cercare il tasso di somministrazione nella guida al farmaco. È importante verificare la compatibilità dei liquidi con qualsiasi farmaco IV che viene somministrato contemporaneamente.

Lasciare la stanza del paziente per raccogliere le forniture e i farmaci secondo necessità e lavarsi le mani all'uscita, come descritto in precedenza. Nell'area di preparazione del farmaco, acquisire il farmaco per infusione endovenosa ordinato e il tubo IV secondario. Prima di aprire il farmaco, eseguire il primo controllo di sicurezza aderendo ai cinque "diritti" della somministrazione sicura del farmaco.

Dopo aver ottenuto le forniture necessarie, il passo successivo è l'innesco del tubo IV. Aprire il pacchetto di tubi e far scorrere il morsetto a rulli verso l'estremità stretta prima di posizionarlo sul bancone. Quindi, prendi la sacca del farmaco per infusione endovenosa. Rimuovere la coda di maiale che copre la porta della sacca per infusione endovenosa e scartare. È importante non contaminare l'apertura del sacchetto durante questo processo.

Ora, prendi il tubo IV e, usando la punta del pollice e dell'indice, fai scorrere con attenzione il coperchio protettivo dal picco del tubo IV e scartalo in un contenitore della spazzatura. Ancora una volta, è importante evitare di contaminare il picco del tubo durante questo processo. Quindi, inserire la punta del tubo nella porta della sacca per infusione endovenosa con un delicato movimento di torsione. Ora, mentre si tiene la sacca del farmaco IV vicino all'altezza degli occhi, spremere delicatamente la camera di gocciolamento fino a quando non è da 1/3 a 1/2 piena con il liquido del farmaco per infusione IV.

Per innescare il tubo, aprire leggermente il morsetto di rotolamento fino a quando il fluido inizia a fluire. Ciò consente al fluido del farmaco di fluire attraverso il tubo, garantendo al contempo che tutta l'aria venga rilasciata senza perdita di farmaci. Quando il fluido ha raggiunto l'estremità del tubo, arrestare il flusso spostando il morsetto del rullo verso l'estremità stretta del morsetto.

Etichettare il tubo del farmaco con il nome e la dose. La data, l'ora e le iniziali dell'infermiere possono anche essere richieste dalla politica istituzionale. Dopo che il farmaco è stato preparato, completare il secondo controllo di sicurezza del farmaco utilizzando i cinque "diritti" di somministrazione del farmaco.

Ora sei pronto per la somministrazione del farmaco al paziente. Prima di entrare nella stanza, recuperare un normale risciacquo salino da 10 ml e salviette alcoliche, oltre al farmaco IV e al tubo IV.

Nella stanza del paziente, mettere da parte i farmaci e le forniture e lavarsi le mani, come descritto in precedenza. Ora, completa il terzo e ultimo controllo di sicurezza seguendo la lista di controllo dei cinque "diritti" di somministrazione dei farmaci.

Per iniziare la somministrazione, valutare il sito IV del paziente per assicurarsi che non si verifichino arrossamenti o flebiti. Per informazioni dettagliate su questa valutazione, vedere un altro video in questa raccolta. Una volta determinato che il sito IV è brevettato, se un'infusione primaria sta attraversando una pompa per infusione, sospendere temporaneamente la pompa per infusione. Ciò impedirà l'infusione involontaria di liquidi primari e secondari al paziente.

Ora, appendere il farmaco IV secondario sul palo IV. Quindi, rimuovere il sacchetto primario dal palo IV e prendere il gancio di prolunga in plastica fornito nella confezione secondaria del tubo e attaccare un lato attraverso il foro nella parte superiore del sacchetto primario. Appendere il gancio di plastica al palo IV, consentendo al sacchetto primario di appendersi più in basso rispetto al sacchetto secondario. Appendere la borsa primaria sotto quella secondaria consente alla borsa primaria di assumere il sopravvento una volta che il farmaco secondario è stato infuso. Ispezionare attentamente il tubo secondario per l'aria. Se la linea ha aria, seguire le istruzioni nella sezione "Back Flow Priming" nel protocollo di testo riportato di seguito.

Ora, lavati le mani e indossa guanti puliti. Quindi, individuare la porta di iniezione senza ago sopra la pompa sul tubo primario e strofinare il sito con una salvietta icool per 15 secondi, con attrito e intento, tenendo il sito di iniezione senza ago del tubo primario con la mano non dominante. Quindi, rimuovere il cappuccio dalla fine del farmaco secondario del tubo. Successivamente, collegare il tubo del farmaco per infusione endovenosa al sito di iniezione spingendolo delicatamente e ruotando la parte esterna della porta di connessione in senso orario fino a quando non è sicuro. Assicurarsi che il mozzo senza ago e l'estremità del tubo IV non si tocchino altro che l'un l'altro nel processo.

Ora, imposta la velocità di gocciolamento dell'infusione intermittente secondaria. Aprire il morsetto secondario del rullo di tubo IV facendo scorrere il rullo del morsetto secondario verso l'estremità più grande del morsetto. Per somministrare, individuare il pulsante "Secondario" sulla pompa di infusione per programmare la velocità di infusione secondaria. Il pulsante "Secondario" consentirà di programmare la velocità di somministrazione per la sacca per infusione secondaria. Una volta completata l'infusione, la pompa riprenderà automaticamente la velocità di infusione primaria. Premere il pulsante "Start" sulla pompa di infusione e verificare che l'infusione secondaria sia in esecuzione notando gocciolamenti che cadono nella camera di gocciolamento del tubo di infusione secondario.

In caso di tubi a gravità, è possibile conoscere il fattore di caduta fornito sul pacchetto di tubi IV per calcolare le gocce al minuto. Per calcolare il numero di gocce al minuto, moltiplicare la quantità di liquido in ml da somministrare ogni ora per il fattore di goccia e quindi dividerlo per 60 minuti. Quindi, per calcolare il numero di gocce per 15 secondi, dividere le gocce al minuto per 4. Per somministrare, mentre guardi l'orologio e la camera di gocciolamento, regola il morsetto a rulli secondario in modo che il numero di cadute che si verificano entro 15 secondi corrisponda al numero di gocce precedentemente calcolato.

Valutare il sito IV del paziente per eventuali gonfiori o perdite. Chiedi al paziente se stanno vivendo dolore mentre il farmaco IV sta infondendo. Documentare il farmaco per infusione endovenosa nel MAR del paziente, compresa la documentazione per l'ora, la data, il luogo e la quantità di farmaco che viene somministrato. Al termine, lasciare la stanza del paziente e lavarsi le mani.

"Un passo importante quando si appendono le infusioni secondarie è quello di appendere le sacche di soluzione secondaria più in alto rispetto alla sacca per infusione primaria, quindi "piggybacking" sopra l'infusione primaria per via endovenosa. Questa posizione più elevata pone una maggiore pressione gravitazionale sulla soluzione IV secondaria. Di conseguenza, l'infusione primaria viene temporaneamente sospesa fino a quando il volume di infusione secondaria non è stato erogato".

"Un altro passo importante è, quando si innesca la linea secondaria, garantire che tutte le bolle d'aria vengano rimosse dal tubo. Errori comuni associati a questa procedura includono la mancata verifica della compatibilità del fluido IV di mantenimento con il farmaco; calcolare il fattore di goccia sbagliato, che somministrerebbe il farmaco al ritmo errato; e non riuscendo a valutare il paziente per le reazioni ai farmaci. "

Hai appena visto l'introduzione di JoVE alla preparazione e alla somministrazione di infusioni secondarie intermittenti. Ora dovresti capire le forniture necessarie, come innescare e retrodesi i tubi IV e come regolare la velocità di gocciolamento sia per la pompa che per le impostazioni di gravità. Come sempre, grazie per aver guardato!

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Applications and Summary

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

Questo video descrive in dettaglio il processo per la somministrazione di farmaci secondari per infusione endovenosa utilizzando una pompa per infusione e, in alternativa, utilizzando tubi per gravità. Come con qualsiasi somministrazione di farmaci per via endovenosa, è sempre una pratica sicura ricontrollare la compatibilità delle soluzioni prima della somministrazione. Alcuni farmaci, come Dilantin, possono precipitare all'interno di diversi tipi di soluzione contenente 5% destrosio (D5); pertanto, si consiglia di fare riferimento a un programma di compatibilità o a una guida ai farmaci infermieristici. Molti farmaci per via endovenosa possono essere altamente dannosi per le strutture venose. Pertanto, si raccomanda di valutare la pervietà IV prima della somministrazione e di monitorare continuamente il sito iv di inserimento durante la somministrazione del farmaco almeno ogni ora per valutare la flebite e lo stravaso. Durante il monitoraggio del sito IV, si raccomanda inoltre di monitorare continuamente gli effetti collaterali, le reazioni di ipersensibilità e l'anafilassi, poiché questi sono comunemente associati alle infusioni endovenose.

Gli errori comuni associati alla somministrazione di infusioni secondarie intermittenti di farmaci per via endovenosa includono trascurare di posizionare la sacca secondaria per infusione endovenosa più in alto rispetto alla sacca per infusione endovenosa primaria, non riuscire ad aprire il morsetto per infusione endovenosa secondaria, non verificare la compatibilità del fluido iv di mantenimento con il farmaco per infusione IV secondaria e somministrare il farmaco secondario per infusione endovenosa alla velocità errata. Inoltre, flebite e stravaso sono comuni; pertanto, il monitoraggio continuo è appropriato.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

References

  1. Potter, P. A., Perry, A. G., Stockert, P. A., Hall A. Essentials for Nursing Practice, Eighth Edition. Elsevier. St. Louis, MO. (2015).
  2. Policies and procedures for infusion nursing, Fourth Edition. Chapter 6: Site care and maintenance. Infusion Nurses Society. (2011).

Transcript

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the English version.

Get cutting-edge science videos from JoVE sent straight to your inbox every month.

Waiting X
Simple Hit Counter