Frailty in soggetti con infezione da HIV di misura. Identificazione dei pazienti fragili è il primo passo per la selezione e la Storno Frailty

Medicine
 

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations

Rees, H. C., Ianas, V., McCracken, P., Smith, S., Georgescu, A., Zangeneh, T., Mohler, J., Klotz, S. A. Measuring Frailty in HIV-infected Individuals. Identification of Frail Patients is the First Step to Amelioration and Reversal of Frailty. J. Vis. Exp. (77), e50537, doi:10.3791/50537 (2013).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

Un semplice protocollo, convalidato costituito da una batteria di test è disponibile per identificare i pazienti anziani con sindrome fragilità. Questa sindrome di ridotta riserva e la resistenza ai fattori di stress aumenta di incidenza con l'aumentare dell'età. Negli anziani, la fragilità può perseguire una perdita graduale della funzionalità da non-fragile a pre-fragile a fragile. Abbiamo studiato fragilità nei pazienti con infezione da HIV e ha scoperto che ~ 20% sono fragili utilizzando il fenotipo fritto con criteri rigorosi sviluppati per il 1,2 anziani. Nell'infezione da HIV la sindrome si verifica in età più giovane.

Pazienti affetti da HIV sono stati controllati per 1) la perdita di peso non intenzionale; 2) lentezza come determinato dalla velocità di cammino; 3) debolezza come misurato da un dinamometro presa; 4) Esaurimento da risposte a una scala di depressione, e 5) scarsa attività fisica è stato determinato attraverso la valutazione chilocalorie consumate nel giro di una settimana. Pre-fragilità era presente con due dei cinque criteri e fragilità era presente se uno dei trei cinque criteri erano anormali.

I test prendono circa 10-15 minuti per completare e possono essere eseguite da assistenti medici durante le visite cliniche di routine. I risultati dei test sono ottenuti facendo riferimento alle tabelle standard. Capire quale dei cinque componenti contribuiscono alla fragilità in un singolo paziente può consentire al clinico di affrontare importanti problemi di fondo, molte delle quali non sono evidenti nella routine di visite cliniche HIV.

Introduction

I Centers for Disease Control progetti che più della metà di HIV-1 individui infetti negli Stati Uniti sarà di oltre l'età di 50 anni entro il 2015. L'aumento della speranza di vita di HIV-1 pazienti con infezione ha portato a un aumento inatteso in relazione con l'invecchiamento co-morbidità, ponendo gli anziani sieropositivi ad aumentato rischio di morbilità e mortalità. Un importante esempio è la sindrome di recente descrizione di fragilità, che possono giocare un ruolo importante nella invecchiamento accelerato di HIV-1 negli adulti. 3-7

La fragilità è stata definita in età come una sindrome biologica di diminuita riserva e resistenza a fattori di stress, a seguito del declino cumulativo di sistemi fisiologici e spesso progredisce in un declino funzionale graduale nel tempo. L'importanza clinica di fragilità è che la sindrome è considerato uno stato ad alto rischio, predittivi di esiti negativi per la salute, come diminuzione della funzione e la mobilità, hospitalizationi e la morte. 8 Numerosi studi negli ultimi 10 anni hanno cercato di valutare la fragilità in diverse popolazioni. Fried et al. Studiato fragilità negli uomini e nelle donne di età superiore ai 65 anni di età che sono stati arruolati in uno studio cardiovascolare. 2 La loro definizione di fragilità è stato validato in uno studio su donne anziane. 9 Modifiche dei loro definizione sono state utilizzate in altri studi inclusi HIV-1 individui infetti. 4-7 Fried et al. descritto un fenotipo fragile che, anche in assenza di disabilità o di comorbilità ha mostrato che il 7% della popolazione di età superiore a 65 anni di età sono fragili mentre, 20-26% più grande di 80 anni di età sono stati fragili. 2 fragilità può essere una scoperta primaria, ma anche una diagnosi secondaria come risultato di un evento acuto o co-morbidità come malignità, aterosclerosi, (HIV), o depressione. 10 Inoltre, altri fattori probabile contribuire alla fragilità, in pazienti HIV, per esempio, per via endovenosa abuso di droghe,indigenza e la malattia mentale.

Frailty è stato trovato da HIV-1 pazienti infetti in età più giovane rispetto ai pazienti non infetti da HIV. 4 Older HIV-1 individui infetti spesso presenti con grave malattia più dell'HIV e hanno un tempo più breve sopravvivenza dei soggetti giovani, spesso perché sono non diagnosticata fino a molto tardi nel processo della malattia. 11 Un altro motivo può essere che i pazienti più anziani hanno più malattie concomitanti che interagiscono con l'HIV-1. Anziani HIV-1 individui infetti sono stati descritti come fragile rispetto agli individui di pari età di controllo senza HIV-1. 4

Misurazione clinica della fragilità nei pazienti con infezione da HIV-1 è importante in quanto la fragilità può essere reversibile nelle sue fasi iniziali (ad esempio interventi per invertire decondizionamento, malnutrizione proteico-energetica, depressione, deficit di vitamina D e di altre condizioni correlate fragilità) prima di riserve esaurite raggiungere una critica soglia portando avulnerabilità e irreversibile declino funzionale.

Protocol

Perché non è pratico per verificare la fragilità in tutti i pazienti che frequentano una clinica HIV si consigliano i seguenti pazienti essere valutati per la presenza di fragilità: pazienti entrando cura con una conta di cellule CD4 <200, i pazienti che lamentano la perdita di peso non intenzionale, neuropatia grave o in pazienti che non sono compatibili con la terapia HIV.

  1. Ottenere il consenso verbale del paziente di sottoporsi a test per fragilità o di "debolezza". Bisogno consenso non essere scritto poiché tutto che viene eseguita è parte di un normale esame fisico.
  2. Eseguire un test di Mini-Cog se il paziente appare confuso o apatici.
    1. Chiedere al paziente di ascoltare con attenzione, e ricordare tre parole non collegate. L'esaminatore gli stati le tre parole ad alta voce.
    2. Chiedere al paziente di disegnare il volto di un orologio, sia su un foglio di carta o su un foglio con il cerchio dell'orologio già richiamato nella pagina. Dopo che il paziente mette i numeri sul quadrante dell'orologio, gli chiedo o her per disegnare le lancette dell'orologio per leggere un tempo specifico.
    3. Chiedere al paziente di ripetere le tre parole precedentemente dichiarati. Dare 1 punto per ogni parola richiamata. I pazienti che ricordano nessuno dei tre parole sono classificati come deterioramento cognitivo (punteggio = 0). I pazienti che ricordano le tre parole sono classificati come pazienti cognitivamente intatti (Punteggio = 3) con la parola richiamo intermedio di 1-2 parole sono classificati in base al test sorteggio orologio (anormale = alterata; Normale = intatto).
    4. Se il paziente non riesce il Mini-Cog, il clinico dovrebbe esaminare ulteriormente per cause di confusione e / o delirio. Test per la fragilità non sia opportuno in questo momento.
  3. Pesare paziente e valutare per la perdita di peso. Qualcuno che è fragile può avere la perdita di peso non intenzionale di ≥ 10 chili in dell'anno precedente.
  4. Tempo a piedi di un paziente per la lentezza. Qualcuno che è fragile ha un tempo di percorrenza ridotto come definito da un test del cammino di 15 piedi a tempo. Il tempo viene regolato per genere e ad agireng altezza. Gli uomini con una altezza di <173 centimetri e le donne con un altezza <159 centimetri che camminavano 15 piedi in> 7 sec sono considerati fragili; uomini> 173 centimetri e donne> 159 centimetri che camminavano 15 piedi in> 6 sec sono considerati fragili.
  5. Determinare se il paziente ha la debolezza. La debolezza è stabilita quando vi è una diminuzione della forza di presa misurata con un dinamometro con il valore corretto per sesso e indice di massa corporea (BMI). Gli uomini con un BMI <24 sono considerati fragili se la forza di presa (kg) è <29, per un BMI di 24,1-28, un uomo è fragile se <30, per un BMI> 28 un uomo è fragile se <32. Per le donne, un BMI <23 è considerato fragile se la forza di presa (kg) è <17, un BMI 23,1-26 è considerato fragile se <17.3, un BMI di 26,1-29 è considerato fragile se <18, e un indice di massa corporea > 29 è considerato fragile se <21.
  6. Determinare se il paziente ha un basso livello di attività fisica. Questo è stabilito da un punteggio ponderato di chilocalorie consumate a settimana misurata dal Minnesota Leisure TimE Attività Questionario. Il questionario chiede di attività come quotidiane di vita, sport e hobby. La fragilità è presente quando i maschi usano <383kcal/week, e le femmine <270 kcal / settimana 12.
  7. Determinare se il paziente mostra segni di stanchezza. Questo è auto-riferito rispondendo 2 domande dal Centro per gli Studi Epidemiologici Depression Scale 13 Le domande sono: Quante volte nella scorsa settimana ti sei sentito: (a) che tutto ciò che ho fatto è stato uno sforzo, o (b).? Non riuscivo ad andare? Le risposte sono state: 0 = meno di 1 giorno, 1 = 1-2 giorni, 2 = 3-4 giorni, 3 = la maggior parte del tempo. Rispondere a 2 o 3 per una di queste domande è un criterio positivo per fragilità. 14

References

  1. Ianas, V., Berg, E., Mohler, M. J., Wendel, C., Klotz, S. A. Antiretroviral therapy protects against frailty in HIV-1 infection. J. Int. Assoc. Physicians AIDS Care. (2012).
  2. Fried, L. P., Tangen, C. M., et al. Frailty in older adults: evidence for a phenotype. J. Gerontol. A. Biol. Sci. Med. Sci. 56, (3), M146-M156 (2001).
  3. Effros, R. B., Fletcher, C. V., et al. Aging and infectious diseases: workshop on HIV infection and aging: what is known and future research directions. Clin. Infect. Dis. 47, (4), 542-553 (2008).
  4. Desquilbet, L., Jacobson, L. P., et al. HIV-1 infection is associated with an earlier occurrence of a phenotype related to frailty. J. Gerontol. A. Biol. Sci. Med. Sci. 62, (11), 1279-1286 (2007).
  5. Desquilbet, L., Margolick, J. B., et al. Relationship between a frailty-related phenotype and progressive deterioration of the immune system in HIV-infected men. J. Acquir. Immune Defic. Syndr. 50, (3), 299-306 (2009).
  6. Onen, N. F., Agbebi, A., et al. Frailty among HIV-infected persons in an urban outpatient care setting. J. Infect. 59, (5), 346-352 (2009).
  7. Terzian, A. S., Holman, S., et al. Factors associated with preclinical disability and frailty among HIV-infected and HIV-uninfected women in the era of cART. J. Womens Health (Larchmt). 18, (12), 1965-1974 (2009).
  8. Ahmed, N., Mandel, R., Fain, M. J. Frailty: an emerging geriatric syndrome. Am. J. Med. 120, (9), 748-753 (2007).
  9. Bergman, H., Ferrucci, L., et al. Frailty: an emerging research and clinical paradigm--issues and controversies. J. Gerontol. A. Biol. Sci. Med. Sci. 62, (7), 731-737 (2007).
  10. Bandeen-Roche, K., Xue, Q. L., et al. Phenotype of frailty: characterization in the women's health and aging studies. J. Gerontol. A. Biol. Sci. Med. Sci. 61, (3), 262-266 (2006).
  11. Wilson, J. F. Frailty--and its dangerous effects--might be preventable. Ann. Intern. Med. 141, (6), 489-492 (2004).
  12. Martin, C. P., Fain, M. J., Klotz, S. A. The older HIV-positive adult: a critical review of the medical literature. Am. J. Med. 121, (12), 1032-1037 (2008).
  13. Taylor, H. L., Jacobs, D. R., et al. A questionnaire for the assessment of leisure time physical activities. J. Chronic Dis. 31, (12), 741-755 (1978).
  14. Radloff, L. The CES-D Scale: A self-report depression scale for research in the general population. Applied Psychological Measurement. 1, (3), 385-401 (1977).
  15. Panel on Antiretroviral Guidelines for Adults and Adolescents. Guidelines for the use of antiretroviral agents in HIV-1-infected adults and adolescents [Internet]. Department of Health and Human Services. Available from: http://aidsinfo.nih.gov (2013).

Comments

0 Comments


    Post a Question / Comment / Request

    You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

    Usage Statistics