Tandem congelamento ad alta pressione e congelamento rapido Sostituzione di tessuti vegetali per la microscopia elettronica a trasmissione

Biology

Your institution must subscribe to JoVE's Biology section to access this content.

Fill out the form below to receive a free trial or learn more about access:

 

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations

Bobik, K., Dunlap, J. R., Burch-Smith, T. M. Tandem High-pressure Freezing and Quick Freeze Substitution of Plant Tissues for Transmission Electron Microscopy. J. Vis. Exp. (92), e51844, doi:10.3791/51844 (2014).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

Poiché la microscopia elettronica a trasmissione 1940 (TEM) ha fornito i biologi con immagini ultra-alta risoluzione di materiali biologici. Tuttavia, a causa dei protocolli laboriose e lunghe che richiedono anche esperienza nella preparazione dei campioni prive di artefatti, TEM non è considerata una tecnica di facile utilizzo. Preparazione del campione Tradizionale per TEM usato fissativi chimici per preservare le strutture cellulari. Di congelamento ad alta pressione è il cryofixation di campioni biologici sotto alte pressioni per produrre velocità di raffreddamento molto rapidi, limitando in tal modo la formazione di ghiaccio, che è dannoso per l'integrità della ultrastruttura cellulare. Di congelamento ad alta pressione e la sostituzione congelamento sono attualmente i metodi di scelta per produrre la morfologia più alta qualità nelle sezioni in resina per TEM. Questi metodi minimizzano i manufatti normalmente connessi con l'elaborazione convenzionale per TEM di sezioni sottili. Dopo cryofixation l'acqua congelata nel campione viene sostituito con il liquidosolvente organico a basse temperature, un processo chiamato sostituzione congelamento. Sostituzione di Fermo è tipicamente effettuata per diversi giorni in dedicati, attrezzature costose. Una recente innovazione permette il processo per essere completato in tre ore, invece dei soliti due giorni. Questo è in genere seguito da diversi giorni di preparazione del campione, che comprende l'infiltrazione e l'inclusione in resine epossidiche prima del sezionamento. Qui vi presentiamo un protocollo che combina il congelamento ad alta pressione e la sostituzione di congelamento rapido che consente la fissazione del campione pianta per essere realizzato in poche ore. Il protocollo può essere facilmente adattato per lavorare con altri tessuti o organismi. Tessuti vegetali sono di particolare interesse per la presenza di spazi aerati e vacuoli pieni d'acqua che impediscono il congelamento senza ghiaccio d'acqua. Inoltre, il processo di sintesi chimica è particolarmente lunghi in piante dovuto a pareti cellulari che impediscono la penetrazione delle sostanze chimiche di profondità all'interno dei tessuti. Tessuti vegetali sono quindi particlarmente impegnativo, ma questo protocollo è affidabile e produce campioni di altissima qualità.

Introduction

La nostra conoscenza della ultrastruttura cellulare proviene principalmente da microscopia elettronica, che possono risolvere dettagli nell'intervallo di pochi nanometri 1. Pur essendo così potente nella risoluzione TEM non è considerato user-friendly, come la preparazione del campione richiede tempo e protocolli laboriosi, e richiede una certa esperienza da professionista. Fissazione tradizionale dei campioni ha combinato l'uso di aldeidi e tetrossido di osmio prima di ulteriori trasformazioni che comprende la disidratazione, inclusione in resina e poi sezionamento per la produzione di sezioni ultrasottili che vengono poi colorate con metalli pesanti. Tuttavia, è noto che la fissazione chimica può produrre artefatti compresi aggregazione proteica e la perdita di lipidi 1, e modifiche alle membrane che influenzano in definitiva più compartimenti cellulari 2. Questi manufatti sono in gran parte attribuite al basso tasso di fissazione e disidratazione a temperatura ambiente 3, 4, 5.

6, 7. HPF diminuisce un temperatura del campione a quella dell'azoto liquido, sotto pressione molto elevata (210 MPa o 2.100 bar) in millisecondi. Quando fatto correttamente HPF impedisce la formazione di grossi cristalli di ghiaccio che possono causare gravi danni alla ultrastruttura delle cellule. HPF può essere utilizzato per fissare i campioni di 100-200 micron di spessore a concentrazioni tipiche di soluti biologici 7. Ci sono numerose recensioni sulla fisica ei principi di base HPF, ad esempio, 1, 7, 8.

Dopo HPF, i campioni vengono incubati a bassa temperatura (-78,5 ° C a -90 &# 176, C) in presenza di solventi contenenti fissativi chimici liquidi organici come tetrossido di osmio, generalmente per un paio di giorni. A questa bassa temperatura, l'acqua del campione è sostituito dal solvente organico, tipicamente acetone o metanolo 1, 9. Pertanto, questo processo è chiamato sostituzione congelamento (FS). Il campione viene poi gradualmente riscaldato e durante questo tempo è fisso, di solito con tetrossido di osmio e acetato di uranile 9. Reticolazione a bassa temperatura ha il vantaggio di fissare molecole che sono immobilizzati 1. FS produce pertanto campioni di qualità superiore rispetto a quelli fissati dalla fissazione chimica convenzionale a temperatura ambiente, in particolare si traduce in una migliore conservazione ultrastrutturale, migliore conservazione di antigenicità e ridotta perdita di componenti cellulari non legati 10, 11.

La maggior parte delle FS viene effettuata su periodi di tempo lunghi, in genere fino a diversi giorni. Ciò è particolarmente true per le piante campioni 12, 13, 14. Un protocollo recente sviluppato da McDonald e Webb riduce notevolmente il tempo di FS da diversi giorni a poche ore 15. Nella procedura loro rapida sostituzione congelamento (QFS), FS viene effettuata più di 3 ore, mentre nelle FS super veloce (SQFS) campioni vengono processati in 90 minuti. La qualità dei campioni prodotti da questi metodi è paragonabile a quelli derivanti dai protocolli FS tradizionali. Abbiamo adottato il protocollo QFS per la lavorazione a valle di campioni vegetali dopo HPF. Questo ha dimostrato di risparmiare non solo tempo ma anche denaro, come QFS e SQFS utilizzano apparecchiature di laboratorio comune al posto delle macchine FS disponibili in commercio costosi.

Tessuti vegetali sono spesso molto impegnativo per preparare TEM. In media, le cellule vegetali sono più grandi di quanto sia cellule batteriche o animali. La presenza di idrofobica cuticola cerosa, pareti cellulari spesse, grandi vacuoli pieni d'acqua contenenti acidi organici, idrolasi e fenolica compounds che possono occupare fino al 90% del volume cellulare totale 16, e la presenza di spazi aerati diminuisce notevolmente la conducibilità termica del sistema 17. Inoltre, nel caso di impianti, lo spessore del campione supera quasi sempre 20 micron, il limite per l'uso di fissaggio chimico. A questi spessori, la bassa conducibilità termica di acqua impedisce una velocità di congelamento più di -10.000 ° C / sec al centro del campione. Questo tasso è necessaria per evitare la formazione di ghiaccio danneggiare esagonale (cristalli di ghiaccio con una densità più bassa e più grande di 10 a 15 nm) 8. Insieme, questi presentano sfide sia corretto congelamento del campione e FS successive. Tuttavia, cryofixation è il metodo migliore per il fissaggio campioni vegetali. Qui un protocollo per HPF-QFS di campioni di tessuto vegetale è presentato. Si concentra sul modello di specie Arabidopsis thaliana, ma è stato utilizzato anche con Nicotiana benthamiana. I risultati tipici dimostrano che HPF-QFS produce samples di qualità paragonabile a tradizionali HPF-FS in una frazione del tempo. Con aggiustamenti, questo protocollo può essere utilizzato anche per altri campioni biologici relativamente spessi.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Protocol

NOTA: La procedura QFS richiede estrema attenzione e cautela da parte dell'utente e che evidenziare queste precauzioni di sicurezza qui come attenzione e note ove applicabili.

1.Preparazione per HPF Run

  1. Prima di iniziare la preparazione del campione, accendere il congelatore ad alta pressione seguendo le istruzioni del produttore.
    NOTA: L'unità HPF utilizzata in questo protocollo è una unità compatta Wohlwend 02 (Figura 1A), e ci vuole circa un a un'ora e mezzo di procedura di avviamento prima HPF corre può cominciare.
    1. Accensione del Wohlwend Compact 02 alta pressione Freezer.
      1. Accendere lo strumento ruotando l'interruttore principale da "0" a "1".
      2. Rilasciare l'aria compressa alla macchina.
      3. Rilasciare azoto liquido alla macchina.
      4. Premere il pulsante "sistema a secco UP".
      5. Dopo 30 minuti, premere il tasto "SYSTEM DRY UP "di nuovo il pulsante.
      6. Premere il tasto "ON / OFF" per accendere lo strumento.
      7. Premere il tasto "AZOTO".
      8. Attendere che la macchina si raffreddi per 20 minuti, anche se il "DRIVE IN" pulsante è già illuminato.
      9. Il "DRIVE IN" si accende.
      10. Premere il tasto "DRIVE IN" pulsante.
      11. Premere il pulsante "AUTO".
      12. Il "sistema READY" si accende.
      13. Inserire la sonda di temperatura e pressione nella camera di pressione e bloccarlo con il perno.
      14. Premere il tasto "JET AUTO". Questo passo verifica che l'aumento di pressione e la temperatura diminuiscono sono come desiderato; essenzialmente un giro di prova. Sharp gocce di temperatura e un forte aumento della pressione sono attesi (Figura 1B).
      15. Effettuare altre due cicli JET.

2 Preparazione per la ricng congelati Campioni

  1. Riempire una scatola isolata contenente titolari esageratamente con azoto liquido (vedi Avvertenze per la sicurezza), in modo che i titolari sono completamente coperti (Figura 1C).
    NOTA: Utilizzare DPI compresi cryogloves e occhiali di protezione durante la manipolazione di azoto liquido.
  2. Collocare il numero appropriato di flaconi contenenti del mezzo FS nei supporti in tubo d'alluminio in azoto liquido (Figura 1C). Con questo protocollo fino a quattro dischi ciascuno contenente un singolo campione può essere collocato in un unico esageratamente.
    NOTA: I flaconcini devono essere etichettati con un forte strumento come uno scriba diamantato e matita molto morbida.
    1. Per fissativo durante QFS utilizzare 1% OsO 4 e il 0,1% di acetato di uranile in acetone 9. Preparare la soluzione in grande volume, dispensare aliquote di 1,5 ml in cryovials e conservare congelati in azoto liquido.
      NOTA: Seguire le avvertenze di sicurezza per la gestione OsO 4 e acetato di uranile.
      NOTA: OsO 4 NOTA: I cryovials utilizzati per contenere campioni per QFS dovrebbe avere un O-ring duramente per assicurare che i tubi restare sigillati durante il QFS per evitare perdite di OsO 4.
  3. Preparare la pasta di lievito mescolando il lievito di birra con un uguale volume di circa il 10% di metanolo con uno stuzzicadenti o altro strumento fino a quando la pasta è liscia. Il lievito in pasta agisce come crioprotettore extracellulare e viene utilizzato per riempire lo spazio attorno al campione nel supporto del campione. La quantità di pasta dipende dal numero di campioni; per 10 campioni o meno la pasta (1 ml) possono essere miscelati in una provetta.

3 ad alta-pressione di congelamento dei campioni

  1. Rimuovere una foglia (o di altri tessuti) di interesse dalla pianta e delicatamente posizionarlo su un pezzo di dentacera l o altra superficie di taglio. Utilizzare un punzone di 2,0 mm o dimensione desiderata per tagliare un campione di foglia. Maneggiare il campione delicatamente con un paio di pinze e lavorare il più rapidamente possibile.
  2. Lavorare sotto un microscopio da dissezione, collocare il disco foglia nella parte 0.2 mm di tipo A supporto del campione e coprire completamente in pasta di lievito. Assicurarsi che il disco sia completamente piena e la pasta è a livello con il bordo del titolare problema rendendo l'impasto con un pennello fine (Figura 2).
  3. Posizionare il vettore nel supporto del campione. Coprire il campione con il vettore campione di tipo B, superficie piatta verso il basso.
    NOTA: Il supporto del campione deve essere asciutto ed a temperatura ambiente.
  4. Prendere campione portacampione, inserirlo nella macchina e avviare un ciclo di congelamento premendo il tasto "JET AUTO", che dovrebbe completare in un secondo o due.
  5. Lavorare il più rapidamente possibile, rimuovere il supporto dalla macchina e posizionare la punta tenendo la sample in azoto liquido nella scatola isolata sulla parte superiore della macchina HPF. Immergere la punta delle due coppie di pinze in azoto liquido per raffreddare loro.
    NOTA: Dopo il congelamento, i vettori devono essere trattati solo con una pinza azoto raffreddato a liquido. Caldi (temperatura ambiente) pinze sono spesso la causa di fallimento in cryotechniques.
  6. Aprire un esageratamente contenente il supporto FS, e posizionare il coperchio sul lato della scatola. Con l'aiuto di un paio di pinze azoto raffreddato a liquido, rimuovere delicatamente il disco dal supporto del campione, assicurandosi che il disco è sempre in azoto liquido o di vapore. Lavorare nel vapore di azoto liquido, tenere il tubo FS con una pinza pre-raffreddato e utilizzare l'altro per posizionare il supporto nel flacone FS. Avvitare il coperchio della fiala FS indietro. Non intrappolare qualsiasi azoto liquido nel flaconcino.
    NOTA: Durante il trasferimento dei campioni di cryovials per QFS, assicurarsi che nessun azoto liquido è intrappolato in fiale. L'azoto liquido si espande 700 volte durante il riscaldamento e qualsiasi Trapped azoto liquido può causare esplosioni durante questo tempo.
  7. Ripetere i punti da 3.1 a 3.7 fino a quando tutti i campioni desiderati sono congelati. Dischi fogliari multiple contenenti lo stesso tipo di campione possono essere collocati nella stessa fiala. Si noti che il titolare del campione deve essere asciugato e portato a temperatura ambiente tra i funzionamenti di congelamento. Per fare questo in modo rapido, scaldare con un phon, e controllare la sua temperatura al tatto.

4 Preparazione Fermo Sostituzione

  1. Immergere completamente il blocco riscaldatore in alluminio in azoto liquido per 10 minuti o fino a quando si ferma ebollizione nucleata. Mentre questo accade, uno strato di ghiaccio secco (1-2 cm) nel fondo del contenitore utilizzato come camera di FS (figura 3). Un contenitore di polistirolo o secchiello per il ghiaccio può essere utilizzato per FS, con ghiaccio o pellet secco schiacciato.
  2. Inserire velocemente i cryovials contenenti i campioni con la sonda di temperatura nelle righe centrali del blocco riscaldatore. Accertarsi che i coperchi sulflaconi sono strettamente avvitati in modo che i media FS non fuoriesca durante FS. Iniziare la registrazione della temperatura.
    1. Effettuare la sonda di temperatura posizionando una termocoppia attraverso la parte superiore di un esageratamente in modo che raggiunga il fondo della provetta. Sigillare il coperchio del tubo con resina modo che non perda liquido fuori. Riempire la provetta con 1,5 ml di acetone all'inizio di ogni esecuzione QFS.
  3. Utilizzando cryogloves isolati o grandi pinze, versare tutto l'azoto liquido dal blocco del riscaldatore. Fare attenzione a non versare i cryovials.
    NOTA: Utilizzare DPI compresi cryogloves e occhiali di protezione durante la manipolazione di azoto liquido.
  4. Posizionare il blocco contenente le fiale sullo strato di ghiaccio secco nella camera QFS. Assicurarsi che il blocco viene posizionato in modo che i tubi sono distesi orizzontalmente, ma con una leggera inclinazione verso l'alto. Non ci dovrebbero essere perdite se vengono utilizzati i cryovials corretti.
  5. Confezione camera QFS con ghiaccio secco in modo che i tubi FS sono coperti, anche se non è necessariocoprire la parte superiore del blocco. Posizionare il coperchio sulla camera.

5. rapida FS

NOTA: Eseguire la corsa QFS in una cappa aspirante nel caso in cui qualsiasi perdita di OsO 4 si verifica involontariamente nonostante altre precauzioni.

  1. Mettere camera QFS su una piattaforma agitatore rotante in una cappa aspirante e ruotare a 125 rpm per 120 min. Durante questo tempo la temperatura del blocco dovrebbe aumentare gradualmente fino a circa -80 ° C. L'agitazione assicura la miscelazione dei componenti per FS migliori.
    NOTA: Il posizionamento di shaker nella cappa e la posizione della porta cappa deve essere la stessa per tutta la procedura QFS e per ogni QFS gestite per garantire il riscaldamento costante di campioni.
  2. Togliere il ghiaccio secco dalla camera e continuare l'agitazione per un'altra ora.
    NOTA: necessario aumentare la temperatura a circa -15 ° C a -20 ° C.
  3. Rimuovere i campioni e sonda di temperatura dalla camera QFS e immettere sulagitatore a temperatura ambiente per un altro 10-15 minuti, fino a raggiungere la temperatura ambiente. Interrompere la registrazione della temperatura.
  4. Durante FS, spegnere la macchina HPF.
    1. Chiudere il rubinetto del serbatoio di azoto liquido mentre la macchina HPF viene riempito con azoto.
    2. Premere il tasto "AZOTO".
    3. Attendere che le rosse "PISTONE DOWN" si spegne la luce.
    4. Premere il tasto "ON / OFF".
    5. Premere il pulsante "sistema a secco UP".
    6. Interrompere l'alimentazione di aria compressa alla macchina.
    7. Dopo un minimo di 12 ore (per garantire l'essiccazione di umidità), spegnere la macchina portando l'interruttore principale da "1" a "0".

6 post FS Processing

  1. Rimuovere con cautela il supporto FS con pipette di plastica e posto in apposito contenitore per rifiuti tossici.
    NOTA: OsO 4 e acetato di uranile sono sostanze chimiche pericolosee deve essere maneggiato nella cappa indossando opportuni dispositivi di protezione individuale (DPI) tra cui scarpe-piantati chiuso, camice da laboratorio e guanti.
  2. Campioni Lavare quattro volte con il 100% di acetone. Raccogliere i primi due lavaggi e posizionare nel contenitore rifiuti tossici.
  3. Utilizzando una pinza sottile, togliere i campioni di tessuto dai titolari. Conservare i campioni bagnato con acetone come questo è fatto, e lavorare molto delicatamente per evitare la rottura dei campioni.
    NOTA: Non è insolito e può effettivamente essere utile avere la pasta di lievito cadono lontano dai campioni a questo punto. La pasta lievito è di solito marrone molto scuro, mentre il tessuto foglia è ancora verde.
  4. Raccogliere i campioni in cryovials contenenti acetone. Procedere con la preparazione del campione (infiltrazione e embedding) per TEM secondo i protocolli usuali.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Representative Results

I risultati presentati di seguito sono stati ottenuti utilizzando un Wohlwend Compact 02 per HPF (Figura 1A). Uno dei principali vantaggi di questo strumento è la facilità di utilizzo dei vettori dei campioni e dei suoi titolari. Quando si utilizzano altri strumenti, McDonald raccomanda che due utenti devono effettuare la preparazione del campione e HPF, una preparazione dei campioni, mentre l'altro fa il congelamento e trasferimento FS cryovials 9. Tuttavia, il Wohlwend provino vettori e titolare sono abbastanza facile per un singolo utente di manipolare in modo indipendente (Figura 2A, B, E, F e G). Va ricordato, tuttavia, che si dovrebbe eseguire un paio di prova va a prendere confidenza con lo strumento HPF prima di lavorare con i preziosi campioni. Un utente esperto dovrebbe essere in grado di risolvere numerosi (10 o più) campioni in un'ora. Tuttavia, i principi presentati in questo protocollo può essere utilizzato con una qualsiasi delle macchine HPF disponibili in commercio.

Forsela parte più critica del procedimento HPF-QFS è la preparazione del campione per il caricamento nel supporto del campione (Figura 2C). Anche se questo può non essere intuitivo, è il passo del protocollo sul quale il ricercatore ha il maggior controllo. La macchina HPF è robusto, e con l'uso corretto e la manutenzione dovrebbe produrre i cambiamenti previsti per pressione e temperatura con piccole variazioni tra i campioni. Se un campione è mal gestita durante la preparazione allora nessun altro passo rimborserà il danno che ne deriverebbe. Tessuti vegetali sono abbastanza facili da manipolare durante questa fase del processo in quanto non sono coltivate in terreno e le loro cellule pareti danno alle cellule buona resistenza. E 'tuttavia importante che i campioni sono trattati rapidamente per evitare modifiche ultrastrutturali che derivano dalla rimozione dalla pianta madre e limitare lo stress e le risposte ferendone. Il vettore esemplare più piccolo che può ospitare un campione dovrebbe essere utilizzato per garantire HPF efficace e coerente (FigURE 2C). Infine, il vettore campione deve essere riempito, ma non traboccante (Figura 2D). Il vettore esemplare riempito viene facilmente inserito nella macchina HPF per il congelamento (Figura 2 H e I).

I primi passi nel protocollo QFS può essere difficile per un principiante, quindi si raccomanda che due persone dovrebbero lavorare insieme fino a quando gli utenti sono confortevoli, con la procedura (Figura 3A-E). Si deve prestare attenzione in ogni momento durante la manipolazione di azoto liquido e la fissativi tetrossido di osmio e uranile acetato. Una curva tipica per variazioni di temperatura durante QFS è mostrato nella Figura 2J. La temperatura aumenta rapidamente da -196 ° C, la temperatura dell'azoto liquido, a circa -80 ° C. E 'a temperature di circa -78 ° C a -90 ° C che la sostituzione congelamento si crede che si verifichi 9. Un passo impegnativo nel protocollo QFS è la rimozione di ghiaccio secco dopo 2 ore di FS. Aquesto passaggio, cattiva gestione dei campioni può produrre un picco di temperature. Per questo, il blocco riscaldatore deve essere rapidamente sollevato dalla camera QFS utilizzando un cryoglove e il ghiaccio secco rapidamente versato in un contenitore secondario.

HPF è stato utilizzato per fissare i vari tessuti vegetali, tra cui foglie di Nicotiana benthamiana e foglie di Arabidopsis ed embrioni. E 'difficile fissare campioni di foglie mature a causa delle grandi vacuoli centrali della maggior parte delle cellule. Foglie più giovani contengono vacuoli piccoli ma i tricomi sono di solito abbastanza densamente imballati. La presenza dei tricomi può rendere difficile mettere in valigia i campioni con lievito in pasta, ma la cura deve essere adottate per garantire che questo sia correttamente fatto per minimizzare la quantità di aria intrappolata tra la superficie fogliare e la pasta. L'aria intrappolata viene impedire il trasferimento di calore durante HPF e ridurre la qualità della fissazione. Questo vale per qualsiasi campione.

Dopo i campioni HPF e QFS possono essere preparate per viEwing sotto il TEM infiltrandosi e incorporamento di resina. Sezioni sottili di 65-100 nm possono poi essere preparate dal sezionamento. I risultati tipici sono mostrati in Figura 4. Le immagini mostrate sono tutti da campioni di foglie Arabidopsis. Membrane plasmatiche sono tipicamente liscia e premuto contro la parete cellulare, un segno di buon fissaggio (Figura 4A, C ed E). Altri organelli tra cui cloroplasti (Figura 4A, D, F e H) e tilacoidi (Figura 4B), i mitocondri (Figura 4D e F), Golgi (Figura 4 G), microtubuli (Figura 4E) e ribosomi (in particolare la figura 4c) sono anche vacuoli chiaramente visibili e la grande centrale rimangono intatti (Figura 4A). Povero manipolazione durante risultati HPF-QFS in manufatti compresi i danni ghiaccio cristallo-indotta (Figura 4D) e plasmolysis (Figura 4H). Precipitato piombo può anche formare durante la colorazione di seziones (Figura 4F).

Figura 1
Figura 1: Il Wohlwend Compact 02 ad alta pressione Freezer (A) Il Wohlwend Compact 02 HPF macchina utilizzata per cryofixation con il terminale del computer collegato.. I campioni sono inseriti nella parte anteriore della macchina (piccolo cerchio) per il congelamento. Una curva di temperatura può essere generato sullo schermo del computer per ogni corsa, come desiderato dall'utente. (B) Una curva di pressione a temperatura tipica per una corsa HPF. Le linee gialle e viola rappresentano la temperatura e la pressione, rispettivamente. Notare i ripidi pendii di entrambe le curve. L'alta pressione viene mantenuta per circa 400 msec. Ogni intervallo sul asse x rappresenta 50 msec. I dati sono stati raccolti con EasyScopeII per il software DSIM12. (C) La scatola isolata e copertura utilizzati per lo stoccaggio of campioni congelati immediatamente dopo il congelamento possono essere comodamente posizionati sulla parte superiore della macchina HPF. E 'pieno di azoto liquido. I contenitori di alluminio rotondi tengono le cryovials.

Figura 2
Figura 2: Preparazione del campione di tessuto per HPF. (A) Il titolare del campione per la macchina Compact 02 HPF nella sua configurazione chiusa. (B) Il titolare del campione è aperto. (C) Un campione foglia nel ben 0.2 mm di un tipo Il vettore campione. L'altro lato di questo vettore è di 0,1 mm di profondità. (D) Il campione foglia coperta in pasta di lievito. Si noti che il vettore è pieno ma non straripante. (E) Il vettore esemplare nel supporto del campione. (F) Il campione viene coperto con il vettore di tipo B. Questo vettore ha una superficie piana e dall'altro lato un pozzo cheè di 0,3 mm di profondità. Qui la superficie piana è utilizzato per panino campione. (G) Il porta campione viene chiuso e pronto per l'inserimento nella macchina HPF. (H) L'orifizio sulla parte anteriore dello strumento HPF in cui verrà inserito il portacampione per congelamento . (I) La sonda di temperatura e pressione / supporto inserita nella macchina HPF. (J) Una curva di temperatura tipico per una corsa QFS (dati raccolti con il software EasyLog). Temperatura è stata registrata ogni secondo. Il picco all'inizio della corsa è dovuto l'elettronica della sonda usato e non riflette una misura reale della temperatura.

Figura 3
Figura 3:. Attrezzatura utilizzata in QFS QFS può essere effettuata in qualsiasi contenitore isolato come una scatola di polistirolo o un secchio di ghiaccio (A) <./ Strong> Uno strato di ghiaccio secco 1-2 cm di profondità copre il fondo della camera QFS, ecco una scatola di polistirolo. (B) Un blocco riscaldatore con 13 fori mm è utilizzato per i campioni di casa durante QFS. La sonda di temperatura con datalogger digitale viene inserito nel blocco riscaldatore. (C) Dopo raffreddamento il blocco riscaldatore in azoto liquido gli esemplari sono posizionati nel blocco, l'azoto liquido si spande, e l'intero gruppo è collocato nella camera QFS . con il ghiaccio secco (D) La camera QFS è pieno di ghiaccio secco in modo che i campioni sono coperte; non vi è alcun svantaggio per coprire l'intero blocco riscaldatore con ghiaccio secco. (E) La scatola è coperto e quindi spostato sul rotativo in una cappa aspirante in cui i campioni vengono agitati durante tutta la procedura QFS.

Figura 4
Figura4:.. Arabidopsis foglie preparata da HPF-QFS risultati ottenuti per i campioni preparati da HPF-QFS e ripreso da TEM su un Zeiss Libra 200 HT FE MC (A) Un'immagine medio alto ingrandimento che mostra un cloroplasto (CH) con pareti cellulari e citoplasma di cellule adiacenti. I vacuoli (V) contengono materiale elettronico denso. Barra di scala = 0,5 micron immagine. (B) Un alto ingrandimento di un cloroplasto. Barra di scala = 100 nm. (C) Un'immagine alto ingrandimento della parete cellulare tra le cellule adiacenti. Un plasmodesma ramificata è visibile (freccia). Si noti la membrana plasmatica liscia premuto contro la parete cellulare dal vacuolo. Il citoplasma è densamente ricco di ribosomi. V è vacuolo. Il tonoplasto è liscio e continuo. Barra di scala = 200 nm. (D) Un'immagine a basso ingrandimento che mostra le aree di buona fissazione del cloroplasto (CH) nei pressi regioni del danno ghiaccio (asterisco). Barra della scala = 0,5 micron. (E) Una vista alto ingrandimento di una cella walL e microtubuli. Barra di scala = 100 nm. (F) Immagine che mostra buona conservazione dei cloroplasti (CH) e mitocondri (M). Grande precipitato nero è da macchie sezioni con citrato di piombo. Barra della scala = 1 micron. (G) Vista Alto ingrandimento di Golgi (GA). Barra di scala = 200 nm. (H) del campione che mostra la mancanza di dettagli in cloroplasti e plasmolysis (freccia nera) mal conservato. Barra della scala = 1 micron.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Discussion

Il successo del protocollo presentato qui dipende molto l'utente. In primo luogo, una preparazione avanzata è necessaria per garantire che tutti i materiali necessari sono facilmente disponibili e in quantità sufficiente per completare un intero run HPF-QFS. In secondo luogo, l'utente deve lavorare velocemente, passando da passo-a-passo in modo efficiente che minimizza la manipolazione del campione, riducendo così al minimo i cambiamenti allo stato nativo del tessuto. Una volta che i campioni sono congelati e prima che siano disidratati è indispensabile che essi siano tenuti a freddo, quindi la cura deve essere presa per evitare qualsiasi manipolazione che possono inavvertitamente riscaldare il campione, per esempio, la gestione con una mano guantata invece di pinze pre-raffreddata. Corse di velocità e aumentare l'efficienza con familiarità con il protocollo, quindi si raccomanda di pratica prima di tentare di risolvere i propri campioni di interesse. In terzo luogo, l'utente deve essere consapevoli dei pericoli dei prodotti chimici utilizzati nel medio FS così come i pericoli di lavorare con azoto liquido e ghiaccio secco. Una cappa è necessaria per la preparazione del mezzo FS e per la procedura QFS. Per tutte le altre misure, il dispositivo di protezione individuale necessari compresi i guanti, camice da laboratorio, si consiglia di scarpe chiuse e occhiali.

I vantaggi di utilizzare cryofixation invece di fissativi chimici a temperatura ambiente per la preparazione dei campioni per TEM, compresi gli impianti, sono da tempo conosciuti 10. Uno studio che confronta l'ultrastruttura di apici radicali di Nicotiana e Arabidopsis fissati dal HPF o fissativi chimici scoperto che il metodo HPF-FS ha dato finora risultati superiori 5. Nel tessuto preparato da HPF-FS il plasmalemma e altre membrane cellulari erano più liscia, il plasmalemma è a filo con la parete cellulare, e in generale organelli tra cui microtubuli sono stati conservati meglio rispetto a quando i campioni sono stati fissati con i metodi convenzionali. Un altro studio di noduli radicali di soia ha concluso che "la fissazione chimica da glutaraldeide tamponatanon mantiene l'ultrastruttura di noduli radicali soia in uno stato che permette la correlazione tra struttura e funzione. "E continua a dire che l'unica alternativa disponibile è HPF-FS 2. Plasmodesmi sono canali di membrana che collegano le cellule delle piante a loro vicini, ma la cui sottostruttura è difficile da risolvere anche sotto TEM. Cryofixation da HPF o con un getto di propano congelatore seguita da FS è stato scelto oltre fissazione chimica in studi volti a chiarire i piccoli dettagli della struttura plasmodesmal 18. Nonostante questi primi risultati, studi TEM su tessuti fissati convenzionalmente sono ancora la norma in scienze vegetali. Ciò può essere dovuto ad una semplice adesione ai metodi tradizionali o al costo apparentemente proibitivo di apparecchiature HPF-FS accoppiato al tempo preparativa lungo per FS protocolli attualmente utilizzati.

La procedura per QFS è una recente innovazione per accelerare la preparazione dei campioni per TEM 15. QFS è statoutilizzato per preparare tutta la C. elegans e N. benthamiana lascia dopo cryofixation 15. Questi sono i campioni relativamente spessi per essere fissate da HPF, e la preparazione dei campioni da Nicotiana HPF-FS ha usato tradizionalmente molto lunghi FS volte 12, 13, 14. Per questo protocollo abbiamo usato le foglie dalla pianta modello Arabidopsis. Il razionale per tempi lunghi FS per Nicotiana e altri campioni di piante è che lo scambio di solventi e acqua sarebbe probabilmente rallentato dai grandi vacuoli delle cellule. Tuttavia, si prevede che devetrificazione di un campione ben ghiacciato, dovrebbe portare a un danno minimo alle cellule (15 e arbitri. Ivi). In caso di danni di ghiaccio è molto probabilmente causato dal congelamento e non il QFS. Un protocollo ancora più breve per FS è stato segnalato 15. Questo super veloci FS (SQFS) utilizza solo 90 minuti per FS. In questo protocollo, i campioni nel blocco riscaldatore sono ruotati a 100 rpm in assenza di i secchiCé senza coprire la camera SQFS. Questo permette ai campioni di raggiungere -80 ° C rapidamente. I campioni vengono poi rimossi dal blocco riscaldatore e ha permesso di raggiungere la temperatura ambiente sul bilanciere. SQFS è stato utilizzato con successo per disidratare le cellule in coltura e E. coli. Non abbiamo ancora tentato di utilizzare SQFS con campioni di piante a causa dello spessore dei tessuti vegetali.

Il protocollo per cryofixing e quindi disidratazione campioni di piante da HPF tandem e QFS rappresenta un miglioramento significativo rispetto attuali protocolli. Il tempo per la preparazione del campione prima di resina infiltrazione è ora ridotto a poche ore invece di diversi giorni. Oltre a sviluppare il metodo QFS 15, McDonald ha recentemente pubblicato i protocolli per la rapida infiltrazione dei tessuti vegetali con resina seguenti SQFS senza ghiaccio secco 19. Tessuti vegetali sono di solito lentamente infiltrati con resina da diverse incubazioni lunghe, tra cui durante la notte. Questi nuovi protocols provocano ancora più brevi tempi di lavorazione del campione: 6 ore dal congelamento di sezionamento. Così, in futuro, la combinazione di HPF-QFS e rapida infiltrazione dovrebbe sostituire i protocolli attuali per la preparazione impianti-campione per TEM. Inoltre, la procedura QFS utilizza attrezzature di laboratorio comune che è poco costoso e può essere utilizzato per diversi scopi, anche se un kit QFS commerciale è attualmente disponibile attraverso Scienze Electron Microscopy (http://www.emsdiasum.com). Entrambe le opzioni rappresenta un enorme risparmio rispetto al costo di acquisto di una unità dedicata sostituzione freeze che può costare ben più di $ 50.000.

Va notato che le domande di campioni preparati dai HPF e FS estendono oltre l'analisi TEM di routine. I campioni preparati in questo modo mantengono la loro antigenicità e possono quindi essere utilizzati in approcci a base di anticorpi, inclusa l'etichettatura immunogold 17, 19. Tali campioni possono essere utilizzati anche per avanzate analisi strutturali tridimensionalitramite tomografia elettronica 20. Campioni HPF-FS può essere utilizzato anche con la luce correlativo e EM 21, 22. Così, continui miglioramenti nelle procedure di cryofixing e poi campioni disidratanti sarà utile a una vasta gamma di ricercatori che lavorano in diversi sistemi.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Acknowledgments

La gentilezza e la generosità del Dr. Kent McDonald di UC Berkeley sono molto apprezzate. Ringraziamo un anonimo recensore per molto utili suggerimenti. Il laboratorio Burch-Smith è supportato da fondi di start-up presso l'Università del Tennessee.

Materials

Name Company Catalog Number Comments
Wohlwend HPF Compact 02 High Pressure Freezing Machine Technotrade International, Inc HPF02 With integrated oscilloscope to display freezing and pressure curves; PC (not included) is required for display  of freezing parameters
Holder for DN 3 x 0.5 mm aluminum apecimen carriers Technotrade International, Inc 290
Specimen carriers, P=1,000, DN 3 x 0.5 aluminum, type A Technotrade International, Inc 241-200
Specimen carriers, P=1,000, DN 3 x 0.5 aluminum, type B Technotrade International, Inc 242-200
Storage Dewar 20.5 L, MVE Millennium 2000 XC20 Chart
Baker's yeast The older the better, to avoid excessive gas (CO2) production
Tooth picks
Thermocouple data logger EL-USB-TC OMEGA Engineering Inc. OM-EL-USB-TC  Replacement battery purchased separately
Temperature probe Electron Microscopy Sciences 34505
Heater block 12/13 mm
Rotary shaker Fisher Scientific 11-402-10
Leaf punch - Harris Uni-core 2.00 Ted-Pella Inc. 15076
Pink dental wax Electron Microscopy Sciences 72660
Cryogenic vials 2 ml Electron Microscopy Sciences 61802-02
Methanol
Blow dryer
Dry ice
Liquid nitrogen
Acetone
Forceps Several pairs

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. Studer, D., Humbel, B. M., Chiquet, M. Electron microscopy of high pressure frozen samples bridging the gap between cellular ultrastructure and atomic resolution. Histochemistry and cell biology. 130, 877-889 (2008).
  2. Studer, D., Hennecke, H., Muller, M. High-pressure freezing of soybean nodules leads to an improved preservation of ultrastructure. Planta. 188, 155-163 (1992).
  3. Bowers, B. aM. M. Ch 2. Artifacts in Biological Electron Microscopy. Crang, R. F. E., Klomparens, K. L. 2, Plenum Press. 13-42 (1988).
  4. Mollenhauer, H. H. Ch 3. Artifacts in Biological Electron Microscopy. Crang, R. F. E., Klomparens, K. L. Plenum Press. 43-64 (1988).
  5. Kiss, J. Z., Giddings, T. H., Staehelin, L. A., Sack, F. D. Comparison of the ultrastructure of conventionally fixed and high pressure frozen/freeze substituted root tips of Nicotiana and Arabidopsis. Protoplasma. 157, 64-74 (1990).
  6. Moor, H. Cryotechniques in Biological Electron Microscopy. Steinbrecht, R. A., Zierold, K. Springer Verlag. 175-191 (1987).
  7. Vanhecke, D., Graber, W., Studer, D. Close-to-native ultrastructural preservation by high pressure freezing. Methods in cell biology. 88, 151-164 (2008).
  8. Dahl, R., Staehelin, L. A. High-pressure freezing for the preservation of biological structure theory and practice. Journal of electron microscopy. 13, 165-174 (1989).
  9. McDonald, K. High-pressure freezing for preservation of high resolution fine structure and antigenicity for immunolabeling. Methods in molecular biology. 117, 77-97 (1999).
  10. Hippe-Sanwald, S. Impact of freeze substitution on biological electron microscopy. Microscopy research and technique. 24, 400-422 (1993).
  11. Kiss, J. Z., McDonald, K. Electron microscopy immunocytochemistry following cryofixation and freeze substitution. Methods in cell biology. 37, 311-341 (1993).
  12. Segui-Simarro, J. M., Austin 2nd, J. R., White, E. A., Staehelin, L. A. Electron tomographic analysis of somatic cell plate formation in meristematic cells of Arabidopsis preserved by high-pressure freezing. The Plant cell. 16, 836-856 (2004).
  13. Kobayashi, K., Otegui, M. S., Krishnakumar, S., Mindrinos, M., Zambryski, P. INCREASED SIZE EXCLUSION LIMIT encodes a putative DEVH box RNA helicase involved in plasmodesmata function during Arabidopsis embryogenesis. The Plant cell. 19, 1885-1897 (2007).
  14. Austin, J. R., 2nd,, Staehelin, L. A. Three-dimensional architecture of grana and stroma thylakoids of higher plants as determined by electron tomography. Plant physiology. 155, 1601-1611 (2011).
  15. McDonald, K. L., Webb, R. I. Freeze substitution in 3 hours or less. Journal of microscopy. 243, 227-233 (2011).
  16. Taiz, L. The Plant Vacuole. The Journal of experimental biology. 172-1113 (1992).
  17. Wilson, S. M., Bacic, A. Preparation of plant cells for transmission electron microscopy to optimize immunogold labeling of carbohydrate and protein epitopes. Nature protocols. 7, 1716-1727 (2012).
  18. Ding, B., Turgeon, R., Parthasarathy, M. V. Substructure of freeze-substituted plasmodesmata. Protoplasma. 169, 28-41 (1992).
  19. McDonald, K. L. Rapid Embedding Methods into Epoxy and LR White Resins for Morphological and Immunological Analysis of Cryofixed Biological Specimens. Microscopy and microanalysis. 20, 152-163 (2014).
  20. McDonald, K. L., Auer, M. High-pressure freezing, cellular tomography, and structural cell biology. BioTechniques. 41, 137, 139-141 (2006).
  21. Spiegelhalter, C., et al. From dynamic live cell imaging to 3D ultrastructure novel integrated methods for high pressure freezing and correlative light-electron microscopy. PloS one. 5, e9014 (2010).
  22. McDonald, K. L. A review of high-pressure freezing preparation techniques for correlative light and electron microscopy of the same cells and tissues. Journal of microscopy. 235, 273-281 (2009).

Comments

0 Comments


    Post a Question / Comment / Request

    You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

    Usage Statistics