Etichettatura delle cellule e Targeting con superparamagnetico ossido di ferro nanoparticelle

Bioengineering

Your institution must subscribe to JoVE's Bioengineering section to access this content.

Fill out the form below to receive a free trial or learn more about access:

 

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations | Reprints and Permissions

Tefft, B. J., Uthamaraj, S., Harburn, J. J., Klabusay, M., Dragomir-Daescu, D., Sandhu, G. S. Cell Labeling and Targeting with Superparamagnetic Iron Oxide Nanoparticles. J. Vis. Exp. (104), e53099, doi:10.3791/53099 (2015).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

Somministrazione mirata di cellule e agenti terapeutici a favore di un'ampia gamma di applicazioni biomediche concentrando l'effetto terapeutico al sito bersaglio, riducendo al minimo gli effetti deleteri a siti fuori bersaglio. Il targeting cellule magnetica è una tecnica di consegna efficiente, sicuro, e diretto. Nanoparticelle di ossido di ferro (superparamagnetic spion) sono biodegradabili, biocompatibili, e possono essere endocitosi in cellule di renderli sensibili ai campi magnetici. Il processo di sintesi prevede la creazione di magnetite (Fe 3 O 4) nanoparticelle seguita da emulsificazione ad alta velocità per formare una poli (lattico-co-glicolico) (PLGA) rivestimento. Le SPIONs PLGA-magnetite sono circa 120 nm di diametro compreso nucleo diametro magnetite circa 10 nm. Quando posto in terreno di coltura, SPIONs sono naturalmente endocitosi dalle cellule e memorizzati come piccoli cluster all'interno di endosomi citoplasmatici. Queste particelle impartiscono massa magnetica sufficiente per le celluleper consentire il targeting entro campi magnetici. Numerosi separazione delle cellule e applicazioni destinate sono attivati ​​per rendere vari tipi di cellule sensibili ai campi magnetici. SPIONs hanno una varietà di altre applicazioni biomediche e compreso l'uso come agente di contrasto imaging medico, farmaco o gene somministrazione mirata, saggi diagnostici, e la generazione di ipertermia locale per la terapia tumorale o saldatura del tessuto.

Protocol

1. Sintesi di magnetite Gel

  1. Lavare la vetreria con acido cloridrico concentrato seguita da acqua deionizzata seguita da alcool etilico. Lasciare asciugare O / N, preferibilmente in un forno di essiccazione.
    ATTENZIONE! acido cloridrico è dannoso - indossare dispositivi di protezione individuale e lavorare in una cappa aspirante; alcol etilico è dannoso - indossare dispositivi di protezione individuale.
  2. Utilizzare una bottiglia di Drechsel di de-gas 500 ml di H 2 O deionizzata facendo gorgogliare delicatamente N 2 gas per 30 minuti.
  3. Set-up l'apparato di sintesi di magnetite all'interno di una cappa.
    1. Posizionare un pallone ml a tre colli a fondo tondo da 500 all'interno di un riscaldatore cuffia riscaldante e fissare il collo centro utilizzando una pinza e stand.
    2. Installare un setto di gomma in uno dei colli laterali del pallone a fondo rotondo e condensatore a riflusso con un setto di gomma nel collo lato rimanente. Continuamente scorrere acqua fredda attraverso il refrigerante a ricadere.
    3. Puntura °e setto di gomma del pallone a fondo tondo con un ago collegato ad una linea del gas N 2 e forare il setto di gomma del condensatore a riflusso con un ago collegato ad una linea di gas in esecuzione ad un gorgogliatore (cioè, matraccio con acqua) per visualizzare efflusso del gas.
    4. Installare una pala lama nel centro collo del pallone a fondo tondo tramite un adattatore pagaia. Attaccare albero della pala lama a un agitatore montato su un supporto.
  4. Spurgare il pallone a fondo tondo con N 2 gas e lasciare N 2 gas che scorre ad una velocità bassa ma rilevabile.
  5. Rimuovere il condensatore a riflusso del pallone a fondo tondo ed aggiungere 1.000 g di ferro (III) cloruro, 0,6125 g di ferro (II) cloruro tetraidrato, e 50 ml di degassati H 2 O.
    ATTENZIONE! di ferro (III) cloruro e ferro (II) cloruro tetraidrato sono nocivi - indossare dispositivi di protezione individuale.
  6. Sostituire il condensatore a ricadere e mescolare a 1.000 giri, mentre il riscaldamento a 50° C. Mescolando in queste condizioni produce 10 nm nanoparticelle di magnetite diameter.
  7. Una volta a 50 ° C, aggiungere 10 ml di soluzione di idrossido di ammonio 28% iniettando attraverso il tappo di gomma nel pallone a fondo tondo pur agitazione.
    ATTENZIONE! idrossido di ammonio è dannoso - indossare dispositivi di protezione individuale.
    NOTA: La soluzione di idrossido di ammonio è utilizzato per precipitare magnetite e la soluzione dovrebbe diventare nero.
  8. Rimuovere il setto di gomma e N 2 linea gas dal pallone a fondo tondo e calore a 90 ° C per evaporare l'ammoniaca gassosa mentre ancora agitazione.
    NOTA: È facoltativa per mantenere il flusso di N 2 nel pallone a fondo tondo perforando setto di gomma della condensatore a riflusso, tuttavia, l'ossidazione di magnetite per maghemite è trascurabile durante questa fase.
  9. Una volta a 90 ° C, aggiungere 1 ml di acido oleico nel pallone a fondo tondo pur agitazione. L'acido oleico è utilizzato per rivestire la magnetite nananoparticelle di per formare gel magnetite.
    ATTENZIONE! acido oleico è dannoso - indossare dispositivi di protezione individuale.
  10. Sostituire il setto di gomma e N 2 linea del gas sul pallone a fondo tondo e rimuovere il refrigerante a ricadere.
  11. Spegnere il fuoco e mescolate a 500 rpm per 2 ore.
  12. Rimuovere il pallone a fondo tondo dal riscaldatore cuffia riscaldante e decantare il liquido in eccesso mentre usando un magnete forte tenuto contro il fondo del pallone di trattenere il gel magnetite.
    ATTENZIONE! gestire il forte magnete con estrema cura per evitare danni o lesioni.
  13. Lasciare che il gel di magnetite asciugare O / N (facoltativo).

2. Purificazione di magnetite Gel

  1. Aggiungere 40 ml di esano nel pallone a fondo tondo di sciogliere il gel magnetite
    ATTENZIONE! esano è dannoso - indossare dispositivi di protezione individuale e lavorare in una cappa aspirante.
  2. Utilizzare un imbuto separatore con 40 ml di de-gasati H 2 O per rimuovere residui di H 2 O from la soluzione magnetite.
    1. Versare lentamente la soluzione di magnetite sul H 2 O nel imbuto separatore e miscelare delicatamente il liquido in due fasi per 5 minuti.
    2. Scolare fuori e scartare la frazione acquoso inferiore.
    3. Aggiungere lentamente 40 ml di degassati H 2 O a imbuto separatore tale che si deposita sotto la soluzione magnetite e miscelare delicatamente e scaricare come prima.
    4. Ripetere per lavare per la terza volta.
  3. Trasferire la soluzione di magnetite di una beuta, aggiungere un paio di spatole per un valore di solfato di sodio anidro e agitare per rimuovere ogni residuo H 2 O residua dalla soluzione di magnetite.
  4. Filtrare la soluzione attraverso carta da filtro magnetite 1 micron in un imbuto filtro per rimuovere il solfato di sodio e residua H 2 O.
    NOTA: è consigliabile farsi accompagnare vuoto.
  5. Trasferire la soluzione magnetite ad un pallone di evaporazione 50 ml e utilizzare un evaporatore rotante per evaporare l'esano per2 h con le seguenti condizioni: velocità di rotazione moderate, vuoto applicato, evaporando pallone in un bagno a 50 ° C di acqua, e 24 ° C l'acqua che circola attraverso il condensatore.
    NOTA: In alternativa, conservare il gel di magnetite prima del rivestimento con PLGA.

3. Rivestimento di magnetite di nanoparticelle con PLGA Shell

  1. Sciogliere 3,60 g di PLGA (75/25 blend) in 240 ml di acetato di etile per creare un (m / v) di 1,5%. ATTENZIONE: acetato di etile è dannoso - indossare dispositivi di protezione individuale e lavorare in una cappa aspirante.
  2. Sciogliere 25.00 g di Pluronic F-127 in 500 ml di degassati H 2 O con un agitatore magnetico per creare un (m / v) 5,0%.
    NOTA: Pluronic F-127 è un copolimero a blocchi anfifilo non ionico che agisce come un tensioattivo biocompatibile. Aiuta a stabilizzare l'emulsione olio-in-acqua nel passo 3.3.2.
  3. Utilizzando un microspatula, raccogliere il gel di magnetite in sei 0,040 g aliquote all'interno fiale di vetro ponderati. Perform il seguente processo di rivestimento e lavaggio per ciascuna aliquota.
    NOTA: Le aliquote sono necessari per garantire una gestione efficiente e decantazione magnetico, che consentirà di massimizzare purezza e resa, riducendo al minimo la degradazione prima di liofilizzazione al punto 4.
    1. Aggiungere a 0,040 g di gel un'aliquota magnetite e 40 ml della soluzione di PLGA in un beaker di plastica e sonicare in ultrasuoni per 10 minuti.
    2. Aggiungere 80 ml della soluzione Pluronic nel becher di plastica ed emulsionare immediatamente con un miscelatore da laboratorio al valore massimo per 7 minuti per formare il rivestimento PLGA sulle nanoparticelle di magnetite come una emulsione olio-in-acqua.
    3. Diluire immediatamente la soluzione Spion in 1 L di H 2 O deionizzata e ultrasuoni per 1 h in una cappa per evaporare l'acetato di etile.
    4. Posizionare un forte magnete accanto alla soluzione Spion e mescolare delicatamente per raccogliere SPIONs brunastre al magnete.
      NOTA: potrebbe essere necessario mescolare ad intermittenza per diverse ores prima che la soluzione diventa biancastra indicando che la maggior parte dei SPIONs sono stati raccolti.
    5. Decantare la soluzione acquosa, pur mantenendo le SPIONs nel bicchiere con il magnete.
    6. Lavare i SPIONs tre volte di seguito.
      1. Sospendere le SPIONs in 1 L di deionizzata H 2 O.
      2. Sonicare la soluzione Spion per 20 minuti.
      3. Posizionare un forte magnete accanto alla soluzione Spion e mescolare delicatamente per raccogliere SPIONs brunastre al magnete. Potrebbe essere necessario agitare intermittenza per diverse ore prima la soluzione diventa chiara indicando che la maggior parte dei SPIONs sono stati raccolti.
      4. Decantare la soluzione acquosa, pur mantenendo le SPIONs nel bicchiere con il magnete.
  4. Raccogliere le SPIONs sintetizzati da ciascuna delle sei aliquote gel magnetite in una singola fiala di vetro ponderata in sospensione acquosa. Opzionalmente decantare l'acqua in eccesso magneticamente, se necessario.

4. Fermo-Essiccazione di SPIONs

  1. Congelare la soluzione spion.
  2. Liofilizzare la soluzione Spion O / N in un liofilizzatore.
  3. Pesare i SPIONs liofilizzati. SPIONs liofilizzati possono essere conservati a -20 ° C fino al momento per l'etichettatura delle cellule.
    NOTA: Conservare a -20 ° C riduce drammaticamente cinetica di degradazione e aumenta la durata di conservazione.

5. Etichettatura di Celle con SPIONs

  1. Sospendere una aliquota di SPIONs in tampone fosfato salino (PBS) ad una concentrazione di 40 mg / ml e con ultrasuoni per 30 minuti.
  2. Aggiungere la soluzione in un pallone Spion quasi confluenti di cellule ad una concentrazione di 5 microlitri / ml di mezzo di coltura cellulare. Garantire una distribuzione uniforme agitandola lentamente il pallone.
  3. Incubare le cellule per 16 ore a 37 ° C.
  4. Aspirare delicatamente terreno di coltura e lavare le cellule due volte con PBS.
  5. Raccogliere le cellule magneticamente marcate e utilizzare per gli esperimenti.
  6. Soluzione spion non utilizzata può essere conservato a 4 ° C e dovrebbe essere noicato nel giro di pochi mesi. Con ultrasuoni per 30 minuti prima di ogni utilizzo.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Representative Results

Nanoparticelle di magnetite sono circa 10 nm di diametro a seguito di agitazione una soluzione acquosa di ferro (III) cloruro e ferro (II) cloruro tetraidrato a 50 ° C e 1.000 rpm (Figura 1). Questi risultati dimostrano riuscita sintesi di nanoparticelle di magnetite. È importante verificare la dimensione e la forma delle nanoparticelle di magnetite prelevati da un piccolo campione di batch quando si tenta la sintesi per la prima volta. Microscopia elettronica a trasmissione (TEM) è il metodo preferito per la visualizzazione di queste particelle. Il lotto deve essere eliminata e la sintesi dovrebbe essere tentato di nuovo se le nanoparticelle di magnetite non sono di circa 10 nm di diametro e sferica come mostrato in Figura 1.

Rivestimento nanoparticelle di magnetite con PLGA utilizzando un alta velocità risultati emulsionante in SPIONs PLGA-magnetite con un diametro di 120 nm (Figura 2). Questi risultati dimostrano successosintesi di SPIONs PLGA-magnetite. È importante verificare la dimensione e la forma di SPIONs PLGA-magnetite prelevati da un piccolo campione di batch quando si tenta la sintesi per la prima volta. Microscopia elettronica a scansione (SEM) è il metodo preferito per la visualizzazione di queste particelle. Il lotto deve essere scartato e la sintesi dovrebbe essere tentato di nuovo se i SPIONs PLGA-magnetite non sono circa 120 nm in diametro e sferica, come illustrato nella figura 2. Mentre le particelle più grandi o più piccoli possono essere desiderabili per certe applicazioni, la composizione sarà sconosciuta e quindi cella etichettatura, suscettività magnetica, e la citotossicità sarà imprevedibile.

L'incubazione delle cellule endoteliali escrescenza sangue con SPIONs per 16 hr risultati in endocitosi delle nanoparticelle (Figura 3). Questi risultati dimostrano etichettatura successo di cellule con SPIONs. È importante verificare la presenza di SPIONs entro cellule prelevate daun piccolo campione della partita quando tenta l'etichettatura per la prima volta. Microscopia elettronica a trasmissione è il metodo preferito per visualizzare queste cellule spion marcato. Le cellule devono essere scartati e le etichette dovrebbero essere di nuovo tentato se i SPIONs PLGA-mangetite non appaiono come rotondo particelle nere ammassate all'interno di endosomi citoplasma come mostrato in Figura 3. Inoltre, minori concentrazioni di SPIONs potrebbero non consentire cellulare magnetico targeting e concentrazioni elevate di SPIONs possono essere citotossici. Se necessario, la concentrazione di SPIONs utilizzati per cellule etichette può essere regolata di conseguenza.

La quantità di ferro caricati nelle celle è sufficiente per raggiungere cattura magnetica di cellule vitali ai dispositivi medici impiantabili ferromagnetici (Figura 4). Questi risultati dimostrano il successo di targeting cellule magnetico spion-mediata. Se una cella più forte effetto di mira è desiderato, la strategia preferita è quella di IncreaSE la forza o la pendenza del campo magnetico generato o applicata 8,30. L'aumento della concentrazione di SPIONs utilizzati per le celle delle etichette dovrebbe essere processato solo come ultima risorsa a causa di problemi di citotossicità. Se migliorato la vitalità cellulare è desiderato, la concentrazione di SPIONs utilizzati per cellule etichetta deve essere ridotta.

Figura 1
Figura 1. immagine TEM di nanoparticelle di magnetite. Magnetite nanoparticelle sono circa 10 nm di diametro visti da microscopia elettronica a trasmissione (TEM). Le particelle sono sferiche e dimensioni uniformi. Barra di scala = 100 nm. Cliccate qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 2 /> Figura 2. Immagine SEM di SPIONs PLGA-magnetite. SPIONs magnetite PLGA rivestite sono circa 120 nm di diametro, come visto da microscopia elettronica a scansione (SEM). Le particelle sono sferiche e dimensioni uniformi. Scala bar = 500 micron. Cliccate qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 3
Figura 3. Immagine TEM di una cellula endoteliale magneticamente marcate. Una cellula endoteliale conseguenza sangue magneticamente etichettati visualizzati mediante microscopia elettronica a trasmissione (TEM). Le SPIONs sono naturalmente endocitosi dalle cellule e memorizzati in piccoli gruppi all'interno di endosomi citoplasmatici. Sinistra scala bar = 2 micron e bar proprio scale = 0.5 micron. Re-stampa con il permesso di 24./files/ftp_upload/53099/53099fig3large.jpg "target =" _ blank "> Clicca qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 4
Figura 4. fluorescenza immagine al microscopio di cattura delle cellule magnetiche. Cellule endoteliali magneticamente etichettati sono attratti da uno stent vascolare ferromagnetico (a destra) a un tasso significativamente più alto rispetto a stent non magnetico (a sinistra). Bar Scala = 100 micron. Ristampa con il permesso di 24. Cliccate qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Discussion

Come con qualsiasi protocollo di sintesi di nanoparticelle, la purezza dei reagenti chimici è fondamentale per ottenere SPIONs alta qualità che avranno effetti citotossici minimi. È quindi importante per l'acquisto reagenti molto puri compreso l'acido oleico (≥99%), ferro (II) tetraidrato Cloruro (≥99.99%), ferro (III) cloruro (≥99.99%), acetato di etile (grado HPLC, ≥99.9% ), esano (grado HPLC, ≥97.0%), idrossido di ammonio (≥99.99%) e solfato di sodio (≥99.0%). È di particolare importanza per l'acquisto molto puro e di alta qualità PLGA, che può essere relativamente costoso. Inoltre, tutta la vetreria deve essere accuratamente lavato con acido cloridrico, acqua deionizzata, e alcool etilico e lasciata asciugare prima dell'uso.

Analogamente, i passaggi di purificazione e di lavaggio all'interno del protocollo sono fondamentali per garantire che i SPIONs finali saranno di alta qualità e hanno effetti citotossici minimi. Il gel di magnetite deve essere privo diidrossido di ammonio molto, acqua, ed esano possibile prima rivestimento con PLGA. Di conseguenza, gran parte del protocollo è dedicata a garantire la purezza del gel magnetite. Successivamente, i SPIONs PLGA-magnetite devono essere privi di acetato di etile, Pluronic, e l'eccesso di PLGA. Le fasi finali spion lavaggio sono più in termini di tempo parte del protocollo, ma devono essere completati per garantire elevata purezza. In particolare, la raccolta magnetica delle particelle durante ogni fase di lavaggio può richiedere molto tempo. Mescolare la soluzione può aumentare notevolmente la velocità di raccolta delle particelle, ma agitatori magnetici non può essere utilizzato. Agitatori operanti a bassa velocità sono il mezzo più efficace per una rapida raccolta delle particelle. Garantire una grande collezione di marrone SPIONs appare al magnete e la soluzione appare bianco o chiaro prima decantazione. Questo spesso può richiedere diverse ore di agitazione, ma si tradurrà in una resa finale più elevata. Le fasi di decantazione magnetici servono anche per assicurare che solo magnetic particelle vengono trattenute mentre tutti i materiali non magnetici vengono scartati.

Livelli di ferro eccessivi possono essere citotossici, quindi la quantità di massa magnetica che può essere impartita una cella utilizzando questa tecnica è limitata. La concentrazione di ferro può essere necessario diminuito per i tipi di cellule particolarmente sensibili o aumento per i campi magnetici particolarmente deboli, ma il protocollo qui descritto fornisce un punto di partenza dimostrato di bilanciare sicurezza e l'efficacia. Le SPIONs sintetizzati da questo protocollo sono costituiti da una soluzione con un rapporto 01:15 in massa di magnetite di PLGA e SPIONs vengono introdotti cellule ad una concentrazione di 200 ug / ml di mezzo di coltura cellulare. Uno di questi parametri possono essere regolati per alterare la quantità di ferro endocitosi da ciascuna cella, se necessario.

SPIONs sono sicuri per l'impianto umano e saranno biodegradabili nel tempo (emivita di circa 40-50 giorni) 31. Sia la magnetite e PLGA formano DEGRAD innocuoprodotti azioni e vengono cancellati dal corpo attraverso vie naturali 32. La natura biodegradabile dei SPIONs significa eventuali effetti citotossici diminuirà con il tempo, ma limita anche le possibili applicazioni a quelli che non necessitano di cellule per mantenere le loro proprietà magnetiche al di là di un paio di mesi. SPIONs hanno anche il vantaggio di etichettatura cellule e impartire loro effetti magnetici senza la necessità di proteine ​​di superficie né il targeting ligandi che sono sensibili alla formazione di una corona proteine ​​per esposizione con l'ambiente biologico 33,34.

Impartire proprietà magnetiche alle cellule è utile per una vasta gamma di applicazioni biomediche che richiedono la consegna cellula bersaglio o di smistamento 29. Una varietà di tipi di cellule hanno dimostrato la capacità di fagocitare tutta sicurezza SPIONs tra cui le cellule staminali mesenchimali 35, le cellule progenitrici endoteliali 36, cellule insulari beta 37, e le cellule staminali neurali 38. Cel magnetical Il targeting può essere preferito altra cella tecniche di targeting quando un alto grado di controllo delle condizioni di consegna è necessario.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Materials

Name Company Catalog Number Comments
Ammonium Hydroxide solution, 28% NH3 in H2O, ≥99.99% trace metal basis Sigma-Aldrich 338818-100ML  Harmful reagent - wear personal protective equipment
Dreschel bottle, 500 ml Ace Glass 5516-16
Ethyl Acetate, CHROMASOLVR Plus, for HPLC, 99.9%  Sigma-Aldrich 650528-1L Harmful reagent - wear personal protective equipment & work in fume hood
Ethyl alcohol Sigma-Aldrich E7023 Harmful reagent - wear personal protective equipment
Evaporating flask, 50 ml, 24/40 joint Sigma-Aldrich Z515558 For use with rotoevaporator
Filter paper, 3 cm dia, grade 1 Fisher 09-805P For use with glass filter funnel
Glass beakers, 1 L Fisher FB-101-1000 For washing SPIONs
Glass filter funnel, vacuum hose adapter, fits 24/40, 30 mL Fisher K954100-0344 
Glass vial caps Fisher 03-391-46 For use with glass vials
Glass vials, 2 ml Fisher 03-391-44 For collecting magnetite gel & SPIONs
Hexane, CHROMASOLVR, for HPLC, ≥97.0% (GC) Sigma-Aldrich 34859-1L  Harmful reagent - wear personal protective equipment & work in fume hood
Hydrochloric acid Sigma-Aldrich H1758 Harmful reagent - wear personal protective equipment & work in fume hood
Iron(II) chloride tetrahydrate, ≥99.99% trace metals basis  Sigma-Aldrich 380024-5G Harmful reagent - wear personal protective equipment
Iron(III) chloride anhydrous, powder, ≥99.99% trace metals basis Sigma-Aldrich 451649-1G Harmful reagent - wear personal protective equipment
Isomantle heater, 500 mL Voight Global EM0500/CEX1
Laboratory mixer Silverson L5M-A
Lyophilizer Labconco 7670520
Microspatulas Fisher 21-401-25A For transfering magnetite gel
NdFeB magnet, 1 in x 1 in x 1 in Amazing Magnets C1000H-M Very strong magnet, handle with care
Oleic acid, ≥99% (GC) Sigma-Aldrich O1008-5G  Store in freezer; Harmful reagent - wear personal protective equipment
Overhead stirrer IKA 2572201
Overhead stirrer clamp IKA 2664000 For use with overhead stirrer
Overhead stirrer H-stand IKA 1412000 For use with overhead stirrer
Phosphate buffered saline Life Technologies 10010-023
Plastic beakers, 250 ml Fisher 02-591-28
PLGA PURASORB PDLG (75/25 blend) Purac PDLG 7502 PDLG 7502A may be used as well; Store in freezer
Pluronic F-127 powder, BioReagent, suitable for cell culture Sigma-Aldrich P2443-250G 
PTFE expandable blade paddle, 8 mm dia SciQuip SP4018
PTFE vessel adapter, fits 24/40, 8 mm dia paddle Monmouth Scientific PTFE Vessel Adaptor A480 For use with PTFE expandable blade paddle
Recirculating chiller Clarkson 696613 For use with rotoevaporator
Reflux condenser, fits 24/40, 250 mm Ace Glass 5997-133
Rotoevaporator Clarkson 216949
Rubber septa, fits 24/40 Ace Glass 9096-56
Separatory funnel with stopper, 250 ml Fisher 10-438E
Sodium sulfate ACS reagent, ≥99.0%, anhydrous, granular Sigma-Aldrich 239313-500G 
Three neck round bottom flask, angled, 24/40 joints, 500 ml Ace Glass 6948-16
Ultrasonic cleaner perforated pan Fisher 15-335-20A For use with ultrasonic cleaner
Ultrasonic cleaner, 2.8 L Fisher 15-335-20
Vacuum controller Clarkson 216639 For use with rotoevaporator (optional)
Vacuum pump Clarkson 219959 For use with rotoevaporator

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. Burgess, A., et al. Targeted delivery of neural stem cells to the brain using MRI-guided focused ultrasound to disrupt the blood-brain barrier. PLoS One. 6, (11), e27877 (2011).
  2. Nguyen, K. T. Mesenchymal Stem Cells as Targeted Cell Vehicles to Deliver Drug-loaded Nanoparticles for Cancer Therapy. J Nanomed Nanotechol. 4, (1), e128 (2013).
  3. Kean, T. J., Lin, P., Caplan, A. I., Dennis, J. E. MSCs: Delivery Routes and Engraftment, Cell-Targeting Strategies, and Immune Modulation. Stem Cells Int. 732742 (2013).
  4. Suzuki, K., et al. Targeted cell delivery into infarcted rat hearts by retrograde intracoronary infusion: distribution, dynamics, and influence on cardiac function. Circulation. 110, (11 Suppl 1), II225-II230 (2004).
  5. Garbern, J. C., Lee, R. T. Cardiac stem cell therapy and the promise of heart regeneration. Cell Stem Cell. 12, (6), 689-698 (2013).
  6. Duckers, H. J., et al. Accelerated vascular repair following percutaneous coronary intervention by capture of endothelial progenitor cells promotes regression of neointimal growth at long term follow-up: final results of the Healing II trial using an endothelial progenitor cell capturing stent (Genous R stent). EuroIntervention. 3, (3), 350-358 (2007).
  7. Pan, Y., Du, X., Zhao, F., Xu, B. Magnetic nanoparticles for the manipulation of proteins and cells. Chem Soc Rev. 41, (7), 2912-2942 (2012).
  8. Huang, Z. Y., et al. Deep magnetic capture of magnetically loaded cells for spatially targeted therapeutics. Biomaterials. 31, (8), 2130-2140 (2010).
  9. Shen, Y., et al. Comparison of Magnetic Intensities for Mesenchymal Stem Cell Targeting Therapy on Ischemic Myocardial Repair: High Magnetic Intensity Improves Cell Retention but Has No Additional Functional Benefit. Cell Transplant. (2014).
  10. Cheng, K., et al. Magnetic antibody-linked nanomatchmakers for therapeutic cell targeting. Nat Commun. 5, 4880 (2014).
  11. Vandergriff, A. C., et al. Magnetic targeting of cardiosphere-derived stem cells with ferumoxytol nanoparticles for treating rats with myocardial infarction. Biomaterials. 35, (30), 8528-8539 (2014).
  12. Huang, Z., et al. Magnetic targeting enhances retrograde cell retention in a rat model of myocardial infarction. Stem Cell Res Ther. 4, (6), 149 (2013).
  13. Chaudeurge, A., et al. Can magnetic targeting of magnetically labeled circulating cells optimize intramyocardial cell retention. Cell Transplant. 21, (4), 679-691 (2012).
  14. Cheng, K., et al. Magnetic targeting enhances engraftment and functional benefit of iron-labeled cardiosphere-derived cells in myocardial infarction. Circ Res. 106, (10), 1570-1581 (2010).
  15. Yanai, A., et al. Focused magnetic stem cell targeting to the retina using superparamagnetic iron oxide nanoparticles. Cell Transplant. 21, (6), 1137-1148 (2012).
  16. Ordidge, K. L., et al. Coupled cellular therapy and magnetic targeting for airway regeneration. Biochem Soc Trans. 42, (3), 657-661 (2014).
  17. El Haj, A. J., et al. An in vitro model of mesenchymal stem cell targeting using magnetic particle labelling. J Tissue Eng Regen Med. (2012).
  18. Vanecek, V., et al. Highly efficient magnetic targeting of mesenchymal stem cells in spinal cord injury. Int J Nanomedicine. 7, 3719-3730 (2012).
  19. Sasaki, H., et al. Therapeutic effects with magnetic targeting of bone marrow stromal cells in a rat spinal cord injury model. Spine (Phila Pa 1976). 36, (12), 933-938 (2011).
  20. Oshima, S., et al. Enhancement of bone formation in an experimental bony defect using ferumoxide-labelled mesenchymal stromal cells and a magnetic targeting system. J Bone Joint Surg Br. 92, (11), 1606-1613 (2010).
  21. Luciani, A., et al. Magnetic targeting of iron-oxide-labeled fluorescent hepatoma cells to the liver. Eur Radiol. 19, (5), 1087-1096 (2009).
  22. Oshima, S., Kamei, N., Nakasa, T., Yasunaga, Y., Ochi, M. Enhancement of muscle repair using human mesenchymal stem cells with a magnetic targeting system in a subchronic muscle injury model. J Orthop Sci. 19, (3), 478-488 (2014).
  23. Ohkawa, S., et al. Magnetic targeting of human peripheral blood CD133+ cells for skeletal muscle regeneration. Tissue Eng Part C Methods. 19, (8), 631-641 (2013).
  24. Tefft, B. J., et al. Magnetizable Duplex Steel Stents Enable Endothelial Cell Capture. Ieee T Magn. 49, (1), 463-466 (2013).
  25. Uthamaraj, S., et al. Design and validation of a novel ferromagnetic bare metal stent capable of capturing and retaining endothelial cells. ABME. 42, (12), 2416-2424 (2014).
  26. Polyak, B., et al. High field gradient targeting of magnetic nanoparticle-loaded endothelial cells to the surfaces of steel stents. Proc Natl Acad Sci U.S.A. 105, (2), 698-703 (2008).
  27. Pislaru, S. V., et al. Magnetically targeted endothelial cell localization in stented vessels. J Am Coll Cardiol. 48, (9), 1839-1845 (2006).
  28. Pislaru, S. V., et al. Magnetic forces enable rapid endothelialization of synthetic vascular grafts. Circulation. 114, (1 Suppl), 314-318 (2006).
  29. Wang, Y. X., Xuan, S., Port, M., Idee, J. M. Recent advances in superparamagnetic iron oxide nanoparticles for cellular imaging and targeted therapy research. Curr Pharm Des. 19, (37), 6575-6593 (2013).
  30. Yellen, B. B., et al. Targeted drug delivery to magnetic implants for therapeutic applications. J Magn Magn Mater. 293, (1), 647-654 (2005).
  31. Granot, D., et al. Clinically viable magnetic poly(lactide-co-glycolide) particles for MRI-based cell tracking. Magn Reson Med. (2013).
  32. Levy, M., et al. Long term in vivo biotransformation of iron oxide nanoparticles. Biomaterials. 32, (16), 3988-3999 (2011).
  33. Mirshafiee, V., Mahmoudi, M., Lou, K., Cheng, J., Kraft, M. L. Protein corona significantly reduces active targeting yield. Chem Commun (Camb). 49, (25), 2557-2559 (2013).
  34. Salvati, A., et al. Transferrin-functionalized nanoparticles lose their targeting capabilities when a biomolecule corona adsorbs on the surface. Nat Nanotechnol. 8, (2), 137-143 (2013).
  35. Landazuri, N., et al. Magnetic targeting of human mesenchymal stem cells with internalized superparamagnetic iron oxide nanoparticles. Small. 9, (23), 4017-4026 (2013).
  36. Sun, J. H., et al. In vitro labeling of endothelial progenitor cells isolated from peripheral blood with superparamagnetic iron oxide nanoparticles. Mol Med Rep. 6, (2), 282-286 (2012).
  37. Zhang, B., et al. Detection of viability of transplanted beta cells labeled with a novel contrast agent - polyvinylpyrrolidone-coated superparamagnetic iron oxide nanoparticles by magnetic resonance imaging. Contrast Media Mol Imaging. 7, (1), 35-44 (2012).
  38. Song, M., et al. Labeling efficacy of superparamagnetic iron oxide nanoparticles to human neural stem cells: comparison of ferumoxides, monocrystalline iron oxide, cross-linked iron oxide (CLIO)-NH2 and tat-CLIO. Korean J Radiol. 8, (5), 365-371 (2007).

Comments

0 Comments


    Post a Question / Comment / Request

    You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

    Usage Statistics