Neurodegenerazione in un modello animale di cronica amiloide-beta Oligomer infusione viene neutralizzata da anticorpi trattamento infuso con pompe osmotiche

Medicine
 

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations

Sajadi, A., Provost, C., Pham, B., Brouillette, J. Neurodegeneration in an Animal Model of Chronic Amyloid-beta Oligomer Infusion Is Counteracted by Antibody Treatment Infused with Osmotic Pumps. J. Vis. Exp. (114), e54215, doi:10.3791/54215 (2016).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

Diminuzione della memoria esplicita ippocampo-dipendente (memoria per fatti ed eventi) è uno dei primi sintomi clinici della malattia di Alzheimer (AD). E 'ben noto che la perdita di sinapsi e la neurodegenerazione conseguente sono i migliori predittori per deficit di memoria in AD. Recenti studi hanno evidenziato il ruolo neurotossico degli oligomeri beta-amiloide solubili (Aβo) che cominciano ad accumularsi nel cervello umano da circa 10 a 15 anni prima che i sintomi clinici si manifestano. Molti rapporti indicano che solubile Aβo correlano con deficit di memoria nei modelli AD e gli esseri umani. La neurodegenerazione Aβo indotta osservato nelle culture fetta neuronali e cerebrali è stato più difficile da riprodurre in molti modelli animali. Il modello di infusioni ripetute Aβo mostrato qui a superare questo problema e consentire affrontando due settori chiave per lo sviluppo di nuove terapie modificanti la malattia: identificare marcatori biologici per la diagnosi precoce dC, e determinare il mecha molecolarenismi alla base di deficit della memoria Aβo-indotte al momento della comparsa di AD. Dal solubile aggregato Aβo relativamente veloce in fibrille Ap insolubili che correlano poco con lo stato clinico dei pazienti, solubile Aβo sono preparati freschi e iniettato una volta al giorno per sei giorni di tempo per produrre la morte cellulare marcata nell'ippocampo. Abbiamo usato cannula specialmente disegno per infusioni simultanee di Aβo e infusione continua di anticorpi Aβo (6E10) nell'ippocampo con pompe osmotiche. Questo innovativo metodo vivo può ora essere utilizzato in studi pre-clinici per validare l'efficacia di nuove terapie AD che potrebbero impedire la deposizione e la neurotossicità di Aβo in pazienti pre-demenza.

Introduction

E 'stato inizialmente proposto che l'accumulo di specie A? Insolubili nel cervello era centrale per patogenesi. 1,2 Tuttavia, placche amiloidi vengono rilevate anche in alcuni cognitivamente normali anziani. 3-7 Per superare la scarsa correlazione esistente tra le deposizioni di placca e deficit cognitivi in aD, ultime relazioni hanno evidenziato la presenza di Aβo solubili tossici nel insorgenza della malattia, che correlano meglio con lo stato clinico dei pazienti. 8-14 Poiché il processo di oligomerizzazione Ap è molto dinamico, è stato suggerito che neurotossicità è indotta da vari Aβo anziché soltanto uno specifico tipo di oligomero. 14-16 Poiché molti studi hanno dimostrato che Aβo può avviare disfunzioni sinaptiche prima di sinapsi e perdita neuronale, 17-24 teorie attuali indicano che il trattamento Ap correlati potrebbe essere efficace in aD presto piuttosto che nelle fasi successive come testato finora negli studi clinici.

Una caratteristica segno distintivo di patogenesi è la morte massiccia e diffusa di cellule osservate nelle ultime fasi della malattia, e la sinapsi significativa e perdita neuronale osservata in regioni cerebrali localizzate quando i deficit di memoria diventano rilevabili a livello clinico. Il percorso perforant che sporge dalla corteccia entorinale (CE) al giro dentato (DG) è perturbato notevolmente alla precoce insorgenza di AD. 25,26 Durante lo stato prodromica di AD, quando decadimento cognitivo lieve (MCI) diventa evidente la morte delle cellule significativo viene rilevato nella CE così come la perdita sinaptica nella DG. 25,26

Anche se una grande quantità di prove ha individuato l'azione tossica dei solubili Aβo in AD all'inizio, 8-14 neurodegenerazione Aβo indotta osservato nella cultura neuronale o organotipica cultura fetta cervello è stato più difficile da riprodurre in modelli animali. 27 La maggior parte del transgenico AD modelli overexpressing Aβ hanno placche amiloidi, tau iperfosforilazione, carenza sinaptica e deficit di memoria. 27 Tuttavia, questi modelli sono stati molto meno successo nella morte cellulare osservata modellazione nell'ippocampo dei pazienti con AD. Per superare questi problemi tecnici abbiamo sviluppato un modello basato su infusioni intracerebrali di solubile Aβo. Abbiamo riportato in precedenza che ripetono infusioni dell'ippocampo di solubile Aβo inducono graduale perdita neuronale e tau iperfosforilazione, due caratteristiche patologiche associate con il declino della memoria in AD. 28 Qui, stiamo mostrando un nuovo metodo per testare terapie AD utilizzando cannula specialmente disegno per infusioni simultanee di Aβo e infusione continua di anticorpi Aβo (6E10) con pompe osmotiche.

Pompe osmotiche forniscono un modo unico per testare in vivo l'efficacia di qualsiasi anticorpo (o altri composti) contro la neurodegenerazione Aβo indotta direttamente al sito di infusione di Aβo. Così, queste pompe reprESENT un comodo strumento per stabilire un solido proof-of-concept per quanto riguarda i meccanismi di azione di potenziali agenti terapeutici in AD. Dal momento che i rapporti recenti indicano l'impatto critico di solubili Aβo nelle prime fasi dell'Alzheimer, molti trattamenti diretti verso Aβo sono effettivamente testati da laboratori accademici e farmaceutici. Questo modello animale romanzo permette imitando la perdita sinaptica e neuronale osservata in AD presto, e pompe osmotiche sono utilizzati per infondere continuamente agenti di trattamento specificamente al sito di infusione Aβo. I fallimenti ripetuti delle terapie AD testati nel corso degli ultimi anni in lieve a moderata pazienti spinto i ricercatori ad avviare studi clinici in pazienti pre-demenza prima Aβo cominciano ad accumularsi in abbondanza e generare danni irreversibili al cervello. In questo contesto, sperimentazione di nuovi composti che impediscono la deposizione e di conseguenza la neurotossicità di Aβo potrebbe essere di interesse in pazienti pre-clinici.

Protocol

Etica dichiarazione: Il protocollo animale per questo progetto ha ottenuto l'approvazione da parte del Comitato di cura degli animali del Hôpital du Sacré-Coeur de Montréal in conformità con le linee guida del Consiglio canadese sulla cura degli animali.

1. Catetere Preparazione prima di radiochirurgia stereotassica

  1. Tagliare cateteri PE50 (6 cm di lunghezza) che verranno utilizzati per collegare la cannula con pompe osmotiche (vedere Figura 1A). Riempire cateteri PE50 con liquido cerebrospinale artificiale (aCSF) e sigillare entrambe le estremità dei cateteri. Mantenere il catetere a 4 ° C fino all'uso.

2. Impianto cannula da Stereotassi

  1. Eseguire l'intervento chirurgico in condizioni sterili. Sterilizzare tutti gli strumenti ei materiali chirurgici in autoclave. Pulire l'apparato stereotassico e l'area di lavoro accuratamente e disinfettati con una soluzione di etanolo al 70%. Indossare una maschera chirurgica, cofano capelli e guanti sterili.
  2. Anestetizzare topi iniettando per via intraperitoneale (ip) di una soluzione di ketamina e xilazina (100 mg / kg e 10 mg / kg, rispettivamente). Confermare l'anestesia controllando il movimento dopo un pizzico dito del piede delicato.
  3. Iniettare un non-steroidei anti-infiammatori (Meloxicam; 1 mg / kg) per via sottocutanea (sc) per l'animale anestetizzato almeno 30 minuti prima dell'intervento.
  4. Radere la testa dell'animale utilizzando tagliaunghie e disinfettare la pelle con una soluzione di clorexidina gluconato 2% ed alcool isopropilico 2% per tre volte. Applicare veterinaria pomata oftalmica sugli occhi per prevenire la secchezza mentre sotto anestesia.
  5. Posto l'animale su un telaio stereotassico con le barre orecchio. Fissare una cannula sul braccio porta del telaio stereotassico. Iniettare (sc) un agente anestetico locale (bupivacaina (1,5 mg / kg) e lidocaina (1,5 mg / kg) sulla parte superiore della testa. L'anestesia è mantiene durante l'intera procedura inserendo un'ogiva consegna 3% isoflurano. L'intera campo chirurgico dovrebbe esseredrappeggiato off, ma non è stato fatto qui per dimostrare meglio la tecnica.
  6. Fare un'incisione di 3 cm sulla sommità della testa con un bisturi. Installare 4 morsetti intorno l'incisione di lasciare il cranio chiaro. Usando una forbice di andata e punta, fare una tasca (2 x 2 cm 2) sotto la pelle tra le scapole dell'animale.
  7. Raschiare periostio del cranio con una lama. Applicare un tampone di garza sul cranio se l'emorragia.
  8. Verificare che il cranio è piatta e ben allineati sul telaio stereotassico. Per assicurarsi che il cranio è piatto, controllare coordina l'altezza al bregma e al lambda. Prendere le coordinate del bregma che verrà utilizzato come punto di riferimento.
  9. Partendo dal bregma, calcolare le coordinate della guida due cannula che saranno impiantati bilateralmente nell'ippocampo (anteroposteriore: - 0,42 centimetri; mediolaterale: ± 0,30 centimetri; dorsoventrale: - 0,28 cm secondo l'atlante cervello di ratto Paxinos e Watson) 29 . indicare ilposizione della cannula con un pennarello.
  10. Praticare un foro (0.5 mm) nel cranio nel punto impianto di entrambi cannula. Praticare due altri fori di circa 5 mm sopra e sotto i punti per inserire viti che si solidificherà cannula in sede di applicazione del cemento dentale.
  11. Tagliare un'estremità del catetere precedentemente riempito con aCSF con un bisturi, e inserirla nel braccio angolo della cannula. Fissare la prima cannula con cemento dentale. Evitare di mettere cemento dentale attorno alla posizione sulla seconda cannula.
  12. Lasciate asciugare il cemento dentale per 2 - 3 minuti, quindi rimuovere il braccio di supporto dalla prima cannula, e fissare la seconda cannula in esso. Ripetere i punti 2.11 e 2.12. Mettere cannula manichino su entrambi guida cannula. Assicurarsi che il manichino e guida la cannula sono della stessa lunghezza per impedire l'infiltrazione in tessuti e bloccando la cannula.
  13. Inserire l'estremità libera dei due cateteri in tasca precedentemente fatta tra scapole dell'animale. Rimuovere i morsetti e cucire la pelle con unfilo di sutura 4-0.
    NOTA: La guida cannula superiore deve essere accessibile per le prossime infusioni Aβo.
  14. Rimuovere l'animale dal telaio stereotassico e rimetterlo nella sua gabbia. Durante il recupero post-chirurgico, collocare la gabbia su una coperta di acqua di riscaldamento fino a quando l'animale si sveglia. La gabbia dovrebbe essere parzialmente sul pad modo il topo può allontanarsi dal calore se necessario. Monitorare l'animale costantemente fino a quando non riprende conoscenza sufficiente per mantenere decubito sternale.
  15. Rientro ratti alla struttura all'animale di riprendersi da un intervento chirurgico per 10 giorni sotto stretto monitoraggio.
    NOTA: Non restituire un animale che ha subito un intervento chirurgico per la compagnia di altri animali fino alla completa guarigione. Meloxicam (1 mg / kg) è somministrato una volta al giorno per due giorni dopo un intervento chirurgico per trattare il dolore.

3. Installazione della pompa osmotica

  1. Un giorno prima del montaggio, riempire pompe osmotiche con 6E10 anticorpi (1 mg / ml; 100 ml) e il controllo IgG1anticorpo (1 mg / ml; 100 microlitri) secondo le istruzioni del produttore, in condizioni sterili. Conservare le pompe in acqua distillata sterile a 37 ° C per una notte per attivare pompe.
  2. Anestetizzare ratto con isoflurano 3% per installare pompe osmotiche (0,5 ml / hr per 7 giorni). Shave tra le scapole e disinfettare la pelle con una soluzione di clorexidina gluconato 2% e alcol isopropilico 2%. Fare un'incisione di 2 cm con un bisturi tra le scapole per individuare le cateteri PE50 connessi alla cannula guida.
  3. Tagliare l'estremità dei cateteri PE50 contenenti cemento dentale con un bisturi. Collegare le pompe osmotiche ai cateteri PE50, e aggiungere un po cemento dentale a livello della giunzione della pompa e il catetere per fissare il collegamento.
  4. Stitch la pelle strettamente con un filo di sutura 4-0. Mettere la parte posteriore animale nella sua gabbia su un tappetino di riscaldamento dell'acqua. Osservare il risveglio degli animali rapidamente da una anestesia isoflurano (circa 5 minuti).
    NOTA: L'intervento prende approximately 5 a 10 min.

4. Aβo Infusi in Svegliatevi e ratti liberi di muoversi

  1. Preparare la soluzione Aβo (0,2 mg / mL) come riportato in precedenza. 28,30 Consenti Aβo di aggregare in modo dinamico e spontaneamente per 1 ora a temperatura ambiente prima dell'infusione.
  2. Installare due siringhe 10 microlitri su una pompa per infusione. Riempire le siringhe con 5 ml di acqua distillata sterile. Tagliate due cateteri PE50 a circa 60 cm di lunghezza con un bisturi. Riempire entrambi i cateteri con acqua distillata sterile utilizzando 1 ml siringhe e aghi 21G.
  3. Conservare le siringhe 1 ml ad una estremità del catetere e collegare l'altra estremità ai siringhe Hamilton. Rimuovere le siringhe da 1 ml e verificare che non ci sono bolle d'aria all'interno dei cateteri.
  4. Inserire la cannula interna alla fine di cateteri PE50. L'utilizzo di acqua distillata sterile, riempire la cannula interna collegata ai cateteri PE50 fino a 1 ml in siringhe Hamilton. Fare una bolla d'aria da pulling indietro i pistoni fino a 2 ml.
  5. Mescolare la soluzione Aβo pipettando su e giù con una punta di minimo di aderenza. Evitare la formazione di bolle durante la miscelazione. Riempire entrambi cannula interna con 1,5 ml di soluzione di Aβo tirando indietro i pistoni fino a 3,5 ml.
  6. Effettuare linee con un pennarello prima e dopo la bolla d'aria fatto in entrambe cateteri. Questo serve come punto di controllo di infusione continua. Per l'infusione, portare la gabbia vicino alla pompa di infusione e rimuovere il coperchio.
  7. Posizionare il ratto in una snuggle e strettamente raschiare il braccio del coccole al collo per immobilizzare la testa del ratto. Rimuovere la cannula manichino dalla cannula due guida. Inserire la cannula interna precedentemente preparato nella cannula guida. Verificare che siano inserite completamente e ben fissato alla base della cannula guida.
  8. Rilasciare ratto dal coccole e rimetterlo nella sua gabbia per limitare lo stress contesa. Monitorare attentamente per garantire che i cateteri non torcere togetlei e l'infusione è fatto correttamente.
  9. Accendere la pompa di infusione. Iniettare 1 ml di soluzione Aβo ad una velocità di 0,1 ml / min (10 min). Durante l'infusione, controllare che la siringa pistone si muove da 3,5 ml a 2,5 ml, e che la bolla d'aria in entrambi i cateteri PE50 movimento continuo.
  10. Lasciare la cannula interna in atto per altri 5 minuti dopo l'infusione per consentire efficiente diffusione della soluzione Aβo. Portare il topo indietro nella snuggle per rimuovere cannula interna e capped cannula guida per impedire riflusso della soluzione iniettata. Utilizzare cannula fittizio che si ferma appena prima che il braccio angolo della cannula. Rispedire l'animale nella sua gabbia.
  11. Repeat Aβo infusione una volta al giorno per 6 giorni consecutivi. Eutanasia dell'animale per decapitazione.

Representative Results

L'effetto neurotossico del Aβo è stata studiata nei ratti lungo Evans mediante l'impianto di cannula DG dell'ippocampo. Solubile Aβo sono stati iniettati ogni giorno per sei giorni consecutivi. Abbiamo usato cannula specialmente disegno per infusioni simultanee di Aβo e infusione continua di 6E10 o il controllo degli anticorpi IgG1 nell'ippocampo utilizzando pompe osmotiche (Figura 1A). Per i ratti immunoistochimica sono stati anestetizzati, perfusi transcardially con NaCl 0,9%, e il cervello immerso in una soluzione di paraformaldeide al 4% per 48 ore e il 15% soluzione di saccarosio per 24 ore. Flottanti liberamente sezioni coronali (40 micron) sono stati trattati con 0,3% H 2 O 2 per 30 min, bloccato in 1% di siero di capra per 1 ora, e incubate overnight a 4 ° C con un anticorpo anti-pan-Ap. Le sezioni sono state trattate con acido formico al 70% per 3 minuti prima di applicare l'anticorpo. Detection è stata effettuata utilizzando il complesso ABC e 0.05% soluzione di 3,3-diaminobenzidina. Le sezioni sono state montate su vetrini rivestiti di gelatina vetro, essiccato 2 ore, disidratati (30, 70, 95 e 100% di alcol), incubate in toluene 5 min, e coprioggetto. Per cresolo colorazione violetta, le sezioni sono state incubate 10 minuti in una soluzione di violetto cresolo 0,5%, incubate 1 min in una soluzione di acido acetico al 0,5%, decolorata (70, 95 e 100% di alcol), immerso in toluene 5 min, e ricoperti coprioggetto di vetro.

I risultati qui presentati indicano la deposizione di Aβo nella DG in prossimità del sito di infusione, e morte cellulare associata a questo accumulo. Abbiamo scoperto che il livello di Aβo è stata sostanzialmente ridotta da 6E10 trattamento anticorpale (Figura 1B). Neurodegenerazione Contrassegnato è stata osservata nei pressi del sito di iniezione di Aβo, ed è stata attenuata da 6E10 trattamento anticorpale (Figura 1B). Questi risultati sono coerenti con Aβo accumulazione che abbiamo osservato nella DGdopo infusioni Aβo ripetute nei topi. 28 Liquidazione di deposizione di amiloide da immunoterapia con anticorpi 6E10 mostrato qui è in linea con un altro rapporto fatto in un modello transgenico AD del mouse. 31

Figura 1
Figura 1. Foto dell'Animal con cannula bilaterale Durante Aβo Infusion Una soluzione di Aβo. (0,2 mg / mL; 1 ml) è stata iniettata in ratti svegli e liberi di muoversi (una volta al giorno per 6 giorni) utilizzando cateteri PE50 connessi alla cannula interna inserita nella guida cannula. Il trattamento con controllo di IgG1 (CTL) o 6E10 anticorpo è stato infuso direttamente nel sito di infusione Aβo utilizzando pompe osmotiche situati per via sottocutanea tra le scapole dell'animale. Si prega di cliccare qui per vedere una versione più grande di Thè figura.

figura 2
Figura 2. Perdita neuronale indotta da Aβo Deposition viene attenuato di 6E10 Anticorpo Trattamento A, Aβo (0,2 mg / mL; 1 ml). È stata iniettata una volta al giorno per 6 giorni consecutivi, e trattato con Ctl (IgG1) o 6E10 anticorpale alla sito di infusione con pompe osmotiche. B, accumulo rappresentante Aβo nella DG su una sezione immediatamente successiva all'inserimento della cannula, e colorazione rappresentante con violetto cresolo mostrando la perdita di cellule. Barre di scala: 50 micron (n = 4) Cliccate qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Discussion

Ci sono passaggi critici all'interno di questo protocollo che ha richiesto una particolare attenzione. Quando impiantare la cannula, evitare di mettere cemento dentale quando è troppo liquido per impedire il blocco nel foro della seconda cannula. È importante mettere cemento dentale in corrispondenza dell'estremità libera del catetere P50 collegata alla pompa per evitare irritazioni e una possibile risposta infiammatoria. Il giorno della chirurgia stereotassica, utilizzare cannula fittizio che sono della stessa lunghezza guida cannula per evitare il bloccaggio della cannula. Tuttavia, dopo l'installazione di pompe utilizzano più breve cannula fittizio che ferma prima che il braccio angolare della cannula per consentire una corretta infusione della soluzione dalla pompa per l'ippocampo. Monitorare attentamente infusi Aβo e verificare che la bolla d'aria fatto in cateteri si muove continuamente durante l'infusione. Verificare sempre che la cannula iniezione sia completamente inserito nella cannula guida durante le infusioni.

Se il problema è l'incontro durante l'infusione A?, Verificare che la cannula interna non sia bloccato. Se è il caso, lavare acqua distillata sterile attraverso la cannula interna. Se la cannula guida è ostruito, girare la cannula interna nella cannula guida. Altrimenti spostare la cannula interna su e giù. Contesa nel coccole può essere stressante per i ratti, soprattutto il primo giorno. Per diminuire lo stress dell'animale, si consiglia di manipolare e abituarsi ratti al coccole prima della chirurgia stereotassica.

Molti vantaggi possono essere attribuiti a questo romanzo e flessibile approccio vivo. Infatti, la natura di Aβo iniettato può controllare accuratamente prima dell'infusione, e vari tipi di preparazioni Ap (ad esempio sintetico vs soluzioni Ap cervello-derivato) può essere iniettato per valutare il loro neurotossicità in vivo. Questo modello può essere utilizzato anche per studiare i meccanismi con cui varie specie di Ap (ad esempio, monomeri, a basso e ad alto peso molecolare oloigomers, protofibrille) possono indurre effetti neurotossici in vivo, e come trattamenti come l'immunoterapia potrebbero neutralizzare il loro impatto deleterio nel cervello. Dal momento che le infusioni sono esibiscono in sveglio, animali liberamente in movimento, non ci sono effetti confondenti tra agenti anestetici e la soluzione Aβo su vie di segnalazione, come dimostrato in studi precedenti. 32,33 Infusi di muoversi liberamente animali sono compatibili anche con test comportamentali qualsiasi tempo prima e dopo le infusioni.

Infusi di Aβo e l'installazione della pompa può essere fatto in animali di età diverse per determinare gli effetti di Aβo e trattamenti durante l'invecchiamento. Dal momento che la neurodegenerazione si verifica in prossimità del sito di infusione, sinapsi e la perdita neuronale possono essere indotte in diverse e localizzate regioni del cervello. L'infusione di garanzia Aβo e controllo (veicolo o scramble Ap) consente il controllo per ogni cambiamento all'interno dello stesso animale. Al contrario, Aβo o il controllo solutions possono essere iniettati bilateralmente destra e sinistra ippocampo, per esempio quando si verifica animali compiti comportamentali. L'infusione di Aβo e il trattamento può essere effettuato anche, o pompe possono essere installate dopo Aβo infusione per valutare se il trattamento è efficace dopo la deposizione Ap. Lo stesso protocollo qui descritto può essere utilizzato anche quando si fa infusi intracerebroventricular di Aβo. L'effetto di Aβo su vie di segnalazione intracellulare può essere valutato prima e dopo la perdita neuronale in tempi ragionevolmente brevi di tempo. La dose e numero di infusioni Ap possono essere regolati per ottenere un più o meno grave Ap patogenicità.

Sebbene molto versatile, questa tecnica presenta alcune limitazioni. Cannula l'impianto produce una rottura meccanica del tessuto e neuroinfiammazione nei primi giorni dopo l'intervento. Pertanto, è essenziale attendere almeno una settimana dopo l'intervento chirurgico prima di iniziare Aβo INFUSion, e di aggiungere controlli adeguati (iniezione di veicolo o scramble inattiva Ap) da prendere in considerazione questi eventi. Inoltre, soltanto un piccolo volume di Aβo può essere infuso per limitare la diffusione della soluzione.

Le pompe osmotiche rappresentano un metodo di consegna conveniente e unica per la validazione preclinica di agenti destinati a prevenire la neurodegenerazione Ap-indotta. Poiché immunoterapia con l'anticorpo 6E10 è stato precedentemente dimostrato di ridurre l'accumulo di Ap nel cervello, 31 abbiamo utilizzato l'anticorpo 6E10 come concetto prova di convalidare la nostra nuova vivo approccio. La utilizzato delle pompe osmotiche in questo modello potrebbe essere utilizzato per sviluppare nuove terapie modificanti la malattia che potrebbero impedire la deposizione e la neurotossicità di Aβo nei pazienti AD pre-clinici.

Materials

Name Company Catalog Number Comments
Artificial Cerebrospinal Fluid (aCSF) Harvard Apparatus 59-7316
PE 50 Catheter thin wall Plastics one C232CT
Ketamine Hydrochloride (100 mg/ml) Bioniche 1989529
Xylazine Hydrochloride (100 mg/ml) Bimeda 8XYL004C
Meloxicam (5 mg/ml) Norbrook 215670I01
Solution of chlorhexidine gluconate 2% and isopropyl alcohol 2% Carefusion 260100C
Lidocaine Hydrochloride Alveda Pharma 0122AG01
Bupivacaine Hydrochloride Hospira 1559
ophthalmic ointment Baussh and Lomb inc. 2125706
stereotaxic frame Stoelting 51600
stereotaxic cannula holder arm Harvard Apparatus 72-4837
Drill Dremel 8050-N/18
Guide Cannula Plastics one 326OPG/spc
Injection Cannula Plastics one C315I/spc
Dummy Cannula Plastics one C315DC/spc
Suture thread coated vicryl rapide 4-0 Ethicon VR2297
Dental Acrylic Cement Harvard Apparatus 72-6906
Screws JI Morris Company P0090CE125
6E10 antibody (mouse IgG1 isotype)  BioLegend 803003
Mouse IgG1 isotype control antibody Abcam AB18447
Alzet osmotic pumps model 1007D Durect corporation 290
Isoflurane Baxter CA2L9100
Amyloid-beta 1-42  rPeptide A-1163-1
Hamilton syringe (10 µl) Fisher Scientique 14815279
Infusion Syringe Pump CMA 402 Harvard Apparatus CMA8003110
Syringe 1 ml BD 309659
Needle 21 G Terumo NN-2125R
Snuggle Lomir Biomedical RTS04

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. Hardy, J. A., Higgins, G. A. Alzheimer's disease: the amyloid cascade hypothesis. Science. 256, 184-185 (1992).
  2. Selkoe, D. J. Toward a comprehensive theory for Alzheimer's disease. Hypothesis: Alzheimer's disease is caused by the cerebral accumulation and cytotoxicity of amyloid beta-protein. Ann. N.Y. Acad. Sci. 924, 17-25 (2000).
  3. Terry, R. D., et al. Physical basis of cognitive alterations in Alzheimer's disease: synapse loss is the major correlate of cognitive impairment. Ann. Neurol. 30, 572-580 (1991).
  4. Giannakopoulos, P., et al. Tangle and neuron numbers, but not amyloid load, predict cognitive status in Alzheimer's disease. Neurology. 60, 1495-1500 (2003).
  5. Price, J. L., Morris, J. C. Tangles and plaques in nondemented aging and "preclinical" Alzheimer's disease. Ann. Neurol. 45, 358-368 (1999).
  6. Reiman, E. M., et al. Fibrillar amyloid-beta burden in cognitively normal people at 3 levels of genetic risk for Alzheimer's disease. Proc. Natl. Acad. Sci. USA. 106, 6820-6825 (2009).
  7. Aizenstein, H. J., et al. Frequent amyloid deposition without significant cognitive impairment among the elderly. Arch. Neurol. 65, 1509-1517 (2008).
  8. Mc Donald, J. M., et al. The presence of sodium dodecyl sulphate-stable Abeta dimers is strongly associated with Alzheimer-type dementia. Brain. 133, 1328-1341 (2010).
  9. Tomic, J. L., Pensalfini, A., Head, E., Glabe, C. G. Soluble fibrillar oligomer levels are elevated in Alzheimer's disease brain and correlate with cognitive dysfunction. Neurobiol. Dis. 35, 352-358 (2009).
  10. Naslund, J., et al. Correlation between elevated levels of amyloid beta-peptide in the brain and cognitive decline. JAMA. 283, 1571-1577 (2000).
  11. Hardy, J. Amyloid double trouble. Nat. Genet. 38, 11-12 (2006).
  12. Hardy, J., Selkoe, D. J. The amyloid hypothesis of Alzheimer's disease: progress and problems on the road to therapeutics. Science. 297, 353-356 (2002).
  13. Haass, C., Selkoe, D. J. Soluble protein oligomers in neurodegeneration: lessons from the Alzheimer's amyloid beta-peptide. Nat. Rev. Mol. Cell Biol. 8, 101-112 (2007).
  14. McLean, C. A., et al. Soluble pool of Abeta amyloid as a determinant of severity of neurodegeneration in Alzheimer's disease. Ann. Neurol. 46, 860-866 (1999).
  15. Hepler, R. W., et al. Solution state characterization of amyloid beta-derived diffusible ligands. Biochemistry. 45, 15157-15167 (2006).
  16. Martins, I. C., et al. Lipids revert inert Abeta amyloid fibrils to neurotoxic protofibrils that affect learning in mice. EMBO J. 27, 224-233 (2008).
  17. Lesne, S., et al. A specific amyloid-beta protein assembly in the brain impairs memory. Nature. 440, 352-357 (2006).
  18. Hung, L. W., et al. Amyloid-beta peptide (Abeta) neurotoxicity is modulated by the rate of peptide aggregation: Abeta dimers and trimers correlate with neurotoxicity. J. Neurosci. 28, 11950-11958 (2008).
  19. Ono, K., Condron, M. M., Teplow, D. B. Structure-neurotoxicity relationships of amyloid beta-protein oligomers. Proc. Natl. Acad. Sci. USA. 106, 14745-14750 (2009).
  20. Lambert, M. P., et al. Diffusible, nonfibrillar ligands derived from Abeta1-42 are potent central nervous system neurotoxins. Proc. Natl. Acad. Sci. USA. 95, 6448-6453 (1998).
  21. Shankar, G. M., et al. Amyloid-beta protein dimers isolated directly from Alzheimer's brains impair synaptic plasticity and memory. Nat. Med. 14, 837-842 (2008).
  22. Shankar, G. M., et al. Natural oligomers of the Alzheimer amyloid-beta protein induce reversible synapse loss by modulating an NMDA-type glutamate receptor-dependent signaling pathway. J. Neurosci. 27, 2866-2875 (2007).
  23. Cleary, J. P., et al. Natural oligomers of the amyloid-beta protein specifically disrupt cognitive function. Nat. Neurosci. 8, 79-84 (2005).
  24. Townsend, M., Shankar, G. M., Mehta, T., Walsh, D. M., Selkoe, D. J. Effects of secreted oligomers of amyloid beta-protein on hippocampal synaptic plasticity: a potent role for trimers. J. Physiol. 572, 477-492 (2006).
  25. Gomez-Isla, T., et al. Profound loss of layer II entorhinal cortex neurons occurs in very mild Alzheimer's disease. J. Neurosci. 16, 4491-4500 (1996).
  26. DeKosky, S. T., Scheff, S. W., Styren, S. D. Structural correlates of cognition in dementia: quantification and assessment of synapse change. Neurodegeneration. 5, 417-421 (1996).
  27. Brouillette, J. The Effects of Soluble Abeta Oligomers on Neurodegeneration in Alzheimer's Disease. Curr. Pharm. Des. 20, 2506-2519 (2014).
  28. Brouillette, J., et al. Neurotoxicity and memory deficits induced by soluble low-molecular-weight amyloid-beta1-42 oligomers are revealed in vivo by using a novel animal model. J. Neurosci. 32, 7852-7861 (2012).
  29. Paxinos, G., Watson, C. The rat brain in stereotaxic coordinates. Academic Press. New York. Fourth edition (1998).
  30. Broersen, K., et al. A standardized and biocompatible preparation of aggregate-free amyloid beta peptide for biophysical and biological studies of Alzheimer's disease. PEDS. 24, 743-750 (2011).
  31. Thakker, D. R., et al. Intracerebroventricular amyloid-beta antibodies reduce cerebral amyloid angiopathy and associated micro-hemorrhages in aged Tg2576 mice. Proc. Natl. Acad. Sci. USA. 106, 4501-4506 (2009).
  32. Papon, M. A., Whittington, R. A., El-Khoury, N. B., Planel, E. Alzheimer's disease and anesthesia. Front. Neurosci. 4, 272 (2011).
  33. Le Freche, H., et al. Tau phosphorylation and sevoflurane anesthesia: an association to postoperative cognitive impairment. Anesthesiology. 116, 779-787 (2012).

Comments

0 Comments


    Post a Question / Comment / Request

    You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

    Usage Statistics