Generazione di giunti a giro tramite saldatura spot di attrito su ACCIAIO DP780

Engineering

Your institution must subscribe to JoVE's Engineering section to access this content.

Fill out the form below to receive a free trial or learn more about access:

 

Summary

Qui, presentiamo un protocollo di saldatura spot di agitazione di attrito (FSSW) su acciaio a doppia fase 780. Un perno dell'utensile con rotazione ad alta velocità genera calore dall'attrito per ammorbidire il materiale, quindi, il perno si immerge in 2 giunti di lamiera per creare l'articolazione del giro.

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations

Hsu, T. I., Tsai, M. H. Generating Lap Joints Via Friction Stir Spot Welding on DP780 Steel. J. Vis. Exp. (150), e58633, doi:10.3791/58633 (2019).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

La saldatura a punto di agitazione dell'attrito (FSSW), un derivato della saldatura a sfuma dell'attrito (FSW), è una tecnica di saldatura allo stato solido sviluppata nel 1991. Un'applicazione industriale è stata trovata nell'industria automobilistica nel 2003 per la lega di alluminio che è stata utilizzata nelle porte posteriori delle automobili. La saldatura spot a scalpore di attrito è utilizzata principalmente nelle leghe alper per creare giunti a giro. I vantaggi della saldatura a punti di agitazione dell'attrito includono una temperatura di fusione di quasi l'80% che abbassa le saldature di deformazione termica senza spruzzi rispetto alla saldatura spot di resistenza. La saldatura a punti di agitazione dell'attrito dell'attrito comprende 3 passaggi: tuffo, agitazione e retrazione. Nel presente studio, altri materiali tra cui l'acciaio ad alta resistenza vengono utilizzati anche nel metodo di saldatura a suscitazione dell'attrito per creare giunti. DP780, il cui tradizionale processo di saldatura prevede l'uso della saldatura a punti di resistenza, è uno dei numerosi materiali in acciaio ad alta resistenza utilizzati nell'industria automobilistica. In questo articolo, DP780 è stato utilizzato per la saldatura spot di agitazione dell'attrito, e la sua microstruttura e microhardness sono stati misurati. I dati della microstruttura hanno mostrato che c'era una zona di fusione con grana fine e una zona di effetto termico con il sito di martore dell'isola. I risultati della microdurezza hanno indicato che la zona centrale mostrava un maggiore grado di durezza rispetto al metallo di base. Tutti i dati hanno indicato che la saldatura spot di agitazione di attrito utilizzata in acciaio a doppia fase 780 può creare un buon giunto giro. In futuro, la saldatura a punti di agitazione dell'attrito può essere utilizzata nella saldatura in acciaio ad alta resistenza applicata nei processi di produzione industriale.

Introduction

La saldatura a gite di attrito (FSW) è stata segnalata per la prima volta nel 1991 a TWI, Abington, Regno Unito1. Nel 2003, Piccini e Svoboda hanno determinato un metodo superiore per migliorare i vantaggi della FSW chiamata saldatura a punti di agitazione ad attrito (FSSW) per l'uso nei processi di produzione automobilistica commerciale2. Il metodo FSSW prevede la creazione di un giunto sul giro spot senza fusione di aree sfuse. Lo sviluppo più importante per l'uso di FSSW è stato in leghe di alluminio come Al legy deformarsi nel processo di saldatura in condizioni di alta temperatura. Il primo esempio di successo è stato nel settore automobilistico, dove FSSW è stato utilizzato nella produzione dell'intera porta posteriore della Mazda RX-81,3,4.

Nel frattempo, l'acciaio ad alta resistenza è il materiale dominante della carrozzeria, in particolare l'acciaio a doppia fase. La letteratura indica che DP600 prodotto con FSSW può avere le stesse proprietà del metallo di base, dove tutte le regioni di saldatura hanno microstrutture e gradi di durezza simili5. Alcuni ricercatori hanno studiato i metodi FSSW per l'uso dell'acciaio DP sulla loro microstruttura della zona di agitazione (Sz), della zona affetto termomeccanica (TMA) e del modello di guasto dell'acciaio DP590 e DP600. Hanno osservato differenze nella consistenza della microstruttura (ferrite, bainite e martensite) dell'acciaio DP590 e DP600 a varie velocità di rotazione6,7,8,9,10. Alcuni ricercatori hanno condotto studi comparativi di FSSW e RSW per DP780 acciaio8,9. Hanno riferito che tempi di giunzione più lunghi e velocità di rotazione dell'utensile più elevate hanno provocato un aumento dell'area di incollaggio per tutti i tuffi, che ha portato ad una maggiore forza di taglio e ha spostato la modalità da interfacciale a tirato fuori. Hanno inoltre concluso che la FSSW aveva una forza maggiore rispetto a RSW. Il processo FSSW comprende 3 passaggi: tuffo, agitazione e retrazione. Il primo passo è immergersi con un perno dell'utensile di rotazione vicino al foglio del giunto del giro e collegato al foglio. La spalla dell'utensile rotante nel processo FSSW può generare calore attrito. Nella seconda fase, il calore può ammorbidire il foglio e facilitare il collegamento del perno dell'utensile nel foglio, così come abitare nei materiali per mescolare due pezzi insieme e mescolare intorno all'area del perno. Infine, la pressione della pressione della spalla dell'utensile sui pezzi può migliorare l'incollaggio. Dopo il processo di saldatura, il perno può essere ritirato dal buco della serratura. I vantaggi di FSSW rispetto a RSW sono una temperatura di saldatura inferiore, senza spruzzi e una maggiore stabilità nel processo di produzione.

Anche se sono stati riportati studi sull'FSSW di acciai avanzati ad alta resistenza (AHSS) da vari ricercatori, studi sull'FSSW di DP590, DP600 e DP780 si sono concentrati sulla microstruttura e sui modelli meccanici e di guasto utilizzando vari processi Parametri. Nel presente studio è stata presa in considerazione la FSSW dell'acciaio DP780. Il protocollo del processo FSSW è stato riportato in dettaglio, e la durezza individuale nella zona di agitazione, nella zona termomeccanica-meccanica e nella zona interessata dal calore, così come il metallo di base sono stati valutati in base alla microhardness misurata.

Con la continua crescita e la forte domanda di peso nell'industria automobilistica e aerospaziale, l'industria automobilistica ha mostrato un crescente interesse per le articolazioni AHSS e lap. Ad esempio, la carrozzeria in acciaio convenzionale di un'auto, in media, ha più di 2.000 giunti a lambi di saldatura a punti11. Ci sono 3 processi di saldatura comuni per i giunti del giro utilizzati nel settore, tra cui la saldatura spot di resistenza, la saldatura a punti laser e la saldatura spot di attrito12. Un modo per diminuire il peso è utilizzando acciai avanzati ad alta resistenza (AHSS). I materiali più popolari sono gli acciai a doppia fase e indotta da trasformazione in plastica (TRIP), che vengono sempre più utilizzati nell'industria automobilistica13,14,15,16. Poiché l'industria automobilistica ha aumentato gli standard di resistenza grazie al miglioramento del consumo di carburante e all'assorbimento di energia da incidente in base alla diminuzione del peso del veicolo, l'uso di diversi materiali e processi di saldatura sta diventando un problema importante.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Protocol

1. Preparazione del materiale

NOTA: Lavorare i fogli DP780 spessi 1,6 mm in cedole 40 mm x 125 mm. I giunti FSSW sono progettati come campioni di taglio giro per le prove meccaniche. Unire due fogli da 125 mm per 40 mm con una sovrapposizione di 35 mm x 40 mm in seguito alla RSW standard NF ISO 18278-2; 2005. Uno strumento a rombo policristallino di design geometrico con una spalla a cono troncata. Il progetto della geometria è illustrato nella Figura 1a. Il diametro del perno è di 5 mm; la lunghezza è di 2,5 mm e la larghezza della spalla è 10 mm. Il perno dello strumento reale è mostrato in Figura 1b.

  1. Linee guida di sicurezza
    1. Utilizzare dispositivi come cappuccio o deflettore, occhiali e guanti per la protezione.
    2. Stare dietro il cofano o il deflettore. Indossare occhiali e guanti per evitare il contatto con gli spruzzi o i danni termici.
  2. Impostazione macchina FSSW
    1. Produrre tutti i giunti utilizzando una saldatrice ad attrito di MIRDC.
    2. Registrare la forza e la profondità di penetrazione assietali di z durante ogni operazione di unione utilizzando il sistema di acquisizione dati incorporato (DAQ).
  3. Impostazioni dei parametri
    1. In questo studio, utilizzare i seguenti parametri: una velocità di rotazione del perno dell'utensile di 2.500 rpm, 4 s di tempo di perno dell'utensile e una velocità pf 0,5 mm / s di perno utensile immergersi nel foglio.
    2. Ottimizzare i parametri per l'operatore. L'intervallo della velocità di rotazione è di 1.000- 2.500 giri/min. L'intervallo del tempo di dimora può essere da 2 a 10 s, e la velocità di tuffo può essere 0,1-0,5 mm / s.

2. Procedura

NOTA: l'area di lavoro è illustrata nella Figura 2. Tutte le procedure di fabbricazione sono completate nell'area di lavoro. Prima della procedura, le sequenze di processo di saldatura sono costituite da una combinazione di rotazioni dell'utensile e profondità di penetrazione, nonché di una serie di sequenze tra cui preriscaldamento, immersione, abitazione, retrazione e post riscaldamento. Tutti i passaggi sono illustrati nella Figura 3 sotto forma di diagramma di flusso di lavoro.

  1. Preparazione del pezzo DP780
    1. Prima del processo di saldatura, assicurarsi che non ci siano substrati di impurità che contaminano i pezzi. Utilizzare tessuti in microfibra lavorati a maglia per pulire la superficie del pezzo per eliminare eventuali piccole particelle.
  2. Posizionare il pezzo DP780 e bloccare 2 fogli DP780 (dimensioni: 125 mm x 40 mm) con una sovrapposizione di 35 mm. Fissare i pezzi puliti su un'incudine per evitare lo spostamento.
  3. Assicurarsi che il perno sia pulito per evitare la contaminazione da substrato impuro. Utilizzare tessuti in microfibra a maglia per pulire la superficie del perno dell'utensile per eliminare le piccole particelle.
  4. Fissare il perno con un morsetto sulla macchina.
    1. Avvitato sul perno saldamente di nuovo per il perno dell'utensile.
    2. Prestare attenzione al passaggio di bloccaggio del perno. Assicurarsi che il perno sia bloccato nella macchina per evitare pericoli. Lo strumento rotante è circondato da un anello di bloccaggio non rotante con il quale i pezzi vengono premuti saldamente uno contro l'altro prima e durante la saldatura applicando una forza di bloccaggio. L'illustrazione mostrata nella Figura 3a l'anello di morsetto utilizzato per fissare il perno dell'utensile. Dopo questo passaggio, la produzione viene visualizzata nel diagramma di flusso.
    3. Garantire la sicurezza.
    4. Verificare che il perno di rotazione ad alta velocità senza un anello morsetto si allenta. Quando il perno dell'utensile è posizionato sulla macchina, assicurarsi che il perno dell'utensile non si separi dal morsetto durante la rotazione per motivi di sicurezza. Il perno dell'utensile utilizza una velocità di rotazione bassa da 10 a 100 giri/min in 1 minuto. La velocità può accelerare da 100 a 1.000 rpm entro 1 minuto (Figura 3b).
  5. Impostazioni della macchina
    1. Utilizzare i seguenti parametri: una velocità di rotazione di 3.000 rpm, un abitato di 4 s e una velocità di tuffo di 0,5 mm/s (Figura 3c).
  6. Calibrare la posizione di saldatura (Figura 3d e il prodotto reale illustrato nella Figura 4a).
    1. Impostare il perno nella saldatrice a suscitare spot. Lo spazio tra il perno e il pezzo è inferiore a 5 cm per calibrare la posizione del giunto. Dopo la conferma della posizione, passare al processo di saldatura.
  7. Durante la saldatura, indossare occhiali e guanti per evitare lesioni.
    1. Iniziare il processo di saldatura con l'utensile in rotazione ad alta velocità per immergere il perno dell'utensile nel pezzo in lavorazione. La spalla dell'utensile contatta i pezzi e arresta la rotazione e ritrae il perno.
  8. tuffarsi
    1. Accendere il pulsante di agitazione. Quando la macchina si riscalda, verificare che il perno dell'utensile funzioni costantemente a una velocità di rotazione di 2.500 giri/min. Assicurarsi che il perno dell'utensile sia fissato bene sotto la rotazione ad alta velocità a 2.500 giri/min. Il perno si tuffa nei pezzi sotto una rotazione ad alta velocità e la spalla contatta i pezzi ad alta velocità angolare (Figura 3e). Il prodotto reale è mostrato in Figura 4b.
  9. agitazione f
    1. Mentre il perno dell'utensile immerso continua a mescolare nel pezzo, ammorbidire l'interfaccia del perno e il materiale dal calore di attrito per creare la granulosità. Quando la spalla del perno entra in contatto con la parte superiore del pezzo, interrompere il processo perché l'alta rotazione del perno dell'utensile può generare alte temperature. È importante indossare indumenti protettivi che garantiscano la sicurezza operativa (vedere la figura 3f.) Il prodotto reale è mostrato in Figura 4c.
  10. Riavvolgente
    1. Disegnare il perno dell'utensile nella direzione verticale. Dopo la procedura, il perno crea il punto di saldatura del foro chiave nel giunto del giro. Si noti che la saldatura punto di agitazione attrito si ferma in questo passaggio (Figura 3g). Il prodotto reale è illustrato nella Figura 4e.
  11. Rimuovere i pezzi.
    1. Spegnere l'alimentazione della macchina.
    2. Al termine della saldatura, rimuovere i pezzi dall'incudine. Osservare i campioni per le crepe e la mancanza di fusione.
    3. Rimuovere il perno dell'utensile.
    4. Dopo la procedura, rimuovere il perno dell'utensile dall'anello di morsetto. L'aspetto del perno dello strumento viene osservato e controllato (Figura 5).

3. Valutazione della proprietà meccanica

  1. Esame di microscopia delle saldature FSSW (Figura 3h)
    1. Preparazione microscopica dei campioni
    2. Misurare l'area trasversale della regione incollata utilizzando un'immagine al microscopio ottico e un'analisi secondaria dell'immagine degli elettroni. Preparare i campioni microscopici utilizzando carta di carbura in silicio a terra con una dimensione di grana che va da 200 a 2.000 partendo da una dimensione di grana di 200 e aumentando in sequenza. Polacco i campioni con 0.03% di allumina e inciso con una soluzione nital 4% per 7-10 s a temperatura ambiente.
    3. Osservazione della microscopia
    4. Osservare e caratterizzare le microstrutture utilizzando la microscopia ottica e la microscopia elettronica a scansione. Utilizzare una tensione di 20 kV e una distanza di lavoro di 10 m. Dalla microscopia ottica, è possibile determinare qualsiasi piccola linea di fessura o mancanza di una zona di fusione. Utilizzare la microscopia elettronica a scansione per analizzare il sito di martora e la distribuzione dell'austenite e la dimensione del grano.
  2. Microdurinezza
    1. Verificare gli esperimenti di microhardness più di 3 volte. I valori erano troppo piccoli per indicare chiaramente la deviazione standard.
    2. Premere il diamante entrodante Vickers con un campione di carico di prova di 300 g e 0,5 mm per test.
    3. Condurre i test di microhardness della lamiera d'acciaio DP780 utilizzando una macchina di microhardness con un carico di 300 g e un tempo di mantenimento di 15 s. I test di microdurezza hanno rivelato la distribuzione della durezza e i singoli valori di durezza nella zona di agitazione, la zona termomeccanica, la zona interessata dal calore e il metallo di base delle saldature.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Representative Results

Nella Figura 3 è presente un diagramma che dimostra che il processo di saldatura spot di agitazione dell'attrito è costituito da 3 parti: tuffo (Figura 3e), agitazione (Figura 3f) e ritrazione (Figura 3g). Nella nostra ricerca, il punto di saldatura potrebbe essere generato. La profondità di penetrazione è un fattore che è stato valutato. Nella Figura 6a, il modello FSSW crea il foro della serratura al centro per creare il giunto per 2 fogli. La profondità di misurazione del buco della serratura è dal foglio superiore alla superficie inferiore del foro della serratura (Figura 6b). I valori di misurazione sono illustrati nella figura 6c, per cui i valori di impostazione sono 2 cm e i valori reali da 1,92 a 1,98 cm. Nella Figura7, l'immagine mostra la vista generale del foro chiave del punto di saldatura nel foglio DP780. L'analisi della microstruttura metallica di base ha mostrato isole di martore in una matrice ferrite (Figura 8a). Le microstrutture della TMA, vicino al buco della serratura, mostrano una miscela di martensite aghiformato e ferrite acicolare fine (Figura 8b,c). La regione di agitazione intorno al buco della serratura ha rivelato un sito di martora di grano fine e porosità (Figura 8d).

Hsu et al.25 studiarono la durezza di un metallo di base rispetto alla proprietà materiale originale. Nell'area intercritica HA, il valore di durezza è stato trovato in un intervallo di circa 310 a 330 Hv. La durezza di TMA è stata di circa 360 Hv. La durezza nella zona di agitazione di saldature a punto di attrito è significativamente superiore rispetto ad altre regioni; i valori sono stati trovati per essere 370 Hv (Figura 9, modificato da Hsu et al.25). Se il processo di saldatura non ha successo, ci saranno alcune crepe e una mancanza di fusione nella zona di saldatura.

Figure 1
come illustrato nella Figura 1. Diagramma del perno dell'utensile.
(a) La dimensione e la geometria del perno dell'utensile (b) il perno dello strumento effettivo Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 2
come illustrato nella Figura 2. Diagramma per illustrare l'area di lavoro. Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 3
come illustrato nella figura 3. Un diagramma di flusso per illustrare il processo di saldatura spot di agitazione dell'attrito.
(a) perno morsetto (b) la sicurezza confermata (c) impostazione della macchina confermata (d) calibrazione (e) immergente (f) agitazione ( g ) ritrazione (h) convalida delle proprietà meccaniche dei giunti Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 4
come illustrato nella Figura 4. Il processo di saldatura. (a) calibrazione (b) tuffo (c) agitazione ( d ) retracting (d) Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 5
come illustrato nella Figura 5. Diagramma che mostra il perno usato. I perni vengono consumati ad alte temperature. Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 6
come illustrato nella Figura 6. Conferma della profondità di dimora utilizzando un confronto delle impostazioni.
(a) La vista macro dell'FSSW che crea il buco della serratura. (b) Un diagramma che illustra dove vengono misurate le profondità (c) Le profondità di dimora sono impostate a 2 cm. I valori di misura effettivi vanno da 1,92 a 1,98 cm. Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 7
come illustrato nella Figura 7. Una vista generale della saldatura spot di attrito. L'area analizzata conteneva 4 parti: (I) metallo di base (II) HAz (III) TMA, e (IV) la zona di agitazione. Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 8
come illustrato nella Figura 8. La composizione della microstruttura del giunto creato utilizzando FSSW. (a) metallo di base: il metallo di base dei pezzi è composto da fogli DP 780. Il metallo di base nonmostra alcun cambiamento nelle proprietà del materiale ( b) HA: il ciclo termico intorno al sito di saldatura con trasferimento di calore. La zona HA- mostra le isole di martensite. (c) TMA: zona termomeccanicamente colpita intorno alla zona di agitazione. Il sito di martora aghiformato e la sottile ferrite acicolare mostrati nella zona TMA. (d) Zona di mescolare: il foro del perno creato nel processo di saldatura con la formazione di grani di ricristalli. Granulosità fine inferiore a 10 m è apparso nella zona di agitazione. Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 9
come illustrato nella figura 9. I valori di microhardness del pezzo esaminato utilizzando una macchina di prova Vickers con un peso di carico di 300 g sono stati tenuti per 15 s. Questa cifra è stata modificata da Hsu etal. Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Discussion

La fase di immersione è la più importante durante il processo FSSW. Senza abbastanza calore di attrito proveniente dalla spalla del perno per ammorbidire il pezzo, il perno si fratturerà. La geometria dell'utensile, la velocità di rotazione, il tempo di perlato e la profondità di penetrazione dell'utensile26 parametri del processo FSSW svolgono un ruolo fondamentale nel determinare l'integrità dell'articolazione. La TPD e la geometria dell'utensile27 hanno in particolare un effetto importante sulla saldabilità e sono state segnalate le proprietà delle articolazioni.

La geometria dei perni era cilindrica, Whorl, MX Triflute, Flared-Triflute, A-skew e Re-stir disegnati da TWI28. Sono adatti per la saldatura del culo, ma non per la saldatura del giro perché il movimento dell'utensile e la coppia di saldatura possono essere ridotti dalla forza di attraversamento causata dall'intensa agitazione. I perni a stella, a-asimmetria A e Re-stir sono adatti per la saldatura sul giro; il progetto ha lo scopo di aumentare il volume di spazzata del perno al fine di espandere la regione di agitazione per formare un giunto giro lavorato più ampio29. Nel frattempo, durante l'FSSW, l'attrito genera calore all'interfaccia dell'utensile rotante e del pezzo in lavorazione. La geometria dell'utensile e i parametri FSSW influiscono sulla resistenza delle saldature FSSW4. La spalla dell'utensile e il pernosono le parti principali dello strumento FSSW 5. Il perno genera calore di attrito, deforma il materiale intorno ad esso e agita il materiale riscaldato6. La dimensione7, l'angolo8, l'orientamento del filo9,la lunghezza10 e il profilo11 del perno dipendono dalla formazione di pepite. Nel frattempo la spalla dell'utensile genera calore durante il processo FSSW, forgia il materiale riscaldato, previene l'espulsione del materiale e assiste il movimento del materiale intorno all'utensile12. La dimensione e la concavità della spalla sono anche fattori importanti nella saldatura spot attrito13.

I materiali perno sono costituiti dai seguenti componenti: acciaio 12% Cr, acciaio a basse emissioni di carbonio, lega Mo e W, lega W, nitrato ricavato di boro cubico policristallino (PCBN) e boro cubico policristallino. Poiché l'usura dell'utensile si è verificata nel periodo di immersione nella fase iniziale della saldatura, la deformazione dell'utensile e l'usura dello sfregamento potrebbero essere trovate nell'utensile. Questo problema può essere risolto scegliendo un materiale adatto per il perno che è duro e in grado di sopportare temperature elevate rispetto ai pezzi per aumentare la durata dell'utensile. Nella nostra ricerca, abbiamo usato il diamante policristallo per saldare il pezzo.

La lunghezza del perno e la profondità di penetrazione sono anche fattori che possono influenzare il massimo carico nel processo di saldatura. È stato indicato che ci sarà una maggiore profondità di penetrazione dell'utensile e una lunghezza del perno in diminuzione, con un risultato superioredi 2.

La velocità di rotazione è un fattore importante che porta all'attrito del pin sui pezzi per iniziare il processo di saldatura. Una velocità che va da 300-1.000 giri/min può essere utilizzata per rilevare la temperatura di picco da circa 430 a 470 gradi centigradi nella zona del centro di saldatura. Lontano dalla zona di saldatura, la zona di effetto termico ha mostrato una diminuzione della temperatura a 350 gradi centigradi per la lega Al (6061Al-T6)30. Da altri riferimenti, la situazione di attrito a bassa velocità di rotazione con un bastone può trasformarsi in un bastone / slittamento ad alta velocità. La velocità di rotazione è il fattore chiave che porta alla generazione del calore necessario per forgiare il pezzo. In passato, gli studi si sono concentrati sulla lega di al. Tuttavia, nel nostro studio, l'attenzione è rivolta all'acciaio DP. Non esiste un valore di prova in base al quale identificare la temperatura. Tuttavia, sulla base del fatto che la microstruttura all'asse ha esposto martensite di grano fine, si può dedurre che la temperatura del substrato ha superato lo standard Ac3.

Lo studio dei pezzi FSSW in passato si è concentrato sulle leghe di alluminio perché la bassa temperatura di fusione nella saldatura dei metalli porta a deformità e bassa resistenza che richiedono la fissazione tramite FSSW. Da quando è stato sviluppato l'FSSW, sono stati utilizzati diversi materiali, tra cui l'acciaio leggero. Diversi tipi di acciaio DP saldato con alloys Al sono nuove aree di indagine. Sulla base di applicazioni commerciali, l'FSSW può essere un metodo utile per diverse leghe di componenti utilizzate nella produzione industriale a causa del risparmio in termini di tempo e costi.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Disclosures

Gli autori non hanno nulla da rivelare.

Acknowledgments

Ringraziamo il Dr. K. C. Yang della China-Steel Company per il supporto materiale e desideriamo esprimere la nostra gratitudine a L.D. Wang, C. K. Wang e B. Y. Hong al MIRDC per assistenza con l'esperimento FSSW. Questa ricerca è stata sostenuta dal Centro di ricerca e sviluppo delle industrie metalliche, Kaohsiung, Taiwan, ROC.

Materials

Name Company Catalog Number Comments
anvil MIRDC made by MIRDC
DP780 China steel Corporation CSC DP780
stir spot welder machine MIRDC made by MIRDC
tool pin KINIK COMPANY DBN2B005B

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. Mazda. Mazda Develops World’s First Aluminum Joining Technology Using Friction Heat. Available from: https://www2.mazda.com/en/publicity/release/archive/2003/200302/0227e.html (2003).
  2. Piccini, J. M., Svoboda, H. G. Effect of pin length on Friction Stir Spot Welding (FSSW) of dissimilar Aluminum-steel joints. Procedia Materials Science. 9, 504-513 (2015).
  3. Iwashita, T. Method and Apparatus for joining. USA patent US6601751B2 (2003).
  4. Allen, C. D., Arbegast, W. J. Evaluation of Friction Spot Welds in Aluminium Alloys. SAE Technical. No 2005-2001-1252 (2005).
  5. Feng, Z., et al. Friction Stir Spot Welding of Advanced HighStrength Steels - a Feasibility Study. SAE 2005 Congress, SAE-International, Detroit, MI, Technical Paper No 2005-2001-1248 (2005).
  6. Miles, M. P., Nelson, T. W., Steel, R., Olsen, E., Gallagher, M. Effect of friction stir welding conditions on properties and microstructures of high strength automotive steel. Science and Technology of Welding and Joining. 14, (3), 228-232 (2009).
  7. Feng, Z., et al. Friction stir spot welding of advanced high-Strength steels-a feasibility study. SAE Technical Paper Series 2005-01-1248. (2005).
  8. Santella, M., Hovanski, Y., Frederick, A., Grant, G., Dahl, M. Friction stir spot welding of DP780 carbon steel. Science and Technology of Welding and Joining. 15, (4), 271-278 (2010).
  9. Saunders, N., et al. Joint strength in high speed friction stir spot welded DP 980 steel. International Journal of Precision Engineering and Manufacturing. 15, (5), 841-848 (2014).
  10. Khan, M. I., et al. Resistance and friction stir spot welding of DP600: a comparative study. Science and Technology of Welding and Joining. 12, (2), 175-182 (2007).
  11. Sarkar, R., Sengupta, S., Pal, T. K., Shome, M. Microstructure and Mechanical Properties of Friction Stir Spot-Welded IF/DP Dissimilar Steel Joints. Metallurgical and Materials Transactions A. 46, (11), 5182-5200 (2015).
  12. Yang, X. W., Fu, T., Li, W. Y. Friction Stir Spot Welding: A Review on Joint Macro- and Microstructure, Property, and Process Modelling. Advances in Materials Science and Engineering. 2014, 11 (2014).
  13. Esther, T. A., Stephen, A. A. Trends in Welding Research 2012: Proceedings of the 9th International Conference. Materials Characterisation of Friction Stir Processed 6082 Aluminum Alloy. DebRoy, T., et al. ASM Press. Chicago, IL. 548-551 (2012).
  14. Ghosh, P. K., et al. Influence of Weld Thermal Cycle on Properties of Flash Butt Welded Mn-Cr-Mo Dual Phase Steel. ISIJ International. 33, (7), 807-815 (1993).
  15. Schultz, R. A. Metallic materials trends for north American light vehicles. American Iron and Steel Institute. Michigan, US. Power point presentation of great designs in steel seminar (2007).
  16. Horvath, C. Material challenges facing the automotive and steel industries from globalization. American Iron and Steel Institute, Michigan, USAmerican Iron and Steel Institute. Michigan, US. Power point presentation of great designs in steel seminar (2007).
  17. Pouranvari, M., Marashi, S. P. H. Critical review of automotive steels spot welding: process, structure and properties. Science and Technology of Welding and Joining. 18, (5), 361-403 (2013).
  18. Khan, M. S., et al. Welding behaviour, microstructure and mechanical properties of dissimilar resistance spot welds between galvannealed HSLA350 and DP600 steels. Science and Technology of Welding and Joining. 14, (7), 616-625 (2009).
  19. Ma, C., et al. Microstructure and fracture characteristics of spot-welded DP600 steel. Materials Science and Engineering: A. 485, (1), 334-346 (2008).
  20. Hilditch, T. B., Speer, J. G., Matlock, D. K. Effect of susceptibility to interfacial fracture on fatigue properties of spot-welded high strength sheet steel. Materials & Design. 28, (10), 2566-2576 (2007).
  21. Yan, B., Zhu, H., Lalam, S. H., Baczkowski, S., Coon, T. Spot Weld Fatigue of Dual Phase Steels. SAE Technical Paper Series 2004-01-0511. (2004).
  22. Wilson, R. B., Fine, T. E. Fatigue behavior of spot welded high strength joints. SAE Technical Paper Series 1981-02-01. (1981).
  23. Sun, X., Stephens, E. V., Khaleel, M. A. Effects of fusion zone size and failure mode on peak load and energy absorption of advanced high strength steel spot welds under lap shear loading conditions. Engineering Failure Analysis. 15, (4), 356-367 (2008).
  24. Pouranvari, M., Mousavizadeh, S. M., Marashi, S. P. H., Goodarzi, M., Ghorbani, M. Influence of fusion zone size and failure mode on mechanical performance of dissimilar resistance spot welds of AISI 1008 low carbon steel and DP600 advanced high strength steel. Materials & Design. 32, (3), 1390-1398 (2011).
  25. Hsu, T. -I., Wu, L. -T., Tsai, M. -H. Resistance and friction stir spot welding of dual-phase (DP 780)—a comparative study. The International Journal of Advanced Manufacturing Technology. (2018).
  26. Piccini, J. M., Svoboda, H. G. Effect of the tool penetration depth in Friction Stir Spot Welding (FSSW) of dissimilar aluminum alloys. Procedia Materials Science. 8, 868-877 (2015).
  27. Aissani, M., Gachi, S., Boubenider, F., Benkedda, Y. Design and Optimization of Friction Stir Welding Tool. Materials and Manufacturing Processes. 25, (11), 1199-1205 (2010).
  28. Zhang, Y. N., Cao, X., Larose, S., Wanjara, P. Review of tools for friction stir welding and processing. Canadian Metallurgical Quarterly. 51, (3), 250-261 (2013).
  29. Nandan, R., DebRoy, T., Bhadeshia, H. K. D. H. Recent advances in friction-stir welding – Process, weldment structure and properties. Progress in Materials Science. 53, (6), 980-1023 (2008).
  30. Tang, W., Guo, X., McClure, J., Murr, L., Nunes, A. C. Heat Input and Temperature Distribution in Friction Stir Welding. 7, (1998).

Comments

0 Comments


    Post a Question / Comment / Request

    You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

    Usage Statistics