Monitoraggio basato su home per l'analisi dell'andatura e dell'attività

Bioengineering

Your institution must subscribe to JoVE's Bioengineering section to access this content.

Fill out the form below to receive a free trial or learn more about access:

 

Summary

Questo dispositivo innovativo utilizza sensori magneto-inerziali per consentire l'analisi dell'andatura e dell'attività in ambienti incontrollati. Attualmente nel processo di qualificazione come misura di risultato nell'Agenzia medica europea, una delle applicazioni sarà quella di fungere da endpoint clinico negli studi clinici in malattie neuromuscolari.

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations | Reprints and Permissions

Lilien, C., Gasnier, E., Gidaro, T., Seferian, A., Grelet, M., Vissière, D., Servais, L. Home-Based Monitor for Gait and Activity Analysis. J. Vis. Exp. (150), e59668, doi:10.3791/59668 (2019).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

Gli attuali risultati negli studi clinici sul disturbo neuromuscolare includono scale di funzione motoria, test a tempo e misure di resistenza eseguite da valutatori clinici addestrati. Queste misure sono leggermente soggettive e vengono eseguite durante una visita in una clinica o in un ospedale e costituiscono pertanto una valutazione dei punti. Le valutazioni dei punti possono essere influenzate dalla condizione quotidiana del paziente o da fattori come la fatica, la motivazione e la malattia intercorrente. Per consentire il monitoraggio domestico dell'andatura e dell'attività, è stato sviluppato un sensore magneto-inerziale (WMIS) indossabile. Questo dispositivo è un monitor di movimento composto da due sensori simili a orologi molto leggeri e da una docking station. Ogni sensore contiene un accelerometro triassiale, un giroscopio, un magnetometro e un barometro che registrano rispettivamente l'accelerazione lineare, la velocità angolare, il campo magnetico del movimento in tutte le direzioni e l'altitudine barometrica. I sensori possono essere indossati sul polso, sulla caviglia o sulla sedia a rotelle per registrare i movimenti del soggetto durante il giorno. L'alloggiamento di espansione consente il caricamento e la ricarica dei dati delle batterie dei sensori durante la notte. I dati vengono analizzati utilizzando algoritmi proprietari per calcolare i parametri rappresentativi del tipo e dell'intensità del movimento eseguito. Questo WMIS può registrare un insieme di biomarcatori digitali, incluse le variabili cumulative, come il numero totale di metri persisti e variabili di andatura descrittive, ad esempio la percentuale del passo più rapido o più lungo che rappresenta le prestazioni superiori del paziente su un periodo di tempo predefinito.

Introduction

Un certo numero di terapie potenziali sono in fase di sviluppo per il trattamento delle malattie neuromuscolari genetiche. Queste malattie includono distrofia muscolare di Duchenne (DMD) e atrofia muscolare spinale (SMA) tipo 3. I soggetti con queste malattie presentano inizialmente con debolezza prossimale degli arti inferiori che porta a difficoltà progressive nell'uso. La fase finale nella ricerca traslazionale è la dimostrazione dell'efficacia di un potenziale trattamento o approccio in uno studio clinico. Sono necessarie misure specifiche, quantificabili, oggettive e affidabili. L'importanza di tali misure è stata recentemente sottolineata dal fallimento dello studio di fase IIb ataluren1 e dallo studio di fase III sulla biomarina2. Una delle possibili spiegazioni per questi fallimenti è stata la variabilità e l'evoluzione non lineare della misura del risultato primario di queste prove, il test di 6 minuti di camminata3 (6 MWT). L'aumento dell'affidabilità e della sensibilità al cambiamento delle misure dei risultati e la comprensione dei fattori che portano alla loro variazione potrebbe contribuire a ridurre il numero di errori di prova correlati alle principali misure di risultato.

Una delle limitazioni dei risultati attuali è la soggettività della valutazione. Per aumentare ulteriormente l'obiettività delle valutazioni, Heberer et al.4 ha mostrato che attraverso un set di marcatori e l'uso di un software di analisi dell'andatura, c'è stato un aumento significativo della lunghezza del passo nei pazienti trattati con steroidi rispetto al gruppo ingenui. Cinetica articolare dell'anca sono marcatori precoci di debolezza prossimale nei pazienti con DMD e sono sensibili al cambiamento con l'intervento steroide, che è l'unico trattamento disponibile per questi pazienti. I laboratori di andatura sono, tuttavia, disponibili solo in cliniche di grandi dimensioni. Inoltre, le valutazioni di laboratorio sono valutazioni dei punti e le condizioni di un paziente possono variare notevolmente giorno per giorno a causa di fattori come la fatica, la motivazione e la malattia intercorrente.

L'uso di misurazioni continue e domestiche dovrebbe raggiungere sia una valutazione più obiettiva che una valutazione più rappresentativa a livello globale. In altri campi della neurologia, ad esempio Parkinson5 o sclerosi multipla6, diversi studi hanno valutato la fattibilità, l'affidabilità e la coerenza con altre misure di diversi sensori, tra cui accelerometri con o senza tinchiometri o magnetometri, ma nessuno di questi dispositivi è attualmente un gold standard per la valutazione dei pazienti durante gli studi clinici. Nel campo delle malattie neuromuscolari, attualmente non esiste un metodo convalidato per il monitoraggio domestico continuo dei pazienti. Negli ultimi anni, attraverso una stretta collaborazione tra medici e ingegneri, l'Istituto di Miologia di Parigi ha sviluppato diversi dispositivi per la valutazione degli arti superiori per valutare con precisione la forza e la funzione degli arti superiori7,8 , 9. Un sensore magneto-inerziale indossabile (WMIS; cioè ActiMyo) è stato sviluppato in collaborazione con una società specializzata in sistemi di navigazione. Inizialmente un dispositivo di monitoraggio dedicato a soggetti non ambulanti con disturbi neuromuscolari come DMD e SMA10,11, lo stesso dispositivo è stato ora utilizzato per monitorare i pazienti ambulanti in due diverse configurazioni: sensori su entrambe le configurazioni caviglie o un sensore al polso e l'altro alla caviglia. La configurazione per una popolazione non ambulante è composta da un sensore sulla sedia a rotelle e dall'altro al polso.

Questo WMIS è in grado di catturare e quantificare con precisione tutti i movimenti dell'arto su cui è posizionato. Il principio di misurazione si basa sull'uso di sensori inerziali del sistema microelettromeccanico (MEMS) e magnetometri operati attraverso equazioni magneto-inerziali. Algoritmi dedicati consentono una precisa qualificazione e quantificazione dei movimenti dei pazienti in un ambiente non controllato.

L'obiettivo generale del metodo è quello di fornire l'identificazione e la quantificazione di qualsiasi movimento prodotto da un paziente in un periodo di tempo predefinito e di integrare queste misure in misure di esito specifiche della malattia rappresentative del condizione per un periodo di tempo.

Per valutare efficacemente i pazienti ambulatoriali e non ambulanti con disturbi del movimento a casa, il dispositivo deve essere fornito al paziente da un valutatore addestrato che è responsabile per assicurarsi che le istruzioni siano state comprese. Un investigatore e un manuale del paziente sono forniti con il dispositivo. Questo WMIS è attualmente utilizzato come misura di risultato esplorativo in una serie di studi clinici per malattie neuromuscolari e neurologiche (NCT03351270, NCT02780492, NCT01385917, NCT03039686, NCT03368742, NCT02500381). Sono state sviluppate procedure specifiche adattate alla patologia e/o alla progettazione della sperimentazione clinica.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Protocol

Qualsiasi uso del dispositivo deve essere effettuato in conformità con le regole stabilite dal protocollo di riferimento, convalidato dal comitato etico e dalle agenzie nazionali di regolamentazione del paese. L'uso del dispositivo e dei vari elementi ad esso collegati deve essere effettuato nell'ambito dell'uso previsto descritto nel manuale del paziente.

NOTA: per essere idoneo all'uso del WMIS, il paziente deve avere più di 5 anni, essere in grado di comprendere e seguire le regole di utilizzo, fornire il consenso informato, essere affiliato o beneficiario di uno schema di sicurezza sociale ed essere in grado di rispettare tutti i requisiti del protocollo. Non esistono criteri di esclusione specifici.

1. Preparazione per la visita del partecipante presso il centro clinico

  1. Controllare il contenuto della valigia: (1) la docking station per collegare i sensori durante la notte per il caricamento dei dati su una chiave USB e la ricarica delle batterie, (2) il cavo di alimentazione diviso in due pezzi per collegare l'alloggiamento di espansione a un alimentatore, (3) il cavo Ethernet per consentire l'interfaccia con un router, (4) i due sensori per consentire la registrazione giornaliera dell'attività, (5) bande per l'attaccamento dei sensori a seconda della configurazione scelta e dello stato ambulatoriale del partecipante (caviglia:due bracciali alla caviglia con due adesivi per distinguere il lato dell'usura; caviglia-polso: un bracciale alla caviglia e un braccialetto; sedia a rotelle: un braccialetto e una tasca per sedie a rotelle), (6) un manuale per un partecipante e un manuale dell'investigatore, (7) un promemoria di attività, (8) un cacciavite per consentire la sostituzione della chiave USB e (9) due chiavi USB vuote.
    NOTA: se è disponibile una connessione a Internet, il trasferimento dei dati avviene automaticamente
  2. Stampare e preparare il modulo di assegnazione per registrare l'assegnazione di un dispositivo a un partecipante. Ciò consentirà la riconciliazione dei dati con l'ID soggetto.

2. Formazione del soggetto durante la prima visita

  1. Posizionamento di questo WMIS
    1. Sulla base dei dati che i ricercatori stanno cercando, così come lo stato ambulatoriale del paziente, utilizzare diverse configurazioni per il posizionamento dei sensori.
      1. Per i pazienti ambulatoriali, fissare i due sensori su un polso e una caviglia per la registrazione dell'attività degli arti superiori e inferiori o su entrambe le caviglie per ottenere solo l'attività degli arti inferiori.
      2. Per i pazienti non ambulanti, fissare un sensore sul polso e l'altro sulla sedia a rotelle.
  2. Spiegare il posizionamento dei sensori al partecipante.
    1. Per i partecipanti ambulatoriali, fissare i due sensori su un polso e una caviglia o su entrambe le caviglie.
      1. Per la configurazione polso-caviglia, posizionare un sensore sul polso della mano dominante utilizzando il braccialetto fornito in modo che le onde siano rivolte verso le dita. Posizionare il secondo sensore sulla caviglia, sullo stesso lato del sensore del polso, sopra il malleolo esterno con le onde rivolte in avanti.
        NOTA: il sensore deve essere posizionato sopra il polso.
      2. Per la configurazione caviglia-caviglia, posizionare un sensore su ogni caviglia, sopra il malleolo esterno con le onde rivolte in avanti.
        NOTA: Gli adesivi devono essere posizionati sui sensori per indicare il lato che lo indossa.
    2. Per i partecipanti non ambulanti, fissare un sensore sul polso e l'altro sulla sedia a rotelle.
      1. Per la configurazione da polso a rotelle, posizionare un sensore sul polso della mano dominante del partecipante utilizzando il braccialetto fornito in modo che le onde siano rivolte verso le dita. Posizionare il secondo sensore nella borsa fornita. Attaccalo su un posto sicuro alla sedia a rotelle.
        NOTA: Indipendentemente dalla configurazione utilizzata, non cambiare sensore. I sensori devono adattarsi snuggly, ma non troppo strettamente al polso e/o alla caviglia per evitare che ruotino intorno.
  3. Spiegare la routine quotidiana per l'uso dei sensori al partecipante.
    1. Routine serale
      1. Collegare l'alloggiamento di espansione all'alimentatore. Collegare l'alloggiamento di espansione al router se è disponibile una connessione a Internet. Inserire i sensori nell'alloggiamento di espansione.
      2. Localizzare i due diodi a emissione di luce (LED) sull'alloggiamento di espansione che indicano lo stato dei sensori. Una volta collegato a una fonte di alimentazione, assicurati che la stazione emette un bip e i diodi diventano arancioni per indicare che le batterie del sensore sono in fase di ricarica e che i dati vengano scaricati dai sensori sull'unità USB.
        NOTA: Se i LED lampeggiano ancora dopo 5 min, riavviare la procedura dall'inizio. Se il problema persiste, contattare il team del sito clinico.
    2. Mattina ordinaria
      1. Verificare che i LED siano verdi, a indicare che le batterie dei sensori sono completamente cariche e che i dati siano stati cancellati dalla memoria dei sensori. Rimuovere i sensori dall'alloggiamento di espansione. Indossare i sensori nella configurazione dimostrata dal valutatore.
        NOTA: Se il LED su uno o entrambi i sensori è arancione dopo due giorni consecutivi, contattare il centro clinico.
    3. Routine diurna
      1. Indossare i sensori per tutto il giorno e riposizionare i sensori sull'alloggiamento di espansione alla fine della giornata.
        NOTA: Rimuovere i sensori durante le attività che coinvolgono l'acqua, esami medici speciali (ad esempio, risonanza magnetica [RM], TAC,x-ray) o qualsiasi attività che possa danneggiarli e conservarli in un luogo sicuro su una superficie aziendale. Riprendere a indossare i sensori dopo l'attività.
    4. Alla fine del periodo di registrazione, riordinare tutti gli elementi del dispositivo nella valigia e riportare il dispositivo al centro clinico.
      NOTA: Incoraggiare il partecipante a impegnarsi in normali attività quotidiane indossando il più possibile i sensori.
  4. Compilare un modulo di assegnazione dedicato.

3. Raccolta e analisi dei dati

  1. Raccolta dati
    NOTA: i sensori registrano i segnali in modo continuo fino a 16 h e memorizzano le informazioni in una memoria interna (Film 1). L'alloggiamento di espansione consente il download dei dati memorizzati nei sensori alla fine di ogni giorno e la ricarica delle batterie durante la notte. I dati scaricati all'alloggiamento di espansione vengono memorizzati su un'unità USB accessibile solo ai valutatori.
    1. Un'unità USB standard da 64 GB può contenere fino a 3 mesi di informazioni di registrazione giornaliera (circa 16 h/giorno). Fornire unità USB di capacità superiore o inferiore per adattarsi il più possibile ai vincoli dei protocolli.
    2. Se l'alloggiamento di espansione non è connesso a Internet, chiedi al valutatore di rimuovere l'unità USB dall'alloggiamento di espansione (con il cacciavite specifico contenuto nella valigia) e sostituirla con una vuota alla fine del periodo di registrazione. L'unità USB deve essere inviata al team di supporto per l'analisi.
      NOTA: se l'alloggiamento di espansione è connesso a Internet, i dati vengono caricati nell'archiviazione cloud. Così, non c'è bisogno di cambiare l'unità USB, come tutti i dati vengono eliminati automaticamente dall'unità USB una volta che i file vengono caricati nel cloud.
  2. Analisi dei dati
    1. Nei momenti selezionati durante lo studio, estrarre i dati dal cloud storage e analizzare i dati utilizzando un algoritmo dedicato. Regolare i periodi di analisi e i rapporti di monitoraggio in base allo studio clinico.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Representative Results

I dati qui presentati sono stati acquisiti durante le sperimentazioni cliniche approvate dal comitato etico e dall'Agenzia di regolamentazione francese. Tutti i rappresentanti dei pazienti hanno firmato un consenso informato.

Questo WMIS è stato utilizzato per la prima volta in un ambiente di studio clinico nel 2012 per il monitoraggio controllato e domestico dei movimenti degli arti superiori in pazienti con DMD non ambulanti (NCT01611597), che ha dimostrato l'autonomia e la fattibilità dell'uso del dispositivo10. Sono state identificate variabili, come la norma della velocità angolare, il rapporto tra la componente verticale dell'accelerazione e l'accelerazione complessiva, il tasso di elevazione e la potenza calcolata, sono state identificate per caratterizzare clinicamente l'attività degli arti superiori dei pazienti in un ambiente controllato (Tabella 1). In una seconda fase, queste variabili sono state correlate con l'efficacia dei pazienti durante un compito standardizzato e convalidato, che ha anche permesso di testare l'affidabilità del dispositivo10. È in corso una convalida più completa delle variabili rilevanti per i soggetti non ambulatoriali.

Il processo di convalida nei pazienti ambulanti è molto più avanzato. Recentemente, il comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) ha concluso la consultazione pubblica per la qualifica della velocità di 95th centile stride (95CSV) come risultato secondario convalidato nei pazienti ambulatoriali di DMD e l'adozione finale di parere di qualificazione è in sospeso. Questo WMIS consente l'identificazione e la misura (altezza, lunghezza, velocità) di ogni singolo passo (Figura 1) per un lungo periodo di tempo e consente l'analisi della distribuzione di tutti i passi catturati, che consente il calcolo del centile di velocità di passo e lunghezza. Il 95CSV sembrava essere la variabile più sensibile ai cambiamenti nei pazienti ambulanti di DMD. Il 95CSV fornisce una misura di risultato sensibile che consente un piccolo numero di pazienti per gruppo in uno studio controllato. Diversi altri parametri misurabili da questo WMIS sono meno sensibili ai cambiamenti rispetto a 95CSV, ma sono più strettamente correlati alla qualità della vita, come la distanza percorsa all'ora e il numero di cadute all'ora (tabella 1).

La precisione della traiettoria dell'andatura è stata testata inizialmente nei controlli, utilizzando un sistema optokinetico che ha confermato un ottimo accordo tra le traiettorie misurato dal sistema optokinetico e dal sensore magnetoinetico12. Nei pazienti, abbiamo valutato l'accordo tra le distanze misurate da questo WMIS durante un 6 MWT alla distanza misurata dai fisioterapisti. Figura 2 illustra la traiettoria della caviglia e l'orientamento ricostruito dalle nostre misurazioni WMIS durante un giro di un 6 MWT. Per questo studio, i dati sono stati ottenuti da 23 pazienti ambulanti di DMD (NCT02780492) durante 31 6 MWT (alcuni pazienti hanno eseguito un secondo test 6 mesi dopo). I risultati vengono visualizzati nella figura 3. La differenza tra la distanza misurata dal nostro WMIS e il riferimento 6 MWT (dopo la correzione per la lunghezza del turno intorno ai coni, vedi Figura 2) era all'interno del 5%.

Figure 1
Figura 1: rappresentazione della lunghezza del passo da parte della linea nera che è la traiettoria calcolata della posizione della caviglia durante la camminata ricostruita da questo WMIS. Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 2
Figura 2: rappresentazione della traiettoria durante un giro di un 6 MWT ricostruito da questo WMIS. Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 3
Figura 3: La distanza di 6 MWT calcolata utilizzando questo asse WMIS (asse y) rispetto alla distanza misurata dal fisioterapista durante lo stesso test (asse x) per 31 6 MWT eseguita da 23 pazienti. Fare clic qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Movie 1
Filmato 1: Ricostruzione della traiettoria della caviglia durante la camminata utilizzando questo WMIS. Clicca qui per vedere questo video. (Fare clic con il pulsante destro del mouse per scaricare.)

Parametri di camminata Parametri dell'arto superiore
Percentuale di tempo trascorso a piedi (%) Percentuale di tempo che comporta l'attività degli arti superiori (%)
Distanza camminata all'ora (m/h) Velocità angolare mediana del polso
Velocità di passo mediana (m/s) 95a velocità angolare del polso
95CSV (m/s) Accelerazione verticale mediana (g)
Lunghezza mediana del passo (m) 95a accelerazione verticale (g)
95o percentile della lunghezza del passo (m) Potenza mediana (W/kg)
Numero di cadute all'ora (conteggio/h) 95a potenza (W/kg)

Tabella 1: elenco dei parametri.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Discussion

Nell'ultimo decennio sono stati sviluppati diversi sistemi, come un monitor di attività (Tabella dei materiali [IV]), che utilizza sensori accelerometrici per monitorare le attività della vita quotidiana per la quantificazione del dispendio energetico13. Un accelerometro triaxiale (Tabella dei Materiali [V]) è stato utilizzato da Tanaka et al.14 per monitorare l'attività dei bambini in età prescolare. Lau et al.15 hanno dimostrato attraverso la combinazione di un doppio accelerometro (Tabelladei Materiali [VI]) e di un giroscopio (Tabella dei Materiali [VII]) che le caratteristiche spazioine dell'andatura possono essere determinate con precisione dall'uso di Sensori. Il troncoanalizzato e 289 movimenti compensativi del bacino si sono verificati durante l'andatura utilizzando un sensore fisso per il corpo. La maggior parte dei dispositivi utilizzati per le analisi dell'andatura sono accelerometri a tre assi17,18,19 ( Tabella deimateriali [VIII, IX, X]). Oltre agli accelerometri, il nostro WMIS include tre giroscopi, un magnetometro e un barometro. I sensori inerziali costituiscono un'interessante tecnologia per la valutazione della motricità dei pazienti neuromuscolari a causa della difficoltà di valutare i loro movimenti ridotti e le loro andature anomale. Il nostro WMIS può essere utilizzato per valutare anche i pazienti più gravemente compromessi, e a differenza delle scale e di altri strumenti, fornisce dati oggettivi e affidabili. Infatti, la misura precisa dei passi non può essere raggiunta con semplici sensori inerziali da polso, ma richiede sensori inerziali altamente stabili e calibrati con precisione campionati ad alta frequenza e posizionati sull'arto inferiore per calcolare la traiettoria del passo. Lo stesso vale per altri esiti esplorativi, in pazienti ambulatoriali, come l'arrampicata su scale o le cadute.

Abbiamo dimostrato che una stima precisa della traiettoria del piede in DMD ambulante è fattibile utilizzando il nostro WMIS, che può essere indossato durante la vita quotidiana. Il convalidato 6 MWT3 e la North Star Ambulatory Assessment (NSAA)20 sono stati correlati con le variabili del nostro dispositivo che descrivono la camminata spontanea durante due settimane di registrazione e sono sensibili al cambiamento nella popolazione DMD nell'arco di un mese ora.

La discriminazione dell'attività degli arti superiori durante l'uso della sedia a rotelle può essere difficile. L'accelerometria consente il monitoraggio dell'attività fisica direttamente correlata ai movimenti della sedia a rotelle21 o degli arti superiori durante i movimenti della sedia a rotelle22 (Tabella dei materiali [XI]). Posizionando un sensore sulla sedia a rotelle e utilizzando i dati dell'accelerometro a tre assiali, il giroscopio e il barometro, il nostro WMIS è in grado di distinguere l'attività degli arti superiori dai movimenti della sedia a rotelle e del caregiver e quantificare con precisione anche i movimenti molto deboli.

Le piccole dimensioni dei nostri sensori sono in linea con le raccomandazioni di Ciuti et al. 23 chi ha osservato che la miniaturizzazione dei sensori consente nuove applicazioni in vari campi. I miglioramenti tecnologici consentono ora un facile utilizzo, accesso e promozione del monitoraggio a domicilio dei pazienti attraverso sistemi di trasmissione dati integrati nei dispositivi intelligenti, come gli smartphone24,25,26. Tuttavia, i sensori negli smartphone non sono calibrati per essere utilizzati come misura di risultato clinico e la variabilità nel tempo non è controllata. Pertanto, smartphone o tablet possono essere utilizzati per misure di esito segnalate dal paziente (Tabella dei materiali [XII]), ma non come dispositivo per misurare i movimenti in modo preciso e continuo.

Diverse limitazioni sono associate al nostro dispositivo e al suo protocollo. Una delle principali sfide con la registrazione a casa continua è che la conformità del paziente tende a diminuire nel tempo. Per affrontare questo problema, abbiamo dovuto trovare il periodo di tempo minimo con la più bassa variabilizza delle variabili definite che possono essere considerate clinicamente significative per un paziente. Questo è stato definito come 180 ore di registrazione, che corrisponde a due settimane27.

Una fase critica del protocollo è la formazione. Il paziente deve essere addestrato ad utilizzare il dispositivo ed è fondamentale che il valutatore che fornisce il dispositivo e la formazione sia stato prima adeguatamente addestrato. Il modo migliore per ottimizzare la formazione del team clinico e dei pazienti per garantire un uso coerente del dispositivo è la formazione faccia a faccia.

Il nostro WMIS troverà applicazioni al di fuori del campo neuromuscolare, ad esempio nella valutazione di pazienti con sclerosi multipla o malattia di Parkinson, in cui altri dispositivi meno sensibili e affidabili sono già stati testati28,29. I processi di qualificazione che tengano conto dell'affidabilità, della variabilità, dei fattori di confusione, delle differenze minimamente significative e della sensibilità al cambiamento devono essere eseguite per questi soggetti in quanto sono stati effettuati in pazienti ambulanti con DMD descritti qui.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Disclosures

Charlotte Lilien, Teresa Gidaro, Andreea Seferian ed Erwan Gasnier sono dipendenti dell'Istituto di Miologia e non hanno alcuna affiliazione con Sysnav. Laurent Servais è un dipendente presso l'Istituto di Myology e presso il CHRMN Liegi e non ha alcuna affiliazione con Sysnav. Marc Grelet è dipendente di Sysnav. David Vissière è un fondatore di Sysnav.

Acknowledgments

Gli autori ringraziano Anne-Gaàlle Le Moing, Amélie Moreaux ed Eric Dorveaux per il loro contributo allo sviluppo di questo sensore magneto-inerziale indossabile e Jackie Wyatt per la revisione.

Materials

Name Company Catalog Number Comments
ActiMyo Sensors Sysnav SF-000080 Wearable magneto-inertal sensors attached to the patient for movment recording
Helen Hayes marker set Vicon NA Whole body jumpsuit with predefined Vicon's spots
OrthoTrak (Motion Analysis, Santa Rosa, CA, USA) Motion Lab Systems Gait analysis software
ActiGraph ActiGraph Corp GTM1 Activity monitor, used by researchers to capture and record continuous, high resolution physical activity and sleep/wake information
ActivTracer GMS LTD GMS Co. Ltd Japan AC-301A Triaxial accelerometer
ADXL202E dual-accelerometer Analog Devices ADXL212AEZ High precision, low power, complete dual axis accelerometer with signal conditioned, duty cycle modulated outputs, all on a single monolithic IC.
ENC-03J gyroscope Murata Electronics ENC-03J Vibration Sensors
DynaPort MiniMod MCROBERTS Small and light case containing a tri-axial accelerometer, a rechargeable battery, an USB connection, and raw data storage on a MicroSD card
MM-2860 Sunhayato Sunhayato MM-2860 3-axis accelerometer
MicroStone MA3-10Ac MA3-04AC Microstone Co. Acceleration sensors
RT3 Activity monitor Abledata NA Triaxial accelerometer
Aparito aparito NA Wearables and disease specific mobile apps to deliver patient monitoring outside of the hospital; Elin Davies, Aparito: https://www.aparito.com/
Docking station Sysnav SF-000118
Sensor Sysnav SF-000080
Bracelet
(black/grey L)
(black/grey S) (black/yellow L) (black/yellow S)
Sysnav ZZ-000093 ZZ-000094 ZZ-000247 ZZ-000248
Patient manual Sysnav FD-000086
Ethernet cable (2 m max.) Sysnav IC-000458
Power cable
(EU)
(UK)
(US)
Sysnav ZE-000440 ZE-000441 ZE-000442
Power supply unit Sysnav ZE-000443
Ankle strap Sysnav ZZ-000462
Small bag Sysnav ZZ-000033

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. McDonald, C. M., et al. Ataluren in patients with nonsense mutation Duchenne muscular dystrophy (ACT DMD): a multicentre, randomised, double-blind, placebo-controlled, phase 3 trial. The Lancet. 390, (10101), 1489-1498 (2017).
  2. Aartsma-Rus, A., et al. Development of Exon Skipping Therapies for Duchenne Muscular Dystrophy: A Critical Review and a Perspective on the Outstanding Issues. Nucleic Acid Therapeutics. 27, (5), 251-259 (2017).
  3. McDonald, C. M., et al. The 6-minute walk test as a new outcome measure in Duchenne muscular dystrophy. Muscle & Nerve. 41, (4), 500-510 (2010).
  4. Heberer, K., et al. Hip kinetics during gait are clinically meaningful outcomes in young boys with Duchenne muscular dystrophy. Gait & Posture. 48, 159-164 (2016).
  5. Pan, W., et al. Actigraphy monitoring of symptoms in patients with Parkinson’s disease. Physiology & Behavior. 119, 156-160 (2013).
  6. Supratak, A., et al. Remote Monitoring in the Home Validates Clinical Gait Measures for Multiple Sclerosis. Frontiers in Neurology. 9, 561 (2018).
  7. Seferian, A. M., et al. Upper Limb Strength and Function Changes during a One-Year Follow-Up in Non-Ambulant Patients with Duchenne Muscular Dystrophy: An Observational Multicenter Trial. PloS One. 10, (2), e0113999 (2015).
  8. Seferian, A. M., et al. Upper Limb Evaluation and One-Year Follow Up of Non-Ambulant Patients with Spinal Muscular Atrophy: An Observational Multicenter Trial. PLoS One. 10, (4), e0121799 (2015).
  9. Servais, L., et al. Innovative methods to assess upper limb strength and function in non-ambulant Duchenne patients. Neuromuscular Disorders. 23, (2), 139-148 (2013).
  10. Le Moing, A. G., et al. A Movement Monitor Based on Magneto-Inertial Sensors for Non-Ambulant Patients with Duchenne Muscular Dystrophy: A Pilot Study in Controlled Environment. PLoS One. 11, (6), e0156696 (2016).
  11. Chabanon, A., et al. Prospective and longitudinal natural history study of patients with Type 2 and 3 spinal muscular atrophy: Baseline data NatHis-SMA study. PLoS One. 13, (7), e0201004 (2018).
  12. Valentini, R., Martinelli, B., Mezzarobba, S., De Michiel, A., Toffano, M. Optokinetic analysis of gait cycle during walking with 1cm- and 2cm-high heel lifts. The Foot. 19, (1), 44-49 (2009).
  13. Rothney, M. P., Brychta, R. J., Meade, N. N., Chen, K. Y., Buchowski, M. S. Validation of the ActiGraph Two-Regression Model for Predicting Energy Expenditure. Medicine & Science in Sports & Exercise. 42, (9), 1785-1792 (2010).
  14. Tanaka, C., Tanaka, S. Daily Physical Activity in Japanese Preschool Children Evaluated by Triaxial Accelerometry: The Relationship between Period of Engagement in Moderate-to-Vigorous Physical Activity and Daily Step Counts. Journal of Physiological Anthropology. 28, (6), 283-288 (2009).
  15. Lau, H., Tong, K. The reliability of using accelerometer and gyroscope for gait event identification on persons with dropped foot. Gait & Posture. 27, (2), 248-257 (2008).
  16. Zijlstra, A., Goosen, J. H. M., Verheyen, C. C. P. M., Zijlstra, W. A body-fixed-sensor based analysis of compensatory trunk movements during unconstrained walking. Gait & Posture. 27, (1), 164-167 (2008).
  17. Brandes, M., Zijlstra, W., Heikens, S., van Lummel, R., Rosenbaum, D. Accelerometry based assessment of gait parameters in children. Gait & Posture. 24, (4), 482-486 (2006).
  18. Liu, K., Liu, T., Shibata, K., Inoue, Y., Zheng, R. Novel approach to ambulatory assessment of human segmental orientation on a wearable sensor system. Journal of Biomechanics. 42, (16), 2747-2752 (2009).
  19. Itoh, T., Morioka, I. Developing Leg-Motion Measurement System Using Acceleration Sensors. Electrical Engineering in Japan. 204, (1), 59-66 (2018).
  20. Scott, E., et al. Development of a functional assessment scale for ambulatory boys with Duchenne muscular dystrophy. Physiotherapy Research International. 17, (2), 101-109 (2012).
  21. Sonenblum, S. E., Sprigle, S., Caspall, J., Lopez, R. Validation of an accelerometer-based method to measure the use of manual wheelchairs. Medical Engineering & Physics. 34, (6), 781-786 (2012).
  22. Hiremath, S. V., Ding, D. Regression equations for RT3 activity monitors to estimate energy expenditure in manual wheelchair users. 2011 Annual International Conference of the IEEE Engineering in Medicine and Biology Society. 7348-7351 (2011).
  23. Ciuti, G., Ricotti, L., Menciassi, A., Dario, P. M. E. M. S. Sensor Technologies for Human Centred Applications in Healthcare, Physical Activities, Safety and Environmental Sensing: A Review on Research Activities in Italy. Sensors. 15, (3), 6441-6468 (2015).
  24. del Rosario, M., Redmond, S., Lovell, N. Tracking the Evolution of Smartphone Sensing for Monitoring Human Movement. Sensors. 15, (8), 18901-18933 (2015).
  25. Shoaib, M., Bosch, S., Incel, O., Scholten, H., Havinga, P. Fusion of Smartphone Motion Sensors for Physical Activity Recognition. Sensors. 14, (6), 10146-10176 (2014).
  26. Miao, F., Cheng, Y., He, Y., He, Q., Li, Y. A Wearable Context-Aware ECG Monitoring System Integrated with Built-in Kinematic Sensors of the Smartphone. Sensors. 15, (5), 11465-11484 (2015).
  27. EMA. Draft qualification opinion on stride velocity 95th centile as a secondary endpoint in Duchenne Muscular Dystrophy measured by a valid and suitable wearable device*. EMA/CHMP/SAWP/527447/2018 (2018).
  28. Coulter, E. H., et al. Validity of the activPAL3 activity monitor in people moderately affected by Multiple Sclerosis. Medical Engineering & Physics. 45, 78-82 (2017).
  29. Thorp, J. E., Adamczyk, P. G., Ploeg, H. L., Pickett, K. A. Monitoring Motor Symptoms during Activities of Daily Living in Individuals with Parkinson’s Disease. Frontiers Neurology. 9, 1036 (2018).

Comments

0 Comments


    Post a Question / Comment / Request

    You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

    Usage Statistics