JoVE   
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Biology

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Neuroscience

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Immunology and Infection

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Clinical and Translational Medicine

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Bioengineering

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Applied Physics

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Chemistry

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Behavior

  
You do not have subscription access to articles in this section. Learn more about access.

  JoVE Environment

|   

JoVE Science Education

General Laboratory Techniques

You do not have subscription access to videos in this collection. Learn more about access.

Basic Methods in Cellular and Molecular Biology

You do not have subscription access to videos in this collection. Learn more about access.

Model Organisms I

You do not have subscription access to videos in this collection. Learn more about access.

Model Organisms II

You do not have subscription access to videos in this collection. Learn more about access.

In JoVE (1)

Other Publications (171)

Automatic Translation

This translation into Italian was automatically generated.
English Version | Other Languages

Articles by Yasuyoshi Ouchi in JoVE

 JoVE Biology

In vivo micro-circolazione di misura nel muscolo scheletrico da Intra-vitale Microscopia

1Department of Anesthesiology and Critical Care, Shriners Hospital for Children, Massachusetts General Hospital, and Harvard Medical School, 2Department of Geriatric Medicine, Graduate School of Medicine, The University of Tokyo


JoVE 210

Un nuovo metodo versatile per l'osservazione del microcircolo è presentato. E 'considerato adatto per osservazione a lungo termine, e per la combinazione con interventi biologici pharmacophysiological o molecolare.

Other articles by Yasuyoshi Ouchi on PubMed

Induzione Di Anticorpi Anti-Metallotioneina E Mercurio Trattamento Diminuisce Densità Minerale Ossea Nei Topi

Cloruro mercurico (HgCl2) è un agente industriale con effetti tossici per il sistema immunitario, renale, polmonare e tessuto nervoso, ma poco si sa circa il relativo effetto sull'osso. Metallotioneina (MT) è una ricca di cisteina metal-binding protein che esercita effetti citoprotettivo contro le tossine heavy metal. È stato riferito che la suscettibilità di tossicità renale e polmonare di mercurio è stata migliorata notevolmente nei topi MT-null rispetto ai topi di controllo. Tuttavia, non non c'è nessuna relazione circa gli effetti di induzione di Ab (anti-MT) anti-Metallotioneina sulla tossicità del mercurio. Abbiamo studiato l'effetto di induzione Ab anti-MT sulla lesione ossea indotta da mercurio. Topi BALB/c sono stati iniettati con MT (10 microg/mouse ic) cinque volte a indurre anti-MT Ab e quindi trattati con HgCl2 (1 mg/kg sc) tre volte alla settimana per 3 settimane. Immunizzazione MT plus trattamento HgCl2 drasticamente diminuita densità minerale ossea (BMD) e gli indici di formazione ossea umorale, attività della fosfatasi alcalina (ALP) e osteocalcina. Immunizzazione MT o HgCl2 trattamento da solo non ha influito BMD o siero ALP attività e osteocalcina livelli. Immunizzazione MT ostacolata HgCl2-indotta aumento dell'espressione di MT nel fegato e ha portato ad un aumento del mercurio nel siero e nel fegato, ma una diminuzione nel rene. Inoltre, titoli sierici di IgE e IgG1 furono significativamente elevati in MT-immunizzato più HgCl2 gruppo di trattamento rispetto a quelli del gruppo di trattamento di HgCl2. Risultati simili sono stati osservati anche nelle secrezioni spleniche di IL-4 e IL-10 si basa sulla stimolazione di Ab anti-CD3. Presi insieme, i nostri risultati indicano che anti-MT Ab induzione provoca lesione ossea indotta da mercurio in topi BALB/c e migliora anche patologie autoimmuni correlati a mercurio.

Malattia Da Reflusso Gastroesofageo Notturno: Sintomo Della Sindrome Di Apnea Ostruttiva Del Sonno in Associazione Con Disturbi Di Deglutizione

Estrogeni Attiva Le Chinasi Ciclina-dipendente 4 E 6 Attraverso L'induzione Di Cyclin D in Osteoblasti Primari Di Ratto

Estrogeni gioca un ruolo importante nel mantenimento della densità ossea e proteggere contro l'osteoporosi, ma i meccanismi sottostanti di azione di estrogeni attraverso recettori degli estrogeni (er) in osso restano da chiarire. Nel presente studio, abbiamo isolato osteoblasti primari derivati da topi transgenici harboring un dominante negativo mutante ER, ratto cDNA ERalpha (1-535) e da loro littermates wild-type. Abbiamo osservato che il tasso di crescita cellulare degli osteoblasti da topi transgenici è stato ridotto rispetto a quello degli osteoblasti wild-type. Utilizzando analisi di cDNA microarray, abbiamo trovato che il livello di mRNA di cyclin D2 era inferiore in osteoblasti da topi transgenici. Le cicline di tipo D compreso cyclin D1, cyclin D2 e D3 cyclin sono regolatori del ciclo delle cellule che promuovono la progressione attraverso la fase inizio metà G1 del ciclo cellulare. I livelli di proteina di cicline di tipo D compreso cyclin D2 e D3 cyclin ma non cyclin D1 sono stati elevati nel selvaggio-tipo osteoblasti con trattamento 17beta-estradiolo, con conseguente attivazione dell'attività di chinasi ciclina-dipendente 4 e 6 (Cdk4/6) e la promozione della crescita cellulare. Inoltre, un anti-estrogeno ICI 182.780 abolita l'induzione dell'espressione di cicline di tipo D con 17beta-estradiolo. I nostri risultati indicano che gli estrogeni e suoi recettori migliorano Cdk4/6 attività attraverso l'induzione di cicline di tipo D, leader per la promozione della crescita degli osteoblasti.

Meccanismi Molecolari Sottostanti Espressione Umana Gene Beta-defensina-2 in Una Linea Cellulare Umana Delle Vie Aeree (LC2/d.c.)

Recentemente, umana beta-defensina-2 (hBD-2), un defensina viscoelastico, è stato segnalato per essere coinvolti nell'immunità innata e la difesa ospite. Per esaminare il ruolo esatto di hBD-2 nel sistema respiratorio, abbiamo esaminato i meccanismi molecolari di hBD-2 gene expression in vitro.

Attenuazione Di Iperresponsività Delle Vie Aeree Antigene-indotta Nei Topi Deficienti Di CGRP

Eosinofilia e iperresponsività bronchiale sono le caratteristiche principali dell'asma. Peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP) è un neuropeptide che ha diverse azioni biologiche. Nel presente studio, abbiamo messo in discussione se CGRP potrebbe avere ruoli fisiopatologici in iperresponsività delle vie aeree ed eosinofilia nell'asma. Per determinare i ruoli esatti di CGRP endogeno in vivo, abbiamo scelto di studiare risposte antigene-indotta delle vie aeree, utilizzando topi gene perturbato CGRP. Dopo sensibilizzazione l'ovoalbumina e la sfida dell'antigene, abbiamo valutato la reattività delle vie aeree e misurato mediatori proinfiammatori. In sensibilizzate CGRP gene perturbato topi, iperresponsività bronchiale antigene-indotta è stata significativamente attenuato rispetto ai topi wild-type sensibilizzati. Sfida di antigene indotta da infiltrazione di eosinofili nel fluido di lavaggio broncoalveolare, considerando che non sono state osservate differenze tra il wild-type e mutanti CGRP topi. Antigene-indotta aumenta nella produzione dei leucotrieni cisteinici nel polmone si è sensibilmente ridotti in topi CGRP perturbato. Questi risultati suggeriscono che il CGRP potrebbe essere coinvolto nella iperresponsività antigene-indotta della via aerea, ma l'infiltrazione non eosinofili, nei topi. I topi mutanti CGRP possono fornire modelli appropriati per studiare i meccanismi molecolari sottostanti malattie CGRP.

Identificazione Di Più Romanzo Epididimo Specifici Defensina Beta Isoforme Nell'uomo E Nei Topi

Defensine comprendono una famiglia di peptidi antimicrobici cationici che sono caratterizzati dalla presenza di residui di cisteina conservato sei. Abbiamo identificato due romanzo umani beta defensina (hBD) isoforme di estrazione il pubbliche sequenze genomic umane. I peptidi predetti conservano il motivo sei-cisteina identico con hBD-4, definito hBD-5 e 6 di hBD. Abbiamo valutato anche le caratteristiche di omologhi del mouse di hBD-5, hBD-6 e HE2beta1, chiamato mouse beta defensina (mBD) -12, mBD-11 e mouse EP2e (mEP2e). Il peptide sintetico mBD-12 ha mostrato attività antimicrobica sale-dipendente. Dimostriamo il pattern epididimo specifica espressione di hBD-5, hBD-6, mBD-11, mBD-12 e mEP2e. Ibridazione in situ ha rivelato mBD-11, mBD-12 e mEP2e espressione nell'epitelio colonnare dell'epididimo caput, in contrasto con l'espressione predominante di mBD-3 nella capsula o setto dell'intero epididimo. Inoltre, la specificità regionale della mBD-11, mBD-12 e mEP2e era un po' sovrapposte, ma non identica, caput epididimo, suggerendo che il regolamento specifico può funzionare per ogni membro della famiglia beta defensina. I nostri risultati indicati più defensina beta isoforme specificamente e in modo cooperativo contribuiscono per l'immunità innata del sistema urogenitale.

Mouse Prove Genetiche Che Tranilast Riduce L'iperplasia Delle Cellule Muscolari Lisce Tramite Un P21 (WAF1)-pathway Dipendente

L'Acido antranilico-(3'4'-dimethoxycinnamoyl) N (tranilast) è un farmaco che ha dimostrato di ridurre l'incidenza di restenosi dopo angioplastica in sperimentazioni cliniche su scala medio. Nonostante l'interesse clinico di questo farmaco, le azioni farmacologiche di tranilast rimangono relativamente inesplorate a livello molecolare.

Aumento Dell'attività Della Cellula Immunitaria Contro Le Cellule Tumorali Da Radix Rauwolfia

In questo studio, abbiamo studiato l'effetto di radice di Rauwolfia su 70 espressione di heat shock protein (HSP) e citotossicità contro cellule tumorali nelle cellule T attivate umane. Quando le cellule T attivate sono state coltivate con radice di Rauwolfia per 18 h, è stata aumentata espressione HSP70 dopo scossa di calore era notevolmente aumentato e citotossicità contro cellule tumorali T98G. Inoltre, radix Rauwolfia rafforzata anche la citotossicità delle cellule T calore scioccato attivati contro le cellule tumorali Molt-4 e T98G. Secrezione di interferone-gamma (IFN-gamma) e alfa di necrosi del tumore (TNF-alfa), a causa della stimolazione con Concanavalina A (Con A), sono stati aumentati da radix Rauwolfia in cellule T attivate. Per indagare l'effetto antitumorale in vivo, EL-4 tumore-cuscinetto topi sono stati somministrati con radice di Rauwolfia in acqua potabile. Il periodo di sopravvivenza del gruppo Rauwolfia radice trattamento era significativamente prolungato rispetto a quello del gruppo di controllo. Reserpina, il principale ingrediente attivo di radice di Rauwolfia, anche migliorato la citotossicità delle cellule T attivate contro le cellule tumorali Molt-4 e T98G e prolungato il periodo di sopravvivenza dei topi del tumore-cuscinetto EL-4. Presi insieme, i nostri risultati suggeriscono che la radice di Rauwolfia può migliorare l'attività delle cellule del sistema immunitario contro le cellule tumorali.

Effetti Inibitori Del Romanzo AP-1 Esca Oligodeoxynucleotides Sulla Proliferazione Delle Cellule Muscolari Lisce Vascolari in Vitro E in Vivo Di Neointimale Formazione

Eccessiva proliferazione di cellule muscolari lisce vascolari (VSMCs) e neointimale formazione sono passaggi critici nella patogenesi dell'aterosclerosi e restenosi dopo angioplastica transluminale percutanea. In questo studio abbiamo valutato l'ipotesi che il proteina della attivatore-1 (AP-1) svolge un ruolo importante nella formazione di neointimale dopo lesioni vascolari. Un manubrio circolare AP-1 esca oligodeoxynucleotide (CDODN) è stato sviluppato come una romanzo strategia terapeutica per restenosi dopo angioplastica. Questo CDODN era più stabile il richiamo lineare convenzionale fosforotioato ODN (PSODN) e mantenuta l'integrità strutturale sull'esposizione di exonuclease III o siero. Transfezione con AP-1 esca ODNs fortemente inibito VSMC proliferazione e migrazione, nonché espressione indotta da glucosio e siero di PCNA e ciclina un geni. Amministrazione di AP-1 esca ODNs in vivo utilizzando il virus hemagglutinating del Giappone (HVJ)-Metodo liposoma virtualmente abolita neointimale formazione dopo l'infortunio di palloncino all'arteria carotide di ratto. Confrontato con PSODN, CDODN è stato più efficace nell'inibire la proliferazione delle VSMCs in vitro e in vivo di neointimale formazione. Collettivamente i nostri risultati indicano che AP-1 attivazione è cruciale per la mediazione di proliferazione VSMC in risposta a lesioni vascolari. Inoltre, l'uso di CDODN stabile specifico per attività di AP-1 in combinazione con il metodo altamente efficace di liposomi HVJ fornisce una romanzo potenziale strategia terapeutica per la prevenzione della restenosi dopo angioplastica in esseri umani.

EFP Obiettivi Sigma 14-3-3 Per Proteolisi E Promuove La Crescita Del Tumore Al Seno

Estrogeni esercitano la sua influenza su organi bersaglio attraverso attivazione di recettori degli estrogeni (ERs) e regolazione di geni a valle tramite loro elementi estrogeno-sensibili. EFP, un prodotto del gene bersaglio di alfa di ER, è un membro della famiglia di motif anulare B-box coiled-coil (RBCC). EFP è prevalentemente espressa in vari organi femminili così come nei tumori al seno ed è pensato per essere essenziale per la proliferazione delle cellule estrogeno-dipendente e organo sviluppo interrotto Efp topi visualizzare sottosviluppati uteri e ridotta reattività degli estrogeni. Qui vi mostriamo che Efp è una ligasi di ubiquitin RING-finger-dipendente (E3) che gli obiettivi di proteolisi del 14-3-3 sigma, un regolatore negativo ciclo cellulare che provoca l'arresto di G2. Dimostriamo che la crescita del tumore della mammella cancro cellule MCF7 impiantati nei topi femmina atimico è ridotta dal trattamento con oligonucleotide antisenso Efp. EFP-con sovraesprimono relativa di cellule MCF7 nei topi ovariectomizzati atimico generano tumori in assenza di estrogeni. Perdita della funzione di Efp in fibroblasti embrionali del mouse si traduce in un accumulo di 14-3-3 sigma, che è responsabile della crescita cellulare ridotto. Questi dati forniscono un'analisi approfondita del ciclo cellulare macchine e tumorigenesi del cancro al seno identificando sigma 14-3-3 come bersaglio per proteolisi di Efp, che porta a proliferazione cellulare.

[Questionario Sull'atteggiamento Dei Medici Nell'educare I Pazienti Anziani Con Malattia Polmonare Ostruttiva Cronica Su Smettere Di Fumare]

Status di fumare, la misura del riconoscimento del rapporto tra fumo e BPCO e reale natura dell'educazione per smettere di fumare da medici hanno non ancora stata completamente chiarita. Per indagare le percezioni sull'educazione per smettere di fumare negli anziani da medici che lavorano nella clinica, sono stati inviati questionari a 1.012 medici che appartengono all'associazione medica Yokohama City. Di questi, 311 rispondere e i relativi dati (31%) sono stati inclusi nell'analisi. Il questionario comprendeva domande sull'importanza di smettere di fumare nella formazione anziana, sulla percezione circa la relazione tra fumo e malattie varie ed effettiva per smettere di fumare. Inoltre è stato studiato lo status di fumo dei medici stessi. La distribuzione della correnti fumatori, ex fumatori e non fumatori tra i medici era 13%, 33% e 54%, rispettivamente. Settantacinque per cento di ex-fumatori ha risposto che la loro esperienza di smettere di fumare influenzato loro educazione del paziente per smettere di fumare, e 39% dei fumatori ha risposto che loro lo status di fumare non ha fatto influenzare. Solo il 53% dei medici ha risposto che si sono esibiti in realtà educazione per smettere di fumare per gli anziani, e solo l'8% di loro ha risposto che difficilmente eseguire qualsiasi o non si esegue. Smettere di fumare è pensato per essere l'unico modo per prevenire lo sviluppo di BPCO. Tuttavia, solo una metà dei medici riconosciuto l'importanza di smettere di fumare per il trattamento e il controllo della BPCO nell'anziano. Inoltre, meno di un terzo dei medici eseguire terapia sostitutiva della nicotina per smettere di fumare. Illuminazione per i medici dovrebbe essere necessari per farli eseguire istruzione per smettere di fumare più aggressivamente.

Effetto Dei Polifenoli Vino Rosso Sulla Funzione Delle Cellule Muscolari Lisce Vascolari - Meccanismo Molecolare Del 'paradosso Francese'

Polifenoli vini rossi (RWP) hanno dimostrati di avere un'attività anti-atherogenic principalmente attraverso antiossidante effetti sull'ossidazione di lipoproteine a bassa densità (LDL). Anche se la proliferazione delle cellule muscolari lisce vascolari (VSMC) è fondamentale per la formazione di aterosclerosi, l'effetto di RWP sulla proliferazione VSMC non è stata chiarita. In questo studio, abbiamo valutato se RWP, che estrae dal vino rosso mediante cromatografia su colonna, potrebbe influenzare la proliferazione di siero-stimolato VSMC 10%. Trattamento con RWP ha dimostrato un potente effetto inibente sulla proliferazione e la sintesi del DNA è in cultured rat VSMC. Al contrario, l'effetto inibitorio di RWP di proliferazione delle cellule endoteliali vascolari bovina (CE) è stata osservata solo a dosi molto elevate. Inoltre, RWP significativamente inibito la proliferazione e la sintesi del DNA delle VSMC umana ma nessun umano CE vascolare in modo dose-dipendente. Per chiarire i meccanismi molecolari di questi effetti anti-proliferativi di RWP VSMC, ma non CE vascolare, abbiamo studiato gli effetti delle RWP sulla regolazione del ciclo cellulare. RWP downregolata l'attività di espressione e promotore di un gene, uno dei regolatori del ciclo cellulare di ciclina. Inoltre, RWP ha inibito il legame delle proteine nucleari del sito di fattore (ATF) trascrizione attivante nella ciclina un promotore e l'espressione di fattori di trascrizione, AMP ciclico-responsive element binding protein (CREB) e ATF-1. In conclusione, questi risultati dimostrano una possibile trovare che l'effetto anti-proliferativo di RWP su VSMC può essere associato con il downregulation di ciclina un'espressione genica attraverso l'inibizione dell'espressione del fattore di trascrizione.

Reazioni Avverse Al Farmaco in Anziani Con Demenza

Rossi Vini Polifenoli Inibiscono La Migrazione Delle Cellule Muscolari Lisce Vascolari Attraverso Due Distinti Percorsi Di Segnalazione

Polifenoli vini rossi (RWPs) hanno dimostrati di avere un'attività antiatherogenic principalmente attraverso effetti antiossidanti sull'ossidazione delle LDL. Anche se la muscolatura liscia vascolare migrazione cellulare (SMC) è fondamentale per la formazione di aterosclerosi, l'effetto di RWPs sulla migrazione SMC non è stata chiarita. In questo studio, abbiamo valutato se RWPs potrebbero influenzare la migrazione di colta SMCs stimolata da fattori di crescita.

Un Ruolo Fondamentale Di Fosfolipasi Citosolica a (2) Nella Fibrosi Polmonare Indotta Da Bleomicina

La fibrosi polmonare è una malattia interstiziale del parenchima polmonare cui meccanismo è scarsamente compreso. Meccanismi potenziali includono l'infiltrazione di cellule infiammatorie ai polmoni e la generazione di mediatori pro-infiammatori. In particolare, la fibrosi polmonare idiopatica è una forma progressiva e fatale di una malattia caratterizzata da infiammazione alveolare, proliferazione dei fibroblasti e deposizione di collagene. Qui, abbiamo studiato il ruolo della fosfolipasi citosolica a (2) (cPLA(2)) in fibrosi polmonare utilizzando cPLA (2)-null topi mutanti, come cPLA(2) è un enzima chiave nella generazione di eicosanoidi pro-infiammatori. Interruzione del gene che codifica per cPLA(2) (Pla2g4a) attenuato IPF e infiammazione indotta dalla somministrazione di bleomicina. Indotta da bleomicina sovrapproduzione di trombossani e leucotrieni nel polmone è stato notevolmente ridotto in cPLA (2)-null topi. I nostri dati suggeriscono che cPLA(2) ha un ruolo importante nella patogenesi della fibrosi polmonare. L'inibizione di cPLA (2)-percorsi iniziati potrebbero fornire un nuovo approccio terapeutico per la fibrosi polmonare, per cui nessun agenti farmaceutici sono attualmente disponibili.

[Estrogeno Recettore Polimorfismo Del Gene]

[Malattia Polmonare Ostruttiva Cronica (BPCO) Nei Pazienti Anziani: Analisi Dal Questionario Circa Gli Atteggiamenti Dell'indirizzo BPCO Del Giapponese Respiratory Society Ed Effettiva Terapia Per La BPCO Utilizzato Dai Medici]

Abbiamo condotto un'indagine degli atteggiamenti di malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) in anziani, un'indagine degli atteggiamenti per le linee guida BPCO preparato dalla società giapponese delle vie respiratorie e un'indagine delle terapie effettivamente utilizzati per questa malattia tra i medici appartenenti all'associazione medica di Yokohama. I risultati hanno mostrato che la maggior parte degli intervistati pensiero che i medici, soprattutto fatta eccezione per i medici delle vie respiratorie, perdere i pazienti BPCO a causa del mancato riconoscimento di BPCO. Anche la diffusione di linee guida BPCO tra i medici e l'importo della terapia condotta secondo questa linea guida non erano sufficienti. Tuttavia, la maggior parte dei medici che conoscono questa linea guida hanno utilizzato bene e hanno anche apprezzato il contenuto. Così, i risultati dei nostri sondaggi ha suggerito che queste linee guida BPCO, con la sua terapia farmacologica passo-passo, dovrebbe essere più ampiamente diffusi, principalmente tra le cliniche e i medici che non sono specialisti delle vie respiratorie. Ciò consentirebbe loro di seguire le linee guida e migliorare il loro trattamento della BPCO. Inoltre, si è anche supposto che la riabilitazione respiratoria completa deve essere eseguita in più negli ospedali.

Indagine Questionario Sulle Linee Guida Per Il Trattamento Dell'ipertensione Nei Pazienti Anziani Giapponesi: 1999 Versione Riveduta

Un sondaggio del questionario è stato somministrato a specialisti clinici giapponesi nell'ipertensione al fine di valutare loro opinioni su 1999 nuova versione delle linee guida per l'ipertensione negli anziani preparati da completo progetto di ricerca sull'invecchiamento e sulla salute del Ministero della salute e benessere. Su 162 membri del Consiglio della società giapponese di ipertensione arteriosa, 122 (75%) ha risposto. La maggioranza (93%) degli intervistati ha approvato le linee guida in generale, e il 72% di loro ha approvato l'impostazione relativa all'età di un obiettivo terapeutico per la pressione sanguigna. Sessantacinque per cento degli intervistati ha selezionato long-acting Ca antagonisti, ACE inibitori e diuretici a basse dosi come agenti di prima linea per l'ipertensione senza complicazioni negli anziani. I risultati dell'indagine questionario dovrebbero riflettersi nella prossima versione delle linee guida.

[Modifiche Dello Status Di Cura Prima E Dopo L'introduzione Dell'assicurazione Di Cura a Lungo Termine in Giappone - Risultati Dello Status Di Cura Prima L'assicurazione Di Cure a Lungo Termine]

Transitori Lasciarono Ballooning Apicale Ventricolare Senza Stenosi Dell'arteria Coronaria: Una Forma Di Stordimento-come Fenomeno?

Effetti Della Terapia Sostitutiva Ormonale Dosaggio Ridotto E a Lungo Termine Su Endotelio Spessore Funzione E Intima-media Nelle Donne in Postmenopausa

Terapia con estrogeni a breve termine migliora la funzione endoteliale nelle donne in postmenopausa. Tuttavia, ci sono pochi rapporti sui suoi effetti a lungo termine sulla funzione endoteliale e spessore intima-media carotidea. Inoltre, abbiamo determinato se un ridotto dosaggio di estrogeni può mantenere i suoi effetti benefici.

Iperresponsività Delle Vie Aeree in Topi Transgenici Con Sovraesprimono Relativa Recettore Del Fattore Di Attivazione Piastrinica è Mediata Da Un Percorso Di Atropina-sensibili

Fattore di attivazione piastrinica (PAF) è un potente mediatore potenzialmente coinvolto nella patogenesi delle malattie infiammatorie, tra cui l'asma bronchiale. Recentemente, topi transgenici con sovraesprimono relativa del gene del recettore (PAFR) di PAF sono stati stabiliti ed esibiscono iperresponsività bronchiale, una delle caratteristiche cardinale dell'asma. Per chiarire i meccanismi molecolari e patofisiologici sottostanti iperreattività bronchiale PAF-associati, abbiamo studiato la reattività delle vie aeree di metacolina (MCh) e la serotonina (5-idrossitriptamina, 5-HT) in topi transgenici PAFR. Inoltre, abbiamo esaminato il ruolo del recettore muscarinico in risposte indotta dal PAF e le attività di associazione del recettore muscarinico. I topi transgenici PAFR esposto iperresponsività MCh e PAF; Tuttavia, sono state osservate differenze significative nella risposta 5-HT tra controllo e topi transgenici PAFR. La somministrazione di atropina bloccato significativamente risposte PAF-indotta in topi transgenici PAFR. C'erano differenze tra i due fenotipi alle attività di associazione del recettore muscarinico. Analisi morfometrica ha dimostrato che sovraespressione PAFR non influisce sulla struttura delle vie aeree. Questi risultati suggeriscono che il pathway muscarinico possa avere un ruolo chiave nella iperresponsività delle vie aeree associate iperespressione del gene PAFR. Più in generale, topi transgenici PAFR possono fornire modelli appropriati per lo studio dei meccanismi molecolari sottostanti malattie associate PAF.

Ridotta Funzione Vasomotoria Endoteliale E La Formazione Avanzata Neointimale Dopo Lesione Vascolare in Un Modello Del Ratto Della Labilità Della Pressione Sanguigna

Maggiore variabilità di pressione arteriosa a breve termine è noto per essere associato con danno d'organo ipertesi. Sinoaortic denervazione (SAD) induce un marcato aumento nella pressione sanguigna labilità senza intaccare il livello medio di pressione arteriosa. Lo scopo di questo studio era di indagare gli effetti della labilità della pressione arteriosa sul endothelial vasomotor funzione e neointimale la formazione dopo l'infortunio di palloncino in ratti TRISTI. Diretta misurazione a lungo termine della pressione arteriosa media ha mostrata alcuna differenza significativa nella media della pressione arteriosa media tra il triste gruppo e gruppo di controllo sham-operated. Al contrario, la deviazione standard della pressione arteriosa media, come un indice di labilità della pressione arteriosa, era 3 volte maggiore nei ratti TRISTI. Per studiare la funzione endoteliale, tensione isometrica degli anelli aortico è stato misurato 4 settimane dopo SAD o sham operation. Vasorelaxation endotelio-dipendente indotta dall'acetilcolina è stato ridotto significativamente nel gruppo triste (riduzione del 20% al massimo del relax). Endotelio-indipendente vasorelaxation indotta da Nitroprussiato di sodio era simile in ogni gruppo. Acetilcolina-indotta che senza rilascio da anelli aortico è stato ridotto significativamente nel gruppo di triste. Successivamente, abbiamo esaminato neointimale formazione nelle arterie carotidee in SAD e ratti sham-operated a 2 settimane dopo l'infortunio di palloncino. Il rapporto di area neointimale-mediale nel gruppo triste era 50% superiore a quello del gruppo sham-operated. La percentuale di cellule nucleare antigene-positivo cellule in proliferazione nell'intima era significativamente più alta nel gruppo triste. Questi risultati suggeriscono che labilità di aumento della pressione sanguigna, indipendentemente dal livello di pressione arteriosa media, altera la funzione endoteliale inibendo la produzione di NO, migliora la formazione neointimale dopo l'infortunio di palloncino e possono quindi contribuire all'aterogenesi.

Deplezione Di Glutatione S-transferasi P1 Induce Apoptosi Nei Fibroblasti Di Polmone Umano

Glutatione S-transferasi P1 (GSTP1) è uno degli enzimi antiossidanti e metabolizzare xenobiotici, identificati nei polmoni periferici. Recentemente, gli autori hanno segnalato l'associazione tra il polimorfismo del gene GSTP1 e suscettibilità alla malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) e l'effetto protettivo di GSTP1 contro la sigaretta nei fibroblasti di polmone umano in vitro. In questo studio, gli autori hanno indagato che deplezione di GSTP1 di per sé potrebbe indurre la morte delle cellule, tra cui l'apoptosi, nel polmone umano derivato del fibroblasto HFL-1 celle. Il livello di apoptosi e necrosi è stato aumentato significativamente con GSTP1 transfezione antisenso vettoriale. È stato anche osservato che l'efficienza di trasfezione e il livello di espressione del vettore sono stati più deboli in celle del antisenso vettore rispetto a quelli dei vettori di senso e di controllo, che è anche pensato per indicare che l'inibizione dell'espressione di GSTP1 dal vettore antisenso solo influisce sulla vitalità cellulare. Tuttavia, non non c'era alcuna differenza tra questi transfettanti sul livello di glutatione (GSH) né su attivazione di c-Jun NH2-terminal chinasi (JNK). Pertanto, la relazione di autori qui che underexpression di GSTP1 apparso di indurre apoptosi su fibroblasti di polmone, che suggerisce che GSTP1 può avere effetti protettivi contro l'apoptosi nelle cellule delle vie aeree, anche se il meccanismo di questo pathway apoptotico è ancora di essere chiarita.

Onere Globale Della BPCO in Giappone E in Asia

17 Beta-estradiolo Inibisce La Crescita Dei Fibroblasti Cardiaci Attraverso Due Sottotipi Del Recettore Degli Estrogeni

L'effetto di 17 beta-estradiolo (E2) sulla proliferazione dei fibroblasti cardiaci (CFs) rimane controverso. Questo studio ha esaminato quale sottotipo di recettore estrogeno (ER), ER alfa o beta di ER, mediata dall'effetto di E2 sulla crescita CF dal guadagno di analisi funzione utilizzando un vettore di adenovirus. Cento nanomoles per litro di E2 attenuato la sintesi del DNA fino al 10% e transactivated l'elemento estrogeno-sensibile, determinato dall'analisi di luciferase nel ratto CFs neonatale. Abbiamo costruito replica-carenti adenovirus recanti la regione codificante dell'umano ER alfa, beta ER o la forma dominante negativo di ER beta (designato AxCAER alfa e beta AxCAER AxCADNER beta, rispettivamente). Quando CFs sono stati infettati con AxCAER alfa o beta AxCAER alla molteplicità di infezione di 20 o superiore, sintesi del DNA è diminuita del 50% in risposta a E2 e l'effetto è stato abolito da coinfezione con beta AxCADNER. Allo stesso modo, attività transcriptional di ER in CFs infettati con AxCAER alfa o beta AxCAER era nettamente migliorata e coinfezione con AxCADNER beta abolito gli effetti. Questi risultati suggeriscono che E2 inibisce la crescita di CF e che entrambi sottotipi ER mediano l'effetto in modo paragonabile e ridondante.

Somministrazione Di Ossigeno Migliora Il Livello Di Siero Di Metaboliti Di Ossido Nitrico Nei Pazienti Con Sindrome Di Apnea Ostruttiva Del Sonno

Ipossia e apnea notturna sono implicati nella patogenesi dell'ipertensione polmonare e sistemica nella sindrome di apnea ostruttiva del sonno (OSAS). Noi abbiamo ipotizzato che vasodilatatori fattori tra cui l'ossido nitrico (NO) sono affetti da apnea notturna e ipossia nei pazienti con OSAS.

Clinica Insignificanza (1--> 3) - Beta - D-glucano Nella Diagnosi Precoce Di Aspergillosi Invasiva Polmonare in Un Paziente Con Malattia Polmonare Ostruttiva Cronica

Beta Del Recettore Estrogeno Da Intermediario L'effetto Inibitorio Di Estradiolo Sulla Proliferazione Delle Cellule Muscolari Lisce Vascolari

È stato dimostrato che 17beta-estradiolo (E2) ha un effetto inibente sulla proliferazione delle cellule muscolari lisce vascolari (VSMCs) attraverso un recettore dell'estrogeno (ER)-pathway dipendente. Due sottotipi di ER, ER classica (ERalpha) e il sottotipo ER recentemente identificato (ERbeta), sono espressi in VSMCs. Tuttavia, rimane sconosciuto quale recettore svolge il ruolo critico nell'effetto inibitorio sulla proliferazione di VSMC.

Infezioni Nosocomiali Nelle Unità Di Cura Intensiva Adulto

Effetti Della Somministrazione Di Ossigeno Sui Livelli Circolanti Di Fattore Di Crescita Endoteliale Vascolare (VEGF) in Pazienti Con Sindrome Di Apnea Ostruttiva Del Sonno

Ipossia notturna ripetuta è implicato nella patogenesi delle complicanze cardiovascolari nella sindrome di apnea ostruttiva del sonno (OSAS). Abbiamo ipotizzato che i livelli di fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF) sono interessati da ipossiemia notturna nei pazienti con OSAS in circolazione.

Malattia Da Reflusso Gastroesofageo Comune Nei Pazienti Con Apnea Del Sonno, Piuttosto Che Russatori Senza Apnea Del Sonno

EBAG9/RCAS1 Espressione E Il Suo Significato Prognostico Nel Cancro Prostatico

Estrogeno recettore-associazione gene associato al frammento 9 (EBAG9) è stato identificato come un gene principale estrogeno-sensibile dalle cellule di cancro al seno umano MCF-7 (Watanabe T, et al., Mol Cell Biol 1998; 18:442-9). EBAG9 è identico con RCAS1 (antigene recettore-associazione cancro espressi sulle cellule SiSo), che è stata segnalata come un antigene di superficie delle cellule cancro implicato nella fuga immune (Nakashima M, et al., Nat Med 1999; 5:938-42). Nel nostro studio, abbiamo esaminato EBAG9 espressione nei tessuti umani prostatico e studiato il significato prognostico in pazienti con cancro prostatico. EBAG9 espressione in cellule epiteliali prostatica normali e cellule tumorali PC-3, DU145 e LNCaP è stato determinato dall'analisi Western blot. Analisi immunoistochimica è stata eseguita in 21 benigna e 81 esemplari prostatica maligne, e tabelle dei pazienti sono stati esaminati per la clinica, patologica e dati di sopravvivenza. EBAG9 era abbondantemente espresso nelle cellule di cancro alla prostata rispetto alle normali cellule epiteliali. Immunostaining forte e diffusa nel citoplasma dei EBAG9 è stato trovato in 44 di 81 campioni di tessuto tumorale (54%). EBAG9 espressione significativamente correlato con avanzati stadi patologici e high score di Gleason (p = 0.0305 e < 0.0001, rispettivamente). EBAG9 più frequentemente è stata espressa nei siti di penetrazione capsulare (79%) e metastasi linfonodale (100%) rispetto ai tumori primari intracapsulari (54%) (p = 0.0264 e 0.0048, rispettivamente). Positivo EBAG9 immunoreattività significativamente correlato con la sopravvivenza libera da fallimento PSA povero (p = 0.0059). EBAG9/RCAS1 possono giocare un ruolo significativo nella progressione del cancro tramite un sistema di fuga immune. Immunodetection di EBAG9/RCAS1 espressione può essere un indicatore prognostico negativo per i pazienti con cancro prostatico.

Efficacia Clinica E La Tossicità Di Gefitinib Nei Pazienti Con Cancro Del Polmone

Linee Guida Per Il Trattamento Dell'ipertensione Nei Pazienti Anziani - Versione Riveduta 2002

Prevenzione Angiografica Progressione Dell'aterosclerosi Coronarica Con Pravastatina

Abbiamo condotto uno studio prospettico per indagare il rapporto tra la diminuzione dei livelli di lipidi del siero durante la terapia con Pravastatina e modifiche dei parametri di angiografia coronarica in pazienti giapponesi con aterosclerosi coronarica. I pazienti sono stati prevalentemente maschili, di età compresa tra i 18 e i 75 anni (significa: 58 anni), ha avuto almeno il 25% stenosi di uno o più principali arterie coronarie e aveva un livello di colesterolo totale (TC) del siero &gt; o = 200 mg/dl (5,18 mM/l). Il trattamento con Pravastatina (10 mg/giorno) è stato continuato per 3 anni. L'angiografia coronarica è stata eseguita prima e 3 anni dopo l'inizio della terapia di pravastatin per valutare il rapporto tra il diametro del segmento medio (MSD), il diametro minimo del lume (MLD) e i cambiamenti annuali di per cento stenosi e livelli di TC. 265 pazienti che inizialmente erano registrati, 129 sono stati seguiti per una media di 35 mesi. Di conseguenza, secondo forniti sono stati ottenuti solo in 68 pazienti per vari motivi, quindi questo gruppo è stato utilizzato per l'analisi. Durante la terapia con Pravastatina, il livello di TC diminuito significativamente da 239 mg/dl (6,19 mM/l) a 210 mg/dl (5,44 mM/l) (una riduzione del 12%; p < 0.001). Inoltre, HDL-colesterolo aumentato del 5% (p = 0.007), ma il livello di trigliceridi non ha mostrato un cambiamento significativo. MSD sia MLD erano significativamente migliorato su angiografia follow-up, crescenti da 2,67 mm da 2,76 mm e 2,09 mm a 2.13 mm, rispettivamente. Tuttavia, è stato osservato nessun cambiamento di per cento stenosi. La media livello TC durante il trattamento non ha mostrato alcuna correlazione significativa con le modifiche dei parametri di angiografia. Tuttavia, è stata osservata una significativa correlazione tra la riduzione percentuale di TC e la variazione annuale del MSD (r =-0.272, p = 0,027). Una relazione simile inoltre è stata trovata tra il cambiamento di MLD e la riduzione percentuale di TC (r =-0.260, p = 0,035). In conclusione, la diminuzione percentuale del colesterolo sierico può essere un indicatore migliore della efficacia clinica rispetto al livello di colesterolo assoluto durante la terapia con Pravastatina.

Proteina C - Reattiva Aumentata E Aumentato Plasma Interleukin-6 Sinergicamente Possono Influenzare La Progressione Dell'aterosclerosi Coronarica in Sindrome Di Apnea Ostruttiva Del Sonno

Modifica Dello Spettro Di Endocardite Infettiva: Recensione 194 Episodi Di Oltre 20 Anni

Una recensione di record di ammissione identificato 194 episodi di endocardite infettiva (IE) dal gennaio 1980 al dicembre 1999 presso un ospedale di comunità a Tokyo. I casi sono stati divisi in decenni, e il quadro clinico e i risultati a breve termine sono stati confrontati e analizzati. L'età media dei pazienti negli anni novanta era più vecchio (45.5 + 13,2 vs 55.1+/-12.6 anni p < 0.001), e l'endocardite della valvola protesica è stato significativamente più frequentemente visto (14,4% vs 31,8%, p = 0,004). Nessuno ha avuto una storia di abuso di droga per via endovenosa (IVDA). I pazienti in emodialisi cronica composto da 5,8% di casi di IE negli anni novanta. Generale, procedura dentale o carie rimaneva ancora la presunta fonte principale di infezione. Stafilococciche IE ha mostrato una tendenza all'aumento, e IE stafilococciche meticillino-resistente è stata notevolmente prominente negli anni novanta (0% vs 10.4%, p = 0.0006). La mortalità complessiva in ospedale era simile tra i 2 gruppi (13,6% vs 18,8%, NS). Analisi multivariata trovano anomalie neurologiche, insufficienza renale e stafilococciche IE come predittori di mortalità in ospedale. Le caratteristiche di IE in Giappone hanno cambiato, anche tra i non-IVDA pazienti e sembra che si verifichi in una popolazione di pazienti più ad alto rischio, che possa giustificare un approccio terapeutico più aggressivo per la gestione e il trattamento.

Un Potente Inibitore Della Fosfolipasi Citosolica A2, Arachidonil Trifluoromethyl Chetone, Attenua La Ferita Del Polmone LPS-indotta Nei Topi

Sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS) è una lesione polmonare acuta di alto tasso di mortalità, e la sindrome di sepsi è una delle cause più frequenti di ARDS. Metaboliti dell'acido arachidonico, compresi i trombossani e leucotrieni, mediatori proinfiammatori e potenzialmente coinvolte nello sviluppo di ARDS. Un enzima chiave per la produzione di questi Mediatori infiammatori è citosolica fosfolipasi a (2) (cPLA(2)). Recentemente, è stato segnalato che arachidonil trifluoromethyl chetone (ATK) è un potente inibitore della cPLA(2). Nel presente studio, abbiamo ipotizzato che un intervento farmacologico di cPLA(2) poteva influenzare danno polmonare acuto. Per verificare questa ipotesi, abbiamo esaminato gli effetti di ATK in un modello murino di danno polmonare acuto indotto dalla sindrome settica. Il trattamento con lesioni polmonari ATK significativamente attenuato, il sequestro dei neutrofili polimorfonucleato e deterioramento dello scambio di gas causato dalla somministrazione di lipopolisaccaride e zymosan. Le attuali osservazioni suggeriscono che l'intervento farmacologico di cPLA(2) potrebbe essere un nuovo approccio terapeutico per danno polmonare acuto causato da sindrome di sepsi.

Effetti Dell'apnea Ostruttiva Del Sonno Su Circolanti ICAM-1, MCP-1 E IL-8

Sindrome di apnea ostruttiva del sonno (OSAS) è uno dei più importanti fattori di rischio di disturbi cardiovascolari. Nel trattamento dell'OSAS, nasal continuous positive airway pressure (nCPAP) è stato ampiamente usato e trovato per essere efficace. Nel presente studio, abbiamo ipotizzato che lo stress ipossico causato da apnea ostruttiva del sonno aumenterebbe circolanti molecola di adesione intercellulare-1 (ICAM-1), interleuchina-8 (IL-8) e monocyte chemoattractant protein-1 (MCP-1) in pazienti non trattati di OSAS rispetto ad un gruppo di controllo di età corrispondente. Inoltre, abbiamo ipotizzato che nCPAP può diminuire lo stress ipossico OSAS-indotta e mediatori. Per esaminare queste ipotesi, abbiamo misurato circolanti ICAM-1 e IL-8 prima e dopo la terapia nCPAP nei pazienti OSAS. Abbiamo osservato che nCPAP diminuito di apnea, desaturazione e i livelli circolanti di ICAM-1 e IL-8 nei pazienti OSAS. I livelli circolanti di ICAM-1, IL-8 e MCP-1 nei pazienti OSAS non trattati sono stati significativamente superiori a quelli dei controlli. Queste osservazioni suggeriscono che nCPAP terapia potrebbe ridurre l'ipossia indotta da OSAS e generazione di mediatori infiammatori. Trattamento delle OSAS utilizzando nCPAP può essere, quindi, un potenziale approccio per diminuire il rischio di progressione dei disturbi associati a OSAS.

[Necessità E Ruolo Dei Servizi Di Salute Geriatrica]

[Giusto O Sbagliato Della Terapia Ormonale Sostitutiva Che Coinvolgono L'osteoporosi]

Terapia del rimontaggio dell'ormone (HRT) è la sostituzione di estrogeni endogeni impoverito per le donne in postmenopausa. Progestinico viene generalmente utilizzata in combinazione per evitare la proliferazione dell'endometrio. Per quanto riguarda il metabolismo osseo, gli estrogeni esercitano effetto protettivo osseo attraverso l'inibizione dell'assorbimento osseo. HRT ha dimostrato di migliorare la densità minerale ossea e per abbassare il rischio di fratture osteoporotiche. Tuttavia, recenti studi clinici ha dimostrato che HRT non solo aumentare il rischio di cancro al seno, ma anche aumentare l'incidenza di malattie cardiovascolari aterosclerotiche. Diverso il trattamento dei sintomi vasomotori in menopausa, il beneficio della terapia ormonale sostitutiva è pensato per essere difficilmente superano i suoi rischi. Per risolvere questo problema, la bassa dose HRT e regimi di SERMS (Selective estrogeno recettore modulatore) sono sotto inchiesta. Le prove della sostituzione degli androgeni per uomini anziani non vengono accumulate abbastanza per verificare i suoi effetti e sicurezza a lungo termine.

Analisi Dell'estrogeno Recettore Alfa Segnalazione Complesso Alla Membrana Del Plasma

C'è accumula prove che il recettore dell'estrogeno (ER) può trasdurre segnali specifici alla membrana del plasma. Abbiamo cercato di chiarire la funzione biologica di ER come una molecola di segnalazione identificando le proteine che interagiscono con la membrana localizzato ER. L'attivazione funzione 1 e 2 (AF-1 AF-2) domini e di ERalpha con o senza la sequenza targeting membrana stabile sono stati espressi nella linea cellulare di cancro al seno, MCF-7. Il livello di fosforilazione della tirosina di AF-2 era significativamente elevato per la localizzazione di membrana. Dall'analisi di spettrometria di massa, alfa e beta tubulins e proteine di scossa di calore 70 sono stati identificati come le proteine associate AF-1. Di questi, tubulins sono associate solo con membrana targeting AF-1.

Effetto Inibitorio Del Basso Dosaggio Di Estrogeni Sulla Formazione Neointimale Dopo L'infortunio Di Palloncino Dell'arteria Carotide Ratto

I regimi attuali della terapia ormonale sostitutiva per le donne in post-menopausa, gli estrogeni combinati con progestinico, non sono riusciti a mostrare effetti benefici per la prevenzione della malattia aterosclerotica. Anche se relativamente più alta dose di estrogeni contenuti in quei regimi esercitati effetti avversi, ci sono pochi dati esaminando una dose bassa di estrogeno in un modello di aterosclerosi. Pertanto, abbiamo studiato sperimentalmente se basse dosi di estrogeni potrebbero inibire la formazione di neointimale dopo l'infortunio di palloncino dell'arteria carotide di ratto. Ratti Wistar dieci-settimana-vecchio sono stati sottoposti a ovariectomy o sham-operazione (n = 7). Quattro giorni dopo ovariectomy, ratti sono stati impiantati con un minipompe osmotiche contenente 17-beta estradiolo (0.2, 1, 2, 10 e 20 microg/kg/die; n = 6, 4, 8, 6 e 5, rispettivamente) o placebo (n = 10). Dopo 3 giorni di terapia ormonale, lesioni del palloncino è stata eseguita in arteria carotide comune sinistra. Formazione neointimale era valutate istologicamente 2 settimane dopo l'infortunio. Area della sezione trasversale intimale e il rapporto tra area intimale alla zona mediale dose-dipendente sono state ridotte da sostituzione di estrogeni rispetto a quelli nei ratti ovariectomizzati senza sostituzione di estrogeni. Gli effetti di sostituzione degli estrogeni sono stati identici a quelli di un angiotensina II tipo-1 recettore bloccante, candesartan. È interessante notare che, l'effetto è stato significativo anche in ratti che ricevono basse dosi di estrogeni, in cui plasma concentrazioni di estradiolo non erano aumentati e la risposta iperplastica dell'utero era minima. Questi risultati suggeriscono l'efficacia della terapia a basso dosaggio di estrogeni per la protezione dell'aterosclerosi.

Associazione Di Un Polimorfismo a Singolo Nucleotide Nel Gene Del Recettore-related Protein 5 Lipoproteine a Bassa Densità Con La Densità Minerale Ossea

Lipoproteine a bassa densità receptor-related protein 5 (LRP5) è un importante regolatore di crescita degli osteoblasti e di differenziazione, che interessano la massa ossea picco nei vertebrati. Qui, abbiamo analizzato se il gene LRP5 fu coinvolto nell'eziologia dell'osteoporosi postmenopausale, utilizzando l'analisi di associazione tra osso densità minerale (BMD) e un polimorfismo a singolo nucleotide gene LRP5 (SNP). Associazione di un SNP nel gene LRP5 presso IVS17-1677C &gt; un (introne 17) con BMD è stato esaminato in 308 postmenopausal donne giapponesi (65,2 + 9,6 anni; media + /-SD). I soggetti recanti almeno un allele variante A (CA + AA; n = 142) erano significativamente più bassi punteggi Z per total body e BMD lombare rispetto a soggetti con nessun allele A (CC; n = 166) (total body, 0.08 + 1,09 versus 0.50 + 1,03; P = 0.0022; colonna vertebrale lombare,-0.42 + 1,43 versus-0.02 + 1,42; P = 0,013). Questi risultati suggeriscono che il gene LRP5 è un candidato per i determinanti genetici della BMD in donne in postmenopausa, e questo SNP potrebbe essere utile come un marcatore genetico per predire il rischio di osteoporosi.

Caveolina-1, Id3a E Due Geni Di Proteina LIM Sono Sovraregolati Da Estrogeno Nelle Cellule Muscolari Lisce Vascolari

Estrogeno ha diversi effetti sul sistema vascolare, come l'inibizione della proliferazione cellulare (VSMC) muscolatura liscia vascolare e la migrazione, la crescita endoteliale e la vasodilatazione. Tuttavia, poco è noto circa i geni che sono regolati da estrogeni nella parete vascolare. Ratti Wistar sono stati ovarectomia o sham-operated (gruppo Sham) e 2 settimane dopo l'operazione, sono stati sottoposti ad impianto sottocutaneo del pellet con placebo (OVX + V gruppo) o pellet di estradiolo (OVX + E gruppo). Tessuto aortico denudato endotelio è stato esaminato 2 settimane dopo l'impianto. Applicando l'analisi di microarray oligonucleotidici ad alta densità, è stata analizzata l'espressione di geni circa 7000. Tra i geni con i livelli di espressione differenti tra il OVX + E del gruppo e il OVX + V gruppo, coloro che sono stati segnalati per essere espressa nel tessuto vascolare o muscolare, sono stati scelti. Infine, sono stati identificati quattro geni, caveolina-1, due proteine LIM (enigma e SmLIM) e Id3a. Microarray, come pure la reazione a catena della polimerasi in tempo reale ha mostrato che i livelli di espressione di questi geni erano significativamente più elevati nel OVX + gruppo E rispetto in OVX + V gruppo. Per chiarire se gli estrogeni direttamente colta sopraregola le questi geni della parete vascolare, Northern blot analisi è stata eseguita utilizzando ratto VSMC. Aggiunta di 100 estradiolo nmol/L per 24 ore aumenta i livelli di mRNA di tutti e quattro i geni. Sebbene il meccanismo preciso rimane poco chiaro, regolamento di questi geni dagli estrogeni potrebbe contribuire al suo effetto su VSMC.

14-3-3sigma è Down-regolato Nel Cancro Alla Prostata Umano

14-3-3Sigma è un regolatore negativo del ciclo cellulare, che è indotta da p53 in risposta a danni del DNA. Esso è stato caratterizzato come un marcatore specifico dell'epitelio e down-regulation della proteina è stato dimostrato in tumori al seno, suggerendo la sua attività soppressiva-tumore delle cellule epiteliali. Qui dimostriamo che la proteina 14-3-3sigma è down-regolato in linee cellulari umane di cancro alla prostata LNCaP, PC3 e DU145 rispetto ai normali cellule epiteliali prostatiche. L'analisi di immunohistochemical delle cellule della prostata primarie dimostra che l'espressione della proteina 14-3-3sigma è specifico delle cellule epitelio. Tra i campioni patologici della prostata, &gt; 95% dei campioni di iperplasia Visualizza immunostaining significativa e diffusa del 14-3-3sigma nel citoplasma mentre < 20% di carcinoma campioni Visualizza colorazione positiva. In termini di meccanismi per la down-regulation del 14-3-3sigma in cellule tumorali della prostata, ipermetilazione del promotore del gene svolge un ruolo causale nelle cellule LNCaP 14-3-3sigma livello di mRNA è stata elevata da 5-aza-2'-deoxycytidine demethylating trattamento. Curiosamente, la proteolisi mediata dal proteasoma sono responsabile per 14-3-3sigma riduzione nelle cellule DU145 e PC3, come espressione della proteina 14-3-3sigma è stata aumentata dal trattamento con un inibitore del proteasoma MG132. Inoltre, fattore di necrosi tumorale-correlati che inducono apoptosi ligando migliora la espressione di gene e la proteina 14-3-3sigma nelle cellule DU145 e PC3. Questi dati suggeriscono che 14-3-3sigma espressione è down-regolato durante la transizione neoplastica delle cellule epiteliali prostatiche.

Recettore Del Fattore Di Attivazione Delle Piastrine Si Sviluppa Iperresponsività Delle Vie Aeree Indipendentemente Dall'infiammazione Delle Vie Aeree in Un Modello Murino Di Asma

Mediatori lipidici svolgono un ruolo importante nel modulare le risposte infiammatorie. Platelet-activating factor (PAF) è un fosfolipide proinfiammatorie potente con eosinofili attività chemiotattica in vitro e in vivo. In questo studio dimostriamo che topi carenti di recettore PAF esposte iperresponsività significativamente ridotto delle vie aeree alla stimolazione colinergica muscarinico in un modello di asma. Tuttavia, topi con deficit del recettore PAF ha sviluppato una risposta infiammatoria eosinofila a un livello paragonabile a quello dei topi wild-type. Questi risultati indicano un ruolo importante per il recettore PAF, a valle della cascata infiammatoria eosinofila, nella regolazione della reattività delle vie aeree dopo sensibilizzazione e aeroallergen sfida.

Aumentato Plasma Interleukin-6 è Associato Con La Patogenesi Della Sindrome Di Apnea Ostruttiva Del Sonno

[Fattore Di Necrosi Tumorale Receptor(TNFR) Polimorfismo Del Gene]

[TGF-beta]

Un Romanzo Diagnostico Di Test Per Il Rischio Di Aspirazione Polmonite Negli Anziani

Fosfatasi Della Proteina 5 è Un Regolatore Negativo Della Trascrizione Mediata Dal Recettore Estrogeno

Recettori degli estrogeni (er) sono fattori di trascrizione che possono essere modulati da fosforilazione sia estrogeno-dipendente e dipendente dal fattore di crescita. Una proiezione di due-ibrido del lievito identificato una fosfatasi della proteina serina/treonina (PP5) come un interactant di ERbeta (1-481), un dominante negativo ERbeta mutante. Saggi di pull-down del glutatione S-transferasi, mammiferi due-ibrido dosaggi e immunoprecipitazione studi hanno mostrato che PP5 associa direttamente sia ERalpha che ERbeta via dominio tetratricopeptide ripetizione. Domini E ERalpha ed ERbeta, senza contenente attivazione dominio core regioni in funzione di attivazione della trascrizione 2, sono stati richiesti per l'associazione a PP5. In cellule di cancro MCF7 del seno ERalpha-positive, estrogeni e fosforilazione di dipendente dal fattore di crescita epidermica di ERalpha sul residuo di serina 118, un sito importante fosforilazione del recettore, è stato ridotto esprimendo PP5 ma rafforzata da PP5 oligonucleotide antisenso. Attività transcriptional estrogeno-indotta di espressione sia ERalpha ed ERbeta e mRNA dei geni estrogeno-sensibili, tra cui pS2, c-myc e cyclin D1, furono soppresse da PP5 ma arricchito da PP5 oligonucleotide antisenso. Un mutante PP5 troncato costituiti solo dominio tetratricopeptide ripetizione ha agito come un dominante PP5 negativo che ne hanno migliorato la fosforilazione di residui 118 serina di ERalpha e transactivations da ERalpha ed ERbeta. Vi presentiamo la prima evidenza che PP5 funziona come un regolatore di inibitorio della fosforilazione di ER e attivazione trascrizionale in vivo.

Diffusa Aspirazione Bronchiolite a Causa Di Acalasia

[Sesso Differenza Di Senescenza E Le Malattie Negli Anziani La Crescente Importanza Della Medicina Geriatrica Specifici Del Genere]

Tako-tsubo Disfunzione Ventricolare Sinistra Causata Da Una Caduta

Polimorfismi in Quattro Geni Correlati a Trigliceridi E Livelli Di HDL-colesterolo Nella Popolazione Generale Giapponese Nel 2000

Abbiamo studiato l'associazione di sei comuni polimorfismi di quattro geni correlati al metabolismo lipidico con livelli di lipidi nel siero. Abbiamo selezionato i polimorfismi a singolo nucleotide (SNPs) dei geni per la proteina di trasferimento dell'estere del colesterolo (CETP), lipoproteina lipasi (LPL), lipasi epatica (LIPK) e apolipoproteina CIII (APOC3) e studiò 2267 individui scelti a caso dai partecipanti del siero lipidico Survey 2000. C'era una significativa associazione del polimorfismo CETP (D442G, Int14 +1 G--> A e TaqIB), LPL polimorfismo (S447X) e il polimorfismo LIPK (-514--> CT) con i livelli di HDL-colesterolo. Abbiamo anche trovato una significativa associazione del polimorfismo LPL (S447X) e polimorfismo APOC3 (SstI) con livelli di trigliceridi. Questo è il più grande database mostrando l'associazione dei comuni varianti genetiche nel metabolismo dei lipidi con livelli sierici di lipidi nella popolazione giapponese. Ulteriore studio è necessario chiarire il ruolo di questi polimorfismi del gene in eventi cardiovascolari.

Proteina Dito Estrogeno-sensibili Come Un Nuovo Potenziale Biomarcatore Per Il Cancro Al Seno

Proteina dito estrogeno-sensibili (Efp) è un membro della famiglia di dito anulare-B casella Coiled Coil ed è anche un bersaglio a valle dell'alfa del ricevitore dell'estrogeno. In precedenza, Efp è stato indicato per mediare la crescita cellulare indotta da estrogeni, che suggerisce il possibile coinvolgimento nello sviluppo del carcinoma mammario umano. In questo studio, abbiamo esaminato l'espressione di Efp in tessuti di carcinoma del seno e correlare questi risultati con diverse variabili clinicopathologic.

[Linfoma Maligno Che Si Manifesta Con Febbre Di Origine Inspiegabile E Aplasia Eritrocitaria Pura in Un Paziente Anziano]

Una donna di 76 anni è stato ammesso all'ospedale dell'Università di Tokyo nel giugno 2002 a causa di febbre di origine inspiegabile. Aveva sofferto una febbre di grado elevato (superiore a 39 gradi C) per 2 settimane. Valutazione iniziale ha rivelato elevati CRP e pancitopenia. È stata eseguita l'aspirazione del midollo osseo (BMA), ed è stata fatta una diagnosi di aplasia eritrocitaria pura (PRCA). Un mese più tardi, si lamentava dolore destra hypochondrial e aspirazione da sua ingrossamento della vescica di scorticatura è stata eseguita. La febbre e PRCA migliorata, e lei fu congedata nell'agosto 2002. Nell'aprile del 2003, lei fu riammessa al nostro ospedale a causa della ricorrenza di febbre di grado elevato, elevazione di CRP e pancitopenia. BMA è stata eseguita e rivelato il linfoma diffuso a grandi cellule B. Nel caso di linfoma extranodale che presenta solo piressia, differenziazione con altre malattie è molto difficile soprattutto negli anziani. È necessario tenere a mente la possibilità che una malignità ematologiche, soprattutto linfoma maligno, può essere latente nel paziente anziano con febbre di origine sconosciuta.

Ambia-koboku-a, Una Medicina Kampo, Modula Livelli Cerebrali Di 5-HT (5-idrossitriptamina), NA (noradrenalina) E DA (dopamina) Nei Topi

Sistemi di monoamine cerebrali giocano ruoli importanti patogeni in diverse malattie neurologiche e psichiatriche, quali depressione, ansia e disturbi di deglutizione. Ambia-koboku-a, una medicina Kampo (giapponese a base di erbe), è stato utilizzato con successo per il trattamento di questi disturbi. Per delucidare i meccanismi alla base la sua efficacia clinica per questi disturbi, gli effetti della Bia-koboku-a (500 mg/kg, p.o.) sulle monoamine cerebrali sono stati esaminati sistemi. Livelli regionali della 5-HT (5-idrossitriptamina), NA (noradrenalina), DA (dopamina) e dei loro metaboliti nel cervello del mouse sono stati misurati utilizzando un sistema di cromatografia liquida ad alte prestazioni. Ambia-koboku-per aumentare i livelli di NA e 5-HT e diminuito di 5-HIAA (5-hydroxyindole-3-acetico acido), riducendo così la 5-HT e NA fatturato (rapporto di metaboliti/monoamine) nell'ipotalamo. I livelli di DA, (acido 3,4-dihydroxyphenylacetic) DOPAC e HVA (acido 4-idrossi-3-metossi-fenilacetico) erano tutti aumentato, causando un diminuzione DA fatturato nello striato. Dato che il fatturato è diminuito di 5-HT è stata osservata dopo la somministrazione dei vari antidepressivi, ambia-koboku-a-mediata riduzione del fatturato di 5-HT possa essere correlati all'efficacia clinica di questa medicina Kampo su determinati disturbi psichiatrici. Inoltre, gli effetti benefici terapeutici di Bia-koboku-sul disturbo di deglutizione possono essere correlati al maggiore livello DA cerebrale causato da questa medicina Kampo.

VEGF-A E FGF-2 Promuovere in Sinergia Neoangiogenesis Attraverso La Valorizzazione Del PDGF-B-PDGFRbeta Di Segnalazione Endogena

Combinate la stimolazione con VEGF-A, FGF-2, o PDGF-BB è emersa come una strategia potente per l'angiogenesi terapeutica, anche se i meccanismi sottostanti il sinergismo di questi fattori non sono ben compresi. Nel presente studio, abbiamo studiato il meccanismo di sinergia tra VEGF-A e FGF-2 utilizzando Matrigel spina test in vivo e positivo - derivata VEGF receptor 2 (VEGFR2) - sulle cellule staminali embrionali (ESC) cellule in vitro. Esperimenti in vitro hanno rivelato che, oltre ad avere effetti diretti mitogeni, migliorano queste molecole intercellulari PDGF-B segnalazione in modo specifico tipo di cella: VEGF-A migliora espressione endoteliale di PDGF-B, mentre FGF-2 migliora murale espressione di beta (PDGFRbeta) del recettore PDGF. Co-Stimulation con VEGF-A e FGF-2 causato reclutamento significativo murale delle cellule in vitro e la formazione di neovasculature funzionale in vivo, rispetto al singolo agente stimolazione. Questi effetti sono stati abrogati da anticorpo neutralizzante anti-PDGFRbeta, ma anche da esogeno PDGF-BB, che potrebbe travolgere la distribuzione endogena di PDGF-BB. Queste scoperte indicato l'importanza della conservazione del gradiente periendothelial PDGF-BB. Così, abbiamo dimostrato che la valorizzazione direzionale del PDGF-B-PDGFRbeta di segnalazione endogena è indispensabile per l'effetto sinergico del VEGF-A e FGF-2 su neoangiogenesis in adulti. I risultati forniscono informazioni sui meccanismi sottostanti gli effetti della co-stimulation di fattori di crescita, che potrebbe portare alla razionale progettazione di strategie terapeutiche angiogenico.

Impatto Della Variabilità Della Pressione Arteriosa Su Eventi Cardiovascolari in Pazienti Anziani Con Ipertensione

Variabilità della pressione arteriosa è uno dei tratti caratteristici di ipertensione negli anziani. Il significato clinico rimane, tuttavia, essere determinato. Abbiamo quindi esaminato l'impatto della variabilità della pressione arteriosa sullo sviluppo degli eventi cardiovascolari in pazienti anziani ipertesi. Un totale di 106 pazienti ipertesi consecutivi più di 60 anni di età (età, 73,9 + 8,1 anni; media maschio, 54%), tutti di chi ha subito il monitoraggio ambulatoriale della pressione arteriosa 24 h, sono stati seguiti (mediana, 34 mesi; range, 3-60 mesi). Durante il periodo di follow-up, 39 eventi cardiovascolari sono stati osservati, tra cui 14 casi di infarto cerebrale e 7 casi di infarto miocardico acuto. Il coefficiente di variazione (CV) dei valori delle 24-h pressione arteriosa sistolica (SBP) è stato usato come un indice di variabilità della pressione arteriosa. I pazienti hanno mostrato un valore medio di CV del 10,6% e sono stati divisi in due gruppi secondo questo valore medio come un punto di cut-off: un gruppo di CV alto (n = 46) e un gruppo basso CV (n = 60). Anche se le caratteristiche cliniche di base erano simili nei due gruppi, trame di Kaplan-Meier per la sopravvivenza libera da eventi ha rivelato che il tasso di eventi cardiovascolari era significativamente più alto nel gruppo di CV alto rispetto nel gruppo CV basso (p < 0,05). Analisi rischi proporzionali di Cox ha dimostrato che la variabilità di aumento della pressione sanguigna (un alto valore di CV delle 24-h SBP) era una variabile predittiva indipendente per eventi cardiovascolari. Il valore di CV di SBP durante il giorno e il valore SD di SBP 24-h sia diurno SBP aveva anche correlazioni positive con l'insorgenza di eventi cardiovascolari. Questi risultati suggeriscono che la variabilità di aumento della pressione arteriosa può essere un fattore di rischio indipendente per eventi cardiovascolari in pazienti anziani ipertesi.

[Epidemiologia E Prevenzione Dell'ipertensione Anziani]

Nostri intendimenti circa l'ipertensione è aumentato come risultati dei programmi epidemiologici che rilascia circa prevenzioni delle malattie cardiovascolari, che iniziato principalmente nella seconda metà del XX secolo e ora è conosciuto come uno dei più determinanti fattori di rischio di malattia cardiovascolare e cerebrovascolare nei paesi sviluppati. Siamo stati in grado di ottenere molte informazioni sulla Fisiopatologia dell'ipertensione e diversi studi randomizzati controllati processi furono impegnati secondo queste informazioni. Qui si discuterà sull'epidemiologia dell'ipertensione anziani.

Indagine Di Lipidi Del Siero E La Recente Tendenza Nella Popolazione Generale Giapponese Nel 2000

Per determinare i livelli sierici di lipidi recenti e altre variabili di siero nella popolazione generale giapponese e tendenze nei loro cambiamenti nel corso degli ultimi 40 anni, un'indagine a livello nazionale dei livelli di lipidi nel siero è stata condotta in 36 istituti da vari quartieri intorno al Giappone nel 2000. Il numero totale dei soggetti era 12.839, 4 a 99 anni di età. Il livello di colesterolo totale medio era di 201 mg/dl; 202 mg/dl negli uomini e 200 mg/dl nelle donne. La media del livello di colesterolo HDL era 59 mg/dl; 55 mg/dl negli uomini e 65 mg/dl nelle donne. Il livello di colesterolo LDL media è stata di 118 mg/dl; 121 mg/dl negli uomini e 115 mg/dl nelle donne. Il livello medio dei trigliceridi era 118 mg/dl; 136 mg/dl negli uomini e 92 mg/dl nelle donne. Il colesterolo totale livello leggermente aumentato di 5 mg/dl in 10 anni. Anche se non cambia il livello di trigliceridi in donne, aumentare il livello di trigliceridi negli uomini oltre 10 anni, soprattutto negli anni trenta attraverso anni 70 fascia d'età, indicando un possibile aumento di sindromi metaboliche in futuro. I risultati attuali diventeranno dati a livello dei lipidi del siero standard per il popolo giapponese, e succedendo a 10 anni indagini chiarirà le tendenze dei livelli dei lipidi in questo paese.

La Fosforilazione Della Tirosina Di Paxillin Colpisce Il Potenziale Metastatico Di Osteosarcoma Umano

Per acquisire informazioni su alterazioni di segnale corrispondente alle variazioni di potenziale metastatico, abbiamo analizzato la fosforilazione della tirosina della proteina di basso e alto-metastatico sublines HuO9 di osteosarcoma umano, che recentemente sono stati stabiliti come il primo modello metastatico di osteosarcoma umano. La fosforilazione della tirosina di proteine intorno a 60, 70 e 120-130 kDa è stata migliorata in alto-metastatico sublines. Tra queste proteine, la proteina intorno a 70 kDa, che era notevolmente più fosforilata, è stata identificata come paxillin, una proteina dell'impalcatura nella segnalazione dell'integrina. Attività della chinasi della famiglia correlata con potenziale metastatico e un inibitore di chinasi della famiglia Src, PP2, Src non solo ha abolito la fosforilazione della tirosina di paxillin ma anche alterata la motilità del alto-metastatico sublines. L'espressione di paxillin anche fu elevato in alto-metastatico sublines, e abbattendo di espressione paxillin dal metodo di RNAi ha portato attenuato motilità delle cellule high-metastatiche. Abbiamo anche dimostrato che la forma fosforilata di paxillin è essenziale per l'effetto di migrazione-promozione in osteosarcoma umano. Questi risultati suggeriscono che una maggiore attività di famiglie chinasi Src e iperespressione di paxillin in sinergia contribuiscono ad elevato potenziale metastatico di osteosarcoma umano attraverso l'iperfosforilazione di paxillin.

Estrogeno Recettore-binding Associato Al Frammento Antigene 9 è Un Fattore Prognostico E Promozione Tumorale Per Carcinoma Renale

Antigene di frammento associato al recettore-associazione di estrogeni 9 (EBAG9) è stato identificato come primario gene in cellule MCF7 il cancro al seno umano estrogeno-sensibile. Un'alta espressione di EBAG9 è stata osservata nel carcinoma mammario invasivo e avanzata cancro della prostata, suggerendo un ruolo di promozione di tumore della proteina in tumori maligni. Qui vi mostriamo che intratumoral (i.t.) amministrazione di piccolo RNA interferente contro EBAG9 esercitata palese regressione dei tumori seguendo l'impianto s.c. di murini cellule renali (RCC) carcinoma Renca cellule. Sovraespressione di EBAG9 non ha fatto promuovere la proliferazione delle cellule di coltura Renca; Tuttavia, il Renca inoculata cellule harboring EBAG9 (Renca-EBAG9) in BALB/c topi è cresciuto più velocemente e sviluppato i tumori più grandi rispetto a cellule Renca esprimendo vettoriale solo (Renca vettoriale). Dopo l'impianto sottocapsulare renale, Renca EBAG9 tumori significativamente allargata rispetto ai tumori Renca-vector in topi BALB/c, considerando che sono stati sviluppati tumori sia Renca-EBAG9 e Renca-vector con volumi simili a nudi topi BALB/c. È stata osservata alcuna differenza apparente nelle risposte di cellule T citotossiche specifiche contro Renca-EBAG9 e cellule Renca-vettore; Tuttavia, il numero di infiltrazione di linfociti T CD8 + è stato diminuito nei tumori sottocapsulare Renca-EBAG9. Inoltre, immunoistochimica studio di EBAG9 in 78 esemplari RCC umani hanno mostrati che immunostaining citoplasmatica intensa e diffusa è stata osservata nell'87% dei casi e positiva EBAG9 immunoreattività era strettamente correlate con la prognosi dei pazienti. Analisi multivariata ha rivelato che alta espressione EBAG9 era un predittore prognostico indipendente per la sopravvivenza malattia-specifica (P = 0.0485). I nostri risultati suggeriscono che EBAG9 è un regolatore fondamentale della progressione del tumore e un potenziale marcatore prognostico per RCC.

Associazione Di Un Polimorfismo a Singolo Nucleotide in Lipossigenasi ALOX15 5'-regione Di Accompagnamento (-5229G/A) Con La Densità Minerale Ossea

Il 12/15-lipossigenasi gene Alox15 è stato identificato come un gene di suscettibilità per la densità minerale ossea (BMD) in topi attraverso analisi genetiche e genomiche combinate. Qui abbiamo studiato l'associazione tra densità minerale ossea e un polimorfismo a singolo nucleotide ALOX15 gene per valutare il potenziale coinvolgimento del gene umano ALOX15 in osteoporosi in post-menopausa. In particolare, abbiamo esaminato l'associazione tra un polimorfismo a singolo nucleotide-5299G/A nel ALOX15 5'-regione con BMD in 319 postmenopausal donne giapponesi (66,7 + 8,9 anni, media + /-SD) di accompagnamento. Abbiamo trovato che soggetti recanti almeno un allele variante A (GA + AA; n = 273) erano significativamente inferiore Z Score per la colonna lombare e la densità minerale ossea totale del corpo di soggetti con nessun allele A (GG; n = 46) (rachide lombare, -0,25 + 1,34 contro 0,48 + 1,70; P = 0,0014; total body, 0.25 + /-1,01 vs 0,62 + 1,11; P = 0,048). Questi risultati suggeriscono che il gene ALOX15 è uno dei determinanti genetici della BMD nelle donne in postmenopausa. Di conseguenza, questo polimorfismo potrebbe essere utile come un marcatore genetico per predire il rischio di osteoporosi.

[Il Ruolo Degli Estrogeni Nella Regolazione Della Funzione Dei Vasi Sanguigni]

Apoptosis Circolanti Di Neutrofili E Macrofagi Alveolari Nella BPCO

Apnea Ostruttiva Del Sonno Provoca Infiammazione Sistemica E Sindrome Metabolica

Miglioramento Della Disfunzione Endoteliale Vascolare Nella Sindrome Di Apnea Ostruttiva Del Sonno Da Nasale Continuous Positive Airway Pressure - Possibile Coinvolgimento Dell'ossido Nitrico E Asimmetrica NG, NG-dimethylarginine

Asimmetrica NG, NG-dimethylarginine (ADMA) è un inibitore endogeno della sintasi endoteliale ossido nitrico (NO) e la sua concentrazione plasmatica è elevata in pazienti con fattori di rischio cardiovascolare, tra cui iperlipidemia, ipertensione, diabete e iperomocisteinemia. Sindrome di apnea ostruttiva del sonno (OSAS) è stato attirando l'attenzione come un fattore di rischio per malattie cardiovascolari perché accompagna spesso l'ipertensione, l'obesità, deficit di glucosio e dislipidemia, che sono tutti fattori nella sindrome metabolica e fattori di rischio per malattie cardiovascolari.

[Un Caso Anziani Con Contratto Micobatteri Corredata Di Unilaterale Massiccio Versamento Pleurico Seguendo La Video-assistita Chirurgia Toracica (tini) Per Cancro Al Polmone]

Riportiamo un caso di anziani con contratto micobatteri (NTM). Quattro anni dopo lobectomia superiore del polmone sinistro a causa di cancro al polmone da chirurgia toracica video-assistita (VATS), un paziente di 81 anni si lamentava della perdita generale di stanchezza e l'appetito. Anche se egli non ha esibito la febbre o sintomi del tratto respiratorio, un film di ray X petto rivelato unilaterale massiccio versamento pleurico nel polmone sinistro. NTM (tipo II di classificazione di Runyon) era cresciuto nella cultura dell'espettorato. Mycobacterium tuberculosis DNA né M. avium-intracellulare complex DNA è stato rilevato dalla reazione a catena della polimerasi. Il versamento pleurico adenosina deaminasi (ADA) attività era 127.6U / l. NTM è stato considerato come la diagnosi più probabile. Dopo ammissione sua condizione e l'appetito è migliorato. Petto computato scansione tomografia computerizzata (TC) ha mostrato la riduzione del versamento pleurico sinistro, ma un altro polmonare lesioni nodulo sono state sostenute. Sebbene i risultati anormali sul petto CT non hanno completamente risolto, abbiamo non prescrivere farmaci antitubercolari, sulla base della valutazione globale del suo stato di malattia NTM. È stata discussa la patogenesi e la diagnosi di HTM in casi di anziani.

Valori Di Riferimento Per 6 Minuti a Piedi Distanza Negli Adulti Asiatici Non Può Essere Diverso Da Quello Degli Adulti Caucasica

Prevalenza Della Sindrome Metabolica Nella Popolazione Generale Giapponese Nel 2000

Per determinare la prevalenza della sindrome metabolica nella popolazione generale giapponese, abbiamo analizzato i dati da un'indagine nazionale condotta nel 2000. Secondo i criteri diagnostici nuovi giapponesi per sindrome metabolica nel 2005, abbiamo analizzato 3.264 persone di età comprese tra 20 e 79 (uomini, 1.917; donne, 1.347) dal totali partecipanti. L'incidenza di sindrome metabolica era 7,8%. Gli uomini avevano una maggiore incidenza (12,1%) rispetto alle donne (1,7%). La maggior parte delle donne che soddisfano i criteri sono stati 50 anni o oltre, mentre l'incidenza negli uomini ha iniziato a salire da loro 30s. Quando abbiamo applicato i criteri di trattamento adulti pannello III, l'incidenza è stata circa 3 volte superiore. In questa popolazione l'obesità viscerale è stato associato con anomalie metaboliche, come superiore LDL-colesterolo, trigliceridi, glucosio e pressione sanguigna e colesterolo HDL inferiore. Così abbiamo determinato l'incidenza di sindrome metabolica e ogni anomalia metabolica nella popolazione generale giapponese nel 2000 e ha trovato un'associazione di obesità viscerale con anomalie metaboliche. Intervento per ridurre l'incidenza di sindrome metabolica in Giappone è necessario ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Pleiotropica Azioni Di Vitamina K: Protezione Della Salute Delle Ossa E Oltre?

Vitamina K è una sostanza nutritiva che originalmente è stata identificata come un fattore essenziale per la coagulazione del sangue. Recentemente, vitamina K è emersa come una potenziale protezione contro l'osteoporosi, aterosclerosi ed epatocarcinoma. Accumulate prove indica quel deficit subclinico non emostatico vitamina K nei tessuti extraepatici, specialmente nell'osso e possibilmente nel sistema vascolare, esistono ampiamente nella popolazione adulta altrimenti sana. Vitamine K1 e K2 hanno dimostrato di esercitare effetti protettivi contro l'osteoporosi, anche se è importante che gli effetti benefici saranno ulteriormente confermati da studi su larga scala, randomizzati, cliniche. Crescente evidenza implica un ruolo per la vitamina K in calcificazione delle arterie e aterogenesi. Inoltre, recentemente è stato evidenziato il potenziale terapeutico della vitamina K2 come farmaco antihepatoma. La maggior parte delle nuove funzioni biologiche della vitamina K in osso, sistema vascolare e autofagia sono considerata imputabile alla promozione della gamma-carbossilazione dell'acido glutammico residui in proteine vitamina K-dipendente, che è condivisa da vitamine K1 e K2. Al contrario, sono state dimostrate le funzioni specifiche di vitamina K2, gamma-carbossilazione-indipendenti. Così, le differenze biologiche tra vitamine K1 e K2 e potenziale coinvolgimento delle azioni indipendente dalla gamma-carbossilazione in nuovi ruoli della vitamina K rimangono questioni aperte. Basi molecolari delle azioni pleiotropici indipendenti di coagulazione della vitamina K e le sue implicazioni nella salute umana meritano ulteriori indagini.

[Aterosclerosi]

Statine Proteggono Cellule Di Muscolo Liscio Aortiche Umane Da Calcificazione Indotta Dal Fosfato Inorganica Ripristinando Percorso Sopravvivenza Gas6-Axl

Calcificazione vascolare è clinicamente importante nello sviluppo di malattie cardiovascolari. È stato riferito che idrossi-3-metilglutaril coenzima A (HMG-CoA) reduttasi (statine) inibiscono la calcificazione vascolare in diversi studi clinici. Tuttavia, il meccanismo è scarsamente compreso. Recentemente, è stato suggerito che il apoptosis è uno dei importanti processi di regolazione della muscolatura liscia vascolare calcificazione delle cellule (VSMC). In questo studio, abbiamo studiato l'effetto delle statine sulla calcificazione VSMC verificando i loro effetti sull'apoptosi, concentrandosi in particolare sul regolamento del percorso di sopravvivenza mediato dalla crescita arresto specifico gene 6 (Gas6), un membro della famiglia della proteina vitamina K-dipendente e suo recettore, Axl. Nelle cellule di muscolo liscio aortiche umane (HASMC), statine inibiscono significativamente fosfato inorganico (Pi)-indotta da calcificazione in modo concentrazione-dipendente (ridotto del 49% a 0.1 atorvastatin micromol/L). L'effetto inibitorio di statine è stato mediato da prevenire l'apoptosi, che è stato aumentato da Pi in modo concentrazione-dipendente e non inibendo la attività di fosfato di sodio-dipendente che (NPC), un altro meccanismo di regolazione della calcificazione HASMC. Inoltre, l'effetto antiapoptotici delle statine era dipendente sul restauro della Gas6, la cui espressione era downregolata da Pi. Restauro di Gas6 mRNA di statine era mediata dalla stabilizzazione di mRNA e non da un aumento in attività trascrizionale. Soppressione di Gas6 utilizzando piccolo RNA interferente e il dominio extracellulare Axl ha abolito l'effetto preventivo delle statine sull'apoptosi indotta da Pi e la calcificazione. Questi dati dimostrano che le statine protetto HASMC da Pi-indotta calcificazione inibendo l'apoptosi tramite ripristino del percorso Gas6-Axl.

Dietilstilbestrolo Aumenta La Densità Delle Cellule Di Prolattina Nella Ghiandola Pituitaria Topo Maschio Inducendo La Proliferazione Delle Cellule Di Prolattina E Transdifferenziazione Delle Cellule Gonadotropic

Dietilstilbestrolo (DES) è stato implicato in anomalie dei mammiferi. Abbiamo esaminato gli effetti del DES sull'ormone follicolo - stimolante (FSH), ormone luteinizzante (LH) e prolattina (PRL) cellule in pituitaries di topi maschi trattati con diverse dosi di DES per 20 giorni. DES ridotto la densità delle cellule di FSH e LH in modo dose-dipendente, ma che delle cellule PRL aumentata. Quando è stata valutata l'espressione dell'estrogeno recettore (ER) Alfa e beta, un'induzione di ERbeta des è stata trovata principalmente nelle cellule PRL. Tuttavia, poiché questi effetti sono stati aboliti in topi knockout ERalpha, DES sembra agire principalmente attraverso ERalpha. Quando l'espressione di Ki-67 e Pit-1 nelle cellule PRL è stato esaminato presso vari punti di tempo dopo il trattamento di DES, alcune cellule PRL è diventato positivo di Ki-67 al 10-15 giorni, e cellule Pit-1-positive sono state aumentate a 5-15 giorni. Inoltre, alcune cellule di FSH e LH è diventato positivo Pit-1 e co-ha localizzato con PRL a 5-10 giorni. I nostri risultati indicano che il DES aumenta le cellule PRL inducendo la proliferazione delle cellule PRL e transdifferenziazione delle cellule di FSH/LH alle cellule PRL.

Identificazione Di Geni Target Steroidi Romanzo Attraverso La Combinazione Di Bioinformatica Ed Analisi Funzionale Degli Elementi Di Risposta Dell'ormone

Recettori di ormoni steroidi recettore degli androgeni (AR), recettori glucocorticoidi (GR), recettore del progesterone (PR) e recettore dei mineralcorticoidi (MR) riconoscono e legano alla identico consenso hormone response elements (HREs), che consistono di due esamerica metà-siti (5 '-AGAACA - 3') organizzati come invertita si ripete con un distanziatore 3-bp. Anche se solo poche sequenze HRE di concordanza sono state identificate nelle regioni regolamentare trascrizionale dei geni bersaglio di steroidi conosciuti, è stato chiaro se le sequenze consenso esatta funzionano come bona fide HREs in vivo. Un genome-wide in silico screening di palindromi HREs identificato 565 sequenze consenso esatto nel genoma umano (NCBI 35 Assemblea). In questo studio, 565 elementi esatti consenso, associazione funzionale del recettore in vivo è stata valutata per quanto riguarda 26 sequenze si trova all'interno di 10 kb a monte per l'estremità 5' dei geni con annotazioni attraverso analisi di immunoprecipitazione (ChIP) cromatina utilizzando celle endogena che esprimono i recettori dell'ormone steroide. Reattività dell'ormone dell'espressione del gene prossimale è stato esaminato mediante RT-PCR quantitativa. Per quanto riguarda eseguimento del ChIP per AR, GR e PR, 14 di 26 elementi significativamente ad almeno uno dei recettori reclutati da trattamento ormonale (&gt; 2 volte arricchimento contro il veicolo). In termini di espressione genica in prossimità del sopra 14 HREs funzionale perfetto, quattro geni sono sovraregolati da &gt; 2 volte con trattamento ormonale. I dati attuali suggeriscono che la combinazione di analisi bioinformatica e valutazione sperimentale quantitativa è utile per identificare il romanzo HREs funzionali che possono contribuire alla regolazione trascrizionale dei geni bersaglio di steroidi.

Effetto Del Trattamento Pressione Nasale Continua Positiva Delle Vie Aeree Su Plasma Adrenomedullina Livelli Nei Pazienti Con Sindrome Di Apnea Ostruttiva Del Sonno: Ruoli Di Ipossia Notturna E Stress Ossidante

Sindrome di apnea ostruttiva del sonno (OSAS) è riconosciuta come uno dei fattori di rischio di ipertensione e disturbi cardiovascolari. In questo studio, abbiamo ipotizzato che lo stress ipossico e lo stress ossidativo causato da apnea ostruttiva del sonno aumenterebbe i livelli circolanti di Adrenomedullina (ADM) in pazienti non trattati di OSAS rispetto ad un'età e corpo massa index (BMI)-corrispondente gruppo di controllo e un'età corrispondente, ma il gruppo di controllo normale BMI. Abbiamo ipotizzato ulteriormente quello nasale trattamento (nCPAP) pressione positiva continua delle vie aeree possa diminuire lo stress ipossico OSAS-indotta, stress ossidativo e livelli di ADM. Per esaminare queste ipotesi, abbiamo misurato ADM e specie reattive dell'ossigeno (ROS) da leucociti circolanti prima e dopo la terapia nCPAP nei pazienti OSAS. I livelli circolanti di ADM e la quantità di ROS nei pazienti OSAS non trattati sono stati significativamente superiori a quelli dei controlli. No differenze nei livelli di ADM sono state trovate tra il BMI aumentato controlli e BMI normale. Abbiamo osservato che il trattamento nCPAP ridotto apnee del sonno, desaturazione notturna ossiemoglobina, il circolante ADM e ROS produzione di leucociti nei pazienti OSAS. I livelli ADM sono stati associati con la grandezza di desaturazione ossiemoglobina, piuttosto che il numero di apnee del sonno. Queste osservazioni suggeriscono che la terapia nCPAP potrebbe ridurre ipossiemia notturna OSAS-indotta, generazione di ROS e ADM nei pazienti con OSAS.

Basso Livello Di Testosterone è Un Determinante Indipendente Di Disfunzione Endoteliale Negli Uomini

Abbiamo valutato se un livello di testosterone basso plasma è correlato a disfunzione endoteliale negli uomini con fattori di rischio coronarici. Maschi pazienti ambulatoriali consecutivi uno cento e ottanta - sette (età + /-SD Media: 47 + /-15 anni) che ha subito la misura della vasodilatazione flusso-mediata (FMD) dell'arteria brachiale con ultrasonografia sono stati arruolati. Il rapporto tra gli ormoni al plasma e l'afta epizootica è stato analizzato. Testosterone totale e libero e Deidroepiandrosterone-solfato (DHEA-S) sono stati significativamente correlati con % contro l'afta epizootica (r = 0,261, 0.354 e 0.295, rispettivamente; p < 0.001), mentre l'estradiolo e il cortisolo non erano. % Dell'afta epizootica nel quartile più alto di testosterone libero era 1.7-fold superiore a quella nel quartile più basso. Analisi di regressione multipla ha rivelato che il testosterone totale e libero sono stati correlati % FMD indipendente da età, indice di massa corporea, ipertensione, iperlipidemia, diabete mellito e fumo (beta = 0,208 e 0.247, rispettivamente; p < 0.01) e sono indipendenti da età, indice di massa corporea, pressione arteriosa sistolica, colesterolo totale, colesterolo lipoproteine ad alta densità, digiuno glucosio plasma, dilatazione fumare e nitroglicerina-indotta (beta = 0.196 e 0.227, rispettivamente; p < 0,01). DHEA-S non è stato significativamente correlate a % contro l'afta epizootica in analisi multivariata. In conclusione, un livello di testosterone basso plasma è stato associato con disfunzione endoteliale negli uomini indipendentemente da altri fattori di rischio, suggerendo un effetto protettivo del testosterone endogeno sull'endotelio.

[Un Caso Anziani Con Batteriemia Da Streptococco Di Gruppo B, Ascesso Sottocutaneo E Poliartrite Reattiva]

Segnaliamo una donna di 77 anni con batteriemia da streptococco di gruppo B, ascesso sottocutaneo e poliartrite reattiva. Due anni prima ha sofferto da fibrillazione atriale e l'artrosi del ginocchio. Dopo che fu ammessa per il trattamento del ginocchio congiunta con sodio di ialuronato, si lamentava del dolore nella spalla sinistra ed entrambe le ginocchia. Artritie piogenica era sospettato e somministrazione di cefazolina è stato avviato subito dopo l'emocoltura. Un set di emocolture ha mostrato lo streptococco di gruppo B. Quindi l'antibiotico è stato cambiato all'ampicillina. Per ricercare la causa della poliartrite, enhanced CT della spalla sinistra ed entrambe le ginocchia è stata eseguita e dimostrato la raccolta di liquido con miglioramento marginale, suggerendo un ascesso batterico. Tuttavia, reperti della cultura di fluido sinoviale e arthrocentesis erano incompatibili con l'artrite batterica. Un ascesso sottocutaneo, che è apparso a 5 giorni dopo l'ammissione all'ospedale, non è stato collegato al liquido sinoviale, suggerendo l'artrite reattiva è stata la causa principale del sua poliartrite. Abbiamo eseguito intervento chirurgico di drenaggio e una settimana più tardi, i sintomi clinici e risultati infiammatorie soprattutto scomparvero. Alcuni microbi sono in grado di causare l'artrite reattiva, tuttavia, sono molto rari casi con lo streptococco di gruppo B. Infezione da streptococco gruppo B dovrà essere presi in considerazione non solo nei pazienti con diabete e malattie cerebrovascolari, ma anche in pazienti anziani.

Piccole Intussuscezioni Intestinali Causati Dal Posizionamento Tubo Digiunostomia Percutanea Endoscopica

[Una 94-anno-vecchia Donna Con Mycobacterium Accertati Che Hanno Sviluppato La Piccola Invaginazione Intestinale Connesso Con Un Tubo Di Digiunostomia Percutanea Endoscopica]

Ci segnala una donna di 94 anni, che ha subito un tubo di Digiunostomia (PEJ) endoscopica percutanea alimentazione per nutrizione enterale, sviluppato l'invaginazione dell'intestino tenue. Ha sofferto da mycobacterium accertati (NTM), e sua infiammazione polmonare deteriorata a causa di polmonite ab ingestis e malnutrizione. A causa della vecchiaia, disfagia, ernia iato esofageo, reflusso gastro-esofageo e sua condizione allettati a causa di grave osteoporosi, supplementazione nutrizionale orale è quasi impossibile. Per ridurre il rischio di aspirazione, abbiamo scelto PEJ invece di gastrostomia endoscopica percutanea (PEG) come il percorso del tubo di alimentazione. Sei mesi dopo il posizionamento di un tubo PEJ, è stata diagnosticata la polmonite ab ingestis e lei fu riammessa al nostro ospedale. Durante il ricovero in ospedale, ha avuto diarrea improvvisa, vomito e dolore addominale inferiore. Abdominal CT scan e radiografie con mezzo di contrasto ha mostrato piccola invaginazione intestinale correlati al tubo PEJ. Abbiamo osservato il decorso clinico senza effettuazione della chirurgia, tirandolo indietro verso lo stomaco e mettendo un tubo di ileo, perché il piccolo intestino non era completamente ostruita. Due mesi più tardi, anche se ha sofferto da polmonite ab ingestis, ancora una volta, rimase in una condizione stabile senza ulteriore intervento così che lei poteva muoversi aaltre ospedale. Recentemente PEJ ha atteso per prevenire la polmonite ab ingestis, ma crediamo che possa essere un fattore di rischio per intussuscezione. Sebbene la PEJ può essere un percorso di buona nutrizione parenterale per anziani fragili con disfagia, dobbiamo prendere in considerazione le possibili complicanze tra cui intussuscezione.

Peptide Correlato Al Gene Della Calcitonina Media Danno Polmonare Indotta Da Acido Nei Topi

Danno polmonare indotta da acido da aspirazione è una delle più importanti cause di ARDS. Peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP) è un neuropeptide che ha diverse azioni biologiche. Lo studio attuale indagato se CGRP potrebbe avere ruoli fisiopatologici di danno polmonare indotta da acido.

Effetti Dell'età E Del Sesso Sui Livelli Plasmatici Di Adrenomedullina in Pazienti Con Sindrome Di Apnea Ostruttiva Del Sonno

Sirt1 Modula Precoce Senescenza-come Fenotipo in Cellule Endoteliali Umane

Lievito Sir2 interpreta ruoli critici nel silenziamento genico, resistenza e longevità. Mammiferi Sirt1 NAD (+)-dipendente dalla proteina deacetylase, la più vicina dell'omologo di Sir2, regola la senescenza cellulare, ciclo cellulare, l'apoptosi e metabolismo, dalle interazioni funzionali con un numero di molecole biologiche quali p53. Per indagare su un ruolo di Sirt1 in disfunzione endoteliale e la senescenza precoce, abbiamo esaminato gli effetti di inibizione Sirt1 in cellule endoteliali di vena ombelicale umano (HUVEC). Inibizione Sirt1 da sirtinol, che è un derivato del 2-idrossi-1-napthaldehyde, o siRNA per Sirt1-indotta precoce senescenza-come fenotipo, a giudicare dalle attività aumentata senescenza-associated beta-galattosidasi (SA-beta-gallone), sostenuta l'arresto di sviluppo e allargata e appiattita morfologia cellulare a 10 giorni dopo il trattamento. Sessanta-quattro per cento di sirtinol (60 mumol/L)-HUVEC trattati era SA-beta-gallone-positivi, mentre solo il 17% delle cellule trattate con veicolo sono stati positivi. Inibizione Sirt1 da sirtinol o da Sirt1 siRNA aumentata espressione di PAI-1 e diminuito l'espressione della proteina e l'attività di eNOS. Trattamento con sirtinol o Sirt1 siRNA aumentato acetilazione di p53, mentre l'espressione di p53 è stato inalterato. Alterata attivazione indotta dal fattore di crescita epidermico della chinasi di proteina mitogene-attivata è stato associato con l'arresto di inibizione indotta senescenza-come sviluppo Sirt1. Al contrario, sovraespressione di Sirt1 ha impedito il perossido di idrogeno-indotta SA-beta-gallone attività, cambiamenti morfologici e squilibrato espressione di PAI-1 ed eNOS. Questi risultati hanno mostrato che l'inibizione Sirt1 aumentato p53 acetilazione e indotta precoce senescenza-come fenotipo in parallelo con l'aumento di PAI-1 e diminuita espressione di eNOS. I nostri dati suggeriscono che Sirt1 può esercitare effetti protettivi contro disfunzione endoteliale impedendo lo stress-indotta precoce senescenza e squilibrato espressione di PAI-1 ed eNOS.

[Valutazione Del Megatrials Con Antihyperlipidemic Agenti in Giappone]

Ruolo Primario Di Ischemia Funzionale, Prova Quantitativa Per Il Meccanismo Del Due-colpo E La Terapia Con Inibitori Della Fosfodiesterasi-5 Nella Distrofia Muscolare Del Mouse

Distrofia muscolare di Duchenne (DMD) è caratterizzata da danno muscolare maggiore e un anomalo flusso di sangue dopo la contrazione muscolare: lo stato di ischemia funzionale. Fino ad ora, tuttavia, il rapporto di causa-effetto tra la patogenesi della DMD e ischemia funzionale era poco chiaro. Abbiamo esaminato (i) se ischemia funzionale è necessaria per causare danni myofiber indotta da contrazione e (ii) se è sufficiente per indurre il danno funzionale ischemia da solo.

Polimorfismi Della Apolipoproteina E E La Metilenetetraidrofolato Reduttasi Nella Popolazione Giapponese

Lo scopo di questo studio è quello di analizzare l'effetto di apolipoproteina E (apo E) e polimorfismi di gene Metilenetetraidrofolato reduttasi (MTHFR) sui livelli sierici di lipidi e omocisteina nella popolazione giapponese.

[Fattori Di Rischio Associati Con La Durata Del Ricovero in Emergenza Pazienti Ammessi Con Polmonite Ab Ingestis]

Abbiamo analizzato retrospettivamente i fattori di rischio che possono influenzare la durata del ricovero di pazienti che erano dato diagnosi di polmonite ab ingestis e ammessi su una base d'emergenza per 24 ore a causa di eventi acuti in caso di emergenza. La ricerca è stata condotta su 67 pazienti ospedalizzati di età 25-99. che sono stati ammessi a causa di polmonite ab ingestis da marzo 2002 al maggio 2004. Abbiamo analizzato le relazioni tra fattori quali età, sesso, livello di gravità della polmonite, numero dei lobi con infiammazione e la durata dell'intubazione tracheale e la durata del ricovero in ospedale. La durata media di ricovero fu 24,8 giorni circa 1,6 volte più a lungo che di tutte le malattie nel nostro ospedale. Analisi di regressione semplice ha suggerito che la durata media di degenza correla significativamente con l'età e la durata del ricovero in ospedale, mentre l'analisi di regressione multipla indica a che età è il fattore significativo solo relativo alla durata del ricovero in ospedale. Tuttavia, c'è stata alcuna significativa correlazione tra la durata del ricovero e la gravità della polmonite. Questi dati indicano che la durata dell'ospedalizzazione notevolmente è influenzata dall'età, ma non il trattamento della polmonite si. Pertanto dobbiamo perseguire non solo il trattamento appropriato per polmonite ab ingestis ma anche fare uno sforzo per intervento precoce nel piano di appoggio per scarico basato sullo sfondo sociale di ogni paziente anziano.

Associazione Di Un Polimorfismo Di Singolo Nucleotide Nel Gene WISP1 Con L'artrosi Vertebrale Nelle Donne in Postmenopausa Giapponese

La via di segnalazione Wnt-beta-catenina che regola la densità ossea è anche coinvolto nello sviluppo della cartilagine e omeostasi in vivo. Qui, abbiamo ipotizzato che la variazione genetica nei geni possono influenzare la patogenesi della cartilagine di segnalazione Wnt-beta-catenina correlati a malattie come l'artrosi. Proteina secreta indotta WNT-1 1 (WISP1) è una destinazione del pathway Wnt e regolato direttamente dalla beta-catenina. Nel presente studio, abbiamo analizzato l'associazione di un polimorfismo a singolo nucleotide (SNP) nel WISP1 3'-regione UTR con lo sviluppo di artrosi radiograficamente osservabile della colonna vertebrale. Per questo scopo, abbiamo valutato la presenza di osteofiti, sclerosi piastra terminale e restringimento degli spazi di disco in 304 donne giapponesi in post-menopausa. Abbiamo confrontato a coloro che hanno eseguito l'allele G (GG o GA, n = 184) con quelli che non hanno (AA, n = 120). Abbiamo scoperto che i soggetti senza l'allele G (AA) erano significativamente sovrarappresentati in soggetti con punteggio più alto di sclerosi piastra terminale (P = 0.0069; odds ratio, 2.91; 95% intervallo di confidenza, 1.34-6,30 da analisi di regressione logistica). D'altra parte, l'occorrenza di formazione restringimento e osteofita disco non significativamente differiscono tra quelli con e senza almeno un allele G. Così, ci suggeriscono che una variazione genetica del locus del gene WISP1 è associata con l'artrosi vertebrale, in linea con il coinvolgimento del gene Wnt-beta-catenina-regolato nel metabolismo osseo e cartilagine.

[Efficacia Riproducibile Dell'antidepressivo Triciclico Sul Dolore Cronico in Un Paziente Anziano Con Osteoporosi]

Una donna di 81 anni è stata ricoverata a causa di esacerbazione del dolore cronico alla schiena da una frattura vertebrale osteoporosi. L'esame MRI lombare ha rivelato la frattura di compressione delle ossa Th12 e L1. Il trattamento iniziale con morfina, calcitonina, bupurenorfin e roxoprofen non hanno raggiunto la riduzione del dolore nel paziente. Perché il suo punteggio di scala geriatrica di depressione era bassa, abbiamo provato quindi trattare il dolore utilizzando un antidepressivo. Anche se il dolore è stato migliorato da amitriptilina, erano si sono verificati effetti collaterali di secchezza della bocca e l'incontinenza urinaria. Inibitore di reuptake della milnacipran, serotonina e noradrenalina (SNRI), poi è stato provato per il trattamento del dolore cronico invece di amitriptilina, ma il dolore era aumentato. Quindi, lei è stato dato nuovamente amitriptilina per il trattamento del mal di schiena cronico invece SNRI. Il trattamento secondo tempo amitriptilina è stato efficacia per ridurre il dolore, con effetti collaterali minimi. Perché il dolore cronico a causa dell'osteoporosi è spesso difficile da trattare nei pazienti anziani, l'antidepressivo classico, amitriptilina, può aiutare il controllo del dolore da narcotici e gli agenti anti-infiammatori in alcuni pazienti anziani.

Somministrazione Di Ossigeno a Lungo Termine Riduce I Livelli Di Adrenomedullina Plasma in Pazienti Con Sindrome Di Apnea Ostruttiva Del Sonno

Sindrome di apnea ostruttiva del sonno (OSAS) è riconosciuta come uno dei fattori di rischio di ipertensione e disturbi cardiovascolari. In questo studio, abbiamo ipotizzato che lo stress ipossico causato da apnea ostruttiva del sonno aumenterebbe i livelli circolanti di Adrenomedullina (ADM) in pazienti non trattati di OSAS rispetto ad un gruppo di controllo di età corrispondente. Abbiamo ulteriormente ipotizzato che ossigeno trattamento amministrazione può diminuire lo stress ipossico OSAS-indotta e livelli di ADM.

Citocromo P450 2B6 è Un Fattore Di Crescita-inibitorio E Prognostico Per Il Cancro Alla Prostata

Il citocromo P450s (CYPs) influenzano gli effetti biologici di agenti cancerogeni, farmaci e ormoni tra cui il testosterone. Tra questi, il citocromo P450 2B6 (CYP2B6) svolge un ruolo critico nella disattivazione del testosterone. Nel presente studio, abbiamo esaminato CYP2B6 espressione in tessuti umani della prostata e il cancro alla prostata.

Tako-tsubo-like a Sinistra Disfunzione Ventricolare in Un Paziente Con Occlusione Totale Cronica Dell'arteria Discendente Anteriore Sinistra

Questo rapporto descrive un caso di Disfunzione ventricolare sinistra di tako-tsubo-like in un paziente con arteria discendente anteriore sinistra cronicamente occluso. Una femmina di 74-anno-od, avvertendo forti dolori a causa di osteoartrite, presentato con dolore toracico della durata di 6 h. elettrocardiografia rivelato elevazione del segmento ST nelle pareti anteriore e laterale. Il ventriculography sinistro nella fase acuta visualizzato un apice acinetico e ipercinetico regione basale. L'angiografia coronarica emergente ha rivelato occlusione totale dell'arteria discendente anteriore sinistra. Sebbene angioplastica coronarica diretta a totalmente occlusi sinistra anteriore discendente arteria fu un successo, la funzione ventricolare sinistra tornò normale nel giro di tre settimane dopo l'ammissione. Ha mostrata nessuna anomalia significativa, la scintigrafia tallio ed elevazione enzimi cardiaci ha mostrato solo un lieve aumento. In questo caso, tako-tsubo-like Disfunzione ventricolare di sinistra è stato considerato a verificarsi in presenza dell'arteria discendente anteriore sinistra cronicamente occluso.

Adrenomedullina Insufficienza Aumenta Iperresponsività Delle Vie Aeree Allergene-indotta Nei Topi

Adrenomedullina (ADM), un peptide vasodilatatori recentemente identificata, è segnalato per essere espressa nei polmoni e hanno un effetto comprende. Abbiamo ipotizzato se ADM potrebbe essere coinvolto nella patogenesi dell'asma bronchiale. Abbiamo esaminato il ruolo di ADM nella reattività delle vie aeree, utilizzando topi eterozigoti di ADM-carenti (AM + /-) e il loro controllo alleverei (AM + +). Qui, ci mostra che reattività delle vie aeree è rafforzata nei topi mutanti ADM dopo la sensibilizzazione e la sfida con ovoalbumina (OAV). Il livello immunoreactive ADM nel tessuto polmonare dopo metacolina sfida era significativamente maggiore nei topi wild-type che nel mutante. Tuttavia, la svalutazione della funzione del gene ADM non ha interessato le immunoglobuline (IgE specifiche ovuli e IgG1), T helper 1 e 2 citochine e leukotrenes. Così il meccanismo convenzionale della reattività delle vie aeree allergene-indotta non è rilevante per questo modello. Inoltre, analisi morfometriche ha rivelato che ipersecrezione eosinofilia e vie aeree trovate allo stesso modo in entrambi i topi mutanti ADM trattata con ovuli e i topi wild-type trattata con ovuli. D'altra parte, l'area dello strato muscolo liscio delle vie aeree dei topi mutanti trattata con ovuli era significativamente maggiore rispetto a quella dei topi trattati con ovuli wild-type. Questi risultati suggeriscono che la rottura del gene ADM può essere associata a iperplasia del muscolo liscio delle vie aeree, nonché iperresponsività delle vie aeree avanzate. Topi mutanti ADM potrebbero fornire nuovi spunti per lo studio del ruolo fisiopatologico di ADM in vivo.

Miglioramento Della Terapia Cancro-targeting, Utilizzando Nanoportatori Per Tumori Solidi Intrattabili Tramite Inibizione Di Segnalazione Di TGF-beta

Transforming growth factor (TGF)-beta gioca un ruolo fondamentale nella regolazione della progressione del cancro attraverso effetti sul microambiente tumorale nonché sulle cellule tumorali. Inibitori di TGF-beta hanno recentemente dimostrati di prevenire la crescita e le metastasi di alcuni tumori. Tuttavia, ci possono essere effetti negativi causati da inibizione segnalazione di TGF-beta, tra cui l'induzione di tumori la repressione di inibizione della crescita TGF-beta-mediata. Qui, vi presentiamo un'applicazione di una breve durata d'azione, piccolo-molecola di TGF-beta tipo I recettori (TbetaR-io) inibitore a un basso dosaggio nel trattamento di diversi sperimentali tumori solidi intrattabili, compreso l'adenocarcinoma del pancreas e cancro gastrico di tipo diffuso, caratterizzato da hypovascularity e fibrosi densa in microambienti tumorali. Low-dose TbetaR-ho inibitore alterato né segnalazione di TGF-beta in cellule tumorali, né la quantità di componenti fibrosi. Tuttavia, esso è diminuito Pericita copertura dell'endotelio senza ridurre endotelio zona specificamente nel tumore neovasculature e promosso accumulo di macromolecole, tra cui nanoportatori anticancro, i tumori. Confrontato con l'assenza di TbetaR-ho inibitore, nanoportatori antitumorale esposto potenti effetti inibitori di crescita su questi tumori in presenza di TbetaR-ho inibitore. L'uso di TbetaR-ho inibitore combinato con nanoportatori così può essere di notevole importanza clinica e pratica nel trattamento di tumori solidi intrattabili.

Aumentata Espressione Di Alfa Del Recettore Estrogeno-correlate (ERRalpha) è Un Predittore Prognostico Negativo Nel Cancro Alla Prostata Umano

Il recettore nucleare ERRalpha (alfa del recettore estrogeno-correlate) è conosciuto per modulare il pathway di segnalazione di estrogeni, ma il significato biologico di ERRalpha nella prostata rimane poco chiari. Abbiamo studiato l'espressione di ERRalpha nei tessuti della prostata umani e linee di cellule di cancro per valutare il ruolo potenziale del recettore nel cancro alla prostata (PC). Analisi Western blot di ERRalpha è stata eseguita in tre linee di cellule umane PC (LNCaP, DU145 e PC-3). Le espressioni di ERRalpha nelle lesioni cancerose (n = 106) e foci benigne (n = 99) di 106 esemplari della prostata chirurgicamente ottenuti sono stati valutati da immunohistochemistry. Le relazioni tra l'espressione ERRalpha e Filipek caratteristiche sono state valutate. Analisi Western blot con l'anticorpo policlonale anti-ERRalpha rilevato una band 52 kD in tutte le tre linee cellulari PC. Immunostaining positivo di ERRalpha nei nuclei è stato trovato in 73 (69%) cancerose e 47 (47,5%) benigno dell'epitelio, mentre i tessuti stromali sono stati negativi per ERRalpha. Il punteggio medio immunoreattività (punteggio IR) delle lesioni cancerose (3.5 + /-2,6) era significativamente più alta rispetto a quella dei fuochi benigni (1,8 + 2.1) (p < 0.0001). Il punteggio IR delle lesioni cancerose significativamente correlato con il punteggio di Gleason (p = 0.0135). Pericolo univariati e multivariati, analisi hanno evidenziato correlazioni significative tra elevata espressione ERRalpha e scarsa sopravvivenza cancro-specifica (p = 0.0141 e 0,0367, rispettivamente). L'espressione avanzata del ERRalpha potrebbe giocare un ruolo nello sviluppo del PC umano e servire come un significativo fattore prognostico per la malattia.

Beta-defensina Iperespressione Induce Degenerazione Muscolare Progressiva Nei Topi

Defensine comprendono una famiglia di peptidi antimicrobici cationici caratterizzato da residui di cisteina conservato. Esse sono prodotte in vari organi, compreso il muscolo scheletrico e sono identificati come elementi chiave del sistema di difesa ospite come effettori potente. Allo stesso tempo, defensine hanno ruoli potenziali nella regolazione dell'infiammazione e, inoltre, può esercitare effetti citotossici sulle cellule di mammiferi diversi. Qui, abbiamo sviluppato i topi transgenici con sovraesprimono relativa del mouse beta-defensina-6 per esplorare il ruolo fisiopatologico della famiglia defensin come mediatore romanzo di lesioni infiammatorie dei tessuti. Inaspettatamente, i topi transgenici hanno mostrati di breve durata, scarsa crescita e degenerazione progressiva myofiber con compromissione funzionale muscolare, predominante centronucleated myofibers e attività di creatinchinasi sierica elevata, come si è visto nella distrofia muscolare umana. Inoltre, alcuni dei myofibers transgenici ha mostrato accumulazione di IkappaBalpha, che sarebbe essere imparentato con il apoptosis myofiber di cingoli distrofia muscolare tipo 2A. I risultati attuali possono svelare un collegamento nascosto tra il sistema immunitario innato e la fisiopatologia delle malattie degenerative.

Polimorfismo Q89R Nel Gene Della Proteina Recettore 5 LDL è Associato Con L'artrosi Vertebrale Nelle Donne in Postmenopausa Giapponese

Uno studio di associazione indagare l'eziologia genetica per l'artrosi vertebrale.

Gas6/Axl-PI3K/Akt Pathway Svolge Un Ruolo Centrale Nell'effetto Delle Statine Sulla Calcificazione Inorganica Fosfato-indotta Delle Cellule Muscolari Lisce Vascolari

L'apoptosi è essenziale per l'iniziazione e la progressione della calcificazione vascolare. Recentemente, abbiamo dimostrato che inibitori di 3-idrossi-3-metilglutaril (HMG) CoA reduttasi (statine) hanno un effetto protettivo contro la calcificazione delle cellule muscolari lisce vascolari inibendo l'apoptosi, dove gene specifico arresto di crescita 6 (Gas6) gioca un ruolo fondamentale. Nel presente studio, abbiamo chiarito i bersagli a valle di sopravvivenza Gas6-mediata segnalazione in fosfato inorganico (Pi)-induced apoptosis e ha esaminato l'effetto delle statine. Abbiamo trovato che fluvastatina e Pravastatina significativamente inibito l'apoptosi indotta da Pi e calcificazione in modo concentrazione-dipendente nelle cellule di muscolo liscio aortiche umane (HASMC), come è stato trovato con atorvastatina in precedenza. Gas6 e il suo recettore, Axl, espressione erano downregolata in presenza di Pi e Gas6 umana ricombinante (rhGas6) inibito significativamente l'apoptosi e la calcificazione in modo concentrazione-dipendente. Durante il apoptosis, Pi soppressa la fosforilazione di Akt, che è stata invertita da rhGas6. Wortmannin, un inibitore di fosfatidilinositolo specifica OH 3 chinasi (PI3K), abolito l'aumento della fosforilazione di Akt da rhGas6 ed eliminato l'effetto inibitorio di rhGas6 sull'apoptosi indotta da Pi e la calcificazione, suggerendo che PI3K-Akt è un segnale a valle del percorso sopravvivenza Gas6-mediata. Pi ridotta fosforilazione di Bcl2 e cattivo e attivazione di caspase 3, i quali furono invertiti da rhGas6. L'effetto inibitorio delle statine sull'apoptosi indotta Pi è stato accompagnato da restauro del pathway di segnale di sopravvivenza Gas6-mediato: upregulation dell'espressione Gas6 e Axl, aumentata della fosforilazione di Akt e Bcl2 e inibizione di Bad e attivazione di caspase 3. Questi risultati indicano che il percorso di sopravvivenza Gas6-mediata è la destinazione dell'effetto dei statine per prevenire la calcificazione vascolare.

Via Di Segnalazione Della Produzione Di Ossido Nitrico Indotto Da Ginsenoside Rb1 in Cellule Endoteliali Aortiche Umane: Un Possibile Coinvolgimento Del Recettore Degli Androgeni

I ginsenosidi hanno dimostrati di stimolare la produzione di ossido nitrico (NO) in cellule endoteliali dell'aorta. Tuttavia, le vie di segnalazione coinvolte non sono stati ben studiate in cellule endoteliali aortiche umane. Il presente studio è stato progettato per esaminare se purificato ginsenoside Rb1, un importante componente attivo del ginseng non potrebbe effettivamente indurre alcuna produzione e per chiarire la via di segnalazione in cellule endoteliali aortiche umane. NESSUNA produzione crebbe rapidamente di Rb1. Il rapido aumento di produzione non è stato abrogato dal trattamento con inibitore di ossido nitrico sintetasi, L-nome. RB1 stimolato rapida fosforilazione di Akt (Ser473), ERK1/2 (Thr202/Thr204) ed eNOS (Ser1177). Rapida fosforilazione di eNOS (Ser1177) è stata impedita da SH-5, un inibitore di Akt o wortmannin, inibitore PI3 chinasi e parzialmente attenuata da PD98059, un inibitore a monte per ERK1/2. È interessante notare, nessuna produzione e fosforilazione di eNOS a Ser1177 da Rb1 sono stati aboliti da antagonista del recettore degli androgeni, nilutamide. I risultati suggeriscono che vie PI3kinase/Akt e di MEK/ERK e recettore degli androgeni sono coinvolti nella regolazione dell'attivazione eNOS acuta da Rb1 in cellule endoteliali aortiche umane.

Un Polimorfismo Funzionale Singolo Nucleotide Nel Gene Vitamina K-dipendente Dalla Gamma-glutamil Carbossilasi (Arg325Gln) è Associato Con La Densità Minerale Ossea Negli Anziani Donne Giapponesi

Le proteine-vitamina-K-dipendente carboxylates vitamina K-dipendente dalla gamma-glutamil carbossilasi (GGCX) tra cui bone Gla protein (osteocalcina) e matrix Gla protein, che giocano un ruolo importante nel metabolismo dell'osso. Pertanto, polimorfismo GGCX potrebbe spiegare la suscettibilità individuale in parte per l'osteoporosi. Nel presente studio, polimorfismi negli esoni di questo gene sono stati proiettati nelle donne anziane giapponesi e trovate un non-sinonimo di single nucleotide polymorphisms (SNP); c.8762 G &gt; A; (Arg325Gln). Quando i parametri cinetici di Gln GGCX325 e GGCX325-Arg sono stati confrontati in vitro, Vmax/Km è stato significativamente più alto per GGCX325-Gln (944.4 + 9.21 pmol/30 min/mg/mM FLEEL) che per GGCX325-Arg (671.9 + 10.79 pmol/30 min/mg/mM FLEEL) (p = 0,018). Quindi, studio di associazione di questo polimorfismo con avambraccio osso densità minerale (BMD) del giapponese nelle donne in postmenopausa (n = 500, età 73,6 + 5.74) è stato condotto. Come risultato, il body mass index (BMI)-regolata Z score nella sottopopolazione più di 75 anni (n = 207) era più alta in quelli con 325-Gln (0.650 + 0.883, media + /-SD) rispetto a quelli con 325-Arg/Gln o 325-Arg (0,133 + 0.650) (p = 0.0388). Questo è il primo rapporto per dimostrare le diverse attività di GGCX tra i genotipi comuni e la loro associazione con BMD.

L'ampliamento Dello Spazio Aereo Con Apoptosi Delle Cellule Delle Vie Aeree Nei Topi Klotho: Un Modello Di Polmone Di Invecchiamento

Omozigote mutante klotho (KL(-/-)) topi mostrano diverse caratteristiche simili a quelle dell'invecchiamento umano, tra cui enfisema. Tuttavia, cambiamenti legati all'età dei polmoni non sono stata completamente chiarite. Qui, abbiamo studiato strutturali, funzionali, biochimici e alterazioni cinetiche delle cellule dei polmoni nei topi KL(-/-) a 2-12 settimane di età. L'ampliamento dello spazio aereo omogeneo e rinculo elastico diminuito del polmone sono stati osservati nei topi KL(-/-) con l'invecchiamento. Le cellule apoptotic nelle pareti delle vie aeree in KL(-/-) topi sono stati circa 6 volte maggiore rispetto a quelli in topi di selvaggio-tipo (KL(+/+)) a 2 settimane di età. Tuttavia, la perossidazione lipidica e l'attività dell'elastasi dei polmoni non sono stati aumentati nei topi KL(-/-). Macchiarsi occidentale ha suggerito che i livelli di proteina del fattore di crescita epidermico (EGF) e fosforilata chinasi di segnale-regolata extracellulare sono diminuiti in topi KL(-/-). Questi dati suggeriscono che significativamente aumentata apoptosi delle cellule delle vie aeree attraverso l'inibizione del percorso EGF-dipendente possono essere coinvolto nello sviluppo dei polmoni invecchiamento nei topi KL(-/-).

Nicturia in Persone Anziane Con Ipertensione - Nessuna Influenza Della Basso-dose Tiazidico Aggiunto a Losartan

[Trattamento E Intervento Per Sostenere Attività Funzionali in Comunità-abitazione Anziani]

Al fine di sostenere le attività funzionali dell'anziano, promozione dell'intervento di cura e prevenzione di professione d'infermiera è importante in termini di invecchiamento di successo e sana longevità. In particolare, la riduzione di cadute e di lesioni da caduta, nonché trattamenti di osteoporosi sono necessari per mantenere le attività della vita quotidiana. Interventi tra cui esercizio e nutrizione e programmi di prevenzione caduta recentemente sono prevalenti tra comunità-abitazione anziani persone giapponesi, alcuni dei quali sono ha rivelati di avere effetti benefici.

FOXP1 è Un Fattore Di Trascrizione Androgeno-sensibili Che Regola Negativamente Il Recettore Degli Androgeni Segnalazione in Cellule Tumorali Della Prostata

Androgeni e recettore degli androgeni (AR) giocano un ruolo importante nella formazione e la progressione del cancro alla prostata. AR attiva i geni bersaglio di reclutamento vari coregulators e fattori trascrizionali. Qui vi mostriamo che il fattore di trascrizione forkhead FOXP1 è un romanzo gene androgeno-regolato. Dal sequenziamento di frammenti di DNA ottenuti da immunoprecipitazione della cromatina (ChIP), un sito di legame di bona-fide AR (ARB) è identificato in una regione introne del gene FOXP1. FOXP1 può essere indotta da androgeni nelle cellule LNCaP di cancro della prostata ormono-sensibile a livelli di mRNA e la proteina. In particolare, una più piccola variante FOXP1, FOXP1D, è sovraregolati in risposta agli androgeni. In particolare, dimostreremo che FOXP1 interagisce direttamente con AR e regola negativamente AR segnalazione ligando-dipendente, come esemplificato dalla repressione trascrizionale del gene PSA regolato dal reclutamento FOXP1 androgeno-dipendenti sulla sua regione enhancer. Mostriamo che diversi altri fattori di trascrizione forkhead sono anche degli androgeni reattivi nelle cellule LNCaP. Il nostro studio offre una nuova visione per la funzione di fattori di trascrizione forkhead che modula AR segnalazione come un fattore trascrizionale androgeno-regolato, che contribuirebbe alla tumorigenesi del cancro alla prostata.

Cilostazolo Inibisce Ossidativo Stress-indotta Senescenza Precoce Tramite Sovraregolazione Di Sirt1 in Cellule Endoteliali Umane

Cilostazol, un inibitore selettivo di PDE3, ha un effetto protettivo sull'endotelio dopo danno vascolare ischemica, attraverso la produzione di ossido nitrico (NO). Lo scopo del presente studio era quello di chiarire i meccanismi molecolari sottostanti l'effetto preventivo di trattamento con cilostazolo su ossidativo senescenza precoce stress-indotta in cellule endoteliali umane.

Antiaggregante Cilostazol, Un Inibitore Della Fosfodiesterasi Di Tipo III, Migliora La Deglutizione in Pazienti Con Una Storia Di Ictus

Raloxifene Analogico LY117018 Sopprime L'apoptosi Di Cellule Endoteliali Indotta Da Stress Ossidativo Attraverso L'attivazione Di ERK1/2 Signaling Pathway

Un modulatore del recettore estrogeno selettivo, raloxifene, ha dimostrato di ridurre gli eventi cardiovascolari in relativamente ad alto rischio nelle donne in postmenopausa con osteoporosi. Tuttavia, i meccanismi da cui il raloxifene esercita un farmacologiche effetto sugli organi cardiovascolari non sono stata completamente chiarita. Il presente studio è stato progettato per esaminare se l'analogo raloxifene, chetone di fenil thien-3-yl-p-(2-(pyrrolidinyl)ethoxy 6-hydroxy-2-(p-hydroxyphenyl)-benzo(b) (LY117018), potrebbe inibire la apoptosi e per chiarire la via di segnalazione in cellule endoteliali vascolari. LY117018 inibita significativamente apoptosi indotta dal perossido di idrogeno in cellule endoteliali dell'arteria carotide bovina. L'effetto anti-apoptotic di LY117018 è stata abolita da un antagonista del recettore degli estrogeni, 7alpha,7beta-(9[(4,4,5,5,5-Pentafluoropentyl)sulfinyl]nonyl) estra-1,3,5 (10) - triene - 3,17-diolo (ICI 182.780). Chinasi di proteina mitogene-attivata (MAPK), p38, c-Jun N-terminal chinasi (JNK) e proteine di segnale-regolata extracellulare kinase1/2 (ERK1/2) e Akt, hanno dimostrate di agire come segnali apoptotic o anti-apoptotic. È stata esaminata la fosforilazione della p38, JNK, ERK1/2 e Akt. LY117018 aumentata fosforilazione di ERK1/2, ma non ha fatto aumentare la fosforilazione di Akt, JNK o p38. L'effetto anti-apoptotic di LY117018 fu impedito da un trattamento con 2-[2'-amino-3'-methoxyphenyl]-oxanaphthalen-4-one (PD98059), un inibitore di ERK1/2 a monte. LY117018 ha stimolato un aumento della fosforilazione di ERK1/2, che è stato diminuito da ICI 182.780. L'attivazione di ERK/1/2 di LY117018 non è stato inibito da inibitore di trascrizione, actinomicina d. Questi risultati suggeriscono che i recettori degli estrogeni e la via di segnalazione di ERK1/2 sono coinvolti nell'azione anti-apoptotic di LY117018 in cellule endoteliali vascolari.

Associazione Di Un Polimorfismo Di Singolo Nucleotide Nel Gene Del Recettore Del Fattore Di Crescita-1 Insulino-simile Con Degenerazione Del Disco Vertebrale Nelle Donne in Postmenopausa Giapponese

Uno studio di associazione indagare l'eziologia genetica per degenerazione del disco intervertebrale.

Meccanismo Della Calcificazione Vascolare Pi-indotta

Calcificazione vascolare è clinicamente importante nello sviluppo di malattie cardiovascolari. È stato suggerito che il apoptosis è uno dei processi che regolano la calcificazione nelle cellule muscolari lisce vascolari (VSMC). In questa recensione, discutiamo il ruolo dell'apoptosi in fosfato inorganico (Pi)-indotta da calcificazione, concentrandosi sul regolamento del percorso di sopravvivenza mediato dal gene specifico arresto di crescita 6 (Gas6). Inoltre, ricordiamo l'effetto benefico delle statine mediate dall'inibizione dell'apoptosi che sono accompagnato dal restauro del percorso sopravvivenza Gas6-mediata. Questi risultati indicano che il Gas6 è un romanzo bersaglio degli effetti dei statine per prevenire la calcificazione vascolare.

Associazione Tra Livelli Plasmatici Di Deidroepiandrosterone-solfato Con La Funzione Endoteliale Nelle Donne in Postmenopausa Con Fattori Di Rischio Coronarici

Declino età-correlati dei livelli plasmatici di Deidroepiandrosterone-solfato (DHEA-S) può essere associato con il rischio di malattia cardiovascolare in donne. Abbiamo valutato se i livelli plasmatici di DHEA-S sono legati alla funzione endoteliale nelle donne in postmenopausa con fattori di rischio coronarici. Centoquindici nelle donne in postmenopausa (età + /-SD Media: 57 + /-5 anni; intervallo: 48-65 anni) che ha subito la misura della vasodilatazione flusso-mediata (FMD) dell'arteria brachiale con ultrasonografia sono stati arruolati. Livelli plasmatici di ormone sono stati determinati al mattino dopo un digiuno di 14-h, e il rapporto tra livelli di ormone e l'afta epizootica è stato analizzato. DHEA-S è stato significativamente correlato con % contro l'afta epizootica (r = 0.392, p < 0.001), mentre l'estradiolo, totale di testosterone e cortisolo non erano. % Dell'afta epizootica nel quartile più alto di DHEA-S era 1.8-fold superiore a quella nel quartile più basso (5.3 + /-1.3 vs 2.9+/-2.0 [mezzi + SD], p < 0,01). Analisi di regressione multipla ha rivelato che il DHEA-S era collegato al % dell'afta epizootica, indipendentemente da età, indice di massa corporea, ipertensione, iperlipidemia, diabete mellito e fumo (beta = 0.344, p < 0.01), e si era indipendente dall'età, indice di massa corporea, pressione arteriosa sistolica, colesterolo totale, colesterolo lipoproteine ad alta densità (HDL), digiuno glucosio plasma e fumare (beta = 0291, p < 0,05). In conclusione, livelli plasmatici di DHEA-S erano significativamente correlate alla funzione endoteliale nelle donne in postmenopausa indipendente da altri fattori di rischio coronarici, suggerendo un effetto protettivo del DHEA sull'endotelio ma debolmente.

[Iponatriemia Paroxetina-indotta in Un Uomo Anziano a Causa Della Sindrome Da Inappropriata Secrezione Di Ormone Antidiuretico]

Riportiamo un 82 - anno-vecchio uomo prescritto Paroxetina che aveva iponatremia e in cui è stata diagnosticata la sindrome da inappropriata secrezione di ormone antidiuretico. Aveva preso sulpiride per lo stato mentale depresso. Tuttavia, egli mostrò parkinsonismo, che era un effetto avverso dal trattamento di sulpiride. Pertanto sulpiride è stato cambiato a inibitore della ricaptazione della serotonina, Paroxetina 10 mg al giorno. Suo stato mentale depresso peggiorata dopo trattamento Paroxetina ha iniziato. La depressione non aveva diminuito dopo 12 giorni, e il dosaggio è stato aumentato a 20 mg al giorno. Il quindicesimo giorno dopo aver iniziato la paroxetina, prove di laboratorio di routine ha dimostrato che il suo livello di sodio siero 126 mEq/l. Abbiamo riconosciuto che la sua confusione e perdita di appetito sono stati i sintomi dell'iponatremia, piuttosto che di peggioramento della depressione. Dati di laboratorio hanno rivelato iponatremia, siero bassa osmolarità (242 M0sm/kg) con un livello relativamente elevato del siero dell'ormone antidiuretico e concentrarono urina (439 M0sm/kg). Abbiamo diagnosticato la sindrome della secrezione inappropriata dell'ormone antidiuretico (SIADH), associata con Paroxetina. Il dosaggio di paroxetina è stato ridotto gradualmente ed il livello di sodio siero tornò normale giorno 2 dopo farmaco cessò completamente. Paroxetine produce meno effetti avversi rispetto ad altri tipi di antidepressivi. Tuttavia, il suo uso può essere associato a secrezione inappropriata dell'ormone antidiuretico nel corpo e può portare a SIADH, caratterizzata da iponatremia, una condizione potenzialmente fatale che è in genere asintomatica finché diventa grave. SIADH è più probabile che in alcune popolazioni, compresi gli anziani. Livelli sierici di sodio devono essere monitorati attentamente, soprattutto in pazienti anziani.

Aumentare I Livelli Di Stress Ossidativo in Pazienti Anziani Con Sindrome Di Apnea Ostruttiva Del Sonno: Gli Effetti Dell'età E Del Sesso

Adiponectina Antagonizza L'effetto Stimolante Del Fattore Di Necrosi Tumorale-alfa Su Calcificazione Delle Cellule Muscolari Lisce Vascolari: Regolamento Del Percorso Di Sopravvivenza 6-mediated Gene Specifico Arresto Crescita Di Adenosina 5'--monofosfato Attivata Della Chinasi Di Proteina

L'adiponectina presenta diversi effetti protettivi contro aterogenesi e antagonizza molti effetti di TNFalpha. Qui, abbiamo studiato l'effetto dell'adiponectina e TNFalpha su calcificazione vascolare, un evento critico nello sviluppo e nella progressione della malattia vascolare. Nelle cellule di muscolo liscio aortiche umane (HASMC), TNFalpha aumentata fosfato inorganico (Pi)-indotta da calcificazione, considerando che l'adiponectina significativamente soppressa e e abolito l'effetto stimolante del TNFalpha in modo concentrazione-dipendente. Analogamente, l'adiponectina migliorato l'effetto accelerante del TNFalpha sull'apoptosi indotta da Pi, l'essenziale processo di calcificazione HASMC. Inoltre, questi effetti di TNFalpha e adiponectina sono stati associati con la chinasi di proteina attivata da AMP (AMPK)-gene 6 (Gas6) di arresto specifico dipendente dalla crescita espressione e signaling Akt. L'attivatore AMPK, 5-aminoimidazole-4-carbossamide ribonucleoside (AICAR), induce fosforilazione di AMPK e significativamente inibito calcificazione Pi-indotta in HASMC. Al contrario, inibizione farmacologica della AMPK da composti C bloccato sia attivazione di AMPK e l'effetto inibitorio di adiponectina su calcificazione, fornendo prove che AMPK svolge un ruolo normativo nella calcificazione vascolare. Dosaggio reporter ha rivelato adiponectina restaurato Gas6 attività di promotore è diminuito da TNFalpha, che l'effetto dell'adiponectina è stata abolita da composti C. Questi risultati dimostrano che l'adiponectina antagonizza l'effetto stimolante del TNFalpha su calcificazione vascolare di restauro del percorso Gas6-mediata sopravvivenza AMPK-dipendente.

[Un Caso Di Un Linfoma Primario Di Effusion Negli Anziani]

Segnaliamo un uomo di 90 anni che è stata data una diagnosi di linfoma di versamento pleurico (PEL) basato sulla dettagliata immunochimici e analisi del DNA del versamento pleurico. Fu costretto a letto e sulla nutrizione enterale a causa della grave malattia di Alzheimer e aveva anche diabete mellito. Fu trasferito al nostro ospedale con febbre e massiccio versamento pleurico. Un esame citologico del versamento pleurico ha rivelato linfociti atipici classe 5 con un rapporto nucleo/citoplasma alta. L'origine delle cellule atipiche non può essere determinata tramite flusso cytometry di versamento pleurico, che solo ha suggerito l'esistenza di alterazioni infiammatorie. Considerando il suo stato fisico generale, ulteriori indagini non sono state effettuate. L'insufficienza respiratoria progredito, e morì il giorno di ospedale di 45(th). All'autopsia, senza cellule atipiche sono state identificate nei suoi organi diverso nello spazio di destra toracico. Abbiamo condotto immunochimici colorazione dopo aver effettuato un blocco delle cellule del campione di effusione. La maggior parte delle cellule atipiche erano CD30 positive, con human herpes virus-8 (HHV-8)-proteina associata. Un'analisi PCR del gene della catena pesante dell'immunoglobulina rilevato riarrangiamento monoclonale, così indicando le cellule atipiche per essere coinvolti nel lignaggio B-cell. Queste scoperte ha portato ad una diagnosi definitiva di PEL. PEL è un raro tipo di linfoma confinato per la cavità del corpo senza alcuna massa tumorale prominenti, e la sua patogenesi sono correlata alla infezione da HHV-8. PEL si sviluppa principalmente in pazienti immunocompromessi, come quelli con AIDS. Tuttavia, può verificarsi anche in pazienti anziani come bene. Pertanto dovremmo considerare anche la possibilità di PEL in pazienti anziani con versamento pleurico di origine sconosciuta.

Associazione Tra Livelli Plasmatici Di Ormone Sessuale Con Declino Funzionale in Uomini Anziani E Donne

Abbiamo l'obiettivo di determinare se i livelli plasmatici di ormoni sessuali sono associati con le attività della vita quotidiana (ADL), cognizione, depressione e vitalità in soggetti anziani con declino funzionale.

Associazione Di Un Polimorfismo a Singolo Nucleotide Nel Gene Del Recettore Dell'androstano Costitutiva Con La Densità Minerale Ossea

Recettori nucleari giocano un ruolo importante nel metabolismo dell'osso. In cellule ossee, il recettore della vitamina D (VDR) e recettore degli steroideo e xenobiotico (SXR) sono attivati rispettivamente da vitamina D e vitamina K2. VDR e SXR sono i membri della sottofamiglia NR1I dei recettori nucleari. Abbiamo ipotizzato che il recettore costitutivo androstano (auto), il terzo membro della sottofamiglia NR1I, potrebbe anche essere implicato nella regolazione del metabolismo osseo. Pertanto, abbiamo analizzato l'espressione del mRNA di auto in osteoblasti e quindi esaminato l'associazione di un polimorfismo a singolo nucleotide (SNP) del gene umano auto presso introne 2 (IVS2-99 C &gt; T, rs2502815) con la densità minerale ossea (BMD).

A1330V Variante Di Lipoproteine a Bassa Densità Receptor-related Protein 5 (LRP5) Gene Diminuisce Segnalazione Wnt E Colpisce Il Corpo Totale Densità Minerale Ossea in Donne Giapponesi

Segnalazione Wnt è un importante regolatore dell'omeostasi ossea. Il ricettore di Wnt, vale a dire, lipoproteine a bassa densità receptor-related protein 5 (LRP5), avvia la trasduzione del segnale Wnt. Recentemente, abbiamo e parecchi altri gruppi abbiamo dimostrato che c'è un single nucleotide polymorphism (SNP) situato a monte dell'esone 18 del gene LRP5, che porta ad un cambiamento dell'amminoacido (3989C &gt; T, A1330V) ed è associato con la colonna lombare, del collo femorale e la densità minerale ossea radiale (BMD) e incidenza di fratture. Questi dati suggeriscono che la variazione A1330V nel gene LRP5 possa influenzare la patogenesi dell'osteoporosi. Tuttavia, la base funzionale della variazione A1330V rimane poco chiara. Nel presente studio, abbiamo analizzato l'effetto della variazione A1330V su attività di Wnt. Abbiamo inoltre esaminato l'associazione tra questo SNP LRP5 e total body BMD utilizzando 739 nelle donne in postmenopausa. LRP5 con il SNP A1330V sono state transitoriamente coespressi con Wnt3a in cellule 293T e la loro attività è stata valutata mediante il saggio di reporter TCF-Lef. In vitro, l'attività di TCF-Lef in presenza di Wnt3a in cellule che esprimono LRP5 e che trasportano l'allele T (valina al 1330 (V1330)) dell'esone 18 era significativamente ridotta rispetto all'allele wild-type. L'associazione tra il A1330V SNP e total body BMD sono stato replicato in donne postmenopausal giapponese 739 (AA vs VV; P = 0.0026). Questi dati suggeriscono che la variante V1330 nel gene LRP5 diminuisce attività Wnt, che a sua volta diminuisce la BMD.

Validità E L'utilità Della Calcificazione Dell'arco Aortico Nella Radiografia Del Torace

Calcificazione arteriosa è associata con le malattie cardiovascolari (CV), che porta a rigidità di parete del vaso e causando la gestione di emodinamica negli anziani più difficili. Qui, abbiamo confrontato il grado di calcificazione dell'arco aortico esaminando radiografie al torace che nell'aorta addominale come valutato mediante esami più dettagliati. Inoltre, la validità di una categoria e il rapporto di questa classificazione utile a fattori di rischio clinici sono stati valutati.

Vitamina K2 Sopprime La Proliferazione E La Motilità Delle Cellule Di Carcinoma Epatocellulare Attivando Recettori Di Steroidi E Xenobiotici

Vitamina K2, noto come cofattore per gamma-carbossilasi, serve anche come un ligando di un recettore nucleare, steroidi e recettori xenobiotici (SXR). Diversi studi clinici hanno rivelato che la vitamina K2 ridotto de novo formazione e la ricorrenza del carcinoma epatocellulare (HCC). Per esaminare il ruolo di SXR in HCC come un recettore attivato dalla vitamina K2, sono state stabilite le cellule stabilmente con sovraesprimono relativa SXR utilizzando una linea di cellule HCC, HuH7. Sovraespressione di SXR provocato ridotta proliferazione e la motilità delle cellule. Ulteriore soppressione della proliferazione e la motilità è stata osservata quando all cloni SXR sono stati trattati con vitamina K2. Questi risultati suggeriscono che l'attivazione di SXR potrebbe contribuire agli effetti soppressivi tumore di vitamina K2 su cellule HCC.

Sirolimus Ed Everolimus Indurre Senescenza Cellulare Endoteliale Via Sirtuine 1 Down-regulation: Implicazioni Terapeutiche Di Cilostazolo Dopo Medicati L'impianto Dello Stent

Lo scopo di questo studio era di confrontare gli effetti di paclitaxel, sirolimus, everolimus e sul fenotipo senescente in cellule endoteliali umane e di indagare ulteriormente possibile coinvolgimento di mammiferi sirtuine 1 (Sirt1) down-regulation come un meccanismo.

Espressione Del Citocromo P450 3A4 E Suo Significato Clinico Nel Cancro Alla Prostata Umano

Per valutare l'espressione di CYP3A4 in tessuti tumorali umane prostrato (PCa). Gli enzimi del citocromo famiglia P450 (CYP) sono inactivators chiave di testosterone nel fegato e prostata. Abbiamo precedentemente riportato che CYP2B6 è un fattore di crescita-inibitorio e prognostico in PCa umana; Tuttavia, lo status di CYP3A4 in PCa rimane poco chiaro.

TRIM44 Interagisce Con E Stabilizza Terf, Un'assetto Di Ubiquitin E3 Ligasi

Terf/TRIM17 è un membro della famiglia TRIM di proteine, che si caratterizza per il dito anulare, B-box e domini coiled-coil. Nel presente studio, abbiamo trovato che terf interagisce con TRIM44. Terf subì ubiquitination in vitro in presenza dell'enzima E2 UbcH6; Questo suggerisce che terf esibisce attività di E3 ubiquitina ligasi. È stato riscontrato inoltre che terf era coniugato con catene polyubiquitin e stabilizzato con l'inibitore del proteasoma in cellule di mammiferi; Questo ha suggerito che terf sé resi suscettibili di degradazione proteosomale attraverso polyubiquitination. Abbiamo anche trovato che TRIM44 inibito ubiquitination di terf e così stabilizzato la proteina. La regione N-terminale del TRIM44 contiene un dominio zinc-finger trovato in idrolasi di ubiquitin (ZF UBP) e ubiquitina proteasi specifiche (USPs). Così, abbiamo proposto che TRIM44 può funzionare come una nuova classe della "USP-simil-TRIM" che regola l'attività delle proteine associate TRIM.

Associazione Di Estrogeno Recettore Alfa E Istone Deacetylase 6 Induce Rapida Deacetilazione Della Tubulina Nel Seno Le Cellule Tumorali

Alfa del ricevitore dell'estrogeno (ERalpha) è un recettore nucleare che funziona come un fattore di trascrizione attivato dal ligando. Oltre alla sua azione genomica nei nuclei, ERalpha poteva esercitare azioni nongenomic alla membrana del plasma. Per studiare il meccanismo alla base dell'azione nongenomic di ERalpha in cellule di cancro al seno, abbiamo generato un costrutto di targeting membrana ERalpha (membri), un vettore di espressione di ERalpha senza il segnale di localizzazione nucleare e compreso invece la sequenza di membrana-targeting della chinasi Src. Membri era stabilmente espressa in cellule di MCF-7 di cancro al seno umano. Prova di migrazione cellulare e inibiscono dosaggio nei topi nudi ha rivelato che la motilità in vitro e l'attività di proliferazione in vivo delle cellule MCF-7 che esprimono membri erano significativamente migliorate rispetto a quelli delle celle transfected vettoriale. È interessante notare che, al livello di acetilazione di tubulina in cellule con sovraesprimono relativa membri era inferiore a quello in cellule di controllo. Abbiamo trovato che deacetylase dell'istone (HDAC) 6 traslocata a membrana del plasma poco dopo stimolazione di estrogeni e deacetilazione tubulina rapida successivamente si è verificato. Abbiamo anche dimostrato che membri associati con HDAC6 in modo ligando-dipendente. Sebbene il tamoxifene è noto per il suo ruolo di antagonista nell'azione genomico ERalpha in cellule MCF-7, l'agente ha mostrato una funzione agonistica la deacetilazione membri-HDAC6 associazione e tubulina. Questi risultati suggeriscono che la ERalpha ligando dipendente forma un complesso con HDAC6 e tubulina alla membrana del plasma. Deacetilazione tubulina estrogeno-dipendenti potrebbe fornire nuovi elementi di prova per l'azione nongenomic di estrogeni, che potenzialmente contribuiscono per l'aggressività delle cellule di cancro al seno ERalpha-positivi.

Effetti Massa Ossea Di Un Polimorfismo Del Gene Smad6 in Giapponese Nelle Donne in Postmenopausa

Smad6 svolge ruoli cardine nella regolazione negativa di trasformare la famiglia beta (TGFbeta) fattore di crescita di segnalazione come uno delle molecole del feedback. Qui, abbiamo analizzato se il gene umano Smad6 è coinvolto nella regolazione della massa ossea, utilizzando l'analisi di associazione tra osso densità minerale (BMD) e polimorfismo a singolo nucleotide (SNP) del gene Smad6. Associazione di un SNP IVS3 + 26115A &gt; C (introne 3, rs755451) nel gene Smad6 con BMD è stato esaminato in 721 giapponese giapponese postmenopausa (età 65,2 + 9,6 anni; media + /-SD). I soggetti recanti almeno un allele variante C (CC + AC; n = 387) era significativamente più bassi Z-Score per total body e BMD lombare rispetto a soggetti con nessun allele C (AA; n = 334) (total body, 0,23 + 0,98 versus 0.50 + 1,07; P = 0.0004; colonna vertebrale lombare,-0.20 + 1,38 versus 0,10 + 1,48; P = 0.0050). Questi risultati suggeriscono che il gene Smad6 è un candidato per i determinanti genetici della BMD in donne in postmenopausa, e questo SNP potrebbe essere utile come un marcatore genetico per predire il rischio di osteoporosi.

Un Modulatore Del Recettore Estrogeno Selettivo Inibisce L'apoptosi Indotta Da TNF-alfa Da Attivazione Di ERK1/2 Signaling Pathway Nelle Cellule Endoteliali Vascolari

Fattore di necrosi tumorale (TNF-alfa) è una citochina pleiotropica esercitando sia infiammatoria e attività di morte di cella e si è pensato di svolgere un ruolo nella patogenesi dell'aterosclerosi. Il presente studio è stato progettato per esaminare se l'analogo raloxifene, LY117018 potrebbe inibire apoptosi indotta da TNF-alfa nelle cellule endoteliali vascolari e per chiarire i meccanismi coinvolti. Apoptosi delle cellule endoteliali è stato determinato dal test di frammentazione del DNA e l'attivazione di caspase-3. LY117018 inibita significativamente indotta da TNF-alfa caspase-3 attivazione e cellula del DNA frammentazione livelli nelle cellule endoteliali dell'arteria carotide bovina. L'effetto inibitorio di LY117018 è stata abolita da un antagonista del recettore estrogeno ICI 182.780. JNK, ERK1/2, p38 MAPK e Akt hanno dimostrato di agire come segnali apoptotic o anti-apoptotic. TNF-alfa stimola i livelli di fosforilazione di JNK, ERK1/2, p38 MAPK e Akt in cellule endoteliali vascolari. Apoptosi indotta da TNF-alfa è stato diminuito significativamente da SB203580, un inibitore di p38 MAPK o SP600125, un inibitore della JNK, ma è stato migliorato da un inibitore del pathway di ERK1/2, PD98059 o un inibitore del pathway PI3-chinasi/Akt, wortmannin. L'effetto anti-apoptotic di LY117018 stata abolita solo da PD98059 ma non è stata influenzata da inibitori per p38 MAPK, JNK o Akt. LY117018 stimolato l'ulteriore aumento della fosforilazione di ERK1/2 in cellule endoteliali trattato TNF-alfa, ma lo ha fatto non influiscono sui livelli di fosforilazione di JNK, p38 MAPK e Akt. Questi risultati suggeriscono che LY 110718 impedisce caspase-3 dipendente apoptosi indotta da TNF-alfa nelle cellule endoteliali vascolari attraverso l'attivazione dei recettori degli estrogeni e l'ERK1/2 signaling pathway.

Estrogeno Recettore-associazione Gene Associato Al Frammento 9 Espressione E Suo Significato Clinico in Cancro Testicolare

Abbiamo precedentemente dimostrato che estrogeno recettore-associazione associato al frammento 9 (EBAG9) è un tumore che promuove fattore nel carcinoma a cellule renali (Ogushi T, Cancer Res 2005; 65:3700). Qui, abbiamo valutato l'espressione EBAG9 e suo significato clinico nei tessuti dei testicoli umani normali e maligni.

Proteina Precursore Dell'amiloide è Un Gene Bersaglio Primario Androgeno Che Promuove La Crescita Del Cancro Alla Prostata

Recettore degli androgeni (AR) è un fattore di trascrizione critica che regola diversi geni bersaglio e contribuisce alla Patofisiologia dell'ormone della prostata dipendente. Qui, ci identifichiamo la proteina precursore dell'amiloide (APP) come bersaglio primario androgeno mediante immunoprecipitazione della cromatina (ChIP) combinata con genoma affiancamento analisi matrice (truciolo-truciolo). DNA chIP-trattati sono stati ottenuti da cancro alla prostata LNCaP cellule con trattamento R1881 o veicolo utilizzando AR o acetilati anticorpi di istone H3. Associazione AR ligando-dipendente è stata ulteriormente arricchita con sottrazione di PCR. Utilizzando matrici cromosoma 21/22, APP abbiamo identificato come uno dei geni androgeno-regolato con siti di legame di AR funzionali adiacenti. Espressione di APP è androgeno-inducibile nelle cellule LNCaP e immunoreattività APP è stata correlata con la prognosi nei pazienti con cancro alla prostata. Guadagno di funzione e perdita della funzione studi hanno rivelato che l'APP favorisce la crescita tumorale del cancro alla prostata. Il presente studio rivela un romanzo pathway mediato APP responsabile della crescita del cancro alla prostata androgeno-dipendenti. I nostri risultati indicano che l'APP potrebbe essere un potenziale bersaglio molecolare per la diagnosi e il trattamento del cancro della prostata.

Confronto Degli Effetti Della Chinasi Inibitori Imatinib, Sorafenib E Inibitore Di Recettore Transforming Growth Factor-beta Su Stravaso Di Nanoparticelle Da Neovasculature

Ci sono un certo numero di inibitori della chinasi che regolano i componenti della neovasculature. In precedenza abbiamo segnalato l'uso di transforming growth factor (TGF)-inibitore di beta su neovasculature in modelli ricchi di stroma tumorale per aumentare la distribuzione intratumoral di nanoparticelle. Qui, abbiamo confrontato gli effetti di due altri inibitori della chinasi, imatinib e sorafenib, con inibitore di TGF-beta (LY364947) su stravaso di una nanoparticella modellata, 2 MDa destrano. In primo luogo abbiamo utilizzato un modello murino di neoangiogenesis, il Matrigel spina dosaggio, per confrontare neovasculature formata all'interno e intorno Matrigel plugs (regioni intraplug e periplug, rispettivamente). Intraplug vascolarizzazione era più fortemente Pericita coperto, considerando che il sistema vascolare periplug era meno coperto. In questo modello, inibitore di TGF-beta esposto il più potente effetto sul sistema vascolare intraplug in aumento stravaso di destrano, considerando che sorafenib ha avuto l'effetto più forte sul sistema vascolare periplug. Sebbene imatinib e TGF-beta inibitore ogni ridotta copertura Pericita, imatinib ridotto anche la densità dell'endotelio, causando una diminuzione nella fornitura globale di nanoparticelle. Questi risultati sono stati confermati in due modelli di tumore, il modello CT26 colon cancro e il modello di cancro al pancreas BxPC3. Il fenotipo della vascolarizzazione nel modello CT26 che somigliava nella regione di periplug, considerando che quest'ultimo che somigliava nella regione intraplug. Coerenti con questo, sorafenib più potentemente rafforzata l'accumulo delle nanoparticelle nel modello CT26, considerando che l'inibitore di TGF-beta ha fatto nel modello BxPC3. In conclusione, la strategia appropriata per l'ottimizzazione del sistema vascolare del tumore per le nanoparticelle possa differire a seconda del tipo di tumore e in particolare sul grado di copertura Pericita intorno il sistema vascolare.

EBAG9 è Un Fattore Prognostico E Promozione Tumorale Per Carcinoma Della Vescica

Upregulation di EBAG9 espressione è stata osservata in diversi tumori maligni quali mammario avanzato e tumori della prostata, che indica che EBAG9 può contribuire alla proliferazione tumorale. Nel presente studio, valutiamo il ruolo di EBAG9 nel cancro della vescica. Abbiamo generato umano vescica cancro EJ celle che stabilmente esprimono EBAG9 bandiera-Tag (EJ-EBAG9) o svuotare vector (EJ-vettore) e indagato se EBAG9 sovraespressione modula la crescita cellulare e la migrazione in vitro, nonché la formazione del tumore in vivo di EJ transfettanti nei modelli xenoinnesto di nudi topi BALB/c. EBAG9 sovraespressione promosso migrazione delle cellule EJ, mentre l'effetto di EBAG9 alla crescita delle cellule coltivate era piuttosto minima. Tumorigeno esperimenti in topi nudi hanno mostrato che le dimensioni dei tumori EJ-EBAG9-derivato è stato significativamente maggiore di tumori EJ-vettore-derivato. Studio della perdita di funzione, per EBAG9, utilizzando piccolo RNA interferente (siRNA) in xenotrapianti con cellule EJ parentale ha mostrato che l'iniezione intra-tumorale di siRNA EBAG9 ridotto notevolmente la formazione di tumore EJ rispetto al controllo siRNA. Inoltre, immunoistochimica studio per EBAG9 espressione è stata eseguita in 60 esemplari di cancro della vescica patologica. Immunostaining citoplasmatica intensa e diffusa è stata osservata nel 45% dei casi di cancro della vescica. Positivo EBAG9 immunoreattività era strettamente correlate con la prognosi dei pazienti (p = 0.0001) ed era un predittore prognostico indipendente per la sopravvivenza malattia-specifica in analisi multivariata (p = 0,003). I nostri risultati indicano che EBAG9 sarebbe un regolatore fondamentale della progressione del tumore e un potenziale marcatore prognostico per il cancro della vescica.

[Passato, Presente E Futuro Della Formazione Geriatrica in Giappone]

[Possono Statine Rallentano Il Processo Di Calcificazione Vascolare? Possibilità Di Terapia Ipolipemizzanti Ed Effetto Pleiotropico Di Trattamento Di Statin]

Calcificazione vascolare diffusa è una caratteristica onnipresente di invecchiamento ed è prevalente in associazione con diverse malattie aterosclerotiche. Inibitori dell'HMG-CoA reduttasi (statine) hanno dimostrati di esercitare una potenzialità protettivo contro malattie cardiovascolari attraverso l'ipolipemizzanti e/o loro effetti pleiotropici indipendenti. Recentemente, le statine sono stati ampiamente indagate come potenziali agenti terapeutici in grado di rallentare la progressione della calcificazione vascolare e valvola. Tuttavia, accumulando evidenze recenti mostrano che ci sono dati contrastanti per quanto riguarda gli effetti benefici delle statine sulla progressione della calcificazione cardiovascolare. In particolare, per quanto riguarda la calcificazione dell'arteria coronaria, che è dimostrato in grado di prevedere eventi coronarici, rimane ancora poco chiaro e controverso. Per affrontare il posizionamento delle statine come strategia terapeutica per calcificazione cardiovascolare più chiaramente, gli studi clinici di terapia intensiva con statine durante periodo a lungo termine è indispensabile in un prossimo futuro. Inoltre, la futura indagine sui meccanismi molecolari dettagliati come processo di calcificazione interessano le statine nelle cellule vascolari è necessario.

[Meccanismo Molecolare Dell'invecchiamento Vascolare: Impatto Della Calcificazione Delle Cellule Muscolari Lisce Vascolari Via Senescenza Cellulare]

Danno vascolare aterosclerotica associata con manifesto dell'invecchiamento caratteristiche diverse, vale a dire ateroma, sclerosi e calcificato cambiamento, portando infine ad eventi cardiovascolari (CV). Accumulando i rapporti recenti dimostrano l'importanza della senescenza cellulare in atherosclerogenesis; Tuttavia, alcuni rapporti hanno affrontato se senescenza cellulare è associata a calcificazione (SMC) di cellule muscolari lisce. Recente rapporto ha dimostrato che l'associazione di senescenti fenotipica cambia con trans-differenziazione osteoblastica nelle VSMC. Inoltre, i nostri nuovi risultati mostrano che la possibilità di azione dinamica delle sirtuine, che è ben noto come un gene della longevità, come un regolatore negativo nel cellulare calcificazione vascolare correlati senescenza. Strategie come gestire il cambiamento fenotipico senescente in VSMC può fornire nuove opportunità terapeutiche per la prevenzione della calcificazione vascolare.

Topi Knockout Di Pregnane X Ricevitore Display Osteopenia Con Formazione Ossea Ridotta E Riassorbimento Osseo Avanzato

Lo steroide e recettori xenobiotici (SXR) e dei suoi murino ortholog pregnane X recettori (PXR) sono recettori nucleari che sono espressi principalmente nel fegato e intestino dove funzionano come sensori di xenobiotici. Oltre al suo ruolo come un sensore di xenobiotico, precedenti studi nei nostri laboratori e altrove hanno identificato un ruolo per la SXR/PXR come mediatore dell'omeostasi ossea. Riportiamo tale eliminazione sistemica di PXR risultati in osteopenia marcata con fragilità meccanica nei topi femminili giovani come 4 mesi di età. La densità minerale ossea (BMD) di topi knockout (PXRKO) PXR era significativamente diminuita rispetto con la BMD di topi di wild-type (WT). Tomografia computata micro analisi delle ossa femorali trabecolare ha rivelato che la frazione di volume osseo tridimensionale dei topi PXRKO era marcatamente ridotta rispetto a quella dei topi WT. Histomorphometrical analisi delle ossa trabecolari nella tibia prossimale ha mostrato una notevole riduzione nell'osso massa nei topi PXRKO. Per quanto riguarda il turnover osseo delle ossa trabecolari, è ridurre la formazione di osso, considerando che il riassorbimento osseo è rafforzato nei topi PXRKO. Histomorphometrical analisi delle ossa corticali femorale ha rivelato una più grande zona corticale nei topi WT rispetto a quella in topi PXRKO. Topi WT avevano una larghezza corticale più spessa rispetto ai topi PXRKO. Test di flessione tre punti ha rivelato che questi fenotipi morfologici effettivamente causato fragilità meccanica. Infine, siero livelli di fosfato, calcio e fosfatasi alcalina erano immutati nei topi PXRKO confrontati con WT coerenti con i nostri precedenti risultati, concludiamo che SXR/PXR promuove la formazione ossea e sopprime il riassorbimento osseo, cementando così un ruolo per la SXR/PXR come un regolatore chiave dell'omeostasi ossea.

Accumulo Di Grasso Viscerale E Fattore Di Rischio Metabolico Clustering in Adulti Più Anziani

Per esaminare la relazione tra viscerale zona grasso (VFA) valutato usando computato scansioni di tomografia computerizzata (TC) e il numero di fattori di rischio metabolici in adulti più anziani.

Induzione Di Endoteliale Di Ossido Nitrico Sintasi, SIRT1 E Catalasi Da Statine Inibisce La Senescenza Endotelio Attraverso Il Pathway Di Akt

Le statine (3-idrossi-3-metilglutaril-coenzima A reduttasi inibitori) effetti pleiotropici vascolare protettivo oltre ad abbassare il colesterolo. Recentemente, studi sperimentali e clinici hanno indicato che la senescenza delle cellule endoteliali è coinvolto nell'aterogenesi e disfunzione endoteliale. Pertanto, il presente studio è stato eseguito per determinare se le statine ridurrebbe senescenza endoteliale e di chiarire i meccanismi molecolari sottostanti la proprietà antisenescent delle statine.

Effetti Del Testosterone Negli Uomini Anziani Con Decadimento Cognitivo Lieve-moderata

Identificazione Delle Non-sinonimi Polimorfismi Nel Gene WDSOF1 Come Indicatori Di Suscettibilità Romanzo Per La Densità Minerale Dell'osso Basso in Donne Postmenopausal Giapponesi

Fattori genetici sono importanti per lo sviluppo dell'osteoporosi. Durante la ricerca per nuovi marcatori di polimorfismi a singolo nucleotide (SNPs) associati con la densità minerale ossea (BMD) eseguendo una schermata SNP su larga scala con 251 giapponese nelle donne in postmenopausa che utilizzano 50 K matrice di SNP, abbiamo qui focalizzata su rs1370005 nel WD ripetizioni e SOF1 dominio-contenente (WDSOF1) gene perché avremmo trovato varianti comuni non sinonimi in questo gene WDSOF1. L'analisi di linkage disequilibrium (LD) nel gene WDSOF1 rivelato che rs1370005 e 3 altri SNPs non sinonimo (Arg47Ser, Pro108Leu e Ile194Val) si trovano in una regione di 30 kb di alta LD. Quantitative Real-Time PCR (qRT-PCR) analisi ha mostrato che WDSOF1 mRNA è stata espressa in mouse primario osteoblasti e osteoclasti, suggerendo che WDSOF1 interpreta alcuni ruoli nel metabolismo osseo. Abbiamo esaminato i 3 SNPs non sinonimo WDSOF1 gene nelle donne in postmenopausa giapponese 750. Un test di tendenza ha mostrato che genotipi Arg47Ser, Pro108Leu e Ile194Val erano significativi associati con total body BMD (Arg47Ser; P = 0.021, Pro108Leu; P = 0,022 e Ile194Val; P = 0.009). Abbiamo anche confrontato i punteggi Z per total body BMD tra i soggetti recanti almeno un allele minore e quelli manca l'allele minore utilizzando il test t spaiato. Soggetti con uno o due alleli minori erano significativamente più bassi punteggi Z per total body BMD (Arg47Ser; P = 0.010, Pro108Leu; P = 0.019 e Ile194Val; P = 0.003). Il presente studio suggerisce che questi polimorfismi non sinonimi WDSOF1 svolgono un ruolo nella suscettibilità genetica per l'osteoporosi.

Effetti Della Supplementazione Di Deidroepiandrosterone Sulla Funzione Cognitiva E Attività Della Vita Quotidiana in Donne Anziane Con Lieve Deficit Cognitivo Moderato

Ci sono poche prove che deidroepiandrosterone (DHEA) ha effetti benefici sulle funzioni fisiche e psicologiche in donne più anziane. Abbiamo studiato l'effetto della supplementazione di DHEA sulla funzione cognitiva e ADL in donne anziane con deficit cognitivo.

Coinvolgimento Del Recettore Degli Androgeni Nella Produzione Di Ossido Nitrico Indotto Da Icariina in Cellule Endoteliali Di Vena Ombelicale Umana

Icariina, un flavonoide isolato da herba Epimedii, stimolata fosforilazione di endoteliale di ossido nitrico sintasi (eNOS) presso Ser1177, Akt (Ser473) ed ERK1/2 (Thr202/Tyr204). La fosforilazione di eNOS icariina-indotta è stata abolita da un antagonista del recettore (AR) androgeno, nilutamide in cellule endoteliali di vena ombelicale umana (HUVECs). Inoltre, è stato anche ridotto nelle celle transfected con piccolo RNA interferente in cui era suddiviso l'espressione di AR. La fosforilazione di eNOS icariina-indotta è stata inibita da wortmannin, un inibitore di fosfatidilinositolo 3-chinasi (PI3K) e parzialmente attenuata da PD98059, un inibitore a monte per ERK1/2. Questi dati suggeriscono che icariina stimola il rilascio di NO tramite l'attivazione dell'AR-dipendente di eNOS in HUVECs. PI3K/Akt e MAPK-ERK (MEK) chinasi ERK1/2 percorsi sono stati coinvolti nella fosforilazione di eNOS di icariina.

Associazione Del Basso Di Testosterone Con Sindrome Metabolica E Dei Suoi Componenti in Uomini Di Mezza Età Giapponesi

Studi epidemiologici hanno dimostrato che il testosterone basso è associato con sindrome metabolica (MetS) negli uomini caucasici. Abbiamo valutato se il livello di testosterone è correlata alla prevalenza dei MetS in uomini di mezza età giapponese. Nel 194 uomini 30-64 anni (49 + 9) è stata condotta un'indagine trasversale. Prelievo di sangue è stato eseguito al mattino dopo un 12-h veloce, ed è stata analizzata la relazione tra ormone plasma e MetS. Basso di testosterone totale è stato associato con MetS secondo i criteri giapponesi (HRs di 2.02 da quartile di testosterone; 95% CI = 1,43-2,87) e i criteri dell'International Diabetes Federation (HRs di 1.68 dal quartile di testosterone; 95% CI = 1,25-2,25). Analisi di regressione di età-regolato ha rivelato che il testosterone è stato significativamente correlato ai parametri dell'obesità MetS (beta =-0.365 e-0.343 per la circonferenza della vita e il corpo di massa indice, rispettivamente), ipertensione (beta =-0.278 e-0.157 per la pressione sistolica e diastolica pressione sanguigna, rispettivamente), dislipidemia (beta =-0.242 e 0.228 per trigliceridi e colesterolo lipoproteine ad alta densità, rispettivamente), insulino-resistenza (beta =-0.253 e-0.333 per digiuno plasma glucosio e omeostasi modello valutazione dell'insulino-resistenzarispettivamente) e l'adiponectina (beta = 0.216). L'inclusione della circonferenza della vita nel modello indebolito in gran parte l'associazione di testosterone con altri fattori di rischio metabolici. Al contrario, estradiolo alto è stato associato con MetS e i relativi parametri, principalmente attribuendo la correlazione positiva tra estradiolo e l'obesità. Deidroepiandrosterone solfato non era associato con MetS o i suoi parametri. Questi risultati suggeriscono che il testosterone basso è associato con MetS e i relativi parametri in uomini di mezza età giapponesi. L'associazione tra estradiolo e MetS necessita di ulteriori indagini.

[Un Caso Di Encefalite Limbica Con Carcinoma Polmonare a Piccole Cellule in Cui La Funzione Cognitiva Migliorata E Redeteriorated Durante La Terapia Del Tumore]

Riportiamo i risultati per quanto riguarda un uomo di 70 anni con encefalite limbica paraneoplastica. Ha presentato con un capo denuncia dell'incapacità di ricordare gli eventi. Era stato bene fino a un mese prima di essere ammessi, e poi improvvisamente iniziò a mostrare amnesia progressiva. Al momento del ricovero, punteggio del paziente sulla rivista Hasegawa demenza scala (HDS-R) hanno mostrato un calo di 13/30, indicando così l'esistenza di grave disorientamento e una memoria alterata. Il cervello CT ed EEG ha mostrato nessun anomalie specifiche e un'analisi del liquido cerebrospinale hanno mostrato solo un lieve aumento del livello di proteine totali. Una pellicola a raggi x del torace ha rivelato una massa in ILO destro, mentre un'analisi istologica del campione sottoposto a biopsia finalmente stabilito una diagnosi di carcinoma polmonare a piccole cellule. La FDG-PET e la risonanza magnetica cerebrale avanzata hanno mostrato una singola piccola lesione metastatica nel cervelletto. Dopo il 1 ° corso di chemioterapia e radiazioni intero cervello, funzione cognitiva, soprattutto la memoria a breve termine, notevolmente migliorata e il punteggio di HDS-R aumentata a 21/30. Tuttavia, il tumore nuovamente aumentato in dimensioni durante i corsi di 3(rd) e 4(th) di chemioterapia. È interessante notare che, la funzione cognitiva anche peggiorato nuovamente e il punteggio di HDS-R rifiutò di 15/30, 20 settimane dopo l'inizio della chemioterapia. Encefalite limbica può essere associata a tumori maligni, come il carcinoma polmonare a piccole cellule, e alcuni segnalati casi hanno mostrato un miglioramento cognitivo dopo la terapia del tumore. Nel nostro caso, abbiamo anche osservato un reworsening della funzione cognitiva in associazione con il chemoresistence acquisite.

SIRT1/eNOS Asse Come Un Potenziale Obiettivo Contro La Senescenza Vascolare, Disfunzione E L'aterosclerosi

SIR2 (silent informazioni regolatore-2), un NAD (+)-deacetylase dell'istone dipendente, è altamente conservata negli organismi che vanno da archaea agli esseri umani. Lievito Sir2 è responsabile del silenziamento a sequenze di DNA ripetute in accoppiamento-tipo loci, telomeri e rDNA e svolge un ruolo critico nella riparazione del DNA, resistenza e longevità.Il fenomeno dell'invecchiamento umano è noto per essere un fattore di rischio cardiovascolare critico. Senescenza delle cellule endoteliali è stato proposto di essere coinvolti nell'aterogenesi e disfunzione vascolare. Studi recenti hanno dimostrato che nei mammiferi Sirt1 NAD (+)-dipendente dalla proteina deacetylase, l'omologo più vicina di Sir2, regola l'angiogenesi vascolare, l'omeostasi e senescenza. Questa recensione si concentra su SIRT1 come un potenziale bersaglio terapeutico contro l'aterosclerosi.

Attivazione Dipendente Dal Recettore Androgeno Sintasi Endoteliale Di Ossido Nitrico Nelle Cellule Endothelial Vascolare: Ruolo Del Fosfatidilinositolo 3-chinasi/akt Pathway

I meccanismi di vasodilatazione indotta dal testosterone non sono pienamente compresi. Questo studio indagato l'effetto del testosterone sulla sintesi di ossido nitrico (NO) e del suo meccanismo molecolare utilizzando cellule endoteliali aortiche umane (HAEC). Testosterone a concentrazioni fisiologiche (1-100 nm) non induce un aumento rapido (15-30 min) in nessuna produzione, che è stato associato con la fosforilazione e l'attivazione dell'endotelio sintasi (eNOS). Quindi, il coinvolgimento del recettore degli androgeni (AR), che è abbondantemente espresso in HAEC, è stato esaminato. L'effetto del testosterone su attivazione di eNOS e nessuna produzione vennero aboliti dal pretrattamento con un AR antagonista nilutamide e dalla transfezione con interferenza piccolo RNA di AR. In contrasto, la fosforilazione indotta dal testosterone eNOS era immutata dal pretrattamento con un inibitore dell'aromatasi o di transfezione con ERalpha piccola interferenza RNA. 5 α-diidrotestosterone, un androgeno nonaromatizable, stimolata anche la fosforilazione di eNOS. Successivamente, la cascata di segnalazione che porta alla fosforilazione di eNOS fu esplorata. Testosterone stimolato rapida fosforilazione di Akt in maniera tempo - e dose-dipendente, con massima risposta a 15-60 min. La rapida fosforilazione di eNOS o nessuna produzione indotta dal testosterone è stata inibita da Akt inibitore SH-5 o wortmannin 3-chinasi inibitore fosfatidilinositolo (PI). Analisi di co-immunoprecipitazione ha rivelato un'interazione di testosterone-dipendente tra AR e la subunità p85alpha del PI3 chinasi. In conclusione, testosterone non induce rapidamente produzione tramite attivazione AR-dipendente di eNOS in HAEC. Attivazione della PI3-chinasi/Akt signaling e l'interazione diretta di AR con p85alpha sono coinvolti, almeno in parte, nella fosforilazione di eNOS.

Glucocorticoide-indotto Del Gene 63 Contenente Motivo Tripartito (TRIM63) Promuove La Differenziazione Delle Cellule Osteoblastiche

I glucocorticoidi esercitano la loro funzione dalla regolazione glucocorticoide-reattive geni attraverso l'interazione con glucocorticoidi recettore alfa (GRalpha), un recettore nucleare. I glucocorticoidi influenzano anche il metabolismo dell'osso; Ciò è dimostrato dal fatto che GRalpha è espresso in diversi tipi di cellule nel tessuto osseo, inclusi osteoblasti, osteociti, osteoclasti, cellule mononucleari nel midollo osseo e condrociti ipertrofica. I glucocorticoidi sono noti per indurre la formazione di osso e differenziazione osteoblastica. Tuttavia, questo effetto dei glucocorticoidi sul tessuto osseo è ancora controverso poiché uso a lungo termine dei risultati di glucocorticoidi in osteoporosi in vivo. Per identificare geni glucocorticoide-regolato nelle cellule osteoblastiche umane, SaOS2 cellule sono state trattate con desametasone (10(-8) M) per 6 ore e poi sono stati sottoposti ad analisi di microarray. Geni come C/EBPdelta, DUSP1, Per1 e TRIM63 sono stati trovati per essere indotta da Desametasone. L'induzione della trascrizione del mRNA di questi geni di desametasone (10(-8) M, 10(-7) M e 10(-6) M) è stata confermata da quantitative Real-Time polymerase chain reaction (PCR). TRIM63, chiamato anche muscolo-specifico anello dito proteina 1 (MuRF1), è stato segnalato per essere una E3 ubiquitina ligasi espressa principalmente nel tessuto muscolare. SaOS2 cellule con sovraesprimono relativa TRIM63 esogeno ha mostrato maggiore espressione di un gene marcatore differenziazione osteoblastica, fosfatasi alcalina, con ridotta proliferazione. Questi risultati suggeriscono che la TRIM63 è un candidato per geni mediando la promozione glucocorticoide-indotto della differenziazione osteoblastica.

Espressione Differenziale Di Recettori Estrogeno-correlate Beta E Gamma (ERRbeta Ed ERRgamma) E Loro Significato Clinico Nel Cancro Alla Prostata Umano

Recettore estrogeno-correlate (ERR) è un recettore nucleare che modula l'estrogeno-signaling pathway. Qui, abbiamo studiato l'espressione di ERRbeta e di ERRgamma nei tessuti umani della prostata. Utilizzando originale coniglio policlonale anti-ERRbeta e gli anticorpi anti-ERRgamma, l'espressione di ERRbeta ed ERRgamma è stata valutata mediante analisi immunoistochimica delle lesioni cancerose (n = 107) e foci benigne (n = 92), ottenuto da prostatectomia radicale. Vetrini colorati sono stati valutati per la proporzione di cellule immunoreattive e loro intensità di colorazione. Gol di immunoreattività totale (gol di IR; gamma, 0-8) sono stati calcolati come la somma dei punteggi proporzione e intensità. Il rapporto tra le caratteristiche di Filipek dei pazienti e l'espressione dei tre ERRs (ERRalpha, ERR beta e gamma ERR) è stata valutata. Gol di IR per ERRbeta ed ERRgamma erano significativamente inferiore nelle lesioni cancerose che nelle foci benigne (P < 0.0001, per entrambi). Filipek analisi ha rivelato che i pazienti con Bassi punteggi ERRgamma IR (< o = 4) tendono a mostrare scarsa sopravvivenza cancro-specifica (P = 0,07). Poi, abbiamo utilizzato i dati dal nostro precedente studio (Fujimura T., Int J Cancer, 2007; 120:2325-30). I pazienti con un IR alta punteggio per ERRalpha e un punteggio basso per ERRgamma ha dimostrato significativamente più povera cancro-specifici sopravvivenza rispetto a quelli con un basso punteggio IR per ERRalpha e un punteggio alto per ERRgamma (P = 0.0003). Abbiamo dimostrato l'espressione differenziale di ERRbeta ed ERRgamma nel tessuto prostatico. La valutazione combinata dell'espressione di ERRalpha ed ERRgamma potrebbe essere un fattore prognostico significativo per il cancro alla prostata.

Cambiamenti Legati All'età Nei Livelli Plasmatici Di Androgeni E La Loro Associazione Con Fattori Di Rischio Cardiovascolari Nel Maschio Giapponese Impiegati

Per valutare il cambiamento nei livelli plasmatici di androgeni in uomini di mezza età sani e se tutti i parametri clinici sono associati con i cambiamenti ormonali legati all'età.

Transattivazione Dipendente Dal Recettore Degli Androgeni Del Gene Specifico Arresto Di Crescita 6 Media Effetti Inibitori Del Testosterone Su Calcificazione Vascolare

Recenti studi epidemiologici hanno trovato che il deficit di androgeni è associato con una maggiore incidenza di malattie cardiovascolari negli uomini. Tuttavia, poco si sa circa il meccanismo sottostante gli effetti cardioprotettivi degli androgeni. Qui vi mostriamo gli effetti inibitori del testosterone su calcificazione vascolare e una calcificazione del ruolo critico del recettore degli androgeni (AR) - transattivazione dipendente del gene specifico arresto di crescita 6 (Gas6), un regolatore chiave di fosfato inorganico (P(i)) - indotta delle cellule muscolari lisce vascolari (VSMC). Diidrotestosterone androgeni testosterone e nonaromatizable inibito P (i)-indotta da calcificazione delle VSMC aortica umana in modo concentrazione-dipendente. Androgeni inibiscono P (i)-induced VSMC apoptosi, un processo essenziale per calcificazione VSMC. Gli effetti sulla calcificazione VSMC erano mediati dal restauro di P (i)-indotta down-regulation dell'espressione Gas6 e una successiva riduzione della fosforilazione di Akt. Questi effetti di androgeni sono stati bloccati da un antagonista di AR, flutamide, ma non da un antagonista del recettore degli estrogeni, ICI 182.780. Poi abbiamo esplorato il ruolo meccanicistico di AR nell'espressione Gas6 e trovato abbondante espressione di AR prevalentemente nel nucleo delle VSMC e due sequenze di consenso sono nella regione del promotore Gas6. Diidrotestosterone stimolato Gas6 attività di promotore, e questo effetto è stato abrogato da flutamide e AR siRNA. Mutazione site specific ha rivelato che il prossimale sono era essenziale per la transattivazione androgeno-dipendenti della Gas6. Inoltre, dosaggi di immunoprecipitazione della cromatina ha dimostrato il legame ligando-dipendente dell'AR per il prossimale sono di Gas6. Questi risultati indicano che AR segnalazione direttamente regola la trascrizione Gas6, conduce alla inibizione della calcificazione vascolare, che fornisce una visione meccanicistica dell'azione cardioprotettivi degli androgeni.

Calcificazione Dell'arco Aortico Rilevabile Sulla Radiografia Del Torace è Un Forte Predittore Indipendente Di Eventi Cardiovascolari Oltre I Tradizionali Fattori Di Rischio

Calcificazione arteriosa, rende più difficile la gestione di emodinamica. Alcuni rapporti hanno dimostrato precedentemente che semplice valutazione della calcificazione aortica mediante radiografia è associata a eventi cardiovascolari (CV); Tuttavia, questi studi semplicemente ha valutati se la calcificazione aortica era assente o solo, senza considerare la sua estensione. Qui, abbiamo valutato la validità di una categoria di calcificazione dell'arco aortico (AAC) di prevedere nuovi eventi CV.

Basso Livello Di Testosterone Come Un Predittore Di Eventi Cardiovascolari Negli Uomini Giapponesi Con Fattori Di Rischio Coronarici

Recenti studi epidemiologici hanno trovato che la carenza di testosterone è associata a più alta mortalità in gran parte a causa di malattie cardiovascolari (CV) in comunità-abitazione di uomini più anziani. Abbiamo valutato se un livello di testosterone basso plasma potrebbe predire eventi cardiovascolari in uomini di mezza età giapponesi con fattori di rischio coronarici.

Associazione Del Polimorfismo Promotore HTRA1 Con Degenerazione Del Disco Vertebrale Nelle Donne Giapponesi

HTRA1 (ad alta temperatura requisito A1) è stato implicato nella modulazione delle varie patologie di malattia. HTRA1 espressione è sovraregolati articolazioni osteoartritiche, suggerendo che può contribuire allo sviluppo di questa malattia debilitante. Inoltre, i rapporti recenti hanno dimostrato che il rs11200638, un polimorfismo a singolo nucleotide (SNP) nella regione del promotore del gene HTRA1, è fortemente associato con un aumento della prevalenza della degenerazione maculare legata all'età (AMD). Nel presente studio, abbiamo esaminato l'espressione di HTRA1 nei condrociti primari umani e un'associazione tra il SNP rs11200638 e radiografiche caratteristiche di degenerazione del disco vertebrale nelle donne in postmenopausa giapponese in 513. HTRA1 mRNA è stato rilevato e aumentata dal trattamento di TGF-beta in condrociti umani primari. Come uno studio di associazione del rs11200638 SNP del gene HTRA1, i soggetti senza l'allele G (AA; n = 89) aveva significativamente maggiore spazio disco spinale restringimento punteggio rispetto i soggetti recanti almeno un allele G (GG + GA; n = 424) (P = 0.0292). Abbiamo trovato che soggetti senza l'allele G (AA) sono stati significativamente sovrarappresentati nelle materie aventi un più alto (&gt; o = 4) restringimento punteggio di spazio su disco (P = 0,013; odds ratio 1,97; intervallo di confidenza del 95% 1,15-3,37 mediante l'analisi di regressione logistica). Una variazione genetica presso il locus di promotore del gene HTRA1 è associata a degenerazione del disco spinale, suggerendo un coinvolgimento del gene HTRA1 in osteoartrite.

Politerapia Come Un Rischio Per La Caduta Occorrenza in Pazienti Geriatrici

Obiettivo: Per indagare i predittori di cadute, come comorbidità e farmaco, in pazienti geriatrici esterni in una longitudinale osservazionale studio. Metodi: Un totale di 172 pazienti ambulatoriali (45 uomini e 126 donne, significa età 76,9 ± 7,0 anni) sono stati valutati. Esame fisico, la storia clinica e profilo farmaco sono stati ottenuti da ogni paziente al basale. Questi pazienti sono stati seguiti per fino a 2 anni e cadute sono stati segnalati spontaneamente ai loro medici. I fattori associati a cadute sono stati analizzati statisticamente. Risultati: Un totale di 32 pazienti esperti cade entro 2 anni. Su analisi univariata, età avanzata, l'osteoporosi, numero di condizioni di comorbidità e numero di farmaci sono stati significativamente associati con cadute entro 2 anni. Su analisi di regressione logistica multipla, il numero di farmaci è stato associato con cascate, indipendentemente da età, sesso, numero di condizioni di comorbidità e altri fattori che sono stati associati in modo significativo in analisi univariata. Una curva ricevitore-operatore di valutare il valore di cut-off ottimale per il numero di farmaci hanno dimostrato che assumendo cinque o più farmaci è stato un rischio significativo. Conclusione: In pazienti geriatrici, politerapia è associato con cascate. Studi di intervento sono necessari per chiarire il rapporto di causalità tra la politerapia, comorbidità e cadute. Int Geriatr Gerontol 2011; ••: ••-••.

PROX1 Sopprime Attività Transcriptional Vitamina K-indotta Di Steroide E Recettori Xenobiotici

Steroidi e recettori xenobiotici (SXR) appartiene alla superfamiglia dei recettori nucleari. È stato dimostrato che gli acidi di bile secondari come l'acido lithocholic e diversi composti chimici quali la rifampicina potrebbero essere ligandi per questo recettore. Recentemente, abbiamo dimostrato che la vitamina K2 serve anche come un ligando per SXR e attivazione di SXR di vitamina K2 soppressa la proliferazione e la motilità delle cellule (HCC) carcinoma epatocellulare. Per analizzare la funzione di SXR in cellule di HCC, noi overexpressed esogeno SXR doppia marcatura con bandiera e HA in una linea di cellule HCC, cellule HepG2 e purificato molecole SXR-associazione di immunoprecipitazione da estratti nucleari di queste cellule. Diverse molecole di associazione sono stati identificati mediante analisi TOF-MS. Una delle molecole SXR-associazione era un fattore di trascrizione PROX1. Abbiamo confermato l'interazione di PROX1 e SXR nelle cellule HEK293. Quindi, abbiamo dimostrato che il dominio AF2 di SXR è necessaria per l'associazione con PROX1. Abbiamo ulteriormente dimostrato che PROX1 regolato negativamente l'attività trascrizionale di SXR mediante analisi del promotore del gene bersaglio SXR. Questi risultati suggeriscono che PROX1 negativamente potrebbe regolare SXR segnali in alcune cellule tumorali, come ad esempio cellule HCC, dove sono espressi sia SXR e PROX1.

Le Azioni Della Società Geriatrica in Risposta Al 2011 Giappone Fuori Il Litorale Pacifico Di Tohoku Terremoto: Prima Relazione

Apnea Ostruttiva Del Sonno Aggrava La Disfunzione Endoteliale in Persone Con Sindrome Metabolica

Funzionalità Polmonare Associato a Essere Sottopeso Negli Uomini Anziani

1 Sirtuine Ritarda La Calcificazione Iperfosfatemia-indotta Delle Cellule Muscolari Lisce Vascolari

Calcificazione arteriosa è associata con le malattie cardiovascolari come complicanza dell'aterosclerosi avanzata. Cellule vascolari età manifestano alcune caratteristiche morfologiche di un fenotipo senescente. Studi recenti hanno dimostrato che nei mammiferi sirtuine 1 (SIRT1), un deacetylase dell'istone, è un'eccitante destinazione per la gestione delle malattie cardiovascolari. Qui, abbiamo studiato il ruolo di SIRT1 in un modello di calcificazione delle cellule muscolari lisce vascolari (SMCs).

ARFGAP3, Un Gene Bersaglio Degli Androgeni, Promuove La Migrazione E La Proliferazione Delle Cellule Di Cancro Alla Prostata

ADP ribosylation fattore proteina Gap 3 (ARFGAP3) è una proteina gap che associa l'apparato di Golgi e regola il pathway traffico vescicolare. Nel presente studio, abbiamo esaminato il contributo di ARFGAP3 di biologia delle cellule di cancro alla prostata. Abbiamo dimostrato che espressione di arfgap3 è stata indotta da 100 nM di diidrotestosterone (DHT) a livello del mRNA e la proteina nelle cellule LNCaP androgeno-sensibili. Abbiamo generato transfettanti stabile di cellule LNCaP con bandiera-Tag ARFGAP3 o un vettore vuoto di controllo e ha mostrato che ARFGAP3 sovraespressione promosso la proliferazione cellulare e la migrazione rispetto a cellule di controllo. Abbiamo scoperto che ARFGAP3 ha interagito con paxillin, una proteina dell'adattatore adesione focale che è importante per la migrazione e mobilità delle cellule. Small interfering RNA (siRNA)-mediata atterramento di ARFGAP3 ha dimostrato che ARFGAP3 siRNA marcatamente ridotta crescita delle cellule LNCaP. Recettore degli androgeni (AR)-attività di transattivazione dipendente su rinforzatore di antigene prostatico specifico (PSA) in sinergia è stata promossa dalla ARFGAP3 esogeno e paxillin espressione, come dimostrato dalle analisi di luciferase nelle cellule LNCaP. Così, i nostri risultati suggeriscono che la ARFGAP3 è un romanzo gene androgeno-regolato che promozione la proliferazione delle cellule di cancro alla prostata e migrazione in collaborazione con paxillin.

Associazione Di Politerapia Con Caduta Rischio Tra I Pazienti Geriatrici

Per indagare l'associazione del rischio di caduta con comorbidità e farmaci in pazienti geriatrici esterni in un disegno della sezione trasversale.

[Controllo Infiammatoria Malattie Lifestyle-relative E Metabolismo Osseo]

Recenti scoperte suggeriscono che l'infiammazione cronica è coinvolto nello stile di vita correlati a malattie e l'osteoporosi. Membri della superfamiglia dei recettori nucleari hanno effetti normativi sui processi infiammatori e cytokine risposte che contribuiscono alla prevenzione e trattamento di alto malattie. Qui, gli studi recenti sono descritti che questi recettori nucleari hanno ruoli normativi chiamati l nelle malattie infiammatorie croniche, attraverso le loro interazioni con fattori di trascrizione e sistemi di segnalazione cellulare.

Stratificazione Basato Sulla Sindrome Metabolica Come Bene Come Non - Metabolici Di Rischio Fattori Di Rischio Nella Valutazione Dell'aterosclerosi Carotidea

Abbiamo mirato a sviluppare un nuovo approccio alla stratificazione del rischio con sindrome metabolica, così come i tradizionali fattori di rischio non metabolici e di esaminare la validità nell'aterosclerosi carotidea.

La Calcificazione Dell'arteria Coronaria E Malattia Cerebrale Piccolo Vascello. Associazione Di Aterosclerosi Sistemica

Livelli Plasmatici Di Ormoni Sessuali E La Mortalità in Donne E Uomini Anziani Disabili

Per indagare la relazione tra livelli di ormoni sessuali e conseguente mortalità in anziani disabili circolanti.

Polimorfismo a Singolo Nucleotide Nel Hyaluronan E Proteoglycan Link Proteina 1 (HAPLN1) Gene è Associata a Degenerazione Formazione E Disco Spinale Osteofita in Donne Giapponesi

L'artrosi vertebrale compreso degenerazione del disco è una condizione molto comune in assiale scheletri di persone anziane. Recentemente, l'artrosi vertebrale ha dimostrato di essere influenzato da specifici fattori di rischio genetici. Osteofiti vertebrali, piastra terminale sclerosi e restringimento del disco intervertebrale sono riconosciute come caratteristiche radiografiche di degenerazione del disco intervertebrale. HAPLN1 è un componente fondamentale della matrice extracellulare della cartilagine; quindi, variazioni di questo gene possono influenzare la patogenesi delle malattie legate alla cartilagine come degenerazione spinale. Qui, noi esaminare l'associazione tra un polimorfismo del gene dell'HAPLN1 e le caratteristiche radiografiche di degenerazione spinale. Abbiamo valutato il grado di sclerosi piastra terminale, formazione di osteofiti e restringimento nelle donne in postmenopausa giapponese 622 di spazio su disco. Quattro SNPs in HAPLN1 gene-in 5' che fiancheggiano la regione, introne 1, introne 2 e introne 4-sono stati analizzati con il metodo di reazione a catena della polimerasi TaqMan. Abbiamo trovato che, rispetto ai soggetti con genotipo CC o CT, quelli con genotipo TT per un SNP all'introne 2 (rs179851) sono stati significativamente sovrarappresentati tra i soggetti con punteggi più elevati per la formazione di osteofiti (P = 0.0001; odds ratio 2.12; 95% intervallo di confidenza 1,45-3.11, come determinato da un'analisi di regressione logistica) e restringimento dello spazio del disco (P = 0.0057; odds ratio 1,83; 95% intervallo di confidenza 1.19-2,83). Coerente con il coinvolgimento del gene HAPLN1 nel metabolismo della cartilagine, una variazione di un determinato locus gene HAPLN1 può essere associata a degenerazione spinale.

Carenza Di Testosterone Accelera L'invecchiamento Neuronale E Vascolare Dei Topi SAMP8: Ruolo Protettivo Di ENOS E SIRT1

Lo stress ossidativo e patologie vascolari aterosclerosi-correlati sono fattori di rischio per il declino cognitivo con l'invecchiamento. In un piccolo studio clinico negli uomini, testosterone migliorata funzione cognitiva; Tuttavia, non si sa come testosterone migliora la patogenesi del declino cognitivo con l'invecchiamento. Qui, abbiamo indagato se il declino cognitivo in senescenza accelerata del mouse inclini 8 (SAMP8), quali Mostre cognitivo e ipogonadismo, potrebbe essere invertito dal testosterone e il meccanismo da cui testosterone inibisce il declino cognitivo. Abbiamo trovato che il trattamento con testosterone migliorata funzione cognitiva e inibito la senescenza di hippocampal cellule endothelial vascolare di SAMP8. In particolare, SAMP8 ha mostrato l'aumento dello stress ossidativo nell'ippocampo. Abbiamo osservato che un NAD (+)-dipendente, il deacetylase SIRT1, giocò un ruolo importante nell'effetto protettivo del testosterone contro ossidativo stress-induced endothelial senescenza. Testosterone aumento dell'attività di eNOS e successivamente indotta da espressione di SIRT1. SIRT1 inibito senescenza endotelio tramite up-regulation di eNOS. Infine, vi abbiamo mostrato, usando il sistema co-culture, che le cellule endoteliali senescenti promosso senescenza neuronale attraverso fattori umorali. I nostri risultati suggeriscono un ruolo critico di testosterone e SIRT1 nella prevenzione dell'invecchiamento vascolare e neuronali.

Verso La Realizzazione Di Una Società Migliore Età: I Messaggi Di Gerontologia E Geriatria

1. BACKGROUND: Recenti avanzamenti medici e i miglioramenti nell'approvvigionamento di cibo e igiene hanno portato in Giappone avendo l'aspettativa di vita più lunga del mondo. Negli ultimi 50 anni, è aumentata la percentuale di popolazione anziana quadruplicata dal 5,7% nel 1960 al 23,1% nel 2010. Questo cambiamento si è verificato presso il tasso più veloce del mondo. Confrontato con la Francia, dove la percentuale di popolazione anziana è aumentata solo duplice negli ultimi 100 anni, società giapponese è l'invecchiamento ad un tasso senza precedenti. Inoltre, la percentuale di molto anziano (all'età di 75 anni e oltre), composto da più persone fragili, superato il 10% della popolazione della nazione in 2008. In tale situazione, molti anziani giapponesi desiderano trascorrere i loro ultimi anni sani e desiderano ottenere grandi successi nella loro vita. Per ottenere che, piuttosto che considerare un invecchiamento della popolazione come un fenomeno sociale negativo, dobbiamo creare una società dove persone anziane possono godere di una vita sana, prospera attraverso la partecipazione sociale e il contributo. I fattori che ostacolano gli anziani di condurre una vita sana includono vari problemi psicologici e sociali che si verificano in età più avanzata, come pure un'alta incidenza di malattie. Pertanto, gerontologia, che si concentra sulla promozione della salute degli anziani da che comprende lo studio del benessere sociale, psicologia, ambiente e sistemi sociali; e geriatria, che si concentra sulla salute delle persone anziane ed effettuata la ricerca, istruzione e pratiche per promuovere la salute negli anziani, stanno diventando sempre più importante. Inoltre, insieme al bisogno di cura multidisciplinare sostenere medicina geriatrica, è atteso lo sviluppo di un sistema di formazione completa per anziani-professionisti. Così, ora dobbiamo riconoscere l'importanza di gerontologia e geriatria, e una riforma dei servizi di sanità dovrebbe essere fatto al fine di far fronte con la società prossime all'età. Invecchiamento della popolazione è un fenomeno globale. Le azioni dal Giappone, società più invecchiata del mondo, sono stati strettamente guardate dal resto del mondo. Società invecchiato del Giappone è stato in posa non solo medico, problemi di cura e benessere, ma anche problemi complessi, strettamente associati con l'economia, industria e cultura. Pertanto, per risolvere questi problemi, un macroscopico integrazione e cooperazione tra le industrie, istituti di istruzione, amministrazione e comunità attraverso un approccio interdisciplinare tra cui la scienza medica, scienze infermieristiche, assistenza infermieristica, studi sociali, scienze sociali, ingegneria, psicologia, economia, religione ed etica dovrebbe essere fatto. Per quanto riguarda la promozione di Gerontologia, il "Comitato per stabilire un comunità per sostenibile invecchiato società scientifica" Consiglio di scienza del Giappone anche preparato una proposta e questo è stato annunciato il 20 aprile 2011. 2. Situazione attuale e problemi: (1) promozione della partecipazione sociale e il contributo delle persone anziane In Giappone, la manodopera complessiva forza tasso dovrebbe diminuire nel prossimo futuro come risultato il basso tasso di natalità e vita alta aspettativa. Al contrario, molte persone anziane, specialmente il giovane-vecchio, hanno sufficiente forza fisica per adempiere i loro doveri di lavoro e dare un contributo sociale. Per queste persone, una struttura sociale in cui gli anziani possano funzionare dovrebbe essere sviluppata attraverso la ri-educare le persone anziane e fornendo vari tipi di lavoro. Promozione della partecipazione sociale e il contributo degli anziani dovrebbe provocare un sostanziale aumento nella forza lavoro. Inoltre, si prevede inoltre di contribuire alla non solo la ripresa dell'attività economica nazionale attraverso un aumento nel consumo totale, ma anche una diminuzione del numero di persone anziane che sono probabili essere necessitante cura. Pertanto, in ordine per gli anziani a essere impegnato in varie attività sociali, strategie per lo sviluppo di una struttura sociale di rieducazione, vari Stati di occupazione e opportunità di occupazione devono essere preparate. Tuttavia, come il numero totale di posti di lavoro è fisso, dovrebbe anche considerare per giovani lavoratori. (2) Favorire medici specialisti per invecchiamento anziani spesso soffrono di molte malattie, insieme con le sindromi geriatriche con eziologie multiple. Segni e sintomi variano a seconda di ogni individuo e sono spesso atipici; Pertanto, i pazienti visitare diversi ospedali e ricevano molti test di screening e prescrizioni allo stesso tempo. Per risolvere questo problema, un sistema di screening efficace effettuata da un medico di assistenza primaria, e preservando privacy medicali condivisione dei dati tra ospedali e cliniche sono necessari. In una regolazione clinica geriatrica, professionisti di salute-cura dovrebbero essere consapevoli dei tratti fisici delle persone anziane, che spesso sviluppano demenza, non solo, ma anche le sindromi geriatriche, come depressione, cadute e incontinenza urinaria, così che un approccio olistico con considerazione dell'assistenza infermieristica è necessario. Tuttavia, l'attuale sistema di educazione medica giapponese non è preparato per i professionisti medici in grado di rispondere ai requisiti di cui sopra. Così, la promozione di medici professionisti che possono fornire assistenza globale - soprattutto per i più antichi-vecchi - quali geriatrici specialisti e professionisti medici che capiscono i principi della cura di anziani, è urgente. (3) La diagnosi di malattie specifiche di anziani e la riforma della sanità servizi In Giappone, il sistema diagnostico per anziani-specifiche malattie, tra cui la demenza, e la riforma dei servizi di assistenza medica sono nettamente in ritardo. Lo stato attuale riguardante la diagnosi, cura e cura dovrebbe essere studiate per raccogliere i dati accademici. Al fine di accumulare prove per fornire sicurezza cura anziani e infermieristica, la promozione della ricerca clinica e una notevole espansione dei centri medici geriatrici con servizi medici di alto livello sono molto atteso. (4) Promozione dell'assistenza domiciliare e multidisciplinare per ridurre la durata del soggiorno negli ospedali acuti, per ridurre l'onere fisico dei professionisti sanitari che lavorano presso ospedali acuti e a soddisfare la domanda delle persone anziane che preferiscono rimanere nelle loro case, ulteriore promozione dell'assistenza domiciliare è necessario. Inoltre, "cura multidisciplinare" è sempre più necessario per soddisfare esigenze diverse in cure mediche e benessere dell'anziano. Si ritiene importante condividere le contromisure contro i problemi di prevenzione delle malattie, medicina, cura e benessere tra i professionisti sanitari in medicina, cura e benessere, e cooperare facendo il miglior uso di salute-cura particolarità dei professionisti. 3. Contenuto della proposta: La sottocommissione per l'invecchiamento, quindi, fornito la seguente proposta: 1 sviluppo e promozione di sistemi che consentono alle persone anziane di partecipare socialmente e dare un contributo mediante un approccio interdisciplinare tra le diverse aree, tra cui scienze infermieristiche, assistenza infermieristica, studi sociali, scienze sociali, psicologia, economia, religione ed etica, come pure scienze mediche; 2 Promozione di Gerontologia, riforma e valorizzazione della geriatria nella formazione universitaria, post-laurea e permanente; 3 Costruzione di centri medici geriatrici in ogni zona e accumulando prove su larga scala delle malattie geriatriche e geriatria; 4 sviluppo strutturale e promozione di cura domiciliare e multidisciplinare. Attraverso l'attuazione delle misure di cui sopra, Giappone dovrebbe funzionare come un esempio di successo per il resto del mondo.

Significato Clinico Di Steroide E Recettori Xenobiotici E Suo Designato Del Gene CYP3A4 Nel Cancro Alla Prostata Umano

Recettore degli steroideo e xenobiotico (SXR) regola enzimi citocromo P450 (CYP) che sono chiave inactivators di testosterone nel fegato e prostata. Nel presente studio, abbiamo studiato l'espressione SXR nei tessuti umani della prostata. Abbiamo determinato immunoreattività SXR utilizzando un anticorpo anti-SXR in benigni (n = 78) e tumorali (n = 106) tessuti ottenuti da prostatectomia radicale. Vetrini colorati sono stati valutati per la proporzione e l'intensità di colorazione delle cellule immunoreattive. Punteggi totali immunoreattività (IR) (range: 0-8) sono stati calcolati come la somma dei punteggi proporzione e intensità. Sono state analizzate le associazioni tra le caratteristiche di Filipek dei pazienti, lo stato SXR e CYP3A4 immunoreattività. Analisi Western blot convalidato la specificità dell'anticorpo anti-SXR in 293T cellule transfected con pcDNA-bandiera-SXR. Positivo (punteggio IR: ≥ 2) colorazione nucleare SXR è stata osservata nel 91% (71/78) di foci benigne e 47% (50/106) di lesioni cancerose. Gol di immunoreattività erano significativamente inferiori nelle lesioni cancerose rispetto a fuochi benigni (P < 0.0001). Filipek analisi ha mostrati che la sopravvivenza cancro-specifica in pazienti con alta SXR IR punteggi (≥4) è stato aumentato significativamente (P = 0,046). Dati combinati delle attuali e precedenti studi hanno mostrato che punteggi IR per la SXR e il CYP3A4 correlata con tassi di sopravvivenza cancro-specifica significativamente meglio nelle analisi di regressione multivariata (rapporto di rischio: 2,15, intervallo di confidenza 95%: 1,25-3,55, P = 0.007). Abbiamo mostrato espressione differenziale SXR nei tessuti umani della prostata. L'alta espressione della SXR e CYP3A4 è un forte indicatore prognostico di esiti favorevoli nel cancro della prostata e potrebbe essere un obiettivo terapeutico. (Cancro Sci 2012; 103:176-180).

Oct1 è Un Fattore Prognostico Per Il Carcinoma Prostatico E Regola La Crescita Cellulare Delle Cellule LNCaP

Il recettore degli androgeni (AR) gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo e progressione del cancro alla prostata. Determinano alterazioni nell'espressione di coregulators AR ipersensibilità AR, che è uno dei meccanismi sottostanti la progressione del cancro alla prostata in uno stato castrata-resistente. Fattore di trascrizione Octamer 1 (Oct1) è un membro onnipresente della famiglia POU-homeodomain che funziona come un coregulator di AR. Nel nostro studio, è stato esaminato il contributo di Oct1 per lo sviluppo del cancro alla prostata. L'analisi immunocitochimica ha mostrato che Oct1 è espresso nei nuclei delle cellule LNCaP. siRNA-mediata silenziamento dell'espressione Oct1 ha inibito la proliferazione delle cellule LNCaP. L'analisi di Immunohistochemical di espressione Oct1 in campioni di tumore ottenuti da 102 pazienti con cancro alla prostata ha mostrato una correlazione positiva di immunoreattività Oct1 con un alto Gleason score e immunoreattività AR (p = 0.0042 e p < 0.0001, rispettivamente). Inoltre, i pazienti con elevata immunoreattività di Oct1 ha mostrato un tasso di sopravvivenza cancro-specifica bassa, e quei pazienti con alta immunoreactivities Oct1 sia AR esposto povera prognosi di cancro-specifiche. Pericolo multivariata analisi hanno rivelato una significativa correlazione tra elevata immunoreattività Oct1 e scarsa sopravvivenza cancro-specifica (p = 0,012). Questi risultati dimostrano che Oct1 può essere un fattore prognostico nel carcinoma prostatico come un coregulator di AR e può portare allo sviluppo di un nuovo intervento terapeutico per il cancro alla prostata.

Waiting
simple hit counter