Login processing...

Trial ends in Request Full Access Tell Your Colleague About Jove
Click here for the English version

Cancer Research

Valutazione del profilo metabolico delle cellule di leucemia primaria

doi: 10.3791/58426 Published: November 21, 2018

Summary

Qui presentiamo un protocollo per l'isolamento delle cellule leucemiche dal midollo osseo di leucemia pazienti e l'analisi del loro stato metabolico. Valutazione del profilo metabolico delle cellule di leucemia primaria potrebbe contribuire a caratterizzare meglio la domanda di cellule primarie e potrebbe portare alla medicina più personalizzata.

Abstract

Il requisito metabolico delle cellule tumorali possa influenzare negativamente la sopravvivenza e l'efficacia del trattamento. Al giorno d'oggi, targeting farmaceutici delle vie metaboliche è testato in molti tipi di tumori. Così, la caratterizzazione dell'installazione metabolica delle cellule di cancro è inevitabile al fine di mirare la via corretta per migliorare il risultato complessivo dei pazienti. Purtroppo, nella maggior parte dei cancri, le cellule maligne sono abbastanza difficili da ottenere in numeri più alti e la biopsia del tessuto è richiesta. La leucemia è un'eccezione, dove un numero sufficiente di cellule leucemiche possa essere isolato dal midollo osseo. Qui, forniamo un protocollo dettagliato per l'isolamento delle cellule leucemiche dal midollo osseo di leucemia pazienti e l'analisi successiva del loro stato metabolico mediante Analizzatore di flusso extracellulare. Le cellule leucemiche sono isolate dal gradiente di densità, che non pregiudica la loro sopravvivenza. Il prossimo passo di coltivazione li aiuta a rigenerare, così lo stato metabolico misurato è lo stato delle cellule in condizioni ottimali. Questo protocollo permette di ottenere risultati costanti e ben standardizzati, che potrebbero essere utilizzati per la terapia personalizzata.

Introduction

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

Il profilo metabolico è una delle caratteristiche principali delle cellule e bioenergetica alterato sono ormai considerati uno dei tratti distintivi di cancro1,2,3. Inoltre, cambiamenti nel setup metabolico potrebbero essere utilizzati nel trattamento di cancro targeting per vie di trasduzione del segnale o macchinario enzimatico di cancro cellule4,5,6. Conoscendo la predisposizione metabolica delle cellule tumorali è così un vantaggio e può contribuire a migliorare la terapia corrente.

Ci sono un sacco di metodi già consolidati che può valutare l'attività metabolica delle cellule in coltura. Per quanto riguarda la glicolisi, l'assorbimento del glucosio può essere misurata mediante la marcatura radioattiva, con 2-NBDG (2-(N-(7-Nitrobenz-2-oxa-1,3-diazol-4-yl)Amino)-2-Deoxyglucose) o livelli di lattato extracellulare enzimaticamente misurato7,8. Velocità di ossidazione dell'acido grasso è un altro parametro metabolico misurato dal palmitato isotopicamente etichettato9,10. Tasso di consumo di ossigeno è un metodo ampiamente utilizzato per determinare l'attività mitocondriale in cellule11,12, insieme con la membrana mitocondriale potenziale valutazione13,14, ATP/ADP (adenosina 5 '-trifosfato di adenosina 5 '-difosfato) rapporto misura15 o totale intracellulare ATP misura16. Conosciuta per regolare i processi metabolici di vie di segnalazione potrebbero essere determinata da quantificazioni di proteina e possono migliorare la comprensione delle misure metaboliche17,18,19.

Tuttavia, tutti questi metodi misurano solo uno o, nella migliore delle ipotesi, alcuni parametri metabolici in uno campione contemporaneamente. Misura simultanea del tasso di consumo di ossigeno (OCR) e tasso di acidificazione extracellulare (ECAR) importante, può essere ottenuta per l'analisi di flusso extracellulare da, ad esempio, Seahorse XFp Analyzer. OCR è un indicatore della respirazione mitocondriale ed ECAR è principalmente il risultato della glicolisi (non possiamo ignorare CO2 produzione possibilmente elevare ECAR delle cellule con attività elevata fosforilazione ossidativa)20. Finora, i vari tipi di cellule sono stati studiati utilizzando questi analizzatori21,22,23.

Qui descriviamo il protocollo per l'analisi di flusso extracellulare di primarie blasti (cellule di leucemia derivate dal palco ematopoietica immaturo) da pazienti affetti da leucemia. Al meglio della nostra conoscenza, un protocollo specifico per esplosioni primarie non è ancora disponibile.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Protocol

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

Tutti i campioni sono stati ottenuti con il informed consent dei genitori o tutori dei bambini e l'approvazione del comitato etico dell'Università del Charles a Praga, Repubblica Ceca, lo studio no. NV15-28848A.

1. preparazione dei reagenti

  1. Preparare 500 mL di PBS sciogliendo 137 mM NaCl, 2.7 mM KCl, 4.3 mM Na2HPO4, 1,47 mM KH2PO4, ddH2O. regolare il pH a 7.4 con HCl. sterilizzare in autoclave.
  2. Preparare 100 mL di terreno RPMI: medium RPMI-1640 con L-alanil-glutammina completato con 10% siero bovino fetale (FBS), penicillina (100 U/mL) e streptomicina (100 µ g/mL).
  3. Preparare 50 mL di 0.1 M NaHCO3 in acqua distillata. Aggiustare il pH a 8.1, filtro sterilizzare (0.22 μm) e conservare a 4 ° C.
    Nota: Per due piastre di analizzatore di flusso 8 pozzetti extracellulare, preparare 250 μL di 0.1 M NaHCO3 pH 8.1.
  4. Preparare 1 mL di 2 M D-glucosio in acqua distillata. Filtro sterilizzare (0.22 μm) e conservare a-20 ° C.
  5. Preparare 100 μL di 1 mM Oligomycin A in etanolo. Filtro sterilizzare (0.22 μm) e conservare a-20 ° C.
  6. Preparare 250 μL di 1 M 2-deoxy-D-glucosio (2DG) in DMEM Minimal (medio dell'Aquila di Dulbecco per volta). Riscaldare a 37 ° C e regolare il pH a 7,4 (effettuare misurazioni di pH a 37 ° C). Filtro sterilizzare (0.22 μm) e conservare a-20 ° C.
  7. Preparare 100 μL di 1mm FCCP (Carbonil cianuro-p-trifluorometossifenil idrazone) in DMSO. Filtro sterilizzare (0.22 μm) e conservare a-20 ° C.
  8. Preparare 100 μL di 1mm Rotenone in etanolo. Filtro sterilizzare (0.22 μm) e conservare a-20 ° C.
  9. Preparare 100 μL di 1mg/mL Antimycin A in etanolo. Filtro sterilizzare (0.22 μm) e conservare a-20 ° C.
  10. Appena prima dell'uso, preparare 10 mL di mezzo di prova di stress di glicolisi. Caldo DMEM minimo a 37 ° C in un bagno d'acqua e regolare il pH a 7,4 (effettuare misurazioni di pH a 37 ° C).
  11. Prima dell'uso, preparare 10 mL di mezzo di prova di stress di cella Mito con BSA. Supplemento minimo DMEM con 2 mM L-Glutammina, 10 mM D-glucosio, 1 mM HEPES (pH 7.4), piruvato di 1 mM e 0,1% BSA (albumina di siero bovino). Riscaldare a 37 ° C in un bagno d'acqua e regolare il pH a 7,4 (effettuare misurazioni di pH a 37 ° C).
  12. Prima dell'uso, preparare 10 mL di mezzo di test di stress cellulare Mito senza BSA. Supplemento minimo DMEM con 2 mM L-Glutammina, 10 mM D-glucosio, 1 mM HEPES (pH 7,4) e piruvato di 1 mM. Caldo di mezzo di prova di stress cellulare Mito senza BSA a 37 ° C in un bagno d'acqua e regolare il pH a 7,4 (effettuare misurazioni di pH a 37 ° C).
    Nota: BSA viene aggiunto al mezzo di test di stress cellulare Mito perché le cellule rispondono meglio a FCCP quando il mezzo è completato con BSA (circostanze differenti sono stati provati). Mezzo di test di stress cellulare Mito senza BSA viene utilizzato per il caricamento le porte come il produttore non è consigliabile utilizzare BSA nel mezzo.

2. isolamento delle cellule mononucleari dal midollo osseo

Nota: Idealmente, misurazione della condizione metabolica delle cellule di leucemia primaria dovrebbe iniziare subito dopo l'isolamento di raccolta e delle cellule del midollo osseo. Tuttavia, dati rilevanti potrebbero essere ottenuti anche da cellule isolate dopo trasporto da altri Ematologia centri nella Repubblica Ceca. Eseguire tutti i passaggi secondari in un cappuccio sterili per coltura.

  1. Scaldare a PBS ed il mezzo di gradienti di densità a temperatura ambiente.
  2. Diluire il campione di midollo osseo del paziente di leucemia con PBS, in un rapporto di 1:1. Assicurarsi che il campione contenga almeno l'80% di blasti leucemici.
  3. Determinare la percentuale di blasti da citometria a flusso utilizzando marcatori di CD specifici per la caratterizzazione di immunophenotype di tipi delle cellule. Dopo la separazione di gradienti di densità, è possibile rilevare eventi positivi di acido nucleico con un colorante nucleare al fine di stabilire il conteggio complessivo delle cellule.
  4. Quindi, determinare le cellule di leucemia utilizzando marcatori di CD specifici per ogni tipo di leucemia: B-ALL (CD19, CD45), LAL-T (CD3, CD4, CD8, CD5, CD7, CD99) e AML (CD45, CD33 e specifici marcatori mieloidi)24. Dividere il numero delle cellule di leucemia positive per gli indicatori specifici di CD di tutte le cellule nucleari per determinare la percentuale delle cellule di scoppio di leucemia.
    Nota: Il midollo osseo deve essere raccolto in provette con anticoagulanti.
  5. Con attenzione strato 6 mL del campione diluito del midollo osseo oltre 6 mL del mezzo gradiente di densità in una provetta conica da 15 mL. Centrifugare a 400 x g per 35 min a 4 ° C in un rotore basculante senza il freno.
    Nota: Il più grande volume del campione potrebbe essere diviso in più aliquote o provetta conica da 50 mL può essere utilizzato con la maggiore quantità di mezzo di gradienti di densità.
  6. Utilizzando una pipetta Pasteur, trasferire con cautela lo strato di interfase che consiste delle cellule mononucleari (Figura 1) per un nuovo tubo conico da 50 mL con 5 mL di PBS. Centrifugare a 400 × g per 10 min a 4 ° C in un rotore basculante.
    Nota: Trasferire tutti gli strati di cellule mononucleari in una provetta conica di singolo 50 mL con 5 mL di PBS.
  7. Aspirare il supernatante e risospendere il pellet cellulare in 2 mL di PBS sterile. Contare le celle utilizzando un emocitometro.
    Nota: Il numero di cellule di leucemia in un mL di midollo osseo aspirato differisce significativamente tra i pazienti25.

3. durante la notte coltivazione delle cellule mononucleari

Nota: Eseguire tutti i passaggi secondari in un cappuccio sterili per coltura.

  1. Preparare due T75 beute con 20 mL di RPMI. A ciascuna beuta, aggiungere 30 x 106 isolato cellule mononucleari. Incubare le cellule con il pallone in piedi per 16 – 24 h a 5% CO2 e 37 ° C.

4. preparazione delle piastre rivestite con adesivo cellulare

  1. Cappotto due piastre di analizzatore di flusso 8 pozzetti extracellulare.
    Nota: Eseguire il rivestimento in un cappuccio sterili per coltura.
  2. Aggiungere 2,2 μL di adesivo cellulare (densità: 2,54 mg/ml) a 250 μL di 0.1 M NaHCO3, pH 8.1 e pipetta immediatamente 12.5 μL della soluzione in ogni pozzetto.
    Nota: Soluzioni stock adesive delle cellule può differire nella loro densità, regolare il volume aggiunto a NaHCO3 di conseguenza.
  3. Lasciate che le piastre sedersi nella cappa per circa 20 min, poi aspirare l'adesivo cellulare e lavare ogni ben due volte utilizzando 200 μL di acqua sterile. Lasciate riposare nella cappa con il coperchio aperto fino a quando i pozzi sono asciutti.
  4. Utilizzare le piastre subito o salvare fino a 1 settimana a 4 ° C con il cerchio avvolto in film di paraffina per evitare la condensa. Assicurarsi che le piastre vengono riscaldate fino a temperatura ambiente (per circa 20 min) nella cappa prima della semina delle cellule.

5. idratazione della cartuccia sensore

Nota: Idratare due cartucce di analizzatore di flusso 8 pozzetti extracellulare.

  1. Separare la piastra di utilità e la cartuccia sensore. Capovolgere la cartuccia sensore sul banco di laboratorio.
  2. Riempire ogni bene della piastra utilità con 200 μL calibratore. Riempire ogni fossato intorno alla parte esterna dei pozzi con 400 μL di calibratore.
  3. Restituire la cartuccia sensore alla piastra di utilità che contiene ora il calibratore.
  4. Posizionare la cartuccia in un non-CO, umidificata2, incubatore 37 ° C durante la notte.
  5. Accendere l'analizzatore di flusso extracellulare e lasciarlo calda a 37 ° C durante la notte.

6. cellule in piastre rivestite con adesivo cellulari di semina

Nota: Per test di stress di glicolisi, utilizzare mezzo di prova di stress di glicolisi. Per test di stress cellulare Mito, utilizzare mezzo di prova di stress cellulare Mito con BSA.

  1. Cellule di seme per il test di stress di glicolisi e il test di stress cellulare Mito in piatti separati. Per ogni test, è possibile utilizzare celle da una boccetta con cultura durante la notte.
  2. Centrifugare le cellule a 200 x g per 5 min a temperatura ambiente. Risospendere le cellule in 1 mL di terreno appropriato e contarli.
  3. Aggiungere 4 x 106 di cellule vive al volume finale di 400 μL (uso medio appropriato).
  4. Piastra 50 μL della sospensione delle cellule nei pozzetti B-G. Garantire 500.000 cellule sono seminate in un pozzetto.
    Nota: È fondamentale per seme esattamente 500.000 cellule per pozzetto come viene eseguita alcuna normalizzazione di altre. In questo modo, i risultati da diversi pazienti possono essere confrontati. Il numero ottimale di ripetizioni è sei, come è descritto qui. Utilizzando meno repliche non è raccomandato poiché le cellule primarie potrebbe comportarsi a volte erroneamente.
  5. Aggiungere 180 μL del mezzo appropriato nei pozzetti A e H (questi pozzi servirà come una correzione del fondo).
  6. Centrifugare la piastra a 400 x g per 5 min a temperatura ambiente con freno impostato su 1.
  7. Aggiungere 130 μL di mezzo appropriato a pozzetti B-G in due piastre di analizzatore di flusso 8 pozzetti extracellulare lentamente e con attenzione. Confermare visivamente che le cellule siano rispettate stabilmente il fondo dei pozzetti di visualizzazione al microscopio.
  8. Posizionare la piastra in un non-CO, umidificata2, incubatore a 37 ° C per 30 min.

7. caricamento della cartuccia sensore

  1. Per il test di stress di glicolisi, preparare 250 μL ciascuno di 100 millimetri di glucosio, 20 μM Oligomycin A e 1 M 2-DG, nel mezzo di prova di stress di glicolisi.
  2. Per il test di stress cellulare Mito preparare 250 μL ciascuno di 20 μM Oligomycin un, 15 μM FCCP, 30 μM FCCP e una miscela di 10 μM Rotenone e 10 μg/ml Antimycin A, tutti in mezzo, test di stress cellulare Mito senza BSA.
    Nota: Iniettare due concentrazioni di FCCP in un dosaggio è raccomandato poiché non c'è materiale abbastanza pazienti per la titolazione di FCCP. Tuttavia, le concentrazioni devono essere determinate dal ricercatore.
  3. Caricare i composti nelle porte appropriato iniettore della cartuccia come segue (tabella 1):

8. configurazione del programma

  1. Per il test di stress di glicolisi, impostare il programma come descritto nella tabella 2.
  2. Per il test di stress cellulare Mito, impostare il programma come descritto nella tabella 3.
  3. Avviare il programma. Sostituire la piastra di calibratore con la piastra di dosaggio (quando richiesto).

9. valutazione e interpretazione dei risultati

  1. Nei risultati del test di stress di glicolisi, sottrarre il valore più basso di ECAR dopo iniezione 2-DG da tutti gli altri valori ECAR.
    Nota: Questo valore più basso rappresenta l'acidificazione non glicolitico. Di solito, il valore più basso è da 4 misura dith .
  2. Calcolare l'acidificazione basale, glicolisi, massima glicolisi e glicolitico riserva parametri dalla funzione glicolitici (Figura 2A). Dopo aver sottratto il valore più basso di ECAR, calcolare l'acidificazione basale come mezzo di ECAR dalle prime tre misurazioni (omettere il primo valore ECAR se si differenzia notevolmente dalle altre due), calcolare la glicolisi come mezzo di ECAR da tre misura punti dopo l'iniezione di glucosio e calcolare la massima glicolisi come una media di ECAR dalla misura tre punti dopo Oligomycin un'iniezione. Calcolare Glycolytic riserva come glicolisi massima meno glicolisi.
    Nota: In alternativa, per il calcolo di massima glicolisi, utilizzare il valore più alto di ECAR dai tre punti misurati.
  3. Nei risultati del test di stress cellulare Mito, sottrarre il valore di OCR più basso dopo l'iniezione di Rotenone/Antimycin A da tutti gli altri valori di OCR.
  4. Calcolare la respirazione basale, produzione di ATP, massima respirazione e parametri di capacità di riserva dalla funzione mitocondriale (Figura 2B). Dopo aver sottratto il più basso valore di OCR, calcolare la respirazione basale come mezzo di OCR dalle prime tre misurazioni.
    Nota: Massima respirazione è il più alto valore di OCR dopo iniezione FCCP.
  5. Per il calcolo di produzione di ATP, sottrarre la media dei tre punti di misurazione OCR dopo l'iniezione Oligomycin A da respirazione basale. Calcolare la capacità di riserva come la massima respirazione meno la respirazione basale.
    Nota: Sempre calcolare la massima respirazione dal più alto valore di OCR, indipendentemente dalla concentrazione FCCP usata.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Representative Results

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

La figura 3 Mostra le curve dopo glicolisi stress test e misurazioni di test di stress cellulare Mito di blasti leucemici dal BCP-ALL (B-cellula precursore leucemia linfoblastica acuta) e pazienti LMA (leucemia mieloide acuta). Il calcolo dei parametri metabolici da queste misure è anche indicato. 500.000 cellule per pozzetto sono state seminate e tutte le misurazioni sono state fatte in hexaplicates.

Nel test di stress di glicolisi, viene utilizzato il mezzo solo basale, affinché le cellule sono privi di sostanze nutritive. Il primo parametro ottenuto è l'acidificazione basale, che dovrebbe riflettere la quantità di glucosio immagazzinato nelle cellule. Dopo la prima iniezione, ECAR è aumentato poiché cellule utilizzano il glucosio e possono fermentare per lattato. A oligomycin nella seconda iniezione inibisce ATP-sintetasi e quindi dirige le cellule a produrre ATP principalmente attraverso la glicolisi. Questo dovrebbe causare ulteriore elevazione di ECAR. Iniezione di 2-DG completamente inibisce la glicolisi ed ECAR gocce.

Nel test di stress cellulare Mito, un medium completato con glutamina e di glucosio sono usati, così che le cellule non sono privi di tutti i nutrienti e il parametro di respirazione basale riflette il loro stato metabolico basale. Dopo la prima iniezione con Oligomycin A, cellule inibiscono la respirazione mitocondriale e passare alla glicolisi che è rappresentata come una diminuzione di OCR. FCCP (la seconda e la terza iniezione), d'altra parte, disgiunge la produzione di ATP dalla respirazione, cosicché le cellule ora consumano ossigeno a un tasso massimo e l'ascesa di OCR al valore più alto. L'ultima iniezione di Rotenone e Antimycin A miscela completamente inibisce la respirazione mitocondriale e OCR è diminuito vicino allo zero.

Figure 1
Figura 1: centrifugazione in gradiente di densità del campione del midollo osseo. Cellule mononucleari arricchite di cellule leucemiche sono separate per mezzo di gradienti di densità. Clicca qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 2
Figura 2: schema di test di stress di glicolisi e cella Mito lo stress test. (A) esemplare risultato di test di stress di glicolisi. (B) esemplare risultato di test di stress cellulare Mito. I parametri sono indicati all'interno le curve. Clicca qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 3
Figura 3: analisi di flusso extracellulare di blasti leucemici da BCP-ALL (A, B) e paziente AML (B, C). (A e C) risultati degli stress test glicolisi. Siete pregati di notare che il primo punto di misurazione può differire significativamente dal resto e dovrebbe essere esclusi dall'analisi in questo caso. (B e D) risultati degli stress test Cell Mito. I parametri sono indicati all'interno le curve. Clicca qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Porta Test di stress di glicolisi Test di stress cellulare mito
Carico alla porta Concentrazione finale nei pozzetti Carico alla porta Concentrazione finale nei pozzetti
A 20 μL di glucosio di 100 mM glucosio 10 mM 20 μL di 20 μM Oligomycin A Oligomycin 2 μM A
B 22 μL di 20 μM Oligomycin A Oligomycin 2 μM A 22 μL di 15 μM FCCP FCCP 1,5 ΜM
C 25 μL di 1 M 2-DG 100 mM 2-DG 25 μL di 30 μM FCCP FCCP 4,5 ΜM
D X 25 μL di 10 μM Rotenone e 10 μg/ml Antimycin A 1 μM Rotenone e 1 μg/ml Antimycin A

Tabella 1: Compound volumi.

Passo Impostazioni
Calibrazione Automatico
Equilibrazione Automatico
Misurazione di riferimento Tre volte: Mix – 3 min, Wait – 0 min, misura – 3 min
Iniezione di porta A Iniezione
Misura Tre volte: Mix – 3 min, Wait – 0 min, misura – 3 min
Iniezione della porta B Iniezione
Misura Tre volte: Mix – 3 min, Wait – 0 min, misura – 3 min
Iniezione del Porto C Iniezione
Misura Quattro volte: Mix – 3 min, Wait – 0 min, misura – 3 min

Tabella 2: Programma per la prova di sforzo di glicolisi.

Passo Impostazioni
Calibrazione Automatico
Equilibrazione Automatico
Misurazione di riferimento Tre volte: Mix – 3 min, Wait – 0 min, misura – 3 min
Iniezione di porta A Iniezione
Misura Tre volte: Mix – 3 min, Wait – 0 min, misura – 3 min
Iniezione della porta B Iniezione
Misura Tre volte: Mix – 3 min, Wait – 0 min, misura – 3 min
Iniezione del Porto C Iniezione
Misura Tre volte: Mix – 3 min, Wait – 0 min, misura – 3 min
Iniezione del porto D Iniezione
Misura Tre volte: Mix – 3 min, Wait – 0 min, misura – 3 min

Tabella 3: Programma per test di stress cellulare Mito.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Discussion

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

Il protocollo sopra descritto consente la misurazione dell'attività metabolica valutati dai valori OCR ed ECAR primario blasti leucemici derivate da pazienti con leucemia linfoblastica acuta (tutta) o leucemia mieloide acuta (AML). Il vantaggio di misura utilizzando un analizzatore di flusso extracellulare è che consente il rilevamento del profilo metabolico in tempo reale in cellule vive. Essenzialmente, ogni passo nel protocollo fornito può essere regolata a seconda del tipo di cella che si intende studiare. Qui, discuteremo i parametri più importanti che potrebbero influenzare i risultati e potrebbero fornire meno di valori ottimali.

Il primo passo verso l'ottimizzazione è stato un confronto dei dati ottenuti da vs materiale fresco congelato materiale. La capacità di misurare l'attività metabolica da materiale congelato consentirebbe di studi retrospettivi dei campioni patients' conservati nella banca di azoto liquido. In caso di tutti i campioni, siamo stati in grado di rilevare attività metabolica coerente solo dal materiale fresco, mentre le cellule di AML sono state misurate anche dopo il de-congelamento con risultati ottimali.

Il secondo passo verso l'ottimizzazione è la coltivazione di blasti leucemici primari. Abbiamo testato l'attività metabolica delle cellule subito dopo la separazione di gradiente di densità (senza coltura) o dopo la coltura durante la notte. Anche se le cellule dopo la separazione di gradienti di densità sembravano praticabile e vitale sotto un microscopio, la loro attività metabolica è stata alterata. Nel complesso ECAR e OCR valori erano più bassi e anche, dopo l'iniezione, OCR o ECAR valori non hanno risposto in modo ottimale come hanno fatto in cellule coltivate.

Coltivazione in condizioni diverse possa anche influenzare i risultati. Utilizzo di insulina transferrina sodio selenito integratore (ITS) è considerata una buona pratica quando coltivare primario blasti8, ma questo integratore interferisce con l'attività metabolica delle cellule. Durante test di stress cellulare Mito scoppi leucemici coltivati con ITS non hanno risposto alla Oligomycin A (OCR dovrebbe diminuire al fine di calcolare la respirazione ATP-collegata). Abbiamo anche provato a co-coltivare le cellule con cellule staminali mesenchimali (MSC), ma in questo caso, i valori di OCR ed ECAR hanno stato inferiore rispetto alle cellule coltivate senza MSCs. In sintesi, coltivando primari blasti da pazienti affetti da leucemia in RPMI medie con 10% FBS è l'opzione migliore.

I pazienti idonei per la caratterizzazione del loro profilo metabolico devono soddisfare determinati criteri che il limite di una sola mano il numero di campioni testati, ma da altro produrranno risultati pertinenti. Abbiamo misurato la funzione metabolica dei pazienti con alta cellularità (per una misurazione abbiamo seminato 500.000 cellule / per pozzi in hexaplicate) e solo i campioni con 80 e un' più alta percentuale di blasti leucemici potrebbero essere misurati per evitare il rilevamento di aspecifici attività metabolica di altri tipi di cellule presenti in sospensione.

Uno dei passaggi cruciali nell'analisi dei dati è la normalizzazione, affinché i parametri metabolici tra diversi campioni leucemici potrebbero essere paragonati. Secondo i nostri esperimenti precedenti eseguite con linee cellulari leucemiche, abbiamo trovato che la normalizzazione per il numero delle cellule dà i risultati migliori. Il numero di cellule per pozzetto deve essere determinata dal ricercatore e dipende la dimensione e l'attività metabolica delle cellule testate.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Disclosures

Gli autori non hanno nulla a rivelare.

Acknowledgments

Vorremmo ringraziare i centri di ematologia pediatrica Ceca. Questo lavoro è stato sostenuto dal Grant del Ministero della salute (NV15-28848A), dal Ministero della salute della Repubblica Ceca, University Hospital Motol, Praga, Repubblica Ceca 00064203 e dal Ministero della pubblica istruzione, gioventù e sport NPU I nr. LO1604.

Materials

Name Company Catalog Number Comments
RPMI 1640 Medium, GlutaMAX Supplement Gibco, ThermoFisher Scientific 61870-010
Fetal Bovine Serum Biosera FB-1001/100
Antibiotic-Antimycotic (100x) Gibco, ThermoFisher Scientific 15240-062
Sodium bicarbonate Sigma-Aldrich S5761-500G
D-(+) Glucose Sigma-Aldrich G7021-100G
Oligomycin A Sigma-Aldrich 75351-5MG
2-Deoxy-D-glucose Sigma-Aldrich D8375-1G
FCCP Sigma-Aldrich C2920-10MG
DMSO Sigma-Aldrich D8418-100ML
Rotenone Sigma-Aldrich R8875-1G
Antimycin A from Streptomyces sp. Sigma-Aldrich A8674-25MG
Seahorse XF Base Medium, 100 mL Agilent Technologies 103193-100
L-glutamine solution, 200 mM Sigma-Aldrich G7513-100ML
HEPES solution, 1 M, pH 7.0-7.6 Sigma-Aldrich H0887-100ML
Sodium pyruvate Sigma-Aldrich P5280-25G
Bovine Serum Albumin Sigma-Aldrich A2153-10G
Ficoll-Paque Plus Sigma-Aldrich GE17-1440-02 Density gradient medium
Seahorse XFp FluxPak Agilent Technologies 103022-100
Corning™ Cell-Tak Cell and Tissue Adhesive ThermoFisher Scientific CB40240
Seahorse Analyzer XFp Agilent Technologies S7802A
Seahorse XFp Cell Culture Miniplate Agilent Technologies 103025-100

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. DeBerardinis, R. J., Lum, J. J., Hatzivassiliou, G., Thompson, C. B. The Biology of Cancer: Metabolic Reprogramming Fuels Cell Growth and Proliferation. Cell Metabolism. 7, 11-20 (2008).
  2. Ward, P. S., Thompson, C. B. Metabolic Reprogramming: A Cancer Hallmark Even Warburg Did Not Anticipate. Cancer Cell. 21, 297-308 (2012).
  3. Pavlova, N. N., Thompson, C. B. The Emerging Hallmarks of Cancer Metabolism. Cell Metabolism. 23, 27-47 (2016).
  4. Wise, D. R., Thompson, C. B. Glutamine addiction: a new therapeutic target in cancer. Trends in Biochemical Sciences. 35, 427-433 (2010).
  5. Kroemer, G., Pouyssegur, J. Tumor Cell Metabolism: Cancer's Achilles' Heel. Cancer Cell. 13, 472-482 (2008).
  6. Liberti, M. V., et al. A Predictive Model for Selective Targeting of the Warburg Effect through GAPDH Inhibition with a Natural Product. Cell Metabolism. 26, 648-659 (2017).
  7. Lundgaard, I., et al. Direct neuronal glucose uptake heralds activity-dependent increases in cerebral metabolism. Nature Communications. 6, 6807 (2015).
  8. Hermanova, I., et al. Pharmacological inhibition of fatty-acid oxidation synergistically enhances the effect of l-asparaginase in childhood ALL cells. Leukemia. 30, 209-218 (2016).
  9. Malandrino, M. I., et al. Enhanced fatty acid oxidation in adipocytes and macrophages reduces lipid-induced triglyceride accumulation and inflammation. American Journal of Physiology-Endocrinology and Metabolism. 308, E756-E769 (2015).
  10. Patella, F., et al. Proteomics-based metabolic modeling reveals that fatty acid oxidation (FAO) controls endothelial cell (EC) permeability. Molecular & Cellular Proteomics: MCP. 14, 621-634 (2015).
  11. Chowdhury, S. R., Djordjevic, J., Albensi, B. C., Fernyhough, P. Simultaneous evaluation of substrate-dependent oxygen consumption rates and mitochondrial membrane potential by TMRM and safranin in cortical mitochondria. Bioscience Reports. 36, e00286 (2015).
  12. Simonnet, H., Vigneron, A., Pouysségur, J. Conventional Techniques to Monitor Mitochondrial Oxygen Consumption. Methods in Enzymology. 542, 151-161 (2014).
  13. Martínez-Reyes, I., et al. TCA Cycle and Mitochondrial Membrane Potential Are Necessary for Diverse Biological Functions. Molecular Cell. 61, 199-209 (2016).
  14. Sukumar, M., et al. Mitochondrial Membrane Potential Identifies Cells with Enhanced Stemness for Cellular Therapy. Cell Metabolism. 23, 63-76 (2016).
  15. Wundenberg, T., Grabinski, N., Lin, H., Mayr, G. W. Discovery of InsP6-kinases as InsP6-dephosphorylating enzymes provides a new mechanism of cytosolic InsP6 degradation driven by the cellular ATP/ADP ratio. The Biochemical Journal. 462, 173-184 (2014).
  16. Morciano, G., et al. Use of luciferase probes to measure ATP in living cells and animals. Nature Protocols. 12, 1542-1562 (2017).
  17. Chau, M. D. L., Gao, J., Yang, Q., Wu, Z., Gromada, J. Fibroblast growth factor 21 regulates energy metabolism by activating the AMPK-SIRT1-PGC-1alpha pathway. Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America. 12553-12558 (2010).
  18. Lee, K. -H., et al. Targeting energy metabolic and oncogenic signaling pathways in triple-negative breast cancer by a novel adenosine monophosphate-activated protein kinase (AMPK) activator. The Journal of Biological Chemistry. 286, 39247-39258 (2011).
  19. Godlewski, J., et al. MicroRNA-451 Regulates LKB1/AMPK Signaling and Allows Adaptation to Metabolic Stress in Glioma Cells. Molecular Cell. 37, 620-632 (2010).
  20. Zhang, J., et al. Measuring energy metabolism in cultured cells, including human pluripotent stem cells and differentiated cells. Nature Protocols. 7, 1068-1085 (2012).
  21. Kaplon, J., et al. A key role for mitochondrial gatekeeper pyruvate dehydrogenase in oncogene-induced senescence. Nature. 498, 109-112 (2013).
  22. Pardee, T. S., et al. A phase I study of the first-in-class antimitochondrial metabolism agent, CPI-613, in patients with advanced hematologic malignancies. Clinical Cancer Research: An Official Journal of the American Association for Cancer Research. 20, 5255-5264 (2014).
  23. Stein, M., et al. A defined metabolic state in pre B cells governs B-cell development and is counterbalanced by Swiprosin-2/EFhd1. Cell Death and Differentiation. 24, 1239-1252 (2017).
  24. Hrušák, O., Porwit-MacDonald, A. Antigen expression patterns reflecting genotype of acute leukemias. Leukemia. 16, 1233-1258 (2002).
  25. Amin, H. M., et al. Having a higher blast percentage in circulation than bone marrow: clinical implications in myelodysplastic syndrome and acute lymphoid and myeloid leukemias. Leukemia. 19, 1567-1572 (2005).
Valutazione del profilo metabolico delle cellule di leucemia primaria
Play Video
PDF DOI DOWNLOAD MATERIALS LIST

Cite this Article

Hlozková, K., Starková, J. Assessment of the Metabolic Profile of Primary Leukemia Cells. J. Vis. Exp. (141), e58426, doi:10.3791/58426 (2018).More

Hlozková, K., Starková, J. Assessment of the Metabolic Profile of Primary Leukemia Cells. J. Vis. Exp. (141), e58426, doi:10.3791/58426 (2018).

Less
Copy Citation Download Citation Reprints and Permissions
View Video

Get cutting-edge science videos from JoVE sent straight to your inbox every month.

Waiting X
simple hit counter