Waiting
Login processing...

Trial ends in Request Full Access Tell Your Colleague About Jove
JoVE Science Education
Environmental Science

A subscription to JoVE is required to view this content.
You will only be able to see the first 20 seconds.

 
Click here for the English version

Identificazione degli alberi: come utilizzare una chiave dicotomica

Overview

Fonte: Laboratori di Margaret Workman e Kimberly Frye - Depaul University

Una chiave dicotomica è uno strumento che identifica gli oggetti in natura, come le foglie. Questo metodo si basa sull'idea di scegliere tra due caratteristiche. La parola dicotomo deriva da due parole greche che significano "dividere in due parti". In una chiave dicotomica per l'identificazione delle foglie, ogni coppia di frasi descrive diverse caratteristiche della foglia. Solo una delle frasi si applica correttamente alla foglia da eliminare. La frase corretta porta alla prossima coppia di frasi o indica il nome dell'albero da cui proviene la foglia. L'utilizzo di una guida sul campo agli alberi e dell'iTree National Tree Benefits Calculator aiuta a identificare gli alberi in un'indagine sul campo, che mostra l'importanza degli alberi in termini di benefici ambientali, come la gestione delle acque piovane, l'aumento del valore della proprietà, l'efficienza energetica, la qualità dell'aria e il sequestro del carbonio.

Principles

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

Esaminare le foglie è uno dei modi più comuni per identificare gli alberi. Le foglie sono molto caratteristiche di una particolare specie arborea. Ci sono molti indizi da cercare su una foglia per aiutare a identificare l'albero da cui proviene. Questi includono la forma delle foglie, la disposizione delle foglie e i margini delle foglie.

Gli alberi a foglia larga sono molto comuni negli Stati Uniti (Figura 1). Questi alberi hanno foglie con lame larghe che espovano una vasta superficie per la fotosintesi(ad esempio querce e aceri). Per lo più, questi alberi sono decidui e lasciano cadere le foglie in autunno.

L'altro tipo di albero è un albero sempreverde. Questi hanno foglie aghiformi o squamose. Alberi come pini e abeti rossi hanno foglie aghiformi, e alberi come ginepri e cedri hanno foglie squamose. Generalmente, queste foglie rimangono sull'albero per più di un anno.

Le foglie aghiformi hanno una superficie molto piccola; pertanto, non sono in grado di catturare molta luce solare per la fotosintesi. Le foglie aghiformi hanno anche un rivestimento spesso per prevenire un'eccessiva perdita d'acqua. Gli alberi con foglie aghiformi sono adatti a siti in cui la conservazione dell'acqua è molto importante per la sopravvivenza. Poiché questi aghi durano diversi anni su un albero mentre le latifoglie vivono solo per una stagione di crescita, gli alberi con aghi hanno un vantaggio rispetto agli alberi a foglia larga, in quanto il costo metabolico della produzione di foglie può essere recuperato con la fotosintesi in diverse stagioni di crescita.

La forma delle foglie di un albero si forma nel corso della storia evolutiva di una specie arborea. La forma conferisce all'albero le sue migliori possibilità di sopravvivenza in base ai fattori ambientali nell'ecosistema. Il compito di una foglia è quello di catturare la luce solare per la fotosintesi, producendo cibo per l'albero. In questo processo, la foglia riceve anche calore. La forma della foglia si è quindi sviluppata nel tempo per bilanciare queste esigenze: massimizzare la luce solare ma ridurre al minimo l'assorbimento di calore e/o la perdita d'acqua.

Le foglie a forma di cuore sembrano esattamente come suggerisce il nome: la foglia ha la forma di un cuore (Figura 2). Le foglie obovate sono più larghe sopra il centro e più lunghe di quanto non siano larghe. Le foglie ellittiche sono più larghe al centro e si assottigliano vicino alle estremità. Le foglie ovate sono più larghe sotto il centro e più lunghe di quanto siano larghe. Come le foglie a forma di cuore, le foglie triangolari sembrano come suggerisce il nome: la foglia ha la forma di un triangolo. Le foglie di lancia sono molto più lunghe di quanto non siano larghe (in genere 4 volte più lunghe) e, sebbene generalmente la stessa larghezza in tutto, possono essere leggermente più larghe nel mezzo.

Ci sono altre forme di foglie, a seconda della fonte utilizzata. Tuttavia, quelli menzionati sono alcune forme molto comuni e semplici.

Le foglie possono essere disposte su un ramoscello in uno dei tre modi (Figura 3):

Opposto - foglie che si verificano in coppie ai nodi.
Alternativo: lascia sfalsate o non direttamente l'una di fronte all'altra.
Whorled – foglie che si verificano tre o più su un singolo nodo.

La disposizione delle foglie riduce al minimo la sovrapposizione tra una foglia e l'altra. Ciò massimizza la disponibilità di luce solare e aria. Le foglie opposte di solito hanno i livelli adiacenti incrociati ad angolo retto per ridurre al minimo la sovrapposizione. Le foglie alternative sono generalmente distribuite a spirale.

La maggior parte degli alberi ha una disposizione alternativa delle foglie, rendendo gli alberi con gli altri due arrangiamenti un gruppo limitato. Per vedere la disposizione delle foglie, le foglie devono essere osservate mentre sono ancora sul ramoscello.

Il margine della foglia è il nome per la forma del bordo della foglia (Figura 4). Una foglia che è liscia fino in fondo senza denti o andulazioni ha un margine fogliare liscio. Una foglia con un bordo ondulato o irregolare nel piano della foglia è chiamata arrotondata o sinuata. Un margine con denti continui e affilati sul bordo è finemente seghettato.

I denti delle foglie servono come indizi nel processo di identificazione delle foglie di un albero. In ambienti con acqua e sostanze nutritive sufficienti, la percentuale di foglie dentate è correlata negativamente alla temperatura, cioè maggiore è la temperatura, minore è la percentuale di alberi con foglie dentate. Pertanto, nei climi freddi, le foglie hanno denti più grandi e più grandi. I paleobiologi lo usano spesso nella ricostruzione paleoclimatica.

Quando si guarda una foglia con una forma a foglia larga (al contrario di aghiforme o squamose), la prossima cosa da cercare è se è semplice o composta (Figura 5). Una foglia semplice ha un foglietto, un picciolo (gambo) e una gemma alla base del picciolo. Una foglia composta ha due o più foglioline e una gemma alla base del picciolo. Una foglia una volta pinnatamente composta ha un picciolo principale e foglioline disposte in modo pinnato su ciascun lato del picciolo. Una foglia due volte composta in modo pennato ha un picciolo principale e poi piccioli secondari disposti su ciascun lato del picciolo principale. La differenza tra una foglia e un volantino può essere controllata dove la foglia si attacca al gambo. Se non c'è gemma, allora è un volantino e non una foglia.

Figure 1
Figura 1. Esempi di foglie a foglia larga, aghiformi e squamose.

Figure 2
Figura 2. Esempi di foglie a forma di cuore, obovate, ellittiche, ovate, triangolari e lanceole.

Figure 3
Figura 3. Esempi di disposizioni di foglie opposte, alternate e a spirale.

Figure 6
Figura 4. Esempi di vari margini fogliari, tra cui liscio, arrotondato, finemente seghettato e doppio seghettato.

Figure 7
Figura 5. Esempi di tipo di foglia, tra cui foglie semplici, una volta composte e due volte composte.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Procedure

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

1. Identificazione di un insieme di 10 campioni sconosciuti

Utilizzare la chiave dicotomica (Tabella 1) per identificare i 10 campioni di foglie sconosciute (Figure 6-15).

  1. Scegli una foglia e, a partire dal numero 1 sulla chiave, rispondi a ciascuna delle domande.
  2. Scegli l'affermazione che meglio descrive la foglia in questione.
  3. La colonna a destra elenca le specie arboree o un numero che elenca la serie successiva di istruzioni da considerare.
  4. Continuare fino a quando la chiave elenca il nome dell'albero da cui proviene il campione di foglie e compilare la tabella vuota fornita (Tabella 2).

2. Indagine sul campo

Raccogliere campioni di foglie da 5 alberi, identificare correttamente gli alberi utilizzando una guida sul campo agli alberi e registrare su una scheda tecnica (Tabella 3).

  1. Selezionare un albero da identificare.
  2. Raccogli un campione di foglie rappresentativo dall'albero.
  3. Incollalo su un foglio di erbario con colla normale.
  4. Si noti se le foglie hanno una disposizione alternativa o opposta sugli steli.
  5. Registrarlo sul foglio dell'erbario e sulla scheda tecnica.
  6. Misurare il diametro all'altezza del seno (dbh) dell'albero in pollici.
    1. Questo viene fatto misurando la circonferenza dell'albero a 4 piedi e mezzo sopra il grado esistente. Il diametro dell'albero è calcolato dalla circonferenza usando la formula d = C/Π. Registrare la circonferenza e il diametro sulla scheda tecnica.
  7. Nota sulla scheda tecnica quale tipo di uso del suolo è più vicino all'albero: residenziale unifamiliare, residenziale plurifamiliare, piccola impresa commerciale, industriale / grande attività commerciale o parco / altro terreno libero.
  8. Ripetere i passaggi 2.1 – 2.7 per 4 alberi aggiuntivi. Devono essere raccolti 5 campioni di foglie totali.
  9. Utilizzando una guida sul campo agli alberi di scelta, identificare i campioni di foglie.  Registrare la specie sulla scheda tecnica.

3. Calcolatore dei benefici dell'albero nazionale

Utilizzando questo software, è possibile calcolare i vantaggi degli alberi sul lato della strada. Ciò include i benefici annuali di un albero per la gestione delle acque piovane, il valore della proprietà, l'efficienza energetica e il sequestro del carbonio.

  1. Apri lo strumento software iTree per l'istruzione trovato in http://www.treebenefits.com/calculator/ creato dal Servizio forestale USDA, il che significa che gli strumenti iTree sono di dominio pubblico.
  2. Utilizzando il National Tree Benefits Calculator (Figura 16) e i dati raccolti sugli alberi, calcolare il beneficio ambientale di ciascun albero.
  3. Registrare i risultati.

Figure 8

Figure 9

Figure 10

Figure 11

Figure 12

Figure 13

Figure 14

Figure 15

Figure 16

Figure 17

Figure 6-15. Campioni di foglie sconosciuti.

Figure 18
Figura 16. Calcolatore nazionale dei benefici dell'albero.

1 La foglia è aghiforme o squamosa?
La foglia è una foglia larga?
Riga 2
Riga 3
2 La foglia è simile alla scala?
La foglia è aghiforme?
Cedro Rosso
Pino scozzese
3 La foglia è semplice?
Il composto fogliare è?
Riga 4
Riga 5
4 La foglia è lobata?
La foglia non è lobata?
Riga 6
Riga 7
5 La foglia è una volta composta?
La foglia è due volte composta?
Cenere Verde
Honeylocust
6 La foglia è pinnatamente lobata?
La foglia è palmatamente lobata?
Bur Rovere
Riga 8
7 La foglia ha i denti sul margine?
La foglia NON ha denti sul margine?
Riga 9
Redbud
8 La foglia ha 3 – 5 lobi profondi con disposizione fogliare opposta?
La foglia ha 3 – 5 lobi poco profondi con disposizione alternativa delle foglie?
Acero Argentato
Sicomoro
9 Il margine fogliare ha denti doppi, di forma ellittica e asimmetrica alla base?
La foglia ha un solo margine dei denti?
Olmo americano
Pioppo

Tabella 1. Chiave dicotomica di identificazione dell'albero.

Esempio sconosciuto Specie
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

Tabella 2. Una tabella vuota per compilare le specie arboree per ogni campione di foglie sconosciute.

Numero di esempio dell'albero Disposizione delle foglie (opposta, alternativa o a spirale) Circonferenza a 4 piedi e mezzo sopra il grado (pollici) Diametro a 4 piedi e mezzo sopra il grado (pollici) *calcolato Uso del suolo Specie Note
1
2
3
4
5

Tabella 3. Una scheda tecnica vuota per compilare la disposizione delle foglie, la circonferenza, il dbh, l'uso del suolo, le specie e le note.

Le chiavi dicotomiche sono comunemente usate nella scienza per identificare oggetti in natura, compresi gli alberi. Gli utenti progrediscono attraverso una serie di domande a due scelte, portando all'identità del campione.

In una chiave dicotomica, le domande vengono poste come frasi o domande accoppiate, in cui solo una può essere corretta. La frase corretta porta quindi alla domanda o alla frase successiva, fino a quando, finalmente, dopo una serie di passaggi, porta all'identificazione dell'elemento da eliminare.

Per l'identificazione dell'albero con chiave dicotomica, gli utenti studiano le caratteristiche delle foglie e della disposizione delle foglie e si spostano attraverso le frasi accoppiate fino a raggiungere l'identificazione dell'albero da cui proviene la foglia.

Questo video illustrerà il layout di una chiave dicotomica, come usarla e alcune delle caratteristiche foglia utilizzate nelle chiavi dicotomiche per l'identificazione dell'albero.

Le foglie sono molto caratteristiche delle singole specie arboree e sono comunemente usate per identificare gli alberi. La forma delle foglie, la disposizione, i margini e molte altre caratteristiche possono essere prese in considerazione quando si identifica un campione di albero.

Gli alberi a foglia larga sono comuni negli Stati Uniti e sono caratterizzati da foglie con lame larghe che espongono una vasta area per la fotosintesi. La maggior parte delle latifoglie sono decidue, lasciando cadere le foglie in autunno.

Il secondo tipo di albero principale negli Stati Uniti è il sempreverde. Questi hanno foglie ad ago o squame, che generalmente rimangono sugli alberi tutto l'anno. Le foglie aghiche hanno poca superficie per la fotosintesi e uno spesso rivestimento ceroso per prevenire la perdita d'acqua, rendendo i sempreverdi agugliati adatti alle aree in cui la conservazione dell'acqua è importante per la sopravvivenza.

La forma della foglia è legata alla storia evolutiva di una specie arborea e, a seconda delle esigenze dell'ecosistema, la foglia ha bisogno di massimizzare la cattura della luce solare riducendo al minimo l'assorbimento di calore e la perdita d'acqua. La forma complessiva delle foglie è un tratto spesso usato per classificare le latifoglie in chiavi dicotomiche.

Le foglie possono essere classificate come a forma di cuore, triangolari, lance, ovate o obovate. Si verificano altre foglie sagomate, ma queste sono le più comuni. La disposizione delle foglie sul ramoscello è un'altra caratteristica utilizzata nell'identificazione chiave degli alberi. Le foglie opposte sono quelle che si verificano in coppia ai nodi, di solito visualizzando livelli adiacenti ad angolo retto per ridurre al minimo la sovrapposizione. Le foglie alternative, la disposizione più comune, sono sfalsate, non direttamente l'una di fronte all'altra, e spesso disposte a spirale lungo il ramoscello. Gli arrangiamenti a spirale hanno tre o più foglie che si verificano in un singolo nodo.

Il bordo della foglia, o margine fogliare, può anche fornire caratteristiche per facilitare l'identificazione. Possono essere lisci, avere proiezioni, denti o indulazioni. Un bordo ondulato o irregolare è chiamato arrotondato o sinuoso. Ancora una volta, questo può essere correlato alle condizioni ambientali. Nei climi più freddi, gli alberi nativi tendono ad avere denti più grandi e più grandi.

Con gli alberi a foglia larga, le foglie possono essere classificate come semplici o composte. Le foglie semplici hanno un foglietto, un picciolo o "gambo" e una gemma alla base del picciolo. Le foglie composte hanno due o più foglioline e una gemma alla base del picciolo. Inoltre, le foglie una volta composte in modo pennato hanno un picciolo principale e foglioline disposte su ciascun lato del picciolo. Le foglie due volte composte hanno un picciolo principale e piccioli secondari disposti su entrambi i lati del picciolo principale. Questo può essere usato per controllare la differenza tra una foglia e un volantino; se non c'è gemma dove si attacca al gambo, è un volantino, non una foglia.

Ora che abbiamo familiarità con alcuni dei tratti di alberi e foglie comuni e alcune categorie utilizzate per l'identificazione degli alberi, passiamo attraverso l'uso di una chiave.

Prima di tentare di identificare i campioni di foglie, è necessario prima acquisire familiarità con i tratti e le categorie esaminate all'interno della chiave stessa.

La prima domanda nella chiave chiede se l'esemplare di foglia è aghiforme o squamoso, o se è a foglia larga. I primi due sono classificati come sempreverdi e il secondo come deciduo. Se la risposta è "aghiforme o simile a una scala", procedere alla riga 2 della chiave. Se è "a foglia larga", procedere alla riga 3.

La riga 2 si riferisce a foglie aghiformi o squamose e chiede quale di queste descrive meglio il campione. Le foglie aghiformi hanno una superficie molto piccola e hanno un rivestimento spesso e ceroso per prevenire un'eccessiva perdita d'acqua. Le foglie squamose hanno anche una superficie ristretta, ma sono composte da piccole squame individuali. Se le foglie sono simili a squame, la chiave afferma che l'esemplare è un cedro rosso. Se le foglie sono aghiformi, la chiave afferma che l'esemplare è un pino silvestre.

La domanda 3 chiede se la foglia è semplice o composta. Le foglie semplici sono quelle con un foglietto per picciolo o gambo e una gemma alla base del picciolo. Le foglie composte sono quelle con due o più foglioline, un picciolo e un bocciolo alla base. Se la foglia è semplice, passare alla riga 4 e, se composta, alla riga 5.

La quarta domanda chiede se la foglia è lobata o non lobata. Le foglie lobate sono quelle con proiezioni che danno forma alla foglia. Le foglie non lobate hanno un bordo fogliare coerente. Se la foglia è lobata, la chiave indica di passare alla riga 6. Per le foglie non lobate, la riga 7 dovrebbe essere consultata successivamente.

La riga 5 segue la domanda 3 e chiede se la foglia è una o due volte composta. Le foglie una volta composte hanno due o più foglioline disposte in modo pennato su ciascun lato del picciolo. Una foglia composta due volte ha un picciolo principale e poi piccioli secondari disposti su ciascun lato del picciolo principale. Questa è una domanda terminale, con foglie una volta composte elencate come appartenenti a Green Ash e due volte composte come Honeylocust.

La domanda 6 riguarda le latifoglie lobate. La foglia è pinnatamente o palmately lobata? I lobi pennati sono quelli in cui i lobi si attaccano tutti a un asse centrale o a una vena. Al contrario, nelle foglie palmate, i lobi si irradiano tutti da un unico punto. Per le foglie pennate lobate, le foglie appartengono a Bur Oak. Per le foglie palmately lobate, la chiave passa alla riga 8.

Nella riga 7, la chiave chiede se i campioni di foglie hanno denti sul margine. I denti sono classificati come continui e seghettati, rispetto a una foglia liscia, che non ha proiezioni seghettate o appuntite sul margine. I campioni dentate portano alla domanda 9 e gli stoccioli sono classificati come foglie di Redbud.

La domanda 8 chiede se i campioni di foglie hanno 3-5 lobi profondi con disposizione fogliare opposta o 3-5 lobi poco profondi con disposizione fogliare alternativa. I lobi profondi sono quelli che si estendono fino alla superficie fogliare e la disposizione opposta delle foglie si vede quando le foglie si verificano in coppia ai nodi. I lobi poco profondi sono quelli che si estendono meno nella superficie fogliare e le disposizioni fogliari alternative sono quelle in cui le foglie sono sfalsate o non direttamente l'una di fronte all'altra. Lobi profondi e disposizione delle foglie opposte portano all'acero argentato, mentre i lobi poco profondi e la disposizione alternativa portano al sicomoro.

Infine, la domanda 9 chiede se il margine fogliare ha denti doppi, di forma ellittica, ed è asimmetrico alla base, o se invece ha un singolo margine dentato. Se il primo è vero, il campione viene identificato come American Elm, e se la foglia ha un singolo margine dentato, proviene da un albero di Cottonwood.

Ora, usa le foglie raffigurate insieme alla chiave dicotomica per praticare l'identificazione.

Dopo l'esame della chiave e delle caratteristiche descritte, è possibile eseguire l'identificazione sul campo degli alberi. Innanzitutto, seleziona un albero da identificare. Raccogli un campione di foglie rappresentative dall'albero e apponilo sulla carta dell'erbario usando la colla.

Quindi, nota se le foglie hanno una disposizione alternativa o opposta sugli steli e registralo sul foglio dell'erbario. Misura il diametro all'altezza del seno dell'albero in pollici prendendo la circonferenza dell'albero a 4,5 piedi sopra il grado esistente e calcola il diametro. Registrare la circonferenza e il diametro.

Nota quale tipo di uso del suolo è più vicino all'albero: residenziale, piccolo commerciale, industriale, parco o terreno libero. Utilizzando la chiave dicotomica, identificare i campioni di foglie e registrare le specie arboree sul foglio dell'erbario.

L'identificazione degli alberi ha molte applicazioni pratiche e le chiavi dicotomiche sono strumenti utili e pratici per un'identificazione rapida.

L'identificazione degli alberi è un primo passo importante per comprendere i benefici che alberi o specie arboree specifici forniscono in un ambiente comunitario. Utilizzando i dati di identificazione degli alberi e il National Tree Benefits Calculator, scienziati e urbanisti possono utilizzare i dati degli alberi per informare le decisioni su edifici, infrastrutture o strategie di piantagione per massimizzare i benefici per la salute e l'ambiente e ridurre il consumo di energia.

Le chiavi dicotomiche sono comunemente usate per identificare molti diversi tipi di organismi. Ad esempio, possono essere utilizzati per identificare qualsiasi cosa, dalle specie di serpenti velenosi, agli insetti nocivi degli agrumi o ai tipi di piante acquatiche. Questa tecnica può consentire agli utenti che non hanno familiarità con un campione di individuare i soggetti semplicemente sul campo o in laboratorio.

La capacità di identificare gli alberi o i loro parassiti per chiave può essere estremamente utile nel controllo dei parassiti o delle malattie. Ad esempio, lo scarabeo asiatico dalle corna lunghe sta diventando un parassita sempre più comune nei boschi degli Stati Uniti. Una chiave di identificazione degli insetti può essere utilizzata per identificarli e distinguerli da altri coleotteri nativi longhorn e anche identificare le specie arboree a rischio nei boschi in cui è stato trovato questo parassita. A sua volta, questo può aiutare a frenare la diffusione di questo parassita altamente invasivo.

Hai appena visto l'introduzione di JoVE all'identificazione degli alberi usando una chiave dicotomica. Ora dovresti capire come funzionano le chiavi dicotomiche e come applicare una chiave dicotomica all'identificazione dell'albero. Grazie per l'attenzione!

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Results

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

La Tabella 4 contiene le foglie correttamente identificate per l'identificazione di un insieme di 10 specie sconosciute.

I risultati per l'indagine sul campo varieranno a seconda dei campioni raccolti. I risultati rappresentativi per gli alberi trovati nell'area di Chicagoland (codice postale 60031) possono essere trovati nella Tabella 5.

I risultati per l'utilizzo del Tree Benefit Calculator sono disponibili nella Tabella 6. Questo calcolatore fornisce una stima dei vantaggi offerti dai singoli alberi sul lato della strada.  Quando vengono inseriti i dati dell'indagine sul campo, inclusi codice postale, specie, diametro e uso del suolo, è possibile vedere il beneficio ambientale ed economico fornito da ciascun albero.

Esempio sconosciuto Specie
1 Olmo americano
2 Sicomoro
3 Cenere Verde
4 Acero Argentato
5 Bocciolo rosso
6 Pioppo
7 Honeylocust
8 Pino scozzese
9 Bur Rovere
10 Cedro Rosso

Tabella 4. I campioni di foglie sconosciute e le loro specie arboree correttamente identificate.

Numero di esempio dell'albero Diametro a 4 piedi e mezzo sopra il grado (pollici)
*calcolato
Uso del suolo Specie
1 5.2 Multifamiliare
Residenziale
Basswood americano
2 6.1 Multifamiliare
Residenziale
Olmo americano
3 4.3 Multifamiliare
Residenziale
Sicomoro americano
4 4.5 Famiglia Singola
Residenziale
Corniolo
5 5.3 Famiglia Singola
Residenziale
Boxelder

Tabella 5. Risultati rappresentativi per gli alberi trovati nell'area di Chicagoland.

Numero di esempio dell'albero Beneficio complessivo Gestione delle acque piovane
(galloni)
Valore della proprietà Efficienza energetica
(kW/h)
Sequestro del carbonio
(libbre)
1 20 dollari 173 4 dollari 38 109
2 24 dollari 217 8 dollari 41 133
3 22 dollari 161 11 dollari 27 113
4 11 dollari 69 2 dollari 22 74
5 46 dollari 356 22 dollari 56 169

Tabella 6. Risultati del calcolatore dei benefici dell'albero.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Applications and Summary

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

Comprendere i benefici che gli alberi forniscono a una comunità è importante. La conversione di questo beneficio in un valore monetario o in un valore dei servizi ecosistemici consente una comprensione concreta del ruolo che gli alberi svolgono in un ecosistema. Gli alberi sono importanti per la salute, l'economia e l'ambiente, e una volta che questo è realizzato, può iniziare una discussione sui modi per proteggere gli alberi e aumentare i loro benefici. Man mano che gli alberi invecchiano e crescono, i loro benefici aumentano. Questo fornisce un motivo per proteggere gli alberi maturi (Figura 17).

Queste informazioni possono essere utilizzate per determinare quali alberi sarebbero più utili da piantare in una comunità. Può anche essere utilizzato dai funzionari della città per informare le decisioni sulla costruzione di infrastrutture(ad esempio la politica sul numero / tipi di alberi che devono essere piantati sulla costruzione di nuovi edifici). Le parti interessate possono anche decidere quanti / tipo di alberi piantare sulla loro proprietà per contribuire a ridurre le bollette energetiche(ad esempio scuole, aziende, uffici governativi).

Figure 19

Figura 17. Un esempio di un albero vecchio e maturo.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Transcript

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the English version.

Get cutting-edge science videos from JoVE sent straight to your inbox every month.

Waiting X
Simple Hit Counter