Waiting
Login processing...

Trial ends in Request Full Access Tell Your Colleague About Jove
JoVE Science Education
General Laboratory Techniques

A subscription to JoVE is required to view this content.
You will only be able to see the first 20 seconds.

 
Click here for the English version

Introduzione al Bunsen Burner

Overview

Il bruciatore Bunsen, che prende il nome e co-progettato da Robert Bunsen nel 1854, è un comune strumento da laboratorio che produce una fiamma calda, senza fuliggine e non luminosa. Il bruciatore Bunsen consente una regolazione precisa della miscelazione di gas e ossigeno nella sua canna centrale prima della combustione, che accende la fiamma. Manipolando il bruciatore Bunsen, è possibile controllare sia la dimensione che la temperatura della fiamma. Tra gli altri usi, il calore di una fiamma del bruciatore Bunsen può essere utilizzato per creare una corrente di convezione, che riscalda lo spazio sopra la fiamma e solleva qualsiasi particolato nell'aria verso l'alto e lontano dall'aria più fredda sottostante, mantenendo sterile questa area di lavoro. Lavorare con una fiamma aperta richiede maggiore cautela. Ricorda sempre di fissare i capelli, gli indumenti o gli accessori sciolti prima di accendere un bruciatore Bunsen e di avere sempre a portata di mano le attrezzature di sicurezza adeguate, come un estintore e / o una coperta antincendio. Prendersi il tempo per capire come utilizzare un bruciatore Bunsen e quali attrezzature di sicurezza avere a portata di mano ti permetterà di utilizzare questo utile strumento di laboratorio con sicurezza e sicurezza.

Procedure

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

Un bruciatore Bunsen è uno strumento da laboratorio che può essere utilizzato per fornire una singola fiamma continua mescolando gas con aria in modo controllato. Il rapporto tra gas e aria che viene miscelato insieme può essere regolato manualmente, consentendo all'utente di controllare l'intensità, la temperatura e le dimensioni della fiamma. La fiamma può quindi essere utilizzata per riscaldare o sterilizzare reagenti e apparecchiature di laboratorio.

Tutti i bruciatori Bunsen sono costituiti dagli stessi componenti di base. La canna, o tubo del bruciatore, è dove l'aria e il gas si mescolano.

Il collare, che si trova nella parte inferiore della canna, può essere regolato per controllare la presa d'aria e il calore della fiamma. Il collare può essere ruotato per consentire a più aria di entrare nel bruciatore rivelando prese d'aria o può essere ruotato per occluderle.

Le aperture di sfiato dell'aria nel colletto aspirano l'aria dall'effetto Venturi. Cioè, quando il collare viene aperto, si verifica una riduzione della pressione dell'aria all'interno del tubo del bruciatore, tirando l'aria nella canna.

La valvola ad ago, o flusso di gas, si trova anche nella parte inferiore della canna e si avvita nella base del bruciatore Bunsen. Come il collare, la valvola a spillo può essere ruotata in senso antiorario o orario per controllare il flusso di gas. La regolazione della valvola a spillo consente di controllare la dimensione della fiamma.

La canna si avvita in una base, che mantiene stabile il bruciatore Bunsen e rimane fresco per consentire il trasferimento sicuro dello strumento durante o dopo l'uso.

L'ingresso del gas collega il bruciatore Bunsen al getto di gas attraverso un tubo di aspirazione del gas in gomma. Un accendino a scintilla è comunemente usato per accendere la combustione del gas e dell'aria.

Per utilizzare un bruciatore Bunsen, assicurarsi innanzitutto che il collare sia chiuso.

Per assicurarti di avere la fiamma più calda e pulita possibile, assicurati che il tubo di gomma sia collegato saldamente al getto di gas e alla valvola di ingresso del gas.

Un tappetino resistente al calore può essere posizionato sotto il bruciatore Bunsen come ulteriore precauzione di sicurezza per prevenire danni al piano di lavoro e per catturare scintille vaganti.

Prima dell'illuminazione, posiziona il bruciatore Bunsen di almeno 12 pollici davanti a qualsiasi scaffalatura o attrezzatura e fai attenzione ai capelli sciolti o ai vestiti, come il tuo cappotto da laboratorio. Tieni sempre a portata di mano le attrezzature di sicurezza, come estintori e coperte di sicurezza.

Quindi aprire completamente il getto di gas. Usa un accendino per accendere la fiamma.

Con il colletto completamente chiuso, apparirà la "fiamma di sicurezza" - una fiamma più luminosa, sporca e meno intensa. Questa fiamma è più fredda e viene generalmente utilizzata per indicare che il bruciatore è "acceso". La fiamma di sicurezza non brucia così calda, perché con il collare chiuso, c'è un flusso d'aria minimo attraverso il tubo del bruciatore, con conseguente reazione di combustione incompleta.

Ora inizia a girare il colletto in senso antiorario. Mentre il colletto si apre, appaiono due fiamme distintive. La fiamma esterna blu è più calda della fiamma di sicurezza e non fa rumore. Questa fiamma può essere difficile da vedere, quindi fai attenzione quando il bruciatore è in questo stato.

La fiamma interna blu brucia il più caldo, in particolare sulla punta. Oltre ad essere la fiamma più calda, è anche la fiamma più pulita e rumorosa, emettendo una sorta di suono "ruggente".

Una volta regolato il collare per ottenere la fiamma alla temperatura desiderata, aprire o chiudere la valvola a spillo per aumentare le dimensioni della fiamma o chiuderla per renderla più piccola.

Quando il tuo lavoro è finito, ricorda di spegnere il gas.

Ora che sai come utilizzare un bruciatore Bunsen in sicurezza, diamo un'occhiata ad alcune delle molte diverse applicazioni per l'utilizzo dello strumento.

Gli strumenti metallici a volte devono essere rapidamente sterilizzati prima dell'uso o tra le fasi di un esperimento. Le spatole metalliche e le anse di inoculazione, ad esempio, sono spesso sterilizzate tra campioni batterici. Forbici e pinza possono essere immerse nell'alcool e poi fiammate per una rapida sterilizzazione prima dell'intervento chirurgico.

Anche gli strumenti in vetro, come le pipette sierologiche, sono spesso brevemente sterilizzati a fiamma prima e tra ogni utilizzo.

La fiamma del bruciatore Bunsen può essere utilizzata per aiutare a mantenere un campo sterile attorno alle aperture dei contenitori sperimentali. Infiammando brevemente il collo del contenitore si crea una corrente di calore, o convezione. La corrente di convezione solleva tutte le particelle nell'aria lontano dall'apertura del contenitore, prevenendo la potenziale contaminazione da particolato aerodisperso. Le correnti di convezione servono anche a sollevare il particolato nell'aria lontano dall'area sperimentale, quindi il bruciatore Bunsen aiuta a mantenere sterile l'area intorno all'esperimento. Per la microscopia, i vetrini vengono talvolta passati attraverso una fiamma del bruciatore Bunsen per rimuovere eventuali particelle di polvere prima che i campioni vengano montati.

Un'applicazione interessante del bruciatore Bunsen è l'utilizzo del calore per modificare gli strumenti in vetro e metallo. Ad esempio, questa sottile asta di vetro viene accuratamente riscaldata e quindi piegata mentre il vetro è ancora caldo per creare uno spargitore di colture batteriche.

Le fiamme del bruciatore Bunsen possono anche essere utilizzate per tirare pipette, piegare pipette, lucidare tubi capillari di vetro, realizzare aghi di dissezione del vetro e sigillare un plettro in una pipetta di vetro.

Hai appena visto l'introduzione di JoVE a Bunsen Burners.

In questo video abbiamo recensito: cos'è un bruciatore bunsen e come funziona, come regolare la fiamma di un bruciatore Bunsen, alcuni problemi di sicurezza e alcune diverse applicazioni del tuo bruciatore Bunsen. Grazie per aver guardato, e ricorda, solo tu puoi prevenire gli incendi di laboratorio!

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Disclosures

Nessun conflitto di interessi dichiarato.

Get cutting-edge science videos from JoVE sent straight to your inbox every month.

Waiting X
Simple Hit Counter