Clonazione e produzione su larga scala di ad alta capacità vettori adenovirali in base al tipo Adenovirus umano 5

Bioengineering

Your institution must subscribe to JoVE's Bioengineering section to access this content.

Fill out the form below to receive a free trial or learn more about access:

 

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations

Ehrke-Schulz, E., Zhang, W., Schiwon, M., Bergmann, T., Solanki, M., Liu, J., Boehme, P., Leitner, T., Ehrhardt, A. Cloning and Large-Scale Production of High-Capacity Adenoviral Vectors Based on the Human Adenovirus Type 5. J. Vis. Exp. (107), e52894, doi:10.3791/52894 (2016).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

Introduction

Per applicazioni terapeutiche gene è di grande importanza per evitare effetti collaterali citotossici e immunogenici causate da espressione di proteine ​​virali, il transgene stesso o da proteine ​​virali in arrivo. Adenovirus (adv) sono ampiamente utilizzati per introdurre DNA esogeno in un'ampia varietà di cellule per studiare l'impatto di espressione del transgene 1,2. La versione più avanzata di AdV è rappresentato da adenovirus ad alta capacità (HCAdV) privi di tutte le sequenze codificanti virali 3,4 e offrendo così una capacità di confezionamento fino a 35 kb in combinazione con bassa immunogenicità e bassa tossicità 5-8. Grazie alla loro elevata capacità di confezionamento consentono consegna di grandi o più transgeni utilizzando una singola dose di vettore. Pertanto, essi rappresentano uno strumento prezioso per la comunità di ricerca.

A differenza di prima o di seconda generazione AdV privi dei geni precoci E1 e / o E3 che possono essere facilmente prodotti utilizzando kit commerciali, vector costruzione genoma e virus produzione di HCAdV è più complessa. Il sistema per la costruzione di genomi HCAdV si basa sulla pAdFTC plasmide portando un genoma HCAdV privo di tutte le sequenze codificanti virali e il plasmide shuttle pHM5 9-12. Ogni gene di interesse di fino a 14 basi chilo (kb) può essere clonato nel pHM5 navetta vettore in cui il sito di clonaggio multiplo è affiancato da riconoscimento / fendendo siti degli enzimi di homing Pi- Sce I e I-Ceu I. Pertanto, un gene clonato di interesse può essere rilasciato da PI- consecutivo Sce I e I-Ceu io digerisce per successivo inserimento diretto nelle stesse siti di restrizione presenti nel genoma HCAdV contenuta nel pAdFTC plasmide. Nel pAdFTC il sito di inserimento del transgene situato tra il PI- Sce I e I-Ceu io Decolleté siti è fiancheggiato da riempimento del DNA e le sequenze non codificanti adenovirali necessari per il confezionamento genoma tali ripetizioni terminali come il 5 'e 3' invertita (ITR)ad entrambe le estremità e il segnale di confezionamento a valle del 5'ITR. Il DNA addizionale Stuffer fornisce dimensione ottimale del genoma HCAdV finale che vanno da 27 a 36 kb di assicurare imballaggio efficiente durante la produzione di virus. Poiché pAdFTC è una grande plasmide con un massimo di 45 kb (dipende dalla dimensione del transgene inserito) e l'utilizzo di endonucleasi homing con siti di riconoscimento di DNA lunghe comparabilmente presenta forte legame al DNA, più fasi di pulizia sono necessari durante il trasferimento del transgene dal pHM5 a pAdFTC. Si raccomanda la gestione attenta evitando forze di taglio.

I ITRs del genoma HCAdV si affiancano Not I siti di riconoscimento dell'enzima di restrizione situati immediatamente a monte ea valle 5'ITR del 3'ITR 12. Pertanto, HCAdV può essere sganciato Non io digerisco per la successiva trasfezione del genoma virale nel linea cellulare produttore HCAdV. Si noti che l'utilizzo di enzima di restrizione Not I per relfacilità del genoma virale dal pAdFTC plasmide implica che il transgene introdotto non privo di siti di riconoscimento Not I DNA. Le cellule produttrici basate cellule HEK293 (116 celle) stabilmente esprimono Cre ricombinasi. Per l'amplificazione virus 116 cellule sono co-infettati con un virus helper (HV) che fornisce tutti i geni ADV necessari per la replica e l'imballaggio in trans 3,4. L'alta tensione è un AdV prima generazione con un segnale di imballaggio floxed che viene rimossa durante l'amplificazione virus Cre ricombinasi espressa in 116 cellule 4. Questo assicura che i genomi prevalentemente HCAdV contenenti un segnale di imballo integro sono encapsidated.

Pre-amplificazione del HCAdV viene eseguita effettuando passaggi passaggio in serie in 116 cellule coltivate su una superficie in piastre di coltura dei tessuti. Dopo ogni passaggio particelle virali sono rilasciate dalle cellule infette conducendo tre consecutivi passaggi di congelamento-scongelamento. Con ogni passaggio un numero crescente di cellule sono infettati con1/3 di lisato cellulare dal passaggio precedente. Infine lisato dall'ultima fase di pre-amplificazione viene utilizzato per infettare cellule produttrici coltivate in sospensione in un pallone filatore per larga scala di amplificazione. Virioni sono purificati dalle cellule sospensione eseguendo ultracentrifugazione in una densità di cloruro di cesio gradiente 4,12. Con questa procedura particelle vuote e particelle completamente assemblati vengono separati in due bande distinte. Per concentrare ulteriormente il HCAdV particelle viene eseguita una seconda fase ultracentrifugazione non graduale. Successivamente il gruppo risultante contenente il HCAdV viene raccolto e dializzato contro tampone fisiologico. Preparazioni vettore finali sono caratterizzati in relazione al numero di particelle virali assoluti, particelle infettive e livelli di contaminazione HV. Particelle virali assoluti possono essere determinati mediante lisi particelle virali e misurare l'assorbanza a 260 nm o eseguendo quantitativa real-time PCR (qPCR) 12. Infettività del purparticelle virali da norme possono essere determinate misurando qPCR genomi HCAdV presenti all'interno delle cellule infettate 3 ore dopo l'infezione.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Protocol

1. Costruzione di ricombinante HCAdV Genomi basato sul plasmide pAdFTC

Nota: Tutti i plasmidi sono stati descritti in precedenza 11,12 e sono disponibili su richiesta. La procedura di clonazione è schematicamente illustrato nella figura 1.

  1. Clonare un gene di interesse (GOI) inclusi il promotore e poliadenilazione segnale (pA) nella navetta plasmide pHM5, utilizzando una strategia di clonazione di scelta, per generare pHM5-GOI.
    NOTA: Dal momento che pAdFTC è relativamente grande plasmide, sono raccomandati protocolli di preparazione plasmide classici per evitare sheering del DNA plasmide utilizzando kit commerciali di purificazione plasmide che si basano sulle membrane di silice. I- Ceu I e PI -Sce fortemente legano al DNA e cambiare la mobilità elettroforetica di DNA digerito. Pertanto, è necessaria una estrazione con fenolo-cloroformio e EtOH precipitazioni (punto 1.3) prima di elettroforesi su gel di agarosio.
  2. Digest 20 mg di PHM5-GOI e 10 ug di pAdFTC da I-CeuI (10 U) per 3 ore a 37 ° C in un volume totale di 100 microlitri di linearizzare plasmidi (~ 2,8 kb + sequenza GOI ORF e ~ 31kb, rispettivamente).
  3. Purificare plasmidi linearizzati mediante estrazione con fenolo-cloroformio seguita da etanolo (EtOH) precipitazioni 13.
    1. Aggiungere 100 ml di fenolo: cloroformio: alcool isoamilico e mescolare delicatamente invertendo il tubo più volte. Centrifugare per 2 minuti a 15.000 x g.
    2. Trasferire il surnatante in una nuova provetta, aggiungere 20 ml di acetato di sodio (pH 5, 3 m) e 400 ml di ghiaccio freddo EtOH (99,8%) e mescolare energicamente sospensione. Centrifugare per 10 minuti a 15.000 x g.
    3. Rimuovere il surnatante, aggiungere 300 ml di 70% EtOH e centrifugare per 2 minuti a 15.000 x g. Quindi rimuovere il surnatante e pellet di DNA asciugare all'aria. Sciogliere il pellet in 10- 20 ml di dH 2 O. Do pellet di DNA non asciugare troppo a lungo, dato che sarà più difficile ottenere il DNA in soluzione.
  4. Digest I-Ceu I -digested pHM5-GOI e pAdFTC plasmide dal punto 1.3) per almeno 3 ore o O / N con l'enzima di restrizione PI -Sce I (10 U) a 37 ° C in un volume totale di 50 microlitri e successivamente purificare I -CeuI e PI -Sce ho digeriti plasmidi usano estrazione con fenolo-cloroformio seguita da EtOH precipitazioni (vedi punto 1.3). Sciogliere il DNA in 20 ml di nucleasi dH gratis 2 O.
  5. Indipendente dorsale pHM5 plasmide (2.8 kb) e il governo indiano (dal punto 1.4) su un gel preparativo e gel purificano l'GOI utilizzando un gel-commerciale e PCR-kit di pulizia. Un gel di agarosio rappresentante del digest è mostrato in Figura 2A.
  6. Defosforilare I- Ceu I e PI -Sce I-digerito pAdFTC (dal punto 1.4) con Calf Intestinal fosfatasi alcalina CIP (10 U) per 1 ora a 37 ° C in un volume totale di 25 microlitri e purificare defosforilato plasmide pAdFTC mediante estrazione con fenolo-cloroformio e successiva EtOH precipitation (passo 1,3). Eluire il DNA in 20 ml di nucleasi dH gratis 2 O.
  7. Eseguire l'elettroforesi su gel analitico da una aliquota del plasmide defosforilato pAdFTC (dal punto 1.6) e il governo indiano frammento purificato (dal punto 1.5) per analizzare se digest sono complete e le dimensioni dei frammenti attesi sono corrette (~ 31 kb per pAdFTC linearizzata ).
    Nota: La dimensione del GOI è variabile a seconda delle dimensioni della cassetta di espressione del transgene. Stimare le concentrazioni relative dei rispettivi frammenti per la successiva legatura. Un gel di agarosio rappresentante di frammenti purificati è illustrata nella Figura 2B.
  8. Impostare la reazione di ligasi in un volume totale di 20 microlitri con 400 U di T4 ligasi DNA ed un rapporto molare di vettore di inserire di 1: 3.
    NOTA: In accordo con il gel di agarosio mostrato in Figura 2B solito legare in un volume totale di 20 microlitri con da 2 a 6 microlitri vettoriale, 8- a 12 microlitriinserire e 400 U di T4 ligasi DNA. Poiché la concentrazione di DNA è solitamente basso dopo diversi passaggi phenolization, utilizzare il più possibile in modo DNA che nessun ulteriore H 2 O deve essere aggiunta per raggiungere il volume finale di 20 ul. Legare a 16 ° CO / N e successivamente eseguire estrazione con fenolo-cloroformio seguita da precipitazione EtOH (passo 1.3).
    1. Eluire DNA in 15 microlitri di nucleasi dH libera 2 O e digerire la reazione legatura purificato con l'enzima di restrizione Swai (10 U) per 2 ore a 25 ° C in un volume totale di 20 microlitri. Poi concentrare e purificare il DNA, effettuando estrazione con fenolo-cloroformio seguita da EtOH precipitazioni (punto 1.3). Eluire il DNA in 10 ml di nucleasi dH gratis 2 O.
  9. Trasforma 2 ml di purificato Swa ho digerito prodotto legatura mediante elettroporazione in DH10B o DH5α electrocompetent E. coli e selezionare i cloni per 16-24 ore a 37 ° C su-ampicillina contenente LBpiastre (50 mg / ml ampicillina). Selezionare 5- 10 cloni e preparare plasmide DNA mini-preparati utilizzando lisi alcalina seguita da estrazione con fenolo-cloroformio e successiva precipitazione EtOH (passo 1.3) 13.
  10. Eseguire un digest analitico di plasmide mini-preparati seguita da elettroforesi su gel di agarosio per verificare la dimensione dei frammenti di DNA. Enzimi di restrizione proposti sono, per esempio I-Ceu I e PI- Sce io rilasciare l'inserto, Spe I o Hinc II (Figura 2C).
  11. Amplificare un clone corretto in terreno LB contenente ampicillina (50 mg / ml di ampicillina) ed eseguire una preparazione Midi- o maxi-plasmide utilizzando qualsiasi kit di purificazione del plasmide disponibile in commercio.

2. Rilascio di HCAdV-genomi di pAdFTC plasmidi e preamplificazione di HCAdV Vettori nel Line Producer cellulare 116

  1. Digest 20 mg del plasmide adenovirale di produzione basato pAdFTC contenente il governo indiano clonato dal punto 1.11) inun volume totale di 100 microlitri con Not I (20 U) a 37 ° C per> 2 ore ed eseguire estrazione con fenolo-cloroformio due volte seguiti da EtOH precipitazione. Sciogliere in 20- 30 ml dH sterili 2 O.
  2. Controllare un'aliquota 1:10 diluito digerito pAdFTC-GOI-DNA mediante elettroforesi su gel. Un frammento 9 kb per il backbone plasmide e, a seconda delle dimensioni del GOI, un secondo frammento di DNA per il genoma HCAdV (dimensioni: 28- 36 kb) è rilevabile.
    NOTA: un esempio rappresentativo del non io digest viene visualizzato in figura 2D. DNA linearizzato può essere conservato per diversi giorni a 4 ° C oa -20 ° C per diverse settimane.
  3. Prima di procedere con il protocollo, assicurarsi che il virus helper AdNG163R-2 è stato amplificato 4.
    Nota: Le cellule trasfettate con pAdFTC derivato vettori HCAdV sono organismi geneticamente modificati classificati come livello di biosicurezza 2 (BSL-2), si prega di utilizzare la corretta gestione dei rifiuti e il contenimentomisure, tra cui dispositivi di protezione individuale, e il lavoro sotto BSL-2 cappe a flusso laminare.
  4. Culture 116 cellule in MEM Eagle Medium supplementato con 10% FBS e igromicina B (100 mcg / ml). Seed passaggio basso (sotto passaggio 10) 116 celle (~ 0.4x 10 6 celle) in 60 millimetri piatto di coltura tissutale un giorno prima trasfezione in modo che essi raggiungono 50- 80% di confluenza il giorno successivo.
  5. Trasfettare linearizzato genoma HCAdV dal punto (2,1) in 116 celle utilizzando metodi, come trasfezione fosfato di calcio o altri reagenti di transfezione disponibili in commercio (Figura 3A). 16- 18 ore dopo la trasfezione, rimuovere con attenzione il supporto, aggiungere 3 ml di mezzo fresco (MEM, 5% FBS) e infettare le cellule con l'HV AdNG163R-2 4 applicando 5 unità di trasduzione (TU) per cella (da un confluente 60 mm piatto di coltura di tessuti contiene ~ 3.2x 10 6 cellule, aggiungere ~ 1.6x 10 7 TU di HV).
    1. Spostare delicatamente il piatto ogni 20 minuti durante la prima ora dopo l'infezione perassicurare una distribuzione pari HV. Coltivare cellule infette a 37 ° C e 5% CO 2. In caso di efficace effetto di amplificazione virus citopatico (CPE) causate da replicazione del virus (le cellule sono arrotondati e vagamente attaccate o staccate dal piatto di coltura tissutale) è osservabile 48 ore post-infection.If CPE è osservato in precedenza la quantità di HV deve essere ridotto. Se CPE inizia più tardi, più virus helper deve essere utilizzato.
  6. Celle di raccolta tra cui surnatante a 48 ore dopo l'infezione da vampate di calore al largo delle cellule dalla piastra di coltura con il terreno di coltura. Le cellule che sono sospesi nella loro terreno di coltura sono chiamati passaggio 0 (P0). Split P0 in due frazioni.
    1. Da 0,5 ml delle cellule staccate Centrifugare le cellule per 3 minuti a 2000 xg e rimuovere medie dal pellet cellulare, che viene poi utilizzato per isolare DNA genomico (gDNA) per l'analisi basata qPCR del processo di amplificazione. Pellet cellulari Conservare a -20 ° C, fino al procedimento.
    2. Da 2.5ml delle cellule staccate rilasciare particelle virali mediante congelamento (a -80 ° C o in azoto liquido) e scongelamento (a temperatura ambiente o in un bagno d'acqua 37 °) le cellule che sono resupended nelle medie tre o quattro volte. Questa frazione è di chiamata lisato di P0.
  7. Assicurarsi che i piatti di coltura di tessuti con 116 celle coltivati ​​a 90- 95% di confluenza con MEM-media integrato con FBS (10%) e igromicina B (100 mg / ml) e HV sono disponibili per i seguenti passi passaging.
  8. Mescolare 1 ml di terreno fresco (MEM, 5% FBS) con 2,5 ml di lisato dal passaggio precedente (passaggio 2.6.2) ad un volume finale di 3,5 ml, aggiungere HV applicando 2 TU per cella (dato un tessuto 60 mm piatto di coltura ad una confluenza del 90- 95% contiene ~ 3.2x 10 6 cellule, aggiungere ~ 6.4x 10 6 TU di HV). (Figura 3B). Rimuovere con attenzione il mezzo da un piatto 60 mm di 116 cellule e aggiungere la miscela virale alle cellule. Ripetere il punto 2.6) - 2.8) due volte per ottenere lisati di passaggioetà P1 e P2.
  9. Mescolare 17,5 ml mezzi freschi (MEM, 5% FBS) con 2,5 ml del lisato da P2 e aggiungere HV applicando 2 TU per cella (dato un piatto di coltura tissutale 150 mm ad una confluenza del 80- 100% contiene ~ 2x 10 7 cellule, aggiungere ~ 4x 10 7 TU della HV). Rimuovere il mezzo da un piatto 150 mm di 116 cellule e infettare le cellule con il composto virale. Coltivare cellule infette a 37 ° C e 5% CO 2.
  10. 48h dopo l'infezione delle cellule raccolto come descritto nel punto 2.6) per ottenere il passaggio P3 (Figura 3B).
    1. Ripetere il punto 2.6) 1.
    2. Dalla restante 19,5 ml di particelle virali rilascio P3 dalle cellule resupended mediante congelamento e scongelamento tre o quattro volte. Questa frazione è di chiamata lisato di P3.
      Nota: Alcuni vettori eventualmente potrebbero richiedere passaggi supplementari in 150 mm piatti fino a quando non vengono amplificati a sufficienza. Pertanto efficacia del processo di pre-amplificazione deve essere monitorato durante passaggio serialeinvecchiamento. qPCR analisi basata del processo di amplificazione può essere eseguito come descritto nel paragrafo 3 (vedi anche figura 4A). Pre-amplificazione HCAdV trasportano una cassetta di espressione per la proteina fluorescente verde (GFP) può essere facilmente valutata osservando il segnale flourecscent GFP usando un microscopio a fluorescenza (Figura 4B).

3. Monitoraggio del processo di amplificazione con Quantitative-Real Time PCR (qPCR) (vedi anche figura 4A).

  1. Isolare gDNA dal pellet cellulari da ciascun passaggio del preamplifaction (passi 2.6) - 2.10) utilizzando qualsiasi kit commerciale isolamento del DNA per l'isolamento di gDNA da cellule coltivate o un altro metodo di scelta. Per ottenere risultati ottimali di PCR utilizzare gDNA più fresco possibile. In caso contrario, gDNA possono essere conservati a -20 ° C fino a nuovo uso.
  2. Per determinare il numero di genomi HCAdV presente nelle cellule del rispettivo passaggio di analisi qPCR generare una curva standard utilizzando 10 1 </ sup> - 10 9 copie di un plasmide portare il governo indiano contenuti nel genoma HCAdV.
  3. Analizzare la stessa quantità di gDNA da P0 P3 (passo 2.6- 2.10) applicando qPCR con 400 Nm di primer specifici per il governo indiano contenuti nel genoma HCAdV. Per lo svolgimento di istruzioni dei rispettivi prodotti chimici qPCR del produttore follow qPCR. Impostare il programma qPCR come segue: pre-incubazione a 95 ° C per 10 minuti, in 40 cicli di amplificazione di 95 ° C per 10 s, 55- 60 ° C per 15 s e 72 ° C per 20 s. Sulla base della curva standard il numero di genomi HCAdV nella reazione può essere interpolata.

4. Grande Amplificazione scala di HCAdV Vettori in 116 cellule Crescere in sospensione

  1. Aggiungere 900 ml di preriscaldata (37 ° C) MEM fresco supplementato con 10% FBS e igromicina B (100 mg / ml) in un pallone di coltura 3 l filatore (Figura 3B).
  2. Rimuovere media di almeno 10 singoli 150 mm piatti di coltura tissutale con 116 cellule coltivate ad una confluenza del 90- 100% e lavare le cellule con 10 ml di fresca pre-riscaldato (37 ° C) MEM supplementato con FBS (10%) e igromicina B (100 mcg / ml) usando una pipetta sierologica. Pipetta su e giù più volte per ottenere una sospensione cellulare omogenea. Trasferire le cellule direttamente nel pallone filatore già contenente 900 ml dal punto 4.1).
    Nota: Non utilizzare tripsina / EDTA come può influire negativamente crescita delle cellule in sospensione. Dopo la rimozione del mezzo di trasferire immediatamente le cellule nel pallone filatrice. Non gestire più di due piastre di coltura tissutale alla volta. Il più lungo il tempo di attesa dopo l'aggiunta di mezzi freschi e più difficile sarà per distaccato le cellule dal piatto di coltura di tessuti.
  3. Per garantire una ottimale crescita cellulare Incubare filatore beuta su un agitatore magnetico in una coltura tissutale incubatore per 24 ore a 37 ° C e 5% CO 2. Regolare l'agitatore magnetico a 70 rpm per evitare attaccamento di cellule alle superfici di vetro. Monitorare la crescita cellulare in filatore pallone di coltura di esaminare se le cellule coltivate in pallone di coltura filatore sono vitali e se crescono a una quantità sufficiente. Ogni volta prima di aggiungere fresco trasferimento medio 2 ml dal bioreattore a un piatto di coltura di tessuto 60 mm. Osservare morfologia cellulare al microscopio.
    Nota: Le cellule che formano cespi che galleggiano nel terreno di coltura indicano la crescita e la vitalità (si veda anche la Figura 4C) ottimale. Dopo 24 ore formano colonie sulla superficie del piatto di coltura tissutale. 30- 50% di confluenza indica densità ottimale.
  4. 24 ore dopo aver impostato il pallone di coltura filatore aggiungere 500 ml di mezzi freschi (MEM, il 10% FBS) integrato con igromicina B (100 mg / ml). 24 ore più tardi ripetere questo passaggio.
  5. 72 ore dopo aver impostato la cultura filatore, aggiungere 1,000 ml di MEM mezzi freschi (10% FBS) con igromicina B (100 mcg / ml) con conseguente un volume totale di 3 L di sospensione cellulare.
  6. 24 ore dopo aver raggiunto avolume di tre litri, raccolto 116 cellule in sospensione mediante centrifugazione per 10 min a 500 xg a RT. Scartare il surnatante. Mantenere il pallone di coltura filatrice svuotato sotto il cofano coltura di tessuti.
  7. Pellet cellulari Risospendere in MEM fresco integrato con 5% di FBS pipettando su e giù per circa 8- 10 volte per ottenere una sospensione cellulare omogenea. Il volume del mezzo dipende dal fatto lisato dal punto 2.10) 2. (19.5 ml, vedere il punto 4.8) 1. opzione a) o di un magazzino virale purificata di HCAdV dal punto 5.9) 2. (diversi microlitri depanding sul titolo virale, vedere il punto 4.8) 2., l'opzione b) viene utilizzato per l'infezione delle cellule. Utilizzare un volume totale di 150 ml.
    1. Opzione A: Per l'infezione di 116 cellule in sospensione con lisato da P3 (amplificazione primario) le cellule di trasferimento dal punto 4.8) per una bottiglia di stoccaggio da 250 ml dotato di una sterile ancoretta magnetica o un pallone filatore 250ml piccola scala e co-infettare le cellule con il virus all'interno del lisato da P3 (punto 2.10.2) e 2 TU di HV per cella. Assumendo una densità di 3x10 5 cellule per ml, il numero totale di cellule è 9x 10 8 cellule. Così aggiungere 1.8x 10 9 TU della HV.
    2. Opzione b: per infezione di 116 cellule in sospensione con purificata magazzino virale, le cellule di trasferimento dal punto 4.8) ad una bottiglia di stoccaggio da 250 ml dotato di una sterile ancoretta magnetica o un pallone filatore 250ml piccola scala e co-infettare le cellule con le particelle virali 100 per cella di HCAdV precedentemente purificato (dal punto 5.9) 2.). Così aggiungere 9x 10 10 VP secondo titolo fisica (misurata mediante assorbimento a 260 nm; punto 6) del HCAdV purificata e 1,8x 10 9 TU della HV.
  8. Mescolare la miscela di cellule-virus da SEP 4.8.1) o 4.8.2) su un agitatore magnetico in incubatore di coltura tissutale a 37 ° C e 5% CO 2 per 2 ore a 60 rpm. Assicurarsi che la bottiglia di archiviazione non è completamente chiuso per permettere la circolazione dell'aria.
  9. 2 hr post-infezione trasferire il volume totale della miscela di cellule-virus indietro nel culto filatore 3 lpallone ure e aggiungere 1.850 ml di fresca pre-riscaldato (37 ° C) MEM multimediale integrata con 5% FBS ad un volume totale di 2 L e incubare nell'incubatore coltura tissutale a 37 ° C e 5% CO 2 per 48 ore a 70 rpm.
  10. Celle di raccolta per centrifugazione per 10 min a 890x g a RT in 500 ml provette da centrifuga. Rimuovere medio e risospendere le cellule pellet in un volume totale di 28 ml di DPBS. Pipettare su e giù per ottenere una sospensione omogenea. Congelare la sospensione cellulare-virus in azoto liquido o a -80 ° C fare in modo che la sospensione è completamente congelato. Conservare la sospensione cellulare-virus a -80 ° C fino a partire purificazione virus.

5. Purificazione e Dialisi di HCAdV

  1. Per preparare lisato virale per cloruro di cesio (CsCl) gradienti, congelare sospensione cellulare-virus dal punto 4.11) in azoto liquido e scongelamento a bagnomaria a 37 ° C per quattro volte.
  2. Centrifugare il lisato virale a 500 xg per 8 min a RT e raccogliere il surnatante contenente il HCAdV.
  3. Per preparare soluzioni ultracentrifugazione CsCl come follows.Weigh 37,5 g (per 1,5 g / cm 3), 33,5 g (per 1,35 g / cm 3), e 31,25 g (per 1,25 g / cm 3) di polvere rispettivamente CsCl e riempire con dH 2 O a 25 ml.
    1. Stirr fino soluzione diventa filtro trasparente e sterili le soluzioni. Infine rimuovere 1 ml di ciascuna soluzione e si pesa su una multa scala per verificare montone castrato la densità è corretto. 1ml dovrebbe pesare 1,5 g, 1,35 e 1,25 g rispettivamente.
    2. Se la densità è troppo alta regolarla graduale aggiunta di piccoli volumi (microlitri) di dH 2 O. sterile Dopo l'aggiunta di dH 2 O misura nuovamente il densitiy. Se necessario aggiungere più dH 2 O.
    3. Ripetere la procedura fino a quando la densità è corretta. Se la densità è troppo bassa regolare aggiungendo piccole quantità di polvere CsCl. Filtro sterile di nuovo e controllare la densità. Se la densità è troppo alta registrarli da adding dH 2 O come descritto prima. Se la densità è ancora troppo basso aggiungere mor CsCl, filtro sterile di nuovo e controllare la densità. Ripetere la procedura fino a quando la densità è corretto.
  4. Preparare gradienti passo CsCl in sei tubi ultracentrifuga chiare. Cautela e lentamente pipettare soluzioni CsCl nelle provette con il seguente ordine: 0,5 ml di 1,5 g / cm 3 soluzione CsCl, 3 ml di 1,35 g / cm 3 soluzione CsCl e 3,5 ml di 1,25 g / cm 3 soluzione CsCl (Figura 2C) .
  5. Overlay ~ 4,5 ml di surnatante eliminato vettore dal punto 5.2) sulla parte superiore del g / cm 3 CsCl strato 1.25. Centrifuga i gradienti in un'ultracentrifuga con uno swing fuori rotore (SW-41) a 12 ° C per almeno 2 ore a 226.000 xg (35.000 rpm) con lenta accelerazione e decelerazione per HCAdV genoma separato contenente particelle virali da particelle vuote e cellulare detriti.
    NOTA: In condizioni ottimali una banda diffusa di formes detriti cellulari in cimai tubi. Qui di seguito si possono osservare due bande bianche. La fascia superiore contiene particelle vuote mentre la banda inferiore è uguale al HCAdV (Figure 2C e 5A).
  6. Rimuovere con attenzione gli strati di detriti cellulari e le particelle vuote e raccogliere 1 ml delle fasce più basse di ogni tubo e il virus di trasferimento con un puntale pulito in una provetta sterile da 50 ml. Aggiungere fino a 24 ml di 1,35 g / cm 3 Soluzione CsCl alle particelle virali raccolti e miscelare accuratamente.
  7. Riempire provette con 1,35 g / cm 3 Soluzione CsCl-virus al O superiore e centrifugare / N (18- 20 h) a 226.000 xg (35.000 rpm) a 12 ° C in un'ultracentrifuga usando un'oscillazione fuori rotore (SW-41 ) con lenta accelerazione e decelerazione.
  8. Raccogliere il HCAdV presente nella fascia inferiore prominente. Come un potenziale fascia superiore contiene particelle vuote rimuovere gli strati superiori dall'alto con una pipetta (vedi figure 2C e 5B) Quindi togliere la usi banda inferioreng una pipetta.
  9. Dializzare le particelle del virus raccolti per lo scambio di buffer.
    1. Tagliare una striscia di tubo di dialisi (MWCO: 50.000) di circa 8 cm di lunghezza, lavarlo con dH 2 O sterile per tre volte. Quindi chiudere un lato del tubo di dialisi con una fascetta in plastica e trasferire il virus raccolto dal punto 5.8) in tubi con una pipetta 1 ml. Evitare bolle d'aria all'interno del tubo e chiuderlo sull'altro lato con un morsetto di plastica chiusure dialisi.
    2. Dializzare in 1 litro di tampone di dialisi (10 mM Tris-HCl (pH 7,5), 10% glicerolo e 1 mM MgCl 2 in deionizzata H 2 O) per 2 ore a 4 ° cwith lenta agitazione. Tampone di dialisi Exchange con 2 litri di tampone di dialisi e dializzare O / N a 4 ° C con lenta agitazione. In alternativa utilizzare un sucrosebuffer (140 mM NaCl, 5 mM Na 2 HPO 4 x2H 2 O, KH saccarosio 1,5 mM mM 2 PO 4 e 730, pH 7,8).
    3. Raccogliere particelle di virus dializzati dal punto 5.9) 2. utilizzando un 1 ml di pipette. Preparare diverse aliquote di piccoli volumi desiderati (25- 100 mL) e conservare virus purificato a -80 ° C.

6. Misurare il titolo fisica dei preparativi finali per HCAdV densità ottica (OD)

  1. Diluire 25 ml di preparazione vettore finale dal punto 5.9) 2 con 475 ml di tampone di lisi (10 mM Tris-HCl (pH 7,5), EDTA 10 mM (pH 8,0), 0,5% SDS)), agitare delicatamente per 20 min a RT ed infine centrifugare per 2 minuti a temperatura ambiente a 15.000 x g.
  2. Dal momento che i valori di assorbanza a 260 nm (A260) sono generalmente bassi, misurare l'assorbanza quattro volte con 100 ml di surnatante e calcolare il valore medio delle quattro misure. Calcolare il numero di particelle virali per ml (vp / ml -1) con la seguente formula: VP / ml -1 = (A260 media) x (20) x (1,1 x 10 12) x (36 kb formato / HCAdV in kb ).
    NOTA: I risultati di una resa tipica di particelle virali assoluti (OD titolo anticorpale) sono mostrati nella Figura 7A

7. Misurare totale di particelle, Unità Infettive del HCAdV e livelli di contaminazione HV in Finale vettore Preparazione per qPCR. Un schema del procedimento di titolazione è mostrato in figura 6

  1. Seed cellule HEK293 in 6 o 12 piastre di coltura di tessuti e cellule in modo che raggiungano il 90% di confluenza il giorno successivo. Per determinare il numero di particelle virali infettive (titolo infettiva), infettare le cellule di un pozzetto in una piastra a più pozzetti con 1 ml e un secondo pozzo con 10 ml di virus purificato dal punto 5.9) 3.
  2. Celle di raccolta posta infezione 3 ore. Rimuovere medie e aggiungere tripsina per coprire l'intero pozzetto e incubare a 37 ° C e 5% CO 2 per 5 min. Lavare via le cellule con la tripsina con una pipetta e centrifugare le cellule a 890 xg per 3 minuti a temperatura ambiente.
  3. Risospendere le cellule pellet in 200 ml di DPBS e lavarli accuratamente per rimuovere liberi (non infettiva) particelle di vettore. Centrifugare per 3 minuti a 890 xga RT. Scartare il surnatante e risospendere pellet cellulari in 200 ml di DPBS fresco.
    Nota: Per l'esatta determinazione del titolo infettiva, è fondamentale per rimuovere tutte le particelle virali non infettive dalle superficie delle cellule dalla tripsina trattamento e lavaggio accurato.
  4. Per determinare il numero totale di particelle virali (particelle infettive e particelle non infettive = titolo fisico), il raccolto non infettato cellule HEK293 da due pozzi senza tripsina da vampate di calore fuori le cellule con il loro terreno di coltura con una pipetta.
  5. Centrifugare le cellule per 3 min a 890 xg a RT. Eliminare il medio e sospendere nuovamente le cellule appallottolati in 200 ml di DPBS. Subsequently aggiungere 1 ml e 10 ml di preparazione HCAdV purificata direttamente alle cellule, rispettivamente. Utilizzare cellule non infette come sfondo, per assicurare le stesse condizioni per l'isolamento e la successiva gDNA q-PCR.
  6. Isolare gDNA da cellule HEK293 derivati ​​dalle fasi 7.3) e 7.5)
    1. Vortex cellule risospese in 200 ml di DPBS (passo 7.3 e 7.4) per 3 secondi, aggiungere 200 ml di soluzione di SDS. (10 mM Tris-HCl (pH 7,5), EDTA 10 mM (pH 8,0), 0,5% SDS) e 20 ml proteinasi K (20 mg / ml) e la sospensione vortex per 3 sec. Incubare 12- 16 ore a 55 ° C e agitare lentamente. Poi aggiungere 2 ml di RNasi A (20 mg / ml) e incubare per 30 min a 37 ° C.
    2. Aggiungere 350 ml di fenolo: cloroformio: alcool isoamilico e centrifugare per 2 minuti a 15.000 x g. Trasferire il surnatante in una nuova provetta e ripetere questo passaggio una volta
    3. Trasferire il surnatante in una nuova provetta, aggiungere 50 ml di acetato di sodio (pH 5, 3 M) e 1 ml di ghiaccio freddo EtOH (99,8%) e mescolare sospensione. Centricampioni Fuge per 10 minuti a 15.000 xg a pellet DNA genomico.
    4. Quindi rimuovere il surnatante, aggiungere 500 ml di 70% EtOH e centrifugare per 2 minuti a 15.000 x g. Rimuovere il surnatante, aggiungere 500 ml di 70% EtOH e agitare per 30 minuti a temperatura ambiente. Poi centrifugare per 2 minuti a 15.000 x g.
    5. Rimuovere il surnatante e pellet di DNA asciugare all'aria. Do pellet di DNA non secco per un lungo periodo di tempo, in quanto sarà più difficile ottenere gDNA in soluzione. Risospendere il pellet di DNA in 120 ml di dH 2 O e incubare per 1 ora a ~ 37 ° C sotto agitazione. Se soluzione di DNA appare viscosa, agitare per diverse ore a 37 ° C, o incubare a 55 ° C per 1 ora ~.
  7. Per determinare infettive HCAdV-particelle e assolute HCAdV-particelle, generare una curva standard di 10 AGOSTO 1-10 copie di un plasmide portare il governo indiano contenuti nel genoma HCAdV.
  8. Determinare le particelle totali e particelle infettive, analizzando le stesse quantità di gDNA di infetti HEK293 cells dal punto 7.3) e 7.4) si applicano qPCR con 400 Nm di primer specifici per il governo indiano contenuti nel genoma HCAdV.
  9. Impostare il programma PCR come segue: pre-incubazione a 95 ° C per 10 minuti, in 40 cicli di amplificazione di 95 ° C per 10 sec, 55 ° C per 10 sec e 72 ° C per 20 sec. Sulla base della curva standard (passo 7.7), interpolare il numero totale di genomi adenovirali nella reazione.
  10. Calcolare il numero di genomi adenovirali nella preparazione vettore finale utilizzando il seguente formulario: (Numero di HCAdV / peso in ng di gDNA nella reazione) x (peso in ng di DNA di tutte le cellule nel piatto infetto virus / volume in microlitri) .
    NOTA: L'intervallo tipico di particelle virali e infettive rendimenti assoluti sono circa 1x10 7 -1x10 8 virale particelle / ml. I titoli che sono dieci volte superiori o inferiori mostrato qui possono essere considerati come normale. I titoli più alti sarebbe un miglioramento. Per quanto riguarda il rapporto tra HCAdV partic assolutoles alle particelle HCAdV infettive, l'esperienza dimostra che circa il 5- 10% di particelle HCAdV assoluti sono infettive (Figura 7A).
  11. Per determinare i livelli di contaminazione con HV, eseguire qPCR amplificando una parte del gene adenovirale ritardo 3 (L3) presenti nel genoma HV. Utilizzare un plasmide che trasportano il gene adenovirale tardi 3 (L3) per generare una curva standard (passo 7.7).
  12. In questa reazione applicare 400 Nm del primer L3 forward 5'-AGA AGC TTA GCA TCC GTT ACT CGA GTT GG-3 'e L3 inversa 5'-ATA AGC TTG CAT GTT GGT ATG CAG GAT GG-3' insieme con 300 Nm della sonda specifica per L3 5'-Fam-CCA CCC GTG TGT ACC TGG TGG ACA-Tamra-3 '.
  13. Impostare il programma PCR come segue: preincubazione / attivazione a 95 ° C per 10 min, amplificazione durante 40 cicli di 95 ° C per 15 sec e 60 ° C per 1 min. Utilizzare qualsiasi sonda universale PCR Mastermix per la reazione qPCR. Sulla base della curva standard (passo 7.7), calcolare il numero di ininfettive particelle HV nella preparazione vettore finale. Vedere (Figura 7A) per le rese tipiche di particelle ad alta tensione.
  14. Infine calcolare il rapporto di particelle infettive assoluti dei HCAdV a livelli di contaminazione HV per valutare la qualità della preparazione vettoriale.
    NOTA: Finora una piccola porzione del restante HV non può essere esclusa. Di solito la percentuale di contaminazione HV è ~ 5% di particelle infettanti o meno, che è accettabile (Figura 7B). Naturalmente il meno possibile HV è auspicabile, soprattutto se il preparato vector sta per essere utilizzato per esperimenti sugli animali.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Representative Results

Sono mostrati esempi qui rappresentativi per la clonazione, l'amplificazione e la purificazione di preparati HCAdV. Una panoramica della strategia di clonazione (figura 1) ed esempi rappresentativi per la clonazione e il rilascio del genoma HCAdV da enzima di restrizione digerire sono forniti (Figura 2). Un modello di restrizione tipico dopo il rilascio della cassetta GOI-espressione da pHM5 da PI- Sce I e I-Ceu io digerisco e estrazione con fenolo-cloroformio e successiva EtOH precipitazioni (vedi i passaggi anche 1.2- 1.5) viene mostrato (Figura 2A). In genere si può osservare un kb banda ~ 3 che corrisponde alla spina dorsale plasmide pHM5 e una seconda fascia corrispondente alla cassetta di espressione del governo indiano. Il gruppo che contiene la cassetta GOI espressione viene quindi purificato dal gel di agarosio. Il purificato cassette GOI-espressione viene analizzata su gel di agarosio insieme purificato, pAdVFTC defosforilato che wcome digerito con PI- Sce I e I-Ceu io rispettivamente (passo 1,7) per verificare la dimensione corretta e per stimare la quantità relativa di molecole per la successiva legatura (Figura 2B). Dopo la legatura (vedi punto 1.8), seguita da estrazione con fenolo-cloroformio e EtOH precipitazioni e Swa Digerisco eliminare pAdFTC non tagliato e estrazione con fenolo-cloroformio successiva e EtOH precipitazioni (punto 1.9), prodotti legatura si trasformano in batteri e cloni sono selezionati su ampicillina contenente piastre di agar LB-. Di solito decine a centinaia di cloni si ottengono, da cui 5- 10 cloni sono preparati per plasmide DNA mini-preparati. Un modello di restrizione di un analitico Hinc II digest di cloni positivi e negativi insieme a un pAdFTC vuoto come controllo negativo (vedi anche punto 1.10) è mostrato (Figura 2C). Qui cloni positivi non mostrano una banda di 5 kb, che è presente in pAdFTC vuoto e cloni negativo e viene visualizzato un frammento di 1,7 kbche non è presente nella pAdFTC vuoto e cloni negativi. Per questo rispettivo governo indiano questo indica la clonazione tha ha avuto successo. Un clone positivo che è stato purificato tramite midiprep è stato poi digerito con n tI per rilasciare il HCAdV genoma porta il GOI da pAdVFTC-GOI (passo 2.2). Infine n tI digerito DNA ist purificato due volte mediante estrazione con fenolo-cloroformio e la precipitazione EtOH per garantire elevata purezza del DNA per la successiva trasfezione in cellule 116. Analisi di una piccola frazione del n tI digerito pAdVFTC-GOI su un gel di agarosio mostra una kb banda ~ 9 corrispondente alla spina dorsale pAdFTC plasmide e un'ampia banda di fino a ~ 36 kb (a seconda delle dimensioni della cassetta di espressione GOI) corrispondente al genoma HCAdV (Figura 2D). Una panoramica della amplificazione e purificazione conduttura è schematicamente mostrata (Figura 3). Sono forniti esempi rappresentativi del monitoraggio del processo vettore preamplificazione ( (figura 4A). Si noti che il numero di genomi vettoriali descreases solitamente durante i primi passaggi e aumenta enormemente nei passaggi successivi. Un numero di copie vettore di 10 giugno-10 luglio a 15000 cellule è sufficiente per infettare 116 cellule per la produzione su larga scala in un pallone filatore 3 l. Se il governo indiano all'interno del genoma HCAdV vettore contiene una cassetta di espressione GFP, il processo di pre-amplificazione (sezione 2) può essere monitorato tramite microscopia a fluorescenza. Immagini rappresentative di ogni passaggio sono mostrati (Figura 4B). Si noti che il numero di cellule positive GFP diminuisce generalmente durante i primi passaggi e aumenta fortemente in tardiva passaggi. Se il numero di cellule positive GFP raggiunge ~ 100%, il vettore è stato amplificato sufficiently per infettare 116 cellule per la produzione su larga scala in un pallone filatore 3 l. Il grande processo di amplificazione scala di un HCAdV contenente GFP cassetta di espressione è stata monitorata mediante analisi microscopica del terreno di coltura e le cellule che è stato trasferito dal pallone filatore di un piatto di coltura di tessuti. Immagini microscopiche di cellule che producono HCAdV in coltura in sospensione (vedi punto 4.4 e 4.11) sono previsti (Figura 4C). Si noti che le cellule crescono in ciuffi che indicano che la crescita delle cellule precedente era sufficiente e le cellule sono sani. Quando si utilizza la microscopia fluorescente ~ 100% di queste cellule erano GFP positive, indicando trasduzione efficiente di cellule in sospensione nella produzione bioreattore ed efficiente vettoriale. Particelle vettore sono stati purificati dal mezzo e cellule della coltura di sospensione 3 l mediante ultracentrifugazione CsCl. Immagini rappresentative della purificazione HCAdV vettoriale utilizzando gradiente di densità CsCl ultracentrifugazione sono mostrati (Figura 5). Dopo unn centrifugazione iniziale utilizzando un passo gradiente di CsCl solitamente si osservano due bande. La fascia superiore contiene vuoto di capsidi parziali mentre la fascia inferiore è composta di DNA che contiene particelle vettoriali (step 5.4- 5.5) (Figura 5A). DNA contenente particelle di vettore vengono successivamente raccolte (passo 5.6) e pool per una seconda fase ultracentrifugazione per concentrare le particelle di vettore. Questa fase di solito si traduce in una singola banda di DNA contenente particelle vettore che è infine raccolto per dialisi successiva (fase 5.7- 5.8) (Figura 5B). Preparazioni vettore dializzato sono stati caratterizzati misurando il numero di particelle assoluti, particelle infettive e contaminazioni HV. Un profilo schematica del procedimento di titolazione (sezione 6 e 7) è fornito (Figura 6). Risultati rappresentativi per la caratterizzazione del preparato vettore finale sono mostrati (Figura 7). Il grafico a barre mostra i numeri tipici di particelle vettore che sonoottenuto con la procedura descritta in questo protocollo. Particelle assoluti il numero di particelle di vettore sono stati determinati dalla densità ottica (sezione 6), le particelle di vettore infettive e contaminazione HV sono stati misurati da qPCR (sezione 7) (Figura 7A). L'esperienza dimostra, che il titolo OD sovrastima il numero di particelle virali. Particelle virali assoluti misurati da OD possono essere 20- 500 volte superiore rispetto particelle virali infettive misurati da q-PCR. Particelle vettore infettive eseguirne oscillano tra 5- 10% di particelle assolute quando entrambi sono stati misurati da q-PCR (sezione 7). Se la preparazione vettore ha una qualità molto buona, più del 20% delle particelle infettive sono assoluti. Il tipico rapporto tra HV e particelle HCAdV infettive (passo 7.14) generalmente compresa tra i 1-5% di particelle infettive (Figura 7B). Questo è accettabile in quanto la replica HV è carente. Tuttavia la contaminazione HV meno possibile (<1% delle particelle infettive) sarebbepreferire.

Figura 1
Figura 1. Diagramma di flusso della clonazione del governo indiano in pAdFTC. Il governo indiano è clonato nella MCS del plasmide shuttle pHM5. Plasmidi pAdFTC e pHM5-GOI vengono digeriti con I-Ceu I e PI- Sce io e purificati mediante estrazione con fenolo-cloroformio e EtOH precipitazioni. Il pHM5 digerito è caricato su un gel preparativo per purificare il gene di interesse (vedi anche punto 1.5), mentre il plasmide pAdFTC digerito è defosforilato. Successivamente la reazione legatura con CIP trattato pAdFTC e la cassetta di espressione del transgene è impostato (vedi punto 1.8) e dopo il completamento purificati mediante estrazione con fenolo-cloroformio e EtOH precipitazioni. La successiva Swa ho digest del prodotto legatura seguita da estrazione con fenolo-cloroformio e EtOH precipitazioni impedisce la crescita di cloni che trasportano pAdFTC senza inserto. Nero triAngoli indicano siti di riconoscimento enzima di restrizione; caselle grigie indicano AdV5 invertito ripetizioni terminali (ITR), scatole bianche contrassegnati con Ψ indicano il segnale imballaggio AdV5, freccia rossa indica promotore, scatole verdi indicano transgene (gene di interesse, GOI) da esprimere, scatole blu indicano il segnale di poliadenilazione, arancio o blu frecce indicano geni resistenti agli antibiotici della dorsale plasmide, rispettivamente. Cliccate qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 2
Figura 2. Risultati rappresentativi per la procedura di clonazione e il rilascio del genoma HCAdV da pAdVFTC. (A) di uscita di cassette GOI-espressione da pHM5 da PI- Sce I e I-Ceu io digest (vedi passi anche 1.2- 1.5). (B) Sce I e I-Ceu io rispettivamente (passo 1,7). (C) analitica Hinc II digest di cloni pAdVFTC con e senza GOI (Vedere anche il punto 1.10). (D) di uscita del HCAdV genoma porta il GOI da pAdVFTC-GOI da n tI digest (passo 2.2) Cliccate qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 3
. Figura 3. Schema per alta capacità adenoviral amplificazione vettore e purificazione (A) trasfezione HCAdV DNA e virus helper (HV) infezione: Transfection di linearizzato genoma HCAdV portando il governo indiano nella linea cellulare produttore HCAdV (116 cellule [4]) e suinfezione bsequent con HV AdNG163R-2 [4].   (B) Amplificazione di HCAdV: Dopo i passaggi di pre-amplificazione trasferendo serialmente lisato cellulare in un piatto di coltura di tessuti e co-infettando con HV, la produzione su larga scala è eseguita in una coltura in sospensione 3 L (C) purificazione HCAdV:. Per la purificazione, il virus viene isolato da ultracentrifugazione utilizzando gradienti di cloruro di cesio (D) Dialisi:. particelle HCAdV depurati sono dializzato contro tampone di conservazione 2 L. HCAdV, ad alta capacità adenoviral vettore; ITR, sierotipo adenovirus 5 invertito ripetizione terminale; Ψ, segnale di imballaggio; HV, virus helper; MOI, molteplicità di infezione. Clicca qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 4 <br /> Figura 4. Rappresentante dei risultati del processo di amplificazione (A) Controllo del processo di pre-amplificazione amplificazione dei genomi virali utilizzando qPCR (vedi anche il paragrafo 3),. (B) Se il governo indiano contiene GFP come un transgene, il processo di pre-amplificazione può essere monitorato mediante microscopia a fluorescenza. (C) I risultati rappresentativi della grande scala processo di amplificazione in un pallone filatore examplified per la codifica HCAdV GFP. Il pannello di sinistra mostra un'immagine microscopica di cellule infettate 116 dal pallone filatrice. Un campione di terreno di coltura e le cellule sono state trasferite in un piatto di coltura di tessuto 60 mm. Si noti che grumi di cellule amplificate sono visibili. Il pannello di destra mostra la stessa immagine usando la microscopia a fluorescenza. Quasi il 100% delle cellule sono trasdotto con HCAdV portando GFP. Clicca qui pervisualizzare una versione più grande di questa figura.

Figura 5
Figura 5. Risultati rappresentativi dopo CsCl centrifugazione in gradiente (A) dopo l'esecuzione di un gradiente di passo (vedi anche punto 5.5),.. (B) Dopo la pendenza costante (vedi anche punto 5.7) Cliccate qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 6
Figura 6. contorno schematica della procedura di titolazione. (A) Misurazione di particelle infettive: Celle in un piatto multi-bene sono infettati con diversi volumi di virus purificato e raccolti come pellet cellulari (B) Misura o.f particelle assoluti: cellule Unifected formano un multi-well sono raccolte mediante tripsinizzazione e centrifugazione. Dopo aver aggiunto la risospensione virus purificato e DNA genomico è isolato. (C) Isolamento del DNA genomico. (D) Per quantificare il numero di copie del genoma virale una PCR quantitativa (q-PCR) viene eseguita. Cliccate qui per vedere una versione più grande di questo figura.

Figura 7
Figura 7. Risultati rappresentativi per la caratterizzazione del preparato vettore finale. (A) numero assoluto di particelle di un preparato vettore in base al protocollo presentato determinata con metodi diversi:. OD titolo misurata dalla densità ottica (sezione 6), titolo infettive e la contaminazione HV misurata da qPCR (sezione 7) (B)Rapporto tra totale di particelle HCAdV infettive e livelli di contaminazione HV misurati mediante qPCRs (sezione 7). Cliccate qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Discussion

Il protocollo presentato qui permette la purificazione di vettori HCAdV basati su adenovirus umano di tipo 5 basato su procedure descritte in precedenza 4,12. Il genoma HCAdV all'interno del plasmide pAdFTC è privo di tutti i geni di adenovirus e porta solo le 5'- e 3'ITR e il segnale di confezionamento. In questa strategia l'HV AdNG163R-2 4 offre tutti i geni necessari per la produzione di virus efficiente in trans. Questo offre una capacità di confezionamento di fino a 35 kb, che outcompetes chiaramente ADVS prima e seconda generazione o il lentivirus ampiamente utilizzato (LV) - o un virus adeno associato (AAV) vettori basati. Un secondo vantaggio di HCAdV specialmente per applicazioni in vivo è il fatto che a differenza di prima o di seconda generazione ADVS essi mostrano livelli ridotti di citotossica ed effetti collaterali immunogenici causati dalla espressione di proteine ​​virali 5-8.

Tuttavia il protocollo qui descritto è più tempo elavoro intenso che per altri vettori virali come LV- o AAV-vettori, nonché di prima o seconda generazione questa multilingua. Uno dei principali ostacoli è la clonazione di grandi transgeni e il successivo trasferimento al plasmide produzione di virus PADV-FTC. L'uso di endonucleasi homing Pi- Sce I e I- Ceu offro preciso e diretto inserimento del transgene dal plasmide shuttle pHM5, ma hanno lo svantaggio di fortemente attaccarsi al DNA spaccati. Per questo motivo molti passi fenolo-cloroformio pulizia sono necessari per la preparazione plasmid- e insert-DNA durante la procedura di clonazione. Pertanto, seguendo rigorosamente il protocollo clonazione fornito è strettamente consigliato. Dopo la clonazione del genoma HCAdV viene rilasciata dalla pAdFTC plasmide Not I restriction enzyme digerire e successivamente trasfettato nella linea cellulare produttore. Si noti che l'efficienza di trasfezione iniziali sono cruciali per il raggiungimento sufficiente amplificazione del virus. È importante sottolineare che il protocollo offre diversi passaggida cui la procedura può essere riavviato in caso passi successivi sicuro. Durante preamplificazione un terzo dei lisati può essere memorizzata come backup per iniziare la procedura da quel punto di nuovo o diminuire una ripetizione nel caso più virus deve essere prodotto.

HCAdV trasportare grandi, complesse o più transgeni o certo DNA Stuffer può amplificare più lenta del previsto. Pertanto, è fondamentale seguire attentamente il processo di pre-amplificazione prima coltura in sospensione viene coltivato in un pallone filatore. Se pre-amplificazione non riesce, la procedura deve essere interrotto e ha iniziato di nuovo dall'inizio. Se pre-amplificazione è inefficiente, passaging aggiuntivo può essere necessario fino a quando la quantità di virus è abbastanza alta per infettare le cellule coltivate in un pallone filatore 3 L. In alternativa alla coltura in sospensione in un pallone filatore, da 20 a 30 150 piatti di coltura di tessuto mm possono essere utilizzati per il passaggio finale. Tuttavia, questo può essere più tempo e lavoro intensivo.

Per misure qPCR gDNA può sia essere purificato tramite il protocollo menzionato qui o qualsiasi kit disponibile in commercio per l'isolamento di gDNA da cellule coltivate. Utilizzando kit disponibile in commercio il protocollo può essere abbreviato un giorno, ma una porzione variabile di copie HCAdV genoma che sono presenti nelle cellule infette può essere perso durante la purificazione, a seconda del kit utilizzato. Pertanto genomi HCAdV saranno leggermente sottorappresentati nelle seguenti misurazioni q-PCR rispetto al metodo presentato nel passaggio 7.4).

Ottened titoli infettive totali in una preparazione di vettore finale derivano da una filatrice gamma pallone da 1 x 10 10 a 5 x 10 11 particelle infettive. Tale importo è sufficiente per eseguire numerosi esperimenti in vitro. A seconda delle cellule bersaglio, anche diversi esperimenti in vivo può essere condotta. Ad esempio, per ottenere sufficiente trasduzione fegato dopo somministrazione sistemica sono necessari 1 x 10 9 particelle infettive.

In sintesi, il tropismo cellulare ampia e la possibilità di produrre adenovirus capside modificato insieme con il profilo di sicurezza migliorata HCAdV vettori privo di tutti i geni virali rendono questi sistemi HCAdV vettoriale uno strumento di grande valore per applicazioni terapeutiche gene.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Disclosures

Gli autori dichiarano di non avere interessi finanziari in competizione.

Materials

Name Company Catalog Number Comments
I-CeuI New England Biolabs R0699S restriction digest
PI-SceI New England Biolabs R0696S restriction digest
T4 Ligase New Engand Biolabs M0202S ligation
SwaI New England Biolabs R0604S restriction digest
NotI New England Biolabs R0189S restriction digest
Calf Intestinal Alkaline Phosphatase (CIP) New England Biolabs M0290S dephosphorylation of digested plasmids
Hygromycin B PAN Biotech P02-015 selection of CRE expressing 116 cells
DMEM PAN Biotech P04-03590    Hek293T cell culture medium
Minimal Essential Medium (MEM) Eagle PAN Biotech P04-08500 116 cell culture medium  
Dulbecco’s phosphate buffer saline (DPBS) PAN Biotech P04-36500 washing of cells, resuspension of cells
250-ml storage bottle Sigma CLS430281-24EA infection of 116 cells grown in suspension
500-ml PP CentrifugeTubes Sigma CLS431123-36EA sedimentation of cells from suspension culture
Spinner flask Bellco 1965-61030 growth of 116 cells in suspension
Ultra Clear Ultracentrifuge tubes Beckmann Coulter 344059 density gradient centrifugation
Ultracentrifuge Beckmann Coulter density gradient centrifugation
SW-41 rotor Beckmann Coulter density gradient centrifugation
Spectrum Laboratories Spectrapor Membrane VWR 132129 dialysis tubing
ready-to-use dialysis cassettes  Thermo 66383 dialysis
one shot DH10B electrocompetent E. coli invitrogen C4040-52 transformation of ligation reactions
PureYield Plasmid Midiprep System Promega A2495 midiprep
peqGOLD Tissue DNA Mini Kit  Peqlab 12-3396-02 isolation of genomic DNA
SuperFect Transfection Reagent Qiagen 301305 tranfection of 116 cells
opti MEM (10% FBS) Gibco 31985-062 transfection of 116 cells
iQ SYBR Green Supermix BioRad  170-8882 q-PCR
CFX 96 C1000 touch  Biorad qPCR machine
Phenol/Chloroform/Isoamyl alcohol  Carl Roth A156.1 purification of DNA
Cesium chloride Carl Roth 8627.1 density gradient centrifugation
sodium acetate 99% Carl Roth 6773.2 DNA precipitation
LB medium  Carl Roth X968.3 bacterial growth medium
ethanol  99.8% pure Carl Roth 9065.5  DNA precipitation and washing
SDS 99.5% Carl Roth 2326.2 lysis  buffer
EDTA Carl Roth 8043.2 lysis  buffer
Tris-HCl 99% Carl Roth 9090.3 dialysis buffer/ lysis  buffer
glycerol 99.5% Carl Roth 3783.1 dialysis buffer
MgCl2 98.5% Carl Roth KK36.2 dialysis buffer
NaCl Carl Roth 3957.1 optional dialysis buffer
KH2PO4 Carl Roth 3904.2 optional dialysis buffer
sucrose Carl Roth 9286.1 optional dialysis buffer
Na2HPO4x2H2O Carl Roth 4984.2 optional dialysis buffer
1.5-ml tubes sarstedt 72,730,005 storage of virus preparations at -80 °C

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. Benihoud, K., Yeh, P., Perricaudet, M. Adenovirus vectors for gene delivery. Curr Opin Biotechnol. 10, (5), 440-447 (1999).
  2. Crystal, R. G. Adenovirus: the first effective in vivo gene delivery vector. Hum Gene Ther. 25, (1), 3-11 (2014).
  3. Parks, R. J., et al. A helper-dependent adenovirus vector system: removal of helper virus by Cre-mediated excision of the viral packaging signal. Proc Natl Acad Sci U S A. 93, (24), 13565-13570 (1996).
  4. Palmer, D., Ng, P. Improved system for helper-dependent adenoviral vector production. Mol Ther. 8, (5), 846-852 (2003).
  5. Morral, N., et al. High doses of a helper-dependent adenoviral vector yield supraphysiological levels of alpha1-antitrypsin with negligible toxicity. Hum Gene Ther. 9, (18), 2709-2716 (1998).
  6. Muruve, D. A., et al. Helper-dependent adenovirus vectors elicit intact innate but attenuated adaptive host immune responses in vivo. J Virol. 78, (11), 5966-5972 (2004).
  7. Ehrhardt, A., et al. A gene-deleted adenoviral vector results in phenotypic correction of canine hemophilia B without liver toxicity or thrombocytopenia. Blood. 102, (7), 2403-2411 (2003).
  8. Cots, D., Bosch, A., Chillon, M. Helper dependent adenovirus vectors: progress and future prospects. Curr Gene Ther. 13, (5), 370-381 (2013).
  9. Mizuguchi, H., Kay, M. A. Efficient construction of a recombinant adenovirus vector by an improved in vitro ligation method. Hum Gene Ther. 9, (17), 2577-2583 (1998).
  10. Mizuguchi, H., Kay, M. A. A simple method for constructing E1- and E1/E4-deleted recombinant adenoviral vectors. Hum Gene Ther. 10, (12), 2013-2017 (1999).
  11. Ehrhardt, A., Kay, M. A. A new adenoviral helper-dependent vector results in long-term therapeutic levels of human coagulation factor IX at low doses in vivo. Blood. 99, (11), 3923-3930 (2002).
  12. Jager, L., et al. A rapid protocol for construction and production of high-capacity adenoviral vectors. Nat Protoc. 4, (4), 547-564 (2009).
  13. Sambrook, J., Russell, D. W. Molecular Cloning: A Laboratory Manual. 1-3, Cold Spring Harbor Laboratory Press. New York. (2001).

Comments

0 Comments


    Post a Question / Comment / Request

    You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

    Usage Statistics