Componenti ceramici multi-materiali – additivo produzione di componenti di Zirconia in bianco e nero di stampa 3D termoplastico (CerAM - T3DP)

Engineering
 

Summary

Qui descriviamo un protocollo per additivo produzione di componenti di zirconio in bianco e nero di stampa 3D termoplastico (CerAM - T3DP) e co-sinterizzazione privo di difetti.

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations | Reprints and Permissions

Weingarten, S., Scheithauer, U., Johne, R., Abel, J., Schwarzer, E., Moritz, T., Michaelis, A. Multi-material Ceramic-Based Components – Additive Manufacturing of Black-and-white Zirconia Components by Thermoplastic 3D-Printing (CerAM - T3DP). J. Vis. Exp. (143), e57538, doi:10.3791/57538 (2019).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

Per combinare i vantaggi di additivo Manufacturing (AM) con i vantaggi di materiali funzionalmente graduata (MGF) ai componenti basati su ceramica di 4D (tre dimensioni per la geometria e un grado di libertà riguardanti le proprietà del materiale in ogni posizione) il Stampa 3D termoplastico (CerAM - T3DP) è stato sviluppato. È una tecnologia di AM diretta che permette l'AM di componenti multi-materiali. Per dimostrare i vantaggi dei componenti di zirconio in bianco e nero tecnologia additivo sono stati fabbricati e co-sinterizzata privo di difetti.

Due diverse coppie di polveri di ossido di zirconio bianco e nero sono state utilizzate per preparare diverse sospensioni termoplastici. Appropriati parametri di dosaggio sono stati studiati per la produzione di componenti di test solo materiale e regolati per la produzione di additivi di componenti multi-colore zirconia.

Introduction

Funzionalmente classificati materiali (MGF) sono materiali con una varietà di proprietà relative transizioni nella microstruttura o nel materiale1. Queste transizioni possono essere discreti o continui. Sono noti diversi tipi di MGF, come componenti con materiale gradienti, porosità graduata, nonché componenti multi-colored.

MGF-componenti possono essere prodotti da singolo convenzionale modellante tecnologie2,3,4,5,6,7 o da una combinazione di queste tecnologie, per ad esempio, mediante etichettatura nello stampo come una combinazione di nastro colata e stampaggio8,9.

Produzione additiva (AM) permette la produzione di componenti con una libertà finora senza precedenti del design. Questo è considerato lo stato dell'arte che modella la tecnologia per polimeri e metalli. I primi processi commerciali per la lavorazione della ceramica sono disponibili10, e quasi tutti i noti AM tecnologie vengono utilizzate per AM della ceramica nei laboratori in tutto il mondo11,12,13.

Per unire i vantaggi di AM con i vantaggi di MGF a base ceramica D 4 componenti (tre dimensioni per la geometria e un grado di libertà riguardanti le proprietà del materiale in ogni posizione) la stampa 3D termoplastico (CerAM - T3DP) è stato sviluppato presso Fraunhofer IKTS a Dresda, in Germania, come una tecnologia direct AM. In questo modo l'AM di componenti multi-materiale14,15,16,17. CerAM - T3DP si basa sulla deposizione selettiva di singole gocce di sospensioni termoplastico particella riempita. Utilizzando sistemi di dosaggio multipli, diverse sospensioni termoplastici possono essere depositati accanto a altro a strati per la produzione di massa del materiale così come sfumature di proprietà all'interno i componenti additivo prodotti verde18. A differenza dei processi AM indiretti, in cui precedentemente depositati materiali solidificano selettivamente sopra l'intero livello, CerAM - T3DP processo non richiede lo sforzo supplementare di rimuovere qualsiasi materiale non solidificato prima la deposizione del materiale successivo, che lo rende più adatto per l'AM di componenti multi-materiali.

Anche se utilizzando il CerAM - T3DP processo permette l'AM delle mutilazioni genitali femminili e la realizzazione di componenti ceramici con proprietà senza precedenti, ci sono sfide da superare per quanto riguarda il trattamento termico necessario dopo il processo di AM, al fine di ottenere un multi-materiale composito. In particolare, le polveri accoppiate in materiale composito devono correttamente essere co-sinterizzati, per cui la sinterizzazione dei componenti deve essere eseguita alla stessa temperatura e atmosfera. Pertanto, è un prerequisito per tutti i materiali avere una temperatura di sinterizzazione comparabile e comportamento (a partire da temperatura di sinterizzazione, comportamento di restringimento). Al fine di evitare sollecitazioni meccaniche critiche durante il raffreddamento, il coefficiente di espansione termica di tutti i materiali deve essere approssimativamente uguale a11.

La combinazione di materiali con proprietà diverse in un unico componente apre le porte ai componenti con proprietà senza precedenti per molteplici applicazioni. Compositi in acciaio inox-zirconia ad esempio possono essere utilizzati come utensili da taglio, componenti resistenti all'usura, energia e componenti per celle a combustibile o strumenti chirurgici bipolare19,20,21,22, 23,24. Tali componenti potrebbero essere realizzati da CerAM - T3DP14,15,16,17, troppo, dopo la regolazione del comportamento sinterizzazione da una speciale fresatura processo16.

MGF a base di ceramica con una porosità graduata come denso e poroso in biossido di zirconio combinare ottime caratteristiche meccaniche in aree densamente popolate con un'alta superficie attiva delle zone porose. Come ad esempio componenti può essere additivo prodotto da CerAM - T3DP18.

In questa carta, studiamo l'AM di componenti di ossido di zirconio con due colori diversi in un unico componente di CerAM - T3DP. Abbiamo scelto di zirconi bianchi e neri, perchè questa combinazione in un unico componente in ceramica è interessante per applicazioni di gioielli. La domanda di beni di lusso individualizzato è molto alta e ancora in crescita. Tecnologie che consentono l'AM di componenti multi-materiali a base di ceramica con una risoluzione elevata e ottime proprietà di superficie consentirà di soddisfare questa richiesta. Ceramica come biossido di zirconio vengono utilizzati ad esempio per orologio di produrre componenti come casse per orologi e cornici o per anelli a causa della speciale haptics, uno sguardo, durezza e peso inferiore rispetto ai metalli.

Protocol

1. termoplastico sospensione per CerAM - T3DP

  1. Selezione delle polveri
    1. Per la preparazione delle sospensioni termoplastiche nere utilizzare polveri di zirconi neri zirconi neri - 1 e zircone nero - 2.
    2. Per la preparazione delle sospensioni termoplastiche bianche utilizzare zirconia bianca - 1 e zirconia bianca - 2.
      Nota: Il produttore di zircone nero - 2 utilizza pigmenti (4,2 wt.-%) per la colorazione dell'ossido di zirconio e afferma anche che entrambi polveri hanno lo stesso comportamento di sinterizzazione. Inoltre, l'alta percentuale di allumina (20,43 wt.-%) contribuisce al colore bianco del zirconia bianca - 2. Le polveri di ossido di zirconio nero - 1 e zirconia bianca - 1 hanno una diversa composizione e così richiedono una diversa temperatura di sinterizzazione per densificazione completa. A differenza di zirconia bianca - 1, zircone nero - 1 consiste al massimo 5 pigmenti di wt.-%. Le temperature di sinterizzazione consigliate sono 1400 ° C per zirconia nera - 1 e 1350 ° C per zirconia bianca - 1.
  2. Caratterizzano le polveri per quanto riguarda la forma, superficie e distribuzione granulometrica.
    Nota: La scansione immagini di microscopia elettronica sono stati utilizzati per caratterizzare la forma delle particelle. La distribuzione granulometrica delle polveri utilizzate è stata misurata da un metodo a diffrazione laser (laser diffrattometro). Le misurazioni per le specifiche proprietà di superficie delle polveri usate sono state fornite dal produttore.
  3. Per la preparazione delle sospensioni differenti zirconia sciogliere una miscela di paraffina e cera d'api ad una temperatura di 100 ° C in un riscaldabile dissolutore e omogeneizzare la miscela di polimero.
    1. Poi aggiungere la polvere in diversi passaggi per raggiungere un contenuto di polvere di 40 vol.%.
    2. Omogeneizzare la miscela di polveri polimeriche mediante agitazione per 2 ore a 100 ° C. Garantire che tutte le sospensioni hanno lo stesso contenuto di polvere (40 vol.%).
  4. Caratterizzazione delle sospensioni
    1. Caratterizzare il comportamento reologico della sospensione fuso utilizzando un reometro per tassi di taglio in un range tra 0-5.000/s per diverse temperature in un range tra 85 ° C e 110 ° C.
      Nota: Abbiamo usato un reometro regolabile tra-25 ° C a 200 ° C con una piastra (diametro 25 mm) sistema di misura. La coppia è stata misurata, e la viscosità dinamica è stata calcolata.
    2. Tracciare la viscosità dinamica in funzione della velocità di taglio e assicurarsi che la viscosità dinamica è inferiore a 100 PA · s per una velocità di taglio di 10/s, di sotto 20 PA · s per una velocità di taglio di 100/s e 1 PA · s per una velocità di taglio di 5.000/s o aumento della temperatura all'interno della gamma ammissibile.
    3. Modificare la composizione di sospensione aggiungendo miscela polimero se la viscosità dinamica è troppo alta anche per una temperatura di 110 ° C.

2. fabbricazione di componenti singole e multi-materiali di CerAM - T3DP

  1. Dispositivo utilizzato
    La figura 1 Mostra un disegno CAD del CerAM usate - T3DP-dispositivo con un profilo scanner e tre diversi micro sistemi di erogazione, che possono lavorare simultaneamente o alternativamente. Usare due di loro per produrre componenti in bianco e nero.
    1. Impostare la deposizione delle gocce su una frequenza fino a 100/s e gli assi di muoversi con una velocità massima di 20 mm/s.
  2. Indagine dei parametri di deposizione
    Studiare l'influenza dei parametri di deposizione (velocità del micro sistema erogazione; temperature di sospensione serbatoio ed ugello; velocità dell'asse di lavoro) sulle proprietà delle goccioline risultante (forma; volume; omogeneità) o gocciolina catene (forma; volume; omogeneità).
    1. Variare i parametri di deposizione e depositare singole goccioline così come catene di goccia utilizzando diverse frequenze e velocità assi per la deposizione.
      Nota: L'influenza dei parametri erogatore sulle proprietà dei materiali è stata discussa prima di25. I limiti di valore di parametro sono stati determinati solo empiricamente.
    2. Assicurarsi che che la varianza nella gocciolina catena altezza e la larghezza non deve superare il 3%. Variare la larghezza di impulso di parametri, fattore di fusione di goccia (DFF) e larghezza di estrusione (parametro per affettare) per compensare il diametro differenze fino a 100 micron e differenze di altezza fino a 50 micron.
      Nota: Non è necessario e probabilmente non è possibile realizzare gli emisferi perfettamente sagomati come singole goccioline, ma è necessario assicurarsi che l'omogeneità della formazione della gocciolina è molto elevato per garantire un edificio omogeneo dei componenti.
    3. Ripetere questo passaggio con diversi parametri iniziali per trovare un set di parametri che fornisce la forma goccia più omogenea rispetto al diametro delle gocce, larghezza e altezza.
  3. Produzione di componenti di test solo materiale
    1. Utilizzare un modello 3D generato della parte desiderata e salvare il file come formato di file STL o AMF.
    2. Utilizzare un programma per affettare (ad es. affettatrice 1 o 2 affettatrice) per generare il G-codice corrispondente. Impostare le proprietà della forma goccia acquisito nel passaggio 2.2.
    3. Caricare il G-code e riempire i parametri di processo per la CerAM - T3DP-dispositivo. Impostare la CerAM - T3DP-dispositivo per i parametri ottenuti nel passaggio 2.2 che corrispondeva alla forma goccia fornita per l'affettatrice. Avviare il software del dispositivo per avviare il processo di costruzione.
      Nota: È utile per la fabbricazione di determinati campioni di prova prima di compilare la parte desiderata o utilizzando nuove sospensioni.
  4. CerAM - T3DP di componenti multi-materiali
    1. Per ogni materiale coinvolto eseguire passo 2.2.
    2. Selezionare parametri di dosaggio per entrambi i materiali che hanno circa le stesse caratteristiche della gocciolina.
    3. Regolare le altezze di strato modificando la distanza tra le singole gocce e la conseguente sovrapposizione per evitare differenze nelle altezze per i diversi materiali, che possono provocare grandi difetti e componenti difettosi.
      Nota: Riducendo la distanza tra due goccioline e la sovrapposizione maggiore associata, la larghezza e l'altezza della catena gocciolina aumenta a causa del volume quasi costante delle singole gocce. Si può osservare che la larghezza della catena della gocciolina aumenta più velocemente rispetto all'altezza di catena della gocciolina.
    4. Utilizzare un modello 3D generato della parte desiderata e salvare il file come file AMF. Se supportato dall'affettatrice multiple aree di componenti possono anche essere salvati in formato file STL.
    5. Per poter stampare componenti multi-materiali, assegnare aree di componente corrispondente al materiale associato nel software per affettare allocando un corrispondente micro sistema di erogazione per ogni materiale.
    6. Generare i G-codici per ogni materiale utilizzando il software di filtro dei dati.
    7. Caricare il G-code e riempire i parametri di processo per la CerAM - T3DP-dispositivo. Impostare la CerAM - T3DP-dispositivo per i parametri ottenuti nel passaggio 2.2 che corrispondeva alla forma goccia fornita per l'affettatrice. Avviare il software del dispositivo per avviare il processo di costruzione.

3. Co-deceraggio e co-sinterizzazione di singolo - e multimateriali componenti

  1. Cielo verdi campioni nei seguenti passaggi separati.
    1. In primo luogo, mettere i campioni in una massa allentata di polvere di allumina a grana grossa (letto polvere) per sostenere strutturalmente i campioni così da garantire una distribuzione omogenea della temperatura e per promuovere la rimozione dei materiali raccoglitore da forze capillari.
    2. Eseguire un deceraggio con un tasso molto basso di riscaldamento in un forno (forno di deceraggio) sotto atmosfera di aria fino a 270 ° C. Impostare la velocità di riscaldamento a 4 K/h per garantire un deceraggio privo di difetti.
  2. Dopo questo primo passo deceraggio rimuovere con cautela la polvere di biancheria da letto per esempio con un pennello sottile. Posizionare i campioni su allumina forno mobili.
  3. Applicare un secondo passaggio di deceraggio sotto aria-atmosfera fino a 900 ° C (12 K/h) nel forno stesso.
    Nota: Tutti i materiali restanti di legante organico termicamente sono stati rimossi, mentre all'interno nella stessa fase un pre-sinterizzazione delle particelle di ossido di zirconio è stata iniziata per consentire il successivo trasferimento dei campioni in un forno di sinterizzazione.
  4. Infine sinterizzare i campioni sotto aria-atmosfera a 1.350 ° C (180 K/h) per 2 h in un forno adatto (forno di sinterizzazione). Caratterizzano il restringimento dei componenti di misura di lunghezza in tre dimensioni e assicurarsi che è circa il 20% per ogni direzione.

4. caratterizzazione dei componenti - e multimateriali

  1. Tagliare i campioni correttamente e lucidare la superficie utilizzando metodi di ceramographic.
  2. Applicare le indagini sulla microstruttura mediante microscopio elettronico a scansione emissione di campo (FESEM).
  3. Ispezionare visivamente la porosità delle due fasi e nell'interfaccia di contorno dei materiali utilizzati. Per ottenere un risultato più dettagliato eseguire un'analisi di interfaccia, ad esempio tramite FESEM e analisi successive foto per indagare la porosità all'interno della microstruttura sinterizzata.
    La porosità mirata è inferiore all'1%. Se la porosità è troppo alta, variare il parametro di deposizione in aumento (2,2) e/o il regime del trattamento termico (3).

Representative Results

Per la produzione di componenti di misura, solo polveri dello stesso produttore sono state combinate per ogni componente multi-materiale. Esperimenti con le polveri di diversi costruttori in un componente sono ancora in corso. Per questo scopo, le tariffe differenti strizzacervelli sono da considerarsi.

Il risultato della misurazione del diametro medio delle particelle (d50) di zirconia bianca - 1 dopo dispersione era 0,37 µm. Il costruttore dichiara una granulometria effettiva di 0,04 µm (un ordine di grandezza meno). La dimensione media delle particelle (d50) di ossido di zirconio nero - 1 è 0,5 µm. Figura 2 (A) Mostra l'analisi FESEM della zirconia bianca - 1 e Figura 2 (B) una FESEM-immagine della superficie di un granulato in dettaglio. Figura 2 (C) e Figura 2 (D) mostrano la stessa per zirconia nera - 1. Entrambi polveri non trattate è costituito da granuli sferici grandi (diametro fino a 100 µm) che è tipico per le materie di pressatura a secco. Le FESEM-immagini delle superfici granulato mostrano le particelle primarie di zirconia bianca - 1 (Figura 2 (B)) e zirconi neri - 1 (Figura 2 (D)) con una dimensione di particella effettivo di quasi 0.04 µ m.

La Figura 2 (E) 2 (H) mostrano le FESEM-immagini della zirconia bianca - 2 e zircone nero - 2. Le dimensioni delle particelle media misurata (d50) delle polveri di ossido di zirconio zirconia bianca - 2 e zircone nero - 2 sono 0,27 µm e 0,25 µm, rispettivamente, in cui le particelle sono presenti come granuli sferici con diametri fino a 100 µm (Figura 2 (E) e Figura 2 (G)). La dimensione delle particelle primarie polveri bianco è inferiore a 0,1 µm (Figura 2 (F)). Delle particelle primarie di polveri nere sono fino a 0,5 µm di diametro (Figura 2 (H)).

Figura 3 (A) indica la viscosità dinamica delle sospensioni basato su zirconia bianca - 1 e zircone nero - 1 in funzione della velocità di taglio e in dipendenza della temperatura (85 ° C e 100 ° C). Entrambe le sospensioni mostrano un taglio diradamento comportamento indipendentemente dalla temperatura.

La tabella 1 riassume le viscosità misurate delle sospensioni ai tassi differenti del taglio e per diverse temperature.

Figura 3 (B) viene illustrato il comportamento reologico delle sospensioni a base zirconia bianca - 2 e zircone nero - 2 (85 ° C e 100 ° C). Tutti i grafici mostrano un taglio diradamento comportamento. La tabella 2 riassume le viscosità misurate delle sospensioni ai tassi differenti del taglio e per diverse temperature.

Oltre alle misure di frequenza-controllato di taglio, sono state effettuate misurazioni a lungo termine. Figura 3 (C) Mostra l'andamento della viscosità dinamica durante le misurazioni a lungo termine per tutte le quattro sospensioni a una velocità di taglio costante di 10/s oltre 2 h. Mentre la viscosità dinamica delle sospensioni zirconi bianchi (zirconia bianca - 1 e zirconia bianca - 2) è quasi costante (tabella 3), la viscosità dinamica tende a diminuire leggermente di zirconi neri (ossido di zirconio nero - 1 e zirconi neri - 2).

Dopo la determinazione empirica dei parametri dosaggio realizzazione del singolo componente, tre strutture dimensionali è diventato gestibile per ogni sospensione. Figura 4 Spettacoli (A) una struttura di test complessi sinterizzato basata sulla sospensione di zirconia bianca - 1 e additivo prodotto da CerAM - T3DP. Lo stesso test struttura additivo prodotto da CerAM - T3DP e zircone nero - 1-sospensione è mostrato in Figura 4 (B).

Figura 4 (C) Mostra una struttura di prova sinterizzato basata sulle sospensioni di zirconia della zirconia bianca - 2, Figura 4 (D) una struttura sinterizzato test basata su ossido di zirconio nero - 2. Successivamente la produzione delle componenti di singolo-colore della fabbricazione di componenti multi-colore ha avuto luogo. Figura 4 (D) a 4 (F) mostrano alcuni sinterizzato produzione additiva di zirconia di multi-colore componenti utilizzando il CerAM - T3DP.

Figura 5 (A) e Figura 5 (B) mostrare FESEM-immagini della microstruttura dei componenti multi-colore con un'interfaccia chiaramente distinguibile tra le due sospensioni basato sul biossido di zirconio polveri bianco zirconio - 1 (in alto) e ossido di zirconio nero - 1 (in basso).

Un'energia-dispersiva analisi spettroscopica di raggi x (EDX) ha mostrato che nella microstruttura di sinterizzata zircone nero - 1 più crosta di allumina si verifica (figure 6 (A-C)). Per valutare la composizione della e zirconi neri - 1-microstruttura soprattutto nelle aree scure in più dettaglio ulteriori EDX indagini ha avuto luogo (figure 6 (D-G)) che ha mostrato la precipitazione di allumina (Figura 6 (E) ).

Figure 1
Figura 1: disegno CAD del CerAM usato - T3DP-dispositivo con tre gruppi di erogazione micro e uno scanner superficie. Clicca qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Figure 2
Figura 2: FESEM-immagine di zirconia utilizzato granulati. (A) granuli di zirconia bianca - 1 - panoramica e superficie (B) ; (C) granuli di ossido di zirconio nero - 1 - panoramica e superficie (D) ; (E) granuli di zirconia bianca - 2 - panoramica e superficie (F) ; (G) zirconia nero - 2 granuli - panoramica e superficie (H) .

Figure 3
Figura 3: comportamento reologico di sospensioni termoplastici. (A) sulla base delle polveri di ossido di zirconio zirconia bianca - 1 e zirconi neri - 1; (B) sulla base delle polveri di ossido di zirconio zirconia bianca - 2 e zircone nero - 2; (C) confronto di tutte le quattro sospensioni durante una misurazione a lungo termine a una costante shear rate di 10/s.

Figure 4
Figura 4: singolo e multimateriali sinterizzato testare strutture additivo prodotti da T3DP. (A) basato su zirconia bianca - 1 -sospensione; (B) basato su zircone nero - 1 -sospensione; (C) basato su zirconia bianca - 2 -sospensione; (D) basato su zirconi neri - 2 -sospensione; (E) basato su zirconia bianca - 1 - e zircone nero - 1 -sospensione; (F) basato su zirconia bianca - 2- e zircone nero - 2 - sospensione - struttura-come struttura e struttura anulare (G) .

Figure 5
Figura 5: FESEM-immagini. FESEM-immagini di sezione trasversale all'interfaccia tra sinterizzato zirconia bianca - 1 (in alto) e zirconi neri - 1 (in basso); Interfaccia planare (A) e (B) intrecciato

Figure 6
Figura 6: Risultati delle misurazioni di EDX presso sinterizzato zirconia bianca - 1 / zircone nero - 1 -interfaccia. (A) Panoramica sui campi di misura 1 + 2 e (D) 3-5; risultati del campo di misura (B) 1, (C) campo 2, campo di (E) 3 (F) campo 4 e (G) campo 5.

Figure 7
Figura 7: cambiamento di massa della zirconia bianca - 1 - e zircone nero - 1 -sospensioni durante la decomposizione termica Clicca qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Table 1
Tabella 1: viscosità dinamica delle sospensioni termoplastici basato sul biossido di zirconio polveri zirconia bianca - 1 e nero zirconia - 1. Per favore clicca qui per scaricare questo file.

Table 2
Tabella 2: viscosità dinamica delle sospensioni termoplastici basato sul biossido di zirconio polveri zirconia bianca - 2 e nero zirconia - 2. Per favore clicca qui per scaricare questo file.

Table 3
Tabella 3: viscosità dinamica di tutte le quattro sospensioni durante la misurazione a lungo termine a una velocità di taglio costante di 10/s. Per favore clicca qui per scaricare questo file.

Discussion

La caratterizzazione del comportamento reologico della sospensione fuso a taglio alta velocità fino a 5000/s è necessaria perché la valutazione delle condizioni all'interno di micro usato LAWER (geometria dell'alloggiamento del pistone e l'ugello, velocità del pistone) ha rivelato che i tassi di taglio di 5000/s e superiori vengono generati nel micro sistema di erogazione durante il processo di deposizione25.

L'indagine dei parametri stampa dovrebbe essere fatto per aiutare con la calibrazione dell'erogatore per la produzione di componenti multi-materiali. L'influenza dei parametri erogatore sulle proprietà dei materiali è stato discusso in25. I limiti di valore di parametro sono stati solo impedimento empiricamente. Finora l'esperienza dimostra che la varianza in gocciolina catena altezza e la larghezza non deve superare il 3%. Differenze di diametro fino a 100 micron e differenze di altezza fino a 50 micron possono essere compensate dai parametri di larghezza di impulso, fattore di fusione di goccia (DFF) e larghezza di estrusione (affettare parametro).

È fondamentale per il processo di stampa che l'altezza di strato dei diversi materiali è modificati a vicenda modificando la distanza tra le singole goccioline, poiché si tradurrebbe in un'irregolarità all'interno di un livello se le altezze dei diversi materiali fare non corrispondenza. Un'irregolarità conduce a grandi difetti e componenti difettosi. Riducendo la distanza tra due goccioline e la sovrapposizione maggiore associata, la larghezza e l'altezza della catena gocciolina aumenta a causa del volume quasi costante delle singole gocce. Si può osservare che la larghezza della catena della gocciolina aumenta più velocemente rispetto all'altezza di catena della gocciolina. Non è necessario e probabilmente non è possibile realizzare gli emisferi perfettamente sagomati come singole goccioline, ma è necessario assicurarsi che determinando il raccordo di parametri che l'omogeneità della formazione della gocciolina è molto elevato per garantire un omogeneo di erogazione costruzione dei componenti.

La misurazione a 85 ° C simula il comportamento reologico delle sospensioni nella cartuccia d'alimentazione del micro sistema di erogazione. Sopra 90 ° C, la decomposizione dei componenti raccoglitore comincia (Figura 7). Tutte le sospensioni mostrano un comportamento quasi simile. La temperatura di ugello usato del micro sistema erogazione era 100 ° C. Questa temperatura promuove la formazione della gocciolina grazie alla bassa viscosità causata aumentando la temperatura di sospensioni mentre passando l'ugello. A causa del tempo di sosta breve delle sospensioni all'interno l'ugello a questa temperatura la decomposizione non sta influenzando in modo significativo il comportamento del materiale.

I componenti di multi-colori potrebbero essere sinterizzati quasi privo di difetti, ma per le polveri di ossido di zirconio nero - 2 e zirconia bianca - 2 il colore della fase bianco trasformato in rosa. La causa per il cambiamento di colore sono processi di diffusione tra i diversi materiali durante la sinterizzazione. Questo è solo un effetto sulla superficie e può essere rimosso da una fase di macinazione. Ma questo è molto impegnativo per strutture complesse rese dalle tecnologie AM.

All'interno dei componenti di multi-colori planari e intrecciato confine interfacce sviluppate tra le due diverse composizioni. Così, indipendentemente dal fatto la deposizione di goccia-limite del materiale, la disposizione delle microstrutture diverse può essere realizzata molto precisamente. Inoltre, la forma di goccia può essere sfruttata per aumentare l'interfaccia di confine tra i due materiali. Finora sono state prodotte solo discrete materiale transizioni. La ricerca futura può anche comportare la produzione di cambiamenti graduali tra materiali.

Disclosures

Gli autori non hanno nulla a rivelare.

Acknowledgments

Questo progetto ha ricevuto finanziamenti da parte dell'Unione europea Horizon 2020 ricerca e innovazione programma sotto Grant accordo No 678503.

Materials

Name Company Catalog Number Comments
Material
Zirconia black - 1 TZ-3Y-Black Tosoh
Zirconia black - 2 ZirPro ColorYZ Black Saint Gobain
Zirconia white - 1 TZ-3Y-Black Tosoh
Zirconia white - 2 ZirPro ColorYZ Arctic White Saint Gobain
Equipment
laser diffractometer Mastersizer 2000 Malvern Instruments Ltd., United Kingdom
dissolver DISPERMAT CA 20-C VMA-Getzmann GmbH, Germany
rheometer Modular Compact Rheometer MCR 302  Anton Paar, Graz, Austria
micro dispensing system MDS 3250 Vermes, Germany  
T3DP-device  IKTS-T3DP-device "TRUDE", in-house development Fraunhofer IKTS, not commerzialized
profile scanner LJ-V7020 Keyence  
Slicer 1 Slic3r open source software
Slicer 2 Simplify3D Simplofy3D
debinding furnace NA120/45 Nabertherm, Germany
sintering furnace LH 15/12 Nabertherm, Germany 
FESEM Gemini 982  Zeiss, Germany 

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. Kieback, B., Neubrand, A., Riedel, H. Processing techniques for functionally graded materials. Materials Science and Engineering - A. 362, (1-2), 81-106 (2003).
  2. Mortensen, A., Suresh, S. Functionally graded metals and metal-ceramic composites: Part 1 Processing. International Materials Reviews. 40, (6), 239-265 (1995).
  3. Moya, J. S., Sánchez-Herencia, A. J., Requena, J., Moreno, R. Functionally gradient ceramics by sequential slip casting. Materials Letters. 14, (5), 333-335 (1992).
  4. Moya, J. S., Sánchez-Herencia, J. A., Bartolomé, J. F., Tanimoto, T. Elastic modulus in rigid Al2O3/ZrO2 ceramic laminates. Scripta Materialia. 37, (7), 1095-1103 (1997).
  5. Zschippang, E., Mannschatz, A., Klemm, H., Moritz, T., Martin, H. -P. Charakterisierung und Verarbeitung von Si3N4-SiC-MoSi2-Kompositen für Heizleiteranwendungen. Keramische Zeitschrift. 65, (5), 294-297 (2013).
  6. Scheithauer, U., Haderk, K., Richter, H. -J., Petasch, U., Michaelis, A. Influence of the kind and amount of pore forming agents on the thermal shock behaviour of carbon-free refractory components produced by multilayer technology. refractories WORLDFORUM. 4, (1), 130-136 (2011).
  7. Scheithauer, U., Schwarzer, E., Slawik, T., Richter, H. -J., Moritz, T., Michaelis, A. Functionally Graded Materials Made by Water-Based Multilayer Technology. Refractories Worldforum. 8, (2), 95-101 (2016).
  8. Mannschatz, A., Härtel, A., Müller-Köhn, A., Moritz, T., Michaelis, A., Wilde, M. Manufacturing of Two-colored Co-sintered Zirconia Components by Inmold-labelling and 2C-Injection Molding, cfi/Ber. DKG. 91, (8), (2014).
  9. Moritz, T., Scheithauer, U., Mannschatz, A., Ahlhelm, M., Abel, J., Schwarzer, E., Pohl, M., Müller-Köhn, A. Material- and process hybridization for multifunctional ceramic and glass components. Ceramic Applications. 5, (2), 66-71 (2017).
  10. Homa, J. Rapid Prototyping of high-performance ceramics opens new opportunities for the CIM industry. Powder Injection Moulding International. 6, (3), 65-68 (2012).
  11. Chartier, T., Badev, A. Rapid Prototyping of Ceramics. Handbook of Advanced Ceramics Elsevier. Oxford, UK. (2013).
  12. Travitzky, N., et al. Additive Manufacturing of ceramic-based materials. Advanced Engineering Materials. 16, 729-754 (2014).
  13. Zocca, A., Colombo, P., Gomes, C. M., Günster, J. Additive Manufacturing of Ceramics: Issues, Potentialities, and Opportunities. Journal of the American Ceramic Society. 98, (7), 1983-2001 (2015).
  14. Scheithauer, U., Schwarzer, E., Richter, H. J., Moritz, T. Thermoplastic 3D Printing - An Additive Manufacturing Method for Producing Dense Ceramics. JACT. 12, (1), 26-31 (2014).
  15. Scheithauer, U., Bergner, A., Schwarzer, E., Richter, H. -J., Moritz, T. Studies on thermoplastic 3D printing of steel-zirconia composites. J Mat Res. 29, (17), 1931-1940 (1931).
  16. Scheithauer, U., Slawik, T., Schwarzer, E., Richter, H. -J., Moritz, T., Michaelis, A. Additive Manufacturing of Metal-Ceramic-Composites by Thermoplastic 3D-Printing. J. Ceram. Sci. Tech. 06, (02), 125-132 (2015).
  17. Scheithauer, U., Schwarzer, E., Haertel, A., Richter, H. J., Moritz, T., Michaelis, A. Processing of thermoplastic suspensions for Additive Manufacturing of Ceramic- and Metal-Ceramic-Composites by Thermoplastic 3D-Printing (T3DP), 11th International Conference on Ceramic Materials and Components for Energy and Environmental Applications. Ceramic Transactions. 256, (2016).
  18. Scheithauer, U., Weingarten, S., Johne, R., Schwarzer, E., Abel, J., Richter, H., Moritz, T., Michaelis, A. Ceramic-Based 4D-Components: Additive Manufacturing (AM) of Ceramic-Based Functionally Graded Materials (FGM) by Thermoplastic 3D-Printing (T3DP). Preprints. 2017100057 (2017).
  19. Lee, H. C., Potapova, Y., Lee, D. A core-shell structured, metal-ceramic composite supported Ru catalyst for methane steam reforming. J of Power Sources. 216, 256-260 (2012).
  20. Molin, S., Tolczyk, M., Gazda, M., Jasinski, P. Stainless steel/yttria stabilized zirconia composite supported solid oxide fuel cell. J. Fuel Cell Sci. Technol. 8, 1-5 (2011).
  21. Roberts, H. W., Berzins, D. W., Moore, B. K., Charlton, D. G. Metal-Ceramic Alloys in Dentistry: A Review. Journal of Prosthodontics. 18, (2), 188-194 (2009).
  22. Largiller, G., Bouvard, D., Carry, C. P., Gabriel, A., Müller, J., Staab, C. Deformation and cracking during sintering of bimaterial components processed from ceramic and metal powder mixes. Part I: Experimental investigation. Mechanics of Materials. 53, 123-131 (2012).
  23. Meulenberg, W. A., Mertens, J., Bram, M., Buchkremer, H. -P., Stöver, D. Graded porous TiO2 membranes for micro-filtration. Journal European Ceramic Society. 26, 449-454 (2006).
  24. Baumann, A., Moritz, T., Lenk, R. Multi component powder injection moulding of metal-ceramic-composites. Proceedings of the Euro International Powder Metallurgy Congress and Exhibition. (2009).
  25. Scheithauer, U., Johne, R., Weingarten, S., Schwarzer, E., Abel, J., Richter, H., Moritz, T., Michaelis, A. Investigation of Droplet Deposition for Suspensions Usable for Thermoplastic 3D Printing (T3DP). Journal of Materials Engineering and Performance. (2017).

Comments

0 Comments


    Post a Question / Comment / Request

    You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

    Usage Statistics