Waiting
Login processing...

Trial ends in Request Full Access Tell Your Colleague About Jove
JoVE Science Education
Physical Examinations I

A subscription to JoVE is required to view this content.
You will only be able to see the first 20 seconds.

 
Click here for the English version

Esame obiettivo del cuore II: auscultazione

Overview

Fonte: Suneel Dhand,MD, Medico curante, Medicina interna, Beth Israel Deaconess Medical Center

La competenza nell'uso di uno stetoscopio per ascoltare i suoni del cuore e la capacità di distinguere tra suoni cardiaci normali e anormali sono abilità essenziali per qualsiasi medico. Il corretto posizionamento dello stetoscopio sul torace corrisponde al suono della chiusura delle valvole cardiache. Il cuore ha due suoni principali: S1 e S2. Il primo suono cardiaco (S1) si verifica quando le valvole mitrale e tricuspide (valvole atrioventricolari) si chiudono dopo che il sangue entra nei ventricoli. Questo rappresenta l'inizio della sistole. Il secondo suono cardiaco (S2) si verifica quando le valvole aortica e polmonare (valvole semilunari) si chiudono dopo che il sangue ha lasciato i ventricoli per entrare nei sistemi di circolazione sistemica e polmonare alla fine della sistole. Tradizionalmente, i suoni sono noti come "lub-dub".

L'auscultazione del cuore viene eseguita utilizzando sia il diaframma che le parti a campana del torace dello stetoscopio. Il diaframma è più comunemente usato ed è il migliore per i suoni ad alta frequenza (come S1 e S2) e mormorii di rigurgito mitrale e stenosi aortica. Il diaframma deve essere premuto saldamente contro la parete toracica. La campana trasmette meglio i suoni a bassa frequenza (come S3 e S4) e il mormorio della stenosi mitralica. La campana deve essere applicata con una leggera pressione.

Procedure

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

1. Posizionare il paziente a 30-45 gradi.

2. Assicurati che l'area esaminata sia esposta e non auscultare mai attraverso l'abito.

3. Posizionare lo stetoscopio nei punti di riferimento anatomici definiti (Figura 1). Una buona regola empirica per trovare il secondo spazio intercostale è individuare l'angolo di Louis (articolazione manubriosternale), che è a questo livello. Palpa attraverso e giù con le dita per individuare gli altri spazi intercostali descritti.

Figure 1
Figura 1. Punti di riferimento della superficie dell'auscultazione.

  1. Area aortica
    1. Posizionare il diaframma dello stetoscopio nel 2° spazio intercostale, bordo sternale destro. Questo è il punto di riferimento anatomico per la valvola aortica.
    2. Ascolta per almeno 5 secondi il secondo suono cardiaco, che rappresenta la chiusura della valvola aortica.
  2. Area polmonare
    1. Posizionare il diaframma dello stetoscopio al 2° spazio intercostale, bordo sternale sinistro. Questo è il punto di riferimento anatomico per la valvola polmonare.
    2. Ascolta per almeno 5 secondi il secondo suono cardiaco, che rappresenta la chiusura della valvola polmonare.
  3. Area tricuspide
    1. Posizionare il diaframma dello stetoscopio nel 4° - 5° spazio intercostale, bordo sternale sinistro. Questo è il punto di riferimento anatomico per la valvola tricuspide.
    2. Ascolta per almeno 5 secondi il primo suono cardiaco, che rappresenta la chiusura della valvola tricuspide.
  4. Area mitrale
    1. Posizionare il diaframma dello stetoscopio al 5 ° spazio intercostale, linea medio-clavicolare(stessa area del battito dell'apice). Questo è il punto di riferimento anatomico per la valvola mitrale.
    2. Ascolta per almeno 5 secondi il primo suono cardiaco, che rappresenta la chiusura della valvola mitrale.

4. Altre zone di auscultazione:

L'auscultazione dei polmoni e delle arterie principali fornisce anche informazioni essenziali sulla funzione del sistema cardiovascolare.

  1. Auscultate con il diaframma dello stetoscopio alle basi dei polmoni. Ascolta eventuali crepitazioni o crepitii, che indicano fluido nei polmoni (edema polmonare), un segno di insufficienza cardiaca.
  2. Auscultate con la campana dello stetoscopio alle arterie carotidi. Frequentemente, si può sentire un mormorio presente dalla valvola aortica. Inoltre, auscultate qui per un bruit (un suono strisciante prodotto dal flusso sanguigno turbolento), che è un segno di stenosi dell'arteria carotidea.
  3. Auscultato per bruit addominali alle arterie renali e alle arterie femorali per valutare la malattia vascolare periferica.

La competenza nell'uso di uno stetoscopio per ascoltare i suoni del cuore e la capacità di distinguere tra suoni cardiaci normali e anormali sono abilità essenziali per qualsiasi medico.

Il cuore ha due suoni principali, S1 e S2. Il primo suono - S1- si verifica quando le valvole mitrale e tricuspide si chiudono, dopo che il sangue entra nei ventricoli. Questo rappresenta l'inizio di una sistole. Il secondo suono cardiaco - S2 - si verifica quando le valvole aortica e polmonare si chiudono, dopo che il sangue ha lasciato i ventricoli per entrare nei sistemi di circolazione sistemica e polmonare alla fine di una sistole. Insieme, suonano come "lub-dub"... "lub-dub".

In questo video, esamineremo prima i punti di riferimento della superficie per l'auscultazione, quindi esamineremo i passaggi essenziali per questo esame. La discussione relativa ai suoni cardiaci anomali come mormorii e galoppi sarà trattata in un video separato di questa raccolta.

Iniziamo esaminando i punti di riferimento di superficie per l'auscultazione. Come discusso,

L'area aortica corrispondente alla valvola aortica si trova lungo il bordo sternale destro del 2 ° spazio intercostale, abbreviato come 2 ° ICS. Allo stesso modo, sul bordo sternale sinistro dello stesso ICS c'è l'area polmonare associata alla valvola polmonare. Viaggiando lungo il bordo sternale sinistro, nel 4 ° o 5 ° ICS è l'area tricuspide corrispondente alla valvola tricuspide. E nel 5 ° ICS lungo la linea medio-clavicolare è l'area mitrale collegata alla valvola mitrale.

Ora che hai familiarità con i punti di riferimento, esaminiamo la sequenza di passaggi per questo esame. Prima di iniziare la procedura lavarsi accuratamente le mani e assicurarsi che lo stetoscopio sia stato pulito con una salvietta disinfettante.

Innanzitutto, familiarizza con il pezzo di petto dello stetoscopio. L'auscultazione del cuore viene eseguita utilizzando entrambi: il diaframma e la campana. Il diaframma è il migliore per i suoni ad alta frequenza, come S1 e S2. La campana trasmette meglio i suoni a bassa frequenza, come S3 e S4.

Inizia assicurandoti che l'area da esaminare sia esposta e chiedi al paziente di sdraiarsi con un angolo di 30-45 ° sul tavolo d'esame. Prima di posizionare lo stetoscopio, una buona regola empirica è quella di individuare il 2 ° ICS palpando per l'angolo di Louis, che è al livello del 2 ° ICS. Quindi, posizionare il diaframma sul bordo sternale destro di questo ICS, che è l'area aortica. Ascolta in ogni punto di auscultazione per almeno 5 secondi per assicurarti di non perdere alcun suono sottile. Inoltre, durante l'esame chiedere al paziente di inspirare ed espirare, perché in presenza di un suono anormale, i tempi nel ciclo respiratorio possono fornire un indizio diagnostico vitale. Mentre si ausculta l'area aortica, ascoltare S2, che rappresenta la chiusura della valvola aortica. Quindi, spostati nell'area polmonare, che si trova sul bordo sternale sinistro del 2 ° ICS. Qui, ancora una volta è possibile distinguere chiaramente il secondo suono cardiaco, che rappresenta la chiusura della valvola polmonare. Successivamente, utilizzando il diaframma, auscultare l'area tricuspide al 4 ° o 5 ° ICS sul bordo sternale sinistro. Qui, ascolta il primo suono cardiaco dovuto alla chiusura della valvola tricuspide. Infine, posiziona il diaframma nell'area mitrale e ascolta S1, che rappresenta la chiusura della valvola mitrale.

Oltre ai quattro punti di riferimento associati alle valvole, l'auscultazione dei polmoni e delle arterie principali può fornire informazioni essenziali sul funzionamento cardiovascolare. Usando il diaframma, auscultate alla base dei polmoni per ascoltare eventuali crepitazioni o crepitii, che indicano edema polmonare, un segno di insufficienza cardiaca. Successivamente, con la campana, auscultare le arterie carotidi. Frequentemente, un soffio che è presente dalla valvola aortica può essere sentito in quest'area. Inoltre, auscultate qui per un bruit, che è un suono strisciante prodotto dal flusso sanguigno turbolento, un segno di stenosi dell'arteria carotidea. Infine, per valutare la malattia vascolare periferica, auscultate per i lividi addominali nell'area dell'aorta, nelle arterie renali e nelle arterie femorali.

Hai appena visto la presentazione di JoVE sull'auscultazione cardiaca. Il video ha esaminato importanti punti di riferimento dell'auscultazione e ha illustrato come eseguire le fasi di questo esame in modo strutturato.

L'auscultazione del cuore rimane una delle abilità fondamentali per qualsiasi clinico da padroneggiare e fornisce indizi diagnostici vitali per molte anomalie cardiache. Pertanto, l'apprendimento della tecnica corretta per l'auscultazione è essenziale per poter distinguere il normale dal patologico. Come sempre, grazie per aver guardato!

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Applications and Summary

or Start trial to access full content. Learn more about your institution’s access to JoVE content here

L'auscultazione del cuore rimane una delle abilità fondamentali per qualsiasi clinico da padroneggiare e fornisce indizi diagnostici vitali per molte anomalie cardiache. Imparare la tecnica corretta per l'auscultazione è essenziale per distinguere il normale dal patologico. Tutte le aree cardiache devono essere auscultate in modo strutturato e metodico. I risultati fisici devono essere interpretati rispetto al ciclo cardiaco e devono essere annotate l'intensità, la durata, l'intonazione e la tempistica di ciascun suono. È essenziale memorizzare i punti di riferimento anatomici in cui lo stetoscopio deve essere posizionato sul torace del paziente ed esaminare sempre il paziente in un ambiente tranquillo. È importante ascoltare per almeno 5 secondi, mentre il paziente respira normalmente, per evitare uno degli errori comuni commessi durante l'esame fisico - non concedendo un tempo adeguato per ascoltare i suoni del cuore. I medici devono avere familiarità con i loro stetoscopi e impegnare sia il diaframma che la campana durante l'auscultazione cardiaca.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Transcript

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the English version.

Get cutting-edge science videos from JoVE sent straight to your inbox every month.

Waiting X
Simple Hit Counter