Misurazione Attaccamento e internalizzazione del virus A in cellule A549 mediante citometria di flusso

1Institute of Medical Virology, University of Zurich
Immunology and Infection

Your institution must subscribe to JoVE's Immunology and Infection section to access this content.

Fill out the form below to receive a free trial or learn more about access:

Welcome!

Enter your email below to get your free 10 minute trial to JoVE!





We use/store this info to ensure you have proper access and that your account is secure. We may use this info to send you notifications about your account, your institutional access, and/or other related products. To learn more about our GDPR policies click here.

If you want more info regarding data storage, please contact gdpr@jove.com.

 

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations

Pohl, M. O., Stertz, S. Measuring Attachment and Internalization of Influenza A Virus in A549 Cells by Flow Cytometry. J. Vis. Exp. (105), e53372, doi:10.3791/53372 (2015).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

Introduction

L'ingresso del virus influenzale A (IAV) è un processo in più fasi che inizia con il legame del virus ai recettori presenti sulla membrana plasmatica delle cellule bersaglio 1. Il recettore per IAV è l'acido sialico che è presente su una grande varietà di glicoproteine ​​e glicolipidi. La emoagglutinina (HA) proteina di IAV che è presente nella busta virale si lega all'acido sialico e media così fissaggio delle particelle virali alla membrana plasmatica di cellule bersaglio 2. Il virus entra nelle cellule tramite endocitosi clatrina-mediata, ma anche percorsi di inserimento alternativi, come macropinocitosi, sono stati descritti 3-6. L'interazione tra HA e acido sialico sembra essere sufficiente per mediare sia, attaccamento e innescando internalizzazione delle particelle virali 7. Tuttavia, i recettori di ingresso alternativi sono stati proposti e il loro ruolo nella voce IAV sono attualmente in fase di studio 1,8,9.

Curtualmente, gli sforzi sono fatti per identificare i fattori dell'ospite che sono coinvolti nel ciclo di vita virale con l'obiettivo di sviluppare nuove terapie urgenti antivirali 10-12. Virus ingresso sarebbe un passo favorevole per il targeting crescita IAV al fine di bloccare l'infezione virale nel suo punto più presto. Misurare diverse fasi di ingresso IAV sperimentalmente è impegnativo come di solito grandi quantità di virus sono necessari per individuare il virus in arrivo. Inoltre, il campo di rilevamento delle variazioni entrata del virus è lineare solo a causa della mancanza di replicazione virale. Ciò sottolinea la necessità di test ad alta sensibilità.

Il saggio qui presentiamo permette il rilevamento di virus attaccato alla superficie cellulare e rilevamento del virus internalizzato in relazione alla quantità totale di virus associato alle cellule. L'utilizzo di virus di tipo selvatico biotinilato permette conveniente misurazione attraverso colorazione con STV-Cy3 e la lettura mediante citometria a flusso. Virus Biotinilato è freddo legato alla cellas per consentire l'attaccamento, ma impediscono l'internalizzazione delle particelle virali. Le cellule possono essere fissate, permeabilizzate e colorate con STV-Cy3 per misurare il virus allegato. Il segnale da virioni extracellulari, allegati può essere abrogata se un passo bloccante viene applicata prima fissazione in cui le cellule vengono incubate con streptavidina-etichettato (STV). In una fase successiva, a seguito dell'adesione di biotinilato IAV, la temperatura è spostato a 37 ° C e l'interiorizzazione di particelle virali è permesso di prendere posto. Particelle interiorizzato sono protetti da legame di STV consentendo in tal modo la discriminazione tra i virus extra- ed intracellulari.

Per condizione sperimentale, sono necessari quattro campioni: '0 min': Il primo esempio, l'etichetta '0 min', è quello di misurare il virus legato a freddo sulla superficie cellulare. '0 min + STV': Il secondo campione, etichettato '0 min + STV', dà l'intensità del segnale di base di questo esperimento. Il virus si è bloccato with STV e il seguente segnale di colorazione con STV-Cy3 dovrebbero essere molto inferiore rispetto al campione '0 min'. '30 Min ': Il terzo campione, '30 minuti' contiene attaccato e internalizzata virus a causa del passaggio di temperatura a 37 ° C per 30 min. '30 Min + STV ': Il quarto campione, la data del 30 min + STV' misura la frazione intracellulare di virus. Il passo di blocco STV viene applicato dopo il periodo di incubazione 30 min. Come risultato, le particelle virali sulla superficie cellulare sono vincolati da STV lasciando solo virus internalizzati disponibile per colorazione con STV-Cy3. La quantità relativa di virus internalizzati può essere calcolato come rapporto del virus internalizzati (misurata nel '30 min + ATS 'esempio) divisa per la quantità totale di virus (descritta dal '30 min' esempio).

Come controllo si consiglia di includere cellule mock-infettate. Il segnale seguente STV-Cy3 colorazione delle cellule mock-infettate dà lo sfondorisultante dal protocollo di colorazione. Un controllo per il fissaggio IAV è il pre-trattamento delle cellule con neuraminidasi batterica (NA). Unirà NA off acido sialico da glicoproteine ​​cellulari, eliminando in tal modo i recettori di attacco dalla superficie cellulare. Sodio azide (SA) è un inibitore del metabolismo potenti e quindi blocchi endocitosi 13. Cellule trattate con sodio azide dovrebbero essere positivi per il legame virus, ma negativo per l'internalizzazione.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Protocol

Nota prima dell'inizio: cappa a flusso laminare e Uso appropriato biocontenimento quando si lavora con virus vivo. Qui, descriviamo le condizioni di crescita idonee a ceppo di virus influenzale cultura A / WSN / 33. Molteplicità di infezione (MOI) e di incubazione possono variare a seconda ceppo virale usato.

1. Preparazione di A biotinilato / WSN / 33 Virus

  1. Seed Madin-Darby kindey canino (MDCK), le cellule in un pallone T175 cm 2 utilizzando Dulbecco Modified Eagle Medium (DMEM) supplementato con 10% FBS e 1% di penicillina-streptomicina (Pen / Strep). Cellule di coltura a 37 ° C fino a circa il 70% di confluenza viene raggiunto.
  2. Prima infezione, rimuovere medie e lavare le cellule con tampone fosfato salino (PBS, pH7.0-7.3) aggiungendo un volume sufficiente a coprire il monostrato cellulare.
  3. Rimuovere PBS e infettare le cellule con A / WSN / 33 con un MOI di 10 -4. Diluire virus in PBS completati con 0,02 mg Mg 2 +, 0,01 mg di Ca 2+ </ sup>, lo 0,3% di albumina sierica bovina (BSA), e 1% Pen / Strep (infezione-PBS). Utilizzare un inoculo di 4 ml per una fiasca T175 cm 2.
  4. Incubare le cellule 1 ora a 37 ° C. Rimuovere inoculo per aspirazione e pipette 10 ml di DMEM integrato con 0,3% di BSA, 20 HEPES mM, e 1% Pen / Strep nel pallone.
  5. Incubare le cellule a 37 ° C per circa 3 giorni fino effetto citopatico (CPE) è visibile, e quindi raccolto surnatante. CPE può essere riconosciuto come arrotondamento delle cellule seguono distacco e morte delle cellule 14.
  6. Spin surnatante a 450 xg per 5 minuti per rimuovere i detriti cellulari. Trasferire il surnatante in un nuovo tubo falco e ripetere questo passaggio ancora una volta. Eliminare il pellet.
  7. Trasferire supernatanti in provette ultracentrifuga e supernatanti sottopavimenti con 5 ml di saccarosio 30% diluiti in tampone NTE (Tris 10 mM [pH 7,4], NaCl 100 mM, EDTA 1 mM). Equilibrio tubi prima ultracentrifugazione e riempire con PBS per raggiungere un volume fine di 30 ml. Spin Supernaabi- a 112.398 xg (corrispondente a 25.000 rpm per rotore SW28) per 90 min in un'ultracentrifuga.
  8. Rimuovere con attenzione il surnatante pipettando e immergere pellet virus notte a 4 ° C in 250 l di PBS. Pellet Risospendere pipettando su e giù. Misurare il contenuto di proteine ​​del virus purificato dalla Bradford test 15.
  9. Utilizzare un kit biotinilazione per generare biotinilato A / WSN / 33. Seguire le istruzioni del produttore.
  10. In breve, aggiungere la giusta quantità di biotina al virus purificato e incubare per 2 ore su ghiaccio. Trasferimento virus di un tubo ultracentrifuga e riempire il tubo con PBS per raggiungere un volume fine di 30 ml. Spin virus a 112.389 xg per 90 min in un'ultracentrifuga. Rimuovere il surnatante pipettando e aggiungere 250 microlitri di PBS. Immergere pellet per tutta la notte a 4 ° C. Aliquotare e conservare il virus biotinilato conservato a -80 ° C in cui sarà stabile per almeno 24 mesi.
    NOTA: Potrebbe essere utile per determinare il titolo del p biotinilatoriparazione di IAV mediante test placca standard. Tuttavia, va notato che il protocollo successiva solo misurare particelle virali biotinilati. Rimanendo particelle unbiotinylated causa biotinylation incompleta contribuirà al titolo infettivo mediante saggio di placca ma non al segnale misurato nel test allegato / internalizzazione.

2. Determinare la quantità necessaria di Biotinylated Virus

NOTA: Prima di eseguire il test di attacco / internalizzazione, è importante determinare la quantità di virus biotinilato necessaria per infettare tutte le cellule di un campione.

  1. Cultura e cellule A549 trypsinize secondo le istruzioni del produttore. Contare le cellule utilizzando una camera di cella. Pipette cellule 200.000 A549 in FACS Deepwell tubi. Spin 3 min a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet con 200 microlitri di PBS. Cellule raffreddare in ghiaccio per 10 minuti.
  2. Preparare 5-fold diluizioni seriali del biotinylated magazzino virus infezione-PBS.
  3. Tubi Spin contenenti le cellule a 4 ° C per 3 min a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet con 100 microlitri virus contenenti infezioni PBS. Come utilizzare il controllo finto infezione PBS senza virus biotinilato. Incubare le provette in ghiaccio per 1 ora.
  4. Tubi Spin a 4 ° C per 3 minuti a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 200 l di PBS. Ripetere questo passaggio ancora una volta.
  5. Per il fissaggio, tubi di spin a 4 ° C per 3 minuti a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 100 ml di 3,7% paraformaldeide (PFA). Incubare per 10 minuti a temperatura ambiente. Quindi, ripetere il lavaggio passo descritto in 2.4).
  6. Per permeabilizzazione, tubi di spin a 4 ° C per 3 minuti a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 100 l di PBS contenente 0,5% Triton X-100. Incubare per 6 minuti a temperatura ambiente. Quindi, ripetere il lavaggio passo descritto in 2.4).
  7. Tubi Spin a 4 ° C per 3 minuti a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 50 microlitri 2% BSA in PBS diluito contenente STV-Cy3. (Si prega di notare, la concentrazione appropriata di STV-Cy3 deve essere determinato prima di iniziare l'esperimento Inizia con una concentrazione di 1:. 200 e il test diluizioni 2-fold fino a 1:. 2400 Nelle nostre mani, una diluizione di 1: 1.000 dimostrato essere ottimale.)
  8. Incubare 1 ora al buio a temperatura ambiente. Quindi, ripetere il passaggio di lavaggio descritta in 2.4, ma risospendere il pellet in 200 ml 2% BSA diluito in PBS.
  9. Analizzare i campioni mediante citometria di flusso 16. Porta sulla popolazione Cy3-positivo. Scegliere la più bassa concentrazione di virus biotinilato da ottenere il numero massimo di celle Cy3-positivi nella popolazione A549.

3. Determinare la quantità necessaria di Streptavidina


NOTA: L'efficienza di bloccare il segnale derivato dal virus extracellulare determina il campo di rilevamento del test. Pertanto, è importante abrogare segnale STV-Cy3 il più possibile. The quantità richiesta di STV necessario dipende dalla quantità di biotinilato magazzino virus usato (determinata al punto 2).

  1. Seguire i passaggi 2.1-2.4, ma utilizzare concentrazione di virus determinate al punto 2.
  2. Preparare diluizioni seriali di cinque-fold di STV diluiti in PBS contenente 2% di BSA e lo 0,1% di sodio azide.
  3. Tubi Spin a 4 ° C per 3 minuti a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 50 microlitri di diluizione STV. Come utilizzare il controllo finto PBS contenente 2% di BSA e lo 0,1% di sodio azide senza STV. Incubare le provette per 30 min in ghiaccio. Quindi, ripetere il passaggio di lavaggio descritta in 2.4.
  4. Seguire i passaggi 2,5-2,9. Per il saggio internalizzazione, scegliere la più bassa concentrazione di STV conseguente forte blocco del Cy3 segnale (rispetto al campione in cui non era presente ATS). Per questo, può essere utilizzata la percentuale di cellule positive Cy3 o l'intensità di fluorescenza media del segnale Cy3. Idealmente, il segnale Cy3 di campioni STV trattati deve essere il più vicino possibile al segnale da mock-infettatecelle come possibile.

4. Allegato / Internalizzazione Assay


NOTA: Assicurarsi di preparare tutti i reagenti prima di iniziare il test. Per i tre gruppi di controllo presentati nella sezione risultati (cellule infettate finto, le cellule pre-trattate neuraminidasi e cellule sodioazide trattati) piccole modifiche al protocollo sono obbligatori.

  1. Preparare 16 provette contenenti deepwell ogni 200.000 cellule A549. Accanto al gruppo sperimentale composto da 4 tubi, ci sono 3 condizioni di controllo, ciascuno dei quali occorrono 4 tubi: cellule mock-infettate, neuraminidasi (NA), le cellule -pretreated e le cellule trattate azide di sodio. Ogni gruppo è composto da 4 tubi etichettati come '0 min', '0 min + STV', '30 minuti ', '30 minuti + STV'.
  2. Tubi Spin a 4 ° C per 3 minuti a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 200 l di PBS.
  3. Tubi Spin a 4 ° C a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 200 microlitri DMEM contenente 0,3% di BSA, 20 mM HEPES e 1% di penicillina-streptomicina (mezzo di incubazione). Incubare per 30 minuti a 37 ° C.
    NOTA: Per il controllo neuraminidasi: Utilizzo neuraminidasi batterica (es sialidasi da Vibrio colera) ad una concentrazione di 200 mU / ml diluito in mezzo di incubazione per risospendere le cellule.
  4. Tubi Spin a 4 ° C per 3 minuti a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 200 l di PBS. Ripetere questo passaggio ancora una volta, poi i tubi raffreddare in ghiaccio per 10 minuti.
  5. Tubi Spin a 4 ° C per 3 minuti a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 100 ml biotinilati virus (utilizzare la concentrazione di virus determinata al punto 2 diluito in infezioni-PBS). Incubare 1 ora su ghiaccio. Quindi, ripetere il passaggio di lavaggio descritta in 2.4.
    NOTA: Per il controllo mock-infettate: Usa infezione-PBS, senza virus. Per il controllo sodio azide: Usa virus diluito in infezioni PBS integrato con 0,1% di sodio azide.
  6. Professionistaelaborazione dei campioni dopo l'infezione su ghiaccio:
    1. Per i campioni "0 min", seguire passo 2.5 e conservare i campioni a 4 ° C fino a quando sono stati fissati gli altri campioni.
    2. Per il '0 min + STV' campioni, tubi di spin a 4 ° C per 3 minuti a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 50 microlitri STV (utilizzare la concentrazione determinata al punto 3) diluito in PBS contenente 2% di BSA e lo 0,1% di sodio azide (per evitare interiorizzazione durante la manipolazione del campione). Incubare 30 min in ghiaccio. Seguire passo 2.4-2.5 e conservare i campioni a 4 ° C.
    3. Per i campioni '30 min ', tubi di spin a 4 ° C per 3 minuti a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 200 l di PBS contenente 2% di BSA. Incubare 30 minuti a 37 ° C. Seguire passo 2.4-2.5 e conservare i campioni a 4 ° C.
      NOTA: Per il controllo sodio azide: Utilizzo PBS integrato con il 2% di BSA e 0,1% di sodio azide per 30 min di incubazione a 37 ° C.
    4. Per il '30 min + campioni STV 'girano provette a 4 ° C per 3 min a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 200 l di PBS contenente 2% di BSA. Incubare 30 minuti a 37 ° C. Poi, tubi di spin a 4 ° C per 3 minuti a 450 x g. Rimuovere il surnatante e risospendere pellet in 50 microlitri STV (utilizzare la concentrazione determinata al punto 3) diluito in PBS contenente 2% di BSA e lo 0,1% di sodio azide (per evitare interiorizzazione durante la manipolazione del campione). Incubare 30 min in ghiaccio. Seguire passo 2.4-2.5 e conservare i campioni a 4 ° C.
      NOTA: Per il controllo sodio azide: Utilizzo PBS integrato con il 2% di BSA e 0,1% di sodio azide per 30 min di incubazione a 37 ° C.
  7. Seguire i passaggi 2,6-2,8 e analizzare campioni mediante citometria a flusso. Determinare la percentuale di cellule positive Cy3-in ciascun campione.
  8. Calcolare la percentuale allegato virus e la quantità relativa di virus interiorizzato.
    1. Per calcolare la quantità di virus in allegato, utilizzare la percentuale di Cy3-positive cellule gated o l'intensità di fluorescenza media del segnale Cy3. Per confronto, impostare cellule non trattate al 100% (Figura 4B).
      NOTA: La percentuale di virus si è descritto dal campione "0 min".
    2. Per calcolare la quantità di virus internalizzato, prendere il rapporto tra il "30 min + STV" campione al "30 min" campione (Figura 5B).
      NOTA: Come menzionato sopra, la percentuale di cellule positive Cy3 gated o l'intensità di fluorescenza media del segnale Cy3 può essere utilizzato.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Representative Results

Un cartone descrive le quattro diverse condizioni sperimentali è mostrato in Figura 1 I risultati di un esperimento rappresentativo sono presentati nelle Figure 2 -. 5. Nel campione "0 min", virus biotinilato è freddo legato alle cellule, che possono essere visualizzati da STV-Cy3 colorazione bersaglio (figure 1 e 2). Quando viene applicato un passo di blocco (in "0 min + STV" campione), virus sulla superficie cellulare non può più essere rilevato da STV-Cy3 colorazione. Come risultato, l'intensità del segnale in "0 min + STV" campione viene fortemente ridotta rispetto al campione "0 min" (figure 1 e 2). Elevando la temperatura a 37 ° C, il virus si è ripreso nelle cellule (campione "30 min"). Virus internalizzato non è sensibile a bloccare con unlabeled STV che si traduce in un calo meno drammatico di intensità del segnale nel & #8220; 30 min + ATS "campioni relativi al" campione 30 min "in cui è stato applicato nessun blocco ATS (Figure 1 e 2).

Come controlli abbiamo impiegato infezione finto, il trattamento e la cura NA SA. Figura 3 mostra le percentuali di cellule Cy3-positive per tutte le condizioni sperimentali descritti nel paragrafo 4 cellule mock-infettate danno l'intensità del segnale di fondo per l'esperimento e di agire come controllo negativo per attacco virus (Figura 4). Un ulteriore controllo per l'attacco del virus è il trattamento con batteri espresso NA. NA rimuove acido sialico, il recettore per il fissaggio IAV, da glicoproteine ​​sulla superficie cellulare e riduce così il legame del virus alle cellule bersaglio 17. Come mostrato in figura 4, il trattamento con NA abrogates fortemente attaccamento IAV di circa il 90% rispetto alle cellule non trattate. Per quanto riguarda l'internalizzazione, abbiamo usato SA come controllo. SA tr eatment esaurisce rapidamente i livelli di ATP cellulare inibendo così i processi che consumano energia, come endocitosi 13. L'incubazione delle cellule con SA durante e dopo l'infezione inibito internalizzazione di particelle virali. La quantità relativa di virus internalizzati (illustrato in figura 5) è stata sollevata da circa il 10% al 45% in incubazione a 37 ° C per 30 min in cellule non trattate. Dopo il trattamento SA tuttavia, la percentuale relativa di virus internalizzato era circa il 15% per entrambi, cellule incubate per 0 e 30 min a 37 ° C. Questo indica che in effetti, SA riduce l'efficace assorbimento di particelle virali in cellule.

Figura 1
Figura 1. Principio del saggio. Cartoon spiegare il principio del test attaccamento / internalizzazione.= "_ blank"> Clicca qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 2
Figura 2. risultato rappresentativa per il fissaggio IAV e internalizzazione. (A) istogramma che mostra l'intensità del segnale Cy3 per cellule non trattate segnale. Vengono mostrati il ​​"0 min", "0 min + STV", "30 minuti" e "30 min + STV" campione. (B) Percentuale di cellule Cy3-positive da A. Si prega di cliccare qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 3
Figura 3. risultato Rappresentante per il fissaggio e l'interiorizzazione compresi i controlli. rong> Percentuale di cellule A549 Cy3-positivi dopo il trattamento indicato. Vengono mostrati mock-infettate, non trattata, NA-trattati e le cellule SA-trattata. Cliccate qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 4
Figura 4. L'inibizione di attaccamento virus neuraminidasi. (A) Istogramma che mostra l'intensità del segnale Cy3 di campioni "0 min". Mostrato sono cellule non trattate (in blu) e due campioni di controllo: le cellule mock-infettate e NA-trattati (in rosso e arancio, rispettivamente). (B) Percentuale di cellule Cy3-positivi A. visualizzati sono finto, non trattati e le cellule NA-trattati dal campione "0 min". Il valore per cellule non trattate è stata impostata a 100%.com / file / ftp_upload / 53372 / 53372fig4large.jpg "target =" _ blank "> Clicca qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 5
Figura 5. Inibizione della internalizzazione virus con sodio azide (SA). (A) istogramma che mostra l'intensità del segnale Cy3 del "30 min" e "30 min + STV" campioni non trattati (in rosso e arancione, rispettivamente) e SA- trattati (in blu e verde, rispettivamente) le cellule. (B) Percentuale di relativa virus interiorizzato da cellule non trattate e SA-trattati dopo 0 e 30 min. Cliccate qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Discussion

Il nostro protocollo descrive un modo semplice per misurare l'attaccamento virus e internalizzazione mediante citometria a flusso. Esso consente l'utilizzo di virus di tipo selvatico marcato che imita più da vicino le infezioni da virus rispetto all'uso di particelle simili a virus (VLP). Mentre il nostro protocollo è stato ottimizzato per misurare attaccamento e internalizzazione di IAV può essere facilmente adattato per altri virus. Inoltre, come la citometria a flusso è utilizzato per la lettura, co-colorazioni possono essere facilmente aggiunte al protocollo ad esempio per testare livelli di espressione seguente atterramento o sovraespressione di una proteina di interesse. Così, il test consente di effettuare modifiche del protocollo a seconda delle esigenze individuali. Di nota, il test può essere eseguita per una serie di punti di tempo per misurare internalizzazione virus nel tempo e ottenere informazioni cinetica. Questo potrebbe essere particolarmente importante se il test dovesse essere adattato per un virus diverso con sconosciuti cinetica di internalizzazione.

However, va notato che la finestra di rilevazione è relativamente piccolo differenze di allegato o internalizzazione verificano su una scala lineare per l'assenza di replicazione virale. Per aumentare la fiducia e per ridurre il rumore si consiglia compresi i controlli (ad esempio, i controlli descritti sopra) e diverse repliche. Mentre i risultati mostrati rappresentano un esperimento rappresentativo, abbiamo osservato una buona coerenza tra esperimenti diversi: ad esempio, per l'attacco, la percentuale di cellule Cy3-positivi variava dal 60-80%; per il virus interiorizzata abbiamo ottenuto valori compresi tra il 40-60%.

Prima di iniziare il test, è importante Titolare le concentrazioni di lavoro dei reagenti usati come STV, STV-Cy3 e la quantità di virus biotinilato. Si noti che la quantità di reagenti e tempi di incubazione può variare a seconda della linea cellulare e ceppo virale utilizzato. Per massimizzare la finestra di rilevamento, la percentuale di cellule positive per attachmen virusT dovrebbe essere il più alto possibile nel "0 min e" 30 min "campione (a seconda della quantità di virus biotinilato utilizzato) e il più basso possibile nel" 0 min + campione STV "(a seconda della quantità di STV usato ). Inoltre, il rumore può essere ridotto mantenendo le cellule a 4 ° C durante la centrifugazione e lavaggio con PBS ghiacciato.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Acknowledgements

Questo lavoro è stato sostenuto da una sovvenzione da parte del Fondo nazionale svizzero (31003A_135278) per SST. MOP è il beneficiario di una borsa di dottorato di ricerca del Fondo AXA. Ringraziamo Patricia Nigg aiuto per la progettazione di figura 1.

Materials

Name Company Catalog Number Comments
DMEM Life Technologies 41966-052
FBS Life Technologies 10270-106
Penicillin-Streptomycin Life Technologies 15140-163
PBS Life Technologies 14190-169  
BSA VWR Calbiochem 126579
HEPES Life Technologies 15630-100
D-Sucrose Fluka 84100
TRIS Biosolve BV 20092391
EDTA Sigma-Aldrich 3680
EZ-LINK NHS-SS-BIOTIN kit Fisher Scientific W9971E 
Bio Rad Protein Bio Assay Bio Rad 500-0006
deepwell tubes (1.2 ml microtubes) Milian 82 00 001
PFA  Lucerna chem  Electron microscopy sciences 15710
ultracentrifuge tubes Hemotec HmbH 253070
Triton X-100 Fluka 93420
STV-Cy3 Life Technologies 43-4315
STV Life Technologies 43-4302
sodium azide Fluka 71290
bacterial neuraminidase/sialidase Sigma-Aldrich N6514-1UN

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. Edinger, T. O., Pohl, M. O., Stertz, S. Entry of influenza A virus: host factors and antiviral targets. J Gen Virol. 95, 263-277 (2014).
  2. Palese, P., Shaw, M. L. Fields Virolog. Knipe, D. M., Howley, P. M. 2, Lippincott Williams and Wilkins. (2007).
  3. Matlin, K. S., Reggio, H., Helenius, A., Simons, K. Infectious entry pathway of influenza virus in a canine kidney cell line. J Cell Biol. 91, 601-613 (1981).
  4. Sieczkarski, S. B., Whittaker, G. R. Influenza virus can enter and infect cells in the absence of clathrin-mediated endocytosis. J Virol. 76, 10455-10464 (2002).
  5. Rust, M. J., Lakadamyali, M., Zhang, F., Zhuang, X. Assembly of endocytic machinery around individual influenza viruses during viral entry. Nat Struct Mol Biol. 11, 567-573 (2004).
  6. Vries, E., et al. Dissection of the influenza A virus endocytic routes reveals macropinocytosis as an alternative entry pathway. PLoS Pathog. 7, e1001329 (2011).
  7. Vries, E., et al. Influenza A virus entry into cells lacking sialylated N-glycans. Proc Natl Acad Sci USA. 109, 7457-7462 (2012).
  8. Londrigan, S. L., et al. N-linked glycosylation facilitates sialic acid-independent attachment and entry of influenza A viruses into cells expressing DC-SIGN or L-SIGN. J Virol. 85, 2990-3000 (2011).
  9. Wang, S. F., et al. DC-SIGN mediates avian H5N1 influenza virus infection in cis and in trans. Biochem Biophys Res Commun. 373, 561-566 (2008).
  10. Pohl, M. O., Edinger, T. O., Stertz, S. Prolidase is required for early trafficking events during influenza A virus entry. J Virol. 88, 11271-11283 (2014).
  11. Konig, R., et al. Human host factors required for influenza virus replication. Nature. 463, 813-817 (2010).
  12. Ludwig, S. Targeting cell signalling pathways to fight the flu: towards a paradigm change in anti-influenza therapy. J Antimicrob Chemothe. 64, 1-4 (2009).
  13. Simoes, S., Slepushkin, V., Duzgunes, N., Pedroso de Lima, M. C. On the mechanisms of internalization and intracellular delivery mediated by pH-sensitive liposomes. Biochim Biophys Acta. 1515, 23-37 (2001).
  14. Tran, A. T., et al. Knockdown of specific host factors protects against influenza virus-induced cell death. Cell death, and disease. 4, e769 (2013).
  15. Bradford, M. M. A rapid and sensitive method for the quantitation of microgramm quantities of protein utilizing the principle of protein-dye binding. Anal Biochem. 72, 248-254 (1976).
  16. Macey, M. G. Flow Cytometry Principles and Applications. Macey, M. G. Humana Press. (2007).
  17. Burness, A. T., Pardoe, I. U. Effect of enzymes on the attachment of influenza and encephalomyocarditis viruses to erythrocytes. J Gen Viro. 55, 275-288 (1981).

Comments

0 Comments


    Post a Question / Comment / Request

    You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

    Usage Statistics