Waiting
Login processing...

Trial ends in Request Full Access Tell Your Colleague About Jove
JoVE Science Education
Physical Examinations II

This content is Free Access.

Italian
Naso, seni paranasali, cavità orale ed esame della faringe
 
Click here for the English version

Naso, seni paranasali, cavità orale ed esame della faringe

Overview

Fonte: Richard Glickman-Simon, MD, Assistant Professor, Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina di Comunità, Tufts University School of Medicine, MA

Questo video fornisce una panoramica degli esami del seno, del naso e della gola. La dimostrazione inizia con una breve panoramica dell'anatomia della regione. Il terzo superiore del naso è osseo e i due terzi inferiori sono cartilaginei. L'aria che entra nelle narici passa attraverso i vestiboli nasali e nello stretto passaggio tra il setto nasale medialmente e i turbinati ossei lateralmente. Sotto ogni turbinato curvo c'è un solco o un meato. Il dotto nasolacrimale e la maggior parte dei seni paranasali pieni d'aria drenano rispettivamente nei meati inferiori e medi. Delle tre serie di seni paranasali, solo il mascellare e il frontale possono essere facilmente esaminati. Una mucosa continua e altamente vascolare allinea l'intera cavità nasale e i seni.

Figure 1
Figura 1. Anatomia del naso.

Figure 2
Figura 2. Posizione dei seni maggiori.

Le pieghe muscolari delle labbra segnano l'ingresso alla cavità orale. La gengiva rosata, o gengive, si attacca saldamente ai denti e all'osso adiacente in cui i denti si incorporano. La mucosa buccale riveste le guance interne, dove il dotto di Stensen drena le ghiandole parotidi in piccole papille vicino ai secondi molari superiori. Piccole papille rosse coprono la superficie dorsale della lingua insieme a un mantello biancastro di spessore variabile. Il frenulo linguale della linea mediana collega il sottosuolo della lingua al pavimento della bocca, dove il dotto di Wharton drena le ghiandole sottomandibolari in papille su entrambi i lati. Ad arco sopra la lingua si trovano i pilastri anteriore e posteriore del palato molle e dell'ugola mediana. Se presenti, le tonsille possono essere viste sporgere bilateralmente tra i pilastri. Il palato duro osseo sale anteriormente sopra il palato molle. La faringe si trova posteriormente dietro il palato molle e la lingua.

Figure 3
Figura 3. Anatomia del cavo orale.

Figure 4
Figura 4. Regioni faringee.

Procedure

1. Esame del naso e del seno

  1. Ispezionare il naso per cambiamenti della pelle, noduli e deformità. Una leggera deviazione del setto è comune e benigna se non causa l'ostruzione del flusso d'aria.
  2. Premere delicatamente sulla punta del naso per allargare le narici e ispezionare il vestibolo con l'aiuto di una luce a penna.
  3. Condurre l'esame della cavità nasale con un otoscopio.
    1. Utilizzando il più grande speculum auricolare disponibile, ispezionare la cavità nasale con l'otoscopio.
    2. Inclinare leggermente la testa del paziente all'indietro e tenendo la maniglia dell'otoscopio perpendicolare e lontano dal mento del paziente, posizionare delicatamente lo speculum nel vestibolo nasale, evitando il contatto con il setto.
    3. Quando guardi attraverso l'otoscopio, sposta gradualmente lo speculum posteriormente e inclinalo verso l'alto per intravedere i turbinati inferiori e medi, il setto nasale e lo stretto passaggio intermedio.
    4. Si noti il colore della mucosa e la presenza di eventuali gonfiori, polipi, ulcerazioni, sanguinamento, scarico, blocchi, deviazioni o perforazioni.
  4. Palpare i seni frontali e mascellari per tenerezza.
    1. Posizionare bilateralmente il primo e il secondo dito sulla parte superiore della fronte del paziente mentre si premono saldamente i pollici verso l'alto sotto le sopracciglia ossee. Evitare di fare pressione sugli occhi.
    2. Tenendo le dita in posizione, muovi i pollici verso il basso e premi con fermezza sulle guance, solo mediali e inferiori all'osso zigomatico.
  5. Se si sospetta sinusite, prendere in considerazione l'esecuzione di un test di illuminazione.
    1. Oscura la stanza e dirigi la luce più brillante dell'otoscopio verso l'alto sotto ogni fronte, vicino al naso.
    2. Cerca un bagliore rosso che illumina i seni frontali pieni d'aria.
    3. Inclinare la testa all'indietro con la bocca spalancata.
    4. Dopo aver rimosso eventuali protesi superiori, posizionare la sorgente luminosa direttamente su ciascun seno mascellare pieno d'aria e cercare un bagliore rosso che illumina il palato duro su ciascun lato. La mancata ingienza di vedere il bagliore rosso suggerisce ispessimento della mucosa o secrezioni nel seno corrispondente.

2. Cavità orale ed esame faringeo

  1. Osserva le labbra per colore, umidità, ulcere o screpolature.
  2. Con un depressore della lingua fresco e una luce intensa in mano, chiedere al paziente di aprire la bocca. Ispezionare le gengive per sanguinamento, ulcere o gonfiore e verificare se mancano i denti, sono scoloriti, deformi o allentati.
  3. Ispezionare attentamente la mucosa buccale per ulcere, noduli o macchie bianche.
  4. Ispezionare la lingua.
    1. Chiedi al paziente di sporgere la lingua e spostarla da un lato all'altro, valutando la simmetria e ispeziona il colore e la consistenza della sua superficie dorsale. I tumori orali si sviluppano più comunemente sui lati e sulla base della lingua.
    2. Fare in modo che il paziente tocchi la lingua al palato duro e ispezionare attentamente il suo sottosuolo e il pavimento della bocca.
    3. Usando una mano guantata, afferrare delicatamente la punta della lingua con un pezzo quadrato di garza e spostarla da un lato all'altro, ispezionando attentamente per ulcerazioni, placche, masse o scolorimento.
  5. Ispezionare la faringe.
    1. Con la lingua di nuovo dentro, fai spalanchi il paziente e dì "ah" o sbadiglio.
    2. Se la faringe non può essere vista chiaramente, fai ripetere al paziente questa manovra mentre premi saldamente sulla lingua con il depressore della lingua. Fare attenzione a non imbavagliare il paziente.
    3. Guarda il palato molle alzarsi e ispeziona l'ugola, i pilastri anteriori e posteriori, le tonsille (se presenti) e la faringe. Verificare la disponibilità di simmetria, scolorimento, ulcerazioni, gonfiore, masse o essudato tonsillare.

Naso, seni paranasali, cavità orale e faringe sono strutture interconnesse e le loro funzioni svolgono un ruolo fondamentale nel mantenimento dei sistemi respiratorio e digestivo. A causa della loro costante esposizione all'ambiente, queste regioni spesso soffrono di infezioni e altre condizioni infiammatorie. Pertanto, capire come esaminarli è un'abilità essenziale che i medici devono possedere. In questo video, esamineremo sequenzialmente l'anatomia e i passaggi coinvolti nell'esame fisico di queste strutture.

Iniziamo rivedendo l'anatomia del naso e dei seni. Funzionalmente, il naso è coinvolto nell'olfatto e riscalda, inumidisce e filtra l'aria che ispiriamo. Il terzo superiore del naso è osseo e i due terzi inferiori sono cartilaginei. L'aria che entra nel naris passa attraverso i vestiboli nasali e nello stretto passaggio tra il setto nasale medialmente e i turbinati ossei lateralmente. E sotto ogni turbinato curvo c'è un solco o un meato.

Vicino alla cavità nasale ci sono le quattro paia di seni paranasali. E sulla base delle ossa facciali circostanti, sono denominati come mascellari, frontali, sfenoidali ed ethmoidali. Le loro funzioni includono la riduzione del peso relativo del cranio e l'aggiunta di risonanza alla voce. Di questi, solo il mascellare e il frontale possono essere facilmente valutati durante un esame fisico.

Ora che hai familiarità con l'anatomia del naso e dei seni, esaminiamo la sequenza delle fasi di ispezione e palpazione per una valutazione approfondita di questa regione. Entrando nella stanza, presentati al paziente e spiega brevemente l'esame specifico che eseguirai. Prima di iniziare l'esame, igienizzare accuratamente le mani mentre si è nella vista del paziente.

Ispezionare il naso per cambiamenti della pelle, noduli e deformità. Una leggera deviazione del setto è comune e benigna se non causa l'ostruzione del flusso d'aria. Premere delicatamente sulla punta del naso per allargare le narici e, con l'aiuto di una penlight, ispezionare il vestibolo.

Quindi, ottenere un otoscopio per condurre l'esame della cavità nasale. Attaccare il più grande speculum auricolare disponibile. Inclinare leggermente la testa del paziente all'indietro e posizionare delicatamente lo speculum nel vestibolo nasale, tenendo la maniglia perpendicolare e lontano dal mento del paziente. Spostare gradualmente lo speculum posteriormente e inclinarlo verso l'alto per intravedere i turbinati inferiori e medi, il setto nasale e lo stretto passaggio intermedio. Si noti il colore della mucosa, che normalmente è rosata a causa dell'abbondante apporto vascolare. Le infezioni virali tendono a produrre una mucosa rosso intenso, mentre le allergie ne producono una bluastra pallida. Verificare la presenza di gonfiore, polipi, ulcerazioni, sanguinamento, scarico, blocchi, deviazioni o perforazioni.

Quindi, palpare i seni frontali e mascellari per tenerezza. Posizionare bilateralmente il primo e il secondo dito sulla parte superiore della fronte del paziente mentre si premono saldamente i pollici verso l'alto sotto le sopracciglia ossee. Evitare di fare pressione sugli occhi. Tenendo le dita in posizione, muovi i pollici verso il basso e premi con fermezza sulle guance, solo mediali e inferiori all'osso zigomatico. La tenerezza sui seni suggerisce sinusite acuta, in particolare se accompagnata da dolore facciale, febbre e secrezione nasale purulenta.

Se la tenerezza è presente, prendere in considerazione l'esecuzione di un test di illuminazione. Per questo, scurisci la stanza e dirigi la luce più brillante dell'otoscopio verso l'alto sotto ogni fronte, vicino al naso. Cerca un bagliore rosso che illumina i seni frontali pieni d'aria. Allo stesso modo per i seni mascellari, il paziente inclina la testa all'indietro con la bocca spalancata. Posiziona la sorgente luminosa direttamente su ogni seno mascellare pieno d'aria e cerca un bagliore rosso che illumina il palato duro su ciascun lato. L'incapacità di vedere il bagliore rosso suggerisce ispessimento della mucosa o secrezioni nel corrispondente seno frontale o mascellare.

Ora esaminiamo l'anatomia della cavità orale e della faringe. Le pieghe muscolari delle labbra segnano l'ingresso alla cavità orale. La gengiva rosata, o gengive, si attacca saldamente ai denti e all'osso adiacente in cui i denti si incorporano. La mucosa buccale riveste le guance interne. Piccole papille rosse coprono la superficie dorsale della lingua insieme a un mantello biancastro di spessore variabile. Sul lato ventrale, il frenulo linguale della linea mediana collega il sottosuolo della lingua al pavimento della bocca, dove i dotti di Wharton drenano le ghiandole sottomandibolari in papille su entrambi i lati. Ad arco sopra la lingua si trovano i pilastri anteriore e posteriore del palato molle e dell'ugola mediana. Se presenti, le tonsille possono essere viste sporgere bilateralmente tra i pilastri. Il palato duro osseo sale anteriormente sopra il palato molle.

Dietro il palato molle e la lingua si trova la faringe, che è divisa in tre parti: l'orofaringe che si estende dal bordo del palato molle inferiormente all'epiglottide ed è pronta visibile all'ispezione; il rinofaringe, che è posizionato superiore al bordo del palato molle e non è direttamente visibile all'ispezione; e allo stesso modo, la laringofaringe - che è posizionata inferiore all'epiglottide e posteriore alla laringe - non è facilmente visibile all'ispezione.

Infine, esaminiamo le fasi procedurali dell'esame del cavo orale e della faringea. In primo luogo, osservare le labbra per colore, umidità, ulcere o screpolature. Con un depressore della lingua fresco e una luce intensa in mano, chiedere al paziente di spalancarne la bocca. Ispezionare le gengive per sanguinamento, ulcere o gonfiore e verificare se mancano i denti, sono scoloriti, deformi o allentati.

Quindi, ispezionare la lingua. Poiché i tumori orali si sviluppano più comunemente sui lati o alla base della lingua, chiedere al paziente di sporgere la lingua e spostarla da un lato all'altro mentre ispeziona attentamente ulcerazioni, placche, masse o scolorimento. Controlla la lingua per la simmetria e nota il colore e la consistenza della sua superficie dorsale. Quindi, chiedere al paziente di toccare la lingua al palato duro e ispezionare attentamente il suo sottosuolo e il pavimento della bocca.

Infine, ispezionare la faringe. Chiedi al paziente di spalancare la bocca e dire "ah"... Guarda il palato molle alzarsi e ispeziona l'ugola, i pilastri anteriori e posteriori, le tonsille e la faringe. Verificare la disponibilità di simmetria, scolorimento, ulcerazioni, gonfiore, masse o essudato tonsillare. Se la faringe non può essere vista chiaramente, fai ripetere al paziente questa manovra mentre preme saldamente sulla lingua con il depressore della lingua. Fai attenzione a non imbavagliare il paziente! Con questo si conclude l'esame. Alla fine, ringrazia il paziente per la sua collaborazione.

Hai appena visto il video di JoVE sull'esame del naso, dei seni e della gola. Ora dovresti avere una solida comprensione dell'anatomia di queste regioni, nonché di come e cosa cercare durante l'ispezione e la palpazione di queste aree. Come sempre, grazie per aver guardato!

Applications and Summary

A causa della loro costante esposizione all'ambiente, il naso, i seni paranasali, la cavità orale e la faringe spesso soffrono di infezioni e altre condizioni infiammatorie. La rinite virale e allergica sono di gran lunga i disturbi nasali più comuni. Entrambi possono produrre abbondanti scarichi acquosi, ma le infezioni virali tendono a produrre una mucosa rosso intenso, mentre le allergie ne producono una pallida e bluastra. Altre condizioni comuni riscontrate all'esame nasale includono epistassi, deviazione del setto e polipi nasali. La tenerezza sui seni paranasali suggerisce sinusite acuta, in particolare se accompagnata da dolore al viso, febbre e secrezione nasale purulenta. In questi casi, la trasilluminazione dei seni può essere utile. Per evitare di perdere un carcinoma in agguato, è importante ispezionare a fondo la mucosa orale, in particolare sui lati e sulla base della lingua dove è più probabile che si verifichino carcinomi orali. Altri disturbi comuni da cercare includono gengivite, recessione gengivale, erosione dei denti, ulcere aftose, tonsillite essudativa, faringite virale, candidosi e leucoplachia.

Transcript

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the English version.

Get cutting-edge science videos from JoVE sent straight to your inbox every month.

Waiting X
Simple Hit Counter