Trattamento manipolativo osteopatico come strumento aggiuntiva Utile per polmonite

Medicine
 

Summary

La polmonite è una delle prime dieci cause di morte nelle tecniche manipolative US osteopatico (OMT), può essere utilizzato come terapia aggiuntiva nel trattamento della polmonite per migliorare la funzione biomeccanica e del sistema immunitario; e, infine, per ridurre degenza, durata di antibiotici, incidenza di insufficienza respiratoria, e mortalità. In questo video-articolo, passeremo in rassegna gli studi controllati randomizzati sull'uso di OMT in pazienti con polmonite, così come dimostrano specifico hands-on tecniche che sono abitualmente praticati dai medici osteopati nel trattamento di infezioni polmonari.

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations

Yao, S., Hassani, J., Gagne, M., George, G., Gilliar, W. Osteopathic Manipulative Treatment as a Useful Adjunctive Tool for Pneumonia. J. Vis. Exp. (87), e50687, doi:10.3791/50687 (2014).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

Polmonite, lo stato infiammatorio del tessuto polmonare dovuta principalmente alle infezioni microbiche, ha sostenuto 52.306 vite negli Stati Uniti nel 2007 1 ed ha provocato il ricovero di 1,1 milioni di pazienti 2. Con una lunghezza media di un paziente degenza di cinque giorni 2, polmonite e influenza comprendono consistente onere finanziario costano gli Stati Uniti 40,2 miliardi dollari nel 2005 3. Sotto l'attuale Società Malattie Infettive degli orientamenti America / American Thoracic Society, standard-de- raccomandazioni di cura includono la somministrazione rapida di un reggimento antibiotico appropriato, la sostituzione del fluido, e ventilazione (se necessario). Terapie non standard includono l'uso di corticosteroidi e statine; Tuttavia, queste terapie mancano conclusive prove 4. (Figura 1)

Trattamento manipolativo osteopatico (OMT) è un trattamento aggiuntivo conveniente di pneumonia, che ha dimostrato di ridurre la durata della degenza in ospedale, la durata di antibiotici per via endovenosa, e l'incidenza di insufficienza respiratoria o di morte dei pazienti rispetto ai soggetti che avevano ricevuto solo cure convenzionali 5. L'uso di tecniche di manipolazione manuale per la polmonite è stato registrato già nel pandemia di influenza spagnola del 1918, quando i pazienti trattati con standard di cure mediche avevano un tasso di mortalità stimato del 33%, rispetto ad un tasso di mortalità del 10% nei pazienti trattati con osteopati 6. Quando viene applicato alla gestione di polmonite, tecniche di manipolazione manuale rafforzano il flusso linfatico, funzione respiratoria, e la difesa immunologica di mira strutture anatomiche coinvolte in questi sistemi 7,8, 9, 10.

L'obiettivo di questa rassegna video-articolo è triplice: a) riassumere i risultati degli studi randomizzati controllati sull'efficacia dell'OMT in pazienti adulti con diametropolmonite gnosed, b) dimostrare protocolli stabiliti utilizzati dagli osteopati trattamento polmonite, c) chiarire i meccanismi fisiologici alla base manipolazione manuale del sistema respiratorio e linfatico. In particolare, si discuterà e dimostrare quattro tecniche di routine che riguardano autonomics, linfodrenaggio, e la mobilità gabbia toracica: 1.) Rib Raising, 2) pompa toracica, 3) Doming della Toracica Diaframma, e 4) energia muscolare per Rib 1 5 , 11

Introduction

I bambini, persone anziane e nei pazienti immunocompromessi sono particolarmente sensibili alla polmonite. I pazienti possono presentare con febbre, tosse, dispnea, tachipnea, tachicardia, produzione di espettorato, dolore toracico pleurico, nausea, vomito, diarrea e affaticamento 4. Esame del torace clinica può rivelare ottusità alla percussione e auscultazione crepitii su tutto il polmone colpito 12. I risultati di laboratorio possono mostrare una leucocitosi con spostamento a sinistra, così come un aumento della VES e proteina C-reattiva 4. Prove di chiarire il microbo causale specifico includono il test dell'antigene nelle urine, reazione a catena della polimerasi, analisi dell'espettorato e la cultura del sangue 4. Infine, radiografie, che serve come il gold standard per la diagnosi, può visualizzare consolidamento o alterazioni infiammatorie nei vari lobi dei polmoni 12. Mentre nessun algoritmo o costellazione di sintomi specifici hanno sempre dimostrato di esper definire la base diagnosi clinica di polmonite, temperatura> 100 º F e rumori respiratori anomali (rantoli o ronchi) sono generalmente accettate come criteri per ordinare una radiografia del torace o espettorato del campione 13. Inoltre, la Polmonite Severity Index (PSI) e marciapiede 65 criteri sono stati dimostrato di prevedere con precisione la mortalità nei pazienti con polmonite. 14, 15

Una volta che la diagnosi di polmonite è stata confermata, gestione tradizionale standard di cura deve essere somministrato. Per i pazienti in condizioni stabili, la valutazione osteopatica e trattamento aggiuntivo può essere utile e deve essere considerato.

Oltre ad essere completamente licenza di praticare la medicina convenzionale, osteopati utilizzano un approccio olistico multi-step per la diagnosi e il trattamento che migliora la struttura, la funzione e la capacità intrinseca del corpo di guarire. Gestione inizia con l'assunzione di unStoria di serie e l'esecuzione di un esame fisico. Se necessario, vengono condotti studi di laboratorio e di imaging. Un esame strutturale osteopatico viene quindi eseguita, che prevede una valutazione e la valutazione dei seguenti parametri che sono oltre la portata di questo articolo: presenza di restrizioni segmentale e regionali del movimento, toracica gabbia immobilità, spasmi muscolari, tenderpoints, riflessi viscerosomatici, punti di Chapman , ostruzioni linfatici, anomalie autonomo, e le irregolarità strutturali. Il paziente riceve poi hands-on manipolazione volto a far fronte ad eventuali disfunzioni specifici, oltre a protocolli standard di cura trattamento. Infine, rivalutazione è effettuata al fine di valutare l'efficacia dell'intervento.

Revisione della letteratura

I nostri criteri di inclusione iniziali sono stati randomizzati e controllati (RCT) indicizzati in PubMed studianol'efficacia di OMT su adulti (> 18 anni) con diagnosi di polmonite acquisita in comunità. Abbiamo cercato PubMed per "prova osteopata * polmonite randomizzato e controllato", che ha prodotto un ritorno di sei articoli. Di questi risultati, tre adattano il campo di applicazione dei criteri di inclusione.

A causa del numero limitato di RCT sull'efficacia di OMT in pazienti polmonite, abbiamo ampliato i criteri di inclusione per includere studi sull'efficacia di un altro manuale, non farmacologico, terapia aggiuntiva utilizzato nel trattamento della polmonite, cioè fisioterapia toracica. Fisioterapia toracica è definita come un insieme di tecniche per migliorare l'efficienza respiratoria promuovendo l'espansione dei polmoni, rafforzando muscoli respiratori, ed eliminando le secrezioni dai polmoni 16. Petto di fisioterapia include tecniche quali percussioni e drenaggio posturale con tosse ed esercizi di respirazione profonda, che indicanod per la gestione di polmonite 17. È chiaro che l'obiettivo ideale di fisioterapia toracica è simile a OMT dal fatto che entrambe queste modalità manuale aiutare a diminuire il lavoro respiratorio e promozione espansione polmonare. Questo, era logico per noi espandere la nostra ricerca a fisioterapia toracica.

Abbiamo poi cercato PubMed per "prova fisioterapia polmonite randomizzato e controllato", che ha prodotto un ritorno di 59 articoli. Di questi risultati, in tre ulteriori studi misura la portata dei criteri di inclusione.

Quando si combinano le due ricerche, per un totale di sei RCT adatta alle nostre criteri di inclusione. Questi RCT sono descritti di seguito, riassunti e visualizzati nelle Figure 3-4:

  • Nel 2010, Noll ha pubblicato efficacia di manipolazione osteopatica come trattamento aggiuntivo per i pazienti ospedalizzati con polmonite:. Uno studio randomizzato controllato Questo è stato uno studio multicentrico randomizzatostudio controllato coinvolgendo 406 soggetti che si concentravano sulle terapie aggiuntive per polmonite nei pazienti anziani. Il gruppo di trattamento ha ricevuto OMT da uno specialista osteopatica, che ha utilizzato tecniche come la raccolta costola, doming il diaframma, pompa toracica, e la pompa linfatica. Un gruppo placebo ha ricevuto tocco leggero, mentre un gruppo di controllo ha ricevuto solo cure convenzionali. Noll trovato che rispetto al trattamento convenzionale mediante analisi per-protocollo, OMT è stata associata con una diminuzione della durata del soggiorno (LOS) e durata di antibiotici IV, nonché una minore incidenza di insufficienza respiratoria e morte. 18
  • Nel 2000 e nel 1999, Noll ha pubblicato benefici del trattamento manipolativo osteopatico per i pazienti anziani ospedalizzati con polmonite e trattamento manipolativo osteopatico aggiuntiva nei pazienti anziani ospedalizzati con polmonite: uno studio pilota. Questi studi hanno riportato che l'OMT aggiuntiva, rispetto al tocco leggero, è stato associato con una diminuzione LOS e durazione di antibiotici per via endovenosa. 19, 20
  • Nel 1997, Bottle-soffiaggio di Björkqvist nei pazienti ricoverati trattati con acquisita in comunità-polmonite misure di outcome rispetto a pazienti con polmonite stratificato per ricevere un protocollo aggiuntivo per la mobilizzazione precoce, respirazione profonda, o bubble-soffiaggio. Bubble-soffiaggio è stato associato con una LOS riduzione relativa al gruppo di mobilizzazione precoce 21.
  • Nel 1985, Britton pubblicato fisioterapia toracica in polmonite primaria. Questo studio ha trovato alcun beneficio per i pazienti con polmonite sottoposti a protocollo per il drenaggio posturale, percussione, vibrazione e aiuto esterno con la respirazione 22.
  • Nel 1978, l'efficacia di Graham di fisioterapia respiratoria e intermittente respirazione a pressione positiva nella risoluzione della polmonite trovato alcun beneficio per i pazienti con polmonite arruolati in un protocollo per il drenaggio posturale, percussione, vibrazione, e l'incoraggiamento di respirazione profonda e tosse 23.

Protocol

I cinque OMT è qui descritto sono una piccola rappresentanza delle procedure osteopatiche che possono essere utilizzati per un paziente con polmonite quando indicato. Queste tecniche si concentrano sul miglioramento della compliance toracica gabbia, migliorando flusso linfatico e circolatorio, e il bilanciamento del tono autonomico. Queste tecniche sono simili alle tecniche utilizzate nei tre studi OMT dimostrano efficacia nel trattamento di pazienti con polmonite.

. 1 Muscle Energy Rib 1 - espirazione Disfunzione 24,25

  1. Valutare nervatura 1 movimento mettendo prima cifra sulla faccia posteriore della prima nervatura del paziente, secondo cifre sulla porzione sopraclaveare della prima nervatura, e la terza cifra sulla porzione infraclaveare della prima costa. Palpare per il movimento limitato o congestione del tessuto.
  2. Il paziente giace supino sul tavolo. Stand sul lato opposto della disfunzione nervatura (per esempio, se è una costola sinistra 1 espirazione erettile, stare sul pdestra di aziente e viceversa).
  3. Raggiungere la mano caudale sotto il paziente e cogliere l'angolo costola della costola disfunzionale 1. Applicare la trazione in senso infero.
  4. Posizionare il dorso del polso sinistro del paziente sulla fronte. Poi, mettere una mano sopra il polso del paziente.
  5. Avere il paziente prende un respiro profondo mentre si muove la costola inferiormente ad impegnare la barriera restrittiva.
  6. Avere il paziente tenere il suo respiro per 3-5 secondi durante il tentativo di alzare la testa contro la resistenza isometrica fornito da una mano.
  7. Ripetere i passaggi 1,5-1,6 tre a cinque volte mentre reinserimento di una nuova barriera restrittiva dopo ogni ripetizione.
  8. Seguendo l'ultima ripetizione, un allungamento passivo finale viene eseguita ulteriormente nella barriera restrittiva.
  9. Rivalutare costola 1 moto e verificare eventuali segni di miglioramento.

. 2 Muscle Energy Rib 1 - inalazione Disfunzione 24,25

  1. Sedetevi a capo ditavolo mentre il paziente si trova in posizione supina.
  2. Valutare per la disfunzione utilizzando palpazione digitale della nervatura 1. Mettere un pollice sulla faccia posteriore della costola, secondo cifre sulla porzione sopraclavicolare, e la terza cifra sulla regione sottoclaveare. Sentire per il movimento limitato o congestione del tessuto locale.
  3. Monitorare il capo della costola disfunzionale nella fossa sovraclaveare con un pollice.
  4. La testa del paziente Flex in avanti con la mano opposta fino a quando il movimento si fa sentire a costola 1, al fine di alleviare la tensione dei muscoli scaleno anteriore.
  5. Chiedere al paziente di inspirare ed espirare profondamente. Poiché il paziente espira, spostare nervatura 1 inferiormente nella barriera restrittiva. Chiedere al paziente di tenere la sua / il suo respiro in espirazione per 3-5 secondi.
  6. Mentre il paziente tiene il suo / il respiro in espirazione, istruire il paziente a spingere il suo / la sua testa all'indietro contro la resistenza isometrica. Questo dovrebbe durare per 3-5 secondi mentre il paziente sta tenendo la sua / il respiro.
  7. Quando il paziente inspira, resistere alla tendenza naturale della costola per spostare superiormente con l'inalazione.
  8. Ripetere i passaggi 2,5-2,7 tre a cinque volte, mentre ri-avviare una nuova barriera restrittiva ad ogni ripetizione. Dopo la ripetizione finale, un allungamento passivo viene eseguita ulteriormente nella barriera restrittiva.
  9. Rivaluta costola proposta di valutare per ogni miglioramento.

3. Doming la membrana 24,25 Toracica

  1. Valutare il movimento della gabbia toracica bilaterale palpando la gabbia toracica, mentre il paziente inspira ed espira.
  2. Paziente giace supino sul tavolo. Stare su entrambi i lati del paziente. Punte dei pollici devono essere collocati inferolaterale al processo xifoideo e riposo lungo il margine costale anterolaterale sotto nervatura 7, che corrisponde agli allegati muscolari del diaframma respiratorio. Le restanti cifre devono poggiare lungo il confine inferolaterale di costole 8-10.
  3. Chiedere al paziente di "fare un respiro profondo e then respira tutta la via d'uscita. "Come il paziente espira, seguire il diaframma premendo i pollici posteriori verso il tavolo.
  4. Tenere questo punto sulla membrana come il paziente prende la successiva inalazione profonda. Durante la successiva espirazione, si raccomanda un ulteriore movimento craniale del diaframma (nel raggio di un mezzo ragionevoli e non fornendo alcun fastidio eccessivo per il paziente). Continuare a monitorare il movimento superiore del diaframma.
  5. Ripetere i passaggi 3.3-3.4 da tre a cinque cicli respiratori, o fino a quando le cupole membrana facilmente alla fine dell'espirazione.
  6. Re-asini monitorando il diaframma di miglioramento in escursione.

4. Seduto Rib Raising 24,25

  1. Valutare movimento respiratorio palpando la gabbia toracica. In particolare, valutare costole specifici per le singole restrizioni che impediscono il movimento dell'intera gabbia toracica.
  2. Inizia avendo paziente seduto. Stand di fronte al paziente con un piede esserehind l'altro.
  3. Istruire il paziente ad attraversare le sue braccia e riposare i gomiti sulla spalla. Il paziente può appoggiare il suo / la sua testa sulla sua / sue braccia.
  4. Raggiungere sotto le braccia del paziente. Dito montaggio pastiglie vicino l'articolazione costotransverse, a livello di nervature 2-6. I polpastrelli sono utilizzati come fulcro per l'estensione della colonna vertebrale del paziente.
  5. Massa magra sul piede posteriore e disegnare avanti paziente, fornendo una trazione antero-laterale degli angoli costola. Inoltre, estendere colonna vertebrale del paziente spostando baricentro posteriormente, allungando così gli spazi intercostali e coinvolgente la barriera restrittiva.
  6. Mantenere questa posizione per un secondo, quindi rilasciare consentendo il peso di trasferire avanti al piede più anteriore e il paziente a primavera torna a una posizione più eretta.
  7. Spostare polpastrelli scendere di un livello costola e ripetere i passaggi 4,5-4,6. Continua questo step-by-step verso il basso i livelli delle costole fino a che i livelli costali sono fuori portata (tipicamente intorno nervature 6-8).
  8. Invertire la procedura lavorando di nuovo la gabbia toracica fino a raggiungere costola 2.
  9. Determinare il successo del trattamento rivalutando movimento costola dei livelli costola in precedenza limitati.

5. Toracica pompa con respiratoria Assist 24,25

  1. Valutare il movimento della gabbia toracica bilaterale palpando la gabbia toracica, mentre il paziente inspira ed espira.
  2. Il paziente viene posizionato supino sul tavolo, mentre il medico basamento alla testa del tavolo. L'altezza del tavolo deve essere regolato ad un'altezza confortevole dove le mani possono estendere completamente sulla regione pettorale del paziente.
  3. Mettere le mani sulla regione pettorale del paziente, con i tacchi delle mani appena distale al clavicole e pollici a circa 45 gradi a sterno.
  4. Al paziente di inspirare ed espirare profondamente. Fornire una forza di compressione verso il basso sulla gabbia toracica. Poi, oscillare il grado di compressione per produrre un moto pompa. Continue per circa un minuto o fino a un tempo adeguato che passa per il corretto flusso linfatico.
  5. Respiratoria assistenza è iniziata istruendo il paziente a inspirare profondamente e poi espirare profondamente. Durante la fase di espirazione, seguire la parete toracica fino a quando espirazione è completa. Alla fine dell'espirazione, tenere parete toracica in posizione e fornire resistenza mentre paziente inizia inalazione. Seguite questo passo (step 2d) per più cicli di inspirazione / espirazione (2-6 cicli).
  6. Durante la fase di inspirazione finale, proprio prima che il paziente ha completato una profonda inspirazione completa, rimuovere rapidamente le mani dal torace del paziente per consentire un improvviso afflusso di aria nel torace del paziente.
  7. Re-asini per il miglioramento palpando il movimento del torace.

Representative Results

In primo luogo, Tecnica Muscle Energy si rivolge agli organi tendinei di Golgi, che sono recettori di stiramento localizzati nel muscolo scheletrico. Dopo la contrazione, organi tendinei del Golgi sono allungati, che attiva afferenti tipo sensoriale Ib nervi trasmissione al midollo spinale. Nel sistema nervoso centrale, di tipo Ib nervi sinapsi su motoneuroni inibitori, che quindi fornire impulsi inibitori ai motoneuroni alfa rivolte al gruppo muscolare omonimo. Il risultato finale è il rilassamento dei muscoli iniziali e sinergici, nonché contrazione dei muscoli antagonisti. Questo effetto è indicato come il riflesso tendineo di Golgi o Inverso Myostatic Reflex. Nell'applicazione di Muscle Energy Technique alla gabbia toracica, muscoli coinvolti nella respirazione sono impegnati nella resistenza isometrica. Nel caso di Rib 1, movimento nervatura può essere limitata dalla patologia correlata ai muscoli scaleni. Migliorando disfunzioni somatiche in questa serie dei muscoli respiratori, Rib 1 si sposta con maggiore facilità durante inspirazione e la scadenza. Trattamenti che assistono il movimento della gabbia toracica ridurre l'impedenza del flusso linfatico da strutture respiratorie, che si trovano nella zona di ingresso / uscita toracico. Restrizioni miofasciali nella regione clavicolare, come scaleno ipertrofia o spasmo, possono ostacolare il drenaggio terminale dei vasi linfatici in rotta verso le vene succlavia. Inoltre, una maggiore escursione gabbia toracica migliora gradienti di pressione, che favorisce ulteriormente il flusso linfatico.

In secondo luogo, Doming della Tecnica Thoracic membrana comporta la manipolazione del diaframma toracico, che è un muscolo principale coinvolto nella respirazione, circolazione sanguigna, il flusso linfatico, e altri elementi chiave 22. Questa tecnica comporta "doming" il muscolo per alleviare ipertonicità associato ad uno stato appiattito o disfunzionale. Doming si riferisce al metodo di applicazione della pressione e stiramento del muscolo per ritornare ad una più normale forma arrotondata; quindi, diminuendo èipertono. Questa tecnica impegna indirettamente la superficie inferiore del diaframma e aumenta la sua escursione durante l'espirazione 26. Inoltre, il diaframma assiste flusso linfatico esercitando un effetto propulsione pompa simile a fluido all'interno dei vasi. Così, un ostacolo in vigore pompaggio fisica della membrana limiterà ritorno linfatico per la circolazione. Per esempio, un diaframma ipertonica può ostacolare il flusso linfatico dal peperoncino cisterna, che è un vaso principale che sta dietro allegati diaframmatica. Il doming della tecnica diaframma toracico aumenta escursione, e di conseguenza ci sarà sia il flusso linfatico ottimale e gradienti di pressione ritorno alla normalità.

In terzo luogo, Tecnica Rib Raising aumenta il flusso linfatico migliorando escursioni respiratorie e riducendo deflusso simpatico. Eccessivo innervazione autonomica riduce la mobilità della parete toracica generando ipertono della muscolatura gabbia toracica e aumentare stampa intra-addominaleure 27. Dal momento che il flusso linfatico dipende da gradienti di pressione generate da una adeguata escursione respiratoria, eccessiva tono simpatico può essere un ostacolo al drenaggio linfatico 28. Di conseguenza, questa tecnica gli indirizzi questa patologia concentrandosi sul simpatico catena di gangli adiacente costole 2-6 26. Inoltre, in uno studio che confronta l'effetto della nervatura Raising ad un gruppo di controllo tocco leggero, c'è stata una significativa diminuzione dei livelli di α-amilasi, un biomarker fisiologica stabilita dell'attività simpatica 29.

In quarto luogo, Tecnica toracica pompa aumenta il flusso di linfa e di altre cellule immunitarie attraverso una ritmica, compressione fasica delle pareti dei vasi linfatici e tessuto linfatico regionale 30, in particolare il dotto toracico. Questa tecnica fornisce una forza meccanica per integrare il drenaggio linfatico in circolazione venosa, che è utile soprattutto negli stati di drenaggio ostruito o limitato della extracellulvano ar. L'azione di compressione oscillatorio produce gradienti di pressione alternata, che permettono alla linfa di fluire attraverso i suoi canali naturali in direzione superiore.

Figura 1
Figura 1. Questa figura illustra vari componenti del trattamento polmonite e la loro efficacia, come sostenuto dalla letteratura corrente 4.

Figura 2
Figura 2. Questa figura illustra l'approccio step-by-step verso la cura del paziente utilizzata dai medici osteopati.

"Figura Figura 3. Questa figura mostra risultati significativi in studi randomizzati che confrontano la durata del soggiorno.

Figura 4
Figura 4. Questa figura mostra risultati significativi negli RCT della durata di antibiotici confronto.

Figura 5
Figura 5. Questa figura illustra il riflesso tendineo del Golgi. Quando allungato, l'organo tendineo di Golgi è attivato e fornisce feedback al sistema nervoso centrale che si traduce in INHI bitory impulsi inviati al muscolo omonimo.

Figura 6
Figura 6. Questa figura illustra il posizionamento istituito per Tecnica Muscle Energy applicato ad una disfunzione esalazione di Rib 1.

Figura 7
Figura 7. Questa figura illustra il posizionamento dei pollici per Doming Tecnica membrana, che normalizza la forma del diaframma per alleviare movimenti respiratori anormali.

/ Files/ftp_upload/50687/50687fig8.jpg "/>
Figura 8. Questa figura illustra il posizionamento istituito per la tecnica Doming il diaframma.

Figura 9
Figura 9. Questa figura illustra la Resurrezione Tecnica Rib, che migliora l'espansione respiratoria e allevia ipertono causato da un eccessivo innervazione dalla catena di gangli simpatici.

Figura 10
Figura 10. Questa figura illustra il posizionamento istituito per Tecnica Rib Raising.

Figura 11 Figura 11. Questa figura illustra il posizionamento mano, relativa al sistema linfatico, prima di fornire compressione oscillatorio verso il basso in Tecnica Thoracic pompa.

Figura 12
Figura 12. Questa figura illustra il posizionamento istituito per Tecnica Toracica pompa.

Discussion

Medicina osteopatica, se applicato a pazienti con polmonite, aiuta a ristabilire la salute, incoraggiando la normale circolazione e la funzione immunologica. Questo risultato è ottenuto in tre fasi sequenziali: la rimozione delle disfunzioni che ostacolano il drenaggio, la massimizzazione della funzione respiratoria e aumento del flusso attraverso il tessuto linfoide 26. I ruoli del sistema linfatico includono: equilibra la composizione del fluido interstiziale, trasporto di sostanze in eccesso, distribuzione delle cellule immunitarie dai tessuti linfoidi alla circolazione sistemica, e filtrazione e rimozione dei corpi estranei dal liquido interstiziale.

La letteratura suggerisce che le tecniche di targeting flusso linfatico sono vantaggiose per il trattamento di polmonite in via di alterare differenziali di pressione nel diaframma toracico 26, il miglioramento della funzione respiratoria 31,32, migliorando la risposta anticorpale 7,33, riducendo edema 34, Attivando autonomica mediata intrinseca contrattilità linfatica 28, e aumentando l'abbondanza di globuli bianchi nel sangue periferico 8. Tecniche pompa linfatica hanno dimostrato di aumentare citochine e chemochine in vasi linfatici toracici e intestinali 35, mentre la pressione meccanica a determinate regioni corporee lontane dal percorso di formazione linfa migliora fluire nel sistema linfatico 36. Inoltre, è stato dimostrato che l'OMT linfatico aumenta leucociti mobilitazione e portata in cani e ratti, principalmente dall'intestino-tessuto linfoide associato 37,38,39,40,41.

Controindicazioni per l'esecuzione di OMT comprendono fratture ossee, eventi trombotici, alcune fasi di carcinoma, e infezioni batteriche con una temperatura attuale oltre 102 gradi Fahrenheit. Manipolazioni manuali osteopatiche devono essere eseguite esclusivamente da medici osteopati addestrati. Se il medico ha pe difficoltàrforming le tecniche descritte, vi suggeriamo di ri-posizionamento e / o ulteriore esame del paziente per ulteriori anomalie strutturali.

In pratica, i medici possono utilizzare varie modifiche delle tecniche descritte. Ad esempio, una versione simile della tecnica sollevamento nervatura può essere eseguita quando il paziente è in posizione supina. In questa disposizione, il medico deve utilizzare le dita pastiglie di entrambe le mani a contatto con gli angoli costola del paziente. Utilizzando le articolazioni metacarpo e la tabella di trattamento come fulcro, il medico dovrebbe tirare lateralmente da appoggiandosi indietro. Questa posizione dovrebbe essere tenuto fino a un rilascio si fa sentire, quindi ripetere i passaggi in altre aree delle costole. Una modifica alla tecnica pompa toracica consiste nel fornire compressioni vibratori alla gabbia toracica durante la fase di espirazione del paziente.

In conclusione, riteniamo che l'OMT è una preziosastrumento aggiuntiva nel trattamento della polmonite. Abbiamo esaminato protocolli stabiliti discutendo le fasi, meccanismi e fisiologia associati a queste terapie. Armati di una migliore comprensione di queste tecniche, speriamo che più medici opteranno per incorporare i principi osteopatici nei protocolli di malattie infettive.

Disclosures

Martin Gagne è stato Associate Editor presso il Journal of Experiments visualizzate (JoVE) 2009-2011. Gli altri autori non hanno altre comunicazioni.

Acknowledgments

Gli autori desiderano ringraziare l'intera New York Institute of Technology College of Department of Osteopathic Medicine di manipolazione di Medicina Osteopatica. Questo progetto è finanziato dal Dipartimento manipolativo osteopatico Medicina presso l'Institute of Technology di New York College of Osteopathic Medicine.

Materials

There are no materials.

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. Xu, J., Kochanek, K., Murphy, S., Tejada-Vera, B. Deaths: Final Data for 2007. National Vital Statistics Reports. 58, (2007).
  2. Hall, M. J., DeFrances, C., Williams, S., Golosinskiy, A., Schwartzman, A. National Hospital Discharge Survey: 2007 Summary. National Health Statistic Reports. 29, (2010).
  3. Prevention and Control of Influenza Recommendations of the Advisory Committee on Immunization Practices (ACIP). Morbidity and Mortality Weekly Report. 56, (2007).
  4. Haessler, S., Schimmel, J. Managing Community-Acquired Pneumonia During Flu Season). Cleveland Clinical J. of Medicine. 79, 67-78 (2012).
  5. Noll, D. R., Degenhardt, B. F., Fossum, C., Hensel, K. Clinical and research protocol for osteopathic manipulative treatment of elderly patients with pneumonia. J Am Osteopath Assoc. 108, (9), 508-516 (2008).
  6. Smith, R. K. One hundred thousand cases of influenza with a death rate of one-fortieth of that officially reported under conventional medical treatment. J. Am. Osteopath. Assoc. 20, 172-175 (1920).
  7. Saggio, G., Docimo, S., Pilc, J., Norton, J., Gilliar, W. Impact of osteopathic manipulative treatment on secretory immunoglobulin a levels in a stressed population. J. Am. Osteopath. Assoc. 111, 143-147 (2011).
  8. Measel, J. W., Kafity, A. A. The effect of the lymphatic pump on the B and T cells in peripheral blood. J. Am. Osteopath. Assoc. 86, 608 (1986).
  9. Allen, T. W., Pence, T. K. The use of the thoracic pump in treatment of lower respiratory tract disease. J. Am. Osteopath. Assoc. 67, 408-411 (1967).
  10. Hodge, L. M. Osteopathic Lymphatic pump techniques to enhance immunity and treat pneumonia. Int. J. Osteopath. Med. 15, 13-21 (2011).
  11. Hruby, R. J., Hoffman, K. N. Avian influenza: an osteopathic component to treatment. Osteopath. Med. Prim. Care. 9, (2007).
  12. Moeckel, E., Mitha, N. Textbook of Pediatric Osteopathy. Churchill Livingstone. 301-304 (2008).
  13. Eversteen, J., Baumgardner, D. J., Regnery, A., Banerjee, I. Diagnosis and management of pneumonia and bronchitis in outpatient primary care practices. Primary Care Respiratory Journal. 19, (3), 237-241 (2010).
  14. Lim, W., van der Eerden, M., Laing, R., Boersma, W., Karalus, N., Town, G., Lewis, S., Macfarlane, J. Defining community acquired pneumonia severity on presentation to hospital: an international derivation and validation study. Thorax. 58, (5), 377-283 (2003).
  15. Fine, M., Auble, T., Yearly, D., Hanusa, B., Weissfeld, L., Singer, D., Coley, C., Marrie, T., Kapoor, W. A prediction rule to identify low-risk patients community-acquired pneumonia. The New England Journal of Medicine. 336, 243-250 (1997).
  16. Mitra, P. K. Handbook of Practical Chest Physiotherapy. Jaypee Brothers Medical Publishers Ltd. (2007).
  17. Gomella, L. G., Haist, S. A. Clinician's Pocket Reference: The Scut Monkey. McGraw-Hill. New York. (2007).
  18. Efficacy of osteopathic manipulation as an adjunctive treatment for hospitalized patients with pneumonia: a randomized controlled trial. Osteopath. Med. Prim. Care. Noll, D. R., Degenhardt, B. F., Morley, T. F., Blais, F. X., Hortos, K. A., Hensel, K., Johnson, J. C., Pasta, D. J., Stoll, S. T. 19, (2010).
  19. Noll, D. R., Shores, J. H., Gamber, R. G., Herron, K. M., Swift Jr, J. Benefits of osteopathic manipulative treatment for hospitalized elderly patients with pneumonia. J Am Osteopath Assoc. 100, (12), 776-782 (2000).
  20. Noll, D. R., Shores, J., Bryman, P. N., Masterson, E. V. Adjunctive osteopathic manipulative treatment in the elderly hospitalized with pneumonia: a pilot study. J Am Osteopath Assoc. 99, (3), 143-152 (1999).
  21. Bjorkqvist, M., Wiberg, B., Bodin, L., Barany, M., Holmberg, H. Bottle-blowing in hospital-treated patients with community-acquired pneumonia. Scand J Infect Dis. 29, (1), 77-82 (1997).
  22. Britton, S., Bejstedt, M., Vedin, L. Chest Physiotherapy in Primary Pneumonia. Br Med J (Clin Res Ed. 290, (6483), 1703-1704 (1985).
  23. Graham, W. G., Bradley, D. A. Efficacy of chest physiotherapy and intermittent positive-pressure breathing in the resolution of pneumonia. N Eng J Med. 299, (12), 624-627 (1978).
  24. DiGiovanna, E., Schiowitz, S., Dowling, D. An Osteopathic Approach to Diagnosis and Treatment. Lippincott Williams & Wilkins. (2004).
  25. Chila, A. Foundations of Osteopathic Medicine. Lippincott Williams & Wilkins. 797-803 (2011).
  26. Ward, R. W. Foundations for Osteopathic Medicine. Lippincott Williams & Wilkins. 393-1077 (2003).
  27. Pelosi, P., Quintel, M., Malbrain, M. L. Effect of intra-abdominal pressure on respiratory mechanics. Acta Clin Belg Suppl. 1, 78-88 (2007).
  28. Degenhardt, B. F., Kuchera, M. L. Update on osteopathic medical concepts and the lymphatic system. J. Am. Osteopath. Assoc. 96, 97-100 (1996).
  29. Henderson, A. T., Fisher, J. F., Blair, J., Shea, C., Li, T. S., Bridges, K. G. Effects of rib raising on the autonomic nervous system: a pilot study using noninvasive biomarkers. J. Am. Osteopath Assoc. 6, 324-330 (2010).
  30. Downey, H. F., Durgam, P., Williams Jr, A. G., Rajmane, A., King, H. H., Stoll, S. T. Lymph flow in the thoracic duct of conscious dogs during lymphatic pump treatment, exercise, and expansion of extracellular fluid volume. Lymphat. Res. Biol. 6, 3-13 (2008).
  31. Beicastro, M. R., Backes, C. R., Chila, A. G. Bronchiolitis: A pilot study of osteopathic manipulative treatment, bronchodilators, and other therapy. J. Am. Osteopath. Assoc. 83, 672-676 (1984).
  32. Sleszynski, S. L., Kelso, A. F. Comparison of thoracic manipulation with incentive spirometry in preventing postoperative atelectasis. J. Am. Osteopath. Assoc. 93, 834-845 (1993).
  33. Jackson, K. M. Effect of lymphatic and splenic pump techniques on the antibody response to hepatitis B vaccine: a pilot study. J. Am. Osteopath. Assoc. 98, 155-160 (1998).
  34. Härén, K., Backman, C., Wiberg, M., Scand, J. Effect of manual lymph drainage as described by Vodder on oedema of the hand after fracture of the distal radius: a prospective clinical. Plast. Reconstr. Surg. Hand Surg. 34, 367-372 (2000).
  35. Schander, A., Downey, H. F., Hodge, L. M. Lymphatic pump manipulation mobilizes inflammatory mediators into lymphatic circulation. J. Exp. Biol. Med. 237, 58-63 (2012).
  36. Dery, M., Winterson, B., Yonuschot, G. The effect of lymphatic pump manipulation on healthy and injured rat. Lymphology. 33, 58-61 (2000).
  37. Knott, E. M., Tune, J. D., Stoll, S. T., Downey, H. F. Increased lymphatic flow in the thoracic duct during manipulative intervention. J. Am. Osteopath. Assoc. 105, 447-456 (2005).
  38. Hodge, L. M., King, H. H., Williams Jr, A. G., Reder, S. J., Belavadi, T. J., Simecka, J. W., et al. Abdominal lymphatic pump treatment increases leukocyte count and flux in thoracic duct lymph. Lymphat. Res. Biol. 5, 127-133 (2007).
  39. Hodge, L. M., Bearden, M. K., Schander, A., Huff, J. B., Williams Jr, A., King, H. H., Downey, H. F. Lymphatic pump treatment mobilizes leukocytes from the gut associated lymphoid tissue into lymph. Lymphat. Res. Biol. 8, 103-110 (2010).
  40. Prajapati, P. Lymphatic pump treatment increases thoracic duct lymph flow in conscious dogs with edema due to constriction of the inferior vena cava. Lymphat. Res. Biol. 8, 149-154 (2010).
  41. Huff, J. B., Schander, A., Downey, H. F., Hodge, L. M. Lymphatic pump treatment augments lymphatic flux of lymphocytes in rats. Lymphat. Res. Biol. 8, 183-187 (2010).

Comments

1 Comment

  1. It is possible publish the video on my site www.osteomedicina.it?
    Dott. Cirillo D.O. Miriani
    Thank you

    Reply
    Posted by: Cirillo M.
    July 16, 2014 - 6:57 AM

Post a Question / Comment / Request

You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

Usage Statistics