Author Produced

Monitoraggio della sistemici e epatica parametri emodinamici nei topi

Medicine

Your institution must subscribe to JoVE's Medicine section to access this content.

Fill out the form below to receive a free trial or learn more about access:

 

Summary

Questo film dimostra come acquisire l'emodinamica sistemica e epatici nei topi. L'intero controllo comprende l'acquisizione dei parametri vitali, pressione sanguigna sistemica, pressione venosa centrale, portata arteria epatica comune, e di pressione della vena porta e la portata portale in topi.

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations | Reprints and Permissions

Xie, C., Wei, W., Zhang, T., Dirsch, O., Dahmen, U. Monitoring of Systemic and Hepatic Hemodynamic Parameters in Mice. J. Vis. Exp. (92), e51955, doi:10.3791/51955 (2014).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

L'uso di modelli murini di ricerca sperimentale è di enorme importanza per lo studio della fisiologia epatica e disturbi fisiopatologici. Tuttavia, a causa delle piccole dimensioni del mouse, dettagli tecnici della procedura di controllo intraoperatorio adatto per il mouse sono stati raramente descritti. In precedenza abbiamo riportato una procedura di controllo per ottenere i parametri emodinamici per i ratti. Ora, abbiamo adattato la procedura per l'acquisizione dei parametri emodinamici sistemici e epatici nei topi, una specie dieci volte più piccolo di ratti. Questo film dimostra la strumentazione degli animali così come il processo di acquisizione dei dati necessari per valutare l'emodinamica sistemica ed epatico nei topi. Parametri vitali, tra cui la temperatura corporea, la frequenza respiratoria e la frequenza cardiaca sono state registrate durante l'intera procedura. Parametri emodinamici sistemici consistono di pressione carotidea (PAC) e la pressione venosa centrale (CVP). Parametri di perfusione epatica includono portale vpressione ein (PVP), portata portale, nonché la portata dell'arteria epatica comune (tabella 1). Strumentazione ed acquisizione dati per registrare i valori normali sono stati completati entro 1,5 ore. Parametri emodinamici sistemici ed epatico sono rimaste entro i valori normali durante questa procedura.

Questa procedura è impegnativo ma fattibile. Abbiamo già applicato questa procedura per valutare l'emodinamica epatica in topi normali, così come durante il 70% epatectomia parziale e nel lobo epatico di serraggio esperimenti. PVP media dopo la resezione (n = 20), era 11,41 ± 2,94 cm H 2 O, che era significativamente più elevata (p <0.05) rispetto a prima resezione (6,87 ± 2,39 cm H 2 O). I risultati del lobo epatico di serraggio esperimento hanno indicato che questa procedura di controllo è sensibile e adatto per rilevare piccole variazioni nella pressione portale e portata portale. In conclusione, questa procedura è affidabile nelle mani di un micro-chirurgo esperto, ma dovrebbe essere limitato a experiments in cui sono assolutamente necessari i topi.

Introduction

L'obiettivo generale di questo video è stato quello di dare prova di una procedura di monitoraggio in tempo reale per l'acquisizione di parametri emodinamici sistemici ed epatico. Il razionale per lo sviluppo di questa procedura è il suo grande valore per gli interventi sperimentali nei topi che richiedono l'ottenimento di parametri emodinamici sistemici ed epatico. La procedura può essere applicata agli animali naïve e durante o dopo un determinato intervento chirurgico sperimentale epato-biliare, come epatectomia parziale, legatura della vena porta e il trapianto di fegato.

Acquisizione dei dati emodinamici epatici nei roditori richiede la procedura invasiva proposta. Perfusione epatica non può essere ottenuto in modo non invasivo. Tuttavia, ci sono alternative per l'acquisizione della pressione arteriosa sistemica. Tecniche di monitoraggio come la tecnica bracciale coda 8 sono stati utilizzati per l'acquisizione della pressione arteriosa in entrambi i ratti e topi. La tecnica bracciale coda può essere applicato in ben fatanimali unità organizzative. Quando la misurazione della pressione sanguigna, l'animale deve essere posizionato e fissato in una posizione scomoda specifico. Nel manuale del dispositivo di coda-bracciale, il produttore dichiara che i topi possono diventare nervosi e stressati che possono diminuire la circolazione nella coda. In tale circostanza, la pressione del sangue periferico acquisito nella coda può essere molto inferiore rispetto alla pressione arteriosa centrale.

La procedura di controllo completo è stato eseguito con un monitor multicanale integrato utilizzando una serie di sensori di acquisizione dati. La pressione sanguigna è stata ottenuta con l'inserimento di un catetere nel rispettivo recipiente dopo un'attenta dissezione microchirurgica e l'esposizione al microscopio. La portata è stata misurata posizionando una sonda di flusso transonico attorno a ciascuna nave.

Abbiamo già segnalato una simile procedura di monitoraggio intraoperatorio per i ratti con conseguente una serie completa di dati fisiologici emodinamici comparabili a singlE i dati riportati da altri gruppi di 7. Pertanto abbiamo considerato questa procedura per rappresentare una buona base per il suo adeguamento al mouse, una specie 10 volte più piccolo del ratto. La differenza fondamentale alla procedura ratto è l'uso di cateteri Millar per acquisire dati sulla pressione sanguigna invece di un sistema di catetere fluidodinamica. Dati di flusso sono stati acquisiti con sonde di flusso transonico, solo quelli molto più piccoli che per i corrispondenti vasi di ratto.

A causa delle piccole dimensioni dell'animale, strumentazione di topi è tecnicamente impegnativo, ma fattibile. Una volta che la strumentazione è completata, l'acquisizione dei dati e l'analisi dei dati primari vita è semplice, dal momento che un file di impostazione predefinita può essere utilizzato. Il file di impostazione deve essere definita una volta all'inizio di una serie di esperimenti e può essere immagazzinato e utilizzato per tutti gli esperimenti successivi.

Fino ad ora abbiamo applicato questa procedura per valutare gli effetti emodinamici epatici negli esperimenti acuti. Abbiamo misurato CAP e PVP prima e subito dopo il 70% epatectomia parziale (PH) e nel bloccaggio / bloccaggio de-gli esperimenti. Abbiamo bloccato il legamento epato-duodenale del lobo destro che rappresenta il 20% del fegato massa seguita da breve (5min) di bloccaggio del lobo mediano e laterale sinistro che rappresenta totalmente il 90% della massa epatica. De-bloccaggio iniziato con rilasciando il morsetto dal lobo destro seguito da liberare la mediana e il lobo laterale sinistro. Tempo di serraggio massima era inferiore a 10 min.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Protocol

Housing e tutte le procedure eseguite sono in conformità con la legislazione tedesca Animal Welfare.

1 Sensori di calibrazione (Seguire le istruzioni del produttore per la taratura dei sensori)

1.1) la calibrazione del catetere Millar. Pre-immergere la punta del catetere in acqua sterile o soluzione salina per 30 minuti prima di bilanciare (azzeramento) e la calibrazione.

  1. Collegare il sensore Millar al canale millar1 di ponte amplificatore e inserire la punta del sensore Millar nella colonna d'acqua.
  2. Impostare il valore della colonna d'acqua a 0 cm H 2 O. Nella finestra del software di analisi dei dati, scegliere il ponte amplificare e azzerare esso. Il valore di riferimento 0 cm H 2 O può essere impostato.
  3. Impostare il valore della colonna d'acqua di 20 cm H 2 O. Esegui avanzamento finestra del software di analisi dei dati, e stop. Scegli "unità" nella finestra di ponte amplificare, impostare la linea di base di 0 e 20 cm H 2 O di conseguenza. Regolare l '"unità" per cmH <sub> 2 O.
  4. Calibrare il millar2 per la misurazione della PAC allo stesso modo (impostare due linea di base 90 e 110 cm H 2 O).

1.2) Calibrazione sonda flusso sanguigno

  1. Mettere la sonda in acqua deionizzata. Collegare la sonda con transonico sistema sonda di mandata.
  2. Nella finestra del software di analisi dei dati, scegliere Input amplifica a zero la sonda di mandata. Regolare le unità.
  3. Premere il pulsante di "canale di test" per raccogliere il segnale: se il segnale ha 3-4 bar, significa che il segnale è buono. Nel caso in cui un buon segnale viene acquisito, la procedura può essere continuata.
  4. Premere il pulsante di "canale zero" e il canale di scala per vedere se il valore è stato calibrato o no.
  5. Premere il pulsante di "canale di misura" per la misurazione successiva.

2 Preparare il mouse per la procedura chirurgica

  1. Posizionare il mouse in una camera di induzione e anestetizzare il mouse con il 2% isoflurano e0,3 ml / min di ossigeno. L'operazione può essere eseguita se la convergenza pizzico ritiro riflesso del mouse è assente.
  2. Accorciare il pelo delle regioni chirurgici, tra cui il collo sinistro e l'addome.
  3. Posizionare il mouse sulla tabella operazione e fissarla con nastri. Utilizzare veterinario unguento sugli occhi per prevenire la secchezza durante il periodo di funzionamento.
  4. Inserire un cuscino garza sotto il collo per l'esposizione ottimale del campo operatorio di collo.
  5. Disinfettare il campo di funzionamento e posizionare garze sterilizzate per coprire il mouse solo lasciando il campo operatorio aperto.

3. parametri vitali di misura

  1. Inserire gli aghi ECG per via sottocutanea nelle zampe del topo.
  2. Posizionare il sensore respiratorio sotto la parte posteriore del mouse.
  3. Posizionare la sonda di temperatura nel retto del mouse.
  4. Record di temperatura, ECG e la frequenza respiratoria del mouse nel software di analisi dei dati.

4. collo Operazione per Systemic monitoraggio cardiovascolare

4.1) Vessel dissezione

  1. Identificare la linea mediana del collo, punto medio della clavicola, l'angolo della mandibola.
  2. Effettuare una incisione longitudinale 2 centimetri dall'angolo della mandibola al punto medio clavicola che è 0,5 centimetri sul lato sinistro della linea centrale.
  3. Sezionare la ghiandola sottomandibolare, capovolgerlo e coprire con garza imbevuta di soluzione salina.
  4. Identificare la vena giugulare, sezionarlo e posizionare tre 6-0 punti di sutura in seta sotto la vena per la legatura più tardi e la fissazione.
  5. Identificare il muscolo sternocleidomastoideo, separarlo dal ventre superiore del ventre omoioideo e posteriore del muscolo digastrico, e tirarlo con un divaricatore per una facile esposizione della carotide.
  6. Sezionare l'arteria carotide e posizionare tre 6-0 punti di sutura in seta sotto l'arteria per la legatura più tardi e la fissazione.

4.2) misura il flusso di sangue dell'arteria carotidea

  1. Posizionare il transonicosondare intorno alla carotide, mantenerlo stabile, e ottimizzare il contatto con ultrasuoni gel o soluzione salina.
  2. Record velocità del flusso sanguigno dell'arteria carotide come indicato sul piccolo schermo del dispositivo transonica utilizzando il software di analisi dei dati
  3. Rimuovere la sonda dopo aver completato la misurazione

4.3) misurazione della pressione arteriosa carotidea (PAC)

  1. Legare l'estremità distale della carotide e bloccare la sua estremità prossimale.
  2. Mettere 2 suture di fissaggio intorno alla carotide. Utilizzare 10-0 prolene per il soggiorno sutura.
  3. Fai una piccola incisione sulla parete anteriore della nave.
  4. Inserire il catetere Millar e fissarlo con punti di sutura pre-posto.
  5. Registrare la PAC nel software di analisi dei dati.

4.4) misura il flusso di sangue della vena giugulare

  1. Sollevare la vena giugulare e posizionare la sonda flusso transonico per misurare la portata.
  2. Registrare la velocità di flusso nel software di analisi dei dati.

4.5) misurazione della pressione venosa centrale (CVP)

  1. Bloccare l'estremità prossimale della vena giugulare e legare l'estremità distale.
  2. Tagliare una piccola incisione utilizzando microscissors sulla parete anteriore della nave.
  3. Inserire il catetere pieno di liquido e fissarlo con le linee di sutura pre-posto.
  4. Registrare il CVP nel software di analisi dei dati.

5. addominale funzionamento per l'acquisizione di epatiche Emodinamica

5.1) Identificazione della nave

  1. Effettuare una incisione trasversale sull'addome.
  2. Eventerate l'intestino a sinistra e coprire con garza umida.
  3. Identificare la vena cava inferiore, la vena porta, l'arteria epatica comune e l'arteria epatica propria.
  4. Eliminare alcuni salina calda nell'addome e sulla superficie degli intestini ogni 5 min durante l'intera procedura di monitoraggio.

5.2) Misurazione del portale flusso sanguigno

  1. Sezionare la vena porta.
  2. Mettere 6-0 seta sotto la vena porta per facilitare il sollevamento della nave quando si posiziona la sonda di flusso.
  3. Posizionare la sonda di flusso transonico attorno alla vena porta e misurare la sua velocità di flusso di sangue.
  4. Registrare la velocità di flusso del sangue della vena porta.

5.3) Misura del flusso dell'arteria epatica comune

  1. Sezionare l'arteria epatica comune con cautela.
  2. Posizionare un 6-0 sutura di seta intorno alla nave per facilitare il sollevamento della nave.
  3. Posizionare la sonda di mandata intorno all'arteria.
  4. Misurare il flusso sanguigno e acquisire i dati.

5.4) Misura della pressione della vena porta (PVP)

  1. Scegli un ramo della vena mesenterica con pochi rami laterali, che drena direttamente nella vena porta.
  2. Legare l'estremità distale della vena mesenterica selezionato. Assicurarsi che la legatura è vicino al tubo intestinale. Legare i suoi piccoli rami
  3. Mettere 2 Fissaggio suture utilizzando 6-0 prolene intorno alla vena. Il punto chiave di questa procedura è quello di evitare di toccare l'arteria mesenterica quando legatura della vena.
  4. Fissare l'estremità prossimale della vena porta.
  5. Place 2 Stay suture utilizzando 10-0 prolene. Alcuni sanguinamento si verifica in quanto il soggiorno sutura dovrebbe penetrare la parete vascolare dell'ammenda vena mesenterica.
  6. Fai una piccola incisione sulla vena con un microscissor obliquamente a un angolo di 45 gradi.
  7. Inserire il catetere Millar attraverso la vena mesenterica nella vena porta e fissarla
  8. Registrare la pressione della vena porta. Al termine della procedura, sacrificare i topi da dissanguamento sotto anestesia.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Representative Results

Parametri vitali dei topi come la frequenza respiratoria e la frequenza cardiaca sono ovviamente molto superiore nel ratto. Media pressione arteriosa sistemica e della pressione venosa giugulare sono simili ai valori di ratto e anche simili ai dati umani.

Dati emodinamici epatici sono ovviamente diversi. Abbiamo ottenuto valori normali da 8 topi. Portale flusso di sangue in topi normali era compresa tra 1,6-2,3 ml / min. Flusso in arteria epatica comune variava 0,10-0,35 ml / min. Pressione della vena porta in animali normali era nella vasta gamma 4,4-11,2 cm H 2 O, con un valore medio di 8,09 ± 2,47 cm H 2 O (Tabella 1). Questa gamma può portare a piccoli ma non differenze significative confrontando il valore medio dei piccoli gruppi di animali normali.

Dal momento che abbiamo osservato notevoli differenze inter-individuali soprattutto nella pressione portale, abbiamo testato se piccole differenze intra-individuali possono essere rilevati con questa tecnologianique. Abbiamo valutato questa procedura in due diverse impostazioni sperimentali: epatectomia parziale e il fegato del lobo di bloccaggio / de-bloccaggio. Pressione Portale prima e subito dopo il 70% epatectomia parziale (n = 20), nello stesso animale (Figura 1) sono aumentate di 2 volte da 6,87 ± 2,39 e 11,41 ± 2,94 cm H 2 O (p = <0,001). Questi risultati sono stati in un range simile a quello osservato in altre specie di 5,12 e anche negli esseri umani 7.

Pressione della vena porta normale e la pressione portale prima resezione sono stati acquisiti da due gruppi diversi (uno dal normale gruppo di parametri di monitoraggio, l'altra dal 70% del gruppo PH). Grazie alla vasta gamma di pressione portale in topi normali (da 4 a 11 cm H 2 O), i valori medi di piccoli gruppi di animali possono essere leggermente diversa, come osservato nel nostro esperimento (8.09 ± 2.47 cm H 2 O vs 6,87 ± 2,39 cm H 2 O). Tuttavia, quando si analizzano i dati, abbiamo scoperto che non c'era statiscamente significativa differenza tra questi due gruppi (P = 0,237).

Il bloccaggio / esperimento de-bloccaggio è stato progettato per dimostrare che la procedura è abbastanza sensibile per rilevare variazioni anche piccole della pressione portale. Bloccaggio del lobo destro che rappresenta il 20% della massa epatica ha determinato un aumento di circa il 17%. Ulteriore serraggio della mediana e lobo laterale sinistro causato un aumento di almeno 2-3 pieghe rispetto alla pressione portale partenza. Pressione Portal ritornò gradualmente alla pressione iniziale, quando si rilascia il morsetto dal lobo destro con conseguente bloccaggio del 70% del fegato. La pressione restituito al livello di partenza quando si toglie la pinza dalla vena porta di sinistra fornendo la mediana e il lobo laterale sinistro (Figura 2 e Tabella 2). La mappa del gruppo dell'operazione simulata è rimasta stabile entro 1 ora dopo l'apertura dell'addome. Il MAP di topi nel gruppo di controllo, ottenuto al punto temporale comparabilecome nell'esperimento di serraggio, aveva alcuna differenza significativa rispetto al MAP del gruppo sperimentale. I risultati di entrambi gli esperimenti hanno rivelato che anche piccole variazioni intra-individuali inferiori al 20% possono essere rilevati con questa procedura.

Complicanze tipiche come gravi emorragie e congestione possono verificarsi durante la procedura. Poiché grave perdita di sangue causerebbe significativa diminuzione del MAP e PVP, i risultati di topi con questa complicazione dovrebbero essere eliminati. Per evitare la congestione venosa e trombosi durante l'esecuzione dell'esperimento lobo epatico di bloccaggio, si consiglia di iniettare una piccola dose di eparina (500 U / kg) intra-operatorio prima di serraggio. Dell'arteria epatica comune può subire uno spasmo nave transitoria sulla gestione come il sollevamento della nave e ponendo la sonda. Ciò potrebbe causare una breve ischemia transitoria del fegato. In generale, lo spasmo può risolversi spontaneamente in pochi minuti. Una breve spasmo vascolare nel CHA non sta proponendo un problema serioalla vita dell'animale, ma potrebbe interferire con i risultati sperimentali, quando concentrandosi su epatica danno da ischemia riperfusione.

In conclusione, questa procedura è impegnativo ma fattibile. Si richiede un certo addestramento anche per i micro-chirurghi esperti. A causa dell'elevata confronto variabilità inter-individuale dei dati di pressione ottenuti in diversi animali prima e dopo un intervento non può portare a risultati conclusivi. Pertanto, si raccomanda questa procedura per studiare regolazione a breve termine di emodinamica epatica negli esperimenti acuti acquisendo i dati prima e dopo l'intervento entro lo stesso animale.

Parametri Propri dati ottenuti I parametri riportati
Parametri vitali Frequenza cardiaca (n = 8) 418 ± 55 BPM 389 (353-566) BPM 1
162 ± 11 BPM 254 ± 28 BPM 2
Temperatura (n = 8) 33.56 ± 0.54 ° C 36,1-36,6 ° C 11
Pressione arteriosa sistemica (PAC) (n = 8) 130.54 ± 20.47 cm H 2 O
(= 96,02 ± 15.06 mmHg)
94 ± 15 mmHg 9
Pressione venosa centrale (CVP) (n = 2) 8.90 ± 3.25 cm H 2 O 5.9 ± 2.0 cm H 2 O 11
Emodinamica epatica Flusso della vena porta (n = 6) 2.03 ± 0.24 ml / min 3,0 (2,5-3,1) ml / min 1
3,3 ml / min 1
Flusso dell'arteria epatica comune (n = 6) 0,20 ± 0,09 ml / min Non fou nd
PVP (n = 8) 8.09 ± 2.47 cm H 2 O (= 5,95 ± 1.82mmHg) 5,3 ± 1,4 centimetri salina 3
8.7 ± 2.1 mmHg 4
4mmHg 6

Tabella 1. normali parametri emodinamici sistemici e epatici di topi acquisite mediante questa procedura di monitoraggio della PAC:. Pressione dell'arteria carotidea; MAP: pressione arteriosa media; CVP: pressione venosa centrale; PVP: pressione della vena porta.

Figura 1
Figura 1. PVP prima e dopo il 70% PH. Pressione Portal vena prima e dopo il 70% epatectomia parziale (n = 20) erano 6,87 ± 2,39 e 11,41 ± 2,94 cm H 2 O.www.jove.com/files/ftp_upload/51955/51955fig1highres.jpg "target =" _blank "> Clicca qui per visualizzare una versione più grande di questa figura.

Parametri (cmH2O) Dopo laparotomia Dopo il serraggio 20% del fegato (RL) Dopo aver fissato il 90% del fegato (RL + ML + LLL) Dopo aver fissato il 70% del fegato (ML + LLL) Alla fine (rilasciare tutti i morsetti)
PVP - bloccaggio gruppo exp (n = 10) 9.59 ± 4.00 10.45 ± 3.89 25.78 ± 8.99 16.91 ± 9.86 11.14 ± 4.48
Media CAP - gruppo di serraggio exp (n = 10) 121.50 ± 18.67 95.89 ± 32.76 74.41 ± 35.35 93.88 ± 42.96 89.44 ± 44.20
Media CAP - Sham gruppo (n = 3) 123.33 ± 12.42 121.0 ± 5.57 124.00 ± 8.66 127.33 ± 7.23 123.00 ± 8.89

. Tabella 2 risposta emodinamica dopo il bloccaggio e declamping dei diversi lobi del fegato (n = 10) RL: lobo destro, ML: lobo mediano (compreso lobo mediano destro e del lobo mediano sinistro), LLL: a sinistra lobo laterale.

Figura 2
Figura 2 risposta emodinamica dopo il bloccaggio e declamping di diversi lobi del fegato (ID animale: CHI-108) A.. PVP a destra dopo l'inserimento del catetere Millar era 8.8 cm H 2 O. PVP dopo il bloccaggio del 20% lobo epatico era 10,8 cm H 2 OBPVP salito a 17,5 cm H 2 O dopo il bloccaggio del 90% lobo epatico. C. PVP è sceso a 10,3 cm H 2 O quando si rilascia il morsetto del lobo destro. D.PVP tornò a 8,7 cm H 2 Cliccate qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Discussion

Il monitoraggio di emodinamica epatica è un importante strumento di ricerca in epatologia e chirurgia epatobiliare. Acquisizione dei dati emodinamici epatici aiuta a caratterizzare l'effetto delle procedure epatobiliare sul sistema circolatorio. È necessaria l'acquisizione di dati emodinamici epatici anche per studiare l'effetto di farmaci che influenzano la pressione portale e flusso portale, ad esempio, a seconda delle necessità in studi di valutazione di farmaci vasoattivi.

Nonostante le piccole dimensioni, i parametri vitali, l'emodinamica epatica sistemici e possono essere monitorati nei topi. Le fasi critiche all'interno del protocollo sono stati i seguenti: In primo luogo, è importante porre l'animale su un tappetino di riscaldamento durante l'intera procedura per evitare l'ipotermia che può portare a una disfunzione circolatoria. In secondo luogo, è fondamentale essere molto cauti quando sezionare i vasi del mouse, dal momento che la parete del vaso del mouse è molto fragile e sottile. Sembra meglio per risolvere la parete del vaso afferrando qualche tessuto adiposo in the la superficie invece di afferrare la parete del vaso stesso. In terzo luogo, è fondamentale per evitare la legatura accidentale dell'arteria mesenterica per non compromettere la fornitura arteriosa durante il posizionamento delle suture di fissaggio attorno alla vena mesenterica.

Tuttavia, la tecnica invasiva mentoring presenta alcune limitazioni. Il primo è la sua invasività da sola. Questa tecnica di monitoraggio è un metodo invasivo, che richiede un intervento chirurgico. Pertanto, la procedura di controllo si può causare effetti collaterali per gli animali. Quindi, abbiamo usato solo questa procedura per acquisire parametri emodinamici in animali normali e negli esperimenti acuti, ma non in esperimenti di sopravvivenza. In una fase successiva, vogliamo valutare questa tecnica in esperimenti di sopravvivenza. La seconda limitazione di questa procedura è che richiede una notevole esperienza microchirurgico. Monitoraggio emodinamico in topi deve essere eseguita solo da microsurgeons appositamente formati. Il par più difficilet di questa procedura di controllo è l'inserimento del catetere Millar nel piccolo mesenterica vena, poiché questa vena è estremamente fragile. Nelle nostre mani, sono stati necessari circa 10 azioni di formazione per un microsurgeon esperto prima di padroneggiare tecnicamente questa procedura. L'esperienza è stata definita di aver effettuato con successo più di 50 anastomosi vascolare (arteria carotide, vena giugulare) in ratti o topi. La terza limitazione è che la pressione portale ottenuti con questo metodo può essere inferiore al range fisiologico per un animale normale. Legatura della vena mesenterica e l'inserimento del catetere possono ridurre il volume totale di sangue drenaggio nella vena porta da una stimata del 10%. Tuttavia, questa gamma fisiologica non può essere acquisita utilizzando i dispositivi attualmente disponibili. Analogamente, l'effetto dell'anestesia sé sul PVP non si può escludere 13. Tuttavia, poiché tutti gli animali sono sottoposti allo stesso intervento, l'errore potenziale sarebbe un errore sistematico. Pertanto, dinterpretazione ata dovrebbe essere fatto con cautela concentrandosi sui cambiamenti relativi all'interno di un animale e non necessariamente sulle differenze assolute tra animali.

Tuttavia, ci sono piccoli alternative al monitoraggio emodinamico invasivo nei roditori. Monitoraggio non invasivo è limitata all'acquisizione della pressione arteriosa sistemica. Pressione Portal o flusso portale non possono essere determinati in modo non invasivo nei topi. Monitoraggio telemetrico è limitata all'acquisizione della pressione arteriosa sistemica. Non sono state trovate relazioni per l'acquisizione telemetrico di altri parametri emodinamici.

È necessario Questa procedura di monitoraggio intraoperatorio di comprendere i processi fisiologici epatici come la regolazione della perfusione epatica, la rigenerazione del fegato e chirurgia epatobiliare completo. La capacità di monitorare e raccogliere dati su animali da laboratorio in sede intraoperatoria in tempo reale rappresenta quindi un significativo passo avanti nello studio di fegato diSease e ipertensione portale.

Subscription Required. Please recommend JoVE to your librarian.

Disclosures

Gli autori dichiarano di non avere interessi finanziari in competizione.

Acknowledgments

Questa ricerca è stata sostenuta dal Ministero federale tedesco dell'Istruzione e della ricerca (BMBF) finanziato "Virtual Liver Network". Vorrei ringraziare Frank Schubert e Rene Gumpert dal media center di Jena University Hospital per il loro aiuto nella produzione di video e creare l'animazione e Isabel Jank per registrare l'audio.

Materials

Name Company Catalog Number Comments
PowerLab 16/30  ADInstruments PL3516
Quad Bridge Amp ADInstruments FE224 Bridge amplifier 
Animal Bio Amp ADInstruments FE136
Needle Electrodes for FE136 (3 pk) ADInstruments MLA1213
Perivascular Flowmeter Module Transonic TS420
Flowprobe MA0.5PSB/MA1PSB Transonic MA0.5PSB/MA1PSB
SPR-1000 Mouse Pressure Catheter Millar instruments 841-0001
fluid filled catheter  Terumo SR+DU2619PX 26G, 0.64×19mm
micro scissors F·S·L No. 14058-09
micro serrefine F·S·L No.18055-05
Micro clamps applicator F·S·L No. 18057-14
Straight micro forceps F·S·L No. 00632-11
Curved micro forceps F·S·L No. 00649-11
needle-holder F·S·L No. 12061-01
6-0 silk ethicon
6-0 prolene ethicon
7-0 prolene ethicon
10-0 prolene ethicon
Tail cut-off device  Kent Scientific www.kentscientific.com
LabChart7 ADInstruments data  analysis software 

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. Albuszies, G., et al. Effect of increased cardiac output on hepatic and intestinal microcirculatory blood flow, oxygenation, and metabolism in hyperdynamic murine septic shock. Crit Care Med. 33, (10), 2332-2338 (2005).
  2. Bernhard, W., et al. Phosphatidylcholine molecular species in lung surfactant: composition in relation to respiratory rate and lung development. Am. J. Respir. Cell Mol. Biol. 25, (6), 725-731 (2001).
  3. Cheever, A. W., Warren, K. S. Portal vein ligation in mice: portal hypertension, collateral circulation, and blood flow. 18, 405-407 (1963).
  4. Costa, G., Aguiar, B. G., Coelho, P. M., Cunha-Melo, J. R. On the increase of portal pressure during the acute and chronic phases of murine schistosomiasis mansoni and its reversibility after treatment with oxamniquine. Acta Trop. 89, (1), 13-16 (2003).
  5. Cui, S., Shibamoto, T., Zhang, W., Takano, H., Kurata, Y. Venous resistance increases during rat anaphylactic shock. Shock. 29, (6), 733-739 (2008).
  6. Geerts, A. M., et al. Comparison of three research models of portal hypertension in mice: macroscopic, histological and portal pressure evaluation. Int. J. Exp. Pathol. 89, (4), 251-263 (2008).
  7. Huang, H., Deng, M., Jin, H., Dirsch, O., Dahmen, U. Intraoperative vital and haemodynamic monitoring using an integrated multiple-channel monitor in rats. Lab Anim. 44, (3), 254-263 (2010).
  8. Krege, J. H., Hodgin, J. B., Hagaman, J. R., Smithies, O. A noninvasive computerized tail-cuff system for measuring blood pressure in mice. Hypertension. 25, (5), 1111-1115 (1995).
  9. Kuga, N., et al. Rapid and local autoregulation of cerebrovascular blood flow: a deep-brain imaging study in the mouse. J. Physiol.. 587, (Pt 4), 745-752 (2009).
  10. Muraki, T., Strain Kato, R. difference in the effects of morphine on the rectal temperature and respiratory rate in male mice. Psychopharmacology (Berl). 89, (1), 60-64 (1986).
  11. Nielsen, J. M., et al. Left ventricular volume measurement in mice by conductance catheter: evaluation and optimization of calibration. Am. J. Physiol Heart Circ. Physiol. 293, (1), H534-H540 (2007).
  12. Sakamoto, M., et al. Improvement of portal hypertension and hepatic blood flow in cirrhotic rats by oestrogen. Eur. J. Clin. Invest. 35, (3), 220-225 (2005).
  13. Reverter, E., et al. Impact of deep sedation on the accuracy of hepatic and portal venous pressure measurements in patients with cirrhosis. Liver Int. 34, (1), 16-25 (2014).

Comments

0 Comments


    Post a Question / Comment / Request

    You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

    Usage Statistics