Peptide di derivazione Metodo di Trasporto geni e proteine ​​Attraverso cellulari e barriere organelli in Piante

Genetics
 

Cite this Article

Copy Citation | Download Citations

Chuah, J. A., Horii, Y., Numata, K. Peptide-derived Method to Transport Genes and Proteins Across Cellular and Organellar Barriers in Plants. J. Vis. Exp. (118), e54972, doi:10.3791/54972 (2016).

Please note that all translations are automatically generated.

Click here for the english version. For other languages click here.

Abstract

Protocol

1. preparazione di formulazioni Peptide-Based

  1. Preparare soluzioni di ciascun peptide come segue: (KH) 9 -BP100 (1 mg / ml o 800 nM), Cytcox- (KH) 9 (1 mg / ml), BP100 (1 mg / ml) e (BP100) 2 K 8 (70 mM). Pesare la quantità necessaria di ciascun peptide in una provetta da 1,5 ml microcentrifuga e aggiungere acqua ultrapura autoclavato per sciogliere il peptide. Mescolare bene pipettando ripetutamente fino ad ottenere una soluzione limpida.
  2. Amplifica e purificare il DNA plasmide (pDNA), a doppia elica del DNA (dsDNA) e l'RNA a doppio filamento (dsRNA) secondo metodologie molecolari standard. In provette da 1,5 ml microcentrifuga, fare soluzioni di riserva con una concentrazione di 1 mg / ml (PDNA e dsDNA) o 400 Nm (dsRNA).
  3. Preparare la soluzione proteica magazzino con una concentrazione di 7 pM, sciogliendo 1 mg di proteina (es., Alcool deidrogenasi, ADH) polvere in 1 ml di soluzione di carbonato di sodio (0,1 M, pH 9). Etichetta la proteina con FLe sonde luorescent come la rodamina B (RhB) secondo protocolli standard per consentire la visualizzazione microscopica della proteina consegnato nelle cellule.
  4. Unire rispettivi componenti in una provetta da 1,5 ml microcentrifuga.
    1. Per le formulazioni peptide-PDNA mira il citoplasma, aggiungere 6,4 ml di (KH) 9 -BP100 (1 mg / ml) a 20 ml di pDNA (1 mg / ml) e mescolare bene pipettando. Lasciare il composto si stabilizzi per 15 minuti a 25 ° C. Aggiungere 773,6 ml di acqua ultrapura autoclavato per diluire la soluzione ad un volume finale di 800 microlitri. Utilizzare il costrutto pDNA progettata per l'espressione nucleare (P35S-RLuc-NOS, tabella 1).
    2. Per le formulazioni peptide-PDNA mira i mitocondri, aggiungere 6,6 ml di Cytcox- (KH) 9 (1 mg / ml) a 20 ml di pDNA (1 mg / ml) e mescolare bene pipettando. Lasciare il composto si stabilizzi per 15 minuti a 25 ° C e aggiungere 2,4 ml di BP100 (1 mg / ml). Lasciare il composto si stabilizzi per 15 minuti a 256; C per altri 15 min. Aggiungere 771 ml di acqua ultrapura autoclavato per diluire la soluzione ad un volume finale di 800 microlitri. Utilizzare il costrutto pDNA progettata per l'espressione mitocondriale (pDONR-COX2: rluc, Tabella 1).
    3. Per le formulazioni peptide-dsDNA, aggiungere 5,1 ml di (KH) 9 -BP100 (1 mg / ml) a 8 ml di dsDNA (1 mg / ml) e mescolare bene pipettando. Lasciare il composto si stabilizzi per 15 minuti a 25 ° C. Aggiungere 786,9 ml di acqua ultrapura autoclavato per diluire la soluzione ad un volume finale di 800 microlitri.
    4. Per le formulazioni peptide-dsRNA, aggiungere 50 ml di (KH) 9 -BP100 (800 nm) a 50 ml di dsRNA (400 Nm) e mescolare bene pipettando. Lasciare il composto si stabilizzi per 15 minuti a 25 ° C. Aggiungere 700 ml di acqua RNase-free per diluire la soluzione ad un volume finale di 800 microlitri.
    5. Per le formulazioni peptide-proteina, aggiungere 16 ml di (BP100) 2 K 8 (70 micron) a 16 ml di ADH (7 micron) e mescolareben pipettando. Lasciare il composto si stabilizzi per 15 minuti a 25 ° C. Aggiungere 768 ml di acqua ultrapura autoclavato per diluire la soluzione ad un volume finale di 800 microlitri.
  5. Lasciare le formulazioni di stabilizzarsi per 15 min a 25 ° C.

2. Caratterizzazione di formulazioni Peptide-Based

  1. Trasferire ogni soluzione (800 ml) in una vaschetta per dispersione della luce dinamica (DLS) analisi. Determinare il diametro e polidispersità indice idrodinamico di complessi formati con un Nanosizer zeta, utilizzando un 633 nm laser He-Ne a 25 ° C con un angolo di rilevamento retrodiffusione di 173 °.
  2. misurazioni seguente formato, trasferire ciascuna soluzione (800 ml) in una cella capillare piegato per misure potenziali zeta a parametri di default di costante dielettrica, indice di rifrazione e la viscosità dell'acqua a 25 ° C.
  3. Osservare un piccolo volume di soluzione complessa, utilizzata per l'analisi DLS, mediante microscopia a forza atomica (AFM). Cassetta 10 ml di soluzione complessa sulla superficie spaccati appena esposto di un foglio di mica e lasciare la mica all'aria secca durante la notte in un piatto di plastica coperto petri.
  4. Acquisire un'immagine dei complessi in aria a 25 ° C utilizzando un cantilever silicio con costante elastica di 1,3 N / m in modalità 27,28 maschiatura.

3. L'infiltrazione di foglie delle piante

  1. Utilizzare 3 settimane vecchi impianti terreno coltivati (Arabidopsis thaliana 24, Nicotiana benthamiana 24 o pioppo 26). Trasfezione almeno 3 foglie per servire come triplice copia per la quantificazione dell'espressione genica o la consegna di proteine.
  2. Caricare un 1 ml siringa di plastica senza ago con 100 ml di soluzione completa per la trasfezione di una foglia. Posizionare la punta della siringa sulla superficie abassiale della foglia.
  3. Premere la punta della siringa contro la foglia leggermente spingere il pistone della siringa lentamente esercitando una contropressione con l'ibarretta NDICE di una mano lattice guantata dal lato opposto. infiltrazione successo può osservare come la diffusione di una zona impregnato d'acqua nella foglia. Etichettare le foglie infiltrati per facilitarne l'identificazione.
  4. Incubare la foglia transfettate per durate ottimizzati dopo infiltrazione con peptide-pDNA (12 ore), il peptide-dsDNA (12 ore), il peptide-dsRNA (9-48 ore) e peptide-proteina (6 ore) formulazioni nelle seguenti condizioni: 16 luce hr / 8 ore buio a 22 ° C per A. thaliana e pioppo, o 24 ore di luce costante a 29 ° C per N. benthamiana.

4. Valutazione di Transfection efficienza

  1. Asportare l'intera foglia transfettate di impianti più piccoli (ad es., A. thaliana), o una sezione di 1 cm 2 della regione infiltrato per impianti più grandi (ad es., N. benthamiana).
  2. Per gli esperimenti di trasfezione utilizzando Renilla luciferasi (Rluc) giornalista vettore, determinare il transfectioefficienza n quantitativamente utilizzando un kit di Rluc Assay.
    1. Mettere ogni foglia escissa o sezione foglia in una provetta da 1,5 ml. Aggiungere 100 ml di 1 × Rluc Assay Lysis Buffer per provetta. Allo stesso modo, preparare lisati di foglie di controllo non transfettate (triplice copia).
    2. Macinare la foglia con un pestello omogeneizzazione e incubare il lisato risultante a 25 ° C per 6 - 10 ore.
    3. Centrifugare il lisato a 12.470 × g in una microcentrifuga per 1 min. Trasferimento 20 ml di lisato eliminato ad un bene in una micropiastra a 96 pozzetti, e utilizzare il volume rimanente per la quantificazione della concentrazione totale di proteine ​​utilizzando un kit di test BCA Protein secondo il protocollo del produttore.
    4. Aggiungere 100 ml di 1 × Rluc Assay Substrate (diluito con il tampone Rluc Assay) nel pozzo e mescolare lentamente pipettaggio. Posizionare la micropiastra in un lettore di micropiastre multimodale e avviare la misurazione.
    5. Sottrarre la luminescenza di fondo (media del non-trasfettate triplice copia) dalla luminescenza di ogni campione sperimentale. Calcolare il rapporto di fotoluminescenza (unità di luce relativa, RLU) per la quantità di proteina (mg).
  3. Per gli esperimenti di trasfezione utilizzando verde proteina fluorescente (GFP) vettore giornalista o la proteina fluorescente (ad es., ADH-RhB), osservare la fluorescenza utilizzando un microscopio confocale a scansione laser.
    1. Tagliare i bordi di una foglia intera (per facilitare la rimozione di spazi aerei), mentre una foglia sezionata può essere utilizzato così com'è. Rimuovere lo stantuffo di una siringa da 10 ml e posizionare ogni sezione escissa foglia o foglia nella siringa.
    2. Sostituire il pistone e spingere delicatamente sul fondo della siringa senza schiacciare la foglia. Attingere l'acqua nella siringa fino a circa mezzo pieno.
    3. Puntare la siringa verso l'alto e spingere lo stantuffo per eliminare l'aria dalla siringa attraverso la punta. Coprire la punta della siringa e tirare lentamente lo stantuffo per espellere l'aria dal leaf. Ripetere questa operazione più volte fino a quando la foglia appare traslucido.
    4. Coprire la superficie di un vetrino da microscopio con nastro adesivo. Tagliare un'area quadrata sul nastro abbastanza grande per accogliere il campione foglia con una lama, e sbucciare il pezzo quadrato di nastro adesivo fuori con le pinze per creare una camera di campione. Il nastro servirà come distanziale fra il vetrino e coprioggetto.
    5. Posizionare la foglia nella camera con la superficie abaxial rivolta verso l'alto e riempire la zona di camera rimanente con acqua. Sigillare la foglia all'interno della camera con vetrino coprioggetti e fissare i bordi del coprioggetto con nastro adesivo.
    6. Esaminare il campione foglia utilizzando il microscopio confocale a scansione laser sotto un obiettivo 40X o di un obiettivo ad immersione 63X acqua. GFP o RhB fluorescenza possono essere visualizzate a lunghezze d'onda di eccitazione di 488 nm o 555 nm, rispettivamente.

Representative Results

Una serie di carichi di acidi nucleici e proteine ​​sono state introdotte con successo in diversi impianti che utilizzano i peptidi studiati come vettori di consegna. Interazioni elettrostatiche tra peptidi cationici e carichi caricati negativamente portato alla formazione di complessi trasfezione che può essere infiltrato direttamente in pianta foglie con una siringa senza ago (Figura 1). Formulazioni ottimizzate (empiricamente determinati in questi studi 21,23-26) per la trasfezione di cellule vegetali sono elencati nella Tabella 1, in cui è rappresentata ciascuna tipologia della vasta gamma di carichi trasportati (pDNA, dsDNA, dsRNA e proteine). I diametri medi di tutte le formulazioni basati su peptidi erano nella gamma approssimativa di 150 - 300 nm. Sulla base di analisi di DLS, tutte le formulazioni visualizzati polidispersità relativamente bassa dimensione, indicando che gli aggregati del peptide-carico formate hanno una distribuzione uniforme dimensioni. Le morfologie dicomplessi tra peptide e pDNA (Figura 2A) o proteine (Figura 2B), in mica, sono state ripreso mediante AFM. Omogenei complessi globulari sono stati osservati per entrambe le combinazioni peptide-PDNA e peptide-proteina, in accordo con i dati derivati ​​dalla misurazione DLS. In termini di potenziale zeta di complessi (Tabella 1), pDNA- e complessi dsDNA-derivati avuto oneri netti di superficie negativa mentre complessi dsRNA basati avevano una carica superficiale quasi neutro. complessi peptide-proteina, d'altra parte, sono state caricate positivamente.

Le efficienze di peptide-pDNA e formulazioni del peptide-dsDNA nel mediare la trasfezione di A. thaliana o N. benthamiana come sistemi modello di piante sono stati valutati quantitativamente e qualitativamente. Il saggio di espressione genica RLuc è stato impiegato per la quantificazione dei livelli di espressione genica (Tabella 1), quindi per questo esperimento pDNA odsDNA codificante il gene RLuc deve essere utilizzato per complessazione con i rispettivi peptidi carrier. Utilizzando la (KH) 9 -BP100 / formulazione pDNA, consegna nucleare mirata ed espressione di pDNA può essere realizzato, dopo un periodo di incubazione di 12 ore, con una RLU / Valore mg stimato di circa 1 × 10 5. Per la consegna mitocondriale-mirata ed espressione di pDNA, una combinazione di peptidi, Cytcox- (KH) 9 e BP100, è necessario per la formazione del complesso. Con lo stesso periodo di incubazione ottimizzata di 12 ore, tuttavia, un livello molto più basso di trasfezione (circa 1 × 10 3 RLU / mg) è stato raggiunto. Nel frattempo, è stato richiesto simile periodo di incubazione (12 ore) e il livello di espressione genica (circa 1 × 10 3 RLU / mg) / registrata per i complessi dsDNA-based, anche formulata utilizzando il (KH) 9 -BP100 peptide. valutazioni qualitative di espressione genica sono stati eseguiti da osservazione microscopica diretta di foglie trattati con complessi preparEd usando pDNA o dsDNA codificante il gene reporter GFP. In cellule trasfettate con i complessi non mirati peptide-PDNA, diffondere fluorescenza verde in corrispondenza con l'espressione della GFP è stato chiaramente osservato e ha trovato di localizzare nel citoplasma (Figura 3A). chiare differenze nel modello di localizzazione di fluorescenza GFP sono stati evidenti in cellule infiltrate con complessi peptide-PDNA mitocondriali mirati. Qui, puntiformi fluorescenza verde che colocalize con la macchia mitocondriale era visibile, confermando la specificità dell'espressione genica esclusivamente nel compartimento mitocondriale di cellule (Figura 3B).

Nel caso di formulazioni peptide-proteina, coniugazione del carico proteine ​​(ADH) per un fluoroforo (FR) permetterà la visualizzazione della proteina erogata nel compartimento intracellulare. Nel giro di un breve periodo di incubazione di 6 ore, è stato trovato per essere distribuito in tutto ADH-RhB proteine ​​(blu)citoplasma e vacuolo di cellule infiltrate (Figura 3C). Nel frattempo, rapida ed efficace down-regolazione dell'espressione genica potrebbe essere realizzato in diversi impianti che utilizzano formulazioni peptide-dsRNA. Nel primo esperimento, foglia A. thaliana è stato infiltrato con peptide-dsRNA Complessi di mettere a tacere il gene calcone sintasi (CHS) responsabile di antociani (pigmento rosso) biosintesi in condizioni di siccità. La differenza nella comparsa di A. thaliana lascia in condizioni normali (Figura 3D, a) e le condizioni di siccità (Figura 3D, b) ha fornito un facile mezzo per valutare CHS silenziamento utilizzando la formulazione peptide-dsRNA ottimizzata (freccia 1 indica la regione infiltrato). Nel secondo esperimento, complessi peptide-dsRNA sono stati infiltrati nelle foglie di transgenico A. thaliana che esprimono la proteina fluorescente gialla (YFP). Un apparente riduzione della espressione YFP potrebbe essere visto nelle cellule epidermiche 9 ore post-trasfezione (Figura 3E, F). L'efficacia della formulazione nell'espressione genica down-regolazione in un sistema diverso impianto (pioppo, 12 hr dopo la trasfezione) è stato inoltre verificato (figura 3G, H).

Figura 1
Figura 1: Formulazioni Peptide-based per la consegna di acidi nucleici e proteine in carichi piante viventi.
I peptidi carrier progettati sono costituiti da policationi coniugati con penetrante cellulare o sequenze di transito organellari. Policationi consentono vincolanti e / o condensa di carichi carica negativa così come fuga dal vano endosomal seguente internalizzazione nelle cellule. Consegna delle merci nelle cellule e, successivamente, a organelli specifici è mediata da sequenze di cellule penetrante e sequenze di transito organellari, rispettivamente. I vari carichi che potrebbero essere successfully erogato nella pianta includono acidi nucleici come pDNA, dsDNA e dsRNA, nonché proteine ​​modello come albumina di siero bovino (BSA), alcol deidrogenasi (ADH) e citrino (una variante della proteina fluorescente gialla). Molecole bioattive sono in grado di formare complessi trasfezione con coniugati peptide tramite interazioni elettrostatiche, che vengono introdotti in foglie delle piante da siringa infiltrazione. Clicca qui per vedere una versione più grande di questa figura.

figura 2
Figura 2: morfologie del Formulazioni Peptide-base.
(A) AFM ampiezza immagine di (KH) 9 -BP100 formulazione / pDNA a N / P 0.5. (B) Altezza immagine AFM di (BP100) 2 K 8 / formulazione ADH a molare ratio 10. riprodotto con permesso da fonti pubblicate 23,24. Clicca qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 3
Figura 3: Valutazione della microscopica Transfection efficienze usando formulazioni Peptide-based ottimizzati.
(A) espressione citosolico GFP (green), chiaramente distinto da autofluorescenza cloroplasto (rosso), è stato osservato nelle cellule del mesofillo spugnoso di A. thaliana foglie infiltrato con (KH) 9 formulazione -BP100 / pDNA (N / P 0,5; 12 ore ). (B) l'espressione della GFP (verde) è stato rilevato nei mitocondri (rosso) nelle cellule epidermiche di foglia di A. thaliana infiltrati con Cytcox- (KH) 9 / BP100 / formulazione pDNA (N / P 0,5 per ogni peptidee; 12 ore). immagini ingrandite di mitocondri con espressione GFP sono mostrati nel pannello estrema destra. (C) Consegna di ADH-RhB (blu) nelle cellule del mesofillo spugnoso di A. thaliana foglie mediata da (BP100) 2 K 8 in un rapporto molare di peptidi / proteine 10, visualizzate 6 ore post-infiltrazione. (D) foglie A. thaliana prima (a) e dopo (b) il trattamento con (KH) 9 -BP100 / formulazione dsRNA (rapporto molare 2; 48 ore), che ha portato alla soppressione della via di biosintesi delle antocianine. Una formulazione analoga contenente GFP5 dsRNA stato infiltrato nella foglia come controllo negativo (c). Frecce 1 e 3 indicano l'area infiltrati mentre le frecce 2 e 4 indicano la zona non infiltrata all'interno della foglia. (E) A. thaliana lascia esprimere la proteina fluorescente gialla (YFP) e (F) la fluorescenza YFP diminuita dopo infiltrazione con (KH) 9 -BP100 / formulazione dsRNA (rapporto molare 2; 9 ore). (G) foglie di pioppo transgenici che esprimono la proteina fluorescente gialla (YFP) e (H) la diminuzione YFP fluorescenza dopo infiltrazione con (KH) 9 formulazione -BP100 / dsRNA (rapporto molare 2; 12 ore). Riprodotto con il permesso di fonti pubblicate 21,23,24,26. Clicca qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Figura 4
Figura 4: Variazione Peptide-to-DNA (N / P) Rapporto e l'effetto sulle proprietà biofisiche di complessi.
Con l'aumento del peptide al rapporto di DNA, le formulazioni a base di peptidi diminuiscono in termini di dimensioni, mentre il loro valore di transizione zeta-potenziale da negativo a positivo./files/ftp_upload/54972/54972fig4large.jpg "target =" _ blank "> Clicca qui per vedere una versione più grande di questa figura.

Tabella 1
Tabella 1: caratterizzazione e valutazione di diverse formulazioni del peptide-based. Clicca qui per vedere una versione più grande di questa tabella.

Tabella 2
Tabella 2: un confronto di peptide-based e altre tecnologie esistenti DNA di consegna per le Piante intatto. Clicca qui per vedere una versione più grande di questa tabella.

Discussion

Passaggi critici all'interno del protocollo che sono stati identificati empiricamente sono discussi. Con l'infiltrazione della siringa, le formulazioni a base di peptidi vengono introdotti gli spazi aerei all'interno del foglio della pianta attraverso gli stomi. Per garantire l'assimilazione massima della soluzione, il processo di infiltrazione deve essere effettuata quando le piante sono in condizioni favorevoli alla stomi ie., Dotate di acqua sufficiente e durante il periodo di luce. Per quanto riguarda la preparazione di complessi trasfezione, per formulazioni che coinvolgono una combinazione di due peptidi (consegna DNA mitocondriale targeting), la sequenza per aggiunta di ciascun componente è cruciale e non dovrebbe essere invertito.

Ci sono molte modifiche plausibili alla procedura. Un'altra opzione per l'infiltrazione di cellule vegetali è l'uso di infiltrazione sotto vuoto, che è in grado di introdurre la soluzione complesso in piante intere e / o tessuti parziali inclusimeristemi apicali. Per questa procedura alternativa, piantine vengono immersi nella soluzione di trasfezione, e in base alla pressione generata dal vuoto, i complessi peptide-carico vengono forzati attraverso gli stomi e nelle cellule vegetali (Yoshizumi, T., dati non pubblicati).

Espressione genica transitoria, sulla base di studi utilizzando cellule animali, ha dimostrato di aumentare con più elevate concentrazioni di DNA 29-31. È importante notare che il rapporto di peptide di DNA influisce sulle proprietà biofisiche (dimensioni, carica superficiale) di complessi (figura 4), che influenza l'efficienza di trasfezione; di conseguenza, il rapporto ottimale deve essere mantenuta anche con una maggiore concentrazione di DNA.

Uno dei principali vantaggi nell'uso di peptidi come agente di consegna gene / proteina è che la sua sequenza è suscettibile di sintonizzazione ad espletare una funzione desiderata. Ad esempio, il dominio mitocondriale targeting del peptide carrier descritto in questo Study possono essere sostituiti con sequenze cloroplastici o perossisomiali targeting per la localizzazione di questi organelli. Mentre trasformazione cloroplasto è possibile in diverse piante usando biolistics 32-34,l'Agrobacterium né il metodo biolistic potrebbe introdurre geni nei mitocondri o altri organelli oltre il nucleo (Tabella 2).

Non ci sono limitazioni host-gamma rigidi per trasfezione peptide-based, a differenza del metodo basata su Agrobacterium (Tabella 2). Finora, formulazioni per la trasfezione di A. thaliana, N. benthamiana e pioppo sono stati ottimizzati (tabella 1), ma il metodo può essere applicato anche per la Nicotiana tabacum, pomodoro cultivar Micro-Tom, il riso (sulla base di esperimenti preliminari), e altre piante mono e dicotiledoni.

Finora, non vi è alcun limite noto dimensioni transgene quando peptidi sono utilizzati unvettori s trasfezione. Al contrario, grandi molecole di DNA sono stati trovati per ridurre l'efficienza di trasformazione di Agrobacterium metodi mediata 35,36, ed un limite superiore per dimensione per transgeni di circa 200 kb è stato segnalato 37-39. Utilizzando biolistics, invece, grandi frammenti di DNA possono essere tranciate durante la preparazione o la consegna in piante 38. Sebbene nessun limite superiore è stato determinato per la trasformazione biolistica finora, vincoli fisici sono stati trovati per limitare le dimensioni di DNA che possono essere trasferiti a molto meno di 150 kb 40. I principali vantaggi di utilizzare il sistema di peptide-based per il trasferimento di geni rispetto agli approcci esistenti che impiegano sia Agrobacterium o bombardamento microproiettili, di cui sopra, sono riassunti nella tabella 2.

Esistono alcune limitazioni per questo metodo così com'è. In primo luogo, mirato consegna di pDNA di organelli specifici, come l'mitochondria, è stato dimostrato possibile da una semplice combinazione di sequenze cellule penetrante e organello transito DNA-binding sebbene l'efficienza era basso. espressione del transgene potrebbe essere rilevato, mediante microscopia confocale, solo in una piccola popolazione di mitocondri all'interno delle cellule. Quindi, sono necessarie ulteriori modifiche: (i) migliorare la traslocazione di più complessi attraverso la membrana cellulare / organelli, e (ii) migliorare la dissociazione e trasferimento di pDNA dal peptide carrier nel organello di destinazione per l'espressione. In secondo luogo, con questo sistema di consegna DNA, l'espressione transiente dei geni reporter esogeni stata ottenuta con successo nel compartimento citosolico e mitocondriale di cellule. incorporazione stabile e l'espressione dei geni introdotti nel genoma centrale nucleare / organelli non sono stati ancora stabilito, tuttavia, per l'assenza di opportune strategie di selezione.

Pur riconoscendo che ci sono aree di miglioramento o ulteriori dviluppo, la strategia peptide derivato da qui descritto rimane una tecnica semplice e versatile che ha aperto la strada per la consegna dei vari carichi in diversi tipi di piante.

Disclosures

Gli autori non hanno nulla da rivelare.

Acknowledgments

Gli autori vorrebbero riconoscere il finanziamento dal Giappone Scienza e della Tecnologia Agenzia esplorativa di ricerca per la tecnologia avanzata (JST-ERATO), la New Energy and Industrial Technology Development Organization (NEDO), e la Croce-ministeriale strategico del programma per la promozione dell'innovazione (SIP), il Giappone .

Materials

Name Company Catalog Number Comments
(KH)9-BP100 peptide Custom-synthesized by RIKEN Brain Science Institute N/A Sequence: KHKHKHKHKHKHKHKH-
KHKKLFKKILKYL
(BP100)2-K8 peptide Custom-synthesized by RIKEN Brain Science Institute N/A Sequence: KKLFKKILKYLKKLFKKIL-
KYLKKKKKKKK
BP100 peptide Custom-synthesized by RIKEN Brain Science Institute N/A Sequence: KKLFKKILKYL
Cytcox-(KH)9 peptide Custom-synthesized by RIKEN Brain Science Institute N/A Sequence: MLSLRQSIRFFKKHKHKH-
KHKHKHKHKHKH
P35S-GFP(S65T)-TNOS and P35S-RLuc-TNOS N/A N/A Encodes green fluorescent protein and Renilla luciferase genes, respectively, under the control of CaMV 35S constitutive promoter (Ref: Lakshmanan et al. Biomacromolecules 2013, 14, 10)
pDONR-cox2:gfp and pDONR-cox2:rluc N/A N/A Encodes green fluorescent protein and Renilla luciferase genes, respectively, under the control of cox2 mitochondrial-specific promoter (Ref: Chuah et al. Sci Rep 2015, 5, 7751)
dsDNA (PCR-amplified from pBI221-P35S-Rluc-TNOS) N/A N/A Encodes green fluorescent protein and Renilla luciferase genes, respectively, under the control of CaMV 35S constitutive promoter (Ref: Lakshmanan et al. Plant Biotechnol 2015, 32, 39)
GFP5 siRNA N/A N/A For RNA interference-mediated silencing of green fluorescent protein (Ref: Numata et al. Plant Biotechnol J 2014, 12, 1027)
CHS siRNA N/A N/A For RNA interference-mediated silencing of chalcone synthase (Ref: Numata et al Plant Biotechnol J 2014, 12, 1027)
1 ml and 10 ml Plastic Syringes TERUMO Corporation SS-01T, SS-10ESZ
1.5 ml Microcentrifuge Tube AS ONE Corporation 151212
96-Well Flat-Bottom Plate Asahi Glass Co., Ltd. 3860-096
Adhesive Tape Sekisui Chemical Co., Ltd. No. 835
Alcohol Dehydrogenase Sigma-Aldrich Co., LLC. A-7011
Atomic Force Microscope Seiko Instruments Inc. SPI3800, SPA 300HV
Atomic Force Microscope Hitachi High-Tech Science Corporation AFM5300E
BCA Protein Assay Kit Thermo Fisher Scientific Inc. 23227
Cantilever Hitachi High-Tech Science Corporation K-A102001593
Confocal Laser Scanning Microscope Carl Zeiss LSM700
Cork Borer Sigma-Aldrich Co., LLC. Z165220 For excision of leaves into 1-cm diameter disks
Coverslip Matsunami Glass Ind., Ltd. C02261
Cuvette Sarstedt 759116
Folded Capillary Cell Malvern Instruments, Ltd. DTS1070
Forceps Shimizu Akira Inc. Stainless pincet 150
Homogenization Pestle Ieda Trading Corp. 9993
Mica Nisshin EM Co., Ltd. LC23Z
Microcentrifuge Beckman Coulter BKA46472
Microplate Reader Molecular Devices Corporation Spectra MAX M3
Microscope Slide Matsunami Glass Ind., Ltd. S011120
Pipette Eppendorf Research® plus 3120000909
Pipette Tips AS ONE Corporation 2-5138-01, 2-5138-02, 2-5138-03
Plastic Petri Dish AS ONE Corporation 1-7484-01
Renilla Luciferase Assay Kit Promega corporation E2810
Rhodamine B Isothiocyanate Sigma-Aldrich Co., LLC. 283924
RNase-Free Water Qiagen 129112
Sodium Carbonate Wako Pure Chemical Industries, Ltd. 199-01585
Surgical Blade and Handle FEATHER Safety Razor Co., Ltd. Stainless steel No. 14 (blade), No. 3L (handle)
Syringe Tip Cap Musashi Engineering Inc. NC-3E
Weighing Balance Sartorius CPA225D
Zeta Potentiometer Malvern Instruments, Ltd. Zetasizer Nano-ZS

DOWNLOAD MATERIALS LIST

References

  1. Altman, A., Hasegawa, P. M. Plant biotechnology and agriculture: Prospects for the 21st century. Academic Press. Cambridge, MA. (2011).
  2. Horn, M. E., Woodard, S. L., Howard, J. A. Plant molecular farming: systems and products. Plant Cell Rep. 22, 711-720 (2004).
  3. Gelvin, S. B. Agrobacterium-mediated plant transformation: the biology behind the "gene-jockeying" tool. Microbiol. Mol. Biol. Rev. 67, 16-37 (2003).
  4. Klein, T. M., Wolf, E. D., Wu, R., Sanford, J. C. High-velocity microprojectiles for delivering nucleic acids into living cells. Nature. 327, 70-73 (1987).
  5. Fromm, M., Taylor, L. P., Walbot, V. Expression of genes transferred into monocot and dicot plant cells by electroporation. Proc. Natl. Acad. Sci. U. S. A. 82, 5824-5828 (1985).
  6. Krens, F. A., Molendijk, L., Wullems, G. J., Schilperoort, R. A. In vitro transformation of plant protoplasts with Ti-plasmid DNA. Nature. 296, 72-74 (1982).
  7. Birch, R. G. Plant transformation: problems and strategies for practical application. Annu. Rev. Plant Physiol. Plant Mol. Biol. 48, 297-326 (1997).
  8. Newell, C. A. Plant transformation technology. Developments and applications. Mol. Biotechnol. 16, 53-65 (2000).
  9. Nielsen, K. M., Bones, A. M., Smalla, K., van Elsas, J. D. Horizontal gene transfer from transgenic plants to terrestrial bacteria--a rare event? FEMS Microbiol. Rev. 22, 79-103 (1998).
  10. Chuah, J. A., Kaplan, D., Numata, K. Chapter 25, Engineering peptide-based carriers for drug and gene delivery. Engineering in Translational Medicine. Cai, W. Springer. 667-689 (2014).
  11. Nitta, S., Numata, K. Biopolymer-based nanoparticles for drug/gene delivery and tissue engineering. Int. J. Mol. Sci. 14, 1629-1654 (2013).
  12. Numata, K. Poly(amino acid)s/polypeptides as potential functional and structural materials. Polym. J. 47, 537-545 (2015).
  13. Numata, K., Kaplan, D. L. Silk-based delivery systems of bioactive molecules. Adv. Drug Deliv. Rev. 62, 1497-1508 (2010).
  14. Numata, K., Subramanian, B., Currie, H. A., Kaplan, D. L. Bioengineered silk protein-based gene delivery systems. Biomaterials. 30, 5775-5784 (2009).
  15. Chugh, A., Eudes, F., Shim, Y. S. Cell-penetrating peptides: nanocarrier for macromolecule delivery in living cells. IUBMB Life. 62, 183-193 (2010).
  16. Eggenberger, K., Mink, C., Wadhwani, P., Ulrich, A. S., Nick, P. Using the peptide Bp100 as a cell-penetrating tool for the chemical engineering of actin filaments within living plant cells. ChemBioChem. 12, 132-137 (2011).
  17. Numata, K., Kaplan, D. L. Silk-based gene carriers with cell membrane destabilizing peptides. Biomacromolecules. 11, 3189-3195 (2010).
  18. Numata, K., Hamasaki, J., Subramanian, B., Kaplan, D. L. Gene delivery mediated by recombinant silk proteins containing cationic and cell binding motifs. J. Control. Release. 146, 136-143 (2010).
  19. Numata, K., Mieszawska-Czajkowska, A. J., Kvenvold, L. A., Kaplan, D. L. Silk-based nanocomplexes with tumor-homing peptides for tumor-specific gene delivery. Macromol. Biosci. 12, 75-82 (2012).
  20. Numata, K., Reagan, M. R., Goldstein, R. H., Rosenblatt, M., Kaplan, D. L. Spider silk-based gene carriers for tumor cell-specific delivery. Bioconjugate Chem. 22, 1605-1610 (2011).
  21. Chuah, J. A., Yoshizumi, T., Kodama, Y., Numata, K. Gene introduction into the mitochondria of Arabidopsis thaliana via peptide-based carriers. Sci. Rep. 5, 7751 (2015).
  22. Plant transformation method. Patent. Numata, K., Yoshizumi, T., Kodama, Y. WO2015133652 A1 (2015).
  23. Ng, K. K., et al. Intracellular delivery of proteins in intact plants via fusion peptides. PLoS ONE. 11, e0154081 (2016).
  24. Lakshmanan, M., Kodama, Y., Yoshizumi, T., Sudesh, K., Numata, K. Rapid and efficient gene delivery into plant cells using designed peptide carriers. Biomacromolecules. 14, 10-16 (2012).
  25. Lakshmanan, M., Yoshizumi, T., Sudesh, K., Kodama, Y., Numata, K. Double-stranded DNA introduction into intact plants using peptide-DNA complexes. Plant Biotechnol. 32, 39-45 (2015).
  26. Numata, K., Ohtani, M., Yoshizumi, T., Demura, T., Kodama, Y. Local gene silencing in plants via synthetic dsRNA and carrier peptide. Plant Biotechnol. J. 12, 1027-1034 (2014).
  27. Numata, K., et al. Enzymatic degradation processes of poly[(R)-3-hydroxybutyric acid] and poly[(R)-3-hydroxybutyric acid-co-(R)-3-hydroxyvaleric acid] single crystals revealed by atomic force microscopy: effects of molecular weight and second-monomer composition on erosion rates. Biomacromolecules. 6, 2008-2016 (2005).
  28. Numata, K., et al. Adsorption of biopolyester depolymerase on silicon wafer and poly[(R)-3-hydroxybutyric acid] single crystal revealed by real-time AFM. Macromol. Biosci. 6, 41-50 (2006).
  29. Kawai, S., Nishizawa, M. New procedure for DNA transfection with polycation and dimethyl sulfoxide. Mol. Cell. Biol. 4, 1172-1174 (1984).
  30. Liu, F., Song, Y., Liu, D. Hydrodynamics-based transfection in animals by systemic administration of plasmid DNA. Gene Ther. 6, 1258-1266 (1999).
  31. Luo, D., Saltzman, W. M. Enhancement of transfection by physical concentration of DNA at the cell surface. Nat. Biotechnol. 18, 893-895 (2000).
  32. Boynton, J. E., et al. Chloroplast transformation in Chlamydomonas with high velocity microprojectiles. Science. 240, 1534-1538 (1988).
  33. Sikdar, R. S., Serino, G., Chaudhuri, S., Maliga, P. Plastid transformation. Arabidopsis thaliana Plant Cell Rep. 18, 20-24 (1998).
  34. Svab, Z., Hajdukiewicz, P., Maliga, P. Stable transformation of plastids in higher plants. Proc. Natl. Acad. Sci. U. S. A. 87, 8526-8530 (1990).
  35. Liu, Y. G., et al. Complementation of plant mutants with large genomic DNA fragments by a transformation-competent artificial chromosome vector accelerates positional cloning. Proc. Natl. Acad. Sci. U. S. A. 96, 6535-6540 (1999).
  36. Park, H. S., Lee, B. M., Salas, G. M., Srivatanakul, M., Smith, H. R. Shorter T-DNA or additional virulence genes improve Agrobactrium-mediated transformation. Theor. Appl. Genet. 101, 1015-1020 (2000).
  37. Frary, A., Hamilton, C. M. Efficiency and stability of high molecular weight DNA transformation: an analysis in tomato. Transgenic Res. 10, 121-132 (2001).
  38. Que, Q., et al. Maize transformation technology development for commercial event generation. Front. Plant Sci. 5, 379 (2014).
  39. Miranda, A., Janssen, G., Hodges, L., Peralta, E. G., Ream, W. Agrobacterium tumefaciens transfers extremely long T-DNAs by a unidirectional mechanism. J. Bacteriol. 174, 2288-2297 (1992).
  40. Loeb, T. A., Spring, L. M., Steck, T. R., Reynolds, T. L. Transgenic wheat (Triticum spp.). Transgenic Crops I. Bajaj, Y. P. S. Springer. 14-36 (2000).

Comments

0 Comments


    Post a Question / Comment / Request

    You must be signed in to post a comment. Please or create an account.

    Usage Statistics